Le estensioni di Chrome saranno più sicure a partire dal 2021

Chrome: le estensioni saranno più sicure dal 2021

Google annuncia un'ennesima iniziativa finalizzata a incrementare la sicurezza delle estensioni disponibili per il proprio browser.
Google annuncia un'ennesima iniziativa finalizzata a incrementare la sicurezza delle estensioni disponibili per il proprio browser.

Ogni giorno gli utenti scaricano oltre 4 milioni di estensioni per Chrome e più di 250.000 temi tra quelli disponibili sul Web Store di Google così da personalizzare l’interfaccia del browser. Partendo da questi numeri non è difficile comprendere perché il gruppo di Mountain View sia costantemente impegnato a mantenere qualsiasi potenziale rischio lontano dalla piattaforma. A tal proposito, oggi vengono annunciate alcune novità riguardanti la sicurezza e in arrivo a breve.

Focus sulla sicurezza per le estensioni di Chrome

Nel 2021 saranno introdotti cambiamenti per le modalità attraverso le quali le componenti aggiuntive potranno effettuare l’accesso alle informazioni degli utenti, offrendo a questi ultimi un maggiore controllo su aspetti come la selezione dei siti a cui possono collegarsi.

Chrome: maggiore controllo sul comportamento delle estensioni

Focus anche sulla trasparenza: dal 18 gennaio 2021 gli sviluppatori dovranno mostrare in modo chiaro le policy legate alla privacy spiegando perché e in che modo vengono raccolti i dati.

Chrome: maggiore trasparenza sul comportamento delle estensioni

Misure di protezione che andranno ad aggiungersi a quelle già implementate da Google in Chrome e nello store per la distribuzione delle estensioni. Ad esempio, quest’anno è avvenuta l’integrazione con la tecnologia Safe Browsing che secondo bigG ha permesso di disabilitare l’81% in più di componenti aggiuntive contenenti codice malevolo e potenzialmente pericoloso per gli utenti finali.

Restando in tema, nei mesi scorsi il gruppo di Mountain View ha annunciato che a partire dal 21 febbraio 2021 non sarà più possibile distribuire estensioni a pagamento.

Fonte: Google
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti