Facebook, Dropbox entra nel gruppo

Accordo tra il social network e la piattaforma di storage. I Gruppi potranno caricare file e condividerli con una cerchia ristretta di amici. Anche in mobilità

Roma – Un accordo tra giganti della condivisione, che permetterà a milioni di utenti in blu di sfruttare i vantaggi dallo storage di file online. Come annunciato dai vertici di Dropbox, i profili di Facebook saranno abilitati al caricamento social di contenuti ospitati sulla piattaforma di file hosting .

Una feature che sarà attiva solo all’interno dei Groups , i gruppi creati sul social network californiano per raggruppare colleghi d’ufficio, studenti di un corso, membri di una squadra di basket o per qualsiasi altra forma di aggregazione. Ciascun partecipante potrà caricare un contenuto – ad esempio, le dispense digitali di una lezione universitaria – attraverso Dropbox.

Resterà comunque la possibilità di eseguire gli upload da computer sullo spazio di Facebook, ma l’integrazione di Dropbox espande la lista degli amici (partner) della piattaforma di Mark Zuckerberg. I documenti condivisi tramite Dropbox potranno essere tranquillamente visualizzati anche da smartphone e tablet . ( M.V. )

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Pasqualino Scognamigl io scrive:
    ...
    Ma chi è sto Assange?
  • Luco, giudice di linea mancato scrive:
    Come volevasi dimostrare
    Ora non manca più niente...
    • bubba scrive:
      Re: Come volevasi dimostrare
      - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
      Ora non manca più niente...gia'... mi spiace per Leguleio, che aveva la fissazione che gli Usa NON stessero perseguitando Assange... magari ora ha cambiato idea...(non credo)?Triste cmq vedere come, coi mesi (e anni) che passano, i contorni delle due[*] vicende vergognose, si stiano delineando proprio come si immaginava: imperialismo americano tracotante :[*] penso anche alla vicenda, diversissima, di megaupload. Accumunabile pero' per la stessa arroganza usa.
      • Leguleio scrive:
        Re: Come volevasi dimostrare
        - Scritto da: bubba
        - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato

        Ora non manca più niente...
        gia'... mi spiace per Leguleio, che aveva la
        fissazione che gli Usa NON stessero perseguitando
        Assange... magari ora ha cambiato idea...(non
        credo)?No, anzi, la mia idea esce rafforzata.La persona che é stata indagata per il suo interesse verso Wikileaks è stata sollevata da ogni accusa. Ma guarda un po' che strano .:-)È la classica tempesta in un bicchier d'acqua.
        • trollolol scrive:
          Re: Come volevasi dimostrare
          - Scritto da: Leguleio
          - Scritto da: bubba

          - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato


          Ora non manca più niente...

          gia'... mi spiace per Leguleio, che aveva la

          fissazione che gli Usa NON stessero
          perseguitando

          Assange... magari ora ha cambiato
          idea...(non

          credo)?

          No, anzi, la mia idea esce rafforzata.
          La persona che é stata indagata per il suo
          interesse verso Wikileaks è stata sollevata da
          ogni accusa. Ma guarda un po' che strano
          .:-)
          È la classica tempesta in un bicchier
          d'acqua.dillo a bradley manning
          • Leguleio scrive:
            Re: Come volevasi dimostrare
            - Scritto da: trollolol
            - Scritto da: Leguleio
            dillo a bradley manningA Bradley Manning non pensavo minimamente. Ti dirò: malgrado la notizia di Punto Informatico dica così:"Assange ha invocato la fine delle ostilità nei confronti di Wikileaks, così come dei suoi rappresentanti e soprattutto delle sue fonti, una su tutte l'ex-soldato Bradley Manning". Ma Julian Assange non è scemo, non ha mai ammesso che Bradley Manning è una delle sue fonti, lo danneggerebbe enormemente. Credo che si tratti di un fraintedimento.
        • bubba scrive:
          Re: Come volevasi dimostrare
          - Scritto da: Leguleio
          - Scritto da: bubba

          - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato


          Ora non manca più niente...

          gia'... mi spiace per Leguleio, che aveva la

          fissazione che gli Usa NON stessero
          perseguitando

          Assange... magari ora ha cambiato
          idea...(non

          credo)?

          No, anzi, la mia idea esce rafforzata.
          La persona che é stata indagata per il suo
          interesse verso Wikileaks è stata sollevata da
          ogni accusa. Ma guarda un po' che strano
          .:-)
          È la classica tempesta in un bicchier
          d'acqua.cioe' tu nei fatti riportati in questo articolo non vedi l'ennesimo tentativo Usa di fare terra bruciata attorno ad Assange e wikileaks (e prima o poi, magari, di bruciare direttamente lui)?. Strano.. io la vedo.
      • Sandro kensan scrive:
        Re: Come volevasi dimostrare
        - Scritto da: bubba
        Triste cmq vedere come, coi mesi (e anni) che
        passano, i contorni delle due[*] vicende
        vergognose, si stiano delineando proprio come si
        immaginava: imperialismo americano tracotante
        :Non poteva essere diversamente, il lupo perde il pelo ma non il vizio.

        [*] penso anche alla vicenda, diversissima, di
        megaupload. Accumunabile pero' per la stessa
        arroganza
        usa.Anch'io ho fatto la stessa associazione che hai fatto tu.
  • contenuto scrive:
    chi non è nemico degli usa?
    Chi non è nemico degli usa a parte pochi fanatici (a libro paga)? Si può affermare che il 90% dell'intero pianeta sia nemico degli usa, ci sarà un motivo o sono tutti terroristi?? Loro stessi sono nemici dei propri cittadini. Niente di nuovo. Per quanto mi riguarda avrei interrotto ogni tipo di relazione diplomatica con gli usa da tantissimo tempo, sicuramente avremo avuto qualche migliaio di morti per strage in meno e avremo risparmiato migliaia di miliardi di euro. Penso seriamente che ognuno debba stare a casa propria e tutti felici e contenti, daltronde sono passati 70 anni dalla fine della seconda guerra mondiale, il nostro conto con la divina ed infallibile giustizia internazionle l'abbiamo pagato ed è stato salatissimo. Ora grazie ed arrivederci, senza rancori.
    • Paolo scrive:
      Re: chi non è nemico degli usa?
      - Scritto da: contenuto
      Chi non è nemico degli usa a parte pochi fanatici
      (a libro paga)? Si può affermare che il 90%
      dell'intero pianeta sia nemico degli usa, ci sarà
      un motivo o sono tutti terroristi?? Loro stessi
      sono nemici dei propri cittadini. Niente di
      nuovo.
      Per quanto mi riguarda avrei interrotto ogni
      tipo di relazione diplomatica con gli usa da
      tantissimo tempo, sicuramente avremo avuto
      qualche migliaio di morti per strage in meno e
      avremo risparmiato migliaia di miliardi di euro.
      Penso seriamente che ognuno debba stare a casa
      propria e tutti felici e contenti, daltronde sono
      passati 70 anni dalla fine della seconda guerra
      mondiale, il nostro conto con la divina ed
      infallibile giustizia internazionle l'abbiamo
      pagato ed è stato salatissimo. Ora grazie ed
      arrivederci, senza rancori.Eppure hanno dato il premio nobel per la pace (acclamato da tutti) allo stesso presidente americano che sta perseguendo Assange con tutte le sue forze.
      • Leguleio scrive:
        Re: chi non è nemico degli usa?
        - Scritto da: Paolo
        Eppure hanno dato il premio nobel per la pace
        (acclamato da tutti) allo stesso presidente
        americano che sta perseguendo Assange con tutte
        le sue
        forze.Nessuno sta perseguendo Assange a parte il pubblico ministero svedese Marianne Ny, ma per violenza sessuale. Lo dice lo stesso articolo che racconta la vicenda: la persona caduta in sospetto per il suo interesse per Wikileaks non è stata condannata a nulla.Smettiamola con queste accuse, se non sono provate.Tra l'altro il premio Nobel per la pace a Barack Obama è stato deciso quando il caso Wikileaks era ancora di là da venire: il 9 ottobre 2009.
        • Franky scrive:
          Re: chi non è nemico degli usa?
          - Scritto da: Leguleio
          Nessuno sta perseguendo Assange a parte il
          pubblico ministero svedese Marianne Ny, ma per
          violenza sessuale.
          [...]
          Smettiamola con queste accuse, se non sono
          provate.
          appunto smettiamole di parlare di "accuse" "se non sono provate"...infatti piu' che di "violenza sessuale", "molestie","sesso a sopresa"io parlerei piu' di "pagliacciata sicofantesca"... dal momento che per quanto riguarda la prima accusatrice ci sono dei tweet in cui la tipa si vanta di essere stata con Assange e sono state ammesse come prima prova a favore di Assange nel proXXXXX svedese... il preservantivo che avrebbe dovuto provare la sua versione non presenta tracce di dna di Assange come confermato da ben 2 laboratori... senza contare il fatto che le due hanno rettificato piu' volte la loro versione...http://rt.com/news/assange-condom-no-dna-277/quindi di cosa e' accusato Assange? Di aver fondato wikileaks ed aver interferito con la politica internazionale... di fatto...di questo e' accusato... e' un reato informare i cittadini dell'operato dei governi?A quanto pare se lo si fa per davvero si'...
          • Leguleio scrive:
            Re: chi non è nemico degli usa?
            - Scritto da: Franky
            - Scritto da: Leguleio


            Nessuno sta perseguendo Assange a parte il

            pubblico ministero svedese Marianne Ny, ma per

            violenza sessuale.

            [...]

            Smettiamola con queste accuse, se non sono

            provate.


            appunto smettiamole di parlare di "accuse" "se
            non sono
            provate"...
            infatti piu' che di "violenza sessuale",
            "molestie","sesso a
            sopresa"
            io parlerei piu' di "pagliacciata
            sicofantesca"... Se ti piace il termine...
            dal momento che per quanto
            riguarda la prima accusatrice ci sono dei tweet
            in cui la tipa si vanta di essere stata con
            Assange e sono state ammesse come prima prova a
            favore di Assange nel proXXXXX svedese... No, nessuno lo sa. Gli atti sono segreti. Queste sono chiacchiere.È possibile che vengano ammessi, ma una prova come twitter deve essere garantita dagli stessi gestori di Twitter: ora in cui sono stati scritti, identità certa del mittente, eccetera.
            il
            preservantivo che avrebbe dovuto provare la sua
            versione non presenta tracce di dna di Assange
            come confermato da ben 2 laboratori... senza
            contare il fatto che le due hanno rettificato
            piu' volte la loro
            versione...Stai facendo il proXXXXX qui su Punto Informatico? Facciamo risparmiare lo Stato svedese!Ripeto, gli atti completi non li ha letti nessuno. Non ascoltare i weblogger mitomani.E nemmeno le agenzie stampa possedute e controllate dal governo russo, che sono quasi la stessa cosa.
            quindi di cosa e' accusato Assange? In Svezia, di violenza sessuale.Nella testa dei weblogger, non lo so. E non mi interessa.
          • Franky scrive:
            Re: chi non è nemico degli usa?
            - Scritto da: Leguleio
            - Scritto da: Franky

            - Scritto da: Leguleio




            Nessuno sta perseguendo Assange a parte
            il


            pubblico ministero svedese Marianne Ny,
            ma
            per


            violenza sessuale.


            [...]


            Smettiamola con queste accuse, se non
            sono


            provate.




            appunto smettiamole di parlare di "accuse"
            "se

            non sono

            provate"...

            infatti piu' che di "violenza sessuale",

            "molestie","sesso a

            sopresa"

            io parlerei piu' di "pagliacciata

            sicofantesca"...

            Se ti piace il termine...
            Beh si... amo il termine "sicofanteria"... perche' chiunque faccia una ricerca su questa parola si puo' rendere conto di quanto lo screditare un personaggio scomodo mediante false accuse e' qualcosa di molto diffuso e questa pratica e' conosciuta fin dai tempi dai greci...

            dal momento che per quanto

            riguarda la prima accusatrice ci sono dei
            tweet

            in cui la tipa si vanta di essere stata con

            Assange e sono state ammesse come prima
            prova
            a

            favore di Assange nel proXXXXX svedese...

            No, nessuno lo sa. Gli atti sono segreti. Queste
            sono
            chiacchiere.Chiacchere? Chiacchere provenienti dall'Espresso e dai legali di Assange?Direi che sono due fonti attendibili, non trovi?Gli atti sono segreti? Ed il legale non puo' parlare del caso del suo cliente?E ti pare che uno che rischia la pena di morte come Assange non pubblica la sua memoria difensiva per fare sapere al mondo cosa succede?«Se l'inchiesta del Grand Jury non è più in corso e ormai è stata chiusa, perché gli Stati Uniti non lo dichiarano inequivocabilmente, visto il caso diplomatico scoppiato intorno ad Assange?», spiega a l'Espresso Michael Ratner del 'Center for Constitutional Rights' di New York, che assiste WikiLeaks e Bradley Manning. Né suona strano a nessuno che l'Inghilterra sia arrivata a minacciare di violare l'ambasciata dell'Ecuador e che, stando alle stime pubblicate dai giornali inglesi, l'assedio della polizia alla sede diplomatica ecuadoriana costerebbe fino 50 mila sterline al giorno

            " http://espresso.repubblica.it/dettaglio/caso-assange-il-record-di-falsita/2189846//0"Quali altre anomalie ci sono nel caso svedese?Una delle anomalie è emersa solo grazie a un attivista svedese: Goran Rudling, oggi testimone a favore di Assange. Rudling ha ripescato due tweet di una delle due donne che accusano il fondatore di WikiLeaks di stupro. In uno di essi, twittato cinque giorni prima della denuncia e quando già i due avevano avuto rapporti sessuali, la donna aveva scritto: «Sono seduta al gelo alle 2 di notte, con alcune delle persone più cool e intelligenti del mondo, è incredibile!» Il tweet si riferisce al 'Crayfish party', una festa tradizionale svedese a cui la donna ha partecipato con Assange e altri amici. Rudling ha scoperto che questo tweet è stato successivamente eliminato dall'account Twitter della donna. Perché? Il tweet è stato inviato il 15 agosto 2010, il 20 agosto la donna va dalla polizia con l'altra ragazza e insieme denunciano Assange. Entrambe lo denunciano solo successivamente a i rapporti sessuali al centro del caso: quando apprendono una dell'esistenza dell'altra e delle relative esperienze. Se quei rapporti erano stati all'insegna della coercizione, perché le due donne non hanno immediatamente allontanato Assange dal loro appartamento e non lo hanno denunciato?""Perché Assange è convinto che l'estradizione in Svezia sia il preludio all'estradizione in Usa?Da due anni a questa parte, gli Usa portano avanti un'indagine segreta del Grand Jury, ad Alexandria, in Virginia, sulla fuga di documenti alla base dei rilasci di WikiLeaks. Durante il proXXXXX a Bradley Manning, la presunta fonte dei documenti più scottanti di WikiLeaks, si svolgono intere sessioni segrete a cui i legali di WikiLeaks non hanno acXXXXX e su cui non possono acquisire documenti. Alcuni simpatizzanti e sostenitori di WikiLeaks, come l'ex ricercatore del Mit di Boston, David House, sono stati interrogati dal Grand Jury, ma non possono rilasciare dichiarazioni pubbliche al riguardo. Infine, alcuni attivisti della Rete vicini a WikiLeaks, come Jacob Appelbaum, uno dei creatori del sistema di navigazione anonima Tor, è stato ripetutamente fermato e interrogato negli aeroporti Usa e i magistrati americani stanno cercando di acquisire in tutti i modi gli account Twitter di Appelbaum e di altri attivisti di WikiLeaks. Tutti questi fatti messi insieme portano a dedurre che l'indagine in America è ancora aperta e avvolta nel segreto. Il rilascio dei documenti sull'agenzia privata di intelligence americana Stratfor ha portato alla luce un'email interna in cui uno dei boss di Stratfor, Fred Burton, raccontava di avere copia di un mandato di incriminazione contro Julian Assange coperto da segreto.http://espresso.repubblica.it/dettaglio/assange-incriminato-negli-usa/2175432La notizia non è mai stata confermata o smentita dagli Stati Uniti.""Perché la Svezia pretende l'estradizione di Julian Assange?Formalmente, per poterlo interrogare. Due donne svedesi lo accusano di 'stupro, molestie sessuali e coercizione'. Il termine 'stupro' non va inteso nel senso letterale: le due non hanno mai negato che i rapporti fossero consensuali, tuttavia il fondatore di WikiLeaks non avrebbe voluto usare il preservativo pur su richiesta delle due partner: per la legge svedese, questo comportamento si configura comunque come stupro.""Perché il caso svedese è controverso?Per una serie di motivi. Innanzitutto per la dinamica dei fatti. Il 20 agosto 2010, il Swedish Prosecutor's Office ha emesso un mandato di arresto contro il fondatore di WikiLeaks per stupro, divulgando immediatamente la notizia alla stampa. Appena 24 ore dopo, però, il mandato è stato ritirato dalla stessa autorità giudiziaria che lo aveva emesso e che, successivamente, aveva ritenuto che il reato di stupro andasse derubricato come molestie. Successivamente, però, è entrato in scena l'avvocato svedese Claes Borgstrom, che, per conto delle due ragazze, ha presentato appello contro la decisione di revocare il mandato di arresto e di procedere per molestie. Claes Borstrom è un politico socialdemocratico, esperto di reati contro le donne, che lavora da anni a un'estensione del reato di stupro anche all'interno di rapporti sessuali consensuali. Viene accusato dai supporter di WikiLeaks di voler usare un caso di straordinaria visibilità mediatica per promuovere la sua carriera politica.""Dopo l'intervento di Claes Borgstrom, cosa è sucXXXXX?Il caso è stato riaperto. Assange viene interrogato una prima volta il 31 agosto 2010. Il 27 settembre 2010 Assange vola a Berlino per incontrare 'l'Espresso'. L'appuntamento è stato fissato con il suo team un mese prima."(***continua***)
          • Franky scrive:
            Re: chi non è nemico degli usa?
            - Scritto da: Franky

            "Dopo l'intervento di Claes Borgstrom, cosa è
            sucXXXXX?
            Il caso è stato riaperto. Assange viene
            interrogato una prima volta il 31 agosto 2010. Il
            27 settembre 2010 Assange vola a Berlino per
            incontrare 'l'Espresso'. L'appuntamento è stato
            fissato con il suo team un mese
            prima."

            (***continua***)"Dopo l'intervento di Claes Borgstrom, cosa è sucXXXXX?Il caso è stato riaperto. Assange viene interrogato una prima volta il 31 agosto 2010. Il 27 settembre 2010 Assange vola a Berlino per incontrare 'l'Espresso'. L'appuntamento è stato fissato con il suo team un mese prima. Il 28 settembre 2010 Assange viene informato al telefono dal suo avvocato svedese, Bjorn Hurtig, che i magistrati svedesi hanno emesso un nuovo mandato di arresto perché vogliono interrogarlo di nuovo. Assange replica al telefono (in nostra presenza): «Non potevano farlo prima? Sono stato in Svezia per sei settimane». Nel viaggio verso Berlino, Assange porta quattro computer e un bagaglio personale. Il bagaglio e tre computer spariscono, seppure il suo fosse un volo diretto. Assange arriva all'appuntamento con 'l'Espresso' a Berlino in tarda serata (intorno alle 11 di sera) senza bagaglio e con un solo computer: il laptop da cui non si separa mai e che viaggiava con lui nella tracolla. L'episodio rende Assange sempre più sospettoso. I tre computer non saranno mai recuperati. Venti giorni dopo questi fatti, WikiLeaks rilascia i documenti sulla guerra in Iraq (Iraq War Logs). Nel frattempo il caso svedese va avanti." "Ma Assange vuole farsi interrogare o no?E' stato interrogato già una volta nell'agosto 2010, e successivamente, tramite i suoi legali, ha offerto varie opzioni ai magistrati svedesi per essere interrogato senza essere estradato, perché il fondatore di WikiLeaks è fermamente convinto che l'estradizione lo porterebbe a finire negli Stati Uniti. L'ex avvocato Mark Stephen ha dichiarato che Assange si è messo a disposizione per essere interrogato nell'ambasciata svedese a Londra o presso Scotland Yard o via internet. Queste offerte, però, sono cadute nel vuoto. Il 20 novembre 2010, la polizia svedese emette un mandato di arresto internazionale attraverso l'Interpol. Il 30 novembre 2010 l'Interpol emette un 'red notice': una comunicazione ufficiale che rende Assange un ricercato in tutto il mondo.""Il mandato di arresto internazionale e il 'red notice' dell'Interpol sono stati emessi dopo che Assange è stato formalmente incriminato per stupro?No, Assange non è mai stato incriminato per stupro. A oggi non è incriminato per alcun reato in alcun paese. Il mandato è stato emesso solo perché i magistrati vogliono interrogarlo e vogliono farlo solo ed esclusivamente attraverso il proXXXXX di estradizione. I magistrati non hanno reso noto il motivo per cui hanno rigettato le varie offerte del fondatore di WikiLeaks di essere interrogato all'ambasciata svedese a Londra o presso Scotland Yard o via internet. L'insistenza con cui la Svezia pretende l'estradizione di Assange solo per interrogarlo alimenta i timori dell'australiano di una sua possibile estradizione negli Stati Uniti. Quanto alle affermazioni dell'accusa che il 27 e 28 settembre 2010 Assange sia volato a Berlino, lasciando ai magistrati svedesi l'impressione che stesse cercando di sottrarsi alla giustizia, l'Espresso ha depositato presso la sua difesa una dichiarazione giurata in cui vengono ricostruiti i fatti e allegati le ricevute del viaggio e tutti i documenti che provano l'incontro e il fatto che fosse stato organizzato un mese prima.""Dopo che l'Interpol ha emesso il mandato di arresto e il 'red notice', che cosa è sucXXXXX?Assange si è consegnato alla polizia londinese il 7 dicembre 2010. Il mandato di arresto era del 20 novembre e il 'red notice' del 30: in mezzo c'è stato uno tsunami, perché il 28 novembre 2010, WikiLeaks ha iniziato a rilasciare 251.287 cablo della diplomazia Usa, mandando in bestia il Dipartimento di Stato e la Casa Bianca. Qualche settimana dopo essersi consegnato alla polizia, Assange è stato rilasciato su cauzione, messo agli arresti domiciliari con l'obbligo di indossare un braccialetto elettronico, con il quale poteva anche uscire di casa. A metà giugno è entrato nell'ambasciata dell'Ecuador, dove ha chiesto e successivamente ottenuto asilo politico e dove ancora si trova."(l'articolo orginale completo si trova su: http://espresso.repubblica.it/dettaglio/assange-cosa-c%C3%A3%C2%A8-da-sapere/2184698)Se cercate qualcosa di meglio e piu' completo potete leggere l'intera memoria difensiva di Assange sul sito ufficiale curato da lui e dai suoi legali:http://justice4assange.com/
          • Leguleio scrive:
            Re: chi non è nemico degli usa?
            - Scritto da: Franky
            - Scritto da: FrankyApprezzo il tuo sforzo di documentazione, Franky. Ma non è me che devi convincere. È il pubblico ministero svedese Marianne Ny, anzi, è un sistema legale che, mannaggia a loro, per la condanna o l'assoluzione di un imputato - qualsiasi imputato, anche il più famoso del mondo (e Assange non lo è) - ha bisogno di prove, o della mancanza di esse. Probabilmente in Italia arriveremo a fare i processi sul web, con gli imputati e testimoni che comunicanon via Skype e una giuria elettronica che estrae a sorte. In Svezia i processi si fanno ancora nelle aule di tribunale. :|Se davvero credi in ciò che dici, puoi fare tradurre a tue spese l'articolo dell' <I
            Espresso </I
            , e presentarlo alla procura di Stoccolma come prova a discarico.
          • niuno scrive:
            Re: chi non è nemico degli usa?
            è evidente che non sai come controbattere
          • Leguleio scrive:
            Re: chi non è nemico degli usa?
            - Scritto da: Franky
            - Scritto da: FrankyApprezzo il tuo sforzo di documentazione, Franky. Ma non è me che devi convincere. È il pubblico ministero svedese Marianne Ny, anzi, è un sistema legale che, mannaggia a loro, per la condanna o l'assoluzione di un imputato - qualsiasi imputato, anche il più famoso del mondo (e Assange non lo è) - ha bisogno di prove, o della mancanza di esse. Probabilmente in Italia arriveremo a fare i processi sul web, con gli imputati e testimoni che comunicanon via Skype e una giuria elettronica che estrae a sorte. In Svezia i processi si fanno ancora nelle aule di tribunale. :|Se davvero credi in ciò che dici, puoi fare tradurre a tue spese l'articolo dell' <I
            Espresso </I
            , e presentarlo alla procura di Stoccolma come prova a discarico.
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: chi non è nemico degli usa?
            - Scritto da: Franky
            - Scritto da: Leguleio

            - Scritto da: Franky


            - Scritto da: Leguleio






            Nessuno sta perseguendo Assange a
            parte

            il



            pubblico ministero svedese Marianne
            Ny,

            ma

            per



            violenza sessuale.



            [...]



            Smettiamola con queste accuse, se non

            sono



            provate.






            appunto smettiamole di parlare di "accuse"

            "se


            non sono


            provate"...


            infatti piu' che di "violenza sessuale",


            "molestie","sesso a


            sopresa"


            io parlerei piu' di "pagliacciata


            sicofantesca"...



            Se ti piace il termine...



            Beh si... amo il termine "sicofanteria"...TELISSANA CRISOSERICOELEFANTINA.(per la redazione: non è una parolaccia, prima di ritenere questo messaggio contro la policy andatevi a leggere la storia da cui ho tratto questa citazione colta; ed è colta non tanto per la fonte quanto per l'anzianità della storia)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 28 settembre 2012 00.40-----------------------------------------------------------
          • Franky scrive:
            Re: chi non è nemico degli usa?
            - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
            TELISSANA CRISOSERICOELEFANTINA.


            [...]
            andatevi a leggere la storia da cui ho tratto
            questa citazione colta; ed è colta non tanto per
            la fonte quanto per l'anzianità della
            storia
            -----------------guarda mi hai incuriosito e sono andato a cercare... ho trovato soloquesto:"Zio Paperone e l'usanza dei KuangZio Paperone parte alla ricerca della "telissana crisosericoelefantina"[...]"Colui che desidera assicurare il bene di altri si è già assicurato il proprio"."chi salva la vita a qualcuno deve cedergli metà delle proprie sostanze"Forse ha a che fare con il confucianesimo e con il filosofo cinese Xun Kuang (313 circa - 238 circa a. C.), detto anche Xun Qing?oppure non c'entra niente? scusa l'ignoranza...
          • Franky scrive:
            Re: chi non è nemico degli usa?
            - Scritto da: Franky
            "Colui che desidera assicurare il bene di altri
            si è già assicurato il
            proprio".
            "chi salva la vita a qualcuno deve cedergli metà
            delle proprie
            sostanze"
            forse qui mi sa che ho citato male l'usanza era che chi salva la vita a qualcuno poi ha diritto alla meta' dei suoi beni...cioe' dei beni del tipo che ha salvato...va beh scusa l'errore...
            Forse ha a che fare con il confucianesimo e con
            il filosofo cinese Xun Kuang (313 circa - 238
            circa a. C.), detto anche Xun
            Qing?
            oppure non c'entra niente? scusa l'ignoranza...
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: chi non è nemico degli usa?
            - Scritto da: Franky
            forse qui mi sa che ho citato male l'usanza era
            che chi salva la vita a qualcuno poi ha diritto
            alla meta' dei suoi beni...cioe' dei beni del
            tipo che ha salvato...va beh scusa l'errore...No, nella storia è esattamente il contrario. I Bassotti si travestono da ricchi magnati che propongono a Paperone fortune colossali in cambio della fornitura di telissana crisosericoelefantina (un'invenzione dei Bassotti in realtà, ma Paperone chiede consiglio agli esperti che spiegano che un oggetto con questa descrizione altro non è che "una stoffa non rosa dalle tarme, con decorazioni d'argento, di seta e d'avorio"), quindi i Bassotti vanno a trovare un certo Ciao-Ping nell'isola cinese di Kuang-Lao (che ha mantenuto in forma di legge tutte le usanze vigenti all'epoca dell'imperatore Kuang) proponendogli di scrivere a Paperone dicendo di avere la telissana e di fornirgliela a poco prezzo, per poi, una volta arrivato, fingersi in pericolo e costringere Paperone a salvargli la vita per approfittare di una legge in vigore sull'isola secondo cui chi salva la vita a qualcuno deve cedergli metà delle proprie sostanze, che avrebbe poi diviso coi Bassotti che gli hanno proposto l'affare. Ciao-Ping accetta l'accordo coi Bassotti, e Paperone va quindi sull'isola per incontrare il cinese, che contrariamente agli accordi si fa salvare per due volte la vita (una fingendo di annegare in un lago in realtà per niente profondo e un'altra fingendo di cadere nel cratere di un vulcano spacciato per attivo ma in realtà spento da migliaia di anni), ottenendo quindi tutte le sostanze di Paperone (e non più solo la metà). Dopo un diverbio in strada con Paperone che ritiene Ciao-Ping pazzo perché gli dice che ora ha tutte le sue sostanze, Ciao-Ping e Paperone si ritrovano in tribunale, e Paperone viene condannato dal giudice a scegliere tra l'ergastolo e l'accettare di cedere tutto a Ciao-Ping, firmando quindi l'atto di cessione. Ciao-Ping torna dai Bassotti e li mette alla porta, tenendosi tutto. I Bassotti quindi per vendicarsi preparano un contrattacco a Ciao-Ping, attaccando in pieno oceano la sua giunca che era in viaggio verso Paperopoli (con Paperone a bordo ormai povero che accetta il passaggio dal cinese) e proponendo a Paperone la firma di un documento in cui accetta di cedere metà delle sue sostanze ai Bassotti in cambio della distruzione del documento che dà diritto al cinese di avere tutto. Paperone accetta e firma il contratto e i Bassotti lo prendono a bordo e distruggono il documento di Ciao-Ping. Arrivati a Paperopoli, però, gli esperti chiamati apposta da Paperone fanno notare che quel contratto a favore dei Bassotti non ha alcun valore a meno che Paperone non sia consenziente oppure a condizione che i beneficiari facciano registrare il contratto all'isola di Kuang-Lao, dove i Bassotti avrebbero ben altra accoglienza. La storia finisce coi Bassotti arrestati per non avere i soldi per pagare la multa per divieto di sosta dei camion con cui prevedevano di prelevare la metà del contante del deposito.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 28 settembre 2012 17.43-----------------------------------------------------------
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: chi non è nemico degli usa?
            - Scritto da: Franky
            "Zio Paperone e l'usanza dei KuangSì esatto la citazione è quella.
            Forse ha a che fare con il confucianesimo e con
            il filosofo cinese Xun Kuang (313 circa - 238
            circa a. C.), detto anche Xun Qing?Sì e no. Mi riferivo alla storia di zio Paperone.
            oppure non c'entra niente? scusa l'ignoranza...Credo non c'entri nulla, anche se è probabile che gli sceneggiatori l'abbiano presa ad esempio.Comunque è una bella storia della coppia Scarpa/Cavazzano. :)
          • Franky scrive:
            Re: chi non è nemico degli usa?
            - Scritto da: Leguleio
            No, nessuno lo sa. Gli atti sono segreti. Queste
            sono
            chiacchiere.
            È possibile che vengano ammessi, ma una
            prova come twitter deve essere garantita dagli
            stessi gestori di Twitter: ora in cui sono stati
            scritti, identità certa del mittente,
            eccetera.
            E quindi? se io ti fotografo non posso ammettere come prova delle fotografie ad un proXXXXX...anzi le prove su twitter sono ancora piu' attendibili delle foto... lavori al tribunale svedese per caso?Perche' lo dici come se qualcuno le avesse respinte...(cosa che non e'...)


            il

            preservantivo che avrebbe dovuto provare la
            sua

            versione non presenta tracce di dna di
            Assange

            come confermato da ben 2 laboratori... senza

            contare il fatto che le due hanno rettificato

            piu' volte la loro

            versione...

            Stai facendo il proXXXXX qui su Punto
            Informatico? Facciamo risparmiare lo Stato
            svedese!
            Ripeto, gli atti completi non li ha letti
            nessuno. Non ascoltare i weblogger
            mitomani.Guarda che il tipo di tweet e' uno a cui hanno violentato la madre e che si e' messo per un senso di giustizia ad indagare su queste cose... informati prima di dare del mitomane ad un giornalista investigativo stimato ed onesto e difendere delle sicofanti...
            E nemmeno le agenzie stampa possedute e
            controllate dal governo russo, che sono quasi la
            stessa cosa.

            RT e' tra le primi 5 canali di informazioni piu' visti negli USA!!Ed i suoi video hanno superato gli oltre 500 milioni di visualizzazioni su youtube!!!Ci lavorano giornalisti prevalentemente occidentali...ed e'la sola tv di news che assieme ad euronews che abbia parlato :(1) delle manifestazioni in europa contro ACTA e delle leggi censorie contro la rete(2) della cosiddetta "primavera canadese"(3) in maniera esauriente e completa del caso Assange (pubblicando per prima anche il suo show)(4) la sola che parla della violenza della polizia nelle manifestazioni occidentali(5) la sola che ha parlato in maniera esauriente di Kim

            quindi di cosa e' accusato Assange?

            In Svezia, di violenza sessuale.
            Nella testa dei weblogger, non lo so. E non mi
            interessa.Beh se non ti interessa conoscere la verita'...ed hai scelto di credere ciecamente alla versione degli sicofanti...e' un'altro paio di manicheFatto sta che del caso Assange si occupano tutte le associazioni per i diritti umani, alcuni giornali e naturalmente giuristi, giornalisti investigativi e web blogger...se per te l'unica verita' certa e' quella del tg1...beh ognuno e' libero di credere a quel che vuole...
          • Franky scrive:
            Re: chi non è nemico degli usa?
            - Scritto da: Franky


            E nemmeno le agenzie stampa possedute e

            controllate dal governo russo, che sono quasi la

            stessa cosa.





            RT e' tra le primi 5 canali di informazioni piu'
            visti negli
            USA!!
            Ed i suoi video hanno superato gli oltre 500
            milioni di visualizzazioni su
            youtube!!!
            Ci lavorano giornalisti prevalentemente
            occidentali..
            Dimenticavo di dire che la notizia relativa al mancanza di DNA sul famoso preservativo parte dal Dailymail e dal giornale spagnolo "El Mundo"...quindi non ne parla solo "Russia Today" giusto per completezza di informazione....
          • Leguleio scrive:
            Re: chi non è nemico degli usa?
            - Scritto da: Franky
            - Scritto da: Franky
            Dimenticavo di dire che la notizia relativa al
            mancanza di DNA sul famoso preservativo parte dal
            Dailymail e dal giornale spagnolo "El
            Mundo"...quindi non ne parla solo "Russia Today"
            giusto per completezza di
            informazione....Come sopra, Franky.Ci sono le prove che valgono per i weblog. Poi più il weblogger è invasato, più lo spettro delle prove si allarga, arrivando ad ammettere come prova anche i pettegolezzi da portineria.E poi ci sono le prove che valgono in tribunale, che sono molto, molto diverse. E quelle, come detto, non sono trapelate dagli atti, in questi anni. Sì, sappiamo qualcosa indirettamente dallo scambio di documenti fra la procura svdese e il tribunale in Gran Bretagna per la questione dell'estradzione, ma il contenuto del fascicolo è ancora ignoto al pubblico.Per questo motivo non sto a controbattere a ogni singola affermazione fatta da illustri sconosciuti (almeno per me) e da televisioni dalla dubbia reputazione. Perché non funziona così, nel mondo reale: se il quotidiano o la tv più letto del mondo scrive una cosa, non per questo è vera. Anche per lor vale la regola: o si appoggiano alle fonti di prima mano (in questo caso gli atti del proXXXXX), o le loro chiacchiere non valgono nulla.Se hai prove che valgono in tribunale, parliamo di quelle.
        • il padrone delle ferriere scrive:
          Re: chi non è nemico degli usa?
          - Scritto da: Leguleio
          - Scritto da: Paolo


          Eppure hanno dato il premio nobel per la pace

          (acclamato da tutti) allo stesso presidente

          americano che sta perseguendo Assange con
          tutte

          le sue

          forze.

          Nessuno sta perseguendo Assange a parte il
          pubblico ministero svedese Marianne Ny, ma per
          violenza sessuale. Lo dice lo stesso articolo che
          racconta la vicenda: la persona caduta in
          sospetto per il suo interesse per Wikileaks non è
          stata condannata a
          nulla.
          Smettiamola con queste accuse, se non sono
          provate.Tu chiederesti la dimostrazione che 2+2 fa quattro in triplice carta bollata, eh?
          • Leguleio scrive:
            Re: chi non è nemico degli usa?
            - Scritto da: il padrone delle ferriere
            Tu chiederesti la dimostrazione che 2+2 fa
            quattro in triplice carta bollata,
            eh?Non solo io.Quando si fanno accuse gravi, e quella avanzata dall'utente contenuto lo è, bisogna saperle dimostrare. Non solo su internet: ovunque.Il mondo funziona così: gli odi personali si possono confidare agli amici stretti, ma non declamare in pubblico: quest'odio, a seconda del tipo e della fantasia utilizzata per giustificarlo, diventa delirio oppure diffamazione se raccontato a estranei. Non si fa mai una bella figura.
    • Luco, giudice di linea mancato scrive:
      Re: chi non è nemico degli usa?
      - Scritto da: contenuto
      Per quanto mi riguarda avrei interrotto ogni
      tipo di relazione diplomatica con gli usa da
      tantissimo tempo, sicuramente avremo avuto
      qualche migliaio di morti per strage in meno e
      avremo risparmiato migliaia di miliardi di euro.Come non quotare.
      Penso seriamente che ognuno debba stare a casa
      propria e tutti felici e contenti, daltronde sono
      passati 70 anni dalla fine della seconda guerra
      mondiale, il nostro conto con la divina ed
      infallibile giustizia internazionle l'abbiamo
      pagato ed è stato salatissimo.Senza contare che alcune città non hanno avuto alcun bisogno degli USA per mandare via l'esercito nazista a pedate. Mi riferisco ovviamente alle gloriose Quattro Giornate di Napoli.
      Ora grazie ed arrivederci, senza rancori.Ma anche no (i rancori :D)
      • Peppol scrive:
        Re: chi non è nemico degli usa?
        - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato

        Penso seriamente che ognuno debba stare a
        casa

        propria e tutti felici e contenti, daltronde
        sono

        passati 70 anni dalla fine della seconda
        guerra

        mondiale, il nostro conto con la divina ed

        infallibile giustizia internazionle l'abbiamo

        pagato ed è stato salatissimo.

        Senza contare che alcune città non hanno avuto
        alcun bisogno degli USA per mandare via
        l'esercito nazista a pedate. Mi riferisco
        ovviamente alle gloriose Quattro Giornate di
        Napoli.Quanto pensi che sarebbe durata la libertà di Napoli se non ci fossero stati gli Americani che stavano arrivando?

        Ora grazie ed arrivederci, senza rancori.

        Ma anche no (i rancori :D)Arrivederci e studia LA STORIA
        • Luco, giudice di linea mancato scrive:
          Re: chi non è nemico degli usa?
          - Scritto da: Peppol
          Quanto pensi che sarebbe durata la libertà di
          Napoli se non ci fossero stati gli Americani che
          stavano arrivando?Lo stesso. Hitler aveva detto a Scholl di ridurre Napoli in cenere e fango.


          Ora grazie ed arrivederci, senza
          rancori.



          Ma anche no (i rancori :D)

          Arrivederci e studia LA STORIAStudiala tu.
  • benkj scrive:
    nuovo 24
    Voglio Jack Bauer contro Julian Assange!
  • de lupis scrive:
    democrazia
    per comandare il mondo bisogna uccidere torturare,spiare,fomentare,tutti i grandi imperi hanno fatto cosi.
    • Paolo scrive:
      Re: democrazia
      - Scritto da: de lupis
      per comandare il mondo bisogna uccidere
      torturare,spiare,fomentare,tutti i grandi imperi
      hanno fatto cosi.Vero, e la storia la scrivono i vinti.
    • Sandro kensan scrive:
      Re: democrazia
      - Scritto da: de lupis
      per comandare il mondo bisogna uccidere
      torturare,spiare,fomentare,tutti i grandi imperi
      hanno fatto
      cosi.Si, esatto a cominciare dall'impero romano.
  • Leguleio scrive:
    Il condizionale è d'obbligo
    Apprezzo molto, e credo anche gli altri, la legge sulla trasparenza degli Usa, il cui tanto strombazzato Freedom of information act è la manifestazione più evidente. E con tutto questo, il documento che ho trovato linkato su The guardian:http://wikileaks.org/IMG/pdf/Assange-WikiLeaks-Enemy-USAF-FOI.pdfcita un caso specifico, concluso con un nulla di fatto, e niente più. Una frase che sostenga esplicitamente che che comunicare con Assange o con Wikileaks, per il personale militare, costituisce ufficialmente reato secondo l'art. 104 dell'Uniform code of military justice (UCMJ), non c'è. Poi sta all'acume di ogni soldato Usa capire che non è il caso di tentarci, anche senza una circolare in tal senso da parte dei superiori. :-)Non è da escludere che la notizia serviva da "lancio" per l'ultima sparata di Assange contro gli Usa (sì, ne ha fatte a migliaia, tutte dello stesso tenore).
    • Freedom of choice scrive:
      Re: Il condizionale è d'obbligo
      - Scritto da: Leguleio
      Una frase che sostenga
      esplicitamente che che comunicare con Assange o
      con Wikileaks, per il personale militare,
      costituisce ufficialmente reato secondo l'art.
      104 dell'Uniform code of military justice (UCMJ),
      non c'è. indicarlo esplicitamente avrebbe potuto produrre più scalpore.forse viene come conseguenza dal fatto di considerare assange un nemico.se hai letto il documento, questo almeno è indicato?
      Poi sta all'acume di ogni soldato Usa capire che
      non è il caso di tentarcidirei che il destino del povero "private manning" parli da solo :|
      • Leguleio scrive:
        Re: Il condizionale è d'obbligo
        - Scritto da: Freedom of choice
        - Scritto da: Leguleio

        Una frase che sostenga

        esplicitamente che che comunicare con
        Assange
        o

        con Wikileaks, per il personale militare,

        costituisce ufficialmente reato secondo
        l'art.

        104 dell'Uniform code of military justice
        (UCMJ),

        non c'è.

        indicarlo esplicitamente avrebbe potuto produrre
        più
        scalpore.Be', attenzione: il documento desecratato, che mantiene molti omissis sull'identità della persona indagata e su alcune circostanze di lavoro, risale al 21 luglio 2011. Nessuno poteva sapere che sarebbe stato desecretato così presto, anzi, probabilmente nemmeno immaginavano sarebbe stato desecretato, trattandosi di un procedimento che non ha prodotto nulla.
        forse viene come conseguenza dal fatto di
        considerare assange un
        nemico.
        se hai letto il documento, questo almeno è
        indicato?La lettura è disperante, è un documento mandato via fax, ma coi fax degli anni Ottanta, che deformavano tutta la pagina, e per metà compilato a mano con la zampa di gallina. :(Si spera in una trascrizione da parte di un volontario. :p

        Poi sta all'acume di ogni soldato Usa capire
        che

        non è il caso di tentarci

        direi che il destino del povero "private manning"
        parli da
        solo
        :|Eh sì. Ma lui sapeva di commettere un reato, non è possibile ignorasse il codice militare. Probabilmente sperava di passarla liscia, visto che trafugare file secretati da un computer militare non lascia traccia. È stato incastrato da una persona terza.
  • yogavidya scrive:
    Fatti
    Questo fatto, le guerre, i legami tra servizi USA e stragismo in Italia, il fatto che, leggo, a fronte del 5% della popolazione mondiale gli USA hanno il 25% della popolazione carceraria mondiale, la crisi economica, nata dal mercato dei titoli, che strangola il lavoro e l'economia veri... Tutte queste cose mi fanno dubitare che il prezzo delle vetrine luccicanti sia troppo elevato, e che il paradiso in terra del libero mercato abbia troppi angoli oscuri.
  • Lorenzo scrive:
    poi dicono ai cinesi...
    Bello parlare male delle dittature di altri stati quando in america tra sparatorie, polizia violenta, popolazione povera, e tutto il resto...Dichiarano nemica una persona che ha semplicemente messo alla luce quanto fa schifo un paese.
    • tucumcari scrive:
      Re: poi dicono ai cinesi...
      - Scritto da: Lorenzo
      Bello parlare male delle dittature di altri stati
      quando in america tra sparatorie, polizia
      violenta, popolazione povera, e tutto il
      resto...
      Dichiarano nemica una persona che ha
      semplicemente messo alla luce quanto fa schifo un
      paese.Tutto vero ma questo non scagiona nessun governo il cinese ne l' iraniano ne il birmano.... purtroppo è un lungo... l'unica cosa che possiamo fare noi è tenere occhi e orecchie aperte ... e magari ospitare (o affittare anche all'estero) qualche server tor.... ;)Sembra poco?No non è poco!Ti posso garantire che serve e serve tanto!
    • unaDuraLezione scrive:
      Re: poi dicono ai cinesi...
      contenuto non disponibile
      • Leguleio scrive:
        Re: poi dicono ai cinesi...
        - Scritto da: unaDuraLezione
        Ti dirò.. dal punto di vista militare se diffondi
        volontariamente segreti a nazioni terze è
        tradimento.
        Questo vale in praticamente tutte le nazioni e in
        tutte le nazione è punito
        severamente.Confermo. <B
        Alto tradimento </B
        per la precisione. Il reato contemplato dall'art. 104 dell'Uniform code of military justice (UCMJ) degli Usa, dovrebbe corrispondere all'art. 86 del codice penale militare di pace italiano. Ecco il testo:" <B
        Rivelazione di segreti militari, a scopo di spionaggio </B
        .Il militare, che rivela, nell'interesse di uno Stato estero, notizie concernenti la forza, la preparazione o la difesa militare dello Stato e che devono rimanere segrete, è punito con la pena di morte con degradazione".Si può leggere qui, sul sito del ministero della difesa:http://www.difesa.it/GiustiziaMilitare/Legislazione/CPM-pace/Libro2/Pagine/Titolo_I.aspx
        • Franky scrive:
          Re: poi dicono ai cinesi...
          - Scritto da: Leguleio
          - Scritto da: unaDuraLezione



          Ti dirò.. dal punto di vista militare se
          diffondi

          volontariamente segreti a nazioni terze è

          tradimento.

          Questo vale in praticamente tutte le nazioni
          e
          in

          tutte le nazione è punito

          severamente.

          Confermo. <B
          Alto tradimento </B

          per la precisione.

          Il reato contemplato dall'art. 104 dell'Uniform
          code of military justice (UCMJ) degli Usa,
          dovrebbe corrispondere all'art. 86 del codice
          penale militare di pace italiano. Ecco il
          testo:

          " <B
          Rivelazione di segreti militari, a
          scopo di spionaggio </B

          .

          Il militare, che rivela, nell'interesse di uno
          Stato estero, notizie concernenti la forza, la
          preparazione o la difesa militare dello Stato e
          che devono rimanere segrete, è punito con la pena
          di morte con
          degradazione".

          Si può leggere qui, sul sito del ministero della
          difesa:

          http://www.difesa.it/GiustiziaMilitare/LegislazionMa il tradimento e lo spionaggio non sono una cosa distinta dal giornalismo e dalla trasparenza o sbaglio? Mi spiego io sapevo che le spie vendono alle nazioni nemiche informazioni riservate di vitali importanza..tradendo cosi' la loro nazione la loro gente e facendogli perdere la guerra...nonche' mettendo in grave pericolo le persone e la nazione... nel caso di wikileaks troviamo invece la richiesta di trasparenza e di informazione sull'operato di tutti i governi...(wikileaks ha pubblicato anche documenti riguardanti il governo egiziano...e su tanti altri governi...) ha interferito.. pero' per l'affermazione della liberta' e della democrazia nel mondo...(tant'e' vero che tutte le associazioni per i diritti umani e molti attivisti per la liberta' nei paesi in cui c'erano le dittature lo difendono in maniera appassionata..)... quindi la sua interferenza non si puo' certo considerare un tradimento... del resto lo "Espionage Act" del 1917parla di interferire con le operazioni militari, per sostenere i nemici in tempo di guerra, per promuovere insubordinazione nell'esercito...quali di queste cose avrebbe mai fatto Assange? Senza contare che di fatto il lavoro di wikileaks ha se mai contribuito a portare liberta' giustizia e democrazia nel mondo.... non il contrario... del resto lo stesso "espionage Act" si e' scontrato con la liberta' di parola piu' volte ed e' stato ridimensionato...:http://en.wikipedia.org/wiki/Schenck_v._United_States
          • Leguleio scrive:
            Re: poi dicono ai cinesi...
            - Scritto da: Franky
            - Scritto da: Leguleio

            - Scritto da: unaDuraLezione






            Ti dirò.. dal punto di vista militare se

            diffondi


            volontariamente segreti a nazioni terze
            è


            tradimento.


            Questo vale in praticamente tutte le
            nazioni

            e

            in


            tutte le nazione è punito


            severamente.



            Confermo. <B
            Alto tradimento
            </B



            per la precisione.



            Il reato contemplato dall'art. 104
            dell'Uniform

            code of military justice (UCMJ) degli Usa,

            dovrebbe corrispondere all'art. 86 del codice

            penale militare di pace italiano. Ecco il

            testo:



            " <B
            Rivelazione di segreti militari,
            a

            scopo di spionaggio </B


            .



            Il militare, che rivela, nell'interesse di
            uno

            Stato estero, notizie concernenti la forza,
            la

            preparazione o la difesa militare dello
            Stato
            e

            che devono rimanere segrete, è punito con la
            pena

            di morte con

            degradazione".



            Si può leggere qui, sul sito del ministero
            della

            difesa:




            http://www.difesa.it/GiustiziaMilitare/Legislazion

            Ma il tradimento e lo spionaggio non sono una
            cosa distinta dal giornalismo e dalla trasparenza
            o sbaglio? Sì.Il reato di spionaggio, di intendimento con il nemico, di alto tradimento e simili riguardano quasi esclusivamente il personale militare e i capi di Stato. Chi ha giurato sulla propria patria non è ammissibile faccia il doppio gioco. Da nessuna parte.L'organizzazione Wikileaks non è uno Stato estero, attenzione. Ma credo che certi reati militari si applichino indifferentemente a Stati nemici e a nemici <I
            tout court </I
            . Non credo che se un soldato Usa avesse cercato di contattare Osama bin Laden quando era ancora vivo l'avrebbe passata liscia. Anche se l'intento fosse stato di intervistarlo.
          • bubba scrive:
            Re: poi dicono ai cinesi...
            - Scritto da: Leguleio
            - Scritto da: Franky


            - Scritto da: Leguleio


            - Scritto da: unaDuraLezione









            Ti dirò.. dal punto di vista
            militare
            se


            diffondi



            volontariamente segreti a nazioni
            terze

            è



            tradimento.



            Questo vale in praticamente tutte
            le

            nazioni


            e


            in



            tutte le nazione è punito



            severamente.





            Confermo. <B
            Alto tradimento

            </B





            per la precisione.





            Il reato contemplato dall'art. 104

            dell'Uniform


            code of military justice (UCMJ) degli
            Usa,


            dovrebbe corrispondere all'art. 86 del
            codice


            penale militare di pace italiano. Ecco
            il


            testo:





            " <B
            Rivelazione di segreti
            militari,

            a


            scopo di spionaggio </B



            .





            Il militare, che rivela, nell'interesse
            di

            uno


            Stato estero, notizie concernenti la
            forza,

            la


            preparazione o la difesa militare dello

            Stato

            e


            che devono rimanere segrete, è punito
            con
            la

            pena


            di morte con


            degradazione".





            Si può leggere qui, sul sito del
            ministero

            della


            difesa:








            http://www.difesa.it/GiustiziaMilitare/Legislazion



            Ma il tradimento e lo spionaggio non sono una

            cosa distinta dal giornalismo e dalla
            trasparenza

            o sbaglio?

            Sì.
            Il reato di spionaggio, di intendimento con il
            nemico, di alto tradimento e simili riguardano
            quasi esclusivamente il personale militare e i
            capi di Stato. Chi ha giurato sulla propria
            patria non è ammissibile faccia il doppio gioco.
            Da nessuna
            parte.Mhh sa' un po di neolingua sta roba... spionaggio, nemico, ecc... ma Manning e' Assange? Assange era una spia nemica? passare a wikileaks (ossia ai giornali) il video Collateral Murder (in cui due Apache americani attaccano uccidendo 12 civili disarmati) e' come passare piani segreti di un installazione atomica?
          • Lorenzo scrive:
            Re: poi dicono ai cinesi...
            Personalmente, tradimento o meno, io non mi sento in colpa se "tradisco" uno stato che tortura, crea chaos e uccide parlandomi poi di valori di libertà e giustizia (questo vale per TUTTE le dittature... il mio titolo era una critica a loro ma vale per tutti.).Personalmente è lo stato che mi ha tradito prendendomi per il XXXX con le favolette per bambini mentre copriva le proprie porcherie per i propri interessi...Questo vale, per rispondere a qualche a qualche riga più in su, per tutti, posso garantirvi che mi fanno schifo gli americani, i cinesi, i russi, il medio oriente, ma soprattutto gli europei che hanno esportato in passato la violenza colonizzando e distruggendo intere culture.In ogni caso, visto che oggi è una giornata di XXXXX ma almeno mi son sfogato e visto che purtroppo non dispongo ancora della tecnologia per abbandonare questo XXXXX di pianeta, resisterò... :-)
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: poi dicono ai cinesi...
            contenuto non disponibile
          • Lorenzo scrive:
            Re: poi dicono ai cinesi...
            Fino a che forca non sia...Prima o poi, la storia insegna, qualcuno ti appende con un cappio al collo quando esageri... da una parte o dall'altra...Una dura lezione appunto.
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: poi dicono ai cinesi...
            contenuto non disponibile
          • Leguleio scrive:
            Re: poi dicono ai cinesi...
            - Scritto da: bubba
            - Scritto da: Leguleio

            Sì.

            Il reato di spionaggio, di intendimento con
            il

            nemico, di alto tradimento e simili
            riguardano

            quasi esclusivamente il personale militare e
            i

            capi di Stato. Chi ha giurato sulla propria

            patria non è ammissibile faccia il doppio
            gioco.

            Da nessuna

            parte.
            Mhh sa' un po di neolingua sta roba...
            spionaggio, nemico, ecc... ma Manning e' Assange?
            Assange era una spia nemica? passare a wikileaks
            (ossia ai giornali) il video Collateral Murder
            (in cui due Apache americani attaccano uccidendo
            12 civili disarmati) e' come passare piani
            segreti di un installazione
            atomica?Non capisco bene il senso della domanda. Io qui cerco di divulgare lo scopo per cui sono stati scritti i codici penali militari, cioè leggi che valgono solo per personale militare, non per i civili. In genere, scritti molti anni prima dell'esistenza di internet per il grande pubblico.Bradley Manning era un militare (grado <I
            private </I
            ).Julian Assange, e i molti che lavoravano al progetto Wikileaks, no. Infatti Julian Assange non è destinatario di alcun ordine di estradizione degli Usa, finora. E dubito lo sarà mai.Il che non esclude affatto che metà Usa lo vogliano arrostire. Ma non sanno come fare, non c'è un appiglio giuridico valido, per ora.
          • bubba scrive:
            Re: poi dicono ai cinesi...
            - Scritto da: Leguleio
            - Scritto da: bubba

            - Scritto da: Leguleio



            Sì.


            Il reato di spionaggio, di intendimento
            con

            il


            nemico, di alto tradimento e simili

            riguardano


            quasi esclusivamente il personale
            militare
            e

            i


            capi di Stato. Chi ha giurato sulla
            propria


            patria non è ammissibile faccia il
            doppio

            gioco.


            Da nessuna


            parte.


            Mhh sa' un po di neolingua sta roba...

            spionaggio, nemico, ecc... ma Manning e'
            Assange?

            Assange era una spia nemica? passare a
            wikileaks

            (ossia ai giornali) il video Collateral
            Murder

            (in cui due Apache americani attaccano
            uccidendo

            12 civili disarmati) e' come passare piani

            segreti di un installazione

            atomica?

            Non capisco bene il senso della domanda. Io qui
            cerco di divulgare lo scopo per cui sono stati
            scritti i codici penali militari, cioè leggi che
            valgono solo per personale militare, non per i
            civili. la tua attivita' divulgativa e' interessante... ma l'articolo parla di Assange (e del fatto di come, "furbescamente", Wikileaks e Assange siano ora considerati dai militari Usa, un nemico della nazione) e il thread iniziava con "Dichiarano nemica una persona che ha semplicemente messo alla luce quanto fa schifo un paese."... dove questa persona, pensavo, fosse Assange a cui gli Usa (e non solo) stanno dando il tormento...Anche il resto del thread sembrava un po' ambiguo... Assange non e' un militare, non e' un terrorista, non e' in guerra con gli Usa, non ha neanche senso tirar fuori liste di proscrizione militari o considerarlo un Traditore della Patria (e quindi discutere di reati di alto tradimento e blabla).Poi c'e' la mia sottolineatura finale su Manning... certamente Manning rischia il collo in quanto militare... ma possiamo considerarlo Nemico della Nazione, per aver diffuso quel video? o forse e' l'esercito che ogni tanto diventa nemico della sua stessa nazione ?
            Il che non esclude affatto che metà Usa lo
            vogliano arrostire. Ma non sanno come fare, non
            c'è un appiglio giuridico valido, per
            ora.Ah allora lo pensi anche tu, che gli Usa lo vogliano arrostire. E' un passo avanti. Stabilito l'obbiettivo, gli appigli giuridici si inventano (magari non reggono alla lunga, ma sfasciano ugualmente)
          • Leguleio scrive:
            Re: poi dicono ai cinesi...
            - Scritto da: bubba
            - Scritto da: Leguleio

            - Scritto da: bubba

            Non capisco bene il senso della domanda. Io
            qui

            cerco di divulgare lo scopo per cui sono
            stati

            scritti i codici penali militari, cioè leggi
            che

            valgono solo per personale militare, non per
            i

            civili.
            la tua attivita' divulgativa e' interessante...
            ma l'articolo parla di Assange (e del fatto di
            come, "furbescamente", Wikileaks e Assange siano
            ora considerati dai militari Usa, un nemico della
            nazione) e il thread iniziava con "Dichiarano
            nemica una persona che ha semplicemente messo
            alla luce quanto fa schifo un paese."... dove
            questa persona, pensavo, fosse Assange a cui gli
            Usa (e non solo) stanno dando il
            tormento...Basta un'occhiata al documento che ho linkato, e che linko di nuovo:http://wikileaks.org/IMG/pdf/Assange-WikiLeaks-Enemy-USAF-FOI.pdfper vedere che le cose sono un po' diverse. In attesa che qualche martire decifri e trascriva tutto quel fax, sembra di capire che un militare sia stato posto sotto attenzione per la sua ossessione per Wikileaks, e abbia subìto, se non proprio un proXXXXX, un procedimento. È chiaro che in questi casi è necessario un motivo per indagare nel privato di un membro dello staff militare, e quindi il reato indicato è l'art. 104 dell'Uniform code of military justice (UCMJ). Dopodiché, il procedimento si è chiuso senza alcun provvedimento. Non so bene il perché, ma in ogni caso informarsi su Wikileaks non è reato.Noto in margine che di questa notizia da nulla hanno parlato soprattutto i weblog fan di Assange, i teorici del complotto a ogni costo, i giornali australiani e le testate scandalistiche (ad esempio PI), ma gli altri no. Non c'è nulla sul <I
            Washington Post </I
            , sul <I
            New York Times </I
            e sul <I
            Times </I
            . Evidentemente si sono resi conto dell'irrilevanza del fatto in sé. La vicenda potrebbe essere sì interessante, ma giusto per far luce sulle dinamiche interne all'esercito Usa.
            Anche il resto del thread sembrava un po'
            ambiguo... Assange non e' un militare, non e' un
            terrorista, non e' in guerra con gli Usa, non ha
            neanche senso tirar fuori liste di proscrizione
            militari o considerarlo un Traditore della Patria
            (e quindi discutere di reati di alto tradimento e
            blabla).Quell'argomento è stato tirato fuori da un altro utente, unaDuraLezione, e io ho completato dicendo che quella disposizione esiste anche in Italia e dei Paesi democratici. Non era certo per dire che secondo gli Usa Assange va processato usando una legge che riguarda cittadini americani arruolati nell'esercito.
            Poi c'e' la mia sottolineatura finale su
            Manning... certamente Manning rischia il collo in
            quanto militare... ma possiamo considerarlo
            Nemico della Nazione, per aver diffuso quel
            video? Non devi chiederlo a me. Chiedilo agli americani: il giudizio spetta a loro.o forse e' l'esercito che ogni tanto
            diventa nemico della sua stessa nazione
            ?Sicuramente quando si verificano casi di fuoco amico:http://en.wikipedia.org/wiki/Friendly_fire#Iraq_War_from_2003

            Il che non esclude affatto che metà Usa lo

            vogliano arrostire. Ma non sanno come fare,
            non

            c'è un appiglio giuridico valido, per

            ora.
            Ah allora lo pensi anche tu, che gli Usa lo
            vogliano arrostire. Alcuni esponenti politici lo hanno detto davanti alle telecamere. Ma non sono loro che decidono, su queste delicate questioni internazionali.E' un passo avanti. Stabilito
            l'obbiettivo, gli appigli giuridici si inventano
            (magari non reggono alla lunga, ma sfasciano
            ugualmente)Siamo qui da due anni, precisamente dal luglio 2010, che aspettiamo il fantomatico ordine di estradizione degli Usa contro Assange. Vediamo un po'. Assange ha già 41 anni, morirà di vecchiaia anche lui, un giorno...Alcuni chiacchieroni della prima ora secondo me si sono pure stufati di aspettare, e hanno cominciato ad interessarsi a teorie altrettanto improbabili come il supporto segreto all'Iran di Barack Obama. Quando si ha voglia di fantasticare sull'attualità, tutto fa brodo. :|
          • Funz scrive:
            Re: poi dicono ai cinesi...
            - Scritto da: bubba
            spionaggio, nemico, ecc... ma Manning e' Assange?
            Assange era una spia nemica? passare a wikileaks
            (ossia ai giornali) il video Collateral Murder
            (in cui due Apache americani attaccano uccidendo
            12 civili disarmati) e' come passare piani
            segreti di un installazione
            atomica?No Assange è il "nemico degli USA", alla stregua di Bin Laden. E' questa la cosa veramente assurda, il solo pubblicare notizie di interesse pubblico ti rende un bersaglio. Meclio per lui non finire in un Paese dove volano i droni USA...Manning invece è il traditore da corte marziale e impiccagione, perché ha sottratto i cablo dai server USA e li ha passati a Wikileaks.
        • FDG scrive:
          Re: poi dicono ai cinesi...
          - Scritto da: Leguleio
          " <B
          Rivelazione di segreti militari, a
          scopo di spionaggio </B
          Mah, pensa se la rivelazione quel "segreto militare" fosse fondamentale per la difesa della democrazia. Non ci vedi un conflitto?
          • Leguleio scrive:
            Re: poi dicono ai cinesi...
            - Scritto da: FDG
            - Scritto da: Leguleio


            " <B
            Rivelazione di segreti militari,
            a

            scopo di spionaggio </B


            Mah, pensa se la rivelazione quel "segreto
            militare" fosse fondamentale per la difesa della
            democrazia. Non ci vedi un
            conflitto?Lascia perdere cosa ci vedo io.I legislatori, si spera con un minimo di esperienza nelle cose militari, non hanno previsto eccezioni a questa regola ferrea. Ma non parlo solo di Italia e Usa. Credo che i codici penali militari di ogni Stato siano inflessibili con il personale militare che spiffera segreti all'estero.
          • cliente apple scrive:
            Re: poi dicono ai cinesi...
            - Scritto da: FDG
            - Scritto da: Leguleio


            " <B
            Rivelazione di segreti militari,
            a

            scopo di spionaggio </B


            Mah, pensa se la rivelazione quel "segreto
            militare" fosse fondamentale per la difesa della
            democrazia. Non ci vedi un
            conflitto?parla di scopo di spionaggio non scopo giornalistico
        • Luca scrive:
          Re: poi dicono ai cinesi...
          - Scritto da: Leguleio
          Il reato contemplato dall'art. 104 dell'Uniform
          code of military justice (UCMJ) degli Usa,
          dovrebbe corrispondere all'art. 86 del codice
          penale militare di pace italiano. Ecco il
          testo:

          " <B
          Rivelazione di segreti militari, a
          scopo di spionaggio </B

          .

          Il militare, che rivela, nell'interesse di uno
          Stato estero, notizie concernenti la forza, la
          preparazione o la difesa militare dello Stato e
          che devono rimanere segrete, è punito con la pena
          di morte con
          degradazione".

          Si può leggere qui, sul sito del ministero della
          difesa:

          http://www.difesa.it/GiustiziaMilitare/LegislazionNon mi sembri aggiornato sulla materia:LEGGE COSTITUZIONALE 2 ottobre 2007, n.1Modifica all'articolo 27 della Costituzione, concernente l'abolizione della pena di morte."Al quarto comma dell'articolo 27 della Costituzione le parole:«, se non nei casi previsti dalle leggi militari di guerra» sonosoppresse."http://www.infoleges.it/Service1/scheda.aspx?id=149733&service=1&ordinal=5-- Luca
          • Leguleio scrive:
            Re: poi dicono ai cinesi...
            - Scritto da: Luca
            - Scritto da: Leguleio

            " <B
            Rivelazione di segreti militari,
            a

            scopo di spionaggio </B


            .



            Il militare, che rivela, nell'interesse di
            uno

            Stato estero, notizie concernenti la forza,
            la

            preparazione o la difesa militare dello
            Stato
            e

            che devono rimanere segrete, è punito con la
            pena

            di morte con

            degradazione".



            Si può leggere qui, sul sito del ministero
            della

            difesa:




            http://www.difesa.it/GiustiziaMilitare/Legislazion

            Non mi sembri aggiornato sulla materia:

            LEGGE COSTITUZIONALE 2 ottobre 2007, n.1
            Modifica all'articolo 27 della Costituzione,
            concernente l'abolizione della pena di
            morte.

            "Al quarto comma dell'articolo 27 della
            Costituzione le
            parole:
            «, se non nei casi previsti dalle leggi
            militari di guerra»
            sono
            soppresse."

            http://www.infoleges.it/Service1/scheda.aspx?id=14

            --
            LucaIo ho copiaincollato il testo da un sito istituzionale, il sito del Ministero della difesa. Avrai notato che ho messo il link. Se vuoi muovere una critica, muovila a loro. :-)
Chiudi i commenti