E-comm, gli italiani comprano di più

Lo dice Visa


Milano – Nei primi tre mesi del 2004 gli italiani hanno speso in rete su siti di commercio elettronico il 144 per cento in più rispetto allo stesso periodo del 2003. A dichiararlo è Visa, la società delle carte di credito, che ha analizzato gli acquisti dei propri clienti.

Secondo Visa, dunque, tra gennaio e marzo gli utenti italiano hanno speso 238 milioni di euro sulla rete. Negli altri paesi europei la crescita è anche sostenuta: Spagna a + 166 per cento, Francia a + 140 per cento e Regno Unito a + 123 per cento. A crescere maggiormente sono viaggi e turismo, seguiti da alimentari, letteratura e musica.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • r00t1na scrive:
    Provo a fare 2+ 2 ?
    Informazione 1:Libero blocca i file .zip nella posta in uscita dai suoi clienti (quelli in entrata solo se pagano, ma al momento non ci interessa)Informazione 2:Alcuni di voi lamentano che "non fanno niente per evitare l'invio di Netsky ai propri clienti"CorollarioNetsky si diffonde attraverso un file .zip2 + 2Libero sta cercando di fare qualcosa per bloccare Netsky: impedisce ai suoi clienti infetti di diffonderlo bloccando i file.zip che lo veicolanoForse risolto il problema attuale toglieranno anche il filtro...
  • Anonimo scrive:
    Eliminare le email?
    Se non si può più allegare files alle email ( doc, exe, ecc..) perchè potenzialmente pericolosi, allora a che servono le email? Se viene permesso solo testo, tanto vale usare gli sms. A parte che potrei usare programmi che non danno estensioni doc ai documenti, ma che possono lo stesso avere delle macro o del codice pericoloso, e il formato html? Non è potenzialmente pericoloso anche quello? Lo filtriamo dalle email? E poi...?
  • Anonimo scrive:
    e allora tiscali??
    io ho due e-mail:con libero, mai ricevuto un virus.con tiscali: una e-mail su cinque, da due mesi a questa parte rapsodia netzy-p, nelle più svariate versioni.per non parlare di allegati, pif, exe, com che spamhilitor blocca (sempre da tiscali), vedete un po voi!
  • chef scrive:
    libero ha la MB full :|
    tempo fa ho mandato una email di protesta allo staff di libero.Reclamavo per la "ganzata" dei filtri sulla posta che se per utenti m$ rappresentano un poor-man-service per chi cura un minimo la propria sicurezza e' un totale disservizio.beh, la email mi e' tornata indietro:Remote MTA ims2a.libero.it: SMTP diagnostic: 552 RCPT TO: Mailbox disk quota exceededbene ... bravi ...
  • Anonimo scrive:
    ... e la privacy?
    va bon ho capito che hanno bisogno di fermare l'ignoranza della gente che usa uin, ma fare un controllo sul contenuto di uno zip mi sembra eccessivo. Anche se il tutto è effettuato automaticamente.via di pgp allora...
  • Anonimo scrive:
    In compenso non filtrano Netsky-P
    Il mio antivirus ha appena "intercettato" una mail contenente Netsky-P. Ovviamente la mail l'ho scaricata dalla mia casella su Libero.Ciao max@box.enel.it
  • Anonimo scrive:
    Zippateli e basta.
    Zippate tutto prima di inviare, si risparmia tempo e banda passante e rotture di scatole
    • garden scrive:
      Re: Zippateli e basta.

      Zippate tutto prima di inviare, si risparmia
      tempo e banda passante e rotture di scatoleNon basta: il filtro ferma anche gli zip e altri formati di archivi che contengono dei file .exe. L'unica e` rinominare il file (non controlla che sia veramente un eseguibile, ma solo il nome) o metterlo in uno zip protetto da password.
    • Anonimo scrive:
      Re: Zippateli e basta.
  • Anonimo scrive:

    POLICY
  • Anonimo scrive:
    Bambini ?
    Anche questa ennesima ca@@ata per proteggere i poveri "bambini" che usano questo mostro: il computer!Senza l'adeguata protezione fornita dalla patente a punti europea per il computer.Aspettando che qualche ministro di questa repubblica delle banane ci difenda dai "comunisti virtuali" impedendoci di usare il pc se non per giocare.Mi consenta più pleistecion per tutti :)
  • Anonimo scrive:
    Garantire gli utenti....
    ...Impedendo loro di fruire del servizio.Mi sembra una bella pensata.
  • Anonimo scrive:
    Quando "uguale per tutti" è sbagliato
    E' assurdo che gente "con le palle" si ritrovi con queste limitazioni, dovrebbe esserci la possibilità di disattivare l'opzione, magari poco documentata e che non venga capita da quelli di primo pelo per cui tutto questo rimane utile...
    • Anonimo scrive:
      Re: Quando "uguale per tutti" è sbagliato
      - Scritto da: Anonimo
      E' assurdo che gente "con le palle" si
      ritrovi con queste limitazioni, dovrebbe
      esserci la possibilità di disattivare
      l'opzione, magari poco documentata e che non
      venga capita da quelli di primo pelo per cui
      tutto questo rimane utile...Non garantiscono l'utente...Garantiscono loro stessi. Quindi se ne fregano ampiamente di chi è capace o meno: non vogliono correre il rischio.
      • Anonimo scrive:
        Re: Quando "uguale per tutti" è sbagliato
        non garantiscono per niente loro stessi xè il transito di ammazzatutti.exe in un server smtp è completamente innocuo per il server stesso.
    • Anonimo scrive:
      Re: Quando "uguale per tutti" è sbagliat
      Lavoro in una ditta che produce software, siamo tutti gente come dici tu "con le palle", conosciamo i rischi e sappiamo usare tutte le precauzioni.Sul nostro server exchange e' stato implementato il filtro email della trend, con una policy che sega tutti gli allegati potenzialmente dannosi in arrivo.Exchange 2003 usa dei filtri analoghi.I client outlook dalla versione xp (per 2k serve sp2 o patch) hanno filtri analoghi.Questo e' l'unico sistema.
      • Anonimo scrive:
        Re: Quando "uguale per tutti" è sbagliat
        non parlo di aziende, parlo di un singolo utente che sa il fatto suo e non ha mai eseguito un allegato pericoloso neanche per sbaglio usando solo la tastiera e con il braccio destro ingessatoforse sono sopra la media di quelli "con le palle"? so di essere bravo ma non credo...
      • Anonimo scrive:
        Re: Quando "uguale per tutti" è sbagliat

        Lavoro in una ditta che produce software,
        siamo tutti gente come dici tu "con le
        palle", conosciamo i rischi e sappiamo usare
        tutte le precauzioni.
        Sul nostro server exchange e' stato
        implementato il filtro email della trend,
        con una policy che sega tutti gli allegati
        potenzialmente dannosi in arrivo.
        Exchange 2003 usa dei filtri analoghi.
        I client outlook dalla versione xp (per 2k
        serve sp2 o patch) hanno filtri analoghi.
        Questo e' l'unico sistema.Forse non ne avete abbastanza di "palle" :)
      • Anonimo scrive:
        Re: Quando "uguale per tutti" è sbagliat
        - Scritto da: Anonimo
        Lavoro in una ditta che produce software,
        siamo tutti gente come dici tu "con le
        palle", conosciamo i rischi e sappiamo usare
        tutte le precauzioni.
        Sul nostro server exchange e' stato
        implementato il filtro email della trend,
        con una policy che sega tutti gli allegati
        potenzialmente dannosi in arrivo.
        Exchange 2003 usa dei filtri analoghi.
        I client outlook dalla versione xp (per 2k
        serve sp2 o patch) hanno filtri analoghi.
        Questo e' l'unico sistema.E ' proprio qui il punto...perche' i client sono configurati per eseguire automaticamente tutti gli allegati ---che bello !--- invece di impostare un'area protetta ?Evidentemente il problema sta in chi vuole faretutto automatico, tutto bello, ed invece non capisceniente di informatica.Non do' la colpa agli utenti idioti ma ai programmatori idioti...GIO CONDOR
        • Anonimo scrive:
          Re: Quando "uguale per tutti" è sbagliat

          Evidentemente il problema sta in chi vuole
          fare
          tutto automatico, tutto bello, ed invece non
          capisce
          niente di informatica.
          Non do' la colpa agli utenti idioti ma ai
          programmatori idioti...Hai mai provato a fare assistenza? Magari per telefono? E dover perdere delle ore per far fare ad un utonto delle procedure che tu impieghi 2 secondi per fare?Prova!!! Forse poi capirai l'utilità dei .exe per email...Ciao
          • Anonimo scrive:
            Re: Quando "uguale per tutti" è sbagliat

            Hai mai provato a fare assistenza? Magari
            per telefono? E dover perdere delle ore per
            far fare ad un utonto delle procedure che tu
            impieghi 2 secondi per fare?
            Prova!!! Forse poi capirai l'utilità
            dei .exe per email...Mi sembra che si stia un po' degenerando. Nessuno mette in dubbio che gli utenti siano incompetenti e che debbano essere protetti da loro stessi in qualche modo. Il problema è per chi sa come proteggersi, o che semplicemente che non usa Windows, i filtri non servono, anzi mi danno fastidio.
          • Anonimo scrive:
            Re: Quando "uguale per tutti" è sbagliat

            Il problema è per chi sa come
            proteggersi, o che semplicemente che non usa
            Windows, i filtri non servono, anzi mi danno
            fastidio.Esatto, se proprio vogliono fare qualcosa un bel controllo antivirus, NON un filtro del ca@@o!
  • Anonimo scrive:
    procuratevi un smtp personaleeeee
    io dopo 3 o 4 email minatorie al postmaster di libero mi sono arreso e ho installato un soft smtp dopo aver blindato la porta 25 sul router (per altro già blindata da libero).ora quando mando un'email il softwarino cerca il record mx del dominio di arrivo e manda direttamente all'smtp del destinatario e TANTI SALUTI A LIBERO E ALLE SUE IDEE DEL C.......
    • Anonimo scrive:
      Re: procuratevi un smtp personaleeeee
      Se gli MTA delle persone a cui tu mandi le tue e.mail fossero configurati bene le stesse non arriverebbero mai!!!In realtà lo spam ed i virus girano liberi più per l'inerzia e l'inefficenza di molti sysadmin che non per le disattenzioni degli utonti.Che poi libero metta dei filtri in uscita è paradossale, in realtà se l'obbiettivo era proteggere l'utenza avrebbe dovuto metterli sul pop e non sull'smtp. In realtà a libero interessa solo che qualcuno (come qualcuno ha già fatto) non gli faccia causa o lo denunci alla Polizia Postale perchè dai suoi MTA arriva la peggiore porcheria d'italia. I server di libero sono finiti in spamcop più d'una volta e quando cominci ad essere isolato da una buona fetta di mondo poi qualche contromisura la devi prendere. Il trucco sta nel farla passare come un bene per l'utente quando in realtà è solo un pararsi il c..o per sè.ciao
      • Anonimo scrive:
        Re: procuratevi un smtp personaleeeee
        no mi spiace ma la configurazione è giusta così, il relay sui domini locali ci deve essere e per fortuna è cosìnon mi è ancora capitato un singolo caso di email rifiutata
        • Anonimo scrive:
          Re: procuratevi un smtp personaleeeee
          io non riesco a farlo attraverso il mio smtp locale SOLO con libero. morale: agli utenti @libero.it non scrivo a meno che non mi forniscano un'altro indirizzo.liberamente vostro
    • Anonimo scrive:
      Re: procuratevi un smtp personaleeeee
      tu puoi entrare in autostrada se paghi, ma non puoi andare contromanotu puoi usare un tuo server per spedire posta se provvedi al PTR e puoi anche ricevere se provvedi al record MX diversamente stai andando contromano a fari spenti nella nottechiaro?
      • Anonimo scrive:
        Re: procuratevi un smtp personaleeeee
        - Scritto da: Anonimo
        tu puoi entrare in autostrada se paghi, ma
        non puoi andare contromano

        tu puoi usare un tuo server per spedire
        posta se provvedi al PTR e puoi anche
        ricevere se provvedi al record MX
        diversamente stai andando contromano a fari
        spenti nella notte

        chiaro?Tu puoi farti un dominio, ad esempio abbaccabba.dydns.org, associare un record MX. Il PTR non serve.Addirittura di più guarda son mago: se hai un ip pubblico puoi mandare mail a beppe@a.b.c.d
        • Anlan scrive:
          Re: procuratevi un smtp personaleeeee
          - Scritto da: Anonimo
          Tu puoi farti un dominio, ad esempio
          abbaccabba.dydns.org, associare un record
          MX. Il PTR non serve.Non serve per ricevere ma per inviare si: il server remoto è autorizzato dalle regole RFC a verificare, quando riceve posta dal tuo server, se l'ip da cui riceve dispone di una Rdns
          Addirittura di più guarda son mago:
          se hai un ip pubblico puoi mandare mail a
          beppe@a.b.c.dForse vuoi dire beppe@[a.b.c.d]
    • Anonimo scrive:
      Re: procuratevi un smtp personaleeeee
      Avere un server smtp su una connessione dialup a IP variabile non e' una felice idea....i problemi potrebbero aumentare invece che diminuire....perche' invece non farsi una bella email con dominio personale, con server professionale smtp integrato? Molti siti professionali di servizi Internet offrono una simile opzione...- Scritto da: Anonimo
      io dopo 3 o 4 email minatorie al postmaster
      di libero mi sono arreso e ho installato un
      soft smtp dopo aver blindato la porta 25 sul
      router (per altro già blindata da
      libero).

      ora quando mando un'email il softwarino
      cerca il record mx del dominio di arrivo e
      manda direttamente all'smtp del destinatario
      e TANTI SALUTI A LIBERO E ALLE SUE IDEE DEL
      C.......
  • Anonimo scrive:
    7-zip
    I file compressi in questo fromato non vengono scansiti!http://www.7-zip.org/ ....... e ti passa la paura :D
  • Anonimo scrive:
    L'Abitudine mortifica le sorprese
    Invio lunedì un msg con in allegato un piccolo eseguibile.Dopo un po' mi ritrovo, in posta, un msg con un subject strano ... "amavisd-new ... BANNED FILENAME" ... penso "Il solito spam, cancello brutalmente".Stamane trovo un msg in segreteria telefonica "Non mi è arrivata la tua mail".Riprovo, e mi ritrovo il messaggio strano di ieri. Mmmmm ... ocio che c'è un filtro ... infatti.Dirmelo No ?!?!?!!?Grazie per il servizio. Non me lo avete chiesto, ma preferivo venirne a conoscenza.Dave
    • Anonimo scrive:
      Re: L'Abitudine mortifica le sorprese
      Idem, ho inviato delle mail urgenti per LAVORO e mi sono subito il CAZZIATONE ore dopo. Ovviamente il mio antispam cerebrale aveva ignorato le loro mail di avviso.
  • Anonimo scrive:
    Soluzione: Zip con password
    Da anni ormai faccio collezione di virus.Li studio e devo dire che ho imparato molte cose dall'analisi del codice di alcuni dei virus piu' famosi e diffusi qualche anno fa.Quando i miei amici ricevono un virus (e magari hanno linux) sanno che vorrei averlo e me lo spediscono.Avendo pero' una casella su yahoo i virus vengono individuati e non mi e' permesso scaricarli.La soluzione? Zippare il file con una password (la mia di solito e' 'virus' :) ). WinZip applica la parola chiave che inserite a tutto il contenuto del file, e non semplicemente al suo accesso, per cui se zippate un virus inserendo una password state pur certi che nessun antivirus riuscira' ad individuarlo.CoD
    • Anonimo scrive:
      Re: Soluzione: Zip con password
      dipende dal tipo di "zippatore" che usi.con winzip9 probabilmente hai ragione, con gli altri penso di no.
      • Anonimo scrive:
        Re: Soluzione: Zip con password
        pessima idea, molti virus arrivano proprio racchiusi in uno zip con password e questo basta al server per droppare all'istante la mailanzi lo zip non proptetto passa sempre e viene girato all'antivirus e se pulito procedequesta e' una prassi comune
      • Anonimo scrive:
        Re: Soluzione: Zip con password
        lo scrambling avviene anche con winzip precedenti, solo che in molti casi bastano 10-15 sec di criptoanalisi per trovare la pass qualunque sia (passware offre un sistema del genere, testato con una pass lunga)certo un server non può permettersi 15 sec di analisi su ogni zip protetto...
    • Anonimo scrive:
      Re: Soluzione: Zip con password

      La soluzione? Zippare il file con una
      password (la mia di solito e' 'virus' :) ).
      WinZip applica la parola chiave che inserite
      a tutto il contenuto del file, e non
      semplicemente al suo accesso, per cui se
      zippate un virus inserendo una password
      state pur certi che nessun antivirus
      riuscira' ad individuarlo.credo non sia la soluzione corretta.a quanto ho capito"Stamattina, come spesso capita, ho mandato un'email di lavoro con in allegato un file zip (al suo interno contenente un'applicazione per pocketpc col relativo setup.exe)."questo setup.exe non è un virus ma un programma legittimo. Indi il filtro fa semplicemente uno scan dei file che sono presenti all'interno del .zip, se trova .exe scarta la mail.Ciò non è risolvibile con una password poiché la lista dei file contenuti è pur sempre presente.
  • Anonimo scrive:
    Ottimo direi
    Con il rifiuto di file eseguibili (.exe .com .pif .scr ecc) nella nostra rete aziendale si sono eliminati il 99,9% dei virus che tutti i giorni arrivano nelle caselle di posta del nostro mail server, per quanto riguarda i file di office, (.doc .xls ecc) il nostro mail server li rinomina con un estensione non eseguibile, in modo che gli utenti non li lancino direttamente da outlook senza magari aver visto chi li ha inviati. Anche i file .zip sono controllati ed eventualmente respinti se contenenti eseguibili. Se per un qualsiasi motivo un virus dovrebbe riuscire ad entrare ci penserebbe il vero antivirus installato su ogni macchina a bloccarlo.Quindi a mio parere un ottima soluzione, che con il tempo sicuramente si potra raffinare.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ottimo direi
      finalmente un commento serio e competente, che fa eco al mio precedentemente postato ("e' corretto").
      • Anonimo scrive:
        Re: Ottimo direi
        è corretto un par di palle.ci sono TANTI utenti ESPERTI che non hanno MAI preso in vita loro UN virus anche senza avere un antivirus, e in verità ci vuole poco.vorrei sapere perchè queste persone devono SUBIRE questo controllo. se zippo una cartella e la mando devo aspettare la scansione per essere sicuro che per SBAGLIO non ci fosse un exe..MA FATEMI IL PIACERE!!!
        • Anonimo scrive:
          Re: Ottimo direi
          evidentemente non sono poi cosi TANTI gli utenti esperti, visto la raffica di virus che quoridianamente circola in rete...
          • Anonimo scrive:
            Re: Ottimo direi

            evidentemente non sono poi cosi TANTI gli
            utenti esperti, visto la raffica di virus
            che quotidianamente circola in rete...Già, ma se mettessero un VERO filtro antivirus invece ?
          • Anonimo scrive:
            Re: Ottimo direi
            su questo sarei perfettamente d'accordosolo che gli costerebbe troppo
          • Anonimo scrive:
            Re: Ottimo direi
            - Scritto da: Anonimo
            su questo sarei perfettamente d'accordo

            solo che gli costerebbe troppoAllora è a questo a cui mirano: farsi PAGARE per togliere questa "caratteristica"
        • Anonimo scrive:
          Re: Ottimo direi
          - Scritto da: Anonimo
          è corretto un par di palle.

          ci sono TANTI utenti ESPERTI che non hanno
          MAI preso in vita loro UN virus anche senza
          avere un antivirus, e in verità ci
          vuole poco.Bhe, devi ammettere che accanto a questi utenti ESPERTIci sono milioni di idioti, che non sono interessati adimpararsi concetti informatici e che vogliono usare ilcomputer come fanno con la lavatrice.Comunque gli UTENTI EPERTI non hanno problemi adinviare file zip criptati / etc... magari specificando lapassword nella mail.Semmai il problema sta nel contrario ovvero nei sistemiche fanno tutto in automatico --soprattutto cio' che l'utentenon vuole--

          vorrei sapere perchè queste persone
          devono SUBIRE questo controllo. se zippo una
          cartella e la mando devo aspettare la
          scansione per essere sicuro che per SBAGLIO
          non ci fosse un exe..

          MA FATEMI IL PIACERE!!!
          • Anonimo scrive:
            Re: Ottimo direi
            il problema sta nel fatto che se scrivo un programma per un cliente quello non necessariamente deve saper usare winzip e l'exe automagico è sempre la soluzione migliore.qui si parla di posta in uscita. io SO quello che mando.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ottimo direi
            ...e figuriamoci pgp o gpg...
    • lonehawk scrive:
      Re: Ottimo direi
      Uhm... la soluzione, a parere mio, è come quella di sparare con un bazuka nel WC x disintasarlo...Esistono antivirus per i server di posta, sia in ingresso che in uscita, come F-Prot, per esempio (chi se lo ricorda in versione "nuda" x Dos?), che si autoaggiornano continuamente e segano solo le mail effettivamente infette, qualunque tipo di allegato abbiano...Forse chi sceglie la "Soluzione Libero" ha forse poca competenza, o semplicemente poca voglia di "sporcarsi le mani" con qualche make...LoneHawk
      • Anonimo scrive:
        Re: Ottimo direi
        A volte la parte "tecnica" è in conflitto con la parte "commerciale", quindi i tecnici si devono adattare, e secondo me le mani se le sporcano di più cosi che non con un software antivirus sul server.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ottimo direi
        ci sono tanti fintiesperti o che si presumono tali, e sul forum di PI vengono a galla.La soluzione tipo libero, e' l'unica che puo' dare sicuramente dei contributi validi ad arginare la diffusione dei virus da email.Le protezioni aziendali usano lo stesso criterio, e le aziende che lo usano, anche nelle infezioni virali piu' gravi non subiscono danni rilevanti.Se ci si fida solo della scansione antivirus, le sorprese possono essere molto amare e prima di avere l'antivirus aggiornato e' quasi certo che passino centinaia di mail infette (parlo di strutture decisamente grandi).Riguardo f-prot, 10 anni fa era tra i 3 migliori antivirus sulla piazza, ed e' stata la prima ad implementare la protezione euristica (usava l'engine karpesky, o meglio karpesky usava il loro engine, insieme ad uno proprietario), ma poi e' dacaduta, ed oggi e' una delle soluzioni piu' scadenti.
        • Anonimo scrive:
          Re: Ottimo direi
          secondo me l'unico vero modo è l'istruzione seguita da pene corporali per chi sgarra, e multe salate.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ottimo direi
            tra parentesiprendi un virus, crea uno zip con pass e invialo con scritto "donne nude nello zip, password donnenude"scommettiamo che lo aprono tutti, alla faccia dei filtri aziendali?stesso dircorso per donnenude.txt "rinomina in exe!!!!!"la verità è che ci vuole il bastone
          • Anonimo scrive:
            Re: Ottimo direi

            prendi un virus, crea uno zip con pass e
            invialo con scritto "donne nude nello zip,
            password donnenude"

            scommettiamo che lo aprono tutti, alla
            faccia dei filtri aziendali?
            Arrivi tardi sono già in circolazione!Contro l'imbecillità neanche gli dei...
    • Parliamone scrive:
      Re: Ottimo direi
      - Scritto da: Anonimo
      Con il rifiuto di file eseguibili (.exe .com
      .pif .scr ecc) nella nostra rete aziendale
      si sono eliminati il 99,9% dei virus che
      tutti i giorni arrivano nelle caselle di
      posta del nostro mail serverPerfetto. Personalmente trovo anche io che sia un'ottima cosa non permettere l'invio "diretto" di file eseguibili
      per quanto
      riguarda i file di office, (.doc .xls ecc)
      il nostro mail server li rinomina con un
      estensione non eseguibile, in modo che gli
      utenti non li lancino direttamente da
      outlook senza magari aver visto chi li ha
      inviati.Buon compromesso
      Anche i file .zip sono controllati
      ed eventualmente respinti se contenenti
      eseguibili.Cioè, se io DEVO ricevere o mandare un file eseguibile per posta, non posso farlo neanche zippandolo? Che devo fare, steganografarlo in una jpeg?
      Se per un qualsiasi motivo un
      virus dovrebbe riuscire ad entrare ci
      penserebbe il vero antivirus installato su
      ogni macchina a bloccarlo.Ok
      Quindi a mio parere un ottima soluzione, che
      con il tempo sicuramente si potra raffinare.A mio parere quella da te presentata è una soluzione per lo più corretta ma un po' troppo esagerata per quanto riguarda gli archivi .zip. Meglio far aggiungere alla mail un bel warning a mo di signature che avvisa il destinatario del potenziale rischio
      • Anonimo scrive:
        Re: Ottimo direi
        Hai ragione, ma a questo livello ci siamo arrivati per gradi, e cioè fino a quando diversi utenti aprivano i file .zip inviati da chissachi contenenti virus anche dopo avergli spiegato il rischio. Da allora nessun virus ha piu raggiunto i pc in azienda via posta, e lo scambio di file eseguibili lo facciamo o zippandoli 2 volte o cambianto l'estensione dell'eseguibile.
        • Anonimo scrive:
          Re: Ottimo direi
          Ma controllarli con un antivirus? no eh? troppo difficile??forse i costi?e allora yahoo? sono polli, secondo te?... ma dai ... studiate un po' e non accontentatevi degli articoletti pescati qui e là.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ottimo direi
            avendo corrispondenza che arriva non solo dall'italia, a volte è capitato che un virus sia entrato prima che le case antivirus aggiornassero le definizioni, quindi la soluzione di bloccare gli eseguibili per default mi sembra azzeccata per un azienda.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ottimo direi
      Sarebbe interessante sapere la tua reazione se ti impedissero di entrare in un'azienda in cui ci sono donne con la motivazione che "essendo in possesso di regolari attributi maschili, sei potenzialmente un violentatore".... ma dai ...
      • Anonimo scrive:
        Re: Ottimo direi
        ma che paragoni mi fai ?, qui stiamo parlando di virus informatici. Quando sei responsabile di una rete di pc che si è infettata perche una impiegata a eseguito un allegato, e centinaia di persone ti chiamano perche la rete è paralizzata, la societa dell'antivirus non ha ancora diffuso le nuove definizioni, scommetti che anche tu alzeresti il livello di sicurezza bloccando tutti gli eseguibili...
        • Anonimo scrive:
          Re: Ottimo direi

          ma che paragoni mi fai ?, qui stiamo
          parlando di virus informatici. Quando sei
          responsabile di una rete di pc che si
          è infettata perche una impiegata a
          eseguito un allegato, e centinaia di persone
          ti chiamano perche la rete è
          paralizzata, la societa dell'antivirus non
          ha ancora diffuso le nuove definizioni,
          scommetti che anche tu alzeresti il livello
          di sicurezza bloccando tutti gli
          eseguibili...In un'azienda forse, ma libero ???
          • Anonimo scrive:
            Re: Ottimo direi
            Visto che viruse e worm non si diffondono solo tra aziende, ma anche da account free, la soluzione di bloccare gli eseguibili mi sembra corretta, per lo meno si limita la diffusione automatica.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ottimo direi

            Visto che viruse e worm non si diffondono
            solo tra aziende, ma anche da account free,
            la soluzione di bloccare gli eseguibili mi
            sembra corretta, per lo meno si limita la
            diffusione automatica.Insisto, per me è una pezza o fanno un controllo serio oppure lascino perdere, anche perchè dovrebbero bloccare TUTTE le estensioni pericolose per l'utonto windows, e sono veramente TANTE
          • Anonimo scrive:
            Re: Ottimo direi
            Anchio insisto, (senza offesa naturalmente), voglio solo dire che mi sembrano sulla strada giusta per limitare le infezioni, sicuramente con il tempo portanno miglirare, e se tutti i provider dovessero prendere una qualche misura cautelativa, linvio di virus autoinvianti sarebbe drasticamente ridotto.
  • Anonimo scrive:
    Ueeee, ueeeee :-(
    "Il problema si verifica solo in outbound su smtp di Libero. In ingresso entra ovviamente tutto (il servizio di protezione è a pagamento). Dopo qualche altra prova scopro, con mia somma sorpresa, che i file.doc passano lisci. Ma come? Ma se il motivo è la sicurezza, si fanno passare i maggiori veicolatori di virus e worm in assoluto?Qualcosa non mi quadra. Personalmente curo moltissimo la sicurezza" (snip per pieta')A parte l'uso figo di "outbound su smtp",tutto il resto e' una marea di cazzate,specialmente se si considera che questo signore"cura la sicurezza", anzi, mi sembra un articoloestemporaneo forse scritto 3-4-5 anni fa.Dal secondo giorno che ho utilizzato internetho intuito e spiegato ad altri di non inviare exeper posta anche se tristemente le estensionipericolose by win sono nolimits,oppure di trasformarlo in programma.exe.SICURAe scritto chiaramente nella mail di togliere la SICURA.E questo curerebbe la sicurezza dei suoi clienti.Ammaresemo.-- Erotua
    • pandavr scrive:
      Re: Ueeee, ueeeee   :-(
      Peccato che se il filtro è fatto bene ti blocca anche la tua exe.SICURA. Noi al lavoro abbiamo filtri che bloccano persino gli exe contenuti dentro gli zip.Sta di fatto che lui paga per un servizio è che questa feature non la voleva...Trollaccio ci hai provato eh?
      • Anonimo scrive:
        Re: Ueeee, ueeeee :-(
        - Scritto da: pandavr
        Peccato che se il filtro è fatto bene
        ti blocca anche la tua exe.SICURA. Noi al
        lavoro abbiamo filtri che bloccano persino
        gli exe contenuti dentro gli zip......Già sperimentato.... viene rilevato il tipo MIME e non l'estensione, quindi anche cambiare estensione non serve. L'unica soluzione è uno zip protetto da password.
    • garden scrive:
      Re: Ueeee, ueeeee :-(

      Dal secondo giorno che ho utilizzato internet
      ho intuito e spiegato ad altri di non
      inviare exe
      per posta anche se tristemente le estensioniIl filtro di Libero taglia tutti gli allegati .zip, .arj, .rar, .tar.gz, ecc. che contengono all'interno un file .exe. Mi sembra una cosa piu` che ragionevole mandare allegati di questo tipo.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ueeee, ueeeee   :-(
        - Scritto da: garden

        Dal secondo giorno che ho utilizzato
        internet

        ho intuito e spiegato ad altri di non

        inviare exe

        per posta anche se tristemente le
        estensioni

        Il filtro di Libero taglia tutti gli
        allegati .zip, .arj, .rar, .tar.gz, ecc. che
        contengono all'interno un file .exe. Mi
        sembra una cosa piu` che ragionevole mandare
        allegati di questo tipo.Ebbene hai ragione.Ho letto molto male.Ritengo pero' a questo punto che sicuramenteregoleranno il filtro, un po' troppo attivo.Certo che libero ultimamente da' dei cattiviesempi; prima il pop esclusivo (copiato da tin da ieri),adesso questo.....-- Erotua trollaccio.
        • garden scrive:
          Re: Ueeee, ueeeee :-(

          Ritengo pero' a questo punto che sicuramente
          regoleranno il filtro, un po' troppo attivo.All'assistenza tecnica mi hanno risposto:"Se e` cosi` vuol dire che deve essere cosi`; che problema c'e`: se non puo` mandarla col suo outlook[1] la mandi via web."[1] trattasi in realta` di mutt, ma dicendoglielo l'avrei sconvolta
    • Anonimo scrive:
      Re: Ueeee, ueeeee   :-(
      Sborone !!!!!!!!!!!!!!!! sgasati un pò che ti fa bene
      • Anonimo scrive:
        Re: Ueeee, ueeeee   :-(
        - Scritto da: Anonimo
        Sborone !!!!!!!!!!!!!!!! sgasati un
        pò che ti fa bene:-)Ok, ammetto.E' che ultimamente questa informatica mi fa un po'ridere: installi le patch di sicurezza di IE e OEda italiano diventa inglese;Poi ti trovano 4 righe che ti mandano in crash linux;Spam e Virus come nevicasse sempre;decreto Urbani; brevetti; smtp (chi ricorda il "caso"mail.191.it?), adesso pop, antivirus antimail antitutto,B-A-S-T-A !Dj Francesco... DJ FRANCESCO!!! Chi fermerà l'informatica?-- Erotua
  • Anonimo scrive:
    E' corretto
    In un periodo in cui le costosissime epidemie di virus informatici la fanno alla grande, il comportamento di Libero e' corretto ed esemplare.E' corretto che vengano bloccati gli allegati zippati che contengono eseguibili, perche' potenziali portatori di worm.E' altrettanto corretto che si lascino passare gli allegati .doc, come fanno tutti i filtri e le politicy antivirus piu' diffuse.Non sarebbe sufficiente solo una analisi con antivirus che, anche se aggiornatissimo, non basterebbe a bloccare nuovi virus nella primissima fase di diffusione.Tutte le policy su posta elettronica implementate dalle maggiori ditte (parlo di multinazionali) adottano analoghe strategie, la differenza e' che lo fanno sulla posta in entrata anziche' su quella in uscita; Libero ha deciso di farlo gratis sulla posta in entrata, per contribuire comunque ad arginare il problema (quanti non usano od aggiornano regolarmente un antivirus??), ed ad offrirlo come servizio, cosa che effettivamente e', sulla posta entrante.Il tutto non fa assolutamente una grinza.
    • Anonimo scrive:
      Re: E' corretto
      E no. Il limite fra sicurezza e bloccare troppo è veramente sottile e inoltre, dimmi tu: come fai ad affidarti ad una lista che se individua uno che sgarra non solo banna il suo IP (ok, tutto bene) , ma ti banna anche tutta la classe C e tu che hai il tuo server in quel range ti ritrovi bannato senza appello? Inoltre gli utenti wind/libero/blu etc si lamentano che non ricevono le mail delle liste alle quali si sono iscritti. No, non è serietà questa. E' giusto per dire: Anche noi lo abbiamo!! Ma almeno che lo si possa disattivare!
    • Anonimo scrive:
      Re: E' corretto
      - Scritto da: Anonimo
      In un periodo in cui le costosissime
      epidemie di virus informatici la fanno alla
      grande, il comportamento di Libero e'
      corretto ed esemplare.
      E' corretto che vengano bloccati gli
      allegati zippati che contengono eseguibili,
      perche' potenziali portatori di worm.
      E' altrettanto corretto che si lascino
      passare gli allegati .doc, come fanno tutti
      i filtri e le politicy antivirus piu'
      diffuse.
      Non sarebbe sufficiente solo una analisi con
      antivirus che, anche se aggiornatissimo, non
      basterebbe a bloccare nuovi virus nella
      primissima fase di diffusione.
      Tutte le policy su posta elettronica
      implementate dalle maggiori ditte (parlo di
      multinazionali) adottano analoghe strategie,
      la differenza e' che lo fanno sulla posta in
      entrata anziche' su quella in uscita; Libero
      ha deciso di farlo gratis sulla posta in
      entrata, per contribuire comunque ad
      arginare il problema (quanti non usano od
      aggiornano regolarmente un antivirus??), ed
      ad offrirlo come servizio, cosa che
      effettivamente e', sulla posta entrante.
      Il tutto non fa assolutamente una grinza.Non sono daccordo.Ma come io ti mando per email uno zip con un file exe e libero me lo blocca sempre e comunque???Ma che filtrassero con un antivirus e basta, non possono applicare questi filtri a priori sulla posta in uscita!Sarebbe più che sufficiente un antivirus, aggiornatissimo, a bloccare quasi tutti i virus. Gli altri pazienza, meglio un virus inviato che una email magari importante non inviata.
    • Anonimo scrive:
      Re: E' corretto
      Libero non fa gratis un tubo in entrata!
  • Anonimo scrive:
    no.Doc
    I files .doc non dovrebbero aver permesso di trasmissione essenzialmente perchè proprietari! :)Lacrima nella notte
    • Anonimo scrive:
      Re: no.Doc
      II file .DOC non vengono accettati da molti, per questioni di sicurezza, preferiscono i file .RTF, che non possono assolutamente contenere macro virus
      • Anonimo scrive:
        RTF == NO MACRO VIRUS ??
        SEI SICURO ?MI RICORDO CHE I FILE RTF CONTEGONOEMBEDDED OBJECT,QUINDI DOVREBBERO POTER CONTENERE ANCHE VIRUS EMBEDDEDGIO CONDOR
  • Anonimo scrive:
    Libero :-) Wind :-(
    Ho un account libero da tempo e devo dire che con il passaggio a infostrada è un po' peggiorato, ma era ancora valido. Con il passaggio a wind ha fatto il tonfo. Mailbox piccola (è l'unica che mantiene la free a 5Mb). Pop3 bloccato da novembre se non con connessione wind. Problemi frequenti con gli allegati. Sempre più pubblicità "invasiva". Portale sempre più scarno e povero. Anche se ha rifatto la grafica i contenuti sono sempre peggio (a parte lo sport forse).Insomma sono un po' deluso dall'involuzione del servizio, però oramai la mia mail @libero è quella che uso di più e cambiarla mi è scomodo. Anche perchè nel panorama delle mailbox gratuite non ci sono validissime alternative...vedremo Gmail quando arriva come si comporta. Se va bene e nn è una trave per la privacy mi sa che liquida tutti.
    • Anonimo scrive:
      Re: Libero :-) Wind :-(
      yahoo.it 100 Mb gratis pop3 smtp
      • Bejelit scrive:
        Re: Libero :-) Wind :-(
        - Scritto da: Anonimo
        yahoo.it 100 Mb gratis pop3 smtpConfermo! Ce l'ho da anni e mi trovo benissimo. Ora che mi hanno pure aumentato lo spazio e` uno spettacolo.Se vuoi abbandonare libero o chi per esso la cosa piu` semplice e` mandare a tutti i contatti il tuo nuovo indirizzo, e poi impostare nella vecchia mail un forwarder che mandi eventuali mail al nuovo indirizzo yahoo o un sistema di risposta automatica che avvisi chi manda ancora mail al vecchio indirizzo che ormai ti sei "trasferito". Insomma, non ti soddisfa il servizio? Cambialo! ;)
      • nop scrive:
        Re: Libero :-) Wind :-(
        - Scritto da: Anonimo
        yahoo.it 100 Mb gratis pop3 smtpantispam,antivirus e tre alias di posta temporanei ...
  • Anlan scrive:
    Posta in uscita. No fai da te ? Ai Ai Ai
    Io non mi incavolerei (troppo) con libero. Piuttosto ormai quasi tutti i pc (Windows da 2000 in poi - linux proprio tutti) hanno il loro bel servizio SMTP interno. Perchè non usare quello ? Vantaggi:- se cambio la connessione non devo ripassarmi le impostazioni della posta (utilissimo con i portatili)- consegna immediata dei messaggi (non si finisce nelle code dei grandi server)- aggiro il problema delle limitazioni imposte dai providerSvantaggi :- alcuni server remoti potrebbero rifiutare la vostra posta perchè arriva da IP che non hanno reverse DNS (in effetti è una regola RFC)
    • cico scrive:
      Re: Posta in uscita. No fai da te ? Ai A

      Svantaggi :
      - alcuni server remoti potrebbero rifiutare
      la vostra posta perchè arriva da IP
      che non hanno reverse DNS (in effetti
      è una regola RFC)Purtroppo non sono pochi.
    • Anonimo scrive:
      Re: Posta in uscita. No fai da te ? Ai A
      ...E purtroppo, pur adottando da sempre questo sistema, ho scoperto che il mio IP , che appartiene al range dinamico fastweb è bannato.... e cosi' sono dovuto tornare ad usare un SMTP esterno, sendo loro, "pulito"
    • Anonimo scrive:
      Re: Posta in uscita. No fai da te ? Ai A
      Purtroppo gli ip dinamici sono spesso nelle black list, quindi non puoi farlo anche se spesso gli isp fanno il reverse mapping dei loro ip :(
    • cesko scrive:
      Re: Posta in uscita. No fai da te ? Ai A
      Mi interessa la faccenda, tu o qualcun altro potrebbe postare un link a della documentazione?possibilmente linux, visto che la posta la scarico su quella piattaforma.Graziefrancesco
  • Anonimo scrive:
    io detesto libero
    scrivere ad un utente @libero.it e' una tortura perche' torna di continuo indietro la mail oppure si scopre che non e' arrivato il messaggio o che altro ne so. ogni tanto mi capita anche con @tin.it o @virgilio.it ma il problema sparisce sempre entro le 24 ore.mi spiace per loro ma se non ho una impellente necessita' di contattare un @libero.it e non ho alternative rinuncio e non perdo troppo tempo (cazzi loro che hanno scelto quel provider).liberamente vostro
    • Anonimo scrive:
      Re: io detesto libero
      @tin.it & Co. hanno "solo" problemi di sovraccarico (tant'è che di notte si scaricano e la posta arriva), ovvimente questo è ridicolo per utenti "pro".Ma libero è veramente un problema. Sono pienamente d'accordo con il precedente intervento
    • Akiro scrive:
      Re: io detesto libero
      mai avuto problemi con libero mentre con la telecom li ho dal 92...io odio telecom 8 )(linux)
  • Anonimo scrive:
    Perchè non customizzare la cosa?
    Vogliono offrirti il loro servizio ultramegantispamche ti informano e ti chiedano se vuoi attivarlo.
  • Anonimo scrive:
    son riuscito a mandarmi un eseguibile
    Depending on the recipient and sender site policies, with a littleeffort it might still be possible to send any contents (includingviruses) using one of the following methods: - encrypted using pgp, gpg or other encryption methods; - wrapped in a password-protected or scrambled container or archive (e.g.: zip -e, arj -g, arc g, rar -p, or other methods) Riporto un parte dell'e-mail di risposta che mi ha bloccato l'invio di un eseguibile che ho inviato alle 22 circa.Ora ho provato a spedire lo stesso ed è partito,me lo sono autoinviato da libero ad un'altra casella di libero e arrivato....boh
  • Anonimo scrive:
    Filtrano anche la posta in arrivo...
    con filtri antispam "avanzatissimi" che bloccano il recapito di pericolosissime email con parole chiave nel subject o body, ad esempio:newsletter (ma se fosse legittima e richiesta dall'utente?)pleasure (e se non fosse l'ennesima spam del v1agra ?)ok che bisogna correre ai ripari...ma qui si sfiora l'idiozia.in compenso la spam comunque passa, visto che usa metodi per mascherare la propria natura....e questi filtri stupidi diventano solo un disservizio per gli utenti che non hanno una casella affidabile.
  • Anonimo scrive:
    Non è da condannare????
    Caro Lamberto, non sono daccordo.In un periodo in cui le mailbox sono invase da ogni sorta di virus per l'imperizia di una grande quantità di utenti...io penso invece che l'iniziativa di Libero sia proprio da condannare se, come sembra, sia stata attivata senza averla richiesta.Che si dotino di antivirus al massimo, non possono filtrare così la posta in uscita!
    • Anonimo scrive:
      Re: Non è da condannare????

      io penso invece che l'iniziativa di Libero
      sia proprio da condannare se, come sembra,
      sia stata attivata senza averla richiesta.esattamente :)poi visto che è "gratis", non vedo il problemadi accettare per gli utenti più distratti :)
  • Anonimo scrive:
    Modificare l estensione, domanda.
    scusate la mia ignoranza, ma se io ho un file.exe (che quindi non passa) e ne modifico l estensione in .txt (che dovrebbe passare) e poi nel testo dell email dico al mio interlocutore di rimodificare l estenzione del file in .exe, non dovrei aggirare il problema? Il file è sempre lo stesso, giusto no? In passato per sbaglio ho modificato l estensione di alcuni files ed è bastato rimodificarla per ottenere di nuovo il file integro... è un caso oppure è realmente così?
    • Anonimo scrive:
      Re: Modificare l estensione, domanda.
      Cambiando l'estensione mica cambi il contenuto del file...
    • Anonimo scrive:
      Re: Modificare l estensione, domanda.
      - Scritto da: Anonimo
      scusate la mia ignoranza, ma se io ho un
      file.exe (che quindi non passa) e ne
      modifico l estensione in .txt (che dovrebbe
      passare) e poi nel testo dell email dico al
      mio interlocutore di rimodificare l
      estenzione del file in .exe, non dovrei
      aggirare il problema?

      Il file è sempre lo stesso, giusto
      no? In passato per sbaglio ho modificato l
      estensione di alcuni files ed è
      bastato rimodificarla per ottenere di nuovo
      il file integro... è un caso oppure
      è realmente così?
      Per le estensioni e' cosi`.Potresti non riuscire ad aggirare il problema se quei filtri non vanno a vedere cosa c'e` veramente dentro il file, a prescindere dall'estensione.
      • Anonimo scrive:
        Re: Modificare l estensione, domanda.

        Potresti non riuscire ad aggirare il
        problema se quei filtri non vanno a vedere
        cosa c'e` veramente dentro il file, a
        prescindere dall'estensione.
        Ooops. Mi e` scappato un non di troppo :)Potresti non riuscire ad aggirare il problema se quei filtri vanno a vedere cosa c'e` veramente dentro il file, a prescindere dall'estensione.
        • Anonimo scrive:
          Re: Modificare l estensione, domanda.
          Ah, ho capito... però scusami, se il file si i dentifica come file di testo non viene aperto come tale? Cioè, il virus rimane virus a prescinde dall estensione del file? io penso che, lato server, viene solo bloccato l accesso a determinate estensioni, non ho mai sentito di server che montano software in grado di fare analisi così profonde. Non mi ricordo bene, ma mi è capitato che persino l antivirus non riconoscesse un virus solo perchè avevo cambiato l estensione del file scansionato...
          • Anonimo scrive:
            Re: Modificare l estensione, domanda.
            - Scritto da: Anonimo
            Ah, ho capito... però scusami, se il
            file si i dentifica come file di testo non
            viene aperto come tale?
            Cioè, il virus rimane virus a
            prescinde dall estensione del file? io penso
            che, lato server, viene solo bloccato l
            accesso a determinate estensioni, non ho mai
            sentito di server che montano software in
            grado di fare analisi così profonde.
            gli antivirus dedicati ai server possono effettuare scansioni solo sui file con estensioni "pericolose", in quanto direttamente eseguibili...oppure su qualunque file allegato.esattamente come per gli antivirus sugli home computer, dipende da come vengono impostati.
          • Anonimo scrive:
            Re: Modificare l estensione, domanda.
            qui non è un problema di scansione, se così fosse mi andrebbe benissimoil fatto è che segano tutti gli exe indifferentemente
          • cico scrive:
            Re: Modificare l estensione, domanda.

            qui non è un problema di scansione,
            se così fosse mi andrebbe benissimo

            il fatto è che segano tutti gli exe
            indifferentementeeh, per forza sai quanta CPU in più dovrebbero allocare per fare una scansione vs eliminazione senza controllo?come ho già detto dovrebbe essere un servizio a pagamento (la scansione) che fornisce il provider, altrimenti che si limiti a fare il suo lavoro: consegnare i miei messaggi inalterati.
          • Anonimo scrive:
            Re: Modificare l estensione, domanda.
            - Scritto da: Anonimo
            qui non è un problema di scansione,
            se così fosse mi andrebbe benissimo

            il fatto è che segano tutti gli exe
            indifferentementeTieni conto che su altri sistemi operativi (*nix essenzialmente) l'estensione "non fa testo", nel senso che non e' essenziale, ed infatti non esiste un'estensione per gli eseguibili.Per identificare il tipo di un file si usa normalmente il comando file (a mano) o la corrispondente libreria libmagic: vanno a vedere i primi byte del file e capiscono di che si tratta. E' pratica comune ad esempio nei filemanagers di linux come Nautilus, che ti avverte se il file che stai aprendo ha contenuto DIVERSO da cio' che dichiara l'estensione.E' ovviamente un po' piu' pesante per la cpu, ma molto efficace.Tutto questo per dire che la maggior parte dei mailserver e dei server antivirus "enterprise level" degli ISP fanno girare un qualche genere di *nix, che sia BSD, Solaris o Linux, e quindi non si formalizzano certo solo per un cambio d'estensione ^__^Tutto dipende se per contenere i costi hanno deciso di NON usare la libmagic e affidarsi all'estensione.Ciao, Renato
          • Parliamone scrive:
            Re: Modificare l estensione, domanda.
            Se tu hai un file eseguibile e lo rinomini con estensione .txt e ci fai doppio clic, il file viene aperto da wordpad invece che eseguito, e vedi solo una sequela di caratteri per lo più incomprensibili.Ciò non toglie che la struttura interna del file rimane quella di un file eseguibile, e se un programma è istruito per sbattersene del nome e analizzare solo il Magic Number o la struttura del file (header e quant'altro) lo identificherà comunque come eseguibile.Un antivirus normalmente non segnala virus rinominati perché, appunto, non vengono eseguiti da windows e quindi sono innocui (basta pensare che molti antivirus danno la possibilità di rinominare i file sospetti), e di conseguenza molto spesso non vengono neppure controllati (dipende dalle impostazioni dell'AV).Se però scarichi da internet il file Eicar (E' un file di testo contenente una stringa universalmente riconosciuta come virale - anche se innocua) con estensione .txt e lo fai controllare al tuo antivirus, dovrebbe riconoscerlo come virus e segnalartelo
  • Anonimo scrive:
    sono mesi ormai.
    io ho dovuto aggirare non pochi problemi con i clienti per via di quella cazzo di cosa di libero.dovresti poterla tarare come vuoi tu!
    • cico scrive:
      Re: sono mesi ormai.

      io ho dovuto aggirare non pochi problemi con
      i clienti per via di quella cazzo di cosa di
      libero.

      dovresti poterla tarare come vuoi tu!Quello dovrebbe essere un servizio da attivare su richiesta... io cambierei provider immediatamente
Chiudi i commenti