BlackBerry, profitti a sorpresa

Il fatturato stenta, ma la canadese è riuscita a tagliare alla radice i costi puntando su software e prodotti di nicchia dedicati alla sicurezza: e così è tornata in positivo

Roma – Il quarto trimestre dell’anno per BlackBerry significa una chiusura in positivo: la canadese può dunque tornare a respirare dopo un periodo di acqua alla gola.

Nel dettaglio nel quarto trimestre l’azienda ha raggiunto un profitto di 28 milioni di dollari, pari a cinque centesimi ad azione , su un fatturato di 660 milioni di dollari (rispetto ai 976 milioni del periodo corrispondente dell’anno scorso) ed ha così chiuso l’anno con un fatturato di 3,33 miliardi di dollari, in calo rispetto ai 6,81 miliardi dell’anno precedente, ma con perdite crollate verticalmente da quasi 6 miliardi di dollari nell’anno fiscale 2014, ai circa 300 milioni del 2015 .

Queste performance hanno permesso a BlackBerry di superare le aspettative degli analisti che si attendevano un’azienda ancora in perdita , nel dettaglio di 4 centesimi di dollaro ad azione.

Il CEO John Chen ha sottolineato l’importanza del percorso che ha portato a migliorare considerevolmente i margini di profitto dell’azienda, riuscendo a tornare in positivo. E ha riferito che l’obiettivo è ora quello di “stabilizzare il fatturato”, mantenendo in positivo il flusso di cassa ed espandendo i suoi canali di distribuzione.

Per farlo, poiché il mercato degli smartphone non regala soddisfazioni , continuerà a puntare sullo sviluppo software e sui dispositivi dedicati alla sicurezza : un esempio di tale strategia è il SecuTab, il tablet pensato specificatamente per rispondere alle esigenze di sicurezza degli utenti e che al momento è sotto osservazione ed in attesa di ricevere un certificato ad hoc, per esempio, dal governo tedesco.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • gianni scrive:
    e chi se ne
    qua siam su http, tanti saluti all ssl e razzi e mazzi :-)
  • Povero di spirito scrive:
    Trovata nuova vulnerabilità!!!!!!!!!!!
    L'algoritmo "de noantri" inventato nei pressi di piazza Trilussa e con la collaborazione del Belli.Si "buca facile regà!".Basta metterlo nella lista dei supportati dal TLS/SSL.....Ma capire che gli algoritmi di cifratura non sono in se parte reale del PROTOCOLLO SSL/TLS è così difficile?Se alcuni sempliciotti (non so come altro definirli) lasciano un "rudere" che nessuno usa più come RC-4 con la scusa (insostenibile dato che nessuno lo usa più sul serio) della "retrocompatibilità" cosa devi dire?E allora usiamo pure il cifrario di Cesare per "retrocompatibilità"....E il giorno dopo avremo un altro annuncio:NUOVA GRAVISSIMA VULNERABILITÀAAAAAAAÀÀÀÀÀÀÀ!abbhe! meXXXXXX! come avrebbe detto il Belli!
  • Povero di spirito scrive:
    rc-4 ?????
    Ma chi cappero lo usa ancora?
Chiudi i commenti