Caso WordPerfect, Gates testimone

Il presidente di Microsoft chiamato a testimoniare in difesa della corporation contro le accuse di comportamento anticompetitivo mosse da Novell. Word vinse su WordPerfect perché era migliore, sostiene Gates
Il presidente di Microsoft chiamato a testimoniare in difesa della corporation contro le accuse di comportamento anticompetitivo mosse da Novell. Word vinse su WordPerfect perché era migliore, sostiene Gates

Entra finalmente nel vivo il nuovo, ennesimo processo per presunti comportamenti anticompetitivi che vede come imputata Microsoft Corporation, l’azienda divenuta colosso grazie a popolarissimi software come Windows e Word. E questa volta è proprio il word processor di casa Redmond a essere al centro della scena, con Novell che chiede risarcimenti miliardari per la supposta concorrenza sleale subita dal suo WordPerfect.

La causa tra Novell e Microsoft si trascina da anni , e continua ancora oggi quando Novell è solo un marchio registrato di proprietà di Attachmate e poco più: Microsoft ha realizzato Windows 95 con l’intento (tecnologico e strategico) ben preciso di tagliare le gambe a quello che negli anni ’80-’90 era il word processor più popolare, sostiene Novell, e pertanto deve saldare il conto con un risarcimento multimiliardario.

Dal 1994 al 1996, periodo di tempo in cui Novell non riuscì a realizzare una versione di WordPerfect pienamente compatibile con Windows 95, Novell dice di aver perso 1,2 miliardi di dollari di valore prima di vendere il marchio WP a Corel. Microsoft dovrebbe restituire ad Attachmate-Novell l’equivalente del valore delle perdite moltiplicato per tre .

A confutare la ricostruzione e le stime degli avvocati dell’accusa ci ha pensato ora Bill Gates, chiamato a testimoniare in difesa dell’azienda da lui fondata in qualità di CEO al tempo della release di Windows 95: non è vero che il primo sistema operativo a finestre di Redmond fu espressamente concepito per tagliare fuori la concorrenza, dice il magnate californiano, Word (95) vinse sul mercato perché era semplicemente migliore di WordPerfect e stava già guadagnano terreno prima ancora dell’uscita di Windows (95).

I trend evolutivi di market share tra Word e WordPerfect ( messi assieme dall’Università del Texas) darebbero in effetti ragione a Gates: prima ancora della distribuzione di Windows 95, Word era in continua salita e la scarsa qualità della prima release di WordPerfect specifica per l’OS di Redmond non fece che accelerare la nascita del monopolio di fatto del word processor marchiato Microsoft.

“Lavorammo durissimamente” sul nostro progetto più impegnativo, dice Gates in veste di testimone pro-Microsoft, durante lo sviluppo di Windows 95 “facemmo dei compromessi” e alcune caratteristiche tecniche – le stesse che secondo gli avvocati di Novell avrebbero favorito WordPerfect contro Word – furono lasciate fuori dal codice finale. La parola passa ora all’accusa.

Alfonso Maruccia

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

22 11 2011
Link copiato negli appunti