Compra su internet, inquini di meno

Questo il senso di una ricerca svolta dal sito dello shopping volendo.com insieme al Politecnico di Torino. Diminuiscono i chilometri, ergo l'inquinamento


Torino – Potrà sembrare un’ovvietà ma in tempi così difficili per l’inquinamento atmosferico è utile ripeterlo: compiere acquisti online può non solo velocizzare le operazioni di acquisto ma anche ridurre l’inquinamento.

Quello che può apparire come un luogo comune o uno slogan è ora anche il risultato di una indagine che il sito dello shopping volendo.com ha condotto assieme al Consorzio Politecnico di Torino che ha studiato le abitudini dei clienti del sito.

In particolare, stando ad una nota diffusa ieri, è stato possibile verificare che nell’ambito dell’area urbana di Milano, per raggiungere il supermercato più vicino un campione statisticamente significativo composto da mille clienti dovrebbe percorrere in media km. 9,1 ogni settimana, per un totale di 149.367 km annui. Un veicolo di volendo.com addetto alle consegne percorre invece mediamente km 5,9 per ogni ordine, per un totale annuale di 96.842 km.

Secondo gli autori dell’indagine, effettuate per il Master in Trasporti e Mobilità Sostenibile del Politecnico, il conto è presto fatto: i chilometri risparmiati sono convertibili in minor numero di auto circolanti (circa -6.965 al mese), di conseguenza in minori emissioni di gas nocivi e di polveri sottili, traducibili anche nella diminuzione del flusso del traffico, del numero di incidenti e dell’occupazione del suolo.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Secondo voi perchè non lo fanno?
    Non lo faranno mai poichè è proprio dai cellulari rubati che le compagnie traggono parte del loro guadagno... del telefono senza sim non te ne fai nulla... con la sim spendi soldi... in più se ti rubano il cellulare te ne compri un'altro! o sbaglio?
  • Anonimo scrive:
    più craccabile di così!
    così adesso ti potranno anceh bloccare il cellulare a distanza...nessuno ha visto Nemico Pubblico qui intorno eh?
  • Anonimo scrive:
    Bloccare i telefonini rubati
    I commenti che ho letto non mi sembrano molto convinti sul fatto che bloccare l'IMEI sia utile oppure che funzioni. Tuttavia questo puo' essere il primo passo per arrivare, nel tempo, ad un sistema che renda veramente inutile rubare un telefono. I telefoni 3G,per esempio, avranno l'IMEI non modificabile. E quando saranno commercializzati sara' possibile bloccarli proprio xke entro quest'anno sara' attivata la black list nazionale. Notate che gli altri paesi, anche tra i piu' evoluti, non hanno questo servizio.
  • Anonimo scrive:
    Bloccare? IMEI?
    Ma quale bloccare, quale IMEI? Basterebbe un codice veramente (e sottolineo veramente) non modificabile e i cellulari potrebbero essere recuperati facilmente, cosa me ne frega se me lo rubano e poi lo bloccano! Io i soldi li ho persi ormai. Una volta preso il ladro (o l'acquirente) gli si fa fare 3 anni di galera e un giro per tutte le piazze d'Italia con la gogna al collo ed un cartello con scritto "Credevo di essere più furbo di quel tizio che lavora".So che mi darete del fascista ma sono incattivito perchè mi è successo, un regalo a cui tenevo molto tra le altre cose. Io proprio non sopporto queste "violenze".
    • Anonimo scrive:
      Re: Bloccare? IMEI?
      Sono d'accordo ..e il giro per le piazze a calci in ...
    • Anonimo scrive:
      Re: Bloccare? IMEI?

      Ma quale bloccare, quale IMEI? Basterebbe un
      codice veramente (e sottolineo veramente)
      non modificabile e i cellulari potrebbero
      essere recuperati facilmente, cosa me ne
      frega se me lo rubano e poi lo bloccano! Io
      i soldi li ho persi ormai. Una volta preso
      il ladro (o l'acquirente) gli si fa fare 3
      anni di galera e un giro per tutte le piazze
      d'Italia con la gogna al collo ed un
      cartello con scritto "Credevo di essere più
      furbo di quel tizio che lavora".

      So che mi darete del fascista ma sono
      incattivito perchè mi è successo, un regalo
      a cui tenevo molto tra le altre cose. Io
      proprio non sopporto queste "violenze".Ti capisco......ai tempi dei Romani a chi rubava veniva tagliata una mano. Bei tempi andati....Ma la gente non potrebbe lavorare ?
      • Anonimo scrive:
        Re: Bloccare? IMEI?
        Te lo dico io a cosa serve bloccare il telefono:che se TUTTI lo bloccassero, nessuno sarebbe cosi' cogli**e da rubartelo !!!!!!!!Invece, siccome devi andare dai carabinieri a fare la denuncia e ci perdi mezza giornata, allora te ne freghi e dici: "tanto ormai me l'hanno fregato e certo nessuno me lo riporterà indietro". Ehhhh, bella li'.Comunque quel chip xilinx è una idea del c***: infatti basta che chi te lo frega cambi subito la SIM card con una di un operatore DIFFERENTE che tutto diventa inutile: INFATTI I NOSTRI CARI GESTORI NON SI SONO ANCORA ACCORDATI CIRCA LO SCAMBIO DELLE INFORMAZIONI DEI TELEFONI RUBATI.In pratica se denunci a Tim il furto, questo sarà inutilizzabile soltanto sulla loro rete.Figuriamoci poi, e i ladri non sono cosi' stupidi, quando ci sarà un accordo EUROPEO !!Se ti frego il telefono, la prima cosa che faccio è di venderlo a mio cugino che fa il ricettatore in Francia........:) FBG
      • Anonimo scrive:
        Re: Bloccare? IMEI?
        Beh, in Iran la mano la tagliano ancora...Ma non per questo sono i più evoluti del mondo!
  • Anonimo scrive:
    altro fumo...e niente arrosto..
    ;-0)chip ri-programmabile ??? e soltanto dalla rete ???;-0)e servira soltanto a quello ??? mah il dubbio rimane...;-0)
    • Anonimo scrive:
      Re: altro fumo...e niente arrosto..
      - Scritto da: blah
      ;-0)
      chip ri-programmabile ??? e soltanto dalla
      rete ???
      ;-0)
      e servira soltanto a quello ???
      mah il dubbio rimane...
      ;-0)Se glieli chiedi educatamente, magari ti mandano i sorgenti in Verilog... ;-0)
      • Anonimo scrive:
        Re: altro fumo...e niente arrosto..

        Se glieli chiedi educatamente, magari ti
        mandano i sorgenti in Verilog... ;-0)il log della verita ???hahahah;-0) che fanno l'iniezione di siero al chip e il telefonino blattera tutte le cose di cui e a conoscenza ???;-0)
        • Anonimo scrive:
          Re: altro fumo...e niente arrosto..
          - Scritto da: blah

          Se glieli chiedi educatamente, magari ti

          mandano i sorgenti in Verilog... ;-0)
          il log della verita ???
          hahahah
          ;-0)
          che fanno l'iniezione di siero al chip e il
          telefonino blattera tutte le cose di cui e a
          conoscenza ???
          ;-0)ROFL è una buona interpretazione, infatti era una battuta ricorrente ai tempi dell'università :-)Verilog però nasce per motivi molto meno fantasiosi, è il linguaggio formale di verifica logica utilizzato per programmare i chip custom come ASIC, EPLD e compagnia bella, assieme a VHDL - che poi altri non è che il signor verilog hardware description language, cugino del primo ;-0)
          • Anonimo scrive:
            Re: altro fumo...e niente arrosto..

            ROFL è una buona interpretazione, infatti
            era una battuta ricorrente ai tempi
            dell'università :-);-0)lo so anch'io universitario...bhe una volta...ora finalmente mi sento un'adulto ;-0)hhihihihiihihhi
    • Anonimo scrive:
      Re: altro fumo...e niente arrosto..

      chip ri-programmabile ??? e soltanto dalla
      rete ???
      ;-0)
      e servira soltanto a quello ??? E a che altro potrebbe servire? Se pensi a spiate varie, non c'è alcun bisogno di chip specializzati per registrare tutto il traffico da e verso il tuo telefono, lo può fare la rete senza dispositivi particolari. Idem con patate dicasi per gli SMS spediti e ricevuti. L'unica cosa 'interessante' di un telefonino, che non viene mandata in rete, è la rubrica indirizzi, ma ritengo che sia ben poca cosa per giustificare un chip in grado di leggerla e di mandarla in rete. Qualunque cosa esso faccia, si tratta comunque di informazioni che devono essere a disposizione dei produttori di telefoni, il che significa che sono praticamente pubbliche.
      • Anonimo scrive:
        Re: altro fumo...e niente arrosto..

        E a che altro potrebbe servire? Se pensi a
        spiate varie, non c'è alcun bisogno di chip
        specializzati per registrare tutto il
        traffico da e verso il tuo telefono, lo può
        fare la rete senza dispositivi particolari.;-0)lo so...pero piu chip ci sono piu mi vengono dei dubbi...technicamente un cellulare non e tanto complicato...;-0)
Chiudi i commenti