Defacer colpiscono duro Phpbb.com

Il sito del celebre forum open source al momento lavora a scartamento ridotto dopoché dei cracker forse brasiliani hanno effettuato una incursione sulle sue pagine
Il sito del celebre forum open source al momento lavora a scartamento ridotto dopoché dei cracker forse brasiliani hanno effettuato una incursione sulle sue pagine

Roma – Con un annuncio sconsolato pubblicato sulla loro home page, i gestori di uno dei più celebri forum open source, Phpbb.com , hanno confermato che il sito è caduto vittima di un pesante attacco ad opera di uno o più cracker col gusto del defacing. Un attacco che sembra avere motivazioni politiche, avendo lasciato sulla home page del sito una irriverente foto rimaneggiata di George W. Bush (vedi sotto una riproduzione) e una lunga rivendicazione.

I gestori del sito spiegano che non sono state le tecnologie phpbb.com ad aver consentito l’accesso non autorizzato ma il software di terze parti che era utilizzato dal sito, AWStat, sebbene non venga specificato né quale né in che modo è stato compromesso. Phpbb.com sottolinea che gli stessi autori dell’attacco hanno colpito anche altri siti e in tutti i casi AWStat sarebbe stato violato per accedere.

“Stiamo lavorando – spiegano – per recuperare il server ma questo potrebbe richiedere del tempo. Nel frattempo gli utenti possono utilizzare la board di sviluppo su area51.phpbb.com per ricevere supporto relativo a phpBB 2.0.x”. E rimangono attivi anche i canali IRC utilizzati dagli sviluppatori.

“Ci scusiamo per qualsiasi problema che questo possa causare ai nostri utenti – scrivono ancora i gestori – Prendiamo naturalmente molto seriamente il grande supporto che ci arriva dalla comunità phpBB. Faremo del nostro meglio per ritornare alla normalità il prima possibile”.

La foto lasciata dai defacer Sul forum di vbullettin si parla della cosa ed è anche riportato il testo in portoghese che era stato lasciato sulla home page del sito dai defacer della “Simiens Crew” subito dopo l’attacco, posizionato sotto la foto e sovrastato da un titolo “Per un mondo migliore”. Come si legge anche sul mirror mantenuto da Zone-h, i cracker sembrano prendersela con una mancata forte reazione alle politiche internazionali degli Stati Uniti.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

07 02 2005
Link copiato negli appunti