Europa, gli ISP non si sentono boia

Non vogliono calare la scure sulle connessioni degli utenti, invitano l'industria a reinventarsi. Con proposte legali e di qualità che non rendano superflua la connessione a Internet

Roma – Poco importa che la dottrina Sarkozy sia stata sbaragliata al vaglio di costituzionalità del Consiglio Costituzionale francese: in Europa continuano a fioccare le proposte per instillare fra i cittadini della rete e il loro fornitore di connettività un elemento di controllo e di sanzione. Ma i provider, che si ritengono meri trasportatori di bit, non sono disposti a collaborare con i detentori dei diritti e ad agire da boia nei confronti dei propri utenti.

Accade in Spagna . Il governo ha avviato le procedure di negoziazione fra industria dei contenuti e fornitori di connettività. Gli uni chiedevano che i provider recapitassero messaggi deterrenti, che disconnettessero i condivisori recidivi, che filtrassero le URL scomode, che imponessero agli abbonamenti un sovrapprezzo da redistribuire ai detentori dei diritti che vedessero le proprie opere rimbalzare nei circuiti del P2P. Richieste che i provider hanno fermamente respinto interrompendo le trattative. L’industria starebbe chiedendo troppo, ha denunciato ora il presidente dell’associazione di provider Redtel, starebbe chiedendo di introdurre misure deterrenti che potrebbero contenere la fame di contenuti degli utenti riversando sui provider l’onere di metterle in pratica .

Se è vero che la minaccia del controllo e delle disconnessioni ha un effetto sul consumo di cultura e intrattenimento mediato dal P2P, è altresì vero che i cittadini della rete sanno trovare altre strade e tornano a sfruttare il proprio abbonamento in breve tempo. In Svezia, dove si era riscontrato un restringimento del traffico in seguito all’approvazione della discussa legge che prescrive ai provider la data retention, i bit sono tornati a fluire , specchio non solo della fruizione dei contenuti legali . Ma i provider spagnoli chiedono che anche l’industria si adoperi per eradicare in maniera propositiva i problemi di cui dice di essere afflitta, che metta in atto delle offerte appetibili per il cittadino senza invitarlo a rinunciare a spremere il proprio abbonamento a Internet: “i fornitori di contenuti dovrebbero tenere un approccio più imprenditoriale – ha spiegato il presidente di Redtel – stanno difendendo un modello distributivo tradizionale e noi stiamo creando un nuovo modello di business”. L’ idea dei provider spagnoli è quella di sviluppare, con la mediazione delle istituzioni, un portale sul quale far convergere contenuti di ogni tipo.

Si tratta di una soluzione bifronte a cui aveva pensato anche la Francia, associare alle misure punitive delle offerte legali che sapessero solleticare l’interesse dei cittadini della rete e sospingerli lontano dai lidi delo sharing indiscriminato. È la stessa soluzione proposta da una commissione parlamentare olandese, che invita i provider a collaborare al contenimento dello sharing e i detentori dei diritti a sperimentare nuovi modelli.

Ma l’industria dei contenuti non sembra volersi reinventare. Anche in Irlanda i detentori dei diritti proseguono su strade già battute : IRMA, l’associazione locale che rappresenta l’industria della musica, aveva denunciato il maggiore provider irlandese, Eircom, accusato di allettare gli utenti con la promessa di sharing rapido e incontrollato. Il provider, in seguito alla richiesta di isolare a mezzo filtri i siti che fungessero da interfaccia allo scambio di contenuti fra pari, aveva capitolato . Ma le intimidazioni dell’industria, nel giro di pochi mesi, sono dilagate al resto dei fornitori di connettività . I provider avevano assicurato che avrebbero operato filtraggi e disconnessioni solo su ordine dell’autorità giudiziaria. I detentori dei diritti si sono ora rivolti ad un tribunale, così come nel caso di Eircom, denunciando BT Communications Ireland e UPC Communications Ireland per favoreggiamento alla violazione del diritto d’autore. Non è dato sapere se la risolutezza dei provider si ammorbidirà di fronte alla corte.

Mentre i detentori dei diritti continuano ad esercitare pressioni sui provider e sulle istituzioni affinché contribuiscano a individuare, smascherare e sanzionare i condivisori, si affollano coloro che dimostrano come la condivisione non rappresenti necessariamente un danno per l’industria dei contenuti. Non mancano gli studi in materia, non mancano detentori dei diritti che scelgono di affidare le proprie opere allo scorrere dei torrent: potrebbero indirizzarle verso platee di pubblico più vaste di quelle con cui si confronterebbero affidandosi ai meccanismi di distribuzione tradizionali.

Gaia Bottà

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • asd scrive:
    hanno vinto bene
    Cosi' facendo si tirano addietro tutta la comunita', presto quel cell potra' avere applicazioni al livello di iphone :Dera ora che qualcuno facesse del mobile qualcosa di serio
    • kersel scrive:
      Re: hanno vinto bene
      - Scritto da: asd
      Cosi' facendo si tirano addietro tutta la
      comunita', presto quel cell potra' avere
      applicazioni al livello di iphone
      :D

      era ora che qualcuno facesse del mobile qualcosa
      di
      serioIl bello di webos è che si possono installare applicazioni anche senza passare per l'app catalog ma copiandole via usb (possibilità prevista da Palm quindi niente bisogno di XXXXXXXXX o schifezze simili). Infatti la comunità linux è già al lavoro: http://predev.wikidot.com/start e per accedere al sistema Linux sottostante basta entrare nella developer mode che non occorre di XXXXXXXXX o crack vari!Aggiungici anche l'emulatore Motionapps (già disponibile su App catalog) di decine di migliaia di programmi palm os.
      • Teo_ scrive:
        Re: hanno vinto bene
        - Scritto da: kersel
        Il bello di webos è che si possono installare
        applicazioni anche senza passare per l'app
        catalog ma copiandole via usb (possibilità
        prevista da Palm quindi niente bisogno di
        XXXXXXXXX o schifezze simili).Non farà scegliere a qualche sviluppatore la piattaforma iPhone proprio questa libertà?Dal punto di vista dello sviluppatore, potrebbe essere più garantito contro la pirateria una sistema chiuso come AppStore, no?
        • Shu scrive:
          Re: hanno vinto bene
          - Scritto da: Teo_
          Non farà scegliere a qualche sviluppatore la
          piattaforma iPhone proprio questa
          libertà?
          Dal punto di vista dello sviluppatore, potrebbe
          essere più garantito contro la pirateria una
          sistema chiuso come AppStore,
          no?Chi cracca applicazioni, mediamente, sa anche come "XXXXXXXXXare" l'iPhone.Avere la possibilità di installare applicazioni gratuite (opensource o meno) anche fuori dallo store può invogliare tutti quei programmatori che non vogliono pagare la Apple per regalare i loro software (cosa che accade con Apple Store), e/o che non sono interessati a mettere l'applicazione sullo store e/o che vogliono distribuire delle versioni beta per far fare i test (sempre senza passare per lo store).Android Store, da questo punto di vista, è meglio dell'Apple Store (almeno non fa pagare per le applicazioni gratuite).Io sviluppatore ho ben poche garanzie, e di contro molte limitazioni, passando per l'Apple Store.L'unica garanzia, forse, è il fatto che TEORICAMENTE la Apple, verificando tutte le applicazioni, dovrebbe per riflesso garantire la mia bravura/onestà nel momento in cui accetti una mia applicazione.Ma, da eventi recenti, si è visto che invece vale poco anche questa garanzia.Bye.
          • Teo_ scrive:
            Re: hanno vinto bene
            - Scritto da: Shu
            - Scritto da: Teo_


            Non farà scegliere a qualche sviluppatore la

            piattaforma iPhone proprio questa

            libertà?

            Dal punto di vista dello sviluppatore, potrebbe

            essere più garantito contro la pirateria una

            sistema chiuso come AppStore,

            no?

            Chi cracca applicazioni, mediamente, sa anche
            come "XXXXXXXXXare"
            l'iPhone.Non ne sono così sicuro: chi sul PC usa programmi pirata non per forza ha competenze superiori alla media (anzi forse è lopposto).Il fatto di non essere così scontato chiedere «Mi passi lapplicazione per iPhone che hai appena comprato?» con relativa risposta «Non posso / non so come fare / lo devi jalbreakare» è già un bel freno alla pirateria.
          • krane scrive:
            Re: hanno vinto bene
            - Scritto da: Teo_
            - Scritto da: Shu

            - Scritto da: Teo_


            Non farà scegliere a qualche sviluppatore la


            piattaforma iPhone proprio questa


            libertà?


            Dal punto di vista dello sviluppatore,


            potrebbe essere più garantito contro la


            pirateria una sistema chiuso come AppStore,


            no?

            Chi cracca applicazioni, mediamente, sa anche

            come "XXXXXXXXXare"

            l'iPhone.
            Non ne sono così sicuro: chi sul PC usa programmi
            pirata non per forza ha competenze superiori alla
            media (anzi forse è lopposto).
            Il fatto di non essere così scontato chiedere «Mi
            passi lapplicazione per iPhone che hai appena
            comprato?» con relativa risposta «Non posso / non
            so come fare / lo devi jalbreakare» è già un bel
            freno alla pirateria.Infatti la risposta corretta e' : non so come passertela, ma scusa perche' non fai come ho fatto io : vai da Tony che ti cosa il telefono poi te la scarichi dal mulo.
          • Teo_ scrive:
            Re: hanno vinto bene
            - Scritto da: krane
            - Scritto da: Teo_

            - Scritto da: Shu


            - Scritto da: Teo_




            Non farà scegliere a qualche sviluppatore la



            piattaforma iPhone proprio questa



            libertà?



            Dal punto di vista dello sviluppatore,



            potrebbe essere più garantito contro la



            pirateria una sistema chiuso come AppStore,



            no?



            Chi cracca applicazioni, mediamente, sa anche


            come "XXXXXXXXXare"


            l'iPhone.


            Non ne sono così sicuro: chi sul PC usa
            programmi

            pirata non per forza ha competenze superiori
            alla

            media (anzi forse è lopposto).

            Il fatto di non essere così scontato chiedere
            «Mi

            passi lapplicazione per iPhone che hai appena

            comprato?» con relativa risposta «Non posso /
            non

            so come fare / lo devi jalbreakare» è già un bel

            freno alla pirateria.

            Infatti la risposta corretta e' : non so come
            passertela, ma scusa perche' non fai come ho
            fatto io : vai da Tony che ti cosa il telefono
            poi te la scarichi dal
            mulo.In effetti lo fanno in molti, queste statistiche li danno al 22%. Non credevo http://www.pinchmedia.com/blog/jailbroken-phone-and-cracked-application-stats-released/Magari cambierà qualcosa con la versione 3.0.
          • LaNberto scrive:
            Re: hanno vinto bene
            - Scritto da: Teo_
            Il fatto di non essere così scontato chiedere «Mi
            passi lapplicazione per iPhone che hai appena
            comprato?» con relativa risposta «Non posso / non
            so come fare / lo devi jalbreakare» è già un bel
            freno alla
            pirateria.preferisco la risposta: «Pidocchioso, costa 79 centesimi, compratela»
    • pippo scrive:
      Re: hanno vinto bene

      Cosi' facendo si tirano addietro tutta la
      comunita', presto quel cell potra' avere
      applicazioni al livello di iphone
      :D

      era ora che qualcuno facesse del mobile qualcosa
      di
      serioE SENZA giava tra i marroni :D
    • mrauha scrive:
      Re: hanno vinto bene
      ma avete visto che bomba che è il Palm Pre?altro che iPhone AHAHAH!
      • Melacchio scrive:
        Re: hanno vinto bene
        - Scritto da: mrauha
        ma avete visto che bomba che è il Palm Pre?

        altro che iPhone AHAHAH!(rotfl)(rotfl)(rotfl)50k unità vendute contro 1M, eh si è proprio una bomba (rotfl)(apple)
        • Ossobuco scrive:
          Re: hanno vinto bene
          - Scritto da: Melacchio
          - Scritto da: mrauha

          ma avete visto che bomba che è il Palm Pre?



          altro che iPhone AHAHAH!

          (rotfl)(rotfl)(rotfl)

          50k unità vendute contro 1M, eh si è proprio una
          bomba
          (rotfl)

          (apple)Dunque, 50k è il 5% di 1M...I computer apple venduti sono circa il 9% del totale... direi che siamo in linea! Eppure mi sembra che i mac siano proprio una bomba!Un po' come il Pre ;)
          • Cribbio scrive:
            Re: hanno vinto bene
            - Scritto da: Ossobuco
            - Scritto da: Melacchio

            - Scritto da: mrauha


            ma avete visto che bomba che è il Palm Pre?





            altro che iPhone AHAHAH!



            (rotfl)(rotfl)(rotfl)



            50k unità vendute contro 1M, eh si è proprio una

            bomba

            (rotfl)



            (apple)

            Dunque, 50k è il 5% di 1M...
            I computer apple venduti sono circa il 9% del
            totale... direi che siamo in linea! Eppure mi
            sembra che i mac siano proprio una
            bomba!

            Un po' come il Pre ;)E questo è un esempio illuminante di logica ;-) LOL
          • Ossobuco scrive:
            Re: hanno vinto bene
            - Scritto da: Cribbio
            E questo è un esempio illuminante di logica ;-)
            LOLCome quello sopra, d'altronde... :$
          • Cribbio scrive:
            Re: hanno vinto bene
            - Scritto da: Ossobuco
            - Scritto da: Cribbio

            E questo è un esempio illuminante di logica ;-)

            LOL

            Come quello sopra, d'altronde... :$Ti assicuro che il tuo è ben peggiore!
          • Melacchio scrive:
            Re: hanno vinto bene
            - Scritto da: Ossobuco
            - Scritto da: Melacchio

            - Scritto da: mrauha


            ma avete visto che bomba che è il Palm Pre?





            altro che iPhone AHAHAH!



            (rotfl)(rotfl)(rotfl)



            50k unità vendute contro 1M, eh si è proprio una

            bomba

            (rotfl)



            (apple)

            Dunque, 50k è il 5% di 1M...
            I computer apple venduti sono circa il 9% del
            totale... direi che siamo in linea! Eppure mi
            sembra che i mac siano proprio una
            bomba!

            Un po' come il Pre ;)certo, anche l'azzurro è meglio del limone, però un bullone è pur sempre il 7% di un Archaeopteryx lithographica :(stesso modo di ragionare: mele confrontate con pere calcolate in zucchine su litro)
          • Ossobuco scrive:
            Re: hanno vinto bene
            - Scritto da: Melacchio
            certo, anche l'azzurro è meglio del limone, però
            un bullone è pur sempre il 7% di un
            Archaeopteryx lithographica
            :

            (stesso modo di ragionare: mele confrontate con
            pere calcolate in zucchine su
            litro)Già, un po come paragonare l'iPhone che è fuori da 2 anni con il pre che è fuori da 2 settimane... :D
          • Cribbio scrive:
            Re: hanno vinto bene
            - Scritto da: Ossobuco
            - Scritto da: Melacchio

            certo, anche l'azzurro è meglio del limone, però

            un bullone è pur sempre il 7% di un

            Archaeopteryx lithographica

            :



            (stesso modo di ragionare: mele confrontate con

            pere calcolate in zucchine su

            litro)

            Già, un po come paragonare l'iPhone che è fuori
            da 2 anni con il pre che è fuori da 2
            settimane...
            :DMa se ne è uscita la nuova versione 2 giorni dopo il PreQui siamo al: - ciao come ti chiami?- oggi il tempo è bello
        • EELST scrive:
          Re: hanno vinto bene

          50k unità vendute contro 1M, eh si è proprio una
          bomba"attento che non ti esploda nel XXXX!" (cit.)
          • Melacchio scrive:
            Re: hanno vinto bene
            - Scritto da: EELST

            50k unità vendute contro 1M, eh si è proprio una

            bomba

            "attento che non ti esploda nel XXXX!" (cit.)che sbiancata! :D
Chiudi i commenti