Cassinelli si lancia sull'emendabilità web

Il parlamentare mette sul tavolo a portata di clic la propria proposta di legge su blog, stampa e informazione. Per consentire alla comunità web di interagire, contro-proporre e modificare. Dialogo a 360 gradi per almeno una settimana

Roma – È una proposta di legge rivolta alla rete, ai blog, alla libertà di comunicare e alle garanzie editoriali, una normativa che, qualora diventasse legge, è destinata ad impattare sul web italiano e per questo Roberto Cassinelli , intervistato da Punto Informatico a proposito della propria proposta, ora ha deciso di fare un passo in più: “Lancio – ha dichiarato – la prima proposta di legge ad emendabilità online “.

Di che si tratti lo spiega lui stesso: è un tentativo di coinvolgere i netizen nel processo decisionale , di pervenire ad un testo condiviso o comunque ampiamente dibattuto, di poter dare alla proposta uno spessore che fin qui è mancato in quasi ogni altra occasione di normativa “per il web” che è passata nelle camere del potere italiota. Almeno così la vede il parlamentare, che dice: “La mia idea è di raccogliere tutte le proposte di emendamento che arriveranno nei prossimi giorni. E di realizzare un nuovo testo di legge aperto alla firma dei parlamentari di ogni schieramento politico”.

Si potrebbe definire, se Cassinelli fosse un’Authority e non un Onorevole, una consultazione pubblica : in realtà non è certo la prima del suo genere, basti pensare alle numerose iniziative partecipative che già sono state portate avanti da esponenti politici come Fiorello Cortiana ma, dice Cassinelli, era inevitabile visto l’enorme volume del feedback ricevuto dalla sua proposta. “In pochi giorni – spiega – ho ricevuto migliaia di messaggi di apprezzamento, critiche e suggerimenti per la mia iniziativa di legge che ho realizzato mettendo a frutto la mia formazione di giurista e di uomo politico liberale. Non cerco popolarità a buon mercato. Cerco solo di interpretare correttamente il mio ruolo di parlamentare che intende rispondere ad una normativa inadeguata ai tempi e penalizzante che a mio avviso va modificata”.

Come ben sanno i lettori di Punto Informatico , Cassinelli ha definito la sua proposta “salva-blog”, specificando peraltro che può e deve essere migliorata , considerando anche le pecche che da più parti le vengono attribuite.

“Accetto con piacere tutti i rilievi, anche e soprattutto quelli critici – spiega ora – Non rispondo agli insulti se non constatando che il web offre anche a costoro un inedito diritto di ingiuria . Ed anche la mia contrapposizione alla proposta dell’Onorevole Levi era ed è tutta sul piano politico e giuridico. Tuttavia ritengo che, se questa mia iniziativa ha interessato decine di migliaia di persone, era giusto e doveroso metterla in piedi”.

L’idea della “emendabilità web” è quella di darsi una settimana di tempo “per raccogliere tutti i suggerimenti che arriveranno online dal popolo dei blog. Mi impegno a valutarli personalmente con il mio staff di collaboratori. E dopo questo termine presenterò la mia proposta di legge migliorata dai vostri suggerimenti e la sottoporrò alla firma di chiunque – parlamentare di maggioranza o di opposizione – intenderà partecipare a questa battaglia liberale di civiltà”.

La raccolta di questo “feedback organizzato” avviene dal sito di Cassinelli , che la mette giù con una certa enfasi: “Se l’esperimento dovesse riuscire, probabilmente indicheremo una nuova strada per la democrazia diretta e parlamentare. È una sfida che mi piace. Proviamo a realizzarla tutti insieme”.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Mr.God scrive:
    io..
    ..iSupplí me li magno in pizzeria!
  • Gabriele scrive:
    Mha.... sarà
    Per me sono già il presente. Ho comprato un ssd qualche settimana fa con prestazioni 170Mb in lettura e 98Mb in scrittura e il mio portatile è cambiato dal giorno alla notte. E' vero che ho speso 220 per un disco da 60gb, ma preferisco avere meno spazio e un pc più veloce. Anche perché ormai i dischi capienti sono necessari solo per mettere film scaricati, iso, collezioni di mp3 mai ascoltati, ecc... IMHO
    • fray scrive:
      Re: Mha.... sarà
      Sono assolutamente daccordo.Certo che se usi anche un sistema operativo performante magari di comprare un SSD adesso come adesso ne potresti fare a meno.
      • il signor rossi scrive:
        Re: Mha.... sarà
        - Scritto da: fray
        Sono assolutamente daccordo.

        Certo che se usi anche un sistema operativo
        performante magari di comprare un SSD adesso come
        adesso ne potresti fare a
        meno.è la resistenza agli urti il bello... l'eeepc lo metto nello zaino e lo sbatto da tutte le parti! (non apposta, ovviamente...)
      • Guido Angeli scrive:
        Re: Mha.... sarà
        - Scritto da: fray
        Sono assolutamente daccordo.

        Certo che se usi anche un sistema operativo
        performante magari di comprare un SSD adesso come
        adesso ne potresti fare a
        meno.mabbaffanculo, te e il sistema operativo performante.No perché improvvisamente se metti linux il disco rigido gira più veloce eh? Quante stronzate.
    • aka oko scrive:
      Re: Mha.... sarà
      Ciao Gabriele!Scusa mi puoi dire che disco (marca e modello) e dove a quel prezzo?Grazie 1K, o 1M, anche 1G o 1T !!!...A presto, oko.
  • MrAhUa scrive:
    iSuppli?
    Boni i supplì!
  • ecco scrive:
    chi lo ha detto?
    e poi chi lo dice che anche loro noninvestano in studi e ricerca? tu?bè allora siamo sicuri!
  • anonymous scrive:
    mica scemi
    stanno alla finestra e intanto gli altri spendono in studi e ricerca, quando poi i tempi saranno maturi, cominceranno a sfornarli anche loro..
    • Giorgio scrive:
      Re: mica scemi
      - Scritto da: anonymous
      stanno alla finestra e intanto gli altri spendono
      in studi e ricerca, quando poi i tempi saranno
      maturi, cominceranno a sfornarli anche
      loro..Ma perchè ti dispiace? Quelli che criticano solitamente sono i piu' spilorci.Le persone intelligenti agiscono così....la fretta è una cattiva consigliera
      • il signor rossi scrive:
        Re: mica scemi
        - Scritto da: Giorgio
        Le persone intelligenti agiscono così....la
        fretta è una cattiva
        consiglieraSiamo proprio sicuri? L'evoluzione nella tecnologia è molto veloce. In pochi mesi la situazione potrebbe mutare radicalmente e WD potrebbe trovarsi in una posizione piuttosto scomoda: quella di non possedere la tecnologia del momento, oppure quella di essere sorpassata da altri produttori che quella tecnologia sono già in grado di produrla e venderla a basso costo. L'atteggiamento di WD è quantomeno rischioso...
    • Birba scrive:
      Re: mica scemi
      Eh certo, solo tu ci hai pensato ;)Mandali il tuo CV, sono sicuro che ti prenderebbero subito (rotfl)
    • Azzolina scrive:
      Re: mica scemi
      Perchè a WD invece le tecnologie le porta la Befana, vero, mentre gli altri "spendono in studi e ricerca"?. WD "spende in studio e ricerca" come e forse più di altri, ma non propone soluzioni ancora inaffidabili come stanno facendo gli altri per far rientrare i costi di sviluppo a spese degli utenti che prima del previsto si ritroveranno senza i loro amati dati persi dal loro amato ma inaffidabile SSD.
  • francososo scrive:
    SSD si, ma non dall'oggi al domani!
    SSD si, ma non dall'oggi al domani!Ci vole tempo ! 8)
    • il signor rossi scrive:
      Re: SSD si, ma non dall'oggi al domani!
      - Scritto da: francososo
      SSD si, ma non dall'oggi al domani!
      Ci vole tempo ! 8)mah... io lo ho già sull'eeepc e ne sono soddisfattissimo, non vedo perché tutto questo aspettiamo aspettiamo. Sinceramente non lo cambierei con un hd normale.Chiaramente sono solo 20 giga e non i canonici 300, ma se a uno bastano... alle alte capacità ci arriveremo.
    • PGStargazer scrive:
      Re: SSD si, ma non dall'oggi al domani!
      - Scritto da: francososo
      SSD si, ma non dall'oggi al domani!
      Ci vole tempo ! 8)Beh tutti quelli che ci credono e lo comprano aiutano coi loro soldi a affinare la ricercaChi sa non è costretto a comprare
Chiudi i commenti