EBay taglia fuori Google Checkout

Il sistema di pagamento lanciato dal motore di ricerca non piace al leader delle aste online, che vieta agli utenti di utilizzare Checkout per la vendita di oggetti. Guerra tra titani
Il sistema di pagamento lanciato dal motore di ricerca non piace al leader delle aste online, che vieta agli utenti di utilizzare Checkout per la vendita di oggetti. Guerra tra titani

Mountain View (USA) – EBay ha iniziato a mettere al bando gli utenti che utilizzano Google Checkout per gestire i pagamenti relativi alle aste online. La notizia arriva direttamente da uno dei più autorevoli siti dedicati al mondo delle aste e del commercio elettronico, Auctionbytes : il servizio offerto dal motore di ricerca californiano non rispetta le regole di sicurezza previste dalle norme di eBay.

La cosiddetta eBay Safe Payments Policy pretende che l’accettazione di un sistema di pagamento sia subordinata “ad una lunga e certa storia di successi nella gestione delle transazioni bancarie e finanziarie”. Nonostante Google abbia un’esperienza invidiabile nel settore delle transazioni online, maturata in seno ai programmi promozionali AdSense ed AdWords , Google Checkout sarebbe “troppo nuovo” per essere accettato come metodo di pagamento per gli oggetti messi all’asta.

Uno degli ingegneri di PayPal sostiene sul proprio blog che Checkout sia un progetto fallimentare ed intrinsecamente insicuro: “Google non fa abbastanza per combattere le frodi finanziarie e soprattutto non è dotato di sistemi integrati anti-frode come quelli utilizzati da PayPal”, si legge in un lungo articolo intitolato ” Cinque motivi per dire che Google Checkout è l’inizio della fine “.

La reazione del gigante di Mountain View è stata secca e certamente sconcertata: “Noi vogliamo lavorare con tutti coloro che sono sul mercato”, ha commentato una portavoce di Google . Adesso, secondo numerosi osservatori, tra le due aziende americane soffiano venti di guerra . “Checkout non è certo una beta”, hanno puntualizzato i rappresentanti di Google, “ed abbiamo una storia più che consistente nella vendita di servizi e prodotti al dettaglio, come avviene ad esempio con Google Video”.

Alcuni “veterani” delle aste su eBay hanno già iniziato ad inviare lettere ed e-mail alla direzione della multinazionale, richiedendo a gran voce “il diritto di usare qualsiasi tipo di pagamento possibile”. Secondo molti, quello di eBay è un tentativo oltremodo palese di bloccare la concorrenza : come già detto in passato , Google Checkout potrebbe minacciare seriamente il monopolio di PayPal , il sistema proprietario di eBay per la gestione dei pagamenti elettronici che molti utenti non sembrano gradire .

Tommaso Lombardi

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

09 07 2006
Link copiato negli appunti