Chrome 57 consuma meno

Nuova strategia di gestione dei tab non attivi. Dovrebbe garantire ore in più di autonomia sui laptop grazie allo stop imposto ai processi in background

Milano – La nuova release del browser di Google, Chrome 57, porta in dote una novità che farà felice soprattutto chi lo utilizza lontano da una presa di corrente: la nuova modalità di gestione delle tab non attive punta a migliorare i consumi, abbattendoli e contribuendo così a un aumento del 25 per cento in media della durata di una singola carica della batteria . Ci sono ancora delle controindicazioni, ma la strada è tracciata : in prospettiva entro il 2018 ci sarà un ulteriore passo avanti, a condizione che ci sviluppa i siti impari a sfruttare al meglio le API giuste.

Quello che fa già la release 57 è ridurre in modo significativo l’impatto sui consumi delle tab non attive, ovvero tutte tranne quella che l’utente sta visualizzando: l’ obiettivo è quello di ridurre a circa l’1 per cento di un singolo core della cpu tutti i processi non necessari a mostrare quello che è a fuoco sullo schermo , fatta eccezione ovviamente per quanto non sia effettivamente attivo per esempio perché tiene in piedi una connessione su protocolli WebSocket o WebRTC. In pratica se, ad esempio, c’è della musica in riproduzione in una tab con aperto Spotify questo sistema non influenzerà il tutto.

Google ha messo in piedi una roadmap precisa per questa operazione: a partire dal 2018 ci saranno da rispettare precise direttive per riuscire a scavalcare il blocco totale dei processi in background , quindi gli sviluppatori dovranno prendersi la briga di inserire righe di codice precise nel codice per far proseguire le operazioni anche quando la tab non è attiva. Entro il 2020 invece ci sarà un bando definitivo di tale eccezioni, con Google impegnata a mettere a punto una serie di API che consentiranno il consumo minimo e indispensabile delle attività background. La questione dei consumi dei browser, il software attraverso cui ormai transita la maggior parte delle attività svolte con i PC, è d’altronde un tema all’ordine del giorno per tutti.

Anche la versione mobile di Chrome 57 contiene delle novità, anche se sono riservate alla versione per il sistema operativo Apple iOS : su iPhone e iPad la funzione per archiviare una pagina e leggerla in seguito è stata migliorata , se si sceglie la voce “Leggi dopo” dall’icona condividi si archivia una versione statica nella memoria del dispositivo per richiamarla rapidamente in qualsiasi momento anche senza connessione attiva. Le pagine sono anche divise tra quelle già lette e quelle ancora da consultare, così da avere sempre una lista di articoli interessanti da leggere mentre si è viaggio senza correre il rischio di confondersi tra novità e roba vecchia. Con in più il vantaggio di poter gestire la stessa lista anche sul desktop se si usa Chrome con lo stesso account Google.

Luca Annunziata

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • ... scrive:
    goole & genitori omosessuali
    notata la foto dei due uomini e della bambina?suttettizio spot promuovente la famiglia (tze', "famiglia!") omosessuale con adozione o maternita' surogata.
    • Andrea Lenzi scrive:
      Re: goole & genitori omosessuali
      Grazie della segnalazione: ora so che c'è un complotto per fare diventare tutti gay, e pure che il solo suggerirne l'esistenza può contagiare.Le XXXXXte che descrivi, purtroppo accadono, ma con la cattodemenza, dalla quale sei stato infettato
      • ... scrive:
        Re: goole & genitori omosessuali
        - Scritto da: Andrea Lenzi
        Grazie della segnalazione: ora so che c'è un
        complotto per fare diventare tutti gay, e pure
        che il solo suggerirne l'esistenza può
        contagiare.

        Le XXXXXte che descrivi, purtroppo accadono, ma
        con la cattodemenza, dalla quale sei stato
        infettatoil ricchionismo non e' una malattia ma un condizione genetica, come essere biondi o alti 2 metri. ma non e' che i biondi fanno sfilate di orgoglio biondo. Sei XXXXXo? ok, ma non ostentare. ora essere XXXXX lo vogliono far passare come essere normali ma non lo e'. rispetto, ma non me li caccino sotto il naso ogni 2 x 3.
    • Andrea Lenzi scrive:
      Re: goole & genitori omosessuali
      Grazie della segnalazione: ora so che c'è un complotto per fare diventare tutti gay, e pure che il solo suggerirne l'esistenza può contagiare.Le cose che descrivi, purtroppo accadono, ma con la cattodemenza: comincia col battesimo agli infanti e prosegue con catechismo e comunione, finendo con don Matteo in tv
  • apo scrive:
    ma bloccherà anche le pubblicità?
    Lo chiedo perchè non ho paura che i miei figli che sono ancora piccoli vadano sui siti XXXXX, ho paura che clicchino sulle pop-up di pubblicità che escono nei giochini gratis quando gli do il cellulare per giocare-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 17 marzo 2017 16.35-----------------------------------------------------------
    • ... scrive:
      Re: ma bloccherà anche le pubblicità?
      Modificato dall' autore il 17 marzo 2017 16.35
      --------------------------------------------------e non dargli il cellulare/tablet, ai tuoi figli? e dargliene uno SENZA scheda sim e senza wifi coi giochi in locale? e stargli vicino? e insegnargli cosa e' giusto e cosa e' sbagliato?no, eh?troppo comodo "non ho tempo". io ai miei gli feci una testa cosi' per avere il motorino ma niente, ebbero il loro daffare a convincermi che era pericoloso andare in giro con un motore da 70 km/h sotto il sedere a 14 anni.e oggi dico: "grazie mamma per essere stata irremovibile".fare il genitore non e' "dare" ma "esserci". poi vedi tu.
      • apo scrive:
        Re: ma bloccherà anche le pubblicità?
        Condivido quello che hai scritto perchè ci sono tante situazioni che rispecchiano in pieno quello che dici, hai però sbagliato sia persona che il tono visto che non ci si conosce.Io ho avuto il mio zx spectrum che non avevo ancora 12 anni, non è che devo far aspettare ai miei figli di avere 18 anni per poter giocare con un cellulare.Pensa che già alle elementari ci sono i laboratori con i computer, ai miei tempi eravamo giusto io e pochissimi altri che abbiamo avuto la fortuna di sperimentare con i primi home computer, ma già qualche anno prima erano uscite le prime consolle come il colevision o l'intellivision o anche i giochi della mattel electronics.Far giocare occasionalmente i figli non lo vedo come un problema, sia che usino playstation/gameboy che qualche giochino sul cellulare.Ai miei tempi però non si rischiava di comprare cose, iscriversi a servizi se si cliccava su qualcosa in inglese di cui non si sapeva cosa voleva dire.Ed appena staccata e rimessa la spina era esattamente tutto come prima.Non c'erano pop-up che ti chiedevano se volevi comprare il vestitino dell'omino a 5 scalandoteli dal credito telefonico cliccando su "OK, buy!"Questo era il senso del mio commento.- Scritto da: ...
        - Scritto da: apo

        Lo chiedo perchè non ho paura che i miei figli

        che sono ancora piccoli vadano sui siti XXXXX,
        ho

        paura che clicchino sulle pop-up di pubblicità

        che escono nei giochini gratis quando gli do il

        cellulare per

        giocare


        --------------------------------------------------

        Modificato dall' autore il 17 marzo 2017 16.35


        --------------------------------------------------


        e non dargli il cellulare/tablet, ai tuoi figli?
        e dargliene uno SENZA scheda sim e senza wifi coi
        giochi in locale? e stargli vicino? e insegnargli
        cosa e' giusto e cosa e'
        sbagliato?
        no, eh?

        troppo comodo "non ho tempo". io ai miei gli feci
        una testa cosi' per avere il motorino ma niente,
        ebbero il loro daffare a convincermi che era
        pericoloso andare in giro con un motore da 70
        km/h sotto il sedere a 14
        anni.
        e oggi dico: "grazie mamma per essere stata
        irremovibile".

        fare il genitore non e' "dare" ma "esserci". poi
        vedi
        tu.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 18 marzo 2017 11.55-----------------------------------------------------------
        • Izio01 scrive:
          Re: ma bloccherà anche le pubblicità?
          - Scritto da: apo

          (...)

          Ai miei tempi però non si rischiava di comprare
          cose, iscriversi a servizi se si cliccava su
          qualcosa in inglese di cui non si sapeva cosa
          voleva dire.
          Ed appena staccata e rimessa la spina era
          esattamente tutto come prima.
          Non c'erano pop-up che ti chiedevano se volevi
          comprare il vestitino dell'omino a 5
          scalandoteli dal credito telefonico cliccando su
          "OK, buy!"

          Questo era il senso del mio commento.
          Io non mi preoccuperei troppo di questa cosa specifica. Puoi semplicemente programmare il play store per chiedere la password di GMail prima di ogni acquisto, in modo tale che i tuoi figli debbano giocoforza rivolgersi a te ogni volta che vogliono comprare qualcosa.Il problema sono i siti di malware e le pubblicità truffaldine. Non potranno caricare direttamente la tua carta di credito, ma possono fare cose poco piacevoli. Auguri con l'arduo compito di trovare una strada percorribile :)
Chiudi i commenti