DVD Jon: non comprate musica protetta

Il celebre hacker norvegese si difende da chi lo accusa di aver violato il copyright di Apple craccando la tecnologia di protezione di iTunes. E afferma che il suo solo scopo è di far valere i propri diritti di consumatore

Roma – “Non sono un cracker, ma solo un consumatore che non intende rinunciare ai propri diritti”. Così il ventenne hacker norvegese Jon Johansen ha risposto a chi, negli scorsi giorni, lo ha accusato di aver violato le leggi sul copyright che proteggono iTunes .

Il celebre creatore del DeCSS , anche conosciuto con il soprannome di DVD Jon, è di recente tornato a far parlare di sé per aver rilasciato sul proprio sito il codice sorgente di un programma in grado di aggirare la tecnologia di digital right management di iTunes , la stessa che impedisce agli utenti di copiare i file audio scaricati dal noto negozio on-line di Apple.

“I consumatori non hanno capito che comprando musica protetta con la tecnologia DRM danno ai venditori il completo controllo su quel prodotto anche dopo che lo hanno venduto”, ha scritto Johansen sul proprio blog.

Il programma di DVD Jon, chiamato QTFairUse , è più simile a quello che in gergo viene chiamato una “proof of concept”, ossia un programma dimostrativo, piuttosto che un tool di cracking vero e proprio: con QTFairUse, infatti, non è possibile generare direttamente file audio sprotetti riproducibili con i comuni player. Gli esperti affermano tuttavia che il codice di Johansen possa essere facilmente utilizzato per sviluppare software utilizzabili da chiunque per bypassare le protezioni della musica venduta su iTunes.

Jon Johansen Negli scorsi giorni Johansen sostiene di aver ricevuto una serie di e-mail che lo accusano di aver infranto il copyright di Apple , tuttavia non è chiaro se i legali di quest’ultima lo abbiano contattato. Quel che è certo è che da alcuni giorni il sito di DVD Jon, chiamato So sue me , è divenuto irreperibile. Una “sparizione” che in rete in queste ore viene accolta malissimo.

Tra l’altro tra pochi giorni l’hacker norvegese dovrà presentarsi in tribunale per la prima udienza d’appello del processo sul DeCSS , lo stesso che lo scorso gennaio si era risolto in favore di DVD Jon . Con l’appello, la Motion Picture Association of America ( MPAA ) spera di ribaltare la prima sentenza e dimostrare che il DeCSS è stato creato con il solo fine di effettuare copie illegali dei DVD video.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • DoubleGJ scrive:
    e così....
    e così se uno che vende armi ne vende una ad una persona con regolare porto d'armi, e quest'ultima commete un illecito, in galera ci deve andare anche il titolare dell'armeria....mi pare giusto.....MA PER PIACERE!!!!!!!!!!!!!DoubleGJ
  • Anonimo scrive:
    Tutto sommato....
    Mah, a dire il vero, io da anni sostengo di pagare gli mp3 alla telecom... non e' poi l'idea piu' sballata della mafi(ops) della riaa
    • Anonimo scrive:
      Scusa ma il tuo ragionamento non fila...
      Tu paghi a Telecom un servizio di connettività Internet. Nel momento in cui scarichi qualcosa protetto da copyright fai un "uso improprio" del servizio e commetti un reato.MA...Una volta che il file è nel tuo hard disk, sul quale hai pagato una tassa *preventiva* sul copyright, DOVRESTI essere nella legalità.Una volta che usi il masterizzatore, sul quale hai pagato la stessa tassa, DOVRESTI essere nella legalità.Se possiedi il file su un CD vergine, sul quale hai pagato la tassa, DOVRESTI essere nella legalità.Dovresti, invece no. Sei ancora un criminale.Se dovessi mai finire in tribunale, sfiderò RIIA e SIAE a trovarmi un altro settore di mercato dove un prodotto si paga 3 VOLTE, sia in forma originale che "piratato", e che nel caso del "piratato" pur avendo pagato sono perseguibile per legge.Da quando sono state introdotte le tasse sui supporti, io mi sento perfettamente in regola a scaricare musica da Internet. Se poi i soldi non arrivano agli autori quello è un problema di cui deve rispondere la SIAE, non io.Si tengano pure la tassa sui supporti, ma non mi vengano a rompere i c...:
      Nime
  • Anonimo scrive:
    La logica del profitto genera pirateria!
    Ci siete ancora arrivati gente della Riaa?Aprite il cervello!:)E ciò vale anche per la Bsa!
  • Anonimo scrive:
    Boicotta il COPYRIGHT! No CD Regalo !
    Non capiscono altro quei lazzaroni.
  • Anonimo scrive:
    TASSA SULLA GNOCCA?
    internet è anche il posto dove puoi trovare tanta pornografia for "free"...se ti guardi quella che succede?? le grandi riviste come playboy ti chiederanno la tassa sulla gnocca dato che non compri più playboy?
  • Anonimo scrive:
    Sti capitalisti...
    Allora, riassumendo: Quelli della RIAA e compagnia bella hanno fatto chiudere napster e lo hanno riaperto all'insegna della speculazione, come se la gente fosse così ebete da non accorgersi che non è più come una volta.Hanno proseguito denunciando qua e là, ma molto spesso è andato loro male.Hanno chiesto i dati privati agli ISP che han dato PICCHE (com'è giusto che sia, a matti del genere io non darei manco un fazzoletto, figuriamoci il mio numero di casa).Hanno inserito tasse insulse sui supporti.Adesso arrivano fino a questo.Mi sà che sti poracci si stanno rendendo sempre più conto che, dal tanto potere che pensavano di avere (specie nell'illudersi di poter controllare tutti), in realtà hanno poco nulla.Così stanno raschiando, disperatamente, il fondo del barile.Mah, già da qua si può capire come tutti i loro sforzi sfocieranno in un madornale fallimento.
  • Anonimo scrive:
    i produttori delle fotocopiatrici
    anche loro dovranno pagare montagne di royalties..infatti si fotocopiano libri di testo a go godappertutto
    • Anonimo scrive:
      Re: i produttori delle fotocopiatrici
      Infatti le iscrizioni all'università sono maggiorate di una tassa sulle fotocopie, non lo sapevi?Danno per scontato che tu appena ti attivi come studente farai montagne di fotocopie... e ricordo che fino al 15% di ogni libro sono perfettamente legali.Roba da matti, voglio cambiare mondo...:
      Nime
  • Anonimo scrive:
    [OT] Domanda.
    Io posseggo diversi vinili con ottime canzoni. Ascolto molta musica sul PC. E' legale scaricare le canzoni contenute sui vinili che possiedo? O devo per forza chiedere alla casa discografica di inviarmi il CD?
    • avvelenato scrive:
      Re: [OT] Domanda.
      - Scritto da: Anonimo
      Io posseggo diversi vinili con ottime
      canzoni. Ascolto molta musica sul PC. E'
      legale scaricare le canzoni contenute sui
      vinili che possiedo? O devo per forza
      chiedere alla casa discografica di inviarmi
      il CD?chi ti spedisce la musica effettua broadcasting non autorizzato.ma tu sei apposto.
  • Anonimo scrive:
    IRREALIZZABILE
    Basta usare una rete peer-to-peer le cui comunicazioni siano cifrate in chiave pubblica.Il provider non può sapere che cosa i suoi utenti stanno trasmettendo.Molte reti p2p lo fanno già.L'ignoranza di certe "menti IT" non la capirò mai.
    • avvelenato scrive:
      Re: IRREALIZZABILE
      - Scritto da: Anonimo
      Basta usare una rete peer-to-peer le cui
      comunicazioni siano cifrate in chiave
      pubblica.

      Il provider non può sapere che cosa i suoi
      utenti stanno trasmettendo.

      Molte reti p2p lo fanno già.

      L'ignoranza di certe "menti IT" non la
      capirò mai.non hai capito nullaa loro gli frega poco che il provider sappia o non sappia quello che si scarica.la riaa vuole che paghi INDIPENDENTEMENTE da cosa si scarica. tanto già lo sa che tutti scaricano mp3. (sono ironico)claro?
      • Anonimo scrive:
        Re: IRREALIZZABILE

        non hai capito nulla

        a loro gli frega poco che il provider sappia
        o non sappia quello che si scarica.

        la riaa vuole che paghi INDIPENDENTEMENTE da
        cosa si scarica. tanto già lo sa che tutti
        scaricano mp3. (sono ironico)

        claro?Limpido. Uso la mia connessione per tenere su un server IRC. Non mi serve a null'altro. Pago lo stesso i discografici????E' un principio che non sta ne in cielo ne in terra.
  • Anonimo scrive:
    Ma che andassero al diavolo.
    Non scarico niente, non me ne importa un accidente della musica e dei film, ma sono un cliente Tiscali (e TDK Plextor Traxdata Verbatim.....), perche` cavolo devo pagare per cio` che non faccio?? Gia` hanno imposto tasse sui supporti ora pure l'aumento della connettivita` mi dovrei sorbire??Ma che andassero al diavolo sti fanatici della MPAA, se non siete capaci di guadagnare col vostro business datevi all'ippica o fate gli spazzini per dio ma basta creare problemi alla gente a cui non frega nulla e non ha niente a che vedere con voi e i vostri affari fallimentari.
  • Molok scrive:
    Il vero nocciolo...
    Leggendo i post mi sovviene un pensierino:Il punto è un'altro,voi tornate a parlare sempre del vostro ombelico,ma il problema è un po' più in là.Quanto verrei deriso se denunciassi la Telecom o la Vodafone (par condicio!) xchè qualcuno mi ha insultato x telefono?e allora come può definirsi legale e legittima una richiesta di questo tipo?I provider forniscono il canale e lo gestiscono, i problemi di contenuti ricadano semmai sui gestori di contenuti (Hosting-server, Mail-provider, ecc...).Ma il problema effettivo è, come qualcuno ha precisato, ancora più in là: la pirateria va combattuta quando un'organizzazione (vanno bene anche due persone, non parlo di multinazionali) produce e VENDE contenuti senza licenze... e via dicendo, è inutile in questa sede riprendere quell'altra discussione.Per inciso, io ho scaricato 3-4 mp3 di Elisa, una cantante che apprezzo molto, a furia di ascoltarmi quei 3 brani ho deciso di andare a comprare il disco, poi ne ho comprati 2 perchè ho trovato un'offerta (sotto i 10 EURO, per riprendere un'altro intervento) allettante.Per contro ho scaricato anche altri brani, ascoltandoli NON mi è venuta voglia di comprare alcunchè... forse è questo che i discografici vogliono evitare????
    • avvelenato scrive:
      Re: Il vero nocciolo...
      io ho scaricato un paio di brani dei placebo, qualche anno fa.poi ho trovato un loro cd nais prais 10euro, comprato alla cieca (non conoscevo che un brano di quel cd)ecco, adesso ho la discografia dei placebo, ma solo un disco originale.ora mi domando: col mio budget limitato da studente, era moralmente più accettabile1) comprarsi tutti i dischi dei placebo indipendentemente dai costi, e chissenefrega dei concerti e dei gruppi andergrauun;2) fare come ho fatto io, ovvero andare ai concerti locali e non cercando di comprare sempre i cd di esordienti (l'ultimo acquistato, ottodix, specie di cugini poveri dei bluvertigo-subsonica.. cmq bravi, pagato 8 euri)3) non comprare più musica e cercare di farmi passare questa passione, magari dedicando la mia attenzione al calcio o alla gnocca.la verità è che un appassionato di musica vuole la musica, e la vuole tutta. e lo stesso appassionato è capace di pagare molto, quando gli viene offerto molto. avvelenato che attende (mi sa invano) il dvd-audio
      • Anonimo scrive:
        Re: Il vero nocciolo...
        - Scritto da: avvelenato
        avvelenato che attende (mi sa invano) il
        dvd-audioIddio ce ne liberi da quella ciofeca del DVD audio.Madre natura ti ha dato 2 orecchie, non 5+1.
        • avvelenato scrive:
          Re: Il vero nocciolo...
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: avvelenato


          avvelenato che attende (mi sa invano) il

          dvd-audio


          Iddio ce ne liberi da quella ciofeca del DVD
          audio.
          Madre natura ti ha dato 2 orecchie, non 5+1.
          embé? col dvd-audio è supportato anche il formato stereo.o vuoi forse dire che preferisci i cd?ps: a me il s/n dei vinili fa cacare molto, ma so che ad alcuni nostalgici piàce.
      • Xmasitel scrive:
        Re: Il vero nocciolo...
        - Scritto da: avvelenato
        3) non comprare più musica e cercare di
        farmi passare questa passione, magari
        dedicando la mia attenzione al calcio o alla
        gnocca.La seconda che hai detto :D
  • ldsandon scrive:
    E cantanti e produttori paghino...
    Se i provider devono pagare per comportamenti sì illegali ma che non è loro compito reprimere, anche perché violerebbero diritti fondamentali degli utenti, perché i cantanti non pagano per i "danni" e i "comportamenti illegali" dei propri fan? :pSi tratta ovviamente di una provocazione, ma perché non far pagare a cantanti e discografici una bella tassa da devolvere a chi si occupa di disagio giovanile? Non è un mistero che molti poveri stolti si rovinivo la vita per inseguire modelli nati nei laboratori dei discografici?Non è colpa loro ma di chi li segue? La stessa cosa vale per i provider. Né più né meno di parecchi cantanti e dei loro produttori sfruttano le debolezze dei loro "clienti" per far soldi.
  • logitech scrive:
    La RIAA vuole un altro monopolio
    E' sempre la solita storia: la RIAA vuole il monopolio sulla distribuzione on-line della musica, ma OGGI ha troppi avversari che vogliono spartirsi questa torta golosissima. Allora mette il bastone a tutti i possibili concorrenti, così domani solo lei ci venderà musica online.
  • Anonimo scrive:
    Se i prov. devono pagare i download
    Allora i musicisti paghino le tasse invece di stare a piangere...
  • Anonimo scrive:
    paghino i portatori sani di orecchie...
    Chiunque abbie orecchie funzionanti puo' scroccare musica ascoltandola quindi e' giusto mettere una tassa sui portatori sani di orecchie :|Poi se vogliamo equiparare la cosa al canone rai allora pagheranno anche i sordi :D :D :D
  • Anonimo scrive:
    Banda disponibile per gli utenti
    Come funziona l'hosting? In genere le offerte si basano sui servizi offerti dal proprio server, spazio e banda disponibile. L'offerta più commericiale è di 1Gb al mese, ma forse 3Gb è la media..Ora la stessa cosa, potrebbe essere proposta agli utenti di Banda Larga. Paghi 40 euro al mese, hai 10gb di traffico mensile, superato il quale il tuo account si disabilita momentaneamente oppure inizi a pagare per ogni altro MB scaricato. E' un po' difficile con gli ip dinamici, facilissimo con quelli fissi. I provider come scusa avrebbero quella della percentuale da destinare alla RIAA, dall'altra parte avremmo nuove tipologie d'offerte forse più appetibili da chi non utilizza smodatamente il p2p.. favorirebbe la crescita della banda larga. Naturalmente, questa è una rottura di palle per chi come me lascia il pc acceso per settimane intere a scaricare..
    • maciste scrive:
      Re: Banda disponibile per gli utenti

      Ora la stessa cosa, potrebbe essere proposta
      agli utenti di Banda Larga. Paghi 40 euro al
      mese, hai 10gb di traffico mensile, superato
      il quale il tuo account si disabilita
      momentaneamente oppure inizi a pagare per
      ogni altro MB scaricato. 10 GB? sarebbe bello, al prezzo che pago oggi per una ADSL 256 potrei scaricare almeno 2000 mp3 o una quindicina di DivX in maniera del tutto legale.Se passasse il concetto del "tetto di traffico" probabilmente non verrebbe consentito di scaricare più di 1 o 2 GB rendendo quindi difficoltoso perfino downloadare qualcosa di tutto legale come ad esempio una distro Mandrake (3CD= 2GB e +...)
    • debianaro scrive:
      Re: Banda disponibile per gli utenti
      - Scritto da: Anonimo
      Ora la stessa cosa, potrebbe essere proposta
      agli utenti di Banda Larga. Paghi 40 euro al
      mese, hai 10gb di traffico mensile, superato
      il quale il tuo account si disabilitache genio speriamo che non ti senta qualche parrucconedella tin o siamo tutti fottuti.....se pago x per una adsl è perche voglio andare a pallae voglio e scaricarmi quello che mi pare.le tariffe flat sono state create dai pipponi del marketingper fruttare qualche punto in piu sulle vendite.poi le case discografiche possono tranquillamente andarea farinculo perche gli mp3 che tengo sul computersono delle copie private di cd comprati regolarmente dal mio negozietto di fiducia ( un'extracomunitario tanto gentile che mi fa pure gli sconti :) )
  • Anonimo scrive:
    Scrocconi!!!
    se scaricate musica, dovete pagare!!!
    • debianaro scrive:
      Re: Scrocconi!!!
      - Scritto da: Anonimo
      se scaricate musica, dovete pagare!!!ecco bravo scaricati un metro di cippa di cazzo e non romperei maroni....
    • avvelenato scrive:
      Re: Scrocconi!!!
      - Scritto da: Anonimo
      se scaricate musica, dovete pagare!!!ma scusa, se poi pago come faccio a fregiarmi del titolo di "scroccone"? :D
    • Anonimo scrive:
      Re: Scrocconi!!!
      - Scritto da: Anonimo
      se scaricate musica, dovete pagare!!!Stai fresco! :p
      • Anonimo scrive:
        Re: Scrocconi!!!
        Ma io pago........ la bolletta a Telecom... ma che gnocca Alice!!!!
        - Scritto da: Anonimo

        se scaricate musica, dovete pagare!!!
  • Anonimo scrive:
    tassa sul telefono
    allora perchè non una bella tassa sul telefono?non solo i service provider!in italia sarebbe da tassare telecom e soci, IN QUANTO GESTORI DI LINEE TELEFONICHE, perchè potenzialmente milioni di persone hanno usato il modem, e perciò il telefono, per scaricare musica.vi viene in mente altro da tassare?
  • deltree scrive:
    Certo che se hanno visto wind...
    Ricordate la pubblicità che hanno fatto fino a poco tempo fa?"Tua madre alza il telefono sempre quando stai scaricando MP3? Passa ad ADSL di Wind!"E prima lo fece anche Fastweb con le sue sponsorizzazioni alle trasmissioni (la più famosa fu Passaparola, andarono avanti per un annetto con questa storia). "Con Fastweb scarichi la musica da internet in un lampo! E pensa che nanche la paghi!" questo diceva Gerri Scotti, ma anche la pubblicità "vera" diceva la stessa identica cosa.Poi venitemi a dire che non si sfruttano i contenuti illegali di internet per attirare la clientela.E' come se quando ti vendono una pistola ci sia scritto: "Quel tuo amico ti sta sulle palle? Uccidilo!".Si chiama istigazione a delinquere.Se Bush bombarda un popolo di terroristi è un coglione (è un esempio provocatorio), se uno vuole farsi pagare per il suo lavoro (e quello dei migliaia di tecnici che lavorano alla produzione di musica) è uno stronzo perché vi chiede qualcosa. E non mi fate i discorsi sulle stelline di MTV la musica è anche quella alternativa e autoprodotta e io, sinceramente, non vedo differenza di reperibilità sui vari p2p (quindi anche il discorso sul fatto che è perché la musica costi troppo o perché non tutta valga non mi pare un caposaldo che tenga). Poi resta sempre il mio interrogativo se voi nerd dal download facile avete poi così tanto tempo per sentirvi quei centinaia di ore di album che scaricate ogni settimana e se prima compravate tutto quello che ora scaricate o se per la maggior parte non eravate persone normalissime che comperavano al max dischi al mese e solo quando usciva roba che vi interessava "veramente" (siete voi che dite che tanto tutto è spazzatura, no?)Bello il popolo del moralismo menefreghista che scende in piazza (si fa per dire) solo quando gli si toccano le saccocce.
    • Anonimo scrive:
      Re: Certo che se hanno visto wind...
      io i cd li comprerei se non mi chiedono un rene ogni volta.
    • ryoga scrive:
      Re: Certo che se hanno visto wind...
      Penso che se i provider, offrissero, una opportunita' seria di download di materiale protetto con il benestare della RIAA & Co. tutti vivrebbero meglio.Pensate a qualcosa del tipo :Il provider X, mette a disposizione degli utenti 1000 brani musicali (esempio), basta abbonarsi e pagargli (ad esempio ) 50 euro al mese.Ogni mese, il provider si rifornisce di brani.L'utente continua a navigare con lui perche' in quei 50 euro oltre a permettersi di navigare a banda larga, puo' permettersi anche di scaricarsi la musica che gli piace ( e a velocita' anche superiori rispetto alla media .....specie se il provider mantiene i brani sui suoi server ).Il provider paga ad esempio sempre, 10 Euro alla Riaa o chi per essi al mese per ogni utente di internet.Tutti felici e tutti contenti.Peccato invece che oggi si utilizza il metodo :- Riaa spenna provider - Provider spenna utente- Utente si inkazza perche' viaggia lento e scarica di tutto
      • avvelenato scrive:
        Re: tutti felici e contenti, tranne me.
        - Scritto da: ryoga
        Penso che se i provider, offrissero, una
        opportunita' seria di download di materiale
        protetto con il benestare della RIAA & Co.
        tutti vivrebbero meglio.

        Pensate a qualcosa del tipo :

        Il provider X, mette a disposizione degli
        utenti 1000 brani musicali (esempio), basta
        abbonarsi e pagargli (ad esempio ) 50 euro
        al mese.
        Ogni mese, il provider si rifornisce di
        brani.
        L'utente continua a navigare con lui perche'
        in quei 50 euro oltre a permettersi di
        navigare a banda larga, puo' permettersi
        anche di scaricarsi la musica che gli piace
        ( e a velocita' anche superiori rispetto
        alla media .....specie se il provider
        mantiene i brani sui suoi server ).
        Il provider paga ad esempio sempre, 10 Euro
        alla Riaa o chi per essi al mese per ogni
        utente di internet.

        Tutti felici e tutti contenti.tranne me che non troverei tra i 1000brani o più offerti, mica troverei i "petali del cariglione"e tra l'altro neanche potrei stupire mia madre trovandole i dischi di gini russo. avvelenato il quale teme che certa gente non abbia capito nulla di cosa significhi p2p
        • ryoga scrive:
          Re: tutti felici e contenti, tranne me.
          - Scritto da: avvelenato
          - Scritto da: ryoga
          tranne me che non troverei tra i 1000brani o
          più offerti, mica troverei i "petali del
          cariglione"

          e tra l'altro neanche potrei stupire mia
          madre trovandole i dischi di gini russo.


          avvelenato il quale teme che certa gente
          non abbia capito nulla di cosa significhi
          p2p Certamente, non si possono accontentare tutti ( ad esempio, a me non interessa la musica per un unico motivo. Dove lavoro non posso ascoltarla, se non comprando cuffie ed isolarmi dal resto dell'ufficio il che equivale a dare non pochi problemi e a non esser parte di un team ), ma credo che in questo modo, si dia una certa legalita' a tutto il sistema di mp3 attualmente in circolazione.Per me cio' e' un utopia. Un giorno, quando finiranno i ricchi o le associazioni di turno da spennare, forse si arrivera' a vendere un abbonamento internet come un abbonamento Sky.... ma fino a quel giorno, ci saranno milioni di persone a condividere di tutto di piu', decine di migliaia di cause intentate dalla RIAA e decine di Terabyte scaricati giusto per il gusto di avere "di tutto di piu'".Cmq gli autori che ascolti sono quasi irreperibili anche su Google :)
    • Anonimo scrive:
      Re: Certo che se hanno visto wind...


      Se Bush bombarda un popolo di terroristi è
      un coglione (è un esempio provocatorio),evitalo perche ha bombardato un popolo perche non gli piaceva il governo..e ora occupa militarmente un paeseche resiste
      se
      uno vuole farsi pagare per il suo lavoro (e
      quello dei migliaia di tecnici che lavorano
      alla produzione di musica) è uno stronzo
      perché vi chiede qualcosa. hai mai analizzato il prezzo di un cd?il grosso del prezzo va a discografici(intesi come megamanager) e pubblicitari io il musicista lo pago vado ai suoi concerti
      E non mi fate i
      discorsi sulle stelline di MTV la musica è
      anche quella alternativa e autoprodotta e
      io, sinceramente, non vedo differenza di
      reperibilità sui vari p2p (quindi anche il
      discorso sul fatto che è perché la musica
      costi troppo o perché non tutta valga non mi
      pare un caposaldo che tenga). quella autoprodotta..ne compro parecchia..se la trovo(e fortunatamente vivo a milano)..ho roba pirata che non trovo magri mi aiuti tuStormy SixPino MasiRazzapparte3mendeBambole di Pezzaah i B-Side degli Iron Maiden
      Poi resta
      sempre il mio interrogativo se voi nerd dal
      download facile avete poi così tanto tempo
      per sentirvi quei centinaia di ore di album
      che scaricate ogni settimana e se prima
      compravate tutto quello che ora scaricate o
      se per la maggior parte non eravate persone
      normalissime che comperavano al max dischi
      al mese e solo quando usciva roba che vi
      interessava "veramente" (siete voi che dite
      che tanto tutto è spazzatura, no?)ma io scarico quel che mi serve magari per compilationdi cui ho magari gia l'MC(devo ripagarlo?)o il CD(non l'ho a disposizione per estrarre il pezzo)
      Bello il popolo del moralismo menefreghista
      che scende in piazza (si fa per dire) solo
      quando gli si toccano le saccocce.interessi materiali di classe..ovvero soldi...
      • Anonimo scrive:
        Re: Certo che se hanno visto wind...
        - Scritto da: Anonimo





        Se Bush bombarda un popolo di terroristi è

        un coglione (è un esempio provocatorio),

        evitalo perche ha bombardato un popolo
        perche non gli piaceva il governo..e ora
        occupa militarmente un paese
        che resiste
        ehy, psss....ci siamo anche noi insieme ai bombaroli, ma non dirlo a nessuno .... :-)
        • Anonimo scrive:
          Re: Certo che se hanno visto wind...
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo









          Se Bush bombarda un popolo di
          terroristi è


          un coglione (è un esempio
          provocatorio),



          evitalo perche ha bombardato un popolo

          perche non gli piaceva il governo..e ora

          occupa militarmente un paese

          che resiste



          ehy, psss....ci siamo anche noi insieme ai
          bombaroli, ma non dirlo a nessuno .... :-)
          l'Italia? in guerra? nooooo ascolti ancora le chiacchiere dei comunisti? l'italia e' li in pace a fare carezze ai bambini e non fa guerra...assolutamente chi ha colpito l'italia e' solo un hackerpedolinuxterroristislamcomunistgirotondpacifista:):):):):)
    • Anonimo scrive:
      Re: Certo che se hanno visto wind...

      Bello il popolo del moralismo menefreghista
      che scende in piazza (si fa per dire) solo
      quando gli si toccano le saccocce.perchè le case discografiche lo fanno per la morale?
  • Anonimo scrive:
    Italia docet
    Metti la tassa il politico ingrassa, percio' anche la BSA e' contraria a quella italiana.
  • Anonimo scrive:
    Ladri.
    Costringere qualcuno a pagare anche quando non ti deve i soldi secondo me è un furto.
    • ryoga scrive:
      Re: Ladri.
      io li chiamerei "delinquenti", alla stregua di chi ti chiede il "pizzo" per far restare il negozio aperto e sicuro.I ladri ti portano via i soldi senza chiederli...questi invece li chiedono e se non paghi, ti ritrovi in fallimento.....Mah!
    • Anonimo scrive:
      Re: Ladri.
      - Scritto da: Anonimo
      Costringere qualcuno a pagare anche quando
      non ti deve i soldi secondo me è un furto.Non è un furto.... è estorsione ;)))) LOL
  • maciste scrive:
    non gli abbasterà!
    Posto che non sono convinto della liceità di una simile richiesta, credo che molti "downloader" (leggi: scaricatori incalliti ed impenitenti di materiale coperto da copyright...) potrebbero anche essere felici di vedersi aumentare il loro abbonamento di 10 euro mensili se questo servisse a "legalizzare" la loro posizione (una specie di condono insomma); il punto è che dopo questo la RIAA insieme ai suoi degni compari non si accontenterà e chiederà di tassare anche i monitor, dove si visualizzano i divx e dvd copiati, le casse e le schede audio, altrimenti come fai ad ascoltare gli mp3?
  • Anonimo scrive:
    Ok mettiamo le tasse che vogliono..
    e poi scarichiamo quel cazzo che ci pare senza che osino rompere più i coglioni.Scusate il volgar linguaggio ma a sentire ste pretese è quello che provocano.Queste persone OBSOLETE che ancora non si rendono conto che la tecnologia non sta ad aspettare i loro comodi, gli sta solo bene se vendono un decimo di prima, perchè anzichè lamentarsi si dovrebbero adeguare, cambiando metodi di distribuzione o facendo in modo che la gente sia invogliata ad acquistare il supporto originale, cosa che, tra protezioni che non fanno leggere i cd al pc (a volte anche nelle autoradio perchè non cd rom standard), non fanno di certo.Perchè non includere ad esempio nei cd sconti per i bilgietti dei concerti..Comunque i discorsi come tassare i provider son ridicoli.Gli conviene non rompere troppo i provider, poichè tra poco il loro business dipenderà anche da questi, dato che la vandita online da affiancare a quella tradizionale mi sembra ormai strada obbligata..
    • Anonimo scrive:
      Re: Ok mettiamo le tasse che vogliono..
      - Scritto da: Anonimo
      e poi scarichiamo quel cazzo che ci pare
      senza che osino rompere più i coglioni.
      Scusate il volgar linguaggio ma a sentire
      ste pretese è quello che provocano.Ok. Poniamo che mettano una tassa che finisce in mano (ancora una volta) alla SIAE (e quindi ai discografici e a pochi autori).Cosa ti fa pensare che poi potrai fare ciò che vuoi? Da quanto hanno iniziato a tassare i CD e i DVD vergini è diventato legale copiare musica per caso? Non mi sembra.Metteranno si la tassa, ma varranno tutte le regole che ci sono adesso, che c'erano prima. Non ti salverà nessuno :)Il secondo punto è: su cosa metteranno la tassa? Sul traffico Internet? Chi più usa internet più paga la musica?! sembra assurdo :) Si, magari è possibile ora come ora determinare quale traffico è su p2p e quale no, ma ad ogni modo quanto ci vorrà per avere sistemi p2p che criptano la comunicazione? In quel caso sarà proprio impossibile determinare se i dati scambiati sono musica o se si tratta della VPN di qualche ditta o verso qualche ditta... o una qualsiasi connessione cifrata tra due pc qualunque.L'alternativa è una tassa mensile sul collegamento a internet: ma ancora, dovrà dipendere dalla velocità a cui ci colleghiamo? Una persona con un modem tradizionale pagherà come chi ha una HDSL? E magari qualcuno con una HDSL usata per tuttaltri scopi che lo scambio musicale dovrà pagare anche lui la tassa?Ok, ecco le mie obiezioni. Secondo me l'ennesima tassa non servirà a nulla. Chi avrebbe mai immaginato pochi anni fa una situazione così assurda...
      • Anonimo scrive:
        Re: Ok mettiamo le tasse che vogliono..

        Ok, ecco le mie obiezioni. Secondo me
        l'ennesima tassa non servirà a nulla. Chi
        avrebbe mai immaginato pochi anni fa una
        situazione così assurda...penso che l'avessero gia' immaginata la aziende discografiche e affini, e che non vedessero l'ora di momenti come questisi potrebbe paradossalmente pensare che tutti i programmi di file sharing esistenti siano stati creati dalle major stesseper lucrare sopra agli eventuali (leggi: certi) abusi da parte degli utenti, con sipatiche trovate tipo tassa sui cd vergini, aumento prezzi cd originali oppure la stronzata della quale stiamo leggendo in questo articolo...
  • Anonimo scrive:
    trarre vantaggi
    se io scarico illegalmente (una volte occorreva dimostrarlo, ora basta la presunzione) e poi fischietto il motivo, chi mi sta vicino sull'autobus ne trae vantaggio?occorre tassare anche lui?oppure tassiamo preventivamente il fischiettare?
    • Anonimo scrive:
      Re: trarre vantaggi
      - Scritto da: ishitawa
      se io scarico illegalmente (una volte
      occorreva dimostrarlo, ora basta la
      presunzione) e poi fischietto il motivo, chi
      mi sta vicino sull'autobus ne trae
      vantaggio?
      occorre tassare anche lui?
      oppure tassiamo preventivamente il
      fischiettare?no, aggiungiamo una tassa siae sul biglietto dell'autobus perchè qualcuno potrebbe fischiettarci sopra (o addirittura ascoltare una radiolina a pile udibile dai vicini!)
    • avvelenato scrive:
      Re: trarre vantaggi
      - Scritto da: ishitawa
      se io scarico illegalmente (una volte
      occorreva dimostrarlo, ora basta la
      presunzione) e poi fischietto il motivo, chi
      mi sta vicino sull'autobus ne trae
      vantaggio?
      occorre tassare anche lui?
      oppure tassiamo preventivamente il
      fischiettare?io non so fischiare, credi che dovrò pagare lo stesso? :D
  • Anonimo scrive:
    A quando uno ...
    sciopero serio sugli acquisti indetto dalla federconsumatori?per 6 mesi nessuno compra piu cd originali. Se il prezzo supera i 10 euro nessuno compra nulla. se sta sotto (come si è verificato negli ultimi periodi) allora si puo comprare. Mi piacciono le iniziative di alcuni cantanti e anche di una radio che stanno mettendo fuori le loro opere a circa 9 euro e sono anche indice del fatto che i cantanti guadagnano comunque anche se il cd costa meno! finche decuplicavano il prezzo ok ora il prezzo è oltre 20 volte il costo di produzione... ed è ora di dire basta.
    • Anonimo scrive:
      Re: A quando uno ...
      Io sono anni che vado avanti a omaggini delle riviste (tipo raccoltine di vechci cantanti) e in famiglia compriamo CD originali solo per le feste (infatti a casa mia c'e' una desolazione mai vista). E la cosa carina e' che masterizzo solo i miei dati (e qualche distro linux)! Le case discografiche sarebbe cosa carina se fossero demolite d'ufficio (mai letto blade runner 2??) cosi' poi si rifa' tutti d'accapo, magari funziona tutto meglio.
  • Anonimo scrive:
    Dopo la tassa, scarico legalmente ?
    Tutto quello che voglio ?mmmmmmA me sa di no.....Ma allora ? Perche' non tassare anche le CPU ? (ideona eh ?)Ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: Dopo la tassa, scarico legalmente ?
      In effetti, dopo aver pagato la tassa sulla copia sul masterizzatore e sui CD non vedo perché non dovrei copiare. Altrimenti per che cosa mi fanno pagare? Anzi, dovrei pure chiedergli indietro i soldi per tutti i CD che riempio con roba mia e dunque non con la roba copiata che ho pagato...
  • Anonimo scrive:
    Sono convinti
    Quelli della RIIA e company sono assolutamente convinti che se domani trovassero un sistema magico per far interrompere istantaneamente e definitivamente ogni forma di pirateria musicale/video/software allora la gente correrebbe nei negozi a comprare la stessa quantita' di musica/video/software....
    • Anonimo scrive:
      Re: Sono convinti
      - Scritto da: Anonimo
      Quelli della RIIA e company sono
      assolutamente convinti che se domani
      trovassero un sistema magico per far
      interrompere istantaneamente e
      definitivamente ogni forma di pirateria
      musicale/video/software allora la gente
      correrebbe nei negozi a comprare la stessa
      quantita' di musica/video/software....

      Devono pur darsi un motivo per fare quello che fanno giorno per giorno .....
    • maciste scrive:
      Re: Sono convinti
      - Scritto da: Anonimo
      Quelli della RIIA e company sono
      assolutamente convinti che se domani
      trovassero un sistema magico per far
      interrompere istantaneamente e
      definitivamente ogni forma di pirateria
      musicale/video/software allora la gente
      correrebbe nei negozi a comprare la stessa
      quantita' di musica/video/software.... no...non ne sono convinti affatto, piuttosto cercano ora di farsi "rimborsare" qualcosa perché se il p2p non esistesse probabilmente guadagnerebbero solo un 2% in più rispetto ad ora...ovviamente imho
  • Anonimo scrive:
    Mi sembra giusto
    E' vero o non e' vero che fastweb ti serve per scaricare i DivX?Per navigare basta l'ADSL,.I provider sono gli unici beneficiari (economicamente parlando) di questo copia-copia e allora dovrebbero pagare.Invece Tin,Telecom,Tiscali ed altri fornitori di ADSL, secondo me, dovrebbero anche pagare l'hosting ai siti di un qualche richiamo, perche' se la gente va in internet e' perche' ci trova i contenuti che questi siti offrono.
    • Anonimo scrive:
      Re: Mi sembra giusto (troll)
      - Scritto da: Anonimo
      E' vero o non e' vero che fastweb ti serve
      per scaricare i DivX?
      Per navigare basta l'ADSL,.non è vero, io lavoro e per me risparmiare 0,00001sec a sito è tanto!inoltre uso sempre il messenger per inquadrarmi i genitali! e da quando ho fastweb tutti quanti nella mia videochat mi fanno i complimenti per le dimensioni!(troll)
    • zirgo scrive:
      Re: Mi sembra giusto
      ma che cavolo dici!!!!!!Ti sembra giusto che si tenti di risolvere il "problema" (loro) in questo barbaro modo?Ti sembra giusto punire tutti in base al principio "tanto lo fate tutti e non dite di no"?Ricordati che un imputato è innocente fino a prova contraria...qui si tenta di capovolgere questo basilare principio della Giustizia....anzi, si sta facendo di peggio!!!E' come se, dato che le vecchiette sono facilmente rapinabili perchè non hanno la forza per difendersi, si mandasse tutti gli uomini in galera. Che significa?E' come se in italia multassero le case automobilistiche perchè fabbricano auto che possono raggiungere velocità di molto maggiori rispetto a quelle consentite dalla legge!!!Per andare in autostrada basterebbe un fiat cinquecento che tranquillamente raggiunge i 130km!!E a te sembra giusto tutto questo? Con la tassa sui dispositivi registrabili fanno già pagare tutti gli utenti per reati che non sono in grado di verificare....Io le tasse le pago per usufruire di un servizio, per agevolare le fasce di popolazione più bisognose (malati, anziani e via discorrendo), non per rimpinguare le casse di una società "colpita" dalla pirateria (in realtà la causa del loro "male" (perchè male non stanno, anzi!!) è il loro modo di fare business). Inoltre, che la pirateria danneggi effettivamente l'industria discografica e cinematografica, è un fatto tutto da dimostrare, e non può esere portato avanti per giustificare simili proposte!!Il vero problema è che non sanno come incriminare i pirati reali e quindi, si accaniscono sulla massa, facendo di tutta l'erba un fascio!!
      • Ekleptical scrive:
        Re: Mi sembra giusto

        Il vero problema è che non sanno come
        incriminare i pirati realiCome no?Ne hanno beccati 100inaia quelli della RIAA! E tutti a protestare anche lì!E allora decidetevi e siate coerenti! O fate un plauso alla RIAA quando becca gli utenti singoli o fate un plauso alla proposta canadese quando becca i provider.Una delle due. Altrimenti è tutta ipocrisia.
        • Xmasitel scrive:
          Re: Mi sembra giusto
          - Scritto da: Ekleptical

          Il vero problema è che non sanno come

          incriminare i pirati reali

          Come no?
          Ne hanno beccati 100inaia quelli della RIAA!
          E tutti a protestare anche lì!

          E allora decidetevi e siate coerenti! O fate
          un plauso alla RIAA quando becca gli utenti
          singoli o fate un plauso alla proposta
          canadese quando becca i provider.
          Una delle due. Altrimenti è tutta ipocrisia.Siamo coerenti, in entrambi i casi vengono colpiti anche gli utenti onesti, perchè per beccare i pirati veri, come dici tu, ci sono tante di quelle violazioni della privacy di tutti che è scandaloso che qualcuno permetta loro di continuare, e, in più, loro non hanno il diritto di indagare, perchè lo possono fare solo le forze di polizia; per colpirli economicamente colpiscono a casaccio, fa' un po' te.Ragion per cui, gli utenti onesti hanno tutte le ragioni per indignarsi e protestare. Questo, ovviamente, IMHO.
        • zirgo scrive:
          Re: Mi sembra giusto
          - Scritto da: Ekleptical

          Il vero problema è che non sanno come

          incriminare i pirati reali

          Come no?
          Ne hanno beccati 100inaia quelli della RIAA!
          E tutti a protestare anche lì!

          E allora decidetevi e siate coerenti! O fate
          un plauso alla RIAA quando becca gli utenti
          singoli o fate un plauso alla proposta
          canadese quando becca i provider.
          Una delle due. Altrimenti è tutta ipocrisia.E già...l'importante è che qualcuno (non importa chi!!!) paghi!!! Sennò come farà la RIAA a sopravvivere?Mica possiamo abbassare i prezzi....mica possiamo cambiare il nostro modello di distribuzione....mica possiamo soccombere!!!Noi siamo la RIAA!!!!!!Mi ricorda tanto "Il Gattopardo", in cui una famiglia di nobili ormai in declino, pur mantenendo una parvenza di nobiltà ormai persa, si ostina a sperperare il proprio patrimonio, ormai esiguo, in lussi che non può più permettersi...incurante delle mutazioni socio-economiche (l'avanzare della borghesia ai danni della nobiltà) in atto in quel periodo in Italia.
    • Anonimo scrive:
      Re: Mi sembra giusto
      - Scritto da: Anonimo
      I provider sono gli unici beneficiari
      (economicamente parlando) di questo
      copia-copia e allora dovrebbero pagare.
      Ho un consumo di banda medio (approssimato alla buona)di 100MByte al giorno (posta compresa), eppure non ho mai scaricato un mp3.
      Invece Tin,Telecom,Tiscali ed altri
      fornitori di ADSL, secondo me, dovrebbero
      anche pagare l'hosting ai siti di un qualche
      richiamo, perche' se la gente va in
      internet e' perche' ci trova i contenuti che
      questi siti offrono.Fammi capire.... ti faccio un esempio:secondo il tuo ragionamento, un costruttore di strade dovrebbe pagare l'affitto ai negozi delle vie che egli asfalta perché dei clienti potrebbero utilizzare le sue strade perché interessati a visitare quei negozi... Mmhhh.... Beh, i negozi esistono perché esiste la strada, non certo viceversa :-)Ciao
      • Anonimo scrive:
        Re: Mi sembra giusto

        Ho un consumo di banda medio (approssimato
        alla buona)
        di 100MByte al giorno (posta compresa),
        eppure non ho
        mai scaricato un mp3.OGG? ;)
    • Anonimo scrive:
      Re: Mi sembra giusto
      - Scritto da: Anonimo
      E' vero o non e' vero che fastweb ti serve
      per scaricare i DivX?
      Per navigare basta l'ADSL,.Si. Certamente. Trovami una ADSL che costi quanto Fastweb, ti permetta di mandare a quel paese Telecom, non crei casini, a me che uso Linux, con eventuali modem ADSL su USB, non proponga cacchiate tipo le tariffe a consumo, sia abbastanza veloce (non propormi una 256 kbps...) e soprattutto non divida una banda complessiva ridicola fra troppi utenti ed io faccio subito il cambio.
      I provider sono gli unici beneficiari
      (economicamente parlando) di questo
      copia-copia e allora dovrebbero pagare.Per i provider l'ideale sarebbe vendere connessioni ad alta velocità utilizzate per scaricare la posta.....Di certo il p2p assorbe molta banda che i provider devono pagare....
      Invece Tin,Telecom,Tiscali ed altri
      fornitori di ADSL, secondo me, dovrebbero
      anche pagare l'hosting ai siti di un qualche
      richiamo, perche' se la gente va in
      internet e' perche' ci trova i contenuti che
      questi siti offrono.Vedila da un altro punto di vista... i siti di un certo richiamo dovrebbero pagare Tin,Telecom,Tiscali & C. perchè senza i fornitori di connettività i siti di un certo richiamo semplicemente non esisterebbero.....Ma che razza di discorsi che fai !
      • Anonimo scrive:
        Re: Mi sembra giusto
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        E' vero o non e' vero che fastweb ti serve

        per scaricare i DivX?

        Per navigare basta l'ADSL,.

        Si. Certamente. Trovami una ADSL che costi
        quanto Fastweb, ti permetta di mandare a
        quel paese Telecom, non crei casini, a me
        che uso Linux, con eventuali modem ADSL su
        USB, non proponga cacchiate tipo le tariffe
        a consumo, sia abbastanza veloce (non
        propormi una 256 kbps...) e soprattutto non
        divida una banda complessiva ridicola fra
        troppi utenti ed io faccio subito il cambio.Beh...io te la direi, ma probabilmente mi cancellerebbero il post.Cerca che le trovi....
      • deltree scrive:
        Re: nesuna ISO?

        Si. Certamente. Trovami una ADSL che costi
        quanto Fastweb, ti permetta di mandare a
        quel paese Telecom, non crei casini, a me
        che uso Linux, con eventuali modem ADSL su
        USB, non proponga cacchiate tipo le tariffe
        a consumo, sia abbastanza veloce (non
        propormi una 256 kbps...) e soprattutto non
        divida una banda complessiva ridicola fra
        troppi utenti ed io faccio subito il cambio.Beh innanzitutto con una qualsiasi ADSL (ma anche un ISDN o un 56k) sei su internet, con fastweb a meno di non raddoppiare la spesa mensiler per l'IP statico sei su una intranet metropolitana (o MAN che dir si voglia) dove se fai uso di porte o servizi strani puoi morirci prima che te li attivino...Dipende tutto da come utilizzi la rete, ma attento a sfidare chi non ha la "fibra" condivisa (e a volte più lenta di FW su rame se hai 4-5 compagni di condivisione scaricatori incalliti come te). C'è gente che si accontenta di 4 cazzate scaricabili nel ghetto ad alta velocità di FW per bullarsi con gli amici di avere la fibra e gente che vive internet in ogni suo aspetto (e sa cosa voglia dire internet).Poi fai tu.


        I provider sono gli unici beneficiari

        (economicamente parlando) di questo

        copia-copia e allora dovrebbero pagare.

        Per i provider l'ideale sarebbe vendere
        connessioni ad alta velocità utilizzate per
        scaricare la posta.....

        Di certo il p2p assorbe molta banda che i
        provider devono pagare....Beh, guarda che anche la tua FW ha fatto (tipo due anni fa con Gerri Scotti a passaparola) un sacco di pubblicità del tipo: ti scarichi gli MP3 in pochi secondi (peccato che avrebbero dovuto aggiungere: se trovi un p2p che funzioni sempre e con tutti gli utenti internet, non solo con gli italiani di FW)
        • Anonimo scrive:
          Re: nesuna ISO?

          Beh, guarda che anche la tua FW ha fatto
          (tipo due anni fa con Gerri Scotti a
          passaparola) un sacco di pubblicità del
          tipo: ti scarichi gli MP3 in pochi secondi
          (peccato che avrebbero dovuto aggiungere: se
          trovi un p2p che funzioni sempre e con tutti
          gli utenti internet, non solo con gli
          italiani di FW)Sei rimasto un po indietro con i tempi l'epoca di winmx è finita, ora ci sono altri programmi P2P dai quali si scarica indipendentemente da utenti esterni e da utenti interni a Fastweb, l'unica differenza è la velocita con la quale scarichi.E sono accessibili 24x24 al giorno.
        • Anonimo scrive:
          Re: nesuna ISO?
          - Scritto da: deltree

          Si. Certamente. Trovami una ADSL che costi

          quanto Fastweb, ti permetta di mandare a

          quel paese Telecom, non crei casini, a me

          che uso Linux, con eventuali modem ADSL su

          USB, non proponga cacchiate tipo le
          tariffe

          a consumo, sia abbastanza veloce (non

          propormi una 256 kbps...) e soprattutto
          non

          divida una banda complessiva ridicola fra

          troppi utenti ed io faccio subito il
          cambio.

          Beh innanzitutto con una qualsiasi ADSL (ma
          anche un ISDN o un 56k) sei su internet, con
          fastweb a meno di non raddoppiare la spesa
          mensiler per l'IP statico sei su una
          intranet metropolitana (o MAN che dir si
          voglia) dove se fai uso di porte o servizi
          strani puoi morirci prima che te li
          attivino...Non sei su una intranet. Semplicemente hai un IP dinamico e privato. Ciò comporta alcune limitazioni su alcuni servizi. Se non ti servono allora FW va benissimo. In fin dei conti non sono molti quelli che decidono di fare un server sul proprio PC di casa. E neppure di gestirlo da remoto.
          Dipende tutto da come utilizzi la rete, ma
          attento a sfidare chi non ha la "fibra"
          condivisa (e a volte più lenta di FW su
          rame se hai 4-5 compagni di condivisione
          scaricatori incalliti come te). C'è gente
          che si accontenta di 4 cazzate scaricabili
          nel ghetto ad alta velocità di FW per
          bullarsi con gli amici di avere la fibra e
          gente che vive internet in ogni suo aspetto
          (e sa cosa voglia dire internet).
          Poi fai tu.Il giorno che deciderò di farmi un server ci penserò.... .....

          Di certo il p2p assorbe molta banda che i

          provider devono pagare....

          Beh, guarda che anche la tua FW ha fatto
          (tipo due anni fa con Gerri Scotti a
          passaparola) un sacco di pubblicità del
          tipo: ti scarichi gli MP3 in pochi secondiBeh, io parlavo del lato tecnico ed economico. Mica di marketing...
          (peccato che avrebbero dovuto aggiungere: se
          trovi un p2p che funzioni sempre e con tutti
          gli utenti internet, non solo con gli
          italiani di FW)Ah..... prima dici che FW serve solo per il p2p, adesso che per il p2p è limitato....
          • Anonimo scrive:
            Re: nesuna ISO?
            - Scritto da: Anonimo
            .....
            Non sei su una intranet. Semplicemente hai
            un IP dinamico e privato. Ciò comporta
            alcune limitazioni su alcuni servizi. Se non
            ti servono allora FW va benissimo. In fin
            dei conti non sono molti quelli che decidono
            di fare un server sul proprio PC di casa. E
            neppure di gestirlo da remoto.Ah.... dimenticavo.... con una ADSL da 256 kbps in ingresso e 64 kbps in uscita (in discesa e con il vento a favore...) è meglio non pensarci neppure ad utilizzarla per un server...
        • Anonimo scrive:
          Re: nesuna ISO?

          Dipende tutto da come utilizzi la rete, ma
          attento a sfidare chi non ha la "fibra"
          condivisa (e a volte più lenta di FW su
          rame se hai 4-5 compagni di condivisione
          scaricatori incalliti come te). C'è gente
          che si accontenta di 4 cazzate scaricabili
          nel ghetto ad alta velocità di FW per
          bullarsi con gli amici di avere la fibra e
          gente che vive internet in ogni suo aspetto
          (e sa cosa voglia dire internet).
          Poi fai tu.
          Scusa, da quando internet è diventato una 'filosofia di vita' ?A me è sempre sembrato uno strumento di lavoro...
          • Xmasitel scrive:
            Re: nesuna ISO?
            - Scritto da: Anonimo

            Scusa, da quando internet è diventato una
            'filosofia di vita' ?
            A me è sempre sembrato uno strumento di
            lavoro...E' qui che sbagli, innanzitutto Internet è il miglior mezzo di comunicazione tra culture diverse che mai sia stato inventato e usato dal genere umano. Il problema è che usato male rischia di soffocare le culture più deboli, per questo è fondamentale vigilare e denunciare ogni abuso :-)
    • Anonimo scrive:
      Re: Mi sembra giusto
      Ne dici di cavolate..
      • Anonimo scrive:
        Re: Mi sembra giusto
        Ti spiego come funziona il mercato: Se c'e una tassa da pagare anche se inizialmente la pagherebbe il provider in verità a pagarla sarebbe sempre e solo il consumatore.
    • warrior666 scrive:
      Re: Mi sembra giusto
      ....mmmh sarebbe un pò come se le autostrade pagassero le grandi città d'arte o le località turistiche perchè stimolano la gente a muoversi da un posto all'altro e ad utilizzare la strada...Sta storia è assurda, il business sta semplicemente passando di mano, dalle major alle grosse società di telecumunicazione.. Se davvero volessero fermare il p2p illegale, dovrebbero prima essere disposti a veder collassare la richiesta di banda larga, poichè diventerebbe molto meno appetibile per tutti gl'utenti non professionali. Ma non mi sembra che il nostro paese ne gl'altri si stiano muovendo in questa direzione. Come minimo prima di limitarne le capacità e le possibilità (abbastanza decantate in tutti gli spot del broadband, scarica tutta la musica che vuoi, guarda i tuoi film preferiti..etc) aspetteranno quantomeno di aver sotto contratto la maggiorparet degl'utenti, poi allora giù con i controlli, multe e quant'altro..
    • Anonimo scrive:
      Re: Mi sembra giusto
      Premetto che non sono daccordo, pero c'è da dire che fastweb in particolare ci fa la cresta. Caso fra tutti è il fatto che fastweb streamma in multicast dentro la sua rete canali a pagamento.E' chiaro che lo sa che la gente con un programmino del cacchio (videolan) puo vedersi tutti i canali gratis.Il fatto è che lo tiene finchè gli serve per attrarre clienti, quando poi quanluno prova a denunciarli lo toglieranno.Quindi, non sono daccordo, ma a provider tipo fastweb un paio di denuncie gli farebbero bene.- Scritto da: Anonimo
      E' vero o non e' vero che fastweb ti serve
      per scaricare i DivX?
      Per navigare basta l'ADSL,.

      I provider sono gli unici beneficiari
      (economicamente parlando) di questo
      copia-copia e allora dovrebbero pagare.

      Invece Tin,Telecom,Tiscali ed altri
      fornitori di ADSL, secondo me, dovrebbero
      anche pagare l'hosting ai siti di un qualche
      richiamo, perche' se la gente va in
      internet e' perche' ci trova i contenuti che
      questi siti offrono.
  • Anonimo scrive:
    Okay Riia & Co......
    Come la metterete quando non migliaia ma milioni di utenti smetteranno di comprare software e musica?:DNeanche 200 cause legali vi salveranno dalla rovina!
    • Anonimo scrive:
      Re: Okay Riia & Co......
      - Scritto da: Anonimo
      Come la metterete quando non migliaia ma
      milioni di utenti smetteranno di comprare
      software e musica?
      :D
      Neanche 200 cause legali vi salveranno dalla
      rovina!Semplice: raddoppieranno ulteriormente il costo della musica !!Ciao
      • ElfQrin scrive:
        Re: Okay Riia & Co......

        Semplice: raddoppieranno ulteriormente il
        costo della musica !!Dimezzando ulteriormente la clientela e raddoppiando la pirateria?D'altronde se i CD devono diventare preziosi come i diamanti dovranno essere destinati a una clientela facoltosa ed esposti a furti e contraffazioni come tutti i beni di lusso...
        • Anonimo scrive:
          Re: Okay Riia & Co......
          - Scritto da: ElfQrin
          D'altronde se i CD devono diventare preziosi
          come i diamanti dovranno essere destinati a
          una clientela facoltosa ed esposti a furti e
          contraffazioni come tutti i beni di lusso...Magari la gente si deciderà a smetterla di comprare solo i soliti CD di gente che ha un livello artistico sotto lo zero ma passa continuamente su MTV...Magari la gente ricomincerà ad ascoltare musica davvero...Magari andrà anche nei locali dove si suona dal vivo...Insomma, magari si tornerà ad amare la musica e non i personaggi insignificanti creati dallo show-business.Io ci vedo un sacco di vantaggi in questa storia! ;)
  • Anonimo scrive:
    Indovina indovinello ....
    Si avventano ovunque possono. Ovunque c'e' ancora una parvenza di business.Ovunque le cosa ancora (per poco) funzionano.Rimanendosene seduti in poltrona a contare i soldi altrui.Come uno sciame di locuste.Come un branco di squali.Sono tanti, sono cattivi, sono pieni di miliardi, sono paraculati con i governi, ma ignoranti fino all'osso.Chi sono ?CiaoBLM (aka Pippo)
    • Anonimo scrive:
      Re: Indovina indovinello ....
      - Scritto da: Anonimo

      Si avventano ovunque possono.
      Ovunque c'e' ancora una parvenza di business.
      Ovunque le cosa ancora (per poco) funzionano.
      Rimanendosene seduti in poltrona a contare i
      soldi altrui.
      Come uno sciame di locuste.
      Come un branco di squali.
      Sono tanti, sono cattivi, sono pieni di
      miliardi, sono paraculati con i governi, ma
      ignoranti fino all'osso.

      Chi sono ?

      Ciao
      BLM (aka Pippo)SCO ?
  • avvelenato scrive:
    tristezza
    perché la riaa non la pianta?l'unica arma legale che possiede è quella di denunciare la metà dell'utenza internet. Lo faccia e la pianti di rompere gli zebedei a chi offre un servizio che non obbligatoriamente serve al file-sharing(ps: sapranno che tassare la connettività vuol dire aumentare i costi all'utenza finale, e quindi spesso alle aziende che usano connettività?) avvelenato che vorrebbe poter non dar + un soldo a quegli scrocconi (ma non può)
    • Anonimo scrive:
      Re: tristezza
      - Scritto da: avvelenato
      perché la riaa non la pianta?
      l'unica arma legale che possiede è quella di
      denunciare la metà dell'utenza internet. Lo
      faccia e la pianti di rompere gli zebedei a
      chi offre un servizio che non
      obbligatoriamente serve al file-sharingAppunto. Se vogliono fermare il file-sharing, comincino con le denunce a raffica. Non possono pretendere di tenere prendere i soldi scaricando l'incazzatura degli utenti su qualcun'altro.
    • Xmasitel scrive:
      Re: tristezza
      Ma fosse anche per il file-sharing, chi l'ha detto che il file sharing è illegale in sè??? Se io faccio un programma e lo voglio diffondere in rete (cosa direi legittima) cosa posso usare meglio del file-sharing?Perchè ciò che può essere usato (ma non è detto che lo sia) in modo illegale contro le compagnie della RIIA deve essere bloccato, mentre in America si possono tranquillamente vendere le pistole? Io credo che chiunque abbia un po' di sale in zucca non può non vedere le contraddizioni estreme di questo periodo.
      • avvelenato scrive:
        Re: tristezza
        beh pensa alla nuova legge sulle droghe..anche se qualcuno le contraddizioni le vede... beh.. non cambia nulla fintantoché chi è al potere non le vuole vedere.
        • Xmasitel scrive:
          Re: tristezza
          - Scritto da: avvelenato
          beh pensa alla nuova legge sulle droghe..

          anche se qualcuno le contraddizioni le
          vede... beh.. non cambia nulla fintantoché
          chi è al potere non le vuole vedere.Sai cos'è? E' che c'è una contraddizione fondamentale in questo periodo, cioè si dice che per combattere i nemici della democrazia bisogna abbattere le regole democratiche. Vedi le leggi in America dopo l'11 settembre, o la guerra in Iraq, su cui io sarei stato anche d'accordo se non fosse stato per la totale mancanza delle regole di convivenza civile tra Stati.E così via. Credo che stia a noi combattere per mantenere ben saldi i nostri diritti
  • Anonimo scrive:
    di nuovo lei! @___@
    porc... !!!!! :@(troll):'(
  • Anonimo scrive:
    quanto pagare
    e se poi io trasferisco file utilizzando conessioni cryptate ?????
    • Anonimo scrive:
      Re: quanto pagare
      - Scritto da: Anonimo
      e se poi io trasferisco file utilizzando
      conessioni cryptate ?????Non importa, vogliono mettere la tassa indipendentemente da quel che trasferisci. Come sui CD, paghi la tassa Siae anche se ci metti le foto della prima comunione.
Chiudi i commenti