Assinform: il mercato digitale è in forma

Nonostante il 2014 si sia chiuso ancora il segno negativo, per il 2015 c'è ottimismo: dalle app ai contenuti, dal cloud alla IoT, l'Italia spera nella ripresa

Roma – La nuova analisi del mercato ICT italiano dell’ ultimo rapporto Assinform guarda con ottimismo alle prospettive per il settore . Il rapporto parte dalla fotografia del mercato negli ultimi 12 mesi per poi passare alle proiezioni per il 2015: e pur avendo registrato il 2014 un meno 1,4 per cento, nel nuovo anno conta di rivedere la crescita, con una stima di +1,1 punti percentuali.

usb

Nel dettaglio, l’anno appena conclusosi è stato certamente debole, anche se con un trend negativo inferiore a quello degli anni precedenti. I segnali positivi per Assinform non mancano: “La crisi – commenta il presidente di Assinform, Agostino Santoni – è alle spalle e nel 2015 torna il segno più. Dopo oltre un decennio di costante riduzione degli investimenti, dalla lettura dei dati del mercato ICT si colgono finalmente elementi incoraggianti per una ripresa che non tarderà a manifestarsi”.

D’altra parte appena due anni fa vi era stata una flessione ancora più profonda (meno 4,3 per cento). Nell’ultimo anno, invece, sono cresciuti a livello mondiale gli utenti Internet (più 7,4 per cento), quelli social (più 8,5 per cento), il mercato dell’ecommerce (più 21,6 per cento per arrivare ad un giro d’affari di 1,390 miliardi di euro), nonché le linee mobile attivate e gli utenti di banda larga.

Oltre che al trend economico, la ripresa è dovuta alle performance di settori specifici che permettono di riflettere il recupero tutte le componenti fondamentali del settore: crescono di 4,2 punti percentuali software ed app , di 13,8 le piattaforme di gestione web , ma anche i contenuti digitali che, trainati dal più 23 per cento degli ebook, arrivano ad un sostanzioso più 8,5 per cento ed il cloud che cresce del 37,4 per cento.

Il tutto condito dalle performance sempre positive degli smartphone , che registrano un ulteriore incremento del 14,6 per cento e dalla nuova corsa all’ Internet of Things , settore cresciuto di altri 13,3 punti percentuali.

usb

A frenare sono invece i servizi TLC che, coprendo un terzo del mercato, non sono trascurabili: fanno registrare un calo del 7,1 per cento, frutto anche dei ritardi regolamentari e dell’attesa dell’implementazione dei programmi di sviluppo regionali, nazionali e comunitari.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Leguleio scrive:
    Re: assurdo


    Sì, ma non necessariamente dell'americano
    medio.

    Esistono anche cittadini alti e medio-alti,
    sai?

    <b
    Costituiranno anche uno zero
    punto qualcosa
    sul

    totale, ma hanno influenza più degli altri
    messi

    assieme </b
    , almeno su alcune
    questioni.



    E QUESTO è esattamente IL problema.
    Alla faccia della democrazia; questa la puoi
    definire oligarchia, o magari plutocrazia, ma
    certo non corrisponde al governo del
    popolo.Il popolo non ha idee chiare sul diritto d'autore e su come debba essere gestito. Sono questioni tecniche che solo chi è addetto ai lavori, e quindi giocoforza costituisce lo 0 virgola qualcosa della popolazione, può capire. E bada che non è certo l'unico caso: il Testo unico delle disposizioni in materia di intermediazione finanziaria, in breve TUF, è una legge che riguarda solo una piccola parte dei cittadini italiani, gli operatori finanziari, e che solo chi si intende di finanza può decifrare. L'idea che la portinaia debba avere anche lei una rappresentante in parlamento, e che la rappresentante portinaia si occupi di gestione delle centrali nucleari o di limitazioni dell'inquinamento urbano andava bene nel 1968, non oggi. E in effetti se ne parla in una scena del film di Salvatore Samperi, <I
    Cuore di mamma </I
    , proprio del 1968.
    • Ag Dom Perignon scrive:
      Re: assurdo
      Già e poi a che serve avere un rappresentante in parlamento quando puoi avere Leguleio su P.I.??(rotfl)(rotfl)
    • ... scrive:
      Re: assurdo
      - Scritto da: Leguleio
      Il popolo non ha idee chiare sul diritto d'autore
      e su come debba essere gestito.meno male che c'è la corte costituzionale!E pure nostradamus che sa già cosa dirà!
    • Izio01 scrive:
      Re: assurdo
      - Scritto da: Leguleio


      Sì, ma non necessariamente
      dell'americano

      medio.


      Esistono anche cittadini alti e
      medio-alti,

      sai?


      <b
      Costituiranno anche uno zero

      punto qualcosa

      sul


      totale, ma hanno influenza più degli
      altri

      messi


      assieme </b
      , almeno su alcune

      questioni.






      E QUESTO è esattamente IL problema.

      Alla faccia della democrazia; questa la puoi

      definire oligarchia, o magari plutocrazia, ma

      certo non corrisponde al governo del

      popolo.

      Il popolo non ha idee chiare sul diritto d'autore
      e su come debba essere gestito. Sono questioni
      tecniche che solo chi è addetto ai lavori, e
      quindi giocoforza costituisce lo 0 virgola
      qualcosa della popolazione, può capire.
      Hmm, no. Non si tratta di progettare centrali nucleari o operare un cervello, non è nulla di così complicato. E' più simile a fare la spesa dal fruttivendolo.Il fatto, poi, che per te chi "se ne intende" sia guarda caso chi ci guadagna, rende anzi piuttosto sospetta questa classificazione.
      • Leguleio scrive:
        Re: assurdo



        E QUESTO è esattamente IL problema.


        Alla faccia della democrazia; questa la
        puoi


        definire oligarchia, o magari plutocrazia,
        ma


        certo non corrisponde al governo del


        popolo.

        Il popolo non ha idee chiare sul diritto
        d'autore

        e su come debba essere gestito. Sono questioni

        tecniche che solo chi è addetto ai lavori, e

        quindi giocoforza costituisce lo 0 virgola

        qualcosa della popolazione, può capire.



        Hmm, no. Non si tratta di progettare centrali
        nucleari o operare un cervello, non è nulla di
        così complicato. Se sia complicato non lo so. So però che ogni volta che discuto qui di diritto d'autore ognuno ha la sua personale idea di come funziona. E c'è quello che è convinto che l'equo compenso sia una misura recente per contrastare la pirateria sul web, quando esiste dal 1992 e con la pirateria non c'entra nulla. C'è chi sostiene che l'allungamento del periodo di protezione dopo la morte dell'autore sia partito dagli Usa e poi importato in Europa, quando è vero il contrario. C'è chi attribuisce alla SIAE compiti legislativi che non ha mai avuto, alla SIAE hanno delegato alcuni aspetti della tutela, ma le leggi sono scritte dal parlamento. Eccetera eccetera.Quindi, per evitare che il diritto d'autore diventi come lo vogliono i partecipanti a PI, oppure le portinaie, le foniste e gli elettrauto, è meglio che vi si dedichino coloro che ci hanno lavorato, oppure quelli che hanno un'istruzione di tipo giuridico. Gli altri farebbero disastri inimmaginabili che poi vanno riparati.
        Il fatto, poi, che per te chi "se ne intende" sia
        guarda caso chi ci guadagna, rende anzi piuttosto
        sospetta questa
        classificazione.Non è reato guadagnare dal diritto d'autore, non è nemmeno peccato secondo la dottrina cattolica romana, e non è un guadagno meno degno di chi fa il panettiere o lo sciampista. In compenso è reato quasi ovunque mettere online le opere protette dal diritto d'autore. Come è strano il mondo.
        • Dott. Siringhini scrive:
          Re: assurdo
          Non è reato neppure "intendersene" no? 8)Aspetta adesso mi cerco sul codice dove si parla di "interdesene".Mi raccomando aspetta senza trattenere il fiato.(rotfl)(rotfl)
        • Izio01 scrive:
          Re: assurdo
          - Scritto da: Leguleio



          E QUESTO è esattamente IL problema.



          Alla faccia della democrazia;
          questa
          la

          puoi



          definire oligarchia, o magari
          plutocrazia,

          ma



          certo non corrisponde al governo
          del



          popolo.



          Il popolo non ha idee chiare sul diritto

          d'autore


          e su come debba essere gestito. Sono
          questioni


          tecniche che solo chi è addetto ai
          lavori,
          e


          quindi giocoforza costituisce lo 0
          virgola


          qualcosa della popolazione, può capire.






          Hmm, no. Non si tratta di progettare centrali

          nucleari o operare un cervello, non è nulla
          di

          così complicato.

          Se sia complicato non lo so. So però che ogni
          volta che discuto qui di diritto d'autore ognuno
          ha la sua personale idea di come funziona. E c'è
          quello che è convinto che l'equo compenso sia una
          misura recente per contrastare la pirateria sul
          web, quando esiste dal 1992 e con la pirateria
          non c'entra nulla. C'è chi sostiene che
          l'allungamento del periodo di protezione dopo la
          morte dell'autore sia partito dagli Usa e poi
          importato in Europa, quando è vero il contrario.
          C'è chi attribuisce alla SIAE compiti legislativi
          che non ha mai avuto, alla SIAE hanno delegato
          alcuni aspetti della tutela, ma le leggi sono
          scritte dal parlamento. Eccetera
          eccetera.
          Quindi, per evitare che il diritto d'autore
          diventi come lo vogliono i partecipanti a PI,
          oppure le portinaie, le foniste e gli elettrauto,
          è meglio che vi si dedichino coloro che ci hanno
          lavorato, oppure quelli che hanno un'istruzione
          di tipo giuridico. Gli altri farebbero disastri
          inimmaginabili che poi vanno riparati.
          E invece, siccome a decidere sono gli stessi che ci mangiano sopra, guarda caso, ci magnano sempre di più, vedere ad esempio il favore fatto da Franceschini agli amichetti.Per le altre categorie non funziona affatto così, fattene una ragione.



          Il fatto, poi, che per te chi "se ne
          intende"
          sia

          guarda caso chi ci guadagna, rende anzi
          piuttosto

          sospetta questa

          classificazione.

          Non è reato guadagnare dal diritto d'autore, non
          è nemmeno peccato secondo la dottrina cattolica
          romana, e non è un guadagno meno degno di chi fa
          il panettiere o lo sciampista. In compenso è
          reato quasi ovunque mettere online le opere
          protette dal diritto d'autore. Come è strano il
          mondo.Mai detto di essere contro il diritto d'autore tout court. Solo contro i privilegi di chi ha i "santi in paradiso" e ottiene leggi, leggine e sovvenzioni, su misura per continuare a magnare alla faccia della crisi che colpisce gli altri.
          • Leguleio scrive:
            Re: assurdo


            Quindi, per evitare che il diritto d'autore

            diventi come lo vogliono i partecipanti a PI,

            oppure le portinaie, le foniste e gli
            elettrauto,

            è meglio che vi si dedichino coloro che ci
            hanno

            lavorato, oppure quelli che hanno
            un'istruzione

            di tipo giuridico. Gli altri farebbero
            disastri

            inimmaginabili che poi vanno riparati.



            E invece, siccome a decidere sono gli stessi che
            ci mangiano sopra, guarda caso, ci magnano sempre
            di più, vedere ad esempio il favore fatto da
            Franceschini agli
            amichetti.Sembra che incassino di più, ma è un adeguamento all'inflazione. E il grosso dei proventi da diritto d'autore non proviene dall'equo compenso.
            Per le altre categorie non funziona affatto così,
            fattene una
            ragione.Io ho fatto l'esempio del TUF, il testo unico sulla finanza, e tu ti sei ben guardato dal prenderlo in considerazione. Davvero credi che per regolare un settore così complesso, e delicato, come la borsa e la finanza, abbiano chiamato sindacalisti a riposo e impiegati di concetto come consulenti e gruppi di interesse?


            Il fatto, poi, che per te chi "se ne

            intende"

            sia


            guarda caso chi ci guadagna, rende anzi

            piuttosto


            sospetta questa


            classificazione.



            Non è reato guadagnare dal diritto d'autore,
            non

            è nemmeno peccato secondo la dottrina
            cattolica

            romana, e non è un guadagno meno degno di
            chi
            fa

            il panettiere o lo sciampista. In compenso è

            reato quasi ovunque mettere online le opere

            protette dal diritto d'autore. Come è strano
            il

            mondo.

            Mai detto di essere contro il diritto d'autore
            tout court. Solo contro i privilegi di chi ha i
            "santi in paradiso" e ottiene leggi, leggine e
            sovvenzioni, su misura per continuare a magnare
            alla faccia della crisi che colpisce gli
            altri.In questo ambito non credo funzionerebbero le vie di mezzo. O si incassano tutti i soldi dovuti dall'equo compenso come dagli altri canali di riscossione senza guardare in faccia a nessuno, o il sistema del diritto d'autore salta per sempre. Impietosirsi equivale ad abbandonare il campo di battaglia.Poi non vorrei toccare nervi scoperti, ma guarda che la tiritera contro la SIAE, l'equo compenso e le leggi contro la pirateria si leggevano tali e quali prima della crisi del 2007. Non dubito che la crisi economica ti riguardi da vicino, solo che per molti nemici del diritto d'autore a prescindere è una comoda scusa e nulla più.
          • john the ripper scrive:
            Re: assurdo
            - Scritto da: Leguleio
            che per molti nemici del diritto d'autore a
            prescindere è una comoda scusa e nulla
            più.C'è comodità e comoditàAnche i soldi in svizzera sono una comodità. :DSempre "a prescindere" neh? :D
          • tucumcari scrive:
            Re: assurdo
            - Scritto da: john the ripper
            - Scritto da: Leguleio


            che per molti nemici del diritto d'autore a

            prescindere è una comoda scusa e nulla

            più.
            C'è comodità e comodità
            Anche i soldi in svizzera sono una comodità.
            :D
            Sempre "a prescindere" neh?
            :DE in mancanza di quelli, una bella petizione online, e tutto si risolve.
        • john the ripper scrive:
          Re: assurdo
          - Scritto da: Leguleio
          Come è strano il
          mondo.Già aspetta che ora cerco sul codice "quelli che se ne intendono"...Mi raccomando non trattenere il respiro intanto che aspetti...(rotfl)
        • john the ripper scrive:
          Re: assurdo
          - Scritto da: Leguleio
          Come è strano il
          mondo.Già aspetta che ora cerco sul codice "quelli che se ne intendono"...Mi raccomando non trattenere il respiro intanto che aspetti...(rotfl)
        • john the ripper scrive:
          Re: assurdo
          - Scritto da: Leguleio
          Come è strano il
          mondo.Già aspetta che ora cerco sul codice "quelli che se ne intendono"...Mi raccomando non trattenere il respiro intanto che aspetti...(rotfl)
        • AG DOM Perignon scrive:
          Re: assurdo
          - Scritto da: Leguleio
          Come è strano il
          mondo.Già aspetta che ora cerco sul codice "quelli che se ne intendono"...Mi raccomando non trattenere il respiro intanto che aspetti...(rotfl)
        • john the ripper scrive:
          Re: assurdo
          - Scritto da: Leguleio
          Come è strano il
          mondo.Già aspetta che ora cerco sul codice "quelli che se ne intendono"...Mi raccomando non trattenere il respiro intanto che aspetti...(rotfl)
          • tucumcari scrive:
            Re: assurdo
            Niente storie, dopo la petizoine online che salva l'europa, una petizione onlne contro il DRM. E passa la paura.
      • Dott. Siringhini scrive:
        Re: assurdo
        - Scritto da: Izio01
        Il fatto, poi, che per te chi "se ne intende" sia
        guarda caso chi ci guadagna, rende anzi piuttosto
        sospetta questa
        classificazione.Ma scherzi?Lui è appunto uno che "se ne intende"E se lo dice lui.(rotfl)(rotfl)
    • AG DOM Perignon scrive:
      Re: assurdo
      - Scritto da: Leguleio
      Il popolo non ha idee chiare sul diritto d'autore
      e su come debba essere gestito. Sono questioni
      tecniche che solo chi è addetto ai lavori, e
      quindi giocoforza costituisce lo 0 virgola
      qualcosa della popolazione, può capire.[yt]h5IptyLOjCE[/yt]
    • Funz scrive:
      Re: assurdo
      - Scritto da: Leguleio
      Il popolo non ha idee chiare sul diritto d'autore
      e su come debba essere gestito. Sono questioni
      tecniche che solo chi è addetto ai lavori, e
      quindi giocoforza costituisce lo 0 virgola
      qualcosa della popolazione, può capire.

      E bada che non è certo l'unico caso: il Testo
      unico delle disposizioni in materia di
      intermediazione finanziaria, in breve TUF, è una
      legge che riguarda solo una piccola parte dei
      cittadini italiani, gli operatori finanziari, e
      che solo chi si intende di finanza può decifrare.


      L'idea che la portinaia debba avere anche lei una
      rappresentante in parlamento, e che la
      rappresentante portinaia si occupi di gestione
      delle centrali nucleari o di limitazioni
      dell'inquinamento urbano andava bene nel 1968,
      non oggi. massì, il cittadino non ha bisogno di sapere, non ha bisogno di informarsi nemmeno per le cose che lo riguardano direttamente come farsi una copia di un proprio DVD. Perché?Perché c'è qualcun altro che si occupa di intermediazione finanziaria e di centrali nucleari.Chiaro, logico :p
    • john the ripper scrive:
      Re: assurdo
      - Scritto da: Leguleio
      Il popolo non ha idee chiare sul diritto d'autore
      e su come debba essere gestito. Sono questioni
      tecniche che solo chi è addetto ai lavori, e
      quindi giocoforza costituisce lo 0 virgola
      qualcosa della popolazione, può capire.[yt]HMSKeDw_-yI[/yt]
    • john the ripper scrive:
      Re: assurdo
      - Scritto da: Leguleio
      Il popolo non ha idee chiare sul diritto d'autore
      e su come debba essere gestito. Sono questioni
      tecniche che solo chi è addetto ai lavori, e
      quindi giocoforza costituisce lo 0 virgola
      qualcosa della popolazione, può capire.[yt]HMSKeDw_-yI[/yt]
    • john the ripper scrive:
      Re: assurdo
      - Scritto da: Leguleio
      Il popolo non ha idee chiare sul diritto d'autore
      e su come debba essere gestito. Sono questioni
      tecniche che solo chi è addetto ai lavori, e
      quindi giocoforza costituisce lo 0 virgola
      qualcosa della popolazione, può capire.[yt]HMSKeDw_-yI[/yt]
  • Gabrio scrive:
    Mo' vi passa
    Illusione, dolce chimera sei tu....
  • il miglior comico di sempre scrive:
    E ne ho serbo un'altra!
    In Corea del Nord internet proprio non c'è![img]http://i.imgur.com/f4bKyZ9.jpg[/img]
  • Basilisco di Roko scrive:
    Farà la fine delle blue box
    Un tempo esistevano le blue box, ed altri strumenti atti a telefonare gratis dalle cabine (phreaking); i phreakers vedevano le compagnie telefoniche come "il nemico", la grossa azienda avida, esattamente come i pirati oggi vedono le case discografiche e cinematografiche.All'inizio scroccare le telefonate era facile (bastava addirittura un fischietto), e ne valeva la pena, perché le telefonate interurbane erano molto costose; inoltre, l'opinione pubblica tutto sommato era favorevole ai phreakers: erano le persone che ti potevano vendere per una modica cifra l'apparecchietto per telefonare gratis, ed in fondo che danno facevano? Solo qualche mancato introito per compagnie che già guadagnavano troppo.La lotta tra compagnie telefoniche e phreakers è continuata per anni, con telefoni sempre più difficili da craccare e strumenti di hacking sempre più sofisticati (che costavano di più e diventavano obsoleti più in fretta, rendendo il phreaking meno conveniente); i phreakers hanno tentato soluzioni sempre meno etiche, che non prevedevano più di aggirare il pagamento della telefonata, ma di addebitarla a qualcun altro (come il "vampirismo", vale a dire collegarsi ai cordless altrui, o la clonazione delle SIM), che li hanno resi sempre meno popolari (all'utente medio andava bene l'idea di scroccare le telefonate, finché non si è accorto del rischio che le scroccassero a lui); inoltre, i costi delle telefonate stesse sono scesi, e sono comparsi abbonamenti flat a costi tutto sommato non troppo diversi da quelli dell'attrezzatura da phreaker. Infine, con il voip, si sono presentate ulteriori alternative: anche i più inflessibili, che per principio non vogliono pagare nemmeno un centesimo alle compagnie telefoniche per telefonare, possono farlo in modo perfettamente legale, basta un account voip gratuito (e c'è solo l'imbarazzo della scelta), ed un acXXXXX a internet da un hotspot pubblico, come quello di una biblioteca. L'unico hardware necessario è uno smartphone (anche il più economico) che disponga di wifi; non è comodissimo dover andare ad un hotspot wifi per telefonare, ma è comunque più comodo che andare ad un telefono pubblico (non occorre aspettare che l'apparecchio sia libero, il wifi è multiutente).La progressiva riduzione delle cabine telefoniche, considerate obsolete, ha dato il colpo di grazia ai phreaker rimasti.Per la pirateria audiovisiva, la situazione è simile: i pirati cercano di manomettere le protezioni dei supporti ottici, ma tali supporti sono destinati a sparire (come le cabine telefoniche), perché non hanno più motivo di esistere. Lo streaming a pagamento richiede un account registrato, quindi per piratare quello occorrerebbe procurarsi un account (e ciò equivarrebbe a clonare la SIM di un cellulare: non si tratta più di usufruire del servizio gratis, ma di far pagare qualcun altro): si tratta di un reato grave, e che non gode del favore dell'opinione pubblica. Inoltre, i servizi di streaming gratuito stanno aumentando, con il risultato che non vale più la pena di craccare il supporto originale. Certo, i produttori devono accettare margini di guadagno più bassi (come del resto le compagnie telefoniche: oggi non possono certo aspettarsi su una interurbana i profitti che avevano negli anni 90), e devono rinnovare il loro modello, invece di contare su una infrastruttura ormai inadeguata.
    • Sg@bbio scrive:
      Re: Farà la fine delle blue box
      La vedo difficile che i supporti spariscono, per molte ragioni.
      • Leonida scrive:
        Re: Farà la fine delle blue box
        Non è che spariranno ma saranno sempre più marginali fino a rendere impossibile un modello di business basato praticamente in modo esclusivo su un certo supporto.In senso lato anche un computer è un "supporto" ma un modello di business che veda quel "supporto" come fonte di busines in quanto "supporto" per i contenuti non è ipotizzabile.In generale la logica e la tecnlogia ti porterà a vedere dei "contenitori" non dei supporti questo significa inevitabilmente che il modello di business deve traslare dal "supporto" al "contenuto" che starà nel "contenitore".Chi se ne rende conto ci sta già pensando chi non se ne rende conto tirerà le cuoia.
        • Sg@bbio scrive:
          Re: Farà la fine delle blue box
          Dubito che accadrà nell'immediato, viste certe problematiche.
        • ZLoneW scrive:
          Re: Farà la fine delle blue box
          - Scritto da: Leonida
          In senso lato anche un computer è un "supporto"
          ma un modello di business che veda quel
          "supporto" come fonte di busines in quanto
          "supporto" per i contenuti non è
          ipotizzabile.A spanne, direi che si tratta del modello che Apple ha escogitato per gli iCosi, e che Microsoft sta cercando di ricalcare.Se è così, è qualcosa di più che "ipotizzabile", è già felicemente in (remunerativa) produzione.:)
      • rockroll scrive:
        Re: Farà la fine delle blue box
        - Scritto da: Sg@bbio
        La vedo difficile che i supporti spariscono, per
        molte
        ragioni.Per me e moltissimi altri non hanno più senso da un pezzo.
        • Sg@bbio scrive:
          Re: Farà la fine delle blue box
          Se hai la fibra ottica e ti scarichi un BD senza modifiche video in 3 minuti, posso capirlo.
      • Basilisco di Roko scrive:
        Re: Farà la fine delle blue box
        - Scritto da: Sg@bbio
        La vedo difficile che i supporti spariscono, per
        molte
        ragioni.Dipende da quali supporti: i supporti registrabili (pendrive, hard disk, cd-r/dvd-r) rimarranno, perché sono insostituibili, al massimo cambierà il tipo (i cd potrebbero sparire, come sono spariti i floppy, perché rimpiazzati da supporti più capienti e affidabili).Ma i supporti pre-registrati, come i cd-rom, i cd musicali, e i dvd video, usati per la distribuzione dei dati, non hanno più ragione di esistere. Negli anni 90 un buon modo per distribuire in fretta un software ad un vasto numero di persone era di distribuire il cd rom con tale software (ed eventualmente anche altri) nelle edicole, mentre oggi nessuno sceglierebbe tale sistema.La vendita dei supporti sembra insostituibile per le zone non ancora coperte dalla banda larga, esattamente come le cabine telefoniche sembravano insostituibili per le zone non coperte dalla telefonia mobile, ma ora le cabine sono quasi sparite, e pochi se ne sono accorti.
        • Sg@bbio scrive:
          Re: Farà la fine delle blue box
          Perchè sti paragoni ?A parte che un film bluray e affini difficilmente te lo puoi vedere decentemente in Streaming, se non senza vari compromessi, per non parlare dei giochi via DD, che sono solo più le manette aggiuntive che i pregi....
          • Basilisco di Roko scrive:
            Re: Farà la fine delle blue box

            Perchè sti paragoni ?
            A parte che un film bluray e affini difficilmente
            te lo puoi vedere decentemente in Streaming,Puoi vederlo più che decentemente in una trasmissione via etere o via satellite HD, tanto per fare un esempio. E comunque non tutti i film traggono vantaggio da tale risoluzione (oltre al fatto che per molti film il master è a risoluzione più bassa)
            se
            non senza vari compromessi, per non parlare dei
            giochi via DD, che sono solo più le manette
            aggiuntive che i
            pregi....Ti pare che i giochi distribuiti su supporto ottico siano meglio? Hanno bisogno comunque della connessione continua, e presentano i DLC.
          • Sg@bbio scrive:
            Re: Farà la fine delle blue box
            A parte Diablo 3 ed altre XXXXXXXte rare, non c'è l'obbligo della connessione sui giochi su pc (eccezione per MMOrpg vario, per ovvie ragioni).Sinceramente non mi pupi paragonare la trasmissione televisiva con homevideo.
          • Basilisco di Roko scrive:
            Re: Farà la fine delle blue box
            - Scritto da: Sg@bbio
            A parte Diablo 3 ed altre XXXXXXXte rare, non c'è
            l'obbligo della connessione sui giochi su pc
            (eccezione per MMOrpg vario, per ovvie
            ragioni).Sicuro?http://en.wikipedia.org/wiki/Always-on_DRM

            Sinceramente non mi pupi paragonare la
            trasmissione televisiva con
            homevideo.I canali HD hanno una risoluzione 1920x1080, esattamente come i bluray; la sola differenza è che i canali HD hanno framerate doppio e sono generalmente interlacciati, mentre il bluray è progressivo (in altre parole: la trasmissione televisiva invia prima le righe pari, poi le righe dispari, mentre il bluray invia tutte le righe in sequenza).
          • Sg@bbio scrive:
            Re: Farà la fine delle blue box
            - Scritto da: Basilisco di Roko

            Sicuro?
            http://en.wikipedia.org/wiki/Always-on_DRMMa la pagina ha citato quei pochi giochi che usano questo sistema idiota, come ho fatto io :D

            I canali HD hanno una risoluzione 1920x1080,
            esattamente come i bluray; la sola differenza è
            che i canali HD hanno framerate doppio e sono
            generalmente interlacciati, mentre il bluray è
            progressivo (in altre parole: la trasmissione
            televisiva invia prima le righe pari, poi le
            righe dispari, mentre il bluray invia tutte le
            righe in
            sequenza).Che le trasmissioni TV abbiano un bitrate maggiore di un bluray, avrei molti dubbi.
  • il miglior comico di sempre scrive:
    ragazzi, sentite questa!
    I giapponesi non conoscono Arale![img]http://i.imgur.com/PPT4aPn.jpg[/img][img]http://i.imgur.com/F5mUxzR.jpg[/img][img]http://i.imgur.com/kzkKw5W.jpg[/img]
    • bubba scrive:
      Re: ragazzi, sentite questa!
      - Scritto da: il miglior comico di sempre
      I giapponesi non conoscono Arale!urca![img]http://i.ytimg.com/vi/S1AI5KoxNKo/hqdefault.jpg[/img]
      • Leonida scrive:
        Re: ragazzi, sentite questa!
        Regà farò la figura del XXXXX ma mi spiegate chi cappero è questa arale di cui parlate ogni tanto?E sopratutto cosa c'entra arale con le cacchine che nominate spesso?
  • il miglior comico di sempre scrive:
    ragazzi, sentite questa!
    I giapponesi non conoscono Arale![img]http://i.imgur.com/PPT4aPn.jpg[/img][img]http://i.imgur.com/F5mUxzR.jpg[/img][img]http://i.imgur.com/kzkKw5W.jpg[/img]
    • Tox scrive:
      Re: ragazzi, sentite questa!
      - Scritto da: il miglior comico di sempre
      I giapponesi non conoscono Arale!
      [img]http://i.imgur.com/PPT4aPn.jpg[/img]
      [img]http://i.imgur.com/F5mUxzR.jpg[/img]
      [img]http://i.imgur.com/kzkKw5W.jpg[/img]Cacchina che affermazione !!!(rotfl)Per dire una cosa del genere devi venire dalla Corea del Nord... Sai lì internet proprio non esiste !!!
  • john the ripper scrive:
    Un po' di storia sul DeCSS
    Il codice per bypassare noto con il nome "popolare" di DeCSS, essendo CSS il DRM dei DVD dovrebbe avere insegnato (quantomeno storicamente) la assurdità di certe pretese.Veniamo ai fatti:Durante il periodo che va tra il 99 e il 2000 iniziò negli USA una divertente (secondo me addirittura divertentissima) battaglia legale sul fatto che il codice di un programma potesse o meno rientrare nel primo emendamento sulla libertà di parola (freedom of speech).Il risultato "semifinale" della battaglia (ripeto divertentissima) fu che un giudice (giudice Kaplan) considerava "sopprimibile e illegale" la comunicazione di ogni codice atto a bypassare il CSS dei DVD che fosse direttamente "eseguibile" o "compilabile".Il risultato "finale" fu a quel punto la pubblicazione attraverso modi (i più fantasiosi e disparati) in rete e anche fuori della rete del codice in forma sorgente (vari linguaggi formali e non) e in descrizioni (lettura del codice via voce stampa su magliette ecc...) degli algoritmi e dei passaggi per ottenere il risultato.Ad esempio:[img]http://www.cs.cmu.edu/~dst/DeCSS/Gallery/page3.gif[/img]che non è il codice in se ma una "gif" dello screen dump (e quindi non è eseguibile) del codice.oppure :[img]http://www.cs.cmu.edu/~dst/DeCSS/Gallery/tshirt_back.jpg[/img]che è una maglietta (t-shirt) e non codice.Il risultato è che ovviamente il codice DeCSS è trai più conosciuti e diffusi al mondo.E che tutti i programmi che "rippano" DVD sono sostanzialmente derivati di questo codice.In USA ci sono addirittura siti (questo è addirittura della università Carnegie Mellon) che hanno una specie di "museo on line" di tutta la vicenda.http://www.cs.cmu.edu/~dst/DeCSS/Gallery/Che dopo anni di storia (assai divertente) ci siano ancora "personaggi e interpreti" che hanno voglia di spendersi e rendersi appunto "divertenti" stupisce fino a un certo punto (si sa che qualcuno è piuttosto restio a prendere atto della storia) ciò che mi è incomprensibile è che qualcuno <b
    creda davvero </b
    che certe cose possano avere efficacia.
    • Leguleio scrive:
      Re: Un po' di storia sul DeCSS

      Il codice per bypassare noto con il nome
      "popolare" di DeCSS, essendo CSS il DRM dei DVD
      dovrebbe avere insegnato (quantomeno
      storicamente) la assurdità di certe
      pretese.[...]E hai narrato solo la parte che si è svolta al di là dell'Oceano. :)Al di qua dell'oceano un giovane norvegese, Jon Lech Johansen, d'ora in poi soprannominato DVD Jon, nel 2002 è stato trascinato in tribunale quale autore del programma. Sia il primo grado sia l'appello lo hanno assolto, anche se le motivazioni addotte non prendono di petto la vicenda: Jon Lech Johansen ha sempre affermato di essere l'autore dell'interfaccia grafica del programma, non del software vero e proprio: l'assoluzione poggia solo su questo fatto, una mezza scappatoia.
      • john the ripper scrive:
        Re: Un po' di storia sul DeCSS
        è ininfluente ciò che conta non sono le assoluzioni o le condanne e ovviamente meno che meno le "interfacce" che sono giocoforza diverse da piattaforma a piattaforma.Ciò che conta è che "è peggio il tacon del buso" ovvero tutti a questo mondo sanno rippare un DVD è quindi lo fanno e continueranno a farlo (anche in USA) a dispetto di qualcuno che fa più o meno fatica a capirlo.A fronte di questo la ordinanza del giudice di cui sopra al massimo può destare un sorriso di commiserazione.
        • Leguleio scrive:
          Re: Un po' di storia sul DeCSS
          - Scritto da: john the ripper
          è ininfluente ciò che conta non sono le
          assoluzioni o le condanne e ovviamente meno che
          meno le "interfacce" che sono giocoforza diverse
          da piattaforma a
          piattaforma.
          Ciò che conta è che "è peggio il tacon del buso"
          ovvero tutti a questo mondo sanno rippare un DVD
          è quindi lo fanno e continueranno a farlo (anche
          in USA) a dispetto di qualcuno che fa più o meno
          fatica a
          capirlo.Se un giudice fosse subordinato alla massima "a che serve una sentenza", potrebbero abolire la magistratura domani mattina. Forse che arrestare ladri di motorini o clonatori di carte di credito serve a evitare che altri lo facciano in futuro?
          • john the ripper scrive:
            Re: Un po' di storia sul DeCSS
            - Scritto da: Leguleio
            Se un giudice fosse subordinato alla massima "a
            che serve una sentenza", potrebbero abolire la
            magistratura domani mattina. Forse che arrestare
            ladri di motorini o clonatori di carte di credito
            serve a evitare che altri lo facciano in
            futuro?Il problema non è evitare che gli altri facciano una cosa nel futuro.Ma è un problema di "applicabilità" e "efficacia" sia di una legge che di una sentenza.Conosci la massima "ad impossibilia nemo tenetur"?E sai perchè la frase è in latino?In ogni caso ripeto a me e al 99% delle persone normali non frega una ceppa del perchè un giudice svedese assolva (perchè di assoluzione si tratta) un tizio.Quello che interessa a me e al 99% delle persone è cosa succede se copio un DVD e se qualcuno possa in pratica (non in teoria) impedirmi di farlo.Il resto non è materia che interesserà ne me ne chi eventualmente dovesse subirne un ipotetico danno.Per il semplice motivo che non sposta di una virgola i termini della questione <b
            neppure in quei paesi come gli USA che hanno leggi come il DMCA </b
            .Figuriamoci poi dove non c'è.
          • Leguleio scrive:
            Re: Un po' di storia sul DeCSS


            Se un giudice fosse subordinato alla massima
            "a

            che serve una sentenza", potrebbero abolire
            la

            magistratura domani mattina. Forse che
            arrestare

            ladri di motorini o clonatori di carte di
            credito

            serve a evitare che altri lo facciano in

            futuro?
            Il problema non è evitare che gli altri facciano
            una cosa nel
            futuro.Veramente la tua frase precedente diceva il contrario:" <I
            tutti a questo mondo sanno rippare un DVD è quindi lo fanno e continueranno a farlo (anche in USA) a dispetto di qualcuno che fa più o meno fatica a capirlo </I
            ".Vuoi cambiare la tua versione?
            Ma è un problema di "applicabilità" e "efficacia"
            sia di una legge che di una
            sentenza.La legge e la sentenza è applicabile al territorio Usa, l'ho scritto. Il programma DVDFab non si può importare o vendere laggiù. Delle eventuali conseguenze al di fuori del territorio Usa non si può dire nulla, è troppo presto.
            Conosci la massima "ad impossibilia nemo tenetur"?Certo.
            E sai perchè la frase è in latino?Perché chi la espresse, Celso il giovane, era madrelingua latino. Che altro?!?
            In ogni caso ripeto a me e al 99% delle persone
            normali non frega una ceppa del perchè un giudice
            svedese assolva (perchè di assoluzione si tratta)
            un
            tizio.Svedese?Ripassa il caso va'. Era norvegese, ed erano diversi giudici, non uno solo.
            Quello che interessa a me e al 99% delle persone
            è cosa succede se copio un DVD e se qualcuno
            possa in pratica (non in teoria) impedirmi di
            farlo.Stai cambiando discorso.
          • Tox scrive:
            Re: Un po' di storia sul DeCSS
            - Scritto da: Leguleio
            Stai cambiando discorso.Attento John, sta iniziando con la tecnica dello sfiancamento !
          • john the ripper scrive:
            Re: Un po' di storia sul DeCSS
            - Scritto da: Tox
            Attento John, sta iniziando con la tecnica dello
            sfiancamento
            !Lo so ma da quando gli hanno tolto la "scimmia" non è più lo stesso.(rotfl)(rotfl)Si vede che tra le sue "personalità" contava parecchio. ;)
          • john the ripper scrive:
            Re: Un po' di storia sul DeCSS
            - Scritto da: Leguleio
            Veramente la tua frase precedente diceva il
            contrario:No la frase è riferita al passato al presente e al futuro e non ha alcuna relazione con una specifica sentenza ma con un dato di fatto.

            " <I
            tutti a questo mondo sanno rippare un
            DVD è quindi lo fanno e continueranno a farlo
            (anche in USA) a dispetto di qualcuno che fa più
            o meno fatica a capirlo </I

            ".C.V.D. :D

            Ma è un problema di "applicabilità" e
            "efficacia"

            sia di una legge che di una

            sentenza.

            La legge e la sentenza è applicabile al
            territorio Usa, l'ho scritto. Il programma DVDFab
            non si può importare o vendere laggiù. Delle
            eventuali conseguenze al di fuori del territorio
            Usa non si può dire nulla, è troppo presto.1) Quale è la parte di "applicabilità e efficacia" che non ti è chiara?2) ciò che si può dire in merito non lo stabilisci tu e tantomeno nessuna ordinanza e nello specifico (e nonostante i tuoi tentativi di svicolare) la questione resta la medesima.ovvero Quanto è "opportuna" o "utile" una ordinanza che non tiene conto del fatto che ci sono molteplici mezzi e molteplici fonti che consentono di ottenere lo stesso identico risultato del tutto a prescindere (appunto) da quella ordinanza.Che tu voglia cambiare discorso lo capisco perfettamente ma purtroppo per te la questione che ho posto non riguarda affatto il "software cinese" e neppure quello "svedese" o "russo" o di qualunque origine in particolare.Ma tutto questo assieme (compreso il tutt'altro che trascurabile "software USA").Se vuoi restare alla questione bene in caso contrario non sono disposto a inseguirti in divagazioni che non hanno rilevanza.Resto sul tema pricipale che vorrei evitare di doverti rispiegare per la ennesima volta.
          • krane scrive:
            Re: Un po' di storia sul DeCSS
            Il sipario non è chiuso, sulla vicenda della legge DCMA americana. Il giudice di New York, assorbito il colpo dellesclusione dal gruppo dei federali, prepara una controffensiva sui media e, se si arriverà a tanto, anche nei tribunali. Non solo un caso, ma più casi di possibile conflitto di interessi emergono mentre la Sony si prepara a diffondere una lettera aperta al ministro dei Beni culturali John doe, firmata da più di duecento personalità della cultura e delleconomia (qualche nome che circola? per ora meglio non farne) in cui si chiede al Ministero di porre rimedio al torto perpetrato al magistrato e alla sua scuola.Il giudice è pronto anche a passare alle vie legali facendo ricorso, dopo unanalisi attenta dei verbali della commissione ministeriale. Intanto la vicenda arriverà al Congresso con uninterrogazione firmata dalla senatrice Wayne Dynes. E tra gli elementi che stanno suscitando le maggiori perplessità sulla decisione dei cinque esperti della commissione presieduta da Callaghan ci sono i loro trascorsi di collaborazione con alcuni dei pretori che sono diventati nazionali un po a sorpresa: quello di Seattle, quello di Denver e quello di Vancouver.
    • prova123 scrive:
      Re: Un po' di storia sul DeCSS
      - Scritto da: john the ripper

      Il risultato è che ovviamente il codice DeCSS è
      trai più conosciuti e diffusi al
      mondo.
      E che tutti i programmi che "rippano" DVD sono
      sostanzialmente derivati di questo
      codice.
      Infatti per quanto riguarda i DVD c'è il DVD Decripter la cui ultima versione risale a 10 anni fa e funziona tranquillamente anche oggi... altro che <i
      "sempre più sofisticati lucchetti applicati a presidio dei supporti ottici." </i
      ... sono protezioni da museo degli orrori. :D
  • alfa scrive:
    barbara streisand
    scommetto che grazie a questo mentecatto di giudice il software dvdfab sarà richiestissimo
  • prova123 scrive:
    Perchè la crociata
    contro DVDFab e non AnyDVD HD (tanto per dirne uno) ? :|
  • Etype scrive:
    Fail
    Ma cosa vuoi vietare se oggi elimini un software per la rimozione delle protezioni sui supporti e domani ne esce un altro ?Nel 2015 e ancora si crede che qualcuno si compri un DVD per un film ? :DPoveri cipoleltti a stelle e strisce,hanno perso senza neanche accorgersene :D
    • Funz scrive:
      Re: Fail
      - Scritto da: Etype
      Ma cosa vuoi vietare se oggi elimini un software
      per la rimozione delle protezioni sui supporti e
      domani ne esce un altro
      ?
      Nel 2015 e ancora si crede che qualcuno si compri
      un DVD per un film ?
      :Dinfatti, ne basta uno che si faccia prestare il DVD in qualsiasi parte del mondo, e tutto 'sto ambaradan è bypassato totalmente.
  • bradipao scrive:
    assurdo
    Non sono un legale, ma secondo me è incostituzionale rendere illegale qualcosa perchè potrebbe essere usato per compiere un illecito.
    • Hop scrive:
      Re: assurdo
      - Scritto da: bradipao
      Non sono un legalequindi che parli a fare? :D
    • prova123 scrive:
      Re: assurdo
      Anche perchè a questo punto bisognerebbe vietare coltelli da cucina, cacciativiti, etc...
      • Tox scrive:
        Re: assurdo
        - Scritto da: prova123
        Anche perchè a questo punto bisognerebbe
        vietare coltelli da cucina, cacciativiti,
        etc...E qualsiasi oggetto che possa diventare bastone, quindi ci vorrebbero mobili in polistirolo, niente alberi per strada...
        • panda rossa scrive:
          Re: assurdo
          - Scritto da: Tox
          - Scritto da: prova123

          Anche perchè a questo punto bisognerebbe

          vietare coltelli da cucina, cacciativiti,

          etc...

          E qualsiasi oggetto che possa diventare bastone,
          quindi ci vorrebbero mobili in polistirolo,
          niente alberi per
          strada...E che cosa vogliamo fare delle mani? Amputiamo alla nascita?
          • prova123 scrive:
            Re: assurdo
            Questa è gente che vuole fare l'agente segreto in ciabatte. Che andassero ad informarsi di come si fa il loro mestiere a chi lo faceva negli anni 70 senza gadget!
          • Hop scrive:
            Re: assurdo
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Tox

            - Scritto da: prova123


            Anche perchè a questo punto
            bisognerebbe



            vietare coltelli da cucina,
            cacciativiti,


            etc...



            E qualsiasi oggetto che possa diventare
            bastone,

            quindi ci vorrebbero mobili in polistirolo,

            niente alberi per

            strada...

            E che cosa vogliamo fare delle mani? Amputiamo
            alla
            nascita?Tu sei la dimostrazione che senza cervello si vive benissimo :D
    • Izio01 scrive:
      Re: assurdo
      - Scritto da: bradipao
      Non sono un legale, ma secondo me è
      incostituzionale rendere illegale qualcosa perchè
      potrebbe essere usato per compiere un
      illecito.LUNGI DA ME difendere l'indifendibile, però in USA è proprio vietato aggirare le protezioni anticopia dei dischi ottici, anche per farsi un backup personale. Lo dice il DMCA citato nell'articolo. Sotto quel punto di vista, quindi, negli USA non esiste proprio un'applicazione legale per DVDFab, il problema che menzioni non si pone."Un po'" più grave il fatto che vogliano imporre la loro legge al resto del mondo, ma chissà perché, non sono stupito.
      • Leguleio scrive:
        Re: assurdo

        "Un po'" più grave il fatto che vogliano imporre
        la loro legge al resto del mondo, ma chissà
        perché, non sono
        stupito.Sì, ma non prendere sul serio la chiusa di un articolo su PI. Si tratta di frasi ad effetto senza nesso con la realtà, che attirano clic: se vado a leggere la decisione originale è probabile che dica cose molto, molto diverse. E in ogni caso siamo ancora alla fase iniziale del proXXXXX, certe intemperanze, se davvero ci fossero, vengono limate nei gradi successivi.
      • Leguleio scrive:
        Re: assurdo

        "Un po'" più grave il fatto che vogliano imporre
        la loro legge al resto del mondo, ma chissà
        perché, non sono
        stupito.Il testo del link citato nell'articolo dice una cosa un po' diversa, lo ricopio:" <I
        It was not my intention to sweep within the Preliminary Injunction lawful conduct, i.e. entirely extraterritorial conduct. However, Defendants recalcitrant persistence in accessing the United States market makes clear to me that no more narrowly-tailored relief would be effective, the Judge writes.As a result DVDFab will lose control over TDMore.com, BluFab.cn, BluFab.com, Boooya.org, DVDFab.de, DVDFab.cn, FabImg.net, Woookao.cn, and Woookao.com which were found to be in violation of the DMCA. Two other domains, TDMore.cn and Boooya.com, were not added as theres not enough evidence that they are operated by the software vendor.There is no doubt that the broad injunction will severely impact the Chinese company. Aside from its domain names, the court also ordered payment proXXXXXrs to stop working with DVDFab, which will make it very hard for the company to sell its products anywhere in the world </I
        .http://torrentfreak.com/u-s-court-extends-global-shutdown-of-dvd-ripping-software-150323/Il senso è che l'azienda cinese avrà presumibilmente difficoltà anche fuori dagli Usa a causa del blocco dei pagamenti di VISA e Mastercard, se saranno attuati, non a causa di un'ingiunzione del giudice alle autorità di tutto il mondo, che non esiste.
        • Sg@bbio scrive:
          Re: assurdo
          Insomma con Visa e Mastercard, posso dar soldi a dei razzisti come il KKK, ma per un software che mi permette le copie di backup no.Che mondo strano.
        • john the ripper scrive:
          Re: assurdo
          In quanto a "senso" possiamo solo presumere che sia presente in quantità variabili tra il poco e il nessuno considerata la storia dato che il codice cosidetto "DeCSS" è uno dei più noti (gratis) a questo mondo e diirei che sia molto noto pubblicamente anche in USA:http://www.cs.cmu.edu/~dst/DeCSS/Gallery/
          • Leguleio scrive:
            Re: assurdo

            In quanto a "senso" possiamo solo presumere che
            sia presente in quantità variabili tra il poco e
            il nessuno considerata la storia dato che il
            codice cosidetto "DeCSS" è uno dei più noti
            (gratis) a questo mondo e diirei che sia molto
            noto pubblicamente anche in
            USA:
            http://www.cs.cmu.edu/~dst/DeCSS/Gallery/I giudici applicano le leggi, non sono pagati per dare un senso filosofico alle loro decisioni.
          • john the ripper scrive:
            Re: assurdo
            - Scritto da: Leguleio
            I giudici applicano le leggi, non sono pagati per
            dare un senso filosofico alle loro
            decisioni.1) in un sistema "common law" è vero fino a un certo punto i giudici vanno spesso oltre la semplice "applicazione" proprio perchè e diverso il concetto stesso di legge.2) tra la "filosofia" e ciò che succede in pratica c'è qualche differenza.Direi che la "filosofia" in questo caso è proprio quella che ha portato alla ordinanza dato che gli "effetti pratici" sono del tutto irrilevanti per quanto ottiene un americano "medio" che voglia "rippare" un DVD.La sua soggettiva necessità di disporre del software di una azienda cinese mi parrebbe a dire poco assai discutibile. :D
          • Leguleio scrive:
            Re: assurdo


            I giudici applicano le leggi, non sono
            pagati
            per

            dare un senso filosofico alle loro

            decisioni.
            1) in un sistema "common law" è vero fino a un
            certo punto i giudici vanno spesso oltre la
            semplice "applicazione" proprio perchè e diverso
            il concetto stesso di
            legge.Sì, tuttavia nessuno dirà mai loro di andare oltre la legge perché noi riteniamo che lo debbano fare. Sono considerazioni e dilemmi caso per caso che possono sciogliere solo loro.
            2) tra la "filosofia" e ciò che succede in
            pratica c'è qualche
            differenza.
            Direi che la "filosofia" in questo caso è proprio
            quella che ha portato alla ordinanza dato che gli
            "effetti pratici" sono del tutto irrilevanti per
            quanto ottiene un americano "medio" che voglia
            "rippare" un
            DVD.Il proXXXXX, questo proXXXXX, non riguarda l'americano medio. Forse stai parlando di un'altra causa.Riguarda un preciso produttore di software, la Fengtao, e il prodotto in particolare, DVDFab.
            La sua soggettiva necessità di disporre del
            software di una azienda cinese mi parrebbe a dire
            poco assai
            discutibile.Lui agisce per salvaguardare gli interessi Usa. Le sue decisioni nel territorio Usa hanno valore e si applicano, al di fuori... si vedrà. La vicenda è appena iniziata.
          • john the ripper scrive:
            Re: assurdo
            - Scritto da: Leguleio
            Sì, tuttavia nessuno dirà mai loro di andare
            oltre la legge perché noi riteniamo che lo
            debbano fare. Sono considerazioni e dilemmi caso
            per caso che possono sciogliere solo
            loro.E chi dice che devono andare oltre?La questione è semplicemente altra ovvero "non sono pagati per fare filosofia".Ma per emettere sentenze che abbiano efficacia pratica (questo è uno dei pricipi della common law) nello svolgimento della vita del loro paese.È su questo che si può avere più di un legittimo dubbio.
            Il proXXXXX, questo proXXXXX, non riguarda
            l'americano medio. Forse stai parlando di
            un'altra
            causa.No nessuno parla di altra causa ma della opportunità di questa causa.
            Lui agisce per salvaguardare gli interessi Usa.Gli interessi USA sono quelli dei cittadini USA non altri.e il "valore" di una decisione si misura negli effetti pratici della sua applicazione non nei comunicati stampa.
          • Leguleio scrive:
            Re: assurdo

            La questione è semplicemente altra ovvero "non
            sono pagati per fare
            filosofia".
            Ma per emettere sentenze che abbiano efficacia
            pratica (questo è uno dei pricipi della common
            law) nello svolgimento della vita del loro
            paese.
            È su questo che si può avere più di un
            legittimo
            dubbio.I dubbi sono loro, non tuoi. Stai dando aria alla tastiera con questi consigli non richiesti al giudice Vernon Broderick.

            Il proXXXXX, questo proXXXXX, non riguarda

            l'americano medio. Forse stai parlando di

            un'altra

            causa.

            No nessuno parla di altra causa ma della
            opportunità di questa
            causa.Vedi sopra.Per inciso, una causa intentata da una serie di soggetti quali Sony, Walt Disney e Warner. Si doveva discuterne in aula, non procedere sarebbe stato contro la legge.

            Lui agisce per salvaguardare gli interessi
            Usa.

            Gli interessi USA sono quelli dei cittadini USA
            non
            altri.Sì, ma non necessariamente dell'americano medio. Esistono anche cittadini alti e medio-alti, sai? Costituiranno anche uno zero punto qualcosa sul totale, ma hanno influenza più degli altri messi assieme, almeno su alcune questioni.
            e il "valore" di una decisione si misura negli
            effetti pratici della sua applicazione non nei
            comunicati
            stampa.Vai a dirlo al giudice Vernon Broderick, se ti senti depositario di questa olimpica verità e la sai anche argomentare. Poi dicci come è andata.
          • john the ripper scrive:
            Re: assurdo
            - Scritto da: Leguleio
            I dubbi sono loro, non tuoi. Stai dando aria alla
            tastiera con questi consigli non richiesti al
            giudice Vernon Broderick.io non do nessun consiglio amico mio mi limito a riportare dei fatti.E come tali c'è poco da "consigliare" io dico (non consiglio) che milioni di americani copiano e continueranno a copiare DVD alla faccia di "Vernon Broderick" dei cinesi (che vendono o non vendono il loro programmino idiota) e di "Sony, Walt Disney e Warner".Se tu ti "contenti" di questo va tutto bene.Ma qualcosa mi dice che "Sony, Walt Disney e Warner" non risolveranno il problema che gli sta a cuore con questa sentenza. ;)
          • krane scrive:
            Re: assurdo

            E come tali c'è poco da "consigliare" io dico
            (non consiglio) che milioni di americani copiano
            e continueranno a copiare DVD alla faccia di
            "Vernon Broderick" dei cinesi (che vendono o non
            vendono il loro programmino idiota) e di "Sony,
            Walt Disney e
            Warner".
            Se tu ti "contenti" di questo va tutto bene.
            Ma qualcosa mi dice che "Sony, Walt Disney e
            Warner" non risolveranno il problema che gli sta
            a cuore con questa
            sentenza.
            ;)Il collegamento tra i vari step della legge americana e le risorse, ha avvertito il giudice, "è fondamentale anche per fare le scelte migliori sul fronte delle funzioni, pena un effetto decisamente negativo sulle imprese". Ad esempio, ha aggiunto Broderick, "nel corso dell'Unificata del 26 febbraio sono stati raggiunti accordi positivi sul DVD, con le relative sanzioni, e sull'armonizzazione dei bilanci. Ma al contrario non sono stati risolti temi fondamentali come il trasferimento delle notizie di reato e sulla territorialità, e questo è incoerente con lo spirito della riforma". A suo giudizio quindi "è importante intervenire con le nazioni estere sul tema dei costi dei trasferimenti dei Cd e dei lettori CD, anche se ha concluso è innegabile che i 5 miliardi di tagli che queste hanno subito hanno certamente introdotto incertezza sulla loro capacità di legiferare".
          • krane scrive:
            Re: assurdo
            - Scritto da: krane

            E come tali c'è poco da "consigliare" io dico

            (non consiglio) che milioni di americani
            copiano

            e continueranno a copiare DVD alla faccia di

            "Vernon Broderick" dei cinesi (che vendono o
            non

            vendono il loro programmino idiota) e di
            "Sony,

            Walt Disney e

            Warner".

            Se tu ti "contenti" di questo va tutto bene.

            Ma qualcosa mi dice che "Sony, Walt Disney e

            Warner" non risolveranno il problema che gli
            sta

            a cuore con questa

            sentenza.

            ;)

            Il collegamento tra i vari step della legge
            americana e le risorse, ha avvertito il giudice,
            "è fondamentale anche per fare le scelte migliori
            sul fronte delle funzioni, pena un effetto
            decisamente negativo sulle imprese". Ad esempio,
            ha aggiunto Broderick, "nel corso dell'Unificata
            del 26 febbraio sono stati raggiunti accordi
            positivi sul DVD, con le relative sanzioni, e
            sull'armonizzazione dei bilanci. Ma al contrario
            non sono stati risolti temi fondamentali come il
            trasferimento delle notizie di reato e sulla
            territorialità, e questo è incoerente con lo
            spirito della riforma". A suo giudizio quindi "è
            importante intervenire con le nazioni estere sul
            tema dei costi dei trasferimenti dei Cd e dei
            lettori CD, anche se ha concluso è innegabile che
            i 5 miliardi di tagli che queste hanno subito
            hanno certamente introdotto incertezza sulla loro
            capacità di legiferare".Passo di qua e mi leggo ! Ma guarda cosa vado a scrivere !!!Bello, forbito, interessante...Bravo, ti approvo mio degno sostituto, ciao.
          • krane scrive:
            Re: assurdo

            Passo di qua e mi leggo ! Ma guarda cosa vado a
            scrivere
            !!!
            Bello, forbito, interessante...

            Bravo, ti approvo mio degno sostituto, ciao.CIAO![img]http://i.imgur.com/G3u2Y8B.jpg[/img]
          • krane scrive:
            Re: assurdo
            - Scritto da: krane

            E come tali c'è poco da "consigliare" io dico

            (non consiglio) che milioni di americani
            copiano

            e continueranno a copiare DVD alla faccia di

            "Vernon Broderick" dei cinesi (che vendono o
            non

            vendono il loro programmino idiota) e di
            "Sony,

            Walt Disney e

            Warner".

            Se tu ti "contenti" di questo va tutto bene.

            Ma qualcosa mi dice che "Sony, Walt Disney e

            Warner" non risolveranno il problema che gli
            sta

            a cuore con questa

            sentenza.

            ;)

            Il collegamento tra i vari step della legge
            americana e le risorse, ha avvertito il giudice,
            "è fondamentale anche per fare le scelte migliori
            sul fronte delle funzioni, pena un effetto
            decisamente negativo sulle imprese". Ad esempio,
            ha aggiunto Broderick, "nel corso dell'Unificata
            del 26 febbraio sono stati raggiunti accordi
            positivi sul DVD, con le relative sanzioni, e
            sull'armonizzazione dei bilanci. Ma al contrario
            non sono stati risolti temi fondamentali come il
            trasferimento delle notizie di reato e sulla
            territorialità, e questo è incoerente con lo
            spirito della riforma". A suo giudizio quindi "è
            importante intervenire con le nazioni estere sul
            tema dei costi dei trasferimenti dei Cd e dei
            lettori CD, anche se ha concluso è innegabile che
            i 5 miliardi di tagli che queste hanno subito
            hanno certamente introdotto incertezza sulla loro
            capacità di legiferare".Mi piace lo scritto forbito, continua pure a usare il mio nick.
          • Izio01 scrive:
            Re: assurdo
            - Scritto da: Leguleio



            Gli interessi USA sono quelli dei cittadini
            USA

            non

            altri.

            Sì, ma non necessariamente dell'americano medio.
            Esistono anche cittadini alti e medio-alti, sai?
            <b
            Costituiranno anche uno zero punto qualcosa sul
            totale, ma hanno influenza più degli altri messi
            assieme </b
            , almeno su alcune questioni.
            E QUESTO è esattamente IL problema.Alla faccia della democrazia; questa la puoi definire oligarchia, o magari plutocrazia, ma certo non corrisponde al governo del popolo.Basta capirsi.
          • Leguleio scrive:
            Re: assurdo
            Non so perché la mia risposta è stato staccata dal resto della discussione. Forse una moderazione poi smoderata. La trovi in calce alla pagina.
          • rockroll scrive:
            Re: assurdo
            interessi USA? Interessi delle lobby (o lobbies) USA, volevi dire?
          • Leguleio scrive:
            Re: assurdo

            <i
            interessi USA? </i


            Interessi delle lobby (o lobbies) USA, volevi
            dire?La differenza è così sottile che mi sfugge. A meno che tu pensi che le lobby lavorino solo per sé stesse, chissà, per far vedere come sono brave, e non per gli interessi di qualcuno che le paga. Che è statunitense.
          • ... scrive:
            Re: assurdo
            - Scritto da: Leguleio
            La differenza è così sottile che mi sfugge. potresti chiedere alla Corte Costituzionale.Lì ne sanno davvero a pacchi!
          • ... scrive:
            Re: assurdo
            Corte Costituzionale, Corea del Nord, arale... vanno bene tutte e tre!
          • Funz scrive:
            Re: assurdo
            - Scritto da: Leguleio

            <i
            interessi USA? </i




            Interessi delle lobby (o lobbies) USA, volevi

            dire?

            La differenza è così sottile che mi sfugge. A
            meno che tu pensi che le lobby lavorino solo per
            sé stesse, chissà, per far vedere come sono
            brave, e non per gli interessi di qualcuno che le
            paga. Che è
            statunitense.Tu non riesci proprio a concepire il fatto che si possa legiferare e fare gli interessi DEI CITTADINI, oltre che delle solite lobbymafiepotentati.
    • Leguleio scrive:
      Re: assurdo

      Non sono un legale, ma secondo me è
      incostituzionale rendere illegale qualcosa perchè
      potrebbe essere usato per compiere un
      illecito.Per ora si parla solo dell'interpretazione di un giudice, e tra l'altro non siamo ancora nella fase di una sentenza definitiva, ma solo di ingiunzioni.La vicenda è utile per toccare con mano la differenza di impostazione fra Paesi con l'equo compenso e Paesi senza equo compenso. Nei Paesi senza equo compenso la copia ad uso personale non è prevista dalla legge, semplicemente, anche se non esistono sanzioni per chi le fa (per ora). Ma sono previste sanzioni per chi aggira deliberatamente i sistemi software posti a protezione della copia, e i giudici le applicano con grande rigore. Una ulteriore dimostrazione di questo diverso approccio è che esistono in Europa numerose case editrici che pubblicano ebook senza DRM: la copia singola è già coperta dall'equo compenso. Non così per i film europei, almeno fino ad ora, probabilmente perché l'industria del cinema è estremamente Hollywood-centrica e tutti nel loro piccolo sognano un Oscar: distribuire due versione dello stesso film non avrebbe senso, in quel caso.
      • bubba scrive:
        Re: assurdo
        - Scritto da: Leguleio

        Non sono un legale, ma secondo me è

        incostituzionale rendere illegale qualcosa
        perchè

        potrebbe essere usato per compiere un

        illecito.

        Per ora si parla solo dell'interpretazione di un
        giudice, e tra l'altro non siamo ancora nella
        fase di una sentenza definitiva, ma solo di
        ingiunzioni.

        La vicenda è utile per toccare con mano la
        differenza di impostazione fra Paesi con l'equo
        compenso e Paesi senza equo compenso. Nei Paesi
        senza equo compenso la copia ad uso personale non
        è prevista dalla legge, semplicemente, anche se
        non esistono sanzioni per chi le fa (per ora). Ma
        sono previste sanzioni per chi aggira
        deliberatamente i sistemi software posti a
        protezione della copia, e i giudici le applicano
        con grande rigore.ehh... anche li' e' tutto piu' complicato di come appare... per es http://www.copyright.gov/1201/
        • Leguleio scrive:
          Re: assurdo
          - Scritto da: bubba
          - Scritto da: Leguleio


          Non sono un legale, ma secondo me è


          incostituzionale rendere illegale qualcosa

          perchè


          potrebbe essere usato per compiere un


          illecito.



          Per ora si parla solo dell'interpretazione di un

          giudice, e tra l'altro non siamo ancora nella

          fase di una sentenza definitiva, ma solo di

          ingiunzioni.



          La vicenda è utile per toccare con mano la

          differenza di impostazione fra Paesi con l'equo

          compenso e Paesi senza equo compenso. Nei Paesi

          senza equo compenso la copia ad uso personale
          non

          è prevista dalla legge, semplicemente, anche se

          non esistono sanzioni per chi le fa (per ora).
          Ma

          sono previste sanzioni per chi aggira

          deliberatamente i sistemi software posti a

          protezione della copia, e i giudici le applicano

          con grande rigore.
          ehh... anche li' e' tutto piu' complicato di come
          appare... per es
          http://www.copyright.gov/1201/Spiega con parole tue: perché dovrei leggermi un papiro di quella lunghezza?
          • john the ripper scrive:
            Re: assurdo
            - Scritto da: Leguleio
            Spiega con parole tue: perché dovrei leggermi un
            papiro di quella
            lunghezza?In effetti non ti do torto si fa prima a constatare che tutti anche in USA possono bypassare la protezione CSS e che il modo per farlo è piuttosto noto.Con o senza i cinesi :Dhttp://www.cs.cmu.edu/~dst/DeCSS/Gallery/
          • Leguleio scrive:
            Re: assurdo
            - Scritto da: john the ripper
            - Scritto da: Leguleio


            Spiega con parole tue: perché dovrei
            leggermi
            un

            papiro di quella

            lunghezza?
            In effetti non ti do torto si fa prima a
            constatare che tutti anche in USA possono
            bypassare la protezione CSS e che il modo per
            farlo è piuttosto
            noto.
            Con o senza i cinesi
            :D
            http://www.cs.cmu.edu/~dst/DeCSS/Gallery/Il proXXXXX veramente non si occupa di questo.
          • john the ripper scrive:
            Re: assurdo
            - Scritto da: Leguleio
            Il proXXXXX veramente non si occupa di questo.Il proXXXXX si occupa esattamente di questo.Ovvero delle violazioni connesse al fatto che un codice aggiri la "protezione" fornita dal CSS.Altrimennti "nulla quaestio"
          • Leguleio scrive:
            Re: assurdo


            Il proXXXXX veramente non si occupa di
            questo.
            Il proXXXXX si occupa esattamente di questo.
            Ovvero delle violazioni connesse al fatto che un
            codice aggiri la "protezione" fornita dal
            CSS.
            Altrimennti "nulla quaestio"Un programma in particolare, DVDFab, non tutti. E non affronta, come tu vorresti far credere, le conseguenze di una sentenza favorevole o contraria. Condanna la ditta cinese, e lì si ferma.
          • john the ripper scrive:
            Re: assurdo
            - Scritto da: Leguleio
            non affronta, come tu vorresti far credere, le
            conseguenze di una sentenza favorevole o
            contraria. Condanna la ditta cinese, e lì si
            ferma.Io non voglio far "credere" nulla se non che gli americani continueranno a copiare i DVD alla faccia dei cinesi del giudice e della walt disney.E più che volerlo far "credere" mi sono limitato a dimostrarlo facendo qualche citazione storica e mostrando ciò che è sucXXXXX non c'è proprio nulla da "credere" basta guardare i fatti e prenderne atto.
          • Leguleio scrive:
            Re: assurdo


            non affronta, come tu vorresti far credere,
            le

            conseguenze di una sentenza favorevole o

            contraria. Condanna la ditta cinese, e lì si

            ferma.
            Io non voglio far "credere" nulla se non che gli
            americani continueranno a copiare i DVD alla
            faccia dei cinesi del giudice e della walt
            disney.E allora scrivilo da subito in queste poche, chiare parole:"gli americani continueranno a copiare i DVD"che bisogno c'è di tirare in mezzo il giudice oppure la legge Usa?
          • john the ripper scrive:
            Re: assurdo
            Il "bisogno" è assai ovvio.Infatti la domanda era (e resta) quanto sia "opportuna" e "efficace" una ordinanza che non prende atto del fatto che ci sono innumerevoli fonti e possibilità di fare la stessa cosa con gli stessi risultati (per tutti giudice danti causa e americani in generale) senza ricorrere al "cinese".Se e quando vorrai discutere di questo e non di "divagazioni a piacere sul tema".Benvenuto.
          • Leguleio scrive:
            Re: assurdo

            Se e quando vorrai discutere di questo e non di
            "divagazioni a piacere sul
            tema".
            Benvenuto.Stai andando fuori tema e accusi me del tuo peccato. Un po' di specchi in casa ti farebbero bene.
          • john the ripper scrive:
            Re: assurdo
            - Scritto da: Leguleio
            Stai andando fuori tema e accusi me del tuo
            peccato. Un po' di specchi in casa ti farebbero
            bene.Qui chi sta andando "fuori tema" sei tu tanto è vero che ti sei permesso di dire che c'è da "normare" (non s sa che) e addirittura hai tirato in ballo ACLU.Come dire... manca solo la "fiera dell'est" e siamo a posto.Io invece continuo a parlare della opportunità e della efficacia di questa ordinanza.
          • krane scrive:
            Re: assurdo


            Stai andando fuori tema e accusi me del tuo

            peccato. Un po' di specchi in casa ti
            farebbero

            bene.
            Qui chi sta andando "fuori tema" sei tu tanto è
            vero che ti sei permesso di dire che c'è da
            "normare" (non s sa che) e addirittura hai tirato
            in ballo
            ACLU.
            Come dire... manca solo la "fiera dell'est" e
            siamo a
            posto.

            Io invece continuo a parlare della opportunità e
            della efficacia di questa
            ordinanza.Inoltre, in unoccasione si rivolgeva al ricorrente dicendogli che non poteva pretendere un posto manageriale, poiché era in caserma, che nessuno aveva bisogno della sua intelligenza, che gli stranieri pretendono troppo, soprattutto quelli che hanno la cittadinanza devono sapere che sono ospiti.Nellaccertare il carattere discriminatorio del comportamento delle autoritá americane, il giudice ha ordinato al legale rappresentante limmediata cessazione dei comportamenti illeciti anche mediante laffissione, presso la sede di Boston, di un comunicato contenente l'affidavit, nonché di un invito rivolto al personale della banca ad astenersi, nei rapporti tra i colleghi e nelle riunioni di lavoro, da espressioni volgari e offensive, anche richiamandosi alla carta valori della corte penale e civile americana, la cui attività e i servizi sono rivolti in particolare ai cittadini fruitori di contenuti DVD.
          • krane scrive:
            Re: assurdo
            - Scritto da: krane


            Stai andando fuori tema e accusi me del
            tuo


            peccato. Un po' di specchi in casa ti

            farebbero


            bene.

            Qui chi sta andando "fuori tema" sei tu
            tanto
            è

            vero che ti sei permesso di dire che c'è da

            "normare" (non s sa che) e addirittura hai
            tirato

            in ballo

            ACLU.

            Come dire... manca solo la "fiera dell'est" e

            siamo a

            posto.



            Io invece continuo a parlare della
            opportunità
            e

            della efficacia di questa

            ordinanza.

            Inoltre, in unoccasione si rivolgeva al
            ricorrente dicendogli che non poteva pretendere
            un posto manageriale, poiché era in caserma, che
            nessuno aveva bisogno della sua intelligenza,
            che gli stranieri pretendono troppo, soprattutto
            quelli che hanno la cittadinanza devono sapere
            che sono
            ospiti.

            Nellaccertare il carattere discriminatorio del
            comportamento delle autoritá americane, il
            giudice ha ordinato al legale rappresentante
            limmediata cessazione dei comportamenti illeciti
            anche mediante laffissione, presso la sede di
            Boston, di un comunicato contenente l'affidavit,
            nonché di un invito rivolto al personale della
            banca ad astenersi, nei rapporti tra i colleghi e
            nelle riunioni di lavoro, da espressioni volgari
            e offensive, anche richiamandosi alla carta
            valori della corte penale e civile americana, la
            cui attività e i servizi sono rivolti in
            particolare ai cittadini fruitori di contenuti
            DVD.Ottima grammatica, ti autorizzo a clonarmi.
          • bubba scrive:
            Re: assurdo
            - Scritto da: Leguleio
            - Scritto da: bubba

            - Scritto da: Leguleio



            Non sono un legale, ma secondo me è



            incostituzionale rendere illegale
            qualcosa


            perchè



            potrebbe essere usato per compiere
            un



            illecito.





            Per ora si parla solo
            dell'interpretazione di
            un


            giudice, e tra l'altro non siamo ancora
            nella


            fase di una sentenza definitiva, ma
            solo
            di


            ingiunzioni.





            La vicenda è utile per toccare con mano
            la


            differenza di impostazione fra Paesi
            con
            l'equo


            compenso e Paesi senza equo compenso.
            Nei
            Paesi


            senza equo compenso la copia ad uso
            personale

            non


            è prevista dalla legge, semplicemente,
            anche
            se


            non esistono sanzioni per chi le fa
            (per
            ora).

            Ma


            sono previste sanzioni per chi aggira


            deliberatamente i sistemi software
            posti
            a


            protezione della copia, e i giudici le
            applicano


            con grande rigore.

            ehh... anche li' e' tutto piu' complicato di
            come

            appare... per es

            http://www.copyright.gov/1201/

            Spiega con parole tue: perché dovrei leggermi un
            papiro di quella
            lunghezza?sei diventato peggio di panda rosso.... manco il titolo riesci piu' a leggere? :) gia' ti dava una buona approssimazione generale... poi ci aggiungi tutta la roba (ex)protetta e copyrighted che risiede su archive.org e ti ci avvicini ancor di piu.
      • bradipao scrive:
        Re: assurdo
        - Scritto da: Leguleio
        non esistono sanzioni per chi le fa (per ora). Ma
        sono previste sanzioni per chi aggira
        deliberatamente i sistemi software posti a
        protezione della copia, e i giudici le applicano
        con grande rigore.Ripeto quanto ho detto in modo più esplicito: non è assolutamente detto che aggirare il sistema di protezione dalla (non "della") copia sia anche un illecito. Per quanto rari, possono esserci casi legittimi, che se impediti (per pigrizia, incapcità o interesse del legislatore) sarebbero un gravissimo caso di privazione della libertà personale.
        • Leguleio scrive:
          Re: assurdo
          - Scritto da: bradipao
          - Scritto da: Leguleio

          non esistono sanzioni per chi le fa (per ora).
          Ma

          sono previste sanzioni per chi aggira

          deliberatamente i sistemi software posti a

          protezione della copia, e i giudici le applicano

          con grande rigore.

          Ripeto quanto ho detto in modo più esplicito: non
          è assolutamente detto che aggirare il sistema di
          protezione dalla (non "della") copia sia anche un
          illecito. Per quanto rari, possono esserci casi
          legittimi, che se impediti (per pigrizia,
          incapcità o interesse del legislatore) sarebbero
          un gravissimo caso di privazione della libertà
          personale.In attesa di normare questi rari casi, ci si attiene alla legge generale. Evidentemente i militanti dell'ACLU hanno altro a cui pensare, ora come ora.
          • john the ripper scrive:
            Re: assurdo
            - Scritto da: Leguleio
            In attesa di normare questi rari casiAvendo appena visto quanto poco siano rari mi verrebbe da chiedere cosa significhi "rari" secondo te.La questione "freedom of speech" si è chiusa nella pratica con una totale debacle per le major dati i <b
            risultati pratici </
            .Poi uno può giocare a far finta che non sia sucXXXXX nulla però "far finta" è un conto suicidarsi perchè non si prende atto della realtà è un altro.Qualcuno che prende atto (magari malvolentieri) comincia a esserci e il mercato streaming sta prendendo quota molto velocemente chi si attacca alle tende del periodo dei "telefoni bianchi" (alla Assia Noris per capirci) e a quei modelli di business rischia seriamente la "buccia".Poi per carità la "buccia" è sua... se proprio insiste....
          • Leguleio scrive:
            Re: assurdo


            In attesa di normare questi rari casi
            Avendo appena visto quanto poco siano rari mi
            verrebbe da chiedere cosa significhi "rari"
            secondo
            te.Lo ha scritto bradipao qui, http://punto-informatico.it/b.aspx?i=4235323&m=4237585#p4237585chiedi a lui.
          • john the ripper scrive:
            Re: assurdo
            Non è questa la domanda ma cosa significa "rari" per te io ho già detto (e dimostrato) che non c'è alcuna "rarità" ma una campagna ben conosciuta tanto da figurare in bella vista su un sito USA (non certo il solo) con evidenti conseguenze sia sul piano pratico sia su quello formale sia su quello (per chi ha il senso della ironia) su quello "ironico".Io non so se i giudici americani siano pagati per essere "bersaglio" della ironia ma nei fatti mi sa che se qualcuno non smette di fare il "de magistribus" (cit.) per finire sul giornale è un rischio che corre abbastanza concretamente.
          • Leguleio scrive:
            Re: assurdo

            Non è questa la domanda ma cosa significa "rari"
            per te Ah, non posso essere nella testa di bradipao. La frase:" <I
            Per quanto rari, possono esserci casi legittimi, che se impediti (per pigrizia, incapcità o interesse del legislatore) sarebbero un gravissimo caso di privazione della libertà personale </I
            . è sua.
          • Tox scrive:
            Re: assurdo
            - Scritto da: Leguleio

            Non è questa la domanda ma cosa significa

            "rari" per te
            Ah, non posso essere nella testa di bradipao. La
            frase:
            " <I
            Per quanto rari, possono esserci casi
            legittimi, che se impediti (per pigrizia,
            incapcità o interesse del legislatore) sarebbero
            un gravissimo caso di privazione della libertà
            personale </I
            .


            è sua.Tu l'hai rimandato ad una frase a caso o a una frase che volevi far tua per rispondere ?
          • tucumcari scrive:
            Re: assurdo
            - Scritto da: Tox
            - Scritto da: Leguleio


            Non è questa la domanda ma cosa
            significa


            "rari" per te


            Ah, non posso essere nella testa di
            bradipao.
            La

            frase:


            " <I
            Per quanto rari, possono esserci
            casi

            legittimi, che se impediti (per pigrizia,

            incapcità o interesse del legislatore)
            sarebbero

            un gravissimo caso di privazione della
            libertà

            personale </I
            .





            è sua.

            Tu l'hai rimandato ad una frase a caso o a una
            frase che volevi far tua per rispondere
            ?Secondo me le cipolle! (rotfl)(rotfl)Qui i patetici trolletti sono di casa. ;)
          • john the ripper scrive:
            Re: assurdo
            "In attesa di normare questi rari casi"In cui confermi di tuo "la rarità" non lo ha mica scritto bradipao.Per cui ripeto la domanda cosa significa secondo te "normare questi rari casi"?E il fatto che poi si dimostri che la "rarità" non è affatto tale incide o non incide sulla idea di "normare"?E se si perchè?
          • Leguleio scrive:
            Re: assurdo

            "In attesa di normare questi rari casi"
            In cui confermi di tuo "la rarità" non lo ha mica
            scritto
            bradipao.L'ha scritto lui.
          • john the ripper scrive:
            Re: assurdo
            è strana questa tua affermazione come mai non vedo la frase che ho riportato tra vilgolette (con tanto di ipotesi di "normare") nel suo post ma la vedo nel tuo?Ci sarà un errore su P.I.?(newbie)
          • Leguleio scrive:
            Re: assurdo

            è strana questa tua affermazione come mai non
            vedo la frase che ho riportato tra vilgolette
            (con tanto di ipotesi di "normare") nel suo post
            ma la vedo nel
            tuo?
            Ci sarà un errore su P.I.?
            (newbie)Sì.
          • john the ripper scrive:
            Re: assurdo
            - Scritto da: Leguleio

            è strana questa tua affermazione come mai non

            vedo la frase che ho riportato tra vilgolette

            (con tanto di ipotesi di "normare") nel suo
            post

            ma la vedo nel

            tuo?

            Ci sarà un errore su P.I.?

            (newbie)

            Sì.Bhe in questo caso io fossi in te lo "segnalerei" non voglio farlo io.Vai avanti tu che a me scappa da ridere..... :D
          • krane scrive:
            Re: assurdo
            - Scritto da: john the ripper
            - Scritto da: Leguleio


            è strana questa tua affermazione come
            mai
            non


            vedo la frase che ho riportato tra
            vilgolette


            (con tanto di ipotesi di "normare") nel
            suo

            post


            ma la vedo nel


            tuo?


            Ci sarà un errore su P.I.?


            (newbie)



            Sì.
            Bhe in questo caso io fossi in te lo "segnalerei"
            non voglio farlo
            io.
            Vai avanti tu che a me scappa da ridere.....
            :DAnche perché ci tengo a ribadire come questo giudice sia fondamentale per le esigenze del cittadino, spetta quindi agli addetti ai lavori come agli amministratori essere in prima linea nella difesa di questa diritti. Aspettiamo quindi fiduciosi una risposta dal ministero, che dovrebbe arrivare in tempi brevi e in ogni caso a non più di un anno di distanza dallinvio della richiesta. Un primo passo è stato fatto, restano ovviamente dei punti in sospeso in attesa di una risposta da Washington, la quale dovrebbe indicare quantomeno il grado di indipendenza che avrà questa struttura: ricordiamo in proposito che si tratterebbe di un esempio di malfunzionamento del forum di PI. Dato infatti che i soldi saranno interamente messi dagli utenti, resta da vedere quali saranno le modalità di selezione dei giudici, assieme alle garanzie di cui godranno per tenere una propria imparzialità nello svolgimento delle proprie mansioni, molto dipenderà da quanto verrà stabilito nel caveat.
          • john the ripper scrive:
            Re: assurdo
            - Scritto da: Leguleio

            è strana questa tua affermazione come mai non

            vedo la frase che ho riportato tra vilgolette

            (con tanto di ipotesi di "normare") nel suo
            post

            ma la vedo nel

            tuo?

            Ci sarà un errore su P.I.?

            (newbie)

            Sì.Bhe in questo caso io fossi in te lo "segnalerei" non voglio farlo io.Vai avanti tu che a me scappa da ridere..... :D
          • ... scrive:
            Re: assurdo
            - Scritto da: Leguleio

            "In attesa di normare questi rari casi"


            In cui confermi di tuo "la rarità" non lo ha
            mica

            scritto

            bradipao.

            L'ha scritto lui.Checche tu ne dica, e checche ne pensino i lettori, è in tema.Non si può sparare all'impazzata se il luogo non e' pubblico.
          • tucumcari scrive:
            Re: assurdo
            - Scritto da: ...
            - Scritto da: Leguleio


            "In attesa di normare questi rari casi"




            In cui confermi di tuo "la rarità" non
            lo
            ha

            mica


            scritto


            bradipao.



            L'ha scritto lui.


            Checche tu ne dica, e checche ne pensino i
            lettori, è in
            tema.
            Non si può sparare all'impazzata se il luogo non
            e'
            pubblico.Fanno eccezione gli zampini e le salamelle. Quelli rientrano nel sistema operativo Xenix.
          • ... scrive:
            Re: assurdo
            Ma le salamelle vogliamo lasciarle da parte? E no, vanno caricate sui cocchi d'asini.
          • krane scrive:
            Re: assurdo
            - Scritto da: ...
            Ma le salamelle vogliamo lasciarle da parte? E
            no, vanno caricate sui cocchi d'asini.Ma poveri, son già stra carichi di cacchine di Arale !
          • john the ripper scrive:
            Re: assurdo
            - Scritto da: Leguleio

            è strana questa tua affermazione come mai non

            vedo la frase che ho riportato tra vilgolette

            (con tanto di ipotesi di "normare") nel suo
            post

            ma la vedo nel

            tuo?

            Ci sarà un errore su P.I.?

            (newbie)

            Sì.Bhe in questo caso io fossi in te lo "segnalerei" non voglio farlo io.Vai avanti tu che a me scappa da ridere..... :D
          • john the ripper scrive:
            Re: assurdo
            - Scritto da: Leguleio

            è strana questa tua affermazione come mai non

            vedo la frase che ho riportato tra vilgolette

            (con tanto di ipotesi di "normare") nel suo
            post

            ma la vedo nel

            tuo?

            Ci sarà un errore su P.I.?

            (newbie)

            Sì.Bhe in questo caso io fossi in te lo "segnalerei" non voglio farlo io.Vai avanti tu che a me scappa da ridere..... :D
          • john the ripper scrive:
            Re: assurdo
            - Scritto da: Leguleio

            è strana questa tua affermazione come mai non

            vedo la frase che ho riportato tra vilgolette

            (con tanto di ipotesi di "normare") nel suo
            post

            ma la vedo nel

            tuo?

            Ci sarà un errore su P.I.?

            (newbie)

            Sì.Bhe in questo caso io fossi in te lo "segnalerei" non voglio farlo io.Vai avanti tu che a me scappa da ridere..... :D
          • john the ripper scrive:
            Re: assurdo
            - Scritto da: Leguleio

            è strana questa tua affermazione come mai non

            vedo la frase che ho riportato tra vilgolette

            (con tanto di ipotesi di "normare") nel suo
            post

            ma la vedo nel

            tuo?

            Ci sarà un errore su P.I.?

            (newbie)

            Sì.Bhe in questo caso io fossi in te lo "segnalerei" non voglio farlo io.Vai avanti tu che a me scappa da ridere..... :D
          • john the ripper scrive:
            Re: assurdo
            - Scritto da: Leguleio

            è strana questa tua affermazione come mai non

            vedo la frase che ho riportato tra vilgolette

            (con tanto di ipotesi di "normare") nel suo
            post

            ma la vedo nel

            tuo?

            Ci sarà un errore su P.I.?

            (newbie)

            Sì.Bhe in questo caso io fossi in te lo "segnalerei" non voglio farlo io.Vai avanti tu che a me scappa da ridere..... :D
          • john the ripper scrive:
            Re: assurdo
            - Scritto da: Leguleio

            è strana questa tua affermazione come mai non

            vedo la frase che ho riportato tra vilgolette

            (con tanto di ipotesi di "normare") nel suo
            post

            ma la vedo nel

            tuo?

            Ci sarà un errore su P.I.?

            (newbie)

            Sì.Bhe in questo caso io fossi in te lo "segnalerei" non voglio farlo io.Vai avanti tu che a me scappa da ridere..... :D
          • john the ripper scrive:
            Re: assurdo
            - Scritto da: Leguleio

            è strana questa tua affermazione come mai non

            vedo la frase che ho riportato tra vilgolette

            (con tanto di ipotesi di "normare") nel suo
            post

            ma la vedo nel

            tuo?

            Ci sarà un errore su P.I.?

            (newbie)

            Sì.Bhe in questo caso io fossi in te lo "segnalerei" non voglio farlo io.Vai avanti tu che a me scappa da ridere..... :D
          • john the ripper scrive:
            Re: assurdo
            - Scritto da: Leguleio

            è strana questa tua affermazione come mai non

            vedo la frase che ho riportato tra vilgolette

            (con tanto di ipotesi di "normare") nel suo
            post

            ma la vedo nel

            tuo?

            Ci sarà un errore su P.I.?

            (newbie)

            Sì.Bhe in questo caso io fossi in te lo "segnalerei" non voglio farlo io.Vai avanti tu che a me scappa da ridere..... :D
      • Funz scrive:
        Re: assurdo
        - Scritto da: Leguleio

        La vicenda è utile per toccare con mano la
        differenza di impostazione fra Paesi con l'equo
        compenso e Paesi senza equo compenso. Nei Paesi
        senza equo compenso la copia ad uso personale non
        è prevista dalla legge, semplicemente, anche se
        non esistono sanzioni per chi le fa (per ora). Mase non è esplicitamente vietata dalla legge allora è lecita.
        sono previste sanzioni per chi aggira
        deliberatamente i sistemi software posti a
        protezione della copia, e i giudici le applicano
        con grande rigore.bella roba: è lecito farsi la copia privata ma il metodo per farlo viola la legge... quindi è vietato.Immagino tu non ci veda il minimo problema, la legge per te è un dogma di fede ed è sempre giusta anche quando è ingiusta e pure contraddittoria.
    • Sg@bbio scrive:
      Re: assurdo
      Betamax...Sony....
    • rockroll scrive:
      Re: assurdo
      - Scritto da: bradipao
      Non sono un legale, ma secondo me è
      incostituzionale rendere illegale qualcosa perchè
      potrebbe essere usato per compiere un
      illecito.Certo, anche per me; ma nella fattispecie si tratta di un qualcosa che può essere utilizzato solo per compiere un illecito (tale ai loro occhi, secondo le leggi di comodo e di parte che si sono dati).
  • prova123 scrive:
    Dicesi delirio di diversamente dotati
    http://s3.amazonaws.com/teepublicuploadsproduction/uploads/2c8e5af0-431a-0131-70ac-7695929f36b1/day_of_tentacle_g_display.jpg
    • prova123 scrive:
      Re: Dicesi delirio di diversamente dotati
      http://s3.amazonaws.com/teepublicuploadsproduction/uploads/2c8e5af0-431a-0131-70ac-7695929f36b1/day_of_tentacle_g_display.jpg
Chiudi i commenti