BlackBerry cerca alternative

Alleanze strategiche, joint venture, o forse la vendita: l'azienda canadese ha istituito una commissione incaricata di studiare un futuro migliore per Waterloo
Alleanze strategiche, joint venture, o forse la vendita: l'azienda canadese ha istituito una commissione incaricata di studiare un futuro migliore per Waterloo

“Crediamo che ora sia il momento giusto per esplorare delle alternative strategiche”: sono parole di Timothy Dattels, membro della board di BlackBerry e ora a capo di una speciale commissione incaricata di analizzare la situazione dell’azienda e di mettere allo studio soluzioni capaci di rilanciarla sul mercato.

L’obiettivo dichiarato nel comunicato emesso dall’azienda è quello di “aumentare il valore e migliorare le economie di scala per accelerare la distribuzione di BlackBerry 10”. Le tattiche da analizzare per il comitato di nuova formazione? “Fra le varie possibilità – si spiega nella nota – sono incluse possibili joint venture, partnership strategiche o alleanze, la vendita dell’azienda o altre eventuali transazioni”.

Quella di un nuovo assetto proprietario , una indiscrezione che già sobbolliva nei giorni scorsi , è una strada che non convince molti analisti per le possibili incertezze a cui si accompagna. Ma l’azienda canadese è cauta nel disegnare il proprio futuro: “non c’è la certezza che questo processo abbia termine con qualche tipo di transazione”.

Le percentuali di mercato di BlackBerry rilevate di recente da IDC non sono incoraggianti , con il 2,9 per cento sul totale delle vendite di dispositivi nel secondo trimestre del 2013, e le perdite fatte segnare nell’ ultima trimestrale raggiungono gli 84 milioni di dollari, ma nonostante ciò l’ottimismo continua a regnare a Waterloo. “Continuiamo a vedere delle stimolanti opportunità a lungo termine per BlackBerry 10 – ha spiegato il presidente e CEO Thorsten Heins – abbiamo una tecnologia eccezionale che gli utenti stanno abbracciando, abbiamo un bilancio forte e siamo soddisfatti dei progressi compiuti nella nostra fase di transizione”. Mentre la commissione speciale analizzerà le alternative strategiche, l’azienda continuerà a “ridurre i costi, migliorare l’efficienza e accelerare la diffusione di BES 10, così come la diffusione di BlackBerry 10, lanciare il servizio di social messaging multipiattaforma BBM e cogliere le opportunità offerte dal mercato del mobile computing facendo leva sulla sicurezza e l’affidabilità di BlackBerry Global Data Network”.

Gaia Bottà

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

12 08 2013
Link copiato negli appunti