Cashback di Natale: Consap sul ritardo nella gestione dei reclami

Cashback: ritardi nella gestione dei reclami

Il rallentamento è attribuito a non meglio precisate anomalie tecniche nell'aggiornamento delle banche dati: Consap si scusa e rassicura i cittadini.
Il rallentamento è attribuito a non meglio precisate anomalie tecniche nell'aggiornamento delle banche dati: Consap si scusa e rassicura i cittadini.
Guarda 15 foto Guarda 15 foto

All'inizio dell'anno, Consap ha promesso ai cittadini la possibilità di inoltrare reclami nel caso di irregolarità nel riconoscimento dell'Extra Cashback di Natale, il rimborso del 10% sulle spese nei negozi maturato a dicembre durante la prima fase sperimentale del Cashback di Stato. Il modulo da compilare e inoltrare è poi stato reso disponibile a febbraio. Questa settimana la Concessionaria Servizi Assicurativi Pubblici è tornata nuovamente sul tema, spiegando il perché del ritardo accumulato nella gestione delle pratiche. Riportiamo di seguito il comunicato.

Anomalie tecniche sull'aggiornamento delle banche dati hanno causato una tardiva trasmissione a Consap delle informazioni in merito alle transazioni acquisite nel periodo sperimentale (c.d. “Cachback natalizio”).

Extra Cashback di Natale: reclami a rilento

Si parla di una interruzione forzata dell'analisi dei reclami. L'attività è ripresa a fine marzo, ma con un inevitabile slittamento delle tempistiche, tanto che l'accredito dei rimborsi non erogati in precedenza non è ancora terminato.

Di conseguenza si è dovuto interrompere l'esame delle istanze di reclamo, attività ripresa a partire da fine marzo, con conseguente rallentamento dell'analisi di tutte le istanze: la liquidazione dei rimborsi di tali posizioni, quindi, è ancora in corso.

La rassicurazione è che entro il mese di giugno verrà fornito un riscontro a tutti coloro che hanno presentato reclamo. Almeno questa è l'intenzione, salvo eventuali ulteriori anomalie, che nel caso verranno prontamente comunicate.

Ad ogni modo, Consap assicura il riscontro entro giugno 2021, tramite portale reclami, di tutte le richieste di assistenza pervenute. Nell'eventualità di ulteriori ritardi sarà data immediata comunicazione all'utenza.

Consap si scusa per l'inconveniente, sottolineando che non è necessario inviare altra documentazione: tutta quella già ricevuta è in coda e sarà gestita con le nuove tempistiche rese note.

Pertanto, pur comprendendo il disagio arrecato, si fa presente che non occorre trasmettere ulteriori comunicazioni in merito alle stesse posizioni.

Fonte: Consap
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti