Cina, Big Data per prevenire il terrorismo. E i terroristi

Pechino ordina la creazione di una precrimine locale, un sistema capace di estrapolare i profili dei potenziali terroristi rovistando tra i database di dati digitali sia online che offline. A contribuire, anche i classici informatori

Roma – Le autorità cinesi intendono stringere ancora di più la morsa del tecnocontrollo di stato grazie al contributo di China Electronics Technology Group (CETG), contractor che su ordine di Pechino avrà il compito di realizzare una vera e propria ” precrimine ” asiatica con ampie capacità di identificazione dei soggetti potenzialmente pericolosi.

CETG dovrà realizzare un nuovo componente software della famigerata Grande Muraglia cinese, un ambiente dove i controlli sulle abitudini online sono la norma, e che ora si arricchirà di tecnologie Big Data come strumento per la prevenzione dei possibili attentati terroristici in terra cinese.

Il software di CETG avrà il compito di raccogliere informazioni su quelli che i netizen cinesi fanno online, le mansioni lavorative, gli hobby e tutto quanto, dati che verranno poi incrociati con quelli forniti dagli informatori e “osservatori” che lavorano sul campo alla caccia dei profili più pericolosi.

Il sogno della precrimine (e delle presunte qualità salvifiche delle onnipresenti piattaforme Big Data) non è ovviamente un’esclusiva cinese, visto che la profilazione dei potenziali terroristi a partire dalle abitudini è una pratica usata da anni anche negli USA e gli approcci a tecnologie problematiche come la crittografia sono praticamente gli stessi di quelli occidentali.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Rufus scrive:
    Televisore
    Si va be si tratta solo di una finestra di tempo poi i banner ve li spareranno in faccia senza se e senza ma pena non vedere completamente il sito il web e' destinato ad essere un televisore
  • rico scrive:
    Ossimoro
    Microsoft e Open Source, non si può sentire nella stessa frase.Come dire Buio Illuminante, contraddizione in termini.
    • panda rossa scrive:
      Re: Ossimoro
      - Scritto da: rico
      Microsoft e Open Source, non si può sentire nella
      stessa
      frase.
      Come dire Buio Illuminante, contraddizione in
      termini.Infatti.Col titolo di ieri, "Windows: patch, buchi e rock'n'roll" sembrava che finalmente si attenessero ai fatti, e adesso invece ritornano a scrivere di elefanti rosa.
    • ocir scrive:
      Re: Ossimoro
      https://github.com/Microsoft
  • MementoMori scrive:
    è cambiata solo la cura.
    per MS qualunque sistema concorrente è ovviamente un cancro.prima la politica per debellarlo era il FUD, ora cercano di farlo dall'interno delle comunity.Penso sempre all'esempio dello spacciatore: le prime dosi sono gratis, per le altre pagherai qualunque cifra.c'è una bella differenza tra essere "open source" e far credere di esserlo.Fortunatamente abbiamo Stallman come garante.
    • Luca scrive:
      Re: è cambiata solo la cura.
      Il mercato cambia! Il software sarà sempre più gratuito e open source, i servizi si pagheranno. Non è FUD è semplicemente il futuro (con pro e contro)
      • consumatore scrive:
        Re: è cambiata solo la cura.
        - Scritto da: Luca
        Il mercato cambia! Il software sarà sempre più
        gratuito e open source, i servizi si pagheranno.
        Non è FUD è semplicemente il futuro (con pro e
        contro)NoPrima il software lo ottenevi integralmente adesso vogliono venderlo un tot al mese perche' e' arrivata la crisi e siccome il software non si usura e non ha obsolescenza i clienti ci pensano 10 volte prima di cambiarlo e non basta piu' cambiare il numero della versione con piccole modifiche vogliono vedere miglioramenti sostanzialiLe favole del software come servizio e del cloud se le possono tenere in California
      • Il fuddaro scrive:
        Re: è cambiata solo la cura.
        - Scritto da: Luca
        Il mercato cambia! Il software sarà sempre più
        gratuito e open source, i servizi si pagheranno.
        Non è FUD è semplicemente il futuro (con pro e
        contro)Ecco il vero cancro del mondo foss, gli utenti disposti ad accettare qualunque sciccheria data "gratuitamente"(la metafora dello spacciatore calza a pennello).E qualcuno dovrebbe avere il coraggio di tenere a debita distanza queste aziende devote al demonio.Alla microsoft interessa solo infiltrarsi, il resto viene da sè, a poco a poco avvelena l' ecosistema e poi magari, si fa avanti con la cura.
      • omega scrive:
        Re: è cambiata solo la cura.
        allora il nuovo office di microsoft dovrebbe essere fre e open source?mettiamoci pure windows 10diamolo alla comunita linuxvogliamo windows 10 totalmente open sourcealmeno distruggono ogni residuo di metro (che sarebbe quella ciofeca di modern ui) e ne fanno una vesione mate
    • maxsix scrive:
      Re: è cambiata solo la cura.

      Fortunatamente abbiamo Stallman come garante.Chi??????PP Ti prego....
    • ... scrive:
      Re: è cambiata solo la cura.
      - Scritto da: MementoMori
      Stallman <i
      ...you are being the usual slimy hypocritical asshole... You may have had value ten years ago, but people will see that you don't anymore. </i
      - Theo de RaadtMai quote fu più veritiero...
      • Shiba scrive:
        Re: è cambiata solo la cura.
        - Scritto da: ...
        - Scritto da: MementoMori

        Stallman
        <i
        ...you are being the usual slimy
        hypocritical asshole... You may have had value
        ten years ago, but people will see that you don't
        anymore. </i
        - Theo de
        Raadt

        Mai quote fu più veritiero... <i
        You said very clearly in your interview that the ports tree contains non-free software. It does not. It is just a scaffold of Makefiles containing URLs, and an occasional patch here or there. </i
        No, fa solo il finto tonto.
Chiudi i commenti