Email, un diritto per i detenuti?

Un occhio elettronico e molti occhi umani possono verificare i contenuti dei messaggi. Gli indirizzi utilizzabili potrebbero essere controllati. Quindi in UK si pensa al grande passo

Londra – Il ministero dell’Interno britannico lo ha ventilato nelle ultime settimane ed ora una proposta in questo senso è stata formalizzata: presto molti detenuti delle carceri del Regno Unito potrebbero ottenere l’accesso alla posta elettronica.

Un portavoce dell’ Home Office ha fatto sapere che il protocollo individua diversi step di controllo sull’email per i detenuti. I messaggi potranno essere inviati esclusivamente a indirizzi email verificati e noti alle autorità carcerarie e i contenuti dovranno essere sottoposti a scansione elettronica e ad analisi del personale di vigilanza: qualsiasi abuso sarà punito con la sospensione del servizio.

Perché l’email per i detenuti britannici divenga realtà bisognerà attendere il via libera del consiglio dei ministri, dopodiché è previsto l’avvio di un periodo di sperimentazione. Si partirà, a quanto pare, con la Wandsworth Prison a sud di Londra.

Va detto che in UK le sperimentazioni di nuove tecnologie in carcere non sono una novità. È solo di qualche mese fa la decisione del direttore del carcere di Nottingham di sperimentare l’uso del cellulare tra le mura del proprio istituto. Ma ci sono carceri, questa volta negli USA, che ai detenuti propongono persino console e videogiochi .

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Chissà come mai...
    ...si sono svegliati adesso accorgendosi di avere brevettato una tecnologia chiave per il BlueTooth e non all'inizio della diffusione dei telefoni con il Bluetooth incorporato... mah...
  • Anonimo scrive:
    cosa manca ancora da brevettare?
    mi chiedo se nel momento in cui implemntassi sul mio sitarello un servizio che avesse successo (di quelli per intendrci che dall'oggi al domani trasformano il tuo hobby in professione) devo pr forza mettere in conto che prima o poi arriveranno i "big", che brevettano tutto anche se non lo usano, che mi chiederanno i diritti perchè uso lo shopping cart, perché c'è lo streaminig audio, perché uso una interfaccia a colori, perché uso i popup di dettaglio, perché... ... etc etc...anche perché i brevetti a volte mi paiono così generici che sono (a questo punto volutamente) facilmemente adattabili a qualsiasi nuova opzione futura, magari non effettivamente prevista al momento del brevetto stesso.se poi ci aggiungiamo il fattop che come al solito c'è il problema delle spese legali per dimostrare che non è vero, sostenibili dai "big", ma non dal piccolo imprenditore medio...in conclusione: siamo già stati comprati e brevettati senza saperlo oppure c'è speranza?
    • Anonimo scrive:
      Re: cosa manca ancora da brevettare?
      - Scritto da:
      mi chiedo se nel momento in cui implemntassi sul
      mio sitarello un servizio che avesse successo (di
      quelli per intendrci che dall'oggi al domani
      trasformano il tuo hobby in professione) devo pr
      forza mettere in conto che prima o poi
      arriveranno i "big", che brevettano tutto anche
      se non lo usano, che mi chiederanno i diritti
      perchè uso lo shopping cart, perché c'è lo
      streaminig audio, perché uso una interfaccia a
      colori, perché uso i popup di dettaglio,
      perché... ... etc
      etc...

      anche perché i brevetti a volte mi paiono così
      generici che sono (a questo punto volutamente)
      facilmemente adattabili a qualsiasi nuova opzione
      futura, magari non effettivamente prevista al
      momento del brevetto
      stesso.

      se poi ci aggiungiamo il fattop che come al
      solito c'è il problema delle spese legali per
      dimostrare che non è vero, sostenibili dai "big",
      ma non dal piccolo imprenditore
      medio...

      in conclusione: siamo già stati comprati e
      brevettati senza saperlo oppure c'è
      speranza?
      Siamo stati venduti già tutti esattamente 3500 anni fa.Un tizio, salito sul Monte Sinai, si fece consegnare dal Padreterno, oltre alle tavole delle leggi, anche il diritto di succhiare il sangue a tutti gli altri esseri umani.Fu trasformato in vampiro: oggi i suoi discendenti vivono quasi tutti nei pressi di Wall Street....
      • Alucard scrive:
        Re: cosa manca ancora da brevettare?
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        mi chiedo se nel momento in cui implemntassi sul

        mio sitarello un servizio che avesse successo
        (di

        quelli per intendrci che dall'oggi al domani

        trasformano il tuo hobby in professione) devo pr

        forza mettere in conto che prima o poi

        arriveranno i "big", che brevettano tutto anche

        se non lo usano, che mi chiederanno i diritti

        perchè uso lo shopping cart, perché c'è lo

        streaminig audio, perché uso una interfaccia a

        colori, perché uso i popup di dettaglio,

        perché... ... etc

        etc...



        anche perché i brevetti a volte mi paiono così

        generici che sono (a questo punto volutamente)

        facilmemente adattabili a qualsiasi nuova
        opzione

        futura, magari non effettivamente prevista al

        momento del brevetto

        stesso.



        se poi ci aggiungiamo il fattop che come al

        solito c'è il problema delle spese legali per

        dimostrare che non è vero, sostenibili dai
        "big",

        ma non dal piccolo imprenditore

        medio...



        in conclusione: siamo già stati comprati e

        brevettati senza saperlo oppure c'è

        speranza?


        Siamo stati venduti già tutti esattamente 3500
        anni
        fa.
        Un tizio, salito sul Monte Sinai, si fece
        consegnare dal Padreterno, oltre alle tavole
        delle leggi, anche il diritto di succhiare il
        sangue a tutti gli altri esseri
        umani.
        Fu trasformato in vampiro: oggi i suoi
        discendenti vivono quasi tutti nei pressi di Wall
        Street....Fai bene a sottolineare il quasi visto che qualcuno risiede in Vaticano.
        • Wakko Warner scrive:
          Re: cosa manca ancora da brevettare?
          - Scritto da: Alucard
          Fai bene a sottolineare il quasi visto che
          qualcuno risiede in
          Vaticano.Qualcuno pensi ai bambini! :s Non è possibile che in TV trasmettano immagini di vampiri in fascia protetta! :@
          • Anonimo scrive:
            Re: cosa manca ancora da brevettare?
            - Scritto da: Wakko Warner
            - Scritto da: Alucard

            Fai bene a sottolineare il quasi visto che

            qualcuno risiede in

            Vaticano.

            Qualcuno pensi ai bambini! :s
            Non è possibile che in TV trasmettano immagini di
            vampiri in fascia protetta! :@Semmai non è possibile che in tv tramettano durante la fascia protetta...dovrebbero direttammente oscurare la tv dalle 2 alle 6 tutti i giorni... (idea)
          • Anonimo scrive:
            Re: cosa manca ancora da brevettare?
            - Quant'è bella quella pubblicità mentre mangidove si regala un vibratore clitoideo ad anello..QUELLO SI E' PERMESSO
  • Anonimo scrive:
    Sanguisughe, parassiti...
    Ecco quello che sono, sanguisughe e parassiti.Ma a questo punto sono contento, forse tra qualche anno il sistema dei brevetti software verrà abolito... in fondo i grandi nomi coinvolti sono sempre di più! :s
  • misfits scrive:
    che schifo...
    In pratica, questa Intertainer, finanziata da vari big, lancia un servizio di streaming, le major fanno cartello per favorire il loro servizio Movielink e Intertainer fallisce, ma anche Movielink non prende mai il via.In compenso quando altri mettono in piedi servizi che funzionano, i falliti gli si gettano addosso brandendo brevetti.E falliti lucrano sulle spalle dei vincenti!!!Ma il sistema dei brevetti non doveva favorire lo sviluppo e la concorrenza? Bella me@#a...
    • Anonimo scrive:
      Re: che schifo...
      Sbagliato non sono i falliti a lucrare sui vincenti ma sono quelli che hanno comprato a prezzi di svendita quello che rimaneva dei falliti a far valere i diritti così acquisiti.
    • =Blackout= scrive:
      Re: che schifo...
      esatto esattoESATTO!ecco xke i brevetti sono una MERDA!Newton? Mozart? Einstain? Fermi? non mi pare sapevano dell'esistenza dei nostri MODERNISSIMI e CIVILISSIMI brevetti
Chiudi i commenti