Bancomat riprogrammati, arrestati in attesa di giudizio

Avevano collezionato decine di migliaia di dollari con un noto trucco per abusare degli sportelli automatici, ma ora sono in attesa della decisione del giudice

Roma – Jordan Eske e Nicolas Foster, 21enni di New Orleans arrestati dopo un inseguimento sul genere dei serial televisivi degli anni ’70, potrebbero essere i primi criminali ad avere l’onore di finire in galera per frode reiterata a mezzo programmazione degli sportelli ATM di diversi negozi e centri commerciali. Il primo ottobre è la data fissata per la decisione del giudice sul loro destino.

Frode, furto con frode, frode informatica sono le accuse pendenti sulla testa dei due giovani criminali, il cui modus operandi consisteva nel riprogrammare gli ATM per fargli sputare fuori una quantità di denaro superiore a quella indicata sul display : lo sportello segnava il ritiro di 20 dollari, ma ne consegnava quasi 400.

Un genere di truffa, quello della riprogrammazione degli sportelli bancari, niente affatto recente : Tranax e Triton , i maggiori fornitori di questo genere di dispositivi agli esercenti, conoscono da anni il problema, che nasce dalla pubblicazione online dei manuali operativi delle macchine, manuali contenenti anche i codici di riprogrammazione standard di cui Eske e Foster hanno appunto abusato per raccogliere il loro facile bottino.

Tra gli ATM di New Orleans, la loro zona di origine, e quelli dell’area di Lincoln dove sono stati arrestati, i due avevano messo assieme un minimo di 13.600 dollari, 10mila dei quali sono stati trovati nell’auto che i criminali avevano usato per tentare di fuggire a un inseguimento della polizia.

Polizia che ad ogni modo è arrivata buon ultima a dire la sua sulla questione. Il principale responsabile dell’arresto è infatti Raul Omar Lobo, manager e figlio del proprietario di uno degli store più volte visitati dai truffatori. Dopo essere stato avvertito dal personale di servizio dell’ATM marcato Tranax che era installato nello store, su prelievi eccessivamente alti in sole tre visite di mezzodì , Lobo ha individuato Eske e Foster dalle registrazioni del circuito CCTV e, una volta che i criminali sono freudianamente ritornati sulla scena del delitto, ha bloccato le porte e urlato ai due di non muoversi puntandogli addosso una pistola.

Liberatisi in qualche modo dalla trappola, i truffatori sono fuggiti dando il via a un inseguimento che, dopo Lobo, ha coinvolto anche la polizia che ha arrestato i ragazzi mettendo così fine alla vicenda. Dal 2006, vale a dire da quando sono stati avvistati i primi casi di abuso dei codici di riprogrammazione standard degli sportelli, sia Tranax che Triton hanno distribuito patch software per forzare i gestori a modificare le password di accesso sin dal primo start-up delle macchine. La misura, evidentemente, non è stata sufficiente a risolvere un problema di (in-)sicurezza che ancora perdura.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • tixo scrive:
    movimento ecologico
    Ho pensato ad un sistema che permetta di ruotare,come ad esempio un motore,ventilatore etc etc,e di funzionare senza nessun tipo di energia inquinante!!!da qui si potrebbero realizzare generatori di energia elettrica e tutto quello che concerne il movimento rotatorio.
  • Davide scrive:
    premio idea
    si però con 10 milioni di dollari potevano pure dare 1000 euro di premio alla migliore idea... echecazzo !!! c'è gente che ci guadagna con i brevetti, molte idee non sono brevettabili, sarebbe assurdo brevettarle, però possono essere molto utili
    • anonimo scrive:
      Re: premio idea
      - Scritto da: Davide
      si però con 10 milioni di dollari potevano pure
      dare 1000 euro di premio alla migliore idea...
      echecazzo
      !!!Se mettevano il premio magari escludevano l'Italia perché sarebbe diventato un concorso a premi e da noi i concorsi a premi sono molto burocratizzati.
  • Uhura scrive:
    Un bel progetto
    Speriamo non sia solo una vetrina!
    • anonimo scrive:
      Re: Un bel progetto
      D: Un'organizzazione può inviare un'idea per questo progetto? R: Tutte le idee devono essere inviate da persone e non da organizzazioni. Puoi inviare un'idea per conto dell'organizzazione a cui sei associato, ma ricorda che non possiamo garantirti che sarà la tua organizzazione a realizzare l'idea, qualora venga prescelta. Una volta selezionato un numero massimo di cinque idee da finanziare, utilizzeremo una procedura RFP (richiesta di offerta) al fine di identificare le organizzazioni e le proposte più idonee a realizzare le idee selezionate. Queste organizzazioni verranno quindi finanziate per realizzare l'idea.D: Che cosa ci guadagno se la mia idea viene selezionata? R: Innanzitutto un buon karma e la soddisfazione di sapere che la tua idea può davvero aiutare molte persone.*ttp://www.project10tothe100.com/intl/IT/faq.html
      • Davide scrive:
        Re: Un bel progetto
        alla fine chi ha l'idea non ci guadagna nulla, e viene dimenticato nel nulla,l'azienda appaltatrice che realizzerà l'idea avrà il suo ritorno economico....e soprattutto le aziende che utilizzeranno l'idea ci speculeranno...alla fine e solo un modo per far fare soldi a qualcuno....anche se non te ne frega niente del premio ma ci tieni ad essere coinvolto, per avviare una tua attività, non ti cacano proprio....ho già chiesto chiarimenti in merito a google e ora attendo risposta
        • anonimo scrive:
          Re: Un bel progetto
          ma la cosa ancora più bella è che con qualche briciola (dai, per loro quei soldi non sono poi così tanti), ci guadagnano una quantità assurda di progetti ed idee lì a disposizione da riutilizzare quando vogliono... bello.... :(
        • anonimo scrive:
          Re: Un bel progetto
          - Scritto da: Davide
          alla fine chi ha l'idea non ci guadagna nulla, e
          viene dimenticato nel
          nulla,
          l'azienda appaltatrice che realizzerà l'idea avrà
          il suo ritorno
          economico....
          e soprattutto le aziende che utilizzeranno l'idea
          ci
          speculeranno...
          Dai per scontato che le idee vengano affidate a società con fini di lucro, cosa che dubito fortemente.
          • Davide scrive:
            Re: Un bel progetto
            - Scritto da: anonimo
            Dai per scontato che le idee vengano affidate a società con fini di lucro, cosa che dubito
            fortemente.Vorrei darti ragione, ma l'esperienza mi insegna che alla fine non è come credi
  • asfalt scrive:
    I critici di BigG...
    ... per oggi rimangono a bocca asciutta.Cioè *tu*, almeno per oggi, rimani a bocca asciutta.
Chiudi i commenti