Coinbase e la crisi annunciata: ecco perché fidarsi dell'exchange

Coinbase e la crisi annunciata: ecco perché fidarsi dell'exchange

Con l'inverno crittografico in corso e la situazione di Celsius è facile lasciarsi coinvolgere da fake news come quelle recenti su Coinbase.
Con l'inverno crittografico in corso e la situazione di Celsius è facile lasciarsi coinvolgere da fake news come quelle recenti su Coinbase.

Il mercato delle criptovalute sta attraversando un periodo travagliato ormai da quasi 54 settimane. Definito inverno crittografico, è stato lo scenario di situazioni che hanno preoccupato e stanno allertando non pochi investitori. Tuttavia, proprio per questo e per la situazione di Celsius e simili è facile lasciarsi convincere da fake news pericolose, come quelle su Coinbase.

Sono in molti a parlare di una possibile “crisi di liquidità” legata a questo exchange. Ma quanto ci si può fidare di queste affermazioni e perché è importantissimo non cedere al panico immediatamente? In questo articolo cercheremo di rispondere a queste domande e di capire anche perché possiamo fidarci ancora di Coinbase.

Da quanto è emerso in questi giorni, e diffuso dai media, sembra sia trapelata una mail destinata ai dirigenti dell’exchange che menzionerebbe una sospensione temporanea del programma di affiliazione. Una notizia che cade proprio a fagiolo dopo l’annuncio della chiusura di Coinbase Pro di qualche settimana fa.

In realtà Coinbase è uno degli exchange più solidi disponibili sul mercato. Le sue funzionalità, accessibili a tutti, rendono la piattaforma di scambio una delle più apprezzate al mondo. Apri un conto gratuito e inizia anche tu a investire in criptovalute. Recentemente è stata aggiunta anche una sezione dedicata agli NFT.

Coinbase in crisi? Un’altra fake news per generare paura

Di Coinbase ci si può fidare e a dirlo sono i dati. Oltre ad avere oltre 10 anni di esperienza nel settore crittografico, questo exchange è tra i più solidi e affermati del mercato. Non solo, ma la società è anche quotata in borsa al Nasdaq. Perciò è davvero improbabile che una notizia simile possa contribuire al fallimento di questo exchange.

Nonostante ciò, alcuni utenti, presi dal panico irrazionale, hanno spostato le loro criptovalute spinti dall’idea che questa piattaforma stia affrontando una crisi di liquidità. Tuttavia, da parte della società non sono arrivate voci a commento di quanto in questi giorni si sta dicendo sul suo conto.

I fondi degli utenti sono intatti e disponibili all’utilizzo. Possono essere prelevati quando si vuole ed è possibile attivare sempre un piano di accumulo per approfittare di investimenti long term su determinate criptovalute. Attualmente il mercato crittografico, pur non riuscendo a risalire con una spinta sostenuta, è stabile.

Apri anche tu un conto su questo exchange e approfitta di tutte le opportunità che offre ai suoi utenti. Coinbase integra anche un Wallet Digitale proprietario sicuro ed efficiente. Inoltre, vanta un ottimo elenco di criptovalute disponibili all’acquisto. Una volta confermata la tua identità potrai scegliere di acquistare, vendere e detenere tutti gli asset digitali che vuoi.

Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 19 lug 2022
Link copiato negli appunti