Bancor, investimenti senza freni per la blockchain

Esordio da record per il nuovo standard sul fronte delle criptovalute, che in appena tre ore di ICO ha fatto registrare oltre 150 milioni di dollari USA

Roma – Bancor , il nuovo standard di criptovaluta, ha esordito sul mercato degli investimenti registrando un grande successo e raccogliendo già nelle prime ore 144 milioni di dollari .

Parlando di Bancor occorre parlare di Smart Token , che rappresentano un nuovo standard per le transazioni online basato sull’omonimo protocollo e su un nuovo meccanismo di blockchain : si tratta, insomma, di una moneta digitale di nuova generazione che tuttavia rispetto a Bitcoin e alle altre criptovalute promette la costituzione di una riserva di valore per abbassare la volatilità e impedire possibili spread.

Basati sul protocollo Bancor sono per esempio le criptovalute ERC20 create sul network Ethereum: tuttavia esso può potenzialmente essere utilizzato per gestire le transazioni – e controllarne quindi la volatilità – anche di monete ufficiali o asset fisici come l’oro. Anche per questo il sistema ha da subito attirato l’attenzione di osservatori e finanziatori , convincendo i propri creatori ad esordire sul mercato dei finanziamenti, dove sono stati pienamente premiati: in sole tre ore di ICO ( Initial coin offering ) ha fatto registrare 153 milioni di dollari (quasi 397 Ethereum).

Oltre ai numeri in assoluto, tale sordio rappresenta di per sé un record: finora l’ICO più importante era stato quello di The DAO nel maggio del 2016.

Il successo è stato registrato, peraltro, nonostante un attacco massivo subito dalla piattaforma di Bancor proprio nelle ore dell’ICO, con conseguenze principalmente sulle tempistiche di utilizzo.

I soldi raccolti dall’ICO andranno ora al 50 per cento dei contributori, al 20 per cento ai partner commerciali e ai fondi destinati a progetti pubblici, al 20 per cento alle operazioni di lungo termine e al 10 per cento ai fondatori, membri del team, consiglieri e primi contributori.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • iRoby scrive:
    La macchinina
    Un sacco più carina la macchinina.Vanno da una delle peggiori aziende di auto, la FCA, ossia la FIAT che si rifà la verginità in USA coi soldi che ha spolpato per anni al governo italiano con gli incentivi rottamazione e le casse integrazioni continue.Basti pensare al suo catafalco SUV Freemont una americanata che in Italia hanno comprato ben pochi, rispetto alle linee della nuova 500.Se hanno scelto questo modello è perché si punta più al servizio taxi automatico e senza conducente.Il tassinari hanno i giorni contati adesso.I prossimi saranno i camionisti.
  • Nognome e cogione scrive:
    Secondo me
    Secondo me un nuovo soggetto sociale presuppone un corretto rapporto tra strutture e sovrastrutture in maniera articolata e non totalizzante.A monte e a valle della situazione contingente ci vuole la ridefinizione di una nuova figura professionale.
    • Fan di Bertuccia il macaco scrive:
      Re: Secondo me
      Il bisogno emergente riconduce a sintesi l'accorpamento delle funzioni ed il decentramento decisionale in una visione organica e ricondotta a unità recuperando, ovvero, rivalutando nel contesto di un sistema integrato, il coinvolgimento attivo di operatori ed utenti.
  • 3a7b6bc1735 scrive:
    Classico
    E' un classico. Arriva la grande casa automobilistica e cosa fa? Per prima cosa sposta tutto verso macchine piú grandi.
    • Nome e cognome scrive:
      Re: Classico
      [img]http://images.milano.corriereobjects.it/methode_image/2014/03/21/Milano/Foto-Milano-Trattate/grande-kABE-U4301011497498650QH-512x384@Corriere-Web-Milano.jpg[/img]
      • a21ce434a07 scrive:
        Re: Classico
        Naaa.E' solo perchè costa di piú e il venditore ci guadagna di piú.
        • panda rossa scrive:
          Re: Classico
          - Scritto da: a21ce434a07
          Naaa.
          E' solo perchè costa di piú e il venditore ci
          guadagna di
          piú.Tutti a copiare da apple.Come sempre.
          • 32eaebabda9 scrive:
            Re: Classico


            Tutti a copiare da apple.
            Come sempre.No qui Apple è l'ultima arrivata. Lo sai perché la macchina nel tuo avatar è uscita per la prima volta come auto del segmento A e poi modello dopo modello è cresciuta tanto da diventare auto del segmento B? Per spostare le mandrie di clienti che rimangono fedeli al modello verso auto piú grandi.
          • Fan di Bertuccia il macaco scrive:
            Re: Classico
            stava "a scherzà" !Guarda che ti faccio mordere da Bertuccia, sai?
          • panda rossa scrive:
            Re: Classico
            - Scritto da: 32eaebabda9



            Tutti a copiare da apple.

            Come sempre.

            No qui Apple è l'ultima arrivata. Copiare apple nel senso di creare prodotti illusoriamente elitari, produrli a 10 per rivenderli a 100, e nel caso di prodotti automobilistici, far sviluppare e produrre la parte meccanica in cina, e investire il 90% del budget nel design della carrozzeria e nelle tappezzerie degli interni.
            Lo sai perché la macchina nel tuo avatar è uscita
            per la prima volta come auto del segmento A e poi
            modello dopo modello è cresciuta tanto da
            diventare auto del segmento B? Lo sai che quello che c'e' nel mio avatar non e' una macchina?
          • 60cbae5273d scrive:
            Re: Classico


            No qui Apple è l'ultima arrivata.

            Copiare apple nel senso di creare prodotti
            illusoriamente elitari, produrli a 10 per
            rivenderli a 100, e nel caso di prodotti
            automobilistici, far sviluppare e produrre la
            parte meccanica in cina, O Polonia e Serbia.
            e investire il 90% del
            budget nel design della carrozzeria e nelle
            tappezzerie degli interni.
            O risparmiare pure su quello.

            Lo sai che quello che c'e' nel mio avatar non e'
            una macchina?Gioco di parole o no sempre una macchina vedo.
          • panda rossa scrive:
            Re: Classico
            - Scritto da: 60cbae5273d




            Lo sai che quello che c'e' nel mio avatar
            non
            e'

            una macchina?

            Gioco di parole o no sempre una macchina vedo.Quello che vedi tu e' assolutamente ininfluente.
    • nome e cognome scrive:
      Re: Classico
      - Scritto da: 3a7b6bc1735
      E' un classico. Arriva la grande casa
      automobilistica e cosa fa? Per prima cosa sposta
      tutto verso macchine piú
      grandi.Abbastanza logico se vuoi usarle come taxi.
Chiudi i commenti