Criptovalute, come guadagnare con lo Staking grazie a Cryptosmart

Cryptosmart: come guadagnare dallo staking delle crypto

Cryptosmart annuncia una nuova importante opportunità per i risparmiatori che investono in criptovalute: una rendita sul wallet basata sullo staking.
Cryptosmart annuncia una nuova importante opportunità per i risparmiatori che investono in criptovalute: una rendita sul wallet basata sullo staking.

Cryptosmart, exchange al 100% italiano, porta nel nostro Paese un nuovo modo di investire e di costruire una rendita a partire dalle criptovalute. Il gruppo ha infatti annunciato il lancio di un servizio che “offre agli utenti la possibilità di ricevere nuove criptovalute dalla blockchain, partecipare alla produzione e convalida di nuovi blocchi della blockchain, garantire la sua efficienza e sicurezza“. Questo tipo di processo prende il nome di “staking” e rappresenta una importante novità nel modo di intendere gli investimenti in criptovaluta.

La spiegazione tecnica del servizio è quella fornita dalla stessa Cryptosmart:

Cryptosmart, per conto dell’utente, attraverso l’elevato livello di conoscenze tecniche e la propria componentistica tecnologica, si occupa di gestire i nodi delle blockchain nella maniera più efficiente per massimizzare la produzione e convalida dei blocchi. Infatti, ai nodi delle blockchain PoS (Proof-of-stake) che propongono e convalidano correttamente un blocco, è assegnato un “premio” direttamente dalla blockchain.

Staking con Cryptosmart

La funzione dello staking, insomma, è parallela e complementare a quella del mining: sulla blockchain si viene ad avere potenziale ruolo attivo e nel caso in cui si venga selezionati si ottiene il “premio” previsto. Il rendimento può andare da 4 al 12%, consentendo così di ricevere un interesse in criptovalute che accresce il proprio portafoglio nel tempo.

Cryptosmart, rendita crypto da staking

Dal punto di vista dell’investitore, il quale non ha necessariamente a disposizione tutte le competenze necessarie in tema di Blockchain per capire cosa significhi quanto sottostante al tema dello staking, questo meccanismo potrebbe essere essere percepito come molto simile a quello dei “Pronti Contro Termine” o dei depositi bancari vincolati. La natura è tuttavia di per sé molto diversa, poiché in ballo non c’è soltanto un valore intrinseco, ma una dinamica di convalida dei blocchi che va a premiare quanti congelano parte o tutte le proprie criptovalute condividendo il vantaggio relativo per ottenerne una rendita passiva.

Guadagni con lo staking

Con Cryptosmart, ad esempio, sarà possibile mettere a staking Ethereum (ETH), Cardano (ADA) e Polkadot (DOT), aprendo così di fatto alla possibilità di ricevere un ammontare annuo in criptovalute direttamente dalla blockchain. Si tratta di un vero e proprio rimborso, tale da creare una rendita netta da somme depositate su un wallet che si vuol riscattare soltanto nel medio/lungo periodo. La rendita possibile può essere anche decisamente elevata e maggiore sarà il quantitativo di valuta messo a staking, maggiore sarà la possibilità di ottenere ricompense: “Il totale delle nuove criptovalute viene suddiviso proporzionalmente allo stake di ciascun partecipante che ha tenuto vincolata la criptovaluta tutta la settimana“.

Spiega Alessandro Frizzoni, Fondatore di Cryptosmart:

La nostra piattaforma è in continua evoluzione e l’ultima novità che abbiamo proposto è quella dello staking, un nuovo servizio che permette ai nostri utenti di incrementare le proprie criptovalute mettendole a staking utilizzandole per la produzione e validazione dei blocchi della blockchain. Questo rappresenta un’importante innovazione nel panorama italiano delle criptovalute: da sempre, infatti, siamo impegnati nella ricerca di sistemi innovativi a servizio delle persone comuni.

Staking con Cryptosmart

Ancora una volta, dunque, Cryptosmart si distingue sul panorama italiano come exchange d’avanguardia per rappresentare nel modo più completo possibile l’intero ventaglio di opportunità che fronte crypto mette a disposizione. In questo caso l’apertura ad uno staking gestito consente di ampliare notevolmente il concetto stesso di criptovaluta, la quale può essere intesa non soltanto in senso speculativo, ma anche in ottica di lunga gittata come prospetto di risparmio gestito.

A differenza di quanto si opera tradizionalmente in ambito bancario, in questo caso non si è però di fronte ad un premio di natura finanziaria: quanto ricavato dallo staking deriva direttamente da ricompense di blockchain. Una ricompensa passiva, insomma, a fronte di una scelta attiva che il sistema riconosce e premia.

Con l’avvento del Proof of Stake (PoS) possedendo criptovalute puoi partecipare alla produzione e validazione di nuovi blocchi della blockchain e garantire la sua sicurezza. Grazie allo Staking potrai sentirti un vero e proprio “miner” di criptovalute utilizzando la piattaforma informatica di Cryptosmart per la gestione delle operazioni tecniche dell’attività di Staking

Il servizio è pensato in particolare per “holder”, investitori con prospettive di lungo termine che nutrono fiducia sul fronte crypto e non intendono cedere alla volatilità. Gli “interessi” sono versati settimanalmente sulla base dei benefici apportati alla blockchain grazie alla messa in staking dei propri cryptoasset. In qualsiasi momento è possibile cambiare lo status del proprio wallet per poterne nuovamente disporre liberamente.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 14 mar 2022
Link copiato negli appunti