Electronic Arts non ha abbandonato la Wii U

Il CFO smentisce il portavoce. Qualcosa in cantiere per la console Nintendo c'è. Ma poca roba, visto che sul mercato non brilla

Roma – Non c’è stato lo stop definitivo paventato la scorsa settimana, ma la lavorazione di EA per Wii U è senz’altro al regime minimo. A chiarirlo è stato il CFO Blake Jorgensen , che nel corso di un suo intervento a una conferenza ha spiegato l’attuale approccio della sua azienda al mondo delle console videoludiche.

“Credo che il business Nintendo sia più un’estensione della loro ultima console – ha detto il chief financial officer alla platea della Stifel Nicolaus 2013 Internet, Media and Communications Conference – Stiamo producendo titoli per la console Nintendo, ma non esattamente quanti ne stiamo producendo per la Playstation o la Xbox”. Le motivazioni di questo approccio sono facilmente intuibili: le vendite di Wii U sarebbero precipitate a un livello preoccupante , di fatto compromettendone le sorti ancora prima che le altre console next-gen facciano il loro debutto (Xbox One e PS4).

Jorgensen ha confermato infine che Fifa 14, un autentico blockbuster per EA, non sarà disponibile per Wii U, pare alla luce dei risultati deludenti della edizione 2013 che invece sulla console Nintendo aveva debuttato all’esordio. E lo stesso varrà per gli altri gioielli della corona, vale a dire franchise di successo quali Battlefield, NBA Live, Madden e tutta la galassia Star Wars. ( L.A. )

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • ruppolo scrive:
    Bellissima!
    Le cose belle stanno con le cose belle: iPad.
    • krane scrive:
      Re: Bellissima!
      - Scritto da: ruppolo
      Le cose belle stanno con le cose belle: iPad.Ecco lascia l'iPad in cucina poi il primo prla che passa lo prende per un tagliere.http://tv.liberoquotidiano.it/video/105796/Usa_iPad_come_tagliere_e_lo_mette_a_lavare.html#.UZzntsrwCg0
Chiudi i commenti