Digitale terrestre, continua il refarming: chi deve risintonizzare i canali

Digitale terrestre, continua il refarming: chi deve risintonizzare i canali

Prosegue il processo di refarming delle frequenze del digitale terrestre in molte Regioni d'Italia: ecco chi deve risintonizzare i canali.
Prosegue il processo di refarming delle frequenze del digitale terrestre in molte Regioni d'Italia: ecco chi deve risintonizzare i canali.

In molte Regioni d’Italia, per tappe, sta proseguendo il processo di refarming delle frequenze del digitale terrestre. Come più volte detto, questo programma prevede il rilascio della banda 700 per spostarsi sulla sub 700, compatibile con la nuova tecnologia DVB-T2.

Questo passaggio comporta alcune modifiche sulla capacità degli apparecchi con sintonizzatore TV di ricevere i canali del digitale terrestre. Ecco perché, nelle zone in cui si sta approntando la riorganizzazione delle frequenze, i cittadini sono obbligati a eseguire la risintonizzazione dei canali.

Al momento il refarming è attivo in alcune Regioni d’Italia. Scopriamo quindi chi, nei prossimi giorni, dovrà prestare attenzione all’avanzamento dei lavori ed eseguire la risintonizzazione dei canali per non perdere le trasmissioni in chiaro delle emittenti nazionali e regionali.

Digitale terrestre: il refarming ora è in Calabria

Da martedì 12 aprile 2022 il processo di refarming del digitale terrestre si è spostato in Calabria. Questa Regione è ora impegnata nel riorganizzare le frequenze precedentemente utilizzate per il broadcasting radiotelevisivo.

Infatti, tutte le emittenti, sia nazionali che regionali, dovranno adeguarsi alla nuova tecnologia spostandosi dalla banda 700 alla sub 700. Si tratta di un passaggio obbligato dato che solo quest’ultima è compatibile con il DVB-T2.

Questo lavoro procederà per tappe a seconda delle Province toccate dal refarming e proseguirà fino a terminare il prossimo 3 maggio 2022. Nel frattempo, cosa devono fare i cittadini che risiedono in questa Regione?

Per prima cosa non dovranno spaventarsi se in alcune occasioni ci saranno alcuni problemi di ricezione delle trasmissioni televisive. Si tratta di normali disagi dovuti proprio al passaggio delle frequenze. Inoltre, sarà necessario mettere in pratica i consigli spiegati dal Ministero dello Sviluppo Economico:

I telespettatori, nella data prevista per le operazioni di refarming nel proprio Comune, dovranno effettuare la procedura di risintonizzazione dei canali che consente di agganciare le nuove frequenze e, quindi, di continuare a vedere l’intera offerta televisiva.

Ricordiamo, inoltre, che le programmazioni regionali della Rai in Calabria saranno disponibili alla numerazione 822 del telecomando al canale Rai 3 TGR. Nel frattempo prosegue il processo di refarming del digitale terrestre anche in Puglia che terminerà tra pochi giorni, il 20 aprile 2022.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 17 apr 2022
Link copiato negli appunti