Chrome: niente più estensioni a pagamento dal 2021

A partire dal 21 febbraio 2021 le estensioni per il browser di Google non potranno più generare transazioni tramite Chrome Web Store.
A partire dal 21 febbraio 2021 le estensioni per il browser di Google non potranno più generare transazioni tramite Chrome Web Store.

Nei mesi scorsi Google ha sospeso temporaneamente l’elaborazione dei pagamenti generati attraverso il Web Store ufficiale di Chrome dalle estensioni rilasciate per il browser. Una decisione presa con l’obiettivo di contrastare l’azione di chi, volendo approfittare della crisi sanitaria, aveva scelto la piattaforma per mettere in atto truffe o raggiri. Oggi la notizia che la misura diverrà definitiva all’inizio del prossimo anno.

Stop alle estensioni a pagamento per Chrome

La data da cerchiare in rosso sul calendario è quella del 21 febbraio 2021. Allora gli sviluppatori delle estensioni non saranno più in grado di ricevere versamenti mediante il Web Store di Chrome. Saranno chiamati a ricorrere a metodi alternativi per monetizzare il loro lavoro, come rende noto il gruppo di Mountain View.

Il sistema di pagamenti in Chrome Web Store è ora deprecato e sarà sospeso entro i prossimi mesi. Ci sono molti altri modi per monetizzare le vostre estensioni e se al momento state utilizzando i pagamenti di Chrome Web Store dovrete migrare verso uno di quelli.

L’impegno di Google finalizzato a migliorare le componenti aggiuntive del browser è senza soluzione di continuità: ha aggiustato più volte il tiro, introducendo nuove regole per far fronte alle criticità emerse e procedendo periodicamente alla rimozione di quelle malevole.

Ricordiamo infine che da alcuni mesi l’intero catalogo di estensioni presente su Chrome Web Store può essere installato anche sul concorrente Edge di Microsoft, la cui nuova versione è basata su Chromium.

Fonte: Chrome
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti