Banda larga satellitare, che sia la volta buona?

Lo giurano a Punto Informatico i protagonisti, Fastweb ed Eutelsat: vogliono arrivare nelle case degli italiani via parabola. L'idea è di dimenticare i flop del passato, lanciare gli operatori virtuali, cambiare la connettività italiana

Milano – Come si fa a portare la banda larga in Italia dove ancora non c’è? Le tecnologie wireless, alternative alla connettività su rete fissa, si sono moltiplicate, dal broad band su rete mobile al WiFi, fino al neonato (almeno nel Belpaese) WiMax. Ma sono tutte soluzioni con limiti di copertura, spesa, tecnologia, tutti problemi che la connettività satellitare potrebbe almeno parzialmente superare. Lo spera Fastweb, che intende espandersi sulle parabole pur di raggiungere potenziali utenti, gente che non ha ancora potuto scegliere se accedere o meno al suo network.

L’azienda ha infatti siglato un accordo con Eutelsat Communications attraverso la società controllata Skylogic . Una partnership industriale per aggiungere il satellite al peso specifico della connettività made in Fastweb che – dice l’operatore – “sarà in grado di commercializzare il servizio dati anche nelle aree che rappresentano circa il 6% del territorio nazionale, oggi non raggiunte da nessun operatore in banda larga, contribuendo così al superamento del digital divide infrastrutturale in Italia”.

L’idea è insomma quella di prendere il mercat(in)o di Alice SAT, il servizio satellitare di Telecom Italia oggi dismesso dalle offerte commerciali e basato sui servizi monodirezionali della fu NetSystem, aggiungerci un po’ di tecnologia e flessibilità e competere con servizi come quelli di ASTRA2Connect distribuito da Digitaria.

Fastweb baserà tutto sul servizio Tooway fornito da Eutelsat su tecnologia ViaSat . Si tratta di una soluzione bidirezionale , che non richiede collegamenti aggiuntivi su linea telefonica, che si appoggia ad un gateway italiano: “Il servizio di accesso a banda larga verrà fornito attraverso il teleporto SkyPark di Skylogic situato a Torino – spiega l’operatore a Punto Informatico – mentre Fastweb definirà in piena autonomia la strategia commerciale, la politica tariffaria e svilupperà in modo indipendente tutti i servizi a valore aggiunto”. L’utente finale, analogamente ad altre soluzioni satellitari, dovrà collegare il proprio computer al modem, che a sua volta dovrà essere connesso alla parabola esterna utilizzando i due cavi (uno per la ricezione e uno per la trasmissione).

La velocità massima ottenibile oggi con questa soluzione è di 2 Mbps in downlink e 384 kbps in uplink e attualmente il servizio satellitare utilizza frequenze in banda Ka del satellite HOT BIRD 6. Quali saranno i costi del servizio? Al momento Fastweb non ha ancora approntato l’offerta, ma la proposta di un’azienda come OpenSky , che già propone il servizio di connettività Tooway, ha un tariffario che parte da 35,90 euro al mese. Certamente la nuova offerta che Fastweb distribuirà in partnership con Eutelsat rappresenta un salto di qualità rispetto all’alternativa di utilizzare un modem a 56k su linea analogica, ma ancora poco rispetto alla “banda superlarga” che si sta facendo strada in Italia a suon di promesse di download da decine di megabit, buoni per scaricare file corposissimi e vedere su Internet la TV in alta definizione.

Tuttavia, le prospettive a medio termine sono molto più promettenti, come ha spiegato a Punto Informatico l’ing. Stefano Agnelli , Direttore Business Development, Istituzioni e PA di Skylogic e Head of Value-Added Services Development di Eutelsat. “Le peculiarità dell’offerta, oggetto di questo accordo con Fastweb, sono tre” ha dichiarato Agnelli, che ha precisato: “Innanzitutto l’utilizzo della capacità in banda Ka sul satellite, che non ha il livello di saturazione raggiunto dalla banda Ku (utilizzata per il broadcast televisivo via satellite, ndr) e consente una considerevole riduzione dei costi sul transfer rate e una crescita del servizio compatibile con i numeri tipici dell’utenza domestica. Altro elemento favorevole è la tecnologia: il servizio si basa sul sistema a banda larga bidirezionale SurfBeam DOCSIS di ViaSat, una piattaforma consolidata già utilizzata dal provider americano WildBlue Communications per servire oltre 400mila utenti negli USA”. Il terzo aspetto di questo accordo è la prospettiva di ottenere – a medio termine – lo sviluppo di un’offerta più performante: “Nel 2010 verrà lanciato il satellite Ka-Sat, che è stato progettato per essere completamente dedicato alla connettività Internet – ha aggiunto Agnelli – e che consentirà di proporre nuove soluzioni di connettività, con bitrate più elevato. Si potranno quindi avere offerte con velocità di punta di almeno 10 Mbps in download e almeno 1 Mbps in upload”. Il satellite sarà provvisto di oltre 80 fasci satellitari (Eutelsat lo descrive come “il satellite multifascia più avanzato mai progettato prima al mondo”) e sarà supportato da una rete di otto stazioni che permetterà di accedere al satellite e di fornire l’intera gamma di servizi a banda larga verso gli utenti finali.

In quest’ottica Fastweb arriverà, anche per quanto riguarda la sua nuova piattaforma satellitare, a formulare un’offerta triple-play per servizi voce-dati-video. Inoltre, grazie ad un posizionamento del satellite uguale a quello utilizzato da Eutelsat per la trasmissione dei canali televisivi e radiofonici, avrà la possibilità di integrare la propria offerta con le attuali soluzioni di entertainment veicolate dall’operatore satellitare. Ma la prospettiva offerta dal supporto del satellite Ka-Sat, completamente Internet-oriented , sarà dunque anche quella di un’offerta che – oltre ad essere più performante – potrà essere molto più competitiva e allettante per l’utenza, giungendo ad un concreto allineamento (sia tecnologico che economico) con le soluzioni ADSL oggi disponibili sul mercato nelle aree urbane.

Perché il satellite e non, chessò, il WiMax? Lo dice uno studio di Bankitalia, La banda larga in Italia , secondo cui non è il WiMax la panacea: “Analizzandone in dettaglio le caratteristiche teoriche e le effettive potenzialità – si legge nello studio – almeno per le frequenze nella banda dei 3.5GHz, oggetto dell’asta in Italia e negli altri paesi UE, si giunge alla conclusione che WiMAX presenta gravi limiti di capacità e di trasmissione del segnale, che si accrescono quando si passa dai centri urbani alle zone rurali”.

Chissà che davvero la soluzione al digital divide italiano non si trovi in cielo… l’esempio di Fastweb, in caso di successo, potrebbe essere seguito da altri operatori pronti a staccare il cordone ombelicale che li lega all’offerta wholesale dell’incumbent Telecom Italia.

Dario Bonacina

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • SETH OCANSEY scrive:
    DIVETIRE
    I'LL LIKE TO TRY IT AND SEE HOW IT IS
  • SETH OCANSEY scrive:
    NUDOOSE
    SPERO DI TROVARE BENE
  • sparati in bocca scrive:
    Re: Off Topic ...
    è grandioso quando la redazione ti fa sparire il commento, mentre lascia quelli di altri idioti.E dire che era costruttivo.. punto informatico, FAI SCHIFO.
  • Il Detrattore scrive:
    guerra tra LAMERS...
    non so chi dei due sia piu' lamer : quello che linka il warez (altrui, di cui lui nulla sa, ne' e' parte del circuito warez), o quello che si vanta di aver messo un javascript linkato a banners che puntano al suo conto corrente !la vera vergogna e' che PI non dica nulla contro Torrentz che nei fatti e' dedito alla pirateria di contenuti commerciali.
    • 5Lire scrive:
      Re: guerra tra LAMERS...
      e daglie!!
      la vera vergogna e' che PI non dica nulla contro
      Torrentz che nei fatti e' dedito alla pirateria
      di contenuti
      commerciali.
      • Il Detrattore scrive:
        Re: guerra tra LAMERS...
        non puoi capire.non produci nulla, non vendi nulla, non hai mai creato un prodotto commerciale che gli altri scopiazzano allegramente e anzi rivendono pure.forse, dico forse, un giorno capirai.
        • Funz scrive:
          Re: guerra tra LAMERS...
          - Scritto da: Il Detrattore
          non puoi capire.

          non produci nulla, non vendi nulla, non hai mai
          creato un prodotto commerciale che gli altri
          scopiazzano allegramente e anzi rivendono
          pure.

          forse, dico forse, un giorno capirai.Ma tu non abiti in Cina, patria della merce contraffatta? Non ci smembri continuamente i maroni sulle meraviglie del regime cinese?
        • Mi scoccio di loggare scrive:
          Re: guerra tra LAMERS...
          - Scritto da: Il Detrattore
          non puoi capire.

          non produci nulla, non vendi nulla, non hai mai
          creato un prodotto commerciale che gli altri
          scopiazzano allegramente e anzi rivendono
          pure.

          forse, dico forse, un giorno capirai.Se vuoi che un tuo prodotto non venga piratato, inserisci dei codici di controllo seri e non una semplice key.Dopotutto M$ sguazza nell'oro pur avendo il suo prodotto di punta ( Se non tutti ) bellamente piratati in giro.
    • krane scrive:
      Re: guerra tra LAMERS...
      - Scritto da: Il Detrattore
      non so chi dei due sia piu' lamer : quello che
      linka il warez (altrui, di cui lui nulla sa, ne'
      e' parte del circuito warez), o quello che si
      vanta di aver messo un javascript linkato a
      banners che puntano al suo conto corrente !
      la vera vergogna e' che PI non dica nulla contro
      Torrentz che nei fatti e' dedito alla pirateria
      di contenuti commerciali.PI non e' ne' giudice ne' polizia.Giudici e polizia hanno gia' stabilito che le raccolte di torrent sono legali.
    • Alfonso Maruccia scrive:
      Re: guerra tra LAMERS...
      A Detratto', e la molli stà propaganda boriosa o no?!? ;-)E per inciso, il termine "lamers" in italiano non ha molto senso....- Scritto da: Il Detrattore
      non so chi dei due sia piu' lamer : quello che
      linka il warez (altrui, di cui lui nulla sa, ne'
      e' parte del circuito warez), o quello che si
      vanta di aver messo un javascript linkato a
      banners che puntano al suo conto corrente
      !

      la vera vergogna e' che PI non dica nulla contro
      Torrentz che nei fatti e' dedito alla pirateria
      di contenuti
      commerciali.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 18 novembre 2008 12.05-----------------------------------------------------------
      • sparati in bocca scrive:
        Re: guerra tra LAMERS...
        non capisco come porca miseria molta gente che frequenta le notizie di PI e commenta sia perennemente insoddisfatta.. guardate, quasi da superare i troll che girano su hwupgrade!
      • Il Detrattore scrive:
        Re: guerra tra LAMERS...
        gia' il fatto che PI la consideri propaganda la dice lungasul vostro concette di legge & diritto, di bene e male, di morale, di etica.non vi daro' comunque la soddisfazione di bannarmi : mi auto-bannero' quando lo riterro' oppurtuno.
      • Il Detrattore scrive:
        Re: guerra tra LAMERS...
        anche sforzandomi non saprei proprio come tradurre "lamers" in italiano : e' una parola che si usava ancora ai tempi del C64... si vede che sono troppo vecchio.
        • La Crusca scrive:
          Re: guerra tra LAMERS...
          In italiano non va la s del plurale nei termini inglesi.Studia invece di commentare.
        • Alfonso Maruccia scrive:
          Re: guerra tra LAMERS...
          "Lamer" non si declina con la "s" al plurale in italiano perché è un termine straniero e rimane invariato....
          • krane scrive:
            Re: guerra tra LAMERS...
            - Scritto da: Alfonso Maruccia
            "Lamer" non si declina con la "s" al plurale in
            italiano perché è un termine straniero e rimane
            invariato....Infatti l'ha declinato in inglese e ci sta benissimo.
          • Il Detrattore scrive:
            Re: guerra tra LAMERS...
            beh se permettete vivo all'estero e mi suona del tutto ridicolo scrivere i plurali al singolare.
          • krane scrive:
            Re: guerra tra LAMERS...
            - Scritto da: Il Detrattore
            beh se permettete vivo all'estero e mi suona del
            tutto ridicolo scrivere i plurali al singolare.Mi son perso qualche cosa ???Se parli di una guerra tra lamers e' plurale no ?
          • Il Detrattore scrive:
            Re: guerra tra LAMERS...
            esatto, "lamers' war", o "the war of the lamers", e varianti.ma in italiota per motivi a me oscuri si e' deciso (acc.Crusca & friends) che va sempre scritto al singolare.parere mio, non per motivi estetici, ma perche' gli italioti semplicemente non sanno scrivere l'inglese correttamente quindi decisione salomonica e via in perfetto stile romano "chiagni e fotti".
          • krane scrive:
            Re: guerra tra LAMERS...
            - Scritto da: Il Detrattore
            esatto, "lamers' war", o "the war of the lamers",
            e varianti.
            ma in italiota per motivi a me oscuri si e'
            deciso (acc.Crusca & friends) che va sempre
            scritto al singolare.
            parere mio, non per motivi estetici, ma perche'
            gli italioti semplicemente non sanno scrivere
            l'inglese correttamente quindi decisione
            salomonica e via in perfetto stile romano
            "chiagni e fotti".Mha... Io continuero' con il mio italiano ammezzato da inglese corretto, vediamo se i cruscari si renderanno conto prima o poi che i tempi cambiano.
          • Il Detlattole Glassato scrive:
            Re: guerra tra LAMERS...
            - Scritto da: krane
            - Scritto da: Alfonso Maruccia

            "Lamer" non si declina con la "s" al plurale in

            italiano perché è un termine straniero e rimane

            invariato....

            Infatti l'ha declinato in inglese e ci sta
            benissimo.In italiano i termini stranieri di regola perdono il plurale, per cui devi dire "su PI abbondano i troll" e non i "trolls".
          • Il Detrattore scrive:
            Re: guerra tra LAMERS...
            siamo al ridicolo italiota !si viene richiamati per aver scritto una parola nel modo CORRETTO !!
          • Il Detlattole Glassato scrive:
            Re: guerra tra LAMERS...
            - Scritto da: Il Detrattore
            siamo al ridicolo italiota !Ridicolo sarai tu, zerbino dei cinesi.
            si viene richiamati per aver scritto una parola
            nel modo CORRETTO
            !!No, è una regola della grammatica italiana e il fatto che a te non stia bene, non significa nulla e, purtroppo per te, non hai abbastanza autorità per cambiarla.Lo so che il tuo ego ne soffre, ma non mi cruccio per questo.Ora puoi andare a fare il turno di kapò nel tuo laogai.
          • Il Detrattore scrive:
            Re: guerra tra LAMERS...
            beh con tutto il rispetto qui i lamers peggiori siete voi di PI.prima di cancellare questo mio messaggio, vorrei per una volta sentirvi ammettere che scopiazzate gli articoli del giorno prima usciti su Slashdot e siti minori.e poi torniamo alle foto : usate foto pescate senza alcun ritegno da siti commerciali e comunque con copyright trovate per caso su google images.poi dopo le mie proteste (cancellate da voi !) e' apparso un link alle foto originali.now, chi volete prendere per il culo ?vi va ricca che Edizioni Master si e' ora comprata la patata bollente ma per il resto se io vi leggo e' solo per masochismo e leggo prima i commenti che gli articoli quindi vedi tu.
Chiudi i commenti