Dell e HTC al lavoro per un netbook Android?

Alcune indiscrezioni sostengono che i due produttori, veri e propri pezzi grossi dei rispettivi campi, lavorerebbero ad ultraportatili con l'OS di Mountain View

Roma – Tra le aziende che, secondo le più recenti indiscrezioni, stanno lavorando a un netbook Android-based vi sarebbero anche Dell e HTC. In entrambi i casi una tale mossa non desterebbe grande sorpresa: Dell è infatti uno dei maggiori produttori di laptop a livello globale, mentre HTC è colei che ha firmato la prima linea di smartphone al mondo con sistema operativo prodotto da Google.

L’ipotesi che Dell stia preparandosi a lanciare un mini laptop Android nasce da un comunicato stampa di Bsquare, società specializzata nello sviluppo di software per dispositivi mobili. In tale comunicato la società rivela di essere al lavoro sul port di Flash Lite 3.17 “per i netbook di Dell su cui gira la piattaforma Android”. Dal momento che, ad oggi, il produttore texano non ha annunciato alcun netbook con Android, Bsquare si è probabilmente lasciata sfuggire – più o meno involontariamente – un’informazione riservata.

Nel momento in cui si scrive Dell non ha commentato l’indiscrezione: dunque niente conferme ma neppure alcuna smentita.

Se il secondo maggior produttore al mondo di PC dovesse salire sul carro di Android, per Google e l’Open Handset Alliance si tratterebbe indubbiamente di un bel colpaccio. Nel recente passato anche HP ha mostrato interesse verso Android, ma fino ad oggi non ha ancora annunciato alcun prodotto basato su questa piattaforma.

L’indiscrezione relativa ad HTC proviene invece dal blog TMOtoday.com , che in questo post afferma che il celebre produttore taiwanese di smartphone sta sviluppando, insieme al carrier americano T-Mobile, un netbook basato sull’OS di Mountain View. Secondo la fonte, rimasta anonima, il portatilino di HTC integrerà un modem 3G e sarà annunciato entro la fine dell’anno.

Sebbene il suo marchio sia legato soprattutto a smartphone e PDA, in passato HTC ha prodotto anche UMPC, come ad esempio l’ HTC Shift : quest’ultimo ha un display da 7 pollici, una tastiera QWERTY, connettività 3G/WiFi e Windows Vista come sistema operativo. Tali caratteristiche potrebbero non discostarsi poi molto da quelle di un eventuale netbook Android-based. Nel progettare un tale prodotto HTC potrebbe sfruttare la grande esperienza maturata nel settore delle architetture ARM, le uniche attualmente supportate da Android, e nella progettazione dei primi smartphone Android-based del mercato.

C’è chi afferma che HTC potrebbe presentare il proprio netbook già in occasione della fiera taiwanese Computex, in programma dal 2 al 6 giugno.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti