Digitale terrestre: il Bonus TV si è quasi esaurito, ecco la data limite

Digitale terrestre: il Bonus TV si è quasi esaurito, ecco la data limite

Il Bonus TV del nuovo digitale terrestre si sta esaurendo e il Ministero delle Imprese e del Made in Italy ha già annunciato la data limite.
Il Bonus TV del nuovo digitale terrestre si sta esaurendo e il Ministero delle Imprese e del Made in Italy ha già annunciato la data limite.

Il Bonus TV dedicato all’arrivo del nuovo digitale terrestre sta arrivando alla sua fine. Ultime battute quindi per quei fondi destinati all’acquisto di decoder o televisori compatibili con il prossimo standard trasmissivo DVB-T2. Ma non è tutto. Infatti ci sono ulteriori aggiornamenti in merito.

Il nuovo Ministero delle Imprese e del Made in Italy (già Ministero dello Sviluppo Economico) ha annunciato anche la data limite entro la quale è possibile richiederlo. In un recente comunicato, pubblicato sul sito ufficiale alla sezione dedicata a questo passaggio epocale, ha spiegato tutto:

Per usufruire dei Bonus TV erogati dal Ministero delle Imprese e del Made in Italy, al fine di agevolare la sostituzione di TV e decoder non compatibili con i nuovi standard di trasmissione, c’è tempo fino al prossimo 12 novembre.

Su Amazon si trovano tantissime soluzioni molto economiche per trasformare un vecchio televisore in un apparecchio compatibile al digitale terrestre di nuova generazione. Noi ti consigliamo il Decoder DVB-T2 Fenner in offerta a soli 22,99 euro, invece di 29,99 euro.

decoder-digitale-terrestre-fenner-amazon

Digitale terrestre: non c’è più futuro per il Bonus TV

Per ora sembra non esserci più futuro per i Bonus TV Decoder e Rottamazione erogati dall’ex Ministero dello Sviluppo Economico. L’attuale Ministero delle Imprese e del Made in Italy ha stabilito che il 12 novembre 2022 sarà il termine ultimo per ottenere uno sconto sull’acquisto di decoder e televisori compatibili al nuovo digitale terrestre:

Dalle ore 23:59 del giorno 12 novembre, infatti, la piattaforma messa a disposizione dall’Agenzia delle Entrate per ricevere l’autorizzazione al rilascio dei due bonus (passaggio obbligatorio per ogni esercente prima di procedere alla vendita) non sarà più attiva.

Secondo quanto dichiarato, resta comunque “ancora attivo il Bonus Decoder a Domicilio che prevede la fornitura, in collaborazione con Poste Italiane, di un decoder a casa ai cittadini di età pari o superiore ai 70 anni“. Nondimeno, il Ministro Adolfo Urso ha lasciato aperta una speranza:

Abbiamo richiesto al MEF il rifinanziamento della misura. Questo perché riteniamo indispensabile assicurare ai cittadini la continuità di uno strumento che ha funzionato per agevolare questo delicato passaggio tecnologico.

Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione. Le offerte potrebbero subire variazioni di prezzo dopo la pubblicazione.

Fonte: MISE
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 12 nov 2022
Link copiato negli appunti