Download/ RadioP2P e tanti editor HTML

Farsi un sito Html con i giusti strumenti, ascoltando qualche Radio P2P in piena legalità











Dall’archivio di Punto Informatico Download, per chi mangia pane e HTML a colazione:

Matrix Y2k

AceHTML

Selida

AlleyCode

Webniac

Xsite

Web-O-Rama

PsPad

HTML-Kit

1st Page

Arachnophilia

a cura di Punto Informatico Download

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Re: NO AL DRM!
    - Scritto da: Anonimo

    mai usato quello della Sony?

    no.avresti un buon esempio di sistema di controllo ignobile

    le dimensioni sono le stesse: l'iPod

    è un pelo più lungo, ma

    è più sottile. Il volume

    totale è minore nell'iPod, e

    presumibilmente anche il peso (non trovo

    quello delllo Zen). Ok per l'autonomia, ma

    quella dipende anche dall'uso, e cmq 8 ore

    sono più che sufficienti

    il fatto che siano sufficienti per te non
    significa che lo siano per tutti. (ti ho
    citato)Sono sufficeinti per un normale utilizzo. Se tu ascolti musica in cuffia per più di 8 ore al giorno, scegliti un altro lettore.

    E soprattutto, Apple ha creduto per prima in

    questo tipo di mercato, ha investito tempo e

    denaro per realizzare un sistema iPod-iTMS,

    ed è giusto che ne tragga tutti i

    vantaggi... troppo facile arrivare dopo e

    limitarsi a copiare

    trarne i vantaggi è sacrosanto, ma se
    dalla posizione dominante si passa all'abusoe dove starebbe l'abuso di Apple?
    di posizione dominante finisce nella stessa
    maniera di ms, anche ms ha creduto che
    integrare il wmp con il drm fosse una buona
    cosa, ma in virtù della posizione
    dominante è finita sotto processo per
    abuso...se ci pensi il caso di apple non
    è molto differente.E' faciel fare di tutta l'erba un fascio... ma non per niente ugualebye
  • Anonimo scrive:
    Re: NO AL DRM!

    il fatto che siano secondarie per te non
    significa che lo siano per tutti.ognuno esprime la mia opinione, questa è la mia.
    inoltre
    l'ascoltare musica comprata su iTMS, per me,
    è una features indispensabile. leggi fino in fondo e vedrasi che ne tengo conto...

    ma lo zen costa in media 80Euro in meno,

    A ma pare che lo Zen micro costi tanto
    quanto un iPod mini, o poco meno in base a
    certe offertela versione micro si, costa esattamente come l'iPod mini, ma ha più features, la versione normale Zen Touch 20GB costa anche 100? in meno dell'Ipod 20GB
    mai usato quello della Sony?no.
    dipende da cosa ci devi fare... per me
    inoltre è molto utile l'agenda
    dell'iPodio invece non me ne farei nulla, ho già quella del mio smartphone...

    Se si passa poi a iPod mini vs Zen

    Micro, il prezzo è uguale

    appunto!!!

    ma Creative

    offre maggiore autonomia e minori

    dimensioni...

    le dimensioni sono le stesse: l'iPod
    è un pelo più lungo, ma
    è più sottile. Il volume
    totale è minore nell'iPod, e
    presumibilmente anche il peso (non trovo
    quello delllo Zen). Ok per l'autonomia, ma
    quella dipende anche dall'uso, e cmq 8 ore
    sono più che sufficientiil fatto che siano sufficienti per te non significa che lo siano per tutti. (ti ho citato)

    se poi andiamo sulle chiavette

    tipo iShuffle a quel punto le differenze

    diventano veramente minime, Apple
    vincerebbe

    solo in virtù del rapporto

    prezzo/capienza. Ovviamente tutte queste

    valutazione sono fatte in un ottica che

    preveda l'aac anche sui player
    concorrenti,

    per ora l'integrazione dei soli player
    Apple

    con iTunes è indubbiamente un
    valore

    aggiunto che può essere
    determinante.

    AppuntoAppunto, se magari leggi tutto poi capisci meglio
    E soprattutto, Apple ha creduto per prima in
    questo tipo di mercato, ha investito tempo e
    denaro per realizzare un sistema iPod-iTMS,
    ed è giusto che ne tragga tutti i
    vantaggi... troppo facile arrivare dopo e
    limitarsi a copiaretrarne i vantaggi è sacrosanto, ma se dalla posizione dominante si passa all'abuso di posizione dominante finisce nella stessa maniera di ms, anche ms ha creduto che integrare il wmp con il drm fosse una buona cosa, ma in virtù della posizione dominante è finita sotto processo per abuso...se ci pensi il caso di apple non è molto differente.
  • Anonimo scrive:
    Re: NO AL DRM!
    - Scritto da: Anonimo
    Non sono d'accordo, se si confrontano iPod
    contro Zen, l'iPod ha più features
    (tutte secondarie),il fatto che siano secondarie per te non significa che lo siano per tutti. inoltre l'ascoltare musica comprata su iTMS, per me, è una features indispensabile.
    ma lo zen costa in media 80Euro in meno,A ma pare che lo Zen micro costi tanto quanto un iPod mini, o poco meno in base a certe offerte
    una cifra ragguardevole
    soprattutto in considerazione del fatto che
    è l'Ipod ha si un ottima ergonomia ma
    quella degli altri non può essere
    liquidata come "handicappata",mai usato quello della Sony?
    ed anche
    l'utilizzo come hd esterno non è di
    certo una funzione primaria di un player
    mp3.dipende da cosa ci devi fare... per me inoltre è molto utile l'agenda dell'iPod
    Se si passa poi a iPod mini vs Zen
    Micro, il prezzo è ugualeappunto!!!
    ma Creative
    offre maggiore autonomia e minori
    dimensioni...le dimensioni sono le stesse: l'iPod è un pelo più lungo, ma è più sottile. Il volume totale è minore nell'iPod, e presumibilmente anche il peso (non trovo quello delllo Zen). Ok per l'autonomia, ma quella dipende anche dall'uso, e cmq 8 ore sono più che sufficienti
    se poi andiamo sulle chiavette
    tipo iShuffle a quel punto le differenze
    diventano veramente minime, Apple vincerebbe
    solo in virtù del rapporto
    prezzo/capienza. Ovviamente tutte queste
    valutazione sono fatte in un ottica che
    preveda l'aac anche sui player concorrenti,
    per ora l'integrazione dei soli player Apple
    con iTunes è indubbiamente un valore
    aggiunto che può essere determinante.Appunto

    Secondo me le quote di mercato che ipod

    perderebbe con un altro player aac-compliant

    sarebbero pochine.

    Io invece credo che specialmente sui mercati
    esteri, dove iTunes vende molto, per Apple
    sarebbe una mazzata, E soprattutto, Apple ha creduto per prima in questo tipo di mercato, ha investito tempo e denaro per realizzare un sistema iPod-iTMS, ed è giusto che ne tragga tutti i vantaggi... troppo facile arrivare dopo e limitarsi a copiarebye
  • Anonimo scrive:
    Re: NO AL DRM!
    - Scritto da: jokanaan

    Abuso di cosa?

    Il DRM non è né un'invenzione di Apple,

    e allora? chi usa armi mica le ha inventate!Guarda che l'unico modo per vendere online è usare DRM... la vuoi capire o no? (anche se hai abbandonato l'altro ramo del thread).No DRM = no musica online = una scelta in meno

    né un'imposizione di Apple,
    sì. O compri coi DRM, da Apple, o ti
    attacchiFalso: ci sono altri negozi di musica online... ovviamente (per quanto detto prima) tutti hanno una propria gestione di DRM

    né una prerogativa di Apple.
    con la peculiarità che non esiste
    lettore non apple che supporti i drm appleQuindi?Tu pensi che il DRM usato da MS sia usufruibile su tutti i sistemi? Te l'ho già ripetuto un sacco di volte, ma tu sei proprio "de coccio": se non ti sta bene il DRM di Apple, compra pure altrove!!! compra da MSN, compra da Sony, compra da chi cavolo vuoi!!!

    Inoltre il DRM di Apple è il meno

    restrittivo possibile, quindi se

    ritieni che

    ci sono abusi, guarda pure altrove.

    non è vero. Si può dire tutto
    il male del mondo del formato wma. Ma non si
    può negare che questo formato
    è supportato da un parco hw molto
    molto più grande.A parte il fatto che l'iPod rappresenta il 90% dei lettori basati su HD, nonché il 65% del mercato totale dei lettori (destinato ad aumentare, visto che con Shuffle è appena sbarcata nel settore flash), mi spighi cosa c'entra la limitazione del DRM con il parco hw supporato?Inoltre, con iTunes posso usufruire di quello che compro su iTMS con ogni computer esistente, cosa non valida per molte vendite "riservate" a chi utilizza Windows
    E soprattutto, MS
    non possiede un suo lettore mp3,...ma ti assicuro che gli piacerebbe tanto......peccato (per lei) che stavolta abbia sbagliato tempi e previsioni...
    ma anche se lo possedesse,
    sarebbe in concorrenza con
    gli altri che supportano wmaROTFL...
    quindi: ci sono abusi, non si consente al
    possessore di hw non apple di comprare dallo
    store apple.Bugia!!!iTunes esiste anche per Windows: puoi comprare, ascoltare su 5 computer Windows contemporaneamnte, condividere l'ascolto dei brani acquistati in LAN, masterizzare tutti i CD che vuoi. Tutto questo senza alcun hardware Apple.
    poche storie. L'avesse fatto ms l'avrebbero
    squartata in quattro!Smettila di fare il buffone, di dire fregnacce, e di supporre cose campate in aria.

    iTMS è una scelta: se ti sta bene la

    scegli, se non ti sta bene ti rivolgi

    altrove, ma il DRM lo troverai sempre e

    comunque.



    bye

    le leggi antitrust non le ho inventate io ;)E cosa c'entra?Apple non impedisce a nessun'altro di vendere musica, e consente a tutti di acquistare musica.Guardati piuttosto come funzionano i DRM di MS o quello di Sony (o, più in piccolo, quelli della musica venduta da Alice o da Mediaword, o da altre piccole realtà Windows-centriche)Bye
  • Solvalou scrive:
    Magnatune.com
    E' un'altra casa discografica che distribuisce mp3 senza drm di musica indipendente, per gli artisti c'e' un contratto non esclusivo.
  • jokanaan scrive:
    Re: NO AL DRM!
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: jokanaan


    quindi ci dobbiamo aspettare processi ai

    danni di apple per abuso di posizione

    dominante, nevvero?

    Abuso di cosa?
    Il DRM non è né un'invenzione
    di Apple,e allora? chi usa armi mica le ha inventate!
    né un'imposizione di Apple,sì. O compri coi DRM, da Apple, o ti attacchi
    né una prerogativa di Apple.con la peculiarità che non esiste lettore non apple che supporti i drm apple
    Inoltre il DRM di Apple è il meno
    restrittivo possibile, quindi se ritieni che
    ci sono abusi, guarda pure altrove.non è vero. Si può dire tutto il male del mondo del formato wma. Ma non si può negare che questo formato è supportato da un parco hw molto molto più grande. E soprattutto, MS non possiede un suo lettore mp3, ma anche se lo possedesse, sarebbe in concorrenza con gli altri che supportano wmaquindi: ci sono abusi, non si consente al possessore di hw non apple di comprare dallo store apple.poche storie. L'avesse fatto ms l'avrebbero squartata in quattro!
    iTMS è una scelta: se ti sta bene la
    scegli, se non ti sta bene ti rivolgi
    altrove, ma il DRM lo troverai sempre e
    comunque.

    byele leggi antitrust non le ho inventate io ;)
  • Anonimo scrive:
    Re: NO AL DRM!
    - Scritto da: jokanaan
    quindi ci dobbiamo aspettare processi ai
    danni di apple per abuso di posizione
    dominante, nevvero?Abuso di cosa?Il DRM non è né un'invenzione di Apple, né un'imposizione di Apple, né una prerogativa di Apple.Inoltre il DRM di Apple è il meno restrittivo possibile, quindi se ritieni che ci sono abusi, guarda pure altrove.iTMS è una scelta: se ti sta bene la scegli, se non ti sta bene ti rivolgi altrove, ma il DRM lo troverai sempre e comunque.bye
  • Anonimo scrive:
    Re: NO AL DRM!

    quindi, riassumendo: Apple vince come
    funzioni ed ergonomia nella fascia alta del
    mercato, dove conta meno il prezzo, e
    infatti Apple costa un po' di più.no, il prezzo conta eccome...se per prendere un iPod 20GB devo spendere 340?, mentre prendendo un Zen Touch 20GB ne spendo 240 direi che la differenza c'è eccome.
    e Apple vince nella fascia bassa, come
    rapporto Q/P, proprio nella fascia dove il
    prezzo conta di più.no anche qui, se confronti iPod Mini contro Zen Micro ti accorgerai che il secondo è più piccolo, ha più autonomia, ha un 1GB in più nonché radio FM e registratore vocale...direi che l'iPod ne esce con le ossa rotte.
    In effetti, l'unico concorrente di cui Apple
    si deve preoocupare, è che lo Shuffle
    facca troppa concorrenza al Mini, che costa
    molto di più e non è poi
    così *tanto* diverso. l'iShuffle è una chiavetta usb con funzioni di riproduzione, l'iPod mini è un player mp3 con hd da 4Gb display, ecc. direi che le differenze sono sostanziali.
  • sinadex scrive:
    Re: NO AL DRM!
    - Scritto da: higgybaby
    vogliamo iniziare a parlare anche dell'iva
    sulla musica che è 5 volte più
    altra rispetto a quella applicata sui libri?i libri però posso prenderli in biblioteca, leggerli e poi restituirli
  • jokanaan scrive:
    Re: L'unica soluzione è il formato OGG
    - Scritto da: KrecKer

    Ora, una notizia sbalorditiva che non

    è stata raccolta da quasi
    nessuno:

    MPC è diventato opensource da un
    bel

    po'!

    The decoder is open source, but the encoder
    is proprietary (tho currently free).

    Ciaoah.==================================Modificato dall'autore il 06/02/2005 5.43.05
  • jokanaan scrive:
    Re: NO AL DRM!
    ci siamo capiti al volo a quanto vedo ;)- Scritto da: Anonimo


    Allora le tue amichette majors, prima di

    chiudere il rubinetto a chi tenta di
    dare

    forza alle indies, dovranno fallire.

    mi sono sempre chiesto se la major non
    facciano la guerra al P2P per un secondo
    motivo, che è ancora più
    preoccupante per loro della pirateria:
    cioè perdere il controllo su cosa
    viene e cosa NON viene pubblicato, e quindi,
    fondamentalmente, scoprire di essere
    inutili.

    Il mestiere del musicista è uno dei
    più antichi esistenti, le case
    discografiche ci sono solo da circa 100
    anni. E si è scritta, suonata e
    rappresentata musica per secoli, anche prima
    di loro. E Mozart si ascolta e si suona
    ancora oggi, ve la immaginate Britney
    ascoltata tra 200 anni ? Ma MANCO FRA 10!!!!

    A che servono le case discografiche, se non
    a convicerti, con il loro marketing, a
    comprare un prodotto altrimenti scadente ?
    Ripeto: prima delle case discografiche,
    siamo arrivati a Mozart e Beethoven. Oggi,
    abbiamo Britney... Grazie.
  • Anonimo scrive:
    Re: Si, si , si
    - Scritto da: Anonimo
    Il mio player non supporta nessun DRM,
    perché devo essere obbligato a
    seguire questa insulsa corsa al continuo
    cambiamento di device che non mi danno nulla
    in cambio?appunto. il tuo player e, quindi, inferiore. Il supportare un DRM è una cosa un PIU' di un player, non in meno. Avresti ragione se l'iPod sopportasse SOLO canzoni in DRM, allora sarebbe limitante.E poi, vorrei capire cosa vuol dire la frase "corsa al continuo cambiamento di device". Il continuo cambiamento di device lo stanno facendo gli *altri*, fondamentalmente a seconda di quando decidono di avere il coraggio o meno di prostrarsi alla Microsoft, cosa che nessuno fa volentieri, ma tutto si tenta, pur di vendere qualcosa in momenti di crisi...l'iPod supporta sempre lo stesso DRM sin da quando è uscito, il sito iTMS anche, e abbiamo avuto fino ad ora 4 generazioni di iPod normale, la 5a è il Photo, l'iPod Mini e quello Shuffle, e tutti funzionano allo stesso modo, e se uno ha acquistato molte canzoni da iTMS, le ha continuate ad usare pure se avesse cambiato modello di iPod ogni volta che ne usciva uno nuovo.Se volevi dire che, a causa della chiarezza di idee di Apple, si nota DI PIU' la confusione che regna negli *altri*, che ogni giorno cambiano strategia perchè non sanno proprio da che parte cominciare a rubare quote di mercato ad Apple, sono d'accordo.
  • Anonimo scrive:
    Re: Grande Robertson, e' la strada giust
    - Scritto da: Anonimo
    A parte ovviamente Sony, che con una mossa
    strategica passata quasi inosservata, ha
    appoggiato il protocollo mp3 nel psp,
    proprio per opporsi al predominio microsoft
    con il suo DRM.Illusion. La Sony deve recuperare tutto il tempo perso a giocare con l'inutile ATRAC, e così si è trovata la Apple davanti. Loro, i geni della musica, la major multimediale hardware+cinema+musica...si sono fatti fregare ( oltre che da soli ) da uno che non è del settore. Figuraccia, per la casa del Walkman.E' OVVIO che ora devono far finta di fare gli "aperti agli standard". Quando si è indietro, l'unico modo è appoggiare gli standard.Ma non ti preoccupare, che se per sbaglio dovessero risalire, tireranno di nuovo fuori qualche strano sistema proprietario dei loro, tipo Betamax, DAT, ATRAC, SACD. La Sony, se gli dai un dito, ti prende la mano, il piede, e tutto il resto...
  • Anonimo scrive:
    Re: NO AL DRM!

    Allora le tue amichette majors, prima di
    chiudere il rubinetto a chi tenta di dare
    forza alle indies, dovranno fallire. mi sono sempre chiesto se la major non facciano la guerra al P2P per un secondo motivo, che è ancora più preoccupante per loro della pirateria: cioè perdere il controllo su cosa viene e cosa NON viene pubblicato, e quindi, fondamentalmente, scoprire di essere inutili.Il mestiere del musicista è uno dei più antichi esistenti, le case discografiche ci sono solo da circa 100 anni. E si è scritta, suonata e rappresentata musica per secoli, anche prima di loro. E Mozart si ascolta e si suona ancora oggi, ve la immaginate Britney ascoltata tra 200 anni ? Ma MANCO FRA 10!!!!A che servono le case discografiche, se non a convicerti, con il loro marketing, a comprare un prodotto altrimenti scadente ? Ripeto: prima delle case discografiche, siamo arrivati a Mozart e Beethoven. Oggi, abbiamo Britney... Grazie.
  • Anonimo scrive:
    Re: NO AL DRM!
    - Scritto da: Anonimo
    ed anche
    l'utilizzo come hd esterno non è di
    certo una funzione primaria di un player
    mp3. lo è in un player di fascia alta con HD da 40 o 60. Ridicolo ed assurdo non poterlo usare con HD, con quello che costa.
    se poi andiamo sulle chiavette
    tipo iShuffle a quel punto le differenze
    diventano veramente minime, Apple vincerebbe
    solo in virtù del rapporto
    prezzo/capienza.quindi, riassumendo: Apple vince come funzioni ed ergonomia nella fascia alta del mercato, dove conta meno il prezzo, e infatti Apple costa un po' di più.e Apple vince nella fascia bassa, come rapporto Q/P, proprio nella fascia dove il prezzo conta di più.In effetti, l'unico concorrente di cui Apple si deve preoocupare, è che lo Shuffle facca troppa concorrenza al Mini, che costa molto di più e non è poi così *tanto* diverso. Voglio dire: se devo prendere un giocattolo economico e leggero, meglio lo Shuffle. Se voglio una cosa seria, per tenere tutta la collezione musicale, meglio l'iPod vero, il Mini è troppo piccolo per quel compito.
  • Anonimo scrive:
    Re: NO AL DRM!
    - Scritto da: Anonimo
    ve lo dice un grande
    fan della mela, che però ha calcolato
    che, per colpa del DRM, la musica
    acquisterebbe da itunes shop è
    inevitabilmente destinata a diventare
    inutilizzabile nel giro di alcuni anni.sei un fan della mela, e non hai capito come funziona il DRM della Apple ?http://docs.info.apple.com/article.html?artnum=93014a parte il fatto che potresti, per assurdo, aggiornare il computer 5 volte senza avere problemi, visto che una canzone DRM Apple funziona su 5 computer alla volta, e comunque, come vedi nella spiegazione, puoi benissimo rimuovere un computer dal gruppo dei 5 autorizzati per sostituirlo con un altro. E c'è addirittura una procedura speciale se ha venduto il computer e ti sei dimenticato di rimuovere l'autorizzazione, contattando il supporto.
  • Anonimo scrive:
    Re: VOGLIO TUTTO!
    - Scritto da: Anonimo
    2) Robertson non agisce per la gloria ma -
    ergendosi a paladino delle masse musicofile
    - avrà il suo bel ritorno economico.questo è certo. Fa il difensore anti-multinazionali, scagliandosi contro la Apple, e spinge sull'mp3 favorendo la Thomson che ne detiene i diritti e si becca una royalty su *ogni* apparecchio che lo utilizza ?
  • Sandro kensan scrive:
    Segnalo Nvu sponsorizzato da Robertson
    Segnalo questo editor HTML derivato dal progetto Mozilla (Composer) che è portato avanti da Daniel Glazman e stipendiato da Micheal Robertson.Recensione di Nvu fatta da PuntoInformatico/Download:http://punto-informatico.it/p.asp?i=51400&p=3 Daniel faceva parte del team Mozilla che si occupava dell'editor html, attualmente si occupa di Nvu che è sotto GPL o similare.Non ho ben compreso ma si è passati dal vecchio codice di mozilla al codice di Firefox per Nvu che dimostra come Tunderbird, Firefox e Nvu siano una triade che può sostituire il Mozillone stand alone.Aggiungo questa info:Andrea Sanavia che si occupa dell'italianizzazione di Nvu ha riassunto le risorse italiane in una pagina ufficiale:http://www.sanavia.it/nvuitalia/info.htmlCredo abbia il permesso di Linspire. Il forum ufficiale di Nvu è su mozillaitalia, il sito ufficiale per tutti i progetti targati Mozilla.http://forum.mozillaitalia.org/viewforum.php?f=15Come si vede le risorse per Nvu sono un po' sparse in sottocartelle, d'altronde siamo all'inizio del progetto, siamo alla 0.80 che è ancora parecchio beta ma migliora in fretta.Scusate il parziale OT e la pubblicità a Nvu.==================================Modificato dall'autore il 06/02/2005 15.12.43
  • Anonimo scrive:
    Re: NO AL DRM!

    sinceramente non penso che ipod sia
    più costoso della concorrenza.
    la creative offre più spazio e
    qualità del suono, oltre ad
    un'autonomia energetica maggiore, a fronte
    però di un'ergonomia andicappata, di
    dimensioni maggiori, e del non possibile
    utilizzo come disco rimuovibile.Non sono d'accordo, se si confrontano iPod contro Zen, l'iPod ha più features (tutte secondarie), ma lo zen costa in media 80? in meno, una cifra ragguardevole soprattutto in considerazione del fatto che è l'Ipod ha si un ottima ergonomia ma quella degli altri non può essere liquidata come "handicappata", ed anche l'utilizzo come hd esterno non è di certo una funzione primaria di un player mp3. Se si passa poi a iPod mini vs Zen Micro, il prezzo è uguale ma Creative offre maggiore autonomia e minori dimensioni...se poi andiamo sulle chiavette tipo iShuffle a quel punto le differenze diventano veramente minime, Apple vincerebbe solo in virtù del rapporto prezzo/capienza. Ovviamente tutte queste valutazione sono fatte in un ottica che preveda l'aac anche sui player concorrenti, per ora l'integrazione dei soli player Apple con iTunes è indubbiamente un valore aggiunto che può essere determinante.
    Secondo me le quote di mercato che ipod
    perderebbe con un altro player aac-compliant
    sarebbero pochine.Io invece credo che specialmente sui mercati esteri, dove iTunes vende molto, per Apple sarebbe una mazzata, la concorrenza propone player per tutti i gusti e per tutte le tasche, Apple per il momento non ti da nulla di serio per meno di 250?...secondo me si guarderanno bene dal concedere il loro DRM a terze parti.
  • jokanaan scrive:
    Re: NO AL DRM!
    - Scritto da: Anonimo


    quindi ci dobbiamo aspettare processi ai

    danni di apple per abuso di posizione

    dominante, nevvero?

    Non so se si arriverà ad un tal
    punto, ma è chiaro che grazie ad
    iTunes la Apple riesce a vendere molti iPod,
    se esistessero player non-Apple ma cmq
    compatibile col DRM di iTunes, sicuramente
    l'iPod perderebbe quote di mercato, non
    perché non sia valido, ma
    perché già adesso più
    costoso della concorrenza...se iTunes
    dovesse arrivare in una situazione di
    dominio è possibile che a qualcuno il
    "giochetto" potrebbe dare fastidio.sinceramente non penso che ipod sia più costoso della concorrenza.la creative offre più spazio e qualità del suono, oltre ad un'autonomia energetica maggiore, a fronte però di un'ergonomia andicappata, di dimensioni maggiori, e del non possibile utilizzo come disco rimuovibile.iriver offre più o meno le stesse cose, in più offre la possibilità di uso come hdd rimuovibile e il drag & drop dei brani (che ho scoperto essere un vantaggio/svantaggio: il drag&drop su ipod non è permesso perché il FS dell'ipod è creato allo scopo di minimizzare gli skip, la frammentazione, e il tempo di avvio.). Oltretutto offre radio e registrazione, e sembrano entrambe di qualità. Tuttavia rimane il problema ergonomia d'uso (la jog-wheel è davvero un altro pianeta). Inoltre il prezzo è simile a quello dell'ipod.gli altri lettori non li conosco bene, ma non mi sembrano competitivi.Secondo me le quote di mercato che ipod perderebbe con un altro player aac-compliant sarebbero pochine.
  • Anonimo scrive:
    Re: NO AL DRM!

    quindi ci dobbiamo aspettare processi ai
    danni di apple per abuso di posizione
    dominante, nevvero?Non so se si arriverà ad un tal punto, ma è chiaro che grazie ad iTunes la Apple riesce a vendere molti iPod, se esistessero player non-Apple ma cmq compatibile col DRM di iTunes, sicuramente l'iPod perderebbe quote di mercato, non perché non sia valido, ma perché già adesso più costoso della concorrenza...se iTunes dovesse arrivare in una situazione di dominio è possibile che a qualcuno il "giochetto" potrebbe dare fastidio.
  • jokanaan scrive:
    Re: NO AL DRM!
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: pikappa



    se io

    voglio comprare online da iTMS
    perchè

    dovrei per forza comprare un ipod per

    usufruirne,

    A parte il fatto che, come ti hanno
    già spiegato, non è
    assolutamente vero, ti rammento che iPod ha
    ormai una posizione dominante di mercato, e
    per le comuni leggi di mercato gode dei
    privilegi che derivano da questa sua
    posizione... quindi ci dobbiamo aspettare processi ai danni di apple per abuso di posizione dominante, nevvero?
  • jokanaan scrive:
    Re: NO AL DRM!
    - Scritto da: higgybaby

    Preoccupiamoci prima di tutto della
    pirateria e dei cataloghi dei venditori
    online e poi preoccupiamoci del minore dei
    nostri mali!

    ciao

    igoril problema è che i reali appassionati di musica, come me, dovrebbero sborsare, per "regolarizzarsi" e abbandonare la pirateria, cifre simili all'ammontare della multa fatta al francese. Non tutti hanno quella cifra. La gente deve pensare anche ad altro oltre alla musica no?Con tutto questo, prima che chiudessero audiogalaxy, scaricavo solo per acquistare. Mai dischi interi, e solo per prova.Allora le tue amichette majors, prima di chiudere il rubinetto a chi tenta di dare forza alle indies, dovranno fallire. Dalla chiusura di AG io non ho più comprato come prima. Sempre (non si può evitare di comprare), ma molto di meno. Sai perché?Perché ho fatto il conto di quegli artisti che senza pirateria non avrei mai conosciuto. E sono tanti. Sono quasi tutti. E allora va bene così. Mi sono appassionato alla musica con napster, e rimarrò appassionato alla musica, e abbandonerò la pirateria solo quando essa sarà alla portata di ogni tasca, compresa di chi non ha 10mila dollari per 10mila brani.==================================Modificato dall'autore il 05/02/2005 16.13.39
  • higgybaby scrive:
    Re: NO AL DRM!
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: higgybaby



    - Scritto da: Anonimo





    - Scritto da: jokanaan



    ma che c'entra!



    che c'entra il tuo discorso
    con il

    mio,



    nulla, una beata fava, niente!





    è un macaco, cosa vuoi che
    ne

    capisca


    di DRM?



    testa di cemento

    bella questa! macaco, me la presti?


    forse sarò anche un macaco (ma
    per mia sfortuna mi tocca

    lavorare anche su Xp:( ),

    chi ti obbliga? l'azienda o i software che
    devi usare? non è forse il mac per
    professionisti?


    ma forse al

    contrario di te faccio un lavoro che

    è diciamo del settore: sono il

    padrone di un negozio di dischi!

    sei il padrone di un negozio di dischi, e ti
    costringi da solo a usare XP? questa
    è proprio una idiozia!


    e mi incazzo come una bestia quando
    vedo la

    gente comprare il cd da un extra e mi

    incazzo quando sento gli amici che
    scaricano

    a destra e a manca!

    Fanno benissimo!


    mi incazzo anche quando sento qualcuno
    che

    si lamenta dei DRM quando è dalla

    parte del torto!

    E' tipico dei macusers pensarla così,
    se non la pensi come loro sei un winusiano!


    scarichi dai P2P?

    chettefregaate?


    Allora non hai diritto di parlare,
    forse non

    te ne eri accorto!

    CVD, ma sei fascio?


    vuoi eliminare i DRM, come disse Nostro

    Signore Gesù Cristo

    cattocomunista?




    come puoi ben capire entrambe le strade

    portano allo stesso risultato: rendere

    "nude" le Major davanti al consumatore!

    se la pirateria diventasse una pratica

    ininfluente sulle vendite totali le
    Major si

    troverebbero costrette a tener conto
    delle

    rimostranze dei consumatori che
    avrebbero

    perciò il coltello dalla parte
    del

    manico!



    come vedi io faccio un discorso
    riguardo ai

    "massimi sistemi" tu guardi solo al
    mezzo e

    non al fine!



    mi dispiace, perché in questo
    modo

    non si arriva da nessuna parte!



    vediamo di distruggere la pirateria e
    poi se

    ne discute!

    warezrulez


    troppo difficile soprattutto
    perché

    te lo ha detto un macaco caro il mio
    luser!

    e ne vai fiero di essere un macaco?


    ciao



    igor

    ciao madmacslascio tutto il post a perenne ricordo della tua ignoranza!non hai confutato nessuna delle mie affermazioni!ma non ti biasimo, mi fai tenerezza!ciaoigor
  • higgybaby scrive:
    Re: NO AL DRM!

    le regole sono state preimpostate ad arte da
    chi vive di rendita sulle posizioni
    acquisite, impedendo ad altri competitors di
    entrare e garantire il LIBERO MERCATO,
    sì! quello che garantisce la
    CONCORRENZA!concorrenza?ahahahahah:-)
    E' la CONCORRENZA quella che nel capitalismo
    dovrebbe essere la spinta a ridurre i
    prezzi, eppure le majors col benestare della
    classe politica vogliono impedirla!capisco, peccato che sia una chimera!partendo dal petrolio gestito da 7 sorelle, passando per il tabacco e le armi (Philipp Morris e pochi altri, Carlyle e qualcun'altro) arrivando al software dove esiste solo MS e gli altri stanno ad annaspare:-(
    Così, al posto di farsi concorrenza,
    si fa cartello. E si spennano di più
    i clienti. O NO?faranno quello che fanno gli altri né più né meno!ripeto MS fa la stessa identica cosa forse anche in maniera più sporca ed è stata condannata per questo più di una volta e di qua e di là dall'oceano!

    iTunes Music Store vende, si vede che
    alle

    persone che comprano va bene
    così!

    itunes vende un cazzo in rapporto al
    piratato!
    fatti un rapporto tra il piratato p2p in
    america, con tutte le cause legali in corso,
    e ciò che vende itunes in america, e
    ti accorgerai che non vende una cippa!smettiamola con la pirateria!
    itunes non è altro che il meno peggio
    dei sistemi venuti a galla per vendere
    musica on-line. Ma prevede sempre lo stesso
    modello: una canzone, un obolo. Non mette in
    discussione nulla nel mercato. Non mette in
    discussione il fatto che gli artisti siano
    costretti a firmare contratti in esclusiva
    sulle case discografiche.
    Non mette in discussione il fatto che i
    margini dell'attività sarebbero molto
    più ampi se non bisognasse pagare
    royalities ai licenziatari esclusivi
    dell'artista X o Y. Se il DISTRIBUTORE
    ritornasse a svolgere la funzione di
    DISTRIBUIRE, e lasciare all'artista la
    possibilità (e l'obbligo) di
    scegliere più distributori.ha postato anche d queste parti e io riporto volentieri quello che gli è successo (a lui e soprattutto al suo gruppo):The Wimshurst's Machine gruppo elettronico di Torino, assolutamente slegato da qualunque Major si è ritrovato 3° nella classifica che riguardava la musica elettronica e 30° nel mondo!se questo non è "progresso", un gruppo indipendente (Indie) per di più italiano si è ritrovato sul tetto del mondo, mi pare che con o senza DRM la politica iTunes paga oppure mi sbaglio?forse nel particolare non è come pensate che sia!iTunes (in questo caso, ma anche gli altri negozi online) è una vetrina incredibile per le Indie, molto più che per le Major!Le produzioni delle Major le puoi trovare praticamente ovunque, con i negozi online riesci a venire in contatto con produzioni che in un negozio normale non avresti mai e dico mai trovato (fidati, vendo dischi e le Indie si trovano male) se non in negozi super specializzati magari solo nelle grandi città!A casa tua a due colpi di click!e voi vi preoccupate dei DRM?Preoccupiamoci prima di tutto della pirateria e dei cataloghi dei venditori online e poi preoccupiamoci del minore dei nostri mali!ciaoigor
  • Anonimo scrive:
    Re: NO AL DRM!
    - Scritto da: higgybaby

    - Scritto da: Anonimo



    - Scritto da: jokanaan


    ma che c'entra!


    che c'entra il tuo discorso con il
    mio,


    nulla, una beata fava, niente!



    è un macaco, cosa vuoi che ne
    capisca

    di DRM?

    testa di cemento bella questa! macaco, me la presti?
    forse sarò anche un macaco (ma per mia sfortuna mi tocca
    lavorare anche su Xp:( ),chi ti obbliga? l'azienda o i software che devi usare? non è forse il mac per professionisti?
    ma forse al
    contrario di te faccio un lavoro che
    è diciamo del settore: sono il
    padrone di un negozio di dischi!sei il padrone di un negozio di dischi, e ti costringi da solo a usare XP? questa è proprio una idiozia!
    e mi incazzo come una bestia quando vedo la
    gente comprare il cd da un extra e mi
    incazzo quando sento gli amici che scaricano
    a destra e a manca!Fanno benissimo!
    mi incazzo anche quando sento qualcuno che
    si lamenta dei DRM quando è dalla
    parte del torto!E' tipico dei macusers pensarla così, se non la pensi come loro sei un winusiano!
    scarichi dai P2P?chettefregaate?
    Allora non hai diritto di parlare, forse non
    te ne eri accorto!CVD, ma sei fascio?
    vuoi eliminare i DRM, come disse Nostro
    Signore Gesù Cristocattocomunista?

    come puoi ben capire entrambe le strade
    portano allo stesso risultato: rendere
    "nude" le Major davanti al consumatore!
    se la pirateria diventasse una pratica
    ininfluente sulle vendite totali le Major si
    troverebbero costrette a tener conto delle
    rimostranze dei consumatori che avrebbero
    perciò il coltello dalla parte del
    manico!

    come vedi io faccio un discorso riguardo ai
    "massimi sistemi" tu guardi solo al mezzo e
    non al fine!

    mi dispiace, perché in questo modo
    non si arriva da nessuna parte!

    vediamo di distruggere la pirateria e poi se
    ne discute!warezrulez
    troppo difficile soprattutto perché
    te lo ha detto un macaco caro il mio luser!e ne vai fiero di essere un macaco?
    ciao

    igorciao madmacs
  • higgybaby scrive:
    Re: NO AL DRM!
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: jokanaan

    - Scritto da: higgybaby







    non ti va bene la politica dei DRM
    delle


    Major?


    non comprare!





    higgybaby, dopo aver letto molti tuoi

    commenti intelligenti mi stupisco della

    stupidità dei tuoi ultimi post.



    è ovvio che se non stanno bene i
    drm

    uno non compra. Non dire
    banalità.

    Non è che perché uno non

    compra non deve lamentarsi.

    Non per i macusersnon leggi tra le righe!rispondi all'altro mio post e forse capirai cosa intendo!ciaoigorps: sono Macuser qualche problema?
  • higgybaby scrive:
    Re: NO AL DRM!
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: jokanaan

    ma che c'entra!

    che c'entra il tuo discorso con il mio,

    nulla, una beata fava, niente!

    è un macaco, cosa vuoi che ne capisca
    di DRM?testa di cemento forse sarò anche un macaco (ma per mia sfortuna mi tocca lavorare anche su Xp:-( ), ma forse al contrario di te faccio un lavoro che è diciamo del settore: sono il padrone di un negozio di dischi!e mi incazzo come una bestia quando vedo la gente comprare il cd da un extra e mi incazzo quando sento gli amici che scaricano a destra e a manca!mi incazzo anche quando sento qualcuno che si lamenta dei DRM quando è dalla parte del torto!scarichi dai P2P?Allora non hai diritto di parlare, forse non te ne eri accorto!vuoi eliminare i DRM, come disse Nostro Signore Gesù Cristo chi è senza peccato scagli la prima pietra!quando sarai pulito e non avrai nulla da nascondere allora potrai scagliarti contro chi pensi che ti stia fregando!Il problema dei DRM è legato a doppio filo con quello della pirateria!Fino a quando esisterà la pirateria le Major avranno la scusa e la useranno per infilare qualunque tipo di diavoleria atta al bloccaggio della copia all'interno dei loro prodotti e nessuno potrà dirgli nulla!L'unica maniera per combattere il sistema dei DRM è comprare solo ed esclusivamente materiale originale e lasciar perdere la pirateria oppure non comprare assolutamente nulla e non scaricare nulla di illegale!come puoi ben capire entrambe le strade portano allo stesso risultato: rendere "nude" le Major davanti al consumatore!se la pirateria diventasse una pratica ininfluente sulle vendite totali le Major si troverebbero costrette a tener conto delle rimostranze dei consumatori che avrebbero perciò il coltello dalla parte del manico!come vedi io faccio un discorso riguardo ai "massimi sistemi" tu guardi solo al mezzo e non al fine!mi dispiace, perché in questo modo non si arriva da nessuna parte!vediamo di distruggere la pirateria e poi se ne discute!troppo difficile soprattutto perché te lo ha detto un macaco caro il mio luser!ciaoigor
  • Anonimo scrive:
    Re: NO AL DRM!
    - Scritto da: jokanaan
    - Scritto da: higgybaby




    non ti va bene la politica dei DRM delle

    Major?

    non comprare!


    higgybaby, dopo aver letto molti tuoi
    commenti intelligenti mi stupisco della
    stupidità dei tuoi ultimi post.

    è ovvio che se non stanno bene i drm
    uno non compra. Non dire banalità.
    Non è che perché uno non
    compra non deve lamentarsi.Non per i macusers
  • Anonimo scrive:
    Re: NO AL DRM!
    - Scritto da: jokanaan
    ma che c'entra!
    che c'entra il tuo discorso con il mio,
    nulla, una beata fava, niente!è un macaco, cosa vuoi che ne capisca di DRM?
  • Anonimo scrive:
    Re: NO AL DRM!
    - Scritto da: pikappa[ti dispiacerebbe fare un quoting "intelligente" evitando di riportare tutto quello a cui non sei interessato?]


    Aridajè LO SO BENE tutto questo,



    Se lo sai, allora nel messaggio precedente

    hai scritto qalcosa in malafede...

    Non ho mai detto di non saperlo,Parole tue: "se io voglio comprare online da iTMS perchè dovrei per forza comprare un ipod per usufruirne?"Questo è falso, perché puoi ascoltare i brani comprati su iTMS su 5 computer Mac e Win (ovviamente anche senza iPod), puoi condividere la musica in LAN (anche senza iPod), puoi masterizzare infiniti CD Audio (che ascolti ovunque, anche senza iPod), puoi rippare i CD creati per fare degli MP3 che ascolti ovunque (anche se non hai un iPod)
    semplicemente ignorato questa pratica.
    perchè scomoda e macchinosa,
    semplicemente vorrei pagare, scaricare e
    ascoltare dove mi pare, senza masterizzare
    rippare ne altroAhooo... ma sei proprio de coccio!!!Ma chi ti obbliga a comprare da iTMS?

    Ribadisco: nessuno ti obbliga a comprare da

    iTMS. iTMS è lì... è una

    scelta... se ti sta bene la usi, se vuoi

    usufruirne in pieno anche quando sei in

    giro ti prendi un iPod (lo shuffle costa

    solo 99 Euro).

    Se non ti sta bene non la usi... c'è

    anche il negozio Sony o MS, anche loro

    hanno il DRM, ma se compri da MS non credo che

    avrai problemi a leggerlol nativamente sul

    tuo palmare.

    quale palmare? scusa... quello dcel palmare era un altro
    ho un lettore mp3 da 256mb
    pagato 30 euri proveniente da hong kong Quindi?Ognuno si compra quello che si vuole in merito all'utilizzo che ne deve fare. punto. Se la tua intenzione era quella di comprare musica da iTMS, per quanto poco tu abbia speso, sono soldi buttati.Un lettore come quello che hai tu (IMHO assolutamente inutile, cmq ognuno ha le sue abitudini) serve per portati appresso la musica che hai già e che ti sei rippato dai tuoi CD. Se hai fatto un'acquisto scrauso, mica ti puoi lamentare con gli altri. Se la mia auto non può montare i cerchi in lega della BMW, mica me la posso prendere con chi vende i cerchi.
    io voglio comprare musica e
    ascoltarla dove mi pare, il giorno che
    nascerà un negozio online che mi
    permetterà tutto questo
    comprerò musicaE un bel "chissefrega" non ce lo mettiamo?Tu fai pure quello che vuoi, ma non puoi certo contestare la comune e ovvia pratica di mercato che è stata messo in atto adesso. Cmq, aspetta e spera...

    comodità... mai fatto un giro su iTMS?

    Certo, è molto semplice da usare, ma
    non è che fare una ricerca di un
    brano o di un album su e/a/xMule sia molto +
    difficileE allora che problemi hai? scarica da xMule...Ti senti in colpa? Compra il CD.Costa troppo? Comprati il singolo.Costa troppo anche quello? Ascolta la radio.Non ti va bene? Compra un iPod!!!Ragazzo mio, al giorno d'oggi la roba gratis non te la dà nessuno... ognuno faccia le sue scelta in base a quello che vuole spendere in relazione all'uso che ne vuole fare.Vuoi comprare musica online? bene allora butta pure nel cesso il tuo lettore da 30 Euro, perché con quello con ci potrai leggere nessuna musica comprata online .

    Già me li vedo certi utenti se i

    brani non avessero DRM: ufficio di 10

    persone, si fa a turno a pagare, ogni

    settima si scaricano le novità del

    momento e si distribuiscono a tutti, in

    maniera comoda, appartentemente legale

    (anche se illegale nel momento stesso in cui

    compra uno e distribuisce a molti), senza

    alcun rischio, e senza le scomodità

    intrinseche del sistema P2P.

    Perchè scusa ora questo non si
    può fare? lo sai che è
    +semplice sproteggere gli AAC che
    masterizzarseli e ri ripparliNon c'è peggior sordo di chi non vuole sentire...Adios
  • Anonimo scrive:
    Re: NO AL DRM!
    - Scritto da: pikappa

    se io
    voglio comprare online da iTMS perchè
    dovrei per forza comprare un ipod per
    usufruirne,A parte il fatto che, come ti hanno già spiegato, non è assolutamente vero, ti rammento che iPod ha ormai una posizione dominante di mercato, e per le comuni leggi di mercato gode dei privilegi che derivano da questa sua posizione... Il problema di chi usa Windows è che è abituato ad avere tutto che ruota "intorno" al suo sistema (o forse tu ti lamenti anche del fatto che certi sw esistono solo per Windows?), e ora che in un settore la casa di Redmond non la fa da padrone, si sentono disorientati...
  • pikappa scrive:
    Re: NO AL DRM!
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: pikappa


    Bene, intanto io parlavo di musica
    legale,

    quindi escludiamo p2p Russia e
    Marocchini,

    se io voglio comprare musica online mi
    trovo

    i DRM tra le palle,

    Ovvio... se non ci fosse DRM non avresti
    neanche musica venduta online. E' una scelta
    in più che ha i suoi pro e contro...
    a te decidere se per il tuo uso può
    essere una valida scelta o meno, ma non puoi
    permetterti di dire che sia sbagliata.


    se mi voglio comprare un

    CD mi trovo tra le palle le protezioni

    anticopia, per adesso facilmente
    aggirabili,

    ma in teoria io infrango la legge per

    ascoltare qualcosa che ho acquistato

    Questa, a rigor di logica, è da
    combattere: se io compro qualcosa che
    venduto dichiarato come CD Audio, *DEVE*
    essere fruibile come CD Audio da ogni
    lettore. I CD protetti spesso non sono dei
    veri CD Audio.
    La musica venduta online è
    dichiaratamente con DRM: se ti sta bene la
    compri, se non ti sta bene non la compri. Se
    dovesse rivelarsi una ca##ata, chi la vende
    finirà male... per ora non mi pare
    che sia così però...




    se io voglio comprare online
    da iTMS perchè



    dovrei per forza comprare un
    ipod per



    usufruirne,





    Bugia: oltre ad ascoltarlo
    sull'iPod puoi:


    -ascoltarlo (contemporanemente) su
    5


    computer Windows o MacOS


    -condividere l'ascolto in rete
    locale.


    -masterizzare infiniti CD (e qui
    il DRM


    sparisce)


    -da quei CD, se vuoi, puoi
    ripparti MP3, o


    AAC o tutto quello che vuoi senza
    DRM.


    -se sei un po' furbo invece di
    masterizzarti


    un CD reale, ti fai un'immagine
    disco



    Aridajè LO SO BENE tutto questo,

    Se lo sai, allora nel messaggio precedente
    hai scritto qalcosa in malafede...Non ho mai detto di non saperlo, ho semplicemente ignorato questa pratica. perchè scomoda e macchinosa, semplicemente vorrei pagare, scaricare e ascoltare dove mi pare, senza masterizzare rippare ne altro


    ma è una procedura scomoda e
    fastidiosa,

    Ribadisco: nessuno ti obbliga a comprare da
    iTMS.
    iTMS è lì... è una
    scelta... se ti sta bene la usi, se vuoi
    usufruirne in pieno anche quando sei in giro
    ti prendi un iPod (lo shuffle costa solo 99
    Euro).
    Se non ti sta bene non la usi... c'è
    anche il negorio Sony o MS, anche loro hanno
    il DRM, ma se compri da MS non credo che
    avrai problemi a leggerlol nativamente sul
    tuo palmare.quale palmare? ho un lettore mp3 da 256mb pagato 30 euri proveniente da hong kong che costa meno dell'ipod shuffle che non mi piace, e non lo compro certo perchè se voglio comprare musica da iTMS è l'unico che me lo permette in maniera nativa, io voglio comprare musica e ascoltarla dove mi pare, il giorno che nascerà un negozio online che mi permetterà tutto questo comprerò musica


    oltre che potenzialmente illegale (vero
    che

    ho il diritto di masterizzare, ma ho
    anche

    il diritto di ri ripparlo quel CD?)

    iTMS ti spedisce a casa una ricevuta
    dell'acquisto (oltre ad averli tutti
    registrati nel suo database). Nessuno
    potrà contestare il tuo ascolto di
    quel brano musicale. Certo, se ti metti a
    distribuirlo è un altro discorso...



    Questo lo dici tu, ma anche
    ammesso che


    fosse vero, il problema non sta
    certo in


    Apple, MS, Sony, o cichessia, ma
    in chi


    impone il DRM per la vendita
    online... e


    sinceramente non posso biasimarlo:
    troppo


    facile avere a disposizione MP3 a
    99


    centesimi da distribuire a destra
    e a manca


    senza il minimo sforzo...

    Anche perchè su qualunque
    piattaforma

    per il p2p trovo i soliti brani a costo

    zero, non vedo quale sarebbe il mio

    interesse nel redistribuire a destra e a

    manca quei file

    comodità... mai fatto un giro su iTMS?Certo, è molto semplice da usare, ma non è che fare una ricerca di un brano o di un album su e/a/xMule sia molto + difficile


    INTEDIAMOCI tra i vari DRM quello di
    Apple

    è decisamente il migliore, in
    quanto

    poco restrittivo, resta il fatto che a
    meno

    di raggiri io quella musica la posso
    sentire

    solo sui pc e sugli ipod, oppure su un

    lettore CD

    E dato che questi DRM sono cmq
    aggirabili in

    maniera estremamente semplice(vedi
    jhymn)

    non vedo perchè a questo punto
    non si

    possa non usarli affatto, e facilitare
    la

    fruizione dei brani su qualunque tipo di

    lettore e di qualunque marca

    Perché è un'imposizine delle
    major, e, ribadisco, non posso biasimarle...Io invece no

    Già me li vedo certi utenti se i
    brani non avessero DRM: ufficio di 10
    persone, si fa a turno a pagare, ogni
    settima si scaricano le novità del
    momento e si distribuiscono a tutti, in
    maniera comoda, appartentemente legale
    (anche se illegale nel momento stesso in cui
    compra uno e distribuisce a molti), senza
    alcun rischio, e senza le scomodità
    intrinseche del sistema P2P.Perchè scusa ora questo non si può fare? lo sai che è +semplice sproteggere gli AAC che masterizzarseli e ri ripparli

    ciao
  • KrecKer scrive:
    Re: L'unica soluzione è il formato OGG

    Ora, una notizia sbalorditiva che non
    è stata raccolta da quasi nessuno:
    MPC è diventato opensource da un bel
    po'!The decoder is open source, but the encoder is proprietary (tho currently free). Ciao
  • Anonimo scrive:
    Re: NO AL DRM!
    - Scritto da: pikappa
    Bene, intanto io parlavo di musica legale,
    quindi escludiamo p2p Russia e Marocchini,
    se io voglio comprare musica online mi trovo
    i DRM tra le palle,Ovvio... se non ci fosse DRM non avresti neanche musica venduta online. E' una scelta in più che ha i suoi pro e contro... a te decidere se per il tuo uso può essere una valida scelta o meno, ma non puoi permetterti di dire che sia sbagliata.
    se mi voglio comprare un
    CD mi trovo tra le palle le protezioni
    anticopia, per adesso facilmente aggirabili,
    ma in teoria io infrango la legge per
    ascoltare qualcosa che ho acquistatoQuesta, a rigor di logica, è da combattere: se io compro qualcosa che venduto dichiarato come CD Audio, *DEVE* essere fruibile come CD Audio da ogni lettore. I CD protetti spesso non sono dei veri CD Audio.La musica venduta online è dichiaratamente con DRM: se ti sta bene la compri, se non ti sta bene non la compri. Se dovesse rivelarsi una ca##ata, chi la vende finirà male... per ora non mi pare che sia così però...


    se io voglio comprare online da iTMS perchè


    dovrei per forza comprare un ipod per


    usufruirne,



    Bugia: oltre ad ascoltarlo sull'iPod puoi:

    -ascoltarlo (contemporanemente) su 5

    computer Windows o MacOS

    -condividere l'ascolto in rete locale.

    -masterizzare infiniti CD (e qui il DRM

    sparisce)

    -da quei CD, se vuoi, puoi ripparti MP3, o

    AAC o tutto quello che vuoi senza DRM.

    -se sei un po' furbo invece di masterizzarti

    un CD reale, ti fai un'immagine disco

    Aridajè LO SO BENE tutto questo,Se lo sai, allora nel messaggio precedente hai scritto qualcosa in malafede...
    ma è una procedura scomoda e fastidiosa,Ribadisco: nessuno ti obbliga a comprare da iTMS.iTMS è lì... è una scelta... se ti sta bene la usi, se vuoi usufruirne in pieno anche quando sei in giro ti prendi un iPod (lo shuffle costa solo 99 Euro). Se non ti sta bene non la usi... c'è anche il negorio Sony o MS, anche loro hanno il DRM, ma se compri da MS non credo che avrai problemi a leggerlol nativamente sul tuo palmare.
    oltre che potenzialmente illegale (vero che
    ho il diritto di masterizzare, ma ho anche
    il diritto di ri ripparlo quel CD?)iTMS ti spedisce a casa una ricevuta dell'acquisto (oltre ad averli tutti registrati nel suo database). Nessuno potrà contestare il tuo ascolto di quel brano musicale. Certo, se ti metti a distribuirlo è un altro discorso...

    Questo lo dici tu, ma anche ammesso che

    fosse vero, il problema non sta certo in

    Apple, MS, Sony, o cichessia, ma in chi

    impone il DRM per la vendita online... e

    sinceramente non posso biasimarlo: troppo

    facile avere a disposizione MP3 a 99

    centesimi da distribuire a destra e a manca

    senza il minimo sforzo...
    Anche perchè su qualunque piattaforma
    per il p2p trovo i soliti brani a costo
    zero, non vedo quale sarebbe il mio
    interesse nel redistribuire a destra e a
    manca quei filecomodità... mai fatto un giro su iTMS?
    INTEDIAMOCI tra i vari DRM quello di Apple
    è decisamente il migliore, in quanto
    poco restrittivo, resta il fatto che a meno
    di raggiri io quella musica la posso sentire
    solo sui pc e sugli ipod, oppure su un
    lettore CD
    E dato che questi DRM sono cmq aggirabili in
    maniera estremamente semplice(vedi jhymn)
    non vedo perchè a questo punto non si
    possa non usarli affatto, e facilitare la
    fruizione dei brani su qualunque tipo di
    lettore e di qualunque marcaPerché è un'imposizine delle major, e, ribadisco, non posso biasimarle...Già me li vedo certi utenti se i brani non avessero DRM: ufficio di 10 persone, si fa a turno a pagare, ogni settima si scaricano le novità del momento e si distribuiscono a tutti, in maniera comoda, appartentemente legale (anche se illegale nel momento stesso in cui compra uno e distribuisce a molti), senza alcun rischio, e senza le scomodità intrinseche del sistema P2P.ciao
  • jokanaan scrive:
    Re: Demagogia
    - Scritto da: Anonimo
    "Non voglio - ha spiegato il dinamico
    manager americano - un mondo dove ogni
    traccia musicale o ogni dispositivo che
    compro ha su di sé il logo di un
    frutto".

    Ci manca: "Voglio guadagnare tantissimi
    soldi."
    c'é qualcosa di male nel desiderare il guadagno? no, vero? tu non lavori a gratis. ovvio. Ma neanche lavori in cambio del minimo per mangiare. Probabilmente hai anche soldi da spendere per te stesso, per cose non strettamente necessarie, per ciò che può darti benessere. O magari tenerli da parte, che "non si può mai sapere".ecco, tu fai un lavoro e guadagni dei soldi. Bene.quindi ci si aspetta che una persona che faccia un lavoro col quale fa star bene tante persone, debba guadagnare tanto, no?ci si aspetta che una persona che fondi un'attività imprenditoriale, colla quale fornire servizi ad un'utenza -farla star bene- e fornire stipendio ai dipendenti -farli star bene- debba guadagnare tanto no?A me sembra normale.Anche a Robertson, quando creo www.mp3.com. Un portale di scambio underground. Non c'era pirateria, non era p2p. Napster aveva chiuso da poco, Robertson intuì l'affare ben prima di itunes e altri. Certo, il sistema era un po' diverso, lui offriva streaming gratuito e qualche canzone gratuita, e una piattaforma per l'artista per vendere il disco. Così mentre sentivi lo streaming dell'album e vedevi la copertina dicevi "ah fico" e magari lo inserivi nel carrello. E una percentuale andava a Robertson. A me sembra naturale che ci debba far soldi, non è uno scherzo crear dal nulla una piattaforma così, funzionante. Dar da mangiare a molti appassionati musica in streaming, gratis (e lo streaming di mp3.com era di ottima qualità anche su linee 56k!). Un po' di banners, un po' di percentuali sulle vendite..Mp3.com è stato chiuso dalle majors. Perché odiano che il mercato underground emerga. Perché sanno che ciò che vende adesso è solo frutto di mega operazioni di marketing. Sanno che non c'è reale differenza qualitativa tra chi emerge nelle riviste del suo genere musicale, e chi suona su mtv, anzi, spesso accade che nell'underground la bravura sia superiore.Sanno ad esempio che, in un contesto libero, non potrebbero decidere di far emergere gli americani Evanescence quando i milanesissimi Lacuna Coil facevano lo stesso medesimo genere con molta più bravura da più tempo. Sanno che non potrebbero più imporre percentuali offensive ai loro artisti schiavizzati. Che potrebbero perdere l'esclusività dei contratti. Che la gente si inizierebbe a domandare "perché ascoltare quelle quattro radio con la playlist tutta uguale, quando su internet esiste davvero l'underground?"
    Sta Libertà maltrattata con il
    software """libero""" ora viene usata anche
    per vendere mp3.ha ragione quello che ti ha detto che non hai capito nulla della filosofia gnu.un altro link interessante:http://www.reznor.com/commentary/loves_manifesto1.htmltutta opera di Courtney Love. Un bel racconto su quanto siano buone le majors.==================================Modificato dall'autore il 05/02/2005 8.43.08
  • jokanaan scrive:
    Re: NO AL DRM!
    - Scritto da: higgybaby

    non ti va bene la politica dei DRM delle
    Major?
    non comprare!higgybaby, dopo aver letto molti tuoi commenti intelligenti mi stupisco della stupidità dei tuoi ultimi post.è ovvio che se non stanno bene i drm uno non compra. Non dire banalità. Non è che perché uno non compra non deve lamentarsi.
  • jokanaan scrive:
    Re: NO AL DRM!
    ma che c'entra! che c'entra il tuo discorso con il mio, nulla, una beata fava, niente!- Scritto da: higgybaby


    quando vai a lavorare vuoi farti pagare
    oppure lavori gratis?voglio farmi pagare.Che relazione ha coi drm?

    Compri un cd di Vasco e lo paghi 20 euro
    ti lamenti? se si non comprarlo!infatti è quel che faccio

    se lo compri su iTunes lo paghi meno di 10
    euro!
    te lo masterizzi e smetti di romperci i
    cocomberi!non uso più cd da quando ho lettori portatili mp3, gli unici cd che uso sono i cd-rw nello stereo dell'auto, nei quali ovviamente masterizzo compilation mp3 poco prima di uscire

    insomma volete che le Major vi regalino la
    musica che ascoltate?che c'entra coi drm!?

    mi pare che come al solito si discuta di
    nulla!
    tu soprattutto!
    le regole sono queste, non vi vanno bene?no!
    non comprate!sì!
    se il mercato tira e va bene in questa
    maniera mi pare che siate voi fuori dal
    mondo e non loro!no!le regole sono state preimpostate ad arte da chi vive di rendita sulle posizioni acquisite, impedendo ad altri competitors di entrare e garantire il LIBERO MERCATO, sì! quello che garantisce la CONCORRENZA!E' la CONCORRENZA quella che nel capitalismo dovrebbe essere la spinta a ridurre i prezzi, eppure le majors col benestare della classe politica vogliono impedirla!Così, al posto di farsi concorrenza, si fa cartello. E si spennano di più i clienti. O NO?

    iTunes Music Store vende, si vede che alle
    persone che comprano va bene così!itunes vende un cazzo in rapporto al piratato!fatti un rapporto tra il piratato p2p in america, con tutte le cause legali in corso, e ciò che vende itunes in america, e ti accorgerai che non vende una cippa!itunes non è altro che il meno peggio dei sistemi venuti a galla per vendere musica on-line. Ma prevede sempre lo stesso modello: una canzone, un obolo. Non mette in discussione nulla nel mercato. Non mette in discussione il fatto che gli artisti siano costretti a firmare contratti in esclusiva sulle case discografiche.Non mette in discussione il fatto che i margini dell'attività sarebbero molto più ampi se non bisognasse pagare royalities ai licenziatari esclusivi dell'artista X o Y. Se il DISTRIBUTORE ritornasse a svolgere la funzione di DISTRIBUIRE, e lasciare all'artista la possibilità (e l'obbligo) di scegliere più distributori.itunes non è altro un modo per apple per entrare nel cartello discografico. Tutto qui.

    no ti vuoi comprare un iPod, comprati un
    altro player e non lamentarti!
    non vuoi comprare online, compra dove tu
    vuoi e la musica che più aggrada
    nella forma a te più congeniale ma
    non venire a bacarci la testa con queste
    storie!lo sai che non è possibile, il licensing esclusivo mi frega. Voglio acquistare la canzone X del gruppo Y? o la compro dove e nel formato preimpostato, oppure mi attacco. Oppure pirato.

    se non vi va bene come le Major gestiscono i
    propri dipendenti e il proprio materiale
    l'unica forma di lotta che potete adottare
    è quella di non comprare!ottima idea ;)

    la discussione finisce qua!

    se veramente il mercato si bloccasse, le
    Major sarebbe le prime a cambiare strategia!

    non vogliono fallire!

    ciao

    igorin effetti le majors le vedo preoccupate alquanto.
  • Anonimo scrive:
    Re: Demagogia
    - Scritto da: Anonimo
    "Non voglio - ha spiegato il dinamico
    manager americano - un mondo dove ogni
    traccia musicale o ogni dispositivo che
    compro ha su di sé il logo di un
    frutto".

    Ci manca: "Voglio guadagnare tantissimi
    soldi."

    Sta Libertà maltrattata con il
    software """libero""" ora viene usata anche
    per vendere mp3.Tu non hai capito un cazzo di software liberohttp://www.gnu.org/philosophy/linux-gnu-freedom.html
  • higgybaby scrive:
    Re: NO AL DRM!

    questo è il vero pericolo pe rle
    major : che la gente scopre che la musica
    che vendono è puro trash.stavamo parlando del mezzo di fruizione e non del contenuto!vuoi comprare il trash dalle Major? ti adegui, non è il pane quotidiano è un surplus di cui potresti fare anche a meno!vogliamo iniziare a parlare anche dell'iva sulla musica che è 5 volte più altra rispetto a quella applicata sui libri?parliamo dei DRM, le Major tentano di coprirsi le spalle, sta ai consumatori difendersi e l'unico modo legale che hanno è non comprare!fine della discussione!non ti va bene la politica dei DRM delle Major?non comprare!io problemi di questo tipo non ne ho, compro solo vinili che per la loro natura analogica non soffrono del problema dei DRM!ciaoigor
  • higgybaby scrive:
    Re: NO AL DRM!
    - Scritto da: jokanaan

    - Scritto da: Anonimo



    Boh, però è anche vero
    che se

    mi masterizzo le mie compilation su
    cd-da,

    il problema non si pone...



    divertente. Io prima di copiare canzoni sul
    mio palmare masterizzo cd-da a frotte. E poi
    le rippo.


    perché dovere accettare questa
    perdita di tempo forzata come fosse giusta?quando vai a lavorare vuoi farti pagare oppure lavori gratis?Compri un cd di Vasco e lo paghi 20 euroti lamenti? se si non comprarlo!se lo compri su iTunes lo paghi meno di 10 euro!te lo masterizzi e smetti di romperci i cocomberi!insomma volete che le Major vi regalino la musica che ascoltate?mi pare che come al solito si discuta di nulla!le regole sono queste, non vi vanno bene?non comprate!se il mercato tira e va bene in questa maniera mi pare che siate voi fuori dal mondo e non loro!iTunes Music Store vende, si vede che alle persone che comprano va bene così!no ti vuoi comprare un iPod, comprati un altro player e non lamentarti!non vuoi comprare online, compra dove tu vuoi e la musica che più aggrada nella forma a te più congeniale ma non venire a bacarci la testa con queste storie!se non vi va bene come le Major gestiscono i propri dipendenti e il proprio materiale l'unica forma di lotta che potete adottare è quella di non comprare!la discussione finisce qua!se veramente il mercato si bloccasse, le Major sarebbe le prime a cambiare strategia!non vogliono fallire!ciaoigor
  • Anonimo scrive:
    Re: VOGLIO TUTTO!
    - Scritto da: Anonimo

    Premesso che:

    1) Il DRM è un sistema imperfetto
    (oltre che iniquo dal punto di vista della
    collettivizzazione dei contenuti culturali
    rispetto agli spropositati profitti delle
    majors)"collettivizzazione dei contenuti culturali"?Vi siete inventati una nuova scusa per scopiazzare musica gratis?
  • Anonimo scrive:
    Re: Si, si , si
    - Scritto da: Anonimo

    Il DRM di Apple permette l'ascolto

    contemporaneo su 5 computer, la
    condivisione

    dell'ascolto in rete senza limiti,
    l'ascolto

    su tutti gli iPod, la masterizzazione di

    infiniti CD (dai quali, eventualmente,

    ricavare MP3 senza DRM).... è
    quanto

    di più *libero* possa esserci tra

    tutti i DRM, quindi se questo
    "pagliaccio"

    se la deve prendere con qualcuno, se la

    prenda con chi applica DRM più

    restrittivi

    Il mio player non supporta nessun DRM,
    perché devo essere obbligato a
    seguire questa insulsa corsa al continuo
    cambiamento di device che non mi danno nulla
    in cambio?Invece di usare il tuo meraviglioso player perché non fai altro?
  • Anonimo scrive:
    Demagogia
    "Non voglio - ha spiegato il dinamico manager americano - un mondo dove ogni traccia musicale o ogni dispositivo che compro ha su di sé il logo di un frutto".Ci manca: "Voglio guadagnare tantissimi soldi."Sta Libertà maltrattata con il software """libero""" ora viene usata anche per vendere mp3.
  • Anonimo scrive:
    Re: NO AL DRM!
    sul drm cè da notare questo :un'utente normale , diciamo di bassa capacità, altro non fa che scaricare il file , schiaffarlo su ipod ed ascoltarselo. stessa cosa per le ridicole protezioni sui cd sony (eludere la protezione con un righello ed un pennarello è stato di un divertente,ma anche utile : il cd mi si è rigato , se non fose stato per la copia di backup me lo sarei perso...). la maggiorparte delle persone non pensa a duplicare, a forzare sistemi e codificare : compra un cd e lo ascolta , se il cd si rompe ne compra un'altro. questo fa si che un numero sufficientemente renumerativo di persone compri i contenuti .può attaccare gli altri store in due modia) il parco macchine non in grado di utilizzare drm è valutabile attorno al 10/15 % del parco macchine con accesso ad internet. a questi tocca aggiungere quelle realtà dove il drm viene impedito perchè può essere veicolo di infezioni ed intrusioni (ad esempio reti aziendali, vedi disastri causati dal drm del wmv microsoft). arriviamo a circa il 20 % di pc dove per vari motivi non possono gestire i drm.è una quota di mercato interessante b) offrendo musica alternativa a quella delle grandi case discografiche , si fa capire che cè molta altra musica, migliore qualitativamente , che non passa dalle grandi radio e che non produce videoclip da passare su mtv. questo è il vero pericolo pe rle major : che la gente scopre che la musica che vendono è puro trash.
  • jokanaan scrive:
    Re: L'unica soluzione è il formato OGG
    - Scritto da: Anonimo
    veramente il 98% delle persone che usano
    musica digitale se ne sbattono se l'ogg e
    migliore dell'mp3, volgiono che funzioni e
    niente casini per leggerli... 128 vanno
    più che bene per tutti i comuni
    consumatori..non dire razzate, l'utilizzo di mp3 via hw portabile non è più certo relegato ad una nicchia, ma ciò non significa che sia una cosa a portata di ogni utonto, per adesso. Con questo non voglio dire che non esistano utonti che usano mp3 (c'è gente che ancora oggi usa xing per encodare! :| ), ma che le percentuali che citi sono assolutamente infondate e pescate a caso.. la percentuale di power user nell'insieme dei potenziali utenti di negozi on-line di musica è molto molto maggiore rispetto alla percentuale di p-user che utilizzano il computer in genere.che tutti richiedano la semplicità, su questo concordo e anzi approvo. Mi pare ovvio dopotutto.che 128kbps bastino... no, affatto, non bastano. Se si vuole trasparenza col cd ne servono almeno 160 e bisogna utilizzare encoders di nuova generazione, quindi non mp3 e non wma8. Che un 128kbps non sia trasparente, se ne accorgono tutti, anche sulle casse a forma di papero di mia sorella.
  • pikappa scrive:
    Re: NO AL DRM!
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: pikappa



    - Scritto da: Anonimo




    i DRM sono uno scotto inevitabile
    se si


    vuol vendere musica online



    E chi l'ha detto?

    Semplice:
    -tu *VUOI* vendere musica i cui diritti
    appartengono a qualcuno (major)
    -tu *DEVI* chiedere il permesso di vendere a
    chi detine i diritti (major)
    -questi non sono stupidi, e al di là
    di accordi commerciali, ti danno il permesso
    di vendere *SOLO* se il tuo sistema di
    vendita non causerà loro un danno
    (ovvero *SOLO* se includi un DRM)
    -se non ti sta bene non fai l'accordo e non
    vendi.


    perchè io devo

    comprare una cosa limitata alla fonte?

    Ma quarda che non te l'ha mica detto il
    dottore che devi comprare musica coperta da
    DRM: puoi comprare un CD o una musicassetta,
    puoi ascoltare la radio... puoi scaricarti
    musica P2P senza DRM o comprare musica
    illegale dalla russia, devolvendo in
    beneficenza quello che risparmi. Puoi fare
    tutto quello che vuoi, ma non puoi andare in
    giro col paraocchi di fronte a quella che
    è la più normale politica
    commerciale.
    Puoi anche comprare software piratato, o
    comprare una licenza ma installare su 10
    computer... mi pare logico che però
    il produttore, se vuole, possa fare i dovuti
    controlli e mettere tutti gli ostacoli
    possibili per impedirti di farlo (chiavi
    hardware, seriali controllati via internet,
    ecc...)Bene, intanto io parlavo di musica legale, quindi escludiamo p2p Russia e Marocchini, se io voglio comprare musica online mi trovo i DRM tra le palle, se mi voglio comprare un CD mi trovo tra le palle le protezioni anticopia, per adesso facilmente aggirabili, ma in teoria io infrango la legge per ascoltare qualcosa che ho acquistato


    se io

    voglio comprare online da iTMS
    perchè

    dovrei per forza comprare un ipod per

    usufruirne,

    Bugia: oltre ad ascoltarlo sull'iPod puoi:
    -ascoltarlo (contemporanemente) su 5
    computer Windows o MacOS
    -condividere l'ascolto in rete locale.
    -masterizzare infiniti CD (e qui il DRM
    sparisce)
    -da quei CD, se vuoi, puoi ripparti MP3, o
    AAC o tutto quello che vuoi senza DRM.
    -se sei un po' furbo invece di masterizzarti
    un CD reale, ti fai un'immagine discoAridajè LO SO BENE tutto questo, ma è una procedura scomoda e fastidiosa, oltre che potenzialmente illegale (vero che ho il diritto di masterizzare, ma ho anche il diritto di ri ripparlo quel CD?ovviamente sto parlando per assurdo, ma non si sa mai)

    Quando compri da iTMS sottoscrivi un accordo
    in cui dichiari che tutto questo ti sta
    bene. Se tutto ciò non ti sta bene,
    non comprare da iTMS, non vedo dove stia il
    problema. punto.Infatti non compro. punto.


    i drm sono solo una perdita di

    tempo, che non intacca minimamente la

    pirateria, quella vera, quella lucrosa

    intendo, ma pone solo delle enormi
    perdite

    di tempo per l'utente legittimo
    (esattamente

    come le protezioni dei "vecchi" CD)

    Questo lo dici tu, ma anche ammesso che
    fosse vero, il problema non sta certo in
    Apple, MS, Sony, o cichessia, ma in chi
    impone il DRM per la vendita online... e
    sinceramente non posso biasimarlo: troppo
    facile avere a disposizione MP3 a 99
    centesimi da distribuire a destra e a manca
    senza il minimo sforzo...Anche perchè su qualunque piattaforma per il p2p trovo i soliti brani a costo zero, non vedo quale sarebbe il mio interesse nel redistribuire a destra e a manca quei fileINTEDIAMOCI tra i vari DRM quello di Apple è decisamente il migliore, in quanto poco restrittivo, resta il fatto che a meno di raggiri io quella musica la posso sentire solo sui pc e sugli ipod, oppure su un lettore CDE dato che questi DRM sono cmq aggirabili in maniera estremamente semplice(vedi jhymn) non vedo perchè a questo punto non si possa non usarli affatto, e facilitare la fruizione dei brani su qualunque tipo di lettore e di qualunque marca
  • Anonimo scrive:
    Re: NO AL DRM!
    Sono d'accordo anch'io (e anch'io sono utente Mac - non iTMS però), però a quanto ho capito questo fantomatico store ha solo opere di gruppi indipendenti e per fare a meno del DRM evita proprio le major.Non che ci sia niente di male ovviamente... ma non vedo come questo possa attaccare gli altri store che vendono musica coperta da DRM.
  • Anonimo scrive:
    Re: Si, si , si
    - Scritto da: Anonimo
    Il mio player non supporta nessun DRM,E allora?La mia macchina non supporta il Diesel e neanche il Gas... mica mi lamento con il produttore che mi ha messo un motore che va solo a benzina: se voglio usare Gas o Diesel mi prendo una macchina con un motore che lo supporti, o faccio le dovute modifiche affinché possa andare almeno a Gas.Se hai comprato un player che non supporta nessun DRM vuol dire che non ti interessa acquistare musica online. Mio fratello a casa ho quasi 200 CD... non ho alcun interesse a comprare musica online. Io invece sono uno che combra tanti brani singoli, quindi comprando online mi sono preoccupato di prendere un player adatto.Se ti interessa acquistare musica online, hai sbagliato acquisto, oppure ti devi sobbarcare l'onere di convertire i file in formato AIFF e ri-ripparli in modo tale che non abbiano DRM
    perché devo essere obbligato a
    seguire questa insulsa corsa al continuo
    cambiamento di device che non mi danno nulla
    in cambio?Non c'è nessun "continuo cambiamento di device".L'iPod legge da sempre musica venduta su iTMS e sempre la leggerà (firmware upgradabile)bye
  • Anonimo scrive:
    Re: NO AL DRM!
    - Scritto da: pikappa

    - Scritto da: Anonimo


    i DRM sono uno scotto inevitabile se si

    vuol vendere musica online

    E chi l'ha detto? Semplice:-tu *VUOI* vendere musica i cui diritti appartengono a qualcuno (major)-tu *DEVI* chiedere il permesso di vendere a chi detine i diritti (major)-questi non sono stupidi, e al di là di accordi commerciali, ti danno il permesso di vendere *SOLO* se il tuo sistema di vendita non causerà loro un danno (ovvero *SOLO* se includi un DRM)-se non ti sta bene non fai l'accordo e non vendi.
    perchè io devo
    comprare una cosa limitata alla fonte? Ma quarda che non te l'ha mica detto il dottore che devi comprare musica coperta da DRM: puoi comprare un CD o una musicassetta, puoi ascoltare la radio... puoi scaricarti musica P2P senza DRM o comprare musica illegale dalla russia, devolvendo in beneficenza quello che risparmi. Puoi fare tutto quello che vuoi, ma non puoi andare in giro col paraocchi di fronte a quella che è la più normale politica commerciale.Puoi anche comprare software piratato, o comprare una licenza ma installare su 10 computer... mi pare logico che però il produttore, se vuole, possa fare i dovuti controlli e mettere tutti gli ostacoli possibili per impedirti di farlo (chiavi hardware, seriali controllati via internet, ecc...)
    se io
    voglio comprare online da iTMS perchè
    dovrei per forza comprare un ipod per
    usufruirne,Bugia: oltre ad ascoltarlo sull'iPod puoi:-ascoltarlo (contemporanemente) su 5 computer Windows o MacOS-condividere l'ascolto in rete locale.-masterizzare infiniti CD (e qui il DRM sparisce)-da quei CD, se vuoi, puoi ripparti MP3, o AAC o tutto quello che vuoi senza DRM.-se sei un po' furbo invece di masterizzarti un CD reale, ti fai un'immagine discoQuando compri da iTMS sottoscrivi un accordo in cui dichiari che tutto questo ti sta bene. Se tutto ciò non ti sta bene, non comprare da iTMS, non vedo dove stia il problema. punto.
    i drm sono solo una perdita di
    tempo, che non intacca minimamente la
    pirateria, quella vera, quella lucrosa
    intendo, ma pone solo delle enormi perdite
    di tempo per l'utente legittimo (esattamente
    come le protezioni dei "vecchi" CD)Questo lo dici tu, ma anche ammesso che fosse vero, il problema non sta certo in Apple, MS, Sony, o cichessia, ma in chi impone il DRM per la vendita online... e sinceramente non posso biasimarlo: troppo facile avere a disposizione MP3 a 99 centesimi da distribuire a destra e a manca senza il minimo sforzo...
  • Anonimo scrive:
    Re: L'unica soluzione è il formato OGG
    veramente il 98% delle persone che usano musica digitale se ne sbattono se l'ogg e migliore dell'mp3, volgiono che funzioni e niente casini per leggerli... 128 vanno più che bene per tutti i comuni consumatori..
  • Anonimo scrive:
    Re: Si, si , si

    Il DRM di Apple permette l'ascolto
    contemporaneo su 5 computer, la condivisione
    dell'ascolto in rete senza limiti, l'ascolto
    su tutti gli iPod, la masterizzazione di
    infiniti CD (dai quali, eventualmente,
    ricavare MP3 senza DRM).... è quanto
    di più *libero* possa esserci tra
    tutti i DRM, quindi se questo "pagliaccio"
    se la deve prendere con qualcuno, se la
    prenda con chi applica DRM più
    restrittiviIl mio player non supporta nessun DRM, perché devo essere obbligato a seguire questa insulsa corsa al continuo cambiamento di device che non mi danno nulla in cambio?
  • pikappa scrive:
    Re: NO AL DRM!
    - Scritto da: Anonimo
    i DRM sono uno scotto inevitabile se si vuol
    vendere musica onlineE chi l'ha detto? perchè io devo comprare una cosa limitata alla fonte? se io voglio comprare online da iTMS perchè dovrei per forza comprare un ipod per usufruirne, i drm sono solo una perdita di tempo, che non intacca minimamente la pirateria, quella vera, quella lucrosa intendo, ma pone solo delle enormi perdite di tempo per l'utente legittimo (esattamente come le protezioni dei "vecchi" CD)
  • Anonimo scrive:
    Re: NO AL DRM!
    - Scritto da: jokanaan
    sei patetico te.
    stavamo tutti a lamentarci della limitatezza
    del modello musicale precedente a iTunes,errato... vi stavate lamentando del DRM. punto.
    No, caro mio, se voglio essere legale spesso
    mi si costringe ad acquistare da iTunes (non
    esistono altri competitors colla sua vasta
    library di brani, non è difficile che
    esistano brani licenziati solo da Apple.)Apple si è mossa per prima e si è mossa meglio.Se la concorrenza non sta al passo, la colpa non è certo di Apple
    E' per questo che bisogna deprecare i drm,
    siano essi apple o microsoft,
    indipendentemente da quanto essi siano
    restrittivi.i DRM sono uno scotto inevitabile se si vuol vendere musica onlinePS: impara a quotare e ad usare il quoting per esprimere i tuoi concetti in merito alle osservazioni degli altri. Se vuoi fare un discorso tuo inizia un nuovo thread; se vuoi rispondere, rispondi alle singole affermazionibye
  • Anonimo scrive:
    Re: iTunes: ma quale DRM???
    - Scritto da: pikappa
    Beh se permetti io invece ti dico la mia,Certo
    l'ipod è un gran bel player, ma
    assolutamente troppo costosoAnche per me è troppo costoso, ma nel senso che nn me lo posso permettere al momento. Non nel senso che "costa troppo" in assoluto. Quando avrò i soldi per prenderlo, lo prenderò.
    , lo shuffle
    invece, credo che non valga quei soldi, per
    i miei gusti è estremamente limitato,
    per molto meno su ebay si trovano dei mini
    player da 256 o 512 mb che fanno anche da
    radio e da registratori, e ti assicuro che
    funzionano parecchio bene, dunque per me gli
    ipod non sono una scelta allettanteOgnuno ovviamente ha le proprie preferenze, ed è questo il bello. Ti posso dire perchè ho scelto shuffle: l'integrazione con iTunes. Non con il music store, intendo proprio il player: usando mac ho tutta la libreria su iTunes, e iPod Shuffle mi permette di attaccarlo, e lasciar fare tutto a lui, mentre io mi preparo per andare al lavoro (dove nn sono oggi, altrimenti nn sarei qua a scrivere :D ). Questo gli altri player nn me lo davano (oltre ad essere più "scomodi" a livello di pulsanti, allmeno quelli che ho provato io).In ogni caso, come dicevo, ognuno sceglie quello che preferisce, e stiamo un po' andando OT :)L'importante è che ognuno rispetti le scelte degli altri, e nn cadere nelle solite "guerriglie" :)Anvar
  • jokanaan scrive:
    Re: L'unica soluzione è il formato OGG
    innanzitutto mi accodo con chi ribadisce il fatto che per intaccare il mercato bisogna utilizzare gli standard, non crearne di nuovi. Mp3 è standard, quindi non si pongono problemi. Si pagheranno delle royalities a frauhnofler (o come diamine si scriva). Amen.secondo di tutto mi preme specificare che l'ogg, come formato, è stato troppo sopravvalutato.E' di difficile implementazione hw: ne parla uno che ha seguito con ansia i forum dell'iRiver nel periodo dove i tecnici iRiver cercavano di adattare il codec Tremor (fpu-less) al loro hardware.Sarà veramente dura convincere un'eventuale acquirente di lettore mp3 che è necessario per il bene dell'umanità prendere un lettore ogg dal costo superiore (più complesso di mp3 ma anche di altri) e dall'autonomia inferiore (suonare ogg ciuccia più batteria), solo perché ogg è free.Ora, una notizia sbalorditiva che non è stata raccolta da quasi nessuno: MPC è diventato opensource da un bel po'!MPC è considerato da tutti gli esperti del settore il vero HI-FI del lossy, e non è un ossimoro, visto che ad altissimi bitrates la percentuale di persone che riesce a riconoscerne la compressione è davvero trascurabile. Ma anche a bitrates mediobassi (160kbps) fa faville, e a 128kbps si pone in diretta competizione con aac, ogg e wma9.in più è opensource come OGG (ma oramai gli opensorciari hanno fatto OGG e non vogliono lasciarlo per puntiglio)in più a parità di hw viene decodificato 5volte più velocemente di un mp3 . Il ché potrebbe significare il suo potenziale successo nel campo portatile.ma il tutto non potrebbe mai prendere piede senza una spinta forte magari da un portale di vendita musicale legale.Ecco come vedrei io il portale musicale ideale.Scelta formato libera (mp3, ogg, m4a, mpc)scelta bitrate libera da 128kbps a 320kbpsNo drm.- Scritto da: Anonimo
    Putroppo le cose si fanno sempre a
    metà: se si vuole creare veramente
    musica libera, va utilizzato il formato OGG,
    non l'MP3, che è superbrevettato e
    pieno di royalty da pagare per i produttori.
    Il formato OGG è di qualità
    superiore, ridotte dimensioni, basato su
    studi particolari della percezione del
    suono, VBR, multitraccia (fino a 6 canali mi
    pare, quindi extra dolby), open source,
    standard, già implementato in
    moltissimi player come Winamp o player
    portatili e libero da royalty.
    Il tutto a www.vorbis.com.
    Indubbiamente a confronto l'mp3 è una
    catapecchia.
    Probabilmente questo bel signore che dice di
    volere musica libera da DRM per vocazione
    sta mentendo...
  • jokanaan scrive:
    Re: NO AL DRM!
    sei patetico te.stavamo tutti a lamentarci della limitatezza del modello musicale precedente a iTunes, al fatto che bisognava per forza o comprarsi il cd o attaccarsi , senza la possibilità di scegliere canzoni singolarmente, e senza la possibilità di apprezzare un'artista in particolare ma non la sua casa discografica.ora arrivi tu col tuo discorso che simboleggi come nessuno in realtà voglia mettere in discussione i modelli distributivi. SI VOGLIONO SOLO MONOPOLI.No, caro mio, se voglio essere legale spesso mi si costringe ad acquistare da iTunes (non esistono altri competitors colla sua vasta library di brani, non è difficile che esistano brani licenziati solo da Apple.)E' per questo che bisogna deprecare i drm, siano essi apple o microsoft, indipendentemente da quanto essi siano restrittivi.- Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: jokanaan


    perché dovere accettare questa

    perdita di tempo forzata come fosse
    giusta?

    Guarda che non ti obbliga nessuno a comprare
    da iTMS... se l'utilizzo che ne devi fare
    è questo puoi comprare benissimo da
    altri luoghi, ma questo non significa essere
    contro il DRM.
    Se hai un palmare PocketPC, la versione WMP
    che hai installata, leggerà i file
    protetti con DRM di MS (ben più
    restrittivo di quello Apple, ma
    immediatamente fruibile sul tuo palmare).
    Se hai un iPod (il 90% del mercato) leggerai
    i file protetti con DRM di Apple.
    Entrambi i sistemi ti permettono di
    registrare CD Audio (se sei furbo ti fai una
    "immagine disco", non un CD vero) e da
    lì ti rippi MP3 senza DRM.
    Se non ti sta bene niente di tutto
    ciò, ti compri un CD "vero" e ti
    rippi quello (ammesso che anche quello non
    sia protetto...)

    Siete tutti patetici a combattere contro i
    mulini a vento...

    bye
  • pikappa scrive:
    Re: iTunes: ma quale DRM???
    - Scritto da: Anonimo[CUT]
    Per quanto riguarda iPod...non comprerei mai
    un altro player portatile, ho appena
    felicemente acquistato uno Shuffle che mi
    "accompagna" tutte le mattine sui mezzi
    pubblici, quindi non posso esprimermi :D E
    cmq è abbastanza normale che Apple
    "spinga" ad acquistare iPod, visto che alla
    fine iTunes MS serve a quello.Beh se permetti io invece ti dico la mia, l'ipod è un gran bel player, ma assolutamente troppo costoso, lo shuffle invece, credo che non valga quei soldi, per i miei gusti è estremamente limitato, per molto meno su ebay si trovano dei mini player da 256 o 512 mb che fanno anche da radio e da registratori, e ti assicuro che funzionano parecchio bene, dunque per me gli ipod non sono una scelta allettante

    In conclusione: anche io preferirei che le
    major la smettessero con le loro
    stupidaggini sui DRM che, come si vede,
    servono solo a danneggiare l'utente onesto.
    Ma visto che purtroppo siamo nel mondo
    reale, ho paura che nn sarà mai
    così.

    Anvar
  • FDG scrive:
    Re: Grande Robertson, e' la strada giusta...
    - Scritto da: Anonimo
    A parte ovviamente Sony, che con una mossa
    strategica passata quasi inosservata, ha
    appoggiato il protocollo mp3 nel psp,
    proprio per opporsi al predominio microsoft
    con il suo DRM.Predominio Microsoft col suo DRM? HAHAHAHAMa se quelli di Redmont sono arrivati a preoccuparsi del fatto che l'ottanta percento dei loro dipendenti con un player digitale ha un iPod!Ma dove vivi?:D
  • Anonimo scrive:
    Re: NO AL DRM!
    - Scritto da: jokanaan
    perché dovere accettare questa
    perdita di tempo forzata come fosse giusta?Guarda che non ti obbliga nessuno a comprare da iTMS... se l'utilizzo che ne devi fare è questo puoi comprare benissimo da altri luoghi, ma questo non significa essere contro il DRM.Se hai un palmare PocketPC, la versione WMP che hai installata, leggerà i file protetti con DRM di MS (ben più restrittivo di quello Apple, ma immediatamente fruibile sul tuo palmare).Se hai un iPod (il 90% del mercato) leggerai i file protetti con DRM di Apple.Entrambi i sistemi ti permettono di registrare CD Audio (se sei furbo ti fai una "immagine disco", non un CD vero) e da lì ti rippi MP3 senza DRM.Se non ti sta bene niente di tutto ciò, ti compri un CD "vero" e ti rippi quello (ammesso che anche quello non sia protetto...)Siete tutti patetici a combattere contro i mulini a vento...bye
  • Anonimo scrive:
    Re: NO AL DRM!
    - Scritto da: Alex¸tg
    Completamente d'accordo.

    Io sono disposto a comprare musica
    online (oddio, magari una volta che nella
    loro infinita benevolenza, alla Telecom mi
    avranno anche coperto con qualcosa di piu`
    di una dialup 56K) e sono disposto ad
    accettare limitazioni sulla sua propagazione
    incontrollata.

    MA

    Non sono disposto ad accettare di non poter
    piu` usare quel che compro per via
    dell'obsolescenza dei dispositivi di
    riproduzione, legati a quel modo di
    controllare i diritti.problema inesistente...
    ERGO

    Pretendo, esigo, che la tecnologia di
    protezione, e la possibilita` di riconoscere
    il mio diritto di acquirente, e quindi
    quella di consentirmi di usare l'oggetto
    dell'acquisto, sia propagata nel
    tempo nella piena responsabilita` del
    fornitore del servizio (ovvero Apple nel
    caso di iTunes). Pena il rimborso al momento
    in cui non saro` piu` in grado di fruire
    dell'oggetto acquistato.quindi?
    Queste sono le mie condizioni. Se vogliono
    il DRM, dev'essere cosi`: il mio acquisto
    dev'essere giustamente eternato.
    Altrimenti, da me non vedranno una lira,
    figuriamoci un euro.E dove stà il problema nell'iTMS?Boh...
  • FDG scrive:
    Re: iTunes: ma quale DRM???
    - Scritto da: Anonimo
    ...io intendevo dire
    che cmq rispetto agli assurdi DRM di
    microsoft, quello Apple è proprio il
    meno "attaccabile". Non viene attaccato perché il più restrittivo, ma perché quello del pesce più grosso dello stagno.
  • Anonimo scrive:
    Re: NO AL DRM!
    - Scritto da: Anonimo
    Le iniziative come queste vanno incoraggiate
    rispetto a iTunes, e ve lo dice un grande
    fan della mela, che però ha calcolato
    che, per colpa del DRM, la musica
    acquisterebbe da itunes shop è
    inevitabilmente destinata a diventare
    inutilizzabile nel giro di alcuni anni.Non hai calcolato che senza DRM non ci sarebbe neanche la possibilità di comprare (legalmente) musica (coperta da diritti di autore) online.
    Basta pensare al fatto che cambiamo computer
    sempre piu' velocemente, e la rapida
    obsolescenza dei formati per comprendere che
    l'idea stessa del DRM per gli utenti
    è una grandissima fregatura.ROTFL... i formati sono formati... finché ci sarà qualche software che li "traduce" saranno utilizzabili, e mi pare ovvio che iTunes ci sarà sempre.Inoltre puoi masterizzarti tutti i CD che vuoi, e questi diventano liberi da qualsiasi DRM...Di contro, ho diverse musicassette originali comprate parecchie anni fa, che non sono più fruibili in quanto il nastro (ormai vecchio) si è rovinato.
    Molti lo sanno bene e difatti si sono
    rifiutati di comprare apparecchi come i
    player della Sony che sono incredibilmente
    restrittivi da questo punto di vista, ma
    anche Apple, che in un primo momento su
    questo punto ha dovuto cedere, deve iniziare
    a ricredersi. L'unica possibilità di
    indurla ad una riflessione e incoraggiare i
    siti che non si appoggiano ai DRM.Non ci sono siti che vendono "legalmente" musica coperta da diritti d'autore, senza applicare DRMbye
  • FDG scrive:
    Re: iTunes: ma quale DRM???
    - Scritto da: Anonimo
    Hai provato Kazaatunes? 8)E perchè non Rubatunes? E Marocchinotunes?
  • FDG scrive:
    Re: iTunes: ma quale DRM???
    - Scritto da: Anonimo
    cioè Magnatunes (da cui mi
    "rifornisco" spesso), e costa decisamente
    meno....Lo conosco. Bello, ma non ha la visibilità delle iniziative di Robertson.
  • Anonimo scrive:
    Si, si , si
    -Una spacconata?Si... lui si sente il migliore e vuole fare lo sbruffone-Ossessione per gli MP3?Certo che si... non si spiega altrimenti questo accanimento ingiustificato- Una furbata?Ovviamente... la prima degli sfruffoni è far parlare di se, altrimenti si cade nel dimenticatoioLa vendita online senza DRM sarebbe improponibile (i famosi siti russi vendono illegalmente).Chi compra da iTMS sottoscrive una licenza con la quale si dichiara in accordo, quindi non può *dopo* lamentarsi di un DRM al quale si è dichiarato favorevole... Se non gli sta bene non compra da iTMS. punto.Il DRM di Apple permette l'ascolto contemporaneo su 5 computer, la condivisione dell'ascolto in rete senza limiti, l'ascolto su tutti gli iPod, la masterizzazione di infiniti CD (dai quali, eventualmente, ricavare MP3 senza DRM).... è quanto di più *libero* possa esserci tra tutti i DRM, quindi se questo "pagliaccio" se la deve prendere con qualcuno, se la prenda con chi applica DRM più restrittivibye
  • Anonimo scrive:
    Re: iTunes: ma quale DRM???
    - Scritto da: pikappa
    Hai perfettamente ragione, però se ci
    pensi bene, per poter sentire la musica che
    ho comprato su iTunes, la devo tutte le
    volte:
    masterizzare,rippare, comprimere....oppure
    comprarmi un iPod!Perfettamente d'accordo con te e con l'altro amico sul fatto che è cmq un lavoro da fare, il problema è che temo sia la minima condizione per avere musica dalle "major". Altrimenti certo, si può avere musica alternativa, come l'ottima musica di Magnatunes, per esempio, che non ha di questi problemi...io intendevo dire che cmq rispetto agli assurdi DRM di microsoft, quello Apple è proprio il meno "attaccabile". Per quanto riguarda iPod...non comprerei mai un altro player portatile, ho appena felicemente acquistato uno Shuffle che mi "accompagna" tutte le mattine sui mezzi pubblici, quindi non posso esprimermi :D E cmq è abbastanza normale che Apple "spinga" ad acquistare iPod, visto che alla fine iTunes MS serve a quello.In conclusione: anche io preferirei che le major la smettessero con le loro stupidaggini sui DRM che, come si vede, servono solo a danneggiare l'utente onesto. Ma visto che purtroppo siamo nel mondo reale, ho paura che nn sarà mai così.Anvar
  • pikappa scrive:
    Re: Creative Commons?
    - Scritto da: Anonimo
    Sentite dov'è che posso trovare
    musica sotto creative commons sia gratis che
    a pagamento? La vorrei però sotto la
    creative commons che mi permette di usarla
    per usi commerciali. Dovrei fare un
    videogioco gratuito e il problema più
    grosso sono appunto gli effetti sonori e la
    musica.

    Intanto ho trovato Irate:
    irate.sourceforge.net /

    Praticamente è un programma dove
    è possibile scaricare solo musica
    libera. Non sei tu che scegli il download ma
    è il programma che ti manda al
    massimo 2 canzoni (mi pare 2). Dopo che le
    hai ascoltate le devi ascoltare almeno una
    volta e valutare, altrimenti non puoi
    ricevere altre canzoni. Guardando le liste
    di musica di gente che ha votato come te
    piano piano il sistema inizierà a
    mandarti solo musica che rientra nei tuoi
    gusti.Io darei un'occhiata a creativecommons.org
  • pikappa scrive:
    Re: L'unica soluzione è il formato OGG
    - Scritto da: Anonimo
    Putroppo le cose si fanno sempre a
    metà: se si vuole creare veramente
    musica libera, va utilizzato il formato OGG,
    non l'MP3, che è superbrevettato e
    pieno di royalty da pagare per i produttori.
    Il formato OGG è di qualità
    superiore, ridotte dimensioni, basato su
    studi particolari della percezione del
    suono, VBR, multitraccia (fino a 6 canali mi
    pare, quindi extra dolby), open source,
    standard, già implementato in
    moltissimi player come Winamp o player
    portatili e libero da royalty.
    Il tutto a www.vorbis.com.
    Indubbiamente a confronto l'mp3 è una
    catapecchia.
    Probabilmente questo bel signore che dice di
    volere musica libera da DRM per vocazione
    sta mentendo...L'ogg Vorbis è un bel formato, tuttavia non è granchè supportato dai player portatili (purtroppo) l'mp3 ha successo proprio perchè suona dovunque
  • Anonimo scrive:
    Re: iTunes: ma quale DRM???
    Forse non hai ben capito il senso dell'argomento...comunque sei obbligato a "lavorarci" sul file per potertelo portare (scusa il gioco di parole :$) in giro...così invece elimini vari passaggi (masterizzare,rippare etc etc etc..) a cui tanta gente può dare "fastidio" seguire....
  • jokanaan scrive:
    Re: VOGLIO TUTTO!
    - Scritto da: Anonimo


    2) Robertson non agisce per la gloria ma -
    ergendosi a paladino delle masse musicofile
    - avrà il suo bel ritorno economico.robertson è uno dei tanti piccoli pesci che sono finiti nelle grinfie dei pescecani. Quando gestiva mp3.com offriva tanto di quel gratis da non credere.Radio gratis in streaming, molti brani gratis, il tutto senza violare i diritti degli artisti.Tuttavia le majors si sono accaniti su di lui. Sfruttando quelle leggi che con la scusa di garantire remunerazione agli artisti offre solo potere alle majors per evitare l'ingresso nel settore di altri competitors.secondo me un po' lo fa anche per vendetta.
  • jokanaan scrive:
    Re: NO AL DRM!
    - Scritto da: Anonimo

    Boh, però è anche vero che se
    mi masterizzo le mie compilation su cd-da,
    il problema non si pone...
    divertente. Io prima di copiare canzoni sul mio palmare masterizzo cd-da a frotte. E poi le rippo.perché dovere accettare questa perdita di tempo forzata come fosse giusta?
  • Anonimo scrive:
    Re: L'unica soluzione è il formato OGG
    A proposito, c'è già che vende musica ogg e flac, vedi www.mindawn.com. Purtroppo snobbato dalle major perchè preferiscono il DRM.
  • Anonimo scrive:
    L'unica soluzione è il formato OGG
    Putroppo le cose si fanno sempre a metà: se si vuole creare veramente musica libera, va utilizzato il formato OGG, non l'MP3, che è superbrevettato e pieno di royalty da pagare per i produttori.Il formato OGG è di qualità superiore, ridotte dimensioni, basato su studi particolari della percezione del suono, VBR, multitraccia (fino a 6 canali mi pare, quindi extra dolby), open source, standard, già implementato in moltissimi player come Winamp o player portatili e libero da royalty.Il tutto a www.vorbis.com.Indubbiamente a confronto l'mp3 è una catapecchia.Probabilmente questo bel signore che dice di volere musica libera da DRM per vocazione sta mentendo...
  • pikappa scrive:
    Re: iTunes: ma quale DRM???
    - Scritto da: Anonimo
    Forse al signor "Mp3" non è molto
    chiaro che il DRM di iTunes è tanto
    fumo e poco arrosto. No, non sto parlando
    del fatto che con quell'inutile programmino
    si può craccare la protezione. Dico
    inutile, perchè i file di iTunes
    Music Store sono tranquillamente
    masterizzabili, e re-rippabili (scusate la
    bruttura linguistica), in qualunque formato
    SENZA PROTEZIONE DI SORTA. Hai perfettamente ragione, però se ci pensi bene, per poter sentire la musica che ho comprato su iTunes, la devo tutte le volte:masterizzare,rippare, comprimere....oppure comprarmi un iPod!e qui Robertson ha perfettamente ragione, iTunes è un esempio di una cosa ben fatta, ma non è certo esente da difetti, e il fatto di essere legato strettamente all'ipod a me pare un difetto
    Certo, sicuramente si perde
    leggerissimamente di qualità, ma
    stiamo sempre parlando di files compressi a
    128 Kbit, non di wav o aiff, da ascoltare
    con le cuffiette in mezzo al traffico,
    quindi non vengano gli audiofili a dire che
    su uno stereo da 10000 euro la differenza si
    sente ;)

    Per quanto riguarda gli "altri" (Microsoft,
    Sony, etc...) do pienamente ragione a
    Robertson, ma nel caso di iTunes, parla a
    vanvera...

    Anvar
  • Anonimo scrive:
    Re: NO AL DRM!
    - Scritto da: Anonimo
    Le iniziative come queste vanno incoraggiate
    rispetto a iTunes, e ve lo dice un grande
    fan della mela, che però ha calcolato
    che, per colpa del DRM, la musica
    acquisterebbe da itunes shop è
    inevitabilmente destinata a diventare
    inutilizzabile nel giro di alcuni anni.
    Basta pensare al fatto che cambiamo computer
    sempre piu' velocemente, e la rapida
    obsolescenza dei formati per comprendere che
    l'idea stessa del DRM per gli utenti
    è una grandissima fregatura.Completamente d'accordo.Io sono disposto a comprare musica online (oddio, magari una volta che nella loro infinita benevolenza, alla Telecom mi avranno anche coperto con qualcosa di piu` di una dialup 56K) e sono disposto ad accettare limitazioni sulla sua propagazione incontrollata.MANon sono disposto ad accettare di non poter piu` usare quel che compro per via dell'obsolescenza dei dispositivi di riproduzione, legati a quel modo di controllare i diritti.ERGOPretendo, esigo, che la tecnologia di protezione, e la possibilita` di riconoscere il mio diritto di acquirente, e quindi quella di consentirmi di usare l'oggetto dell'acquisto, sia propagata nel tempo nella piena responsabilita` del fornitore del servizio (ovvero Apple nel caso di iTunes). Pena il rimborso al momento in cui non saro` piu` in grado di fruire dell'oggetto acquistato.Queste sono le mie condizioni. Se vogliono il DRM, dev'essere cosi`: il mio acquisto dev'essere giustamente eternato . Altrimenti, da me non vedranno una lira, figuriamoci un euro.
  • pikappa scrive:
    Re: Grande Robertson, e' la strada giust
    - Scritto da: Ics-pi
    Hai ragione sono degli infamoni, basta
    vedere che le memorie della play1 sono
    compatibili con la play2 MA non puoi
    salvarci sopra...(forse perchè le mie
    non sono sony boh).
    Cmq merda a spruzzo su di loro!!!Resta il fatto che hanno pubblicamente ammesso che non supportare l'mp3 sui loro device è stata una colossale caxxata!
  • Anonimo scrive:
    Re: NO AL DRM!
    - Scritto da: Anonimo
    Le iniziative come queste vanno incoraggiate
    rispetto a iTunes, e ve lo dice un grande
    fan della mela, che però ha calcolato
    che, per colpa del DRM, la musica
    acquisterebbe da itunes shop è
    inevitabilmente destinata a diventare
    inutilizzabile nel giro di alcuni anni.
    Basta pensare al fatto che cambiamo computer
    sempre piu' velocemente, e la rapida
    obsolescenza dei formati per comprendere che
    l'idea stessa del DRM per gli utenti
    è una grandissima fregatura.

    Molti lo sanno bene e difatti si sono
    rifiutati di comprare apparecchi come i
    player della Sony che sono incredibilmente
    restrittivi da questo punto di vista, ma
    anche Apple, che in un primo momento su
    questo punto ha dovuto cedere, deve iniziare
    a ricredersi. L'unica possibilità di
    indurla ad una riflessione e incoraggiare i
    siti che non si appoggiano ai DRM.Boh, però è anche vero che se mi masterizzo le mie compilation su cd-da, il problema non si pone...
  • Anonimo scrive:
    Re: Creative Commons?
    - Scritto da: Anonimo
    Sentite dov'è che posso trovare
    musica sotto creative commons sia gratis che
    a pagamento? La vorrei però sotto la
    creative commons che mi permette di usarla
    per usi commerciali. Dovrei fare un
    videogioco gratuito e il problema più
    grosso sono appunto gli effetti sonori e la
    musica.
    Non so se fa al caso tuo, ma dai un'occhiata a www.magnatune.com
  • Anonimo scrive:
    Re: Creative Commons?
    - Scritto da: Anonimo
    Dopo che le
    hai ascoltate le devi ascoltare almeno una
    volta e valutare, Scusate se ho scritto da cani ma sono di fretta.
  • Anonimo scrive:
    Creative Commons?
    Sentite dov'è che posso trovare musica sotto creative commons sia gratis che a pagamento? La vorrei però sotto la creative commons che mi permette di usarla per usi commerciali. Dovrei fare un videogioco gratuito e il problema più grosso sono appunto gli effetti sonori e la musica.Intanto ho trovato Irate: http://irate.sourceforge.net/Praticamente è un programma dove è possibile scaricare solo musica libera. Non sei tu che scegli il download ma è il programma che ti manda al massimo 2 canzoni (mi pare 2). Dopo che le hai ascoltate le devi ascoltare almeno una volta e valutare, altrimenti non puoi ricevere altre canzoni. Guardando le liste di musica di gente che ha votato come te piano piano il sistema inizierà a mandarti solo musica che rientra nei tuoi gusti.
  • Anonimo scrive:
    Quali etichette?
    Quali case discografiche gli daranno da vendere i loro titoli?Con quelle premesse ci sarà ben poco...;)
  • Anonimo scrive:
    VOGLIO TUTTO!
    Premesso che:1) Il DRM è un sistema imperfetto (oltre che iniquo dal punto di vista della collettivizzazione dei contenuti culturali rispetto agli spropositati profitti delle majors)2) Robertson non agisce per la gloria ma - ergendosi a paladino delle masse musicofile - avrà il suo bel ritorno economico.3) Altri sistemi (Sony ecc.) si sono rivelati inadeguati, stupidi (vedi ATRAC) e spropositatamente avidi,credo proprio che sarò un assiduo di mp3tunes e mi scaricherò tutto il possibile, che poi trasferirò sul mio iPodMini tramite il mio powerbook. Amen.
  • maxrainato scrive:
    Come quelli di GarageBando.com?
    Se non ho capito male vorrebbe fare una cosa come www.garageband.com o no?Sai che novità dirompente, c'è da anni...ops: cannato url sul titolo, ma basta leggere il msg==================================Modificato dall'autore il 04/02/2005 8.19.10
  • Ics-pi scrive:
    Re: Grande Robertson, e' la strada giust
    Hai ragione sono degli infamoni, basta vedere che le memorie della play1 sono compatibili con la play2 MA non puoi salvarci sopra...(forse perchè le mie non sono sony boh).Cmq merda a spruzzo su di loro!!!
  • Anonimo scrive:
    Re: iTunes: ma quale DRM???
    Hai provato Kazaatunes? 8)
  • Anonimo scrive:
    Re: iTunes: ma quale DRM???
    Tra l'altro (sono sempre l'autore del post), se uno vuole musica "indipendente", senza DRM e per di più in formato lossless (quindi decisamente meglio degli mp3), c'è già un'alternativa, e cioè Magnatunes (da cui mi "rifornisco" spesso), e costa decisamente meno....Anvar
  • Anonimo scrive:
    iTunes: ma quale DRM???
    Forse al signor "Mp3" non è molto chiaro che il DRM di iTunes è tanto fumo e poco arrosto. No, non sto parlando del fatto che con quell'inutile programmino si può craccare la protezione. Dico inutile, perchè i file di iTunes Music Store sono tranquillamente masterizzabili, e re-rippabili (scusate la bruttura linguistica), in qualunque formato SENZA PROTEZIONE DI SORTA. Certo, sicuramente si perde leggerissimamente di qualità, ma stiamo sempre parlando di files compressi a 128 Kbit, non di wav o aiff, da ascoltare con le cuffiette in mezzo al traffico, quindi non vengano gli audiofili a dire che su uno stereo da 10000 euro la differenza si sente ;)Per quanto riguarda gli "altri" (Microsoft, Sony, etc...) do pienamente ragione a Robertson, ma nel caso di iTunes, parla a vanvera...Anvar
  • Anonimo scrive:
    NO AL DRM!
    Le iniziative come queste vanno incoraggiate rispetto a iTunes, e ve lo dice un grande fan della mela, che però ha calcolato che, per colpa del DRM, la musica acquisterebbe da itunes shop è inevitabilmente destinata a diventare inutilizzabile nel giro di alcuni anni. Basta pensare al fatto che cambiamo computer sempre piu' velocemente, e la rapida obsolescenza dei formati per comprendere che l'idea stessa del DRM per gli utenti è una grandissima fregatura.Molti lo sanno bene e difatti si sono rifiutati di comprare apparecchi come i player della Sony che sono incredibilmente restrittivi da questo punto di vista, ma anche Apple, che in un primo momento su questo punto ha dovuto cedere, deve iniziare a ricredersi. L'unica possibilità di indurla ad una riflessione e incoraggiare i siti che non si appoggiano ai DRM.
  • jokanaan scrive:
    Re: Grande Robertson, e' la strada giust
    - Scritto da: Anonimo


    A parte ovviamente Sony, che con una mossa
    strategica passata quasi inosservata, ha
    appoggiato il protocollo mp3 nel psp,
    proprio per opporsi al predominio microsoft
    con il suo DRM.
    rifletti su questa colossale stupidaggine. Sony ha velleità monopolistiche perfino maggiori di MS, e parimenti ha abusato dei suoi drm.Devo dire che ultimamente pare si siano un pochino rilassati riguardo all'argomento (dopo aver visto le vendite della play1 e le giacenze del compartimento "audio portatile" era ovvio farsi due conti)Ma la sony rimane ai miei occhi una delle case più meschine sulla faccia della terra.per il resto approvo il post
  • Anonimo scrive:
    Grande Robertson, e' la strada giusta...
    Michael Robertson e' il faro nella nebbia di tutto il mercato. Lui e' l'unico che sa dove sta andando veramente il mondo, che lo si sappia o no. A parte ovviamente Sony, che con una mossa strategica passata quasi inosservata, ha appoggiato il protocollo mp3 nel psp, proprio per opporsi al predominio microsoft con il suo DRM. Il DRM e' una chimera (un sito giapponese ha proprio ieri crackato la versione 10), ma l'uomo della strada non lo sa e paga lo stesso musica che scadra' dopo una settimana. Ma uomini come Robertson faranno ricordare il prossimo decennio come quello in cui l'MP3 cambio' per sempre la storia del copyright. Ricordate, la musica e' solo l'inizio...
  • jokanaan scrive:
    mitico
    il tizio all'inizio mi provocava un'istintiva antipatia, ma più ne leggo su di lui più mi convinco che forse il suo appoggiare la causa opensource non deriva "solo" dal suo interesse verso il denaro....in fondo, aveva messo su un bel portale (mp3.com, qualcuno di voi lo ricorda?), ma le majors gliel'hanno spazzato via... in fondo non ci sarebbe nulla di strano se, come molti degli utenti di Pi -me compreso- ce l'avesse con le majors, con i monopoli sul sw e sul multimediale, ed in generale con i grossi che sfruttano la loro posizione per impedire l'ingresso nel mercato a loro concorrenti più piccoli ma "innovativi".
Chiudi i commenti