BBC News va sul Dark Web per combattere la censura

La versione internazionale di BBC News è accessibile sul Dark Web tramite il browser Tor: così la redazione intende aggirare i blocchi della censura.
La versione internazionale di BBC News è accessibile sul Dark Web tramite il browser Tor: così la redazione intende aggirare i blocchi della censura.

La redazione di BBC News ha scelto la strada del Dark Web per combattere le forme di censura applicate da paesi come Cina, Iran e Vietnam: la versione internazionale del portale, quella visitabile dal di fuori del Regno Unito agli indirizzi bbc.co.uk/news o bbc.com/news, risulta ora accessibile attraverso Tor al link bbcnewsv2vjtpsuy.onion. Negli altri browser l’URL non funziona.

Un mirror sul Dark Web per BBC News

Il funzionamento di Tor (acronimo per The Onion Router) e le dinamiche che regolano le risorse presenti nel Dark Web sono ben noti, spesso per questioni decisamente meno nobili rispetto a quella di cui ci troviamo a scrivere oggi che ha invece il merito di agire nel nome della libertà d’informazione.

Il mirror così consultabile è disponibile in diverse lingue: tra queste anche persiano, arabo e russo. È privo di alcuni contenuti multimediali come quelli distribuiti attraverso la componente BBC iPlayer per questioni legate ai diritti di broadcast. Queste le parole dell’emittente riportate in un comunicato che descrive l’iniziativa.

I contenuti di BBC World Service sono ora accessibili attraverso il network Tor al pubblico che vive nei paesi in cui BBC News risulta bloccato o limitato. Questo è in linea con la missione di BBC World Service che mira a fornire notizie affidabili in tutto il mondo.

Come scritto poc’anzi, il layer di anonimato che tutela l’attività sul Dark Web viene talvolta impiegato con finalità malevole: dalla pedopornografia al finanziamento di pratiche illegali, dalla vendita delle credenziali rubate al narcotraffico.

L’editore ha reso inoltre una parte dei propri contenuti accessibili attraverso gli smart speaker dotati dell’intelligenza artificiale di Alexa, al momento però solo per chi risiede nel Regno Unito.

Fonte: BBC News
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti