Bitcoin oltre quota 60000 dollari: il record è vicino

Bitcoin oltre quota 60000 dollari: il record è vicino

Il Bitcoin torna oltre quota 60 mila dollari dopo il precedente massimo risalente ad aprile: valeva la metà soltanto 90 giorni or sono.
Il Bitcoin torna oltre quota 60 mila dollari dopo il precedente massimo risalente ad aprile: valeva la metà soltanto 90 giorni or sono.

Se soglia psicologica doveva essere, la soglia psicologica è stata superata: da poche ore il Bitcoin è tornato a superare i 60 mila dollari di quotazione. C’è una motivazione dietro questa nuova salita? Cause indirette ce ne sono varie, ma con ogni probabilità vanno considerate come meri supporti ad una speculazione che si è fatta più solida e continua nelle ultime settimane. Ecco quindi che una criptovaluta da 30 mila dollari di quotazione solo 3 mesi or sono, ora torna ad alzare la testa puntando decisamente verso i massimi.

Da 30 a 60 mila dollari in 90 giorni

Se si vogliono cercare motivazioni, vanno esplorate soprattutto in un mercato USA che, dopo aver conquistato la leadership internazionale del mining, ora sembra cercare anche nuove legittimazioni istituzionali – soprattutto nel mondo dell’alta finanza. L’esito sarebbe infatti pressoché ovvio: nuovo ed ulteriore denaro a riempire di significato le quotazioni di una criptovaluta il cui valore è basato soprattutto sul credito che collettivamente gli si vuol attribuire. A tutto ciò si aggiunge il manifesto Coinbase con cui si chiedono regolamentazioni dedicate che consentano di eliminare le barriere che normative vetuste pongono al cospetto di strumenti finanziari nuovi e basati su Blockchain.

Bitcoin: da 30 a 60 mila dollari in 90 giorni

Il valore massimo mai toccato dal Bitcoin è poco al di sotto dei 65 mila dollari: questa è la nuova soglia da tenere sotto osservazione, perché al di sopra di queste cifre si tratterebbe di un territorio inesplorato dove in molti si dicono certi che i 100 mila dollari siano una soglia credibile, mentre altri andranno a monetizzare per consolidare i propri portafogli con guadagni immediati.

La prossima settimana il Bitcoin ha una nuova resistenza su cui lavorare e anche soltanto un permanere a lungo su questi valori potrebbe rappresentare un trampolino più che credibile per un nuovo ed ulteriore balzo. A questi livelli c’è chi deve resistere a non vendere e chi a non comprare, insomma: scelte temerarie, sulle quali si andrà a costruire il destino prossimo venturo della valuta più importante del mondo crypto.

Fonte: CoinGecko
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 15 ott 2021
Link copiato negli appunti