Apple TV+: la pubblicità è in arrivo anche qui?

Apple TV+: la pubblicità è in arrivo anche qui?

Apple sarebbe interessata ad aggiungere contenuti ADS nei suoi spettacoli più visti su Apple TV+ per incrementare i ricavi della piattaforma.
Apple sarebbe interessata ad aggiungere contenuti ADS nei suoi spettacoli più visti su Apple TV+ per incrementare i ricavi della piattaforma.

È ormai da tempo che si parla dell’arrivo su Disney+ e Netflix di un abbonamento dal costo ridotto con pubblicità al seguito, ma per il momento non vi sono stati ancora cambiamenti su tale fronte. A quanto pare, però, queste non saranno le uniche piattaforme a darsi da fare sul suddetto fronte. Pure su Apple TV+, infatti, potrebbero presto giungere contenuti ADS.

Apple TV+: contenuti ADS negli spettacoli più visti

Al momento non si tratta ancora di una notizia ufficiale, sia ben chiaro, ma stando a quanto emerso nel corso delle ultime ore sembra proprio che Apple stia valutando la possibilità di inserire la pubblicità nei suoi spettacoli più visti al fine di cercare di incrementare i ricavi della piattaforma.

Diversamente dalla concorrenza, il colosso di Cupertino non andrebbe a proporre un nuovo abbonamento a costo ridotto (anche perché la sottoscrizione ad Apple TV+ ha già di suo un prezzo abbastanza basso: 4,99 euro/mese in Italia). Si tratterebbe quindi di “un’aggiunta” utile per espandere il business aziendale.

Apple, però, non sarebbe intenzionata a trasformare Apple TV+ in un’emittente televisiva di natura pubblica o privata. L’azienda vorrebbe giungere piuttosto a un compromesso per l’introduzione di un basso carico di elementi pubblicitari che non vada a infastidire gli abbonati, teoricamente prima dell’inizio della riproduzione dei contenuti d’interesse.

Il tutto sarebbe ben lontano da semplici congetture, in quanto la fonte dell’indiscrezione riferisce che Todd Teresi, vicepresidente delle piattaforme pubblicitarie di Apple, sta incontrando i dirigenti di diverse agenzie pubblicitarie e l’argomento di discussione parrebbe essere proprio i futuri spot televisivi da implementare nella piattaforma.

Fonte: DigiDay
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 13 ott 2022
Link copiato negli appunti