Facebook, minori cambiamenti per gli acquisti dei minori

Per chiudere il contenzioso con le famiglie di giovani spendaccioni non autorizzati, il social network accetta di aggiustare le proprie policy e di semplificare le procedure di risarcimento

Roma – Più trasparenza sulle pratiche di acquisto e sulle modalità rimborso per i genitori che chiedano risarcimenti per gli incauti acquisti da parte dei minori: con questi impegni volge al termine una class action con la quale delle famiglie statunitensi rivendicavano da Facebook un cambiamento alle proprie policy, modifica che da principio il social network non riteneva necessaria, scaricando invece sui genitori la responsabilità di vigilare sulle transazioni.

Era il 2012 quando una madre muoveva contro Menlo Park per contestare la facilità con cui il figlio aveva sperperato centinaia di dollari in acquisti nel contesto del social game “Ninja Saga”, dopo una prima autorizzazione a spendere 20 dollari, e per denunciare la complessità delle procedure per accedere alle richieste di rimborso. Alla sua rivendicazione si univa poi quella di un’altra famiglia, il cui pargolo aveva dissipato oltre mille dollari in acquisti non autorizzati. Il social network, nel ripercorrere l’evolvere della propria piattaforma dedicata alle transazioni, passata dal sistema dei Credits al servizio Pagamenti, ammetteva la possibilità di ottenere dei rimborsi sulla base delle leggi statunitensi, che riconoscono l’invalidità dei contratti stipulati da minori non pienamente consapevoli. Al tempo stesso però, Facebook sosteneva l’inammissibilità di una class action, in quanto le situazioni si sarebbero dovute valutare caso per caso.

Il giudice incaricato di valutare le ragioni delle parti, in accordo con Facebook, aveva dichiarato inopportuno prevedere un fondo comune per rimborsare senza distinguo le famiglie vittime dei piccoli dalle mani bucate, ma aveva autorizzato lo status di class action.

Senza la nacessità di negoziare sull’entità del rimborso, l’accordo è stato pressoché immediato: al pari di Google e Apple , che in passato hanno adeguato i propri meccanismi di acquisti in-app per scongiurare le transazioni impreviste, Menlo Park ha accettato di aggiustare le proprie procedure di acquisto per raccomandare con più insistenza ai minori di ottenere il consenso dei genitori. A cambiare saranno anche le condizioni d’uso, che ammetteranno esplicitamente lo storno delle transazioni ai sensi della legge, e il sistema di gestione dei risarcimenti, che sarà reso più trasparente.

L’accordo, attenendosi a quanto prescritto in precedenza, probabilmente verrà approvato dal giudice. E accontenterà i genitori, che potranno presto ottenere quanto richiesto e potranno confrontarsi individualmente con Facebook per avanzare eventuali domande di risarcimento.
Resta nelle mani della giustizia il destino del conto presentato dai legali che hanno portato avanti la class action: per il servizio reso chiedono 1,25 milioni di dollari.

Gaia Bottà

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Osvy scrive:
    Molti commenti con parecchia confusione.
    ... giuridica. Provo a scrivere come la vedo io, non da fazioso di parte (come pure in questo caso sono, perché al Gracis va tutta la mia simpatia), ma valutando le cose tecnicamente: OVVIAMENTE SULLA BASE DI QUELLO CHE LEGGO NELL'ARTICOLO, perché non ho letto e non leggerò mai le carte del proXXXXX...1) ci sono state nel settore delle sentenze davvero discutibili. Quindi, concordo con chi qui polemizza con i giudici. Certo, io potrei eccepire che andrebbe visto se la sentenza stramba è il frutto di una errata interpretazione della materia da parte del giudice, o il frutto di una corretta interpretazione del giudice di una legislazione errata, non aggiornata, spesso contradditoria... perché nell'ambito della mia esperienza lavorativa, la cosa dove batto spesso il muso è la seconda ipotesi... il legislatore scrive male, scrive sbagliato.Però, nel caso specifico, per quel che leggo nell'articolo, non mi pare si possa dire che il giudice abbia preso una cantonata. Forse nemmeno qualora le norme fossero "aggiornate" tenendo conto delle specificità del mezzo web. A quel che leggo, il giudice non ha condannato Gracis per diffamazione, ma per il "ritardo" nella rimozione del post. EBASTA.2) ho scritto che il commento era "chiaramente" diffamatorio e lo confermo: quell'affermazione è chiaramente diffamatoria (o al limite ingiuriosa, non sto a spaccare il capello), nei confronti di chiunque fosse rivolta, fosse stato anche Padre Pio o Beppe Grillo. A meno che non ci fosse stata una sentenza definitiva che la confermasse. Uno non può dare del mafioso a chiunque: lo può dare a Riina, a Provenzano o ai suoi compari. Forse i parlamentari, nell'esercizio delle loro funzioni, possono dire anche quelle cose. Forse i giornalisti nell'esercizio del diritto di cronaca.Come ovvio, la diffamazione non l'ha fatta il Gracis, ma chi ha scritto il post. Ed infatti non mi pare risulti che il Gracis sia stato condannato per diffamazione.3) un cenno alla questione che ho scritto sulla responsabilità di chi retwitta un tweet diffamatorio (il concetto più chiaro sarebbe quello del nostro proverbio "è ladro tanto chi ruba quanto chi tiene il sacco"): nella fretta non l'ho scritto, ma mi pareva fosse implicito: come ovvio, un retweet diffama in quanto approvi il testo che retwitta... se uno si limita a retwittare, magari qualcosa rischia, di sicuro non rischia se uno scrive "guarda questo XXXXXXXXXX cosa ha scritto", sicuramente rischia se scrive "concordo con questo tweet"... se ricordo bene, c'è gente già condannata per un "MiPiace" FB su contenuti giudicati diffamatori. E credo sia giusto così, altrimenti è il far-west. Poi, se la diffamazione debba essere depenalizzata e lasciata solo come sanzione amministrativa, è un altro discorso.4) e per ultimo. La mia simpatia per Paniz si presterebbe ad una delle gag di Crozza in cui Briatore cita le sue priorità... ma mi dispiace per chi ce l'ha con Paniz, ma la sentenza a suo favore è una garanzia non solo per i "potenti" come lui, ma per noi tutti!!!, persone comuni non dotate di forza persuasiva ed economica al suo pari, che un domani per un qualunque motivo potremmo trovarci alla gogna sul web. E' necessario che si sappia che anche sul web vigono regole e non possa venire lesa impunemente la dignità delle persone.Giusto oggi c'è una notizia che forse non è molto diffusa: un tizio che era stato accusato di essere "un falso cieco" è stato assolto. Tempo fa, il Penati (l'ex sindaco del PD di Sesto, quello del "sistema corruttivo Sesto"), dopo 5 anni di gogna, è stato assolto, perché il fatto non sussiste. Bisogna stare attenti quando si maneggia la vita delle persone.A tale proposito, è inevitabile che chi gestisce un forum/blog con commenti, sappia che avrà (ha) l'onere di perdere del tempo a leggere/censurare/rimuovere dei commenti (a proposito: non è necessario che il commento sia "chiaramente" diffamatorio, perché chiunque di noi qui su PI sa benissimo che i commenti sono soggetti all'insindacabile giudizio del gestore, e a chi non gli sta bene, può andare a postare altrove. Per rimuovere un post, il gestore non ha bisogno di attribuirgli una sicura patente di diffamazione. Se poi rimuovesse troppi post senza motivo, la sanzione sarebbe che la gente se ne andrebbe altrove).Peraltro, esco dal tema per un commento. A mio parere il web è sempre meno un luogo di "libertà e civile discussione" e sempre più una trasposizione delle faide faziose di tifosi, dove ognuno invece che comprendere le posizioni altrui, si limita per lo più a trovare conferme alle sue (pur bizzarre, vedi i vari complottismi) tesi, formando schiere di pro e di contro, e ricorrendo spesso alla mera offesa anche personale. Non è un caso che il frequentatissimo sito de Il Fatto Quotidiano ha dovuto porre una limitazione al numero di post per commentatore (100 a settimana se ricordo bene), in quanto le discussioni erano interminabili ma soprattutto di scarsa qualità, limitandosi spesso a delle sterili bizzette ed offese. In questo, abbiamo tutti noi delle responsabilità. Saluti
  • Aurelio Fittipaldi scrive:
    Registrar e denuncia
    Da quello che mi sembra di capire, c'erano trascorsi tra Paniz e i siti "incriminati" (tra cui Vajont.info) già prima di quest'evento, quindi l'attenzione a un commento che altrimenti sarebbe passato inosservato e la relativa denuncia probabilmente sono spiegabili all'interno di una vicenda con dissapori pregressi.Detto questo, mi chiedo cosa sarebbe sucXXXXX se anziché di nuovocadore.it si fosse trattato di nuovocadore.ru, magari registrato a nome di Giulio Cesare, residente in via dei Gulag a Mosca (cambiate pure i dati con un registrar di un paese poco accondiscendente alle rogatorie, a vs. piacere)... ho come il dubbio che le indagini non avrebbero portato mai a un proXXXXX, ma potrei sbagliarmi.
    • Osvy scrive:
      Re: Registrar e denuncia
      - Scritto da: Aurelio Fittipaldi
      Da quello che mi sembra di capire, c'erano
      trascorsi tra Paniz e i siti "incriminati" (tra
      cui Vajont.info) già prima di quest'evento,
      quindi l'attenzione a un commento che altrimenti
      sarebbe passato inosservato e la relativa
      denuncia probabilmente sono spiegabili
      all'interno di una vicenda con dissapori
      pregressi.Sicuramente.
      Detto questo, mi chiedo cosa sarebbe sucXXXXX se
      anziché di nuovocadore.it si fosse trattato di
      nuovocadore.ru, magari registrato a nome di
      Giulio Cesare, residente in via dei Gulag a Mosca
      (cambiate pure i dati con un registrar di un
      paese poco accondiscendente alle rogatorie, a vs.
      piacere)... ho come il dubbio che le indagini non
      avrebbero portato mai a un proXXXXX, ma potrei
      sbagliarmi.Concordo, ma attenzione che le cose cambiano, ed il legittimo controllo o la se vuoi eccessiva censura, guadagnano spazio. Il sistema è in evoluzione, e tende a globalizzarsi.Per esempio, conosci la vicenda delle citazioni per multe non pagate provenienti dalla Croazia? Ho avuto modo di vedere in tv a MiManda Rai3 e devo dire la verità: probabilmente i media hanno "esagerato" sul numero delle multe sbagliate. Resta il fatto che quelle ingiunzioni sono valide, perché la Croazia fa parte del sistema "giudiziario" europeo e le sue norme sono riconosciute: le ingiunzioni sono quindi (in astratto, poi ci possono essere cavilli) valide, anche se provengono da Notai, che in Croazia hanno anche funzioni giudiziarie assimilabili ad un nostro Tribunale. E la ingiunzione va contestata "là" con le norme loro.E' il progresso e l'unione europea, bellezza
  • xcaso scrive:
    Casello digitale
    Quindi possiamo attenderci condanne ai gestori di autostrade, perché hanno permesso la circolazione di automobili in contromano?Spero che gli onorevoli Giudici sappiano la differenza tra siti, blog, forum e sms!
    • Osvy scrive:
      Re: Casello digitale
      - Scritto da: xcaso
      Quindi possiamo attenderci condanne ai gestori di
      autostrade,
      perché hanno permesso la circolazione di
      automobili in contromano?se una volta avvisati del problema, non avvisano la polizia, non predispongono altre misure eventuali (es.: blocco degli ingressi ai caselli) ecc., si...
      Spero che gli onorevoli Giudici sappiano la
      differenza tra siti, blog, forum e sms!il problema è (anche) che sono gli utenti che spesso credono che il web sia cosa diversa dalla realtà...
      • panda rossa scrive:
        Re: Casello digitale
        - Scritto da: Osvy
        - Scritto da: xcaso

        Quindi possiamo attenderci condanne ai
        gestori
        di

        autostrade,

        perché hanno permesso la circolazione di

        automobili in contromano?

        se una volta avvisati del problema, non avvisano
        la polizia, non predispongono altre misure
        eventuali (es.: blocco degli ingressi ai caselli)
        ecc.,
        si...


        Spero che gli onorevoli Giudici sappiano la

        differenza tra siti, blog, forum e sms!

        il problema è (anche) che sono gli utenti che
        spesso credono che il web sia cosa diversa dalla
        realtà...Gia'.Nella realta' nessuno fa denunce via mail.
  • Labotte scrive:
    ..è piena
    Dovreste rigraziare, invece di scrivere corbellerie!Grazie a Paniz possiamo vedere come funziona il sistema giudiziario, basato su leggi che la casta fa per tutelarsi alla faccia del popolino.Poi arriva il giudice e giudica.Non si può prendersela con lui, è solo un ingranaggio con mantello e cappellino ridicoli, che esprime la volontà dei lupi, fatta eseguire con la forza da pecore rinnegate armate di pistola.
  • osvyz scrive:
    QUEL .ZZO DI TRAILER DI JOY
    COME posso fare a leggere la notizia su pc uscendo dal trailer di Joy?????SIete sempre più insopportabilmente invasivi, occhio perché finisce che ci stanchiamo...
    • panda rossa scrive:
      Re: QUEL .ZZO DI TRAILER DI JOY
      - Scritto da: osvyz
      COME posso fare a leggere la notizia su pc
      uscendo dal trailer di
      Joy?????
      SIete sempre più insopportabilmente invasivi,
      occhio perché finisce che ci
      stanchiamo...Traduzione: "Buongiorno. Io sono un analfabeta digitale, senza alcuna competenza tecnica. Non sono capace di configurarmi un client, eppure ho la presunzione di voler leggere un forum di un sito di informatica invece di guardare video XXXXX o cliccare like alle foto dei gattini su fessbuk, come fanno tutti gli altri che hanno cultura informatica equivalente alla mia."
    • nome e cognome scrive:
      Re: QUEL .ZZO DI TRAILER DI JOY
      - Scritto da: osvyz
      COME posso fare a leggere la notizia su
      pc uscendo dal trailer di Joy?????
      SIete sempre più insopportabilmente
      invasivi, occhio perché finisce che
      ci stanchiamo...Raga raga !!!!Ne abbiamo beccato uno che non usa AdBlock !!!(rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl)
      • Andy Copernico scrive:
        Re: QUEL .ZZO DI TRAILER DI JOY
        Ti ricordo che, se tutti usassero AdBlock, PI sarebbe fallito da un pezzo e quelli come te non potrebbero più venir qui ad offendere chi chiede informazioni.
        • Passante scrive:
          Re: QUEL .ZZO DI TRAILER DI JOY
          - Scritto da: Andy Copernico
          Ti ricordo che, se tutti usassero AdBlock, PI
          sarebbe fallito da un pezzo e quelli come te non
          potrebbero più venir qui ad offendere chi chiede
          informazioni.Pazienza, pensi che questo sia l'unico posto in cui si può venire ad offendere ?E' una questione di qualità: questo forum ha il bassissimo livello che merita, così come l'ecXXXXX di pubblicità fa si che le persone usino AdBlock.
        • adsuck scrive:
          Re: QUEL .ZZO DI TRAILER DI JOY
          - Scritto da: Andy Copernico
          Ti ricordo che, se tutti usassero AdBlock, PI
          sarebbe fallito da un pezzo e quelli come te non
          potrebbero più venir qui ad offendere chi chiede
          informazioni.mavXXXXXXXXXX va
  • Maurizio Panzi scrive:
    Una faccia pulita!
    Inaccettabbile che questo sito parla male di quest'onorevole, è sicuroamento uno con una faccia pulita lo si capische anche dal partito di apartenenza!
  • sofolco scrive:
    malattia pubblica
    C'è da rimanere schifati.Sono cose come queste a far sì che la gente si disilluda sempre di più sulla cosa pubblica.E' una sequenza infinita di errori su errori, di furbate su furbate, di inefficienza su inefficienza.La cosa pubblica è un cancro che avvelena i cittadini.E' sempre stato così, ma ora questa consapevolezza sta diventando più globale.Anche le pecore sognano.
  • stanco scrive:
    moderatori! Moderatevi
    A tamburrì già i tuoi articoli fanno schifo se poi censuri i commenti leciti va a finire che resti solo tu a leggere.Uno schifo.
  • ... scrive:
    fatemi capire bene...
    quindi se io dico "penso che Paniz sia un emerito XXXXXXX", condannano PI?Ok, occhio che arriva, eh?PENSO CHE PANIZ SIA UN EMERITO XXXXXXX!!!
  • Vindicator scrive:
    E quando Berlusconi defini coXXioni?
    Come mai quando Berlusconi definì (cito testualmente) coXXioni gl'italiani che non votavano per lui dov'erano i giudici?https://youtu.be/dtdJOajB668Due pesi e due misure.
  • and justice for all scrive:
    lo sparasentenze
    Un grillino al posto di un esponente di FI: sentenza al contrario e risarcimento per il diffamante :P W l' itaGlia.
  • omino ingiurioso e diffamator e scrive:
    ecco come funziona
    Il nostro caro bel paese dei balocchi ha delle belle leggine che permettono questo e perfino di peggio (è diffamazione anche se retwitti un tweet diffamatorio fatto da altri).Ascoltatevi l'ultimo podcast di 2024 (del sole24ore), c'è un avvocato che spiega tutto.Spiega anche che in pratica il più delle volte non si rischia nulla perché le vie della giustizia sono troppo lente ed ingolfate ed è difficile arrivare in tribunale.Ovviamente tranne che per 'alcuni' che sono 'più uguali' degli altri, e per cui le cose si muovono più in fretta!Ecchediamine, le persone importanti sono importanti!Comunque si spiega anche molto bene la differenza tra diffamazione e ingiuria.Diffamazione necessità dell'assenza del diffamato e delle presenza di due o più persone a cui viene comunicata la diffamazione.Quindi -se scrivo un'email a Caio dicendo che tizio è fesso integrale, non lo diffamo perché Caio è uno solo.-se rispondo a qualcuno del forum dicendo che è un fesso integrale, non è diffamazione in quanto lui è presente.In tali casi si configura però l'ingiuria che, in certi casi (al solito tutto un blablabla per cui ci è 'meno uguale' otterrà comunque il vostro scalpo), è depenalizzata.Nel caso sia depenalizzata e nel caso in cui l'ingiurioso non si firmi col proprio nome, non è possibile fare nulla perché mettere in movimento le indagini per scoprire chi è tramite l'IP, è previsto solo per i reati. Va quindi fatta segnalazione contro ignoti che ovviamente non muoverà nulla.Comunque bel paese dei balocchi il nostro
    • ... scrive:
      Re: ecco come funziona
      - Scritto da: omino ingiurioso e diffamator e
      Il nostro caro bel paese dei balocchi ha delle
      belle leggine che permettono questo e perfino di
      peggio (è diffamazione anche se retwitti un tweet
      diffamatorio fatto da
      altri).

      Ascoltatevi l'ultimo podcast di 2024 (del
      sole24ore), c'è un avvocato che spiega
      tutto.

      Spiega anche che in pratica il più delle volte
      non si rischia nulla perché le vie della
      giustizia sono troppo lente ed ingolfate ed è
      difficile arrivare in
      tribunale.
      Ovviamente tranne che per 'alcuni' che sono 'più
      uguali' degli altri, e per cui le cose si muovono
      più in
      fretta!
      Ecchediamine, le persone importanti sono
      importanti!

      Comunque si spiega anche molto bene la differenza
      tra diffamazione e
      ingiuria.
      Diffamazione necessità dell'assenza del diffamato
      e delle presenza di due o più persone a cui viene
      comunicata la
      diffamazione.

      Quindi
      -se scrivo un'email a Caio dicendo che tizio è
      fesso integrale, non lo diffamo perché Caio è uno
      solo.

      -se rispondo a qualcuno del forum dicendo che è
      un fesso integrale, non è diffamazione in quanto
      lui è
      presente.

      In tali casi si configura però l'ingiuria che, in
      certi casi (al solito tutto un blablabla per cui
      ci è 'meno uguale' otterrà comunque il vostro
      scalpo), è
      depenalizzata.

      Nel caso sia depenalizzata e nel caso in cui
      l'ingiurioso non si firmi col proprio nome, non è
      possibile fare nulla perché mettere in movimento
      le indagini per scoprire chi è tramite l'IP, è
      previsto solo per i reati. Va quindi fatta
      segnalazione contro ignoti che ovviamente non
      muoverà
      nulla.

      Comunque bel paese dei balocchi il nostro[yt]kMLO5Bq6dpM[/yt]
      • omino ingiurioso e diffamator e scrive:
        Re: ecco come funziona
        come la maggior parte qui, non ho flash
        • ... scrive:
          Re: ecco come funziona
          - Scritto da: omino ingiurioso e diffamator e
          come la maggior parte qui, non ho flash[yt]kMLO5Bq6dpM[/yt]
          • omino senza flash scrive:
            Re: ecco come funziona
            come la maggior parte qui, non ho flash, prendine atto.
          • omino html5 scrive:
            Re: ecco come funziona
            E vai di html5 su un browser secondario... ma anche no.
          • Omino che non clicca scrive:
            Re: ecco come funziona
            - Scritto da: omino html5
            E vai di html5 su un browser secondario... ma
            anche
            no.E a cosa servirebbe HTML5 se il codice embedded di PI per youtube usa flash?Ci si aspetta che clicco su un non so che cosa privo di un qualsiasi titolo, commento ed anteprima per vederlo su youtube? LOL
    • ... scrive:
      Re: ecco come funziona
      - Scritto da: omino ingiurioso e diffamator e
      Il nostro caro bel paese dei balocchi ha delle
      belle leggine che permettono questo e perfino di
      peggio (è diffamazione anche se retwitti un tweet
      diffamatorio fatto da
      altri).

      Ascoltatevi l'ultimo podcast di 2024 (del
      sole24ore), c'è un avvocato che spiega
      tutto.

      Spiega anche che in pratica il più delle volte
      non si rischia nulla perché le vie della
      giustizia sono troppo lente ed ingolfate ed è
      difficile arrivare in
      tribunale.
      Ovviamente tranne che per 'alcuni' che sono 'più
      uguali' degli altri, e per cui le cose si muovono
      più in
      fretta!
      Ecchediamine, le persone importanti sono
      importanti!

      Comunque si spiega anche molto bene la differenza
      tra diffamazione e
      ingiuria.
      Diffamazione necessità dell'assenza del diffamato
      e delle presenza di due o più persone a cui viene
      comunicata la
      diffamazione.

      Quindi
      -se scrivo un'email a Caio dicendo che tizio è
      fesso integrale, non lo diffamo perché Caio è uno
      solo.

      -se rispondo a qualcuno del forum dicendo che è
      un fesso integrale, non è diffamazione in quanto
      lui è
      presente.

      In tali casi si configura però l'ingiuria che, in
      certi casi (al solito tutto un blablabla per cui
      ci è 'meno uguale' otterrà comunque il vostro
      scalpo), è
      depenalizzata.

      Nel caso sia depenalizzata e nel caso in cui
      l'ingiurioso non si firmi col proprio nome, non è
      possibile fare nulla perché mettere in movimento
      le indagini per scoprire chi è tramite l'IP, è
      previsto solo per i reati. Va quindi fatta
      segnalazione contro ignoti che ovviamente non
      muoverà
      nulla.

      Comunque bel paese dei balocchi il nostro[yt]kMLO5Bq6dpM[/yt]
    • Super Ricchissim o scrive:
      Re: ecco come funziona
      Cittadini diffamate!
      • Don Amato Diff scrive:
        Re: ecco come funziona
        In verità vi dico, io vi diffamo[img]http://thumbs.dreamstime.com/t/priest-giving-blessing-young-christian-38593434.jpg[/img]
        • ricchissimo paonazzo scrive:
          Re: ecco come funziona
          - Scritto da: Don Amato Diff
          In verità vi dico, io vi diffamo

          [img]http://thumbs.dreamstime.com/t/priest-giving-omino della diffamazione (rotfl)
          • Pianeta eculubro diffamente scrive:
            Re: ecco come funziona
            - Scritto da: ricchissimo paonazzo
            - Scritto da: Don Amato Diff

            In verità vi dico, io vi diffamo




            [img]http://thumbs.dreamstime.com/t/priest-giving-

            omino della diffamazione (rotfl)los diffamos
          • ... scrive:
            Re: ecco come funziona
            - Scritto da: Pianeta eculubro diffamente
            - Scritto da: ricchissimo paonazzo

            - Scritto da: Don Amato Diff


            In verità vi dico, io vi diffamo








            [img]http://thumbs.dreamstime.com/t/priest-giving-



            omino della diffamazione (rotfl)

            los diffamos[yt]Ba-kXbMLlZQ[/yt]
    • Osvy scrive:
      Re: ecco come funziona
      - Scritto da: omino ingiurioso e diffamator e
      (è diffamazione anche se retwitti un tweet
      diffamatorio fatto da altri).beh, mi pare ovvio. Se uno tira una coltellata, anche la seconda e la terza sono coltellate... fin quando esiste il reato, è colpevole chi lo scrive e chi lo ripete a pappagallo...Altrimenti sarebbe facile: il primo tizio diffama e può essere condannato, quelli dopo diffamano allo stesso modo ma non sono responsabili... ti pare logico?
      • panda rossa scrive:
        Re: ecco come funziona
        - Scritto da: Osvy
        - Scritto da: omino ingiurioso e diffamator e

        (è diffamazione anche se retwitti un tweet

        diffamatorio fatto da altri).

        beh, mi pare ovvio. Se uno tira una coltellata,
        anche la seconda e la terza sono coltellate...
        fin quando esiste il reato, è colpevole chi lo
        scrive e chi lo ripete a
        pappagallo...
        Altrimenti sarebbe facile: il primo tizio diffama
        e può essere condannato, quelli dopo diffamano
        allo stesso modo ma non sono responsabili... ti
        pare
        logico?Pero' qui non parliamo di coltellata, ed esiste un diritto di cronaca che consente di descrivere quanto e' sucXXXXX, ed anche di riportare tra virgolette il testo incriminato.Oppure la diffamazione adesso ha pure il potere di censurare la cronaca giudiziaria e di non rendere pubbliche le prove di un dibattimento processuale?
    • Osvy scrive:
      Re: ecco come funziona
      - Scritto da: omino ingiurioso e diffamator e
      (è diffamazione anche se retwitti un tweet
      diffamatorio fatto da altri).diciamo che si chiama "principio di responsabilità", per cui quando scrivi, twitti, retwitti, o posti come un XXXXXXXXXX il video del pestaggio di un down o la violenza ad una ragazzina, beh, dovevi controllare e pensarci prima.. il web non è il far-west
      • panda rossa scrive:
        Re: ecco come funziona
        - Scritto da: Osvy
        - Scritto da: omino ingiurioso e diffamator e

        (è diffamazione anche se retwitti un tweet

        diffamatorio fatto da altri).

        diciamo che si chiama "principio di
        responsabilità", per cui quando scrivi, twitti,
        retwitti, o posti come un XXXXXXXXXX il video del
        pestaggio di un down o la violenza ad una
        ragazzina, beh, dovevi controllare e pensarci
        prima.. il web non è il
        far-westNo, il far west e' questa tendenza alla condanna facile del primo che capita a tiro.Se io retwitto il link al messaggio originale non c'e' nessun reato.Il reato, se c'e', e' nel messaggio originale.Se la luna e' reato, non si puo' e non si deve condannare anche il dito che la indica.
        • Osvy scrive:
          Re: ecco come funziona
          - Scritto da: panda rossa
          - Scritto da: Osvy

          - Scritto da: omino ingiurioso e diffamator e


          (è diffamazione anche se retwitti un
          tweet


          diffamatorio fatto da altri).



          diciamo che si chiama "principio di

          responsabilità", per cui quando scrivi,
          twitti,

          retwitti, o posti come un XXXXXXXXXX il
          video
          del

          pestaggio di un down o la violenza ad una

          ragazzina, beh, dovevi controllare e pensarci

          prima.. il web non è il

          far-west

          No, il far west e' questa tendenza alla condanna
          facile del primo che capita a
          tiro.

          Se io retwitto il link al messaggio originale non
          c'e' nessun
          reato.
          Il reato, se c'e', e' nel messaggio originale.
          Se la luna e' reato, non si puo' e non si deve
          condannare anche il dito che la indica.Secondo me sei compulsivamente incapace di non avere l'ultims parola, vero? Ma io ormai ti conosco e ti lascio arrampicare...
  • Giuseppe Rossi scrive:
    La nostra solidarietà
    Quanto all'immagine del soggetto sarà la gente gente a giudicare se il commento fosse o no offensivo.
  • rico scrive:
    Contraddizione
    "Qui casca l'asino", anzi il giudice: se la diffamazione si applica alla carta stampata e non ad internet, perchè mai Gracis avrebbe dovuto togliere (anzi, far togliere subito) il commento?
    • rudy scrive:
      Re: Contraddizione
      diffamazione NON a mezzo stampa e' un reato diverso da quello a mezzo stampa.
      • panda rossa scrive:
        Re: Contraddizione
        - Scritto da: rudy
        diffamazione NON a mezzo stampa e' un reato
        diverso da quello a mezzo
        stampa.Diffamazione NON a messo stampa e' un reato a responsabilita' personale, non delegabile ad intermediari.Se io ti diffamo in autostrada mostrandoti il dito medio mentre ti sorpasso, prova ad andare a sporgere denuncia contro la societa' autostrade e poi sappimi dire quanto e' durata la risata che ti hanno fatto in faccia!
        • Nome e cognome scrive:
          Re: Contraddizione
          Si ma qualcuno dovrá pure rispondere quando viene commesso un reato o no?
          • Passante scrive:
            Re: Contraddizione
            - Scritto da: Nome e cognome
            Si ma qualcuno dovrá pure rispondere quando
            viene commesso un reato o no? " E' colpa della società ! "
          • Nome e cognome scrive:
            Re: Contraddizione
            Un classico...
          • ehm scrive:
            Re: Contraddizione
            - Scritto da: Nome e cognome
            Si ma qualcuno dovrá pure rispondere quando viene
            commesso un reato o no?Certo, la responsabilità è personale. Ne risponde quindi il diretto responsabile. Nessun'altro.Esempio: Un anonimo ti diffama su internet? Fai la tua bella denuncia contro ignoti, sperando che il colpevole venga rintracciato e perseguito a norma di legge.Chiaro ora?
          • Izio01 scrive:
            Re: Contraddizione
            - Scritto da: ehm
            - Scritto da: Nome e cognome


            Si ma qualcuno dovrá pure rispondere quando
            viene

            commesso un reato o no?

            Certo, la responsabilità è personale. Ne risponde
            quindi il diretto responsabile.
            Nessun'altro.
            Leggendo questo articolo, invece, mi pare di capire che le cose non vadano così. Altrimenti perché la condanna?
            Esempio: Un anonimo ti diffama su internet? Fai
            la tua bella denuncia contro ignoti, sperando che
            il colpevole venga rintracciato e perseguito a
            norma di legge.

            Chiaro ora?Il giudice la pensa diversamente da te, a quanto pare.
          • ehm scrive:
            Re: Contraddizione
            - Scritto da: Izio01
            Il giudice la pensa diversamente da te, a quanto
            pare.Che scoperta! E magari un altro giudice la pensa esattamente come me.I giudici esistono proprio per quello, interpretare la legge e giudicare di conseguenza. Mica sono macchinette sputa-sentenze.Tutto sta nell'avere fortuna e beccare il giudice che ti da ragione.
          • Izio01 scrive:
            Re: Contraddizione
            - Scritto da: ehm
            - Scritto da: Izio01


            Il giudice la pensa diversamente da te, a quanto

            pare.

            Che scoperta! E magari un altro giudice la pensa
            esattamente come me.
            I giudici esistono proprio per quello,
            interpretare la legge e giudicare di conseguenza.
            Mica sono macchinette sputa-sentenze.

            Tutto sta nell'avere fortuna e beccare il giudice
            che ti da ragione.Esattamente. Il che mi pare una cosa molto triste, indipendentemente da questa specifica vicenda.La mia obiezione a te è solo che sembravi presentare come fatto compiuto la tua interpretazione della legge (che a me personalmente potrebbe anche andare bene, ma io non sono un giudice), mentre al momento la sentenza ti dà torto.
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: Contraddizione
            - Scritto da: Izio01
            - Scritto da: ehm

            - Scritto da: Nome e cognome




            Si ma qualcuno dovrá pure
            rispondere
            quando

            viene


            commesso un reato o no?



            Certo, la responsabilità è personale. Ne
            risponde

            quindi il diretto responsabile.

            Nessun'altro.



            Leggendo questo articolo, invece, mi pare di
            capire che le cose non vadano così. Altrimenti
            perché la
            condanna?Perché chi l'ha fatta non ha applicato la legge come avrebbe invece dovuto fare: forse ha avuto un'amnesia o una dimenticanza, perché se fosse stato semplicemente un ignorante non poteva laurearsi legalmente in giurisprudenza e l'unico modo per ottenere il posto sarebbe stato comprando il titolo di studio e corrompendo i giudici del concorso pubblico. Sicuramente non è stato questo il caso, altrimenti questo messaggio non avrebbe avuto tutti questi concetti ipotetici e potrebbe finire condannato da lui stesso.
          • omino diffusore scrive:
            Re: Contraddizione
            - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
            Perché chi l'ha fatta non ha applicato la legge
            come avrebbe invece dovuto fare.Purtroppo la legge punisce anche chi <b
            diffonde </b
            (ovviamente al solito poste/isp e via dicendo sono immuni).Fare un retweet oppure ospitare un messaggio (anche per due secondi) è diffusione*In pratica la legge italiana obbligherebbe qualunque sito a pre-moderare ogni messaggio prima di pubblicarlo.Questo è quanto.*a logica anche twitter e facebook sono responsabili per le diffamazioni degli utenti, lol dai, è una buona cosa alle fine (rotfl)
          • Osvy scrive:
            Re: Contraddizione
            - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
            Perché chi l'ha fatta non ha applicato la legge
            come avrebbe invece dovuto fareUna volta tanto non concordo con quello che scrivi. Hai letto bene l'articolo? La motivazione è questa:"Da questo il giudice deduce che "nel periodo dal 4 giugno al 14 giugno 2011 l'odierno imputato ha consentito la pubblicazione sul forum aperto sul sito web di sua proprietà di un commento della cui esistenza e portata diffamatoria era stato reso puntualmente reso edotto con conseguente accettazione, decidendo di posticipare al suo rientro qualsiasi intervento "anche se oggettivamente possibile nell'immediatezza"."Per te non credo sia necessario, ma traduco per gli altri: il giudice ha riconosciuto che il Gracis (cui va la mia solidarietà) non era responsabile del contenuto, ma lo ha ritenuto responsabile del ritardo nel rimuovere il post. Punto. Occorre anche precisare che il fatto che la richiesta fosse stata fatta con una e-mail "normale", non conta in quanto nel procedimento (a quel che si comprende) il Gracis ha riconosciuto che aveva letto quella e-mail ed aveva deciso di posticipare la rimozione al ritorno in Italia. Se invece avesse eccepito di non avere letto quella e-mail, allora le conclusioni potevano essere diverse.Con tutta la mia simpatia per i gestori dei forum. Saluti
          • panda rossa scrive:
            Re: Contraddizione
            - Scritto da: Osvy
            - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato

            Perché chi l'ha fatta non ha applicato la legge

            come avrebbe invece dovuto fare

            Una volta tanto non concordo con quello che
            scrivi. Hai letto bene l'articolo? La motivazione
            è
            questa:

            "Da questo il giudice deduce che "nel periodo dal
            4 giugno al 14 giugno 2011 l'odierno imputato ha
            consentito la pubblicazione sul forum aperto sul
            sito web di sua proprietà di un commento della
            cui esistenza e portata diffamatoria era stato
            reso puntualmente reso edotto con conseguente
            accettazione, decidendo di posticipare al suo
            rientro qualsiasi intervento "anche se
            oggettivamente possibile
            nell'immediatezza"."

            Per te non credo sia necessario, ma traduco per
            gli altri: il giudice ha riconosciuto che il
            Gracis (cui va la mia solidarietà) non era
            responsabile del contenuto, ma lo ha ritenuto
            responsabile del ritardo nel rimuovere il post.
            Punto. Occorre anche precisare che il fatto che
            la richiesta fosse stata fatta con una e-mail
            "normale", non conta in quanto nel procedimento
            (a quel che si comprende) il Gracis ha
            riconosciuto che aveva letto quella e-mail ed
            aveva deciso di posticipare la rimozione al
            ritorno in Italia. Se invece avesse eccepito di
            non avere letto quella e-mail, allora le
            conclusioni potevano essere
            diverse.
            Con tutta la mia simpatia per i gestori dei
            forum.
            SalutiPrendiamo per buono quello che tu hai detto.Se le cose sono avvenute proprio come tu hai detto e questo comportamento e' stato condannato, e' evidente che siamo di fronte ad una deriva assolutista senza precedenti.Un individuo terzo (l'avvocato), invia una richiesta con un mezzo che rasenta l'anonimato (la mail) invece di utilizzare un qualunque altro canale che renda meglio identificabile il mittente.E con questa mail effettua una richiesta di una certa gravita'.Il minimo che il gestore del sito deve fare e':1) sincerarsi che il mittente della richiesta sia effettivamente colui che dice di essere.2) verificare che la richiesta non sia campata in aria ma abbia un minimo di fondamento.Se i punti 1 e 2 non venissero rispettati, CHIUNQUE potrebbe inviare una mail anonima a qualunque sito, PRETENDENDO la rimozione di contenuti scomodi.
          • Osvy scrive:
            Re: Contraddizione
            - Scritto da: panda rossa
            Un individuo terzo (l'avvocato), invia una
            richiesta con un mezzo che rasenta l'anonimato
            (la mail) invece di utilizzare un qualunque altro
            canale che renda meglio identificabile il
            mittente.
            E con questa mail effettua una richiesta di una
            certa gravita'.

            Il minimo che il gestore del sito deve fare e':
            1) sincerarsi che il mittente della richiesta sia
            effettivamente colui che dice di essere.
            2) verificare che la richiesta non sia campata in
            aria ma abbia un minimo di fondamento.E' chiaro che il fondamento l'aveva, il testo è chiaro...Riguardo il resto. La legge ammette la buonafede. Prendo una materia che conosco bene: se vuoi sapere chi è un Amministratore, fai un Certificato del Registro Imprese: l'Amministratore è quello scritto lì, e puoi querelarlo. E' ok, a meno che non fossi a conoscenza che invece l'Amministratore è un altro. Ora non ho tempo di indicare il Codice Civile, ma sta così."Purtroppo" il Gracis nel procedimento, lealmente, ha riconosciuto la mail ed il resto
          • panda rossa scrive:
            Re: Contraddizione
            - Scritto da: Osvy
            - Scritto da: panda rossa


            Un individuo terzo (l'avvocato), invia una

            richiesta con un mezzo che rasenta
            l'anonimato

            (la mail) invece di utilizzare un qualunque
            altro

            canale che renda meglio identificabile il

            mittente.

            E con questa mail effettua una richiesta di
            una

            certa gravita'.



            Il minimo che il gestore del sito deve fare
            e':

            1) sincerarsi che il mittente della
            richiesta
            sia

            effettivamente colui che dice di essere.

            2) verificare che la richiesta non sia
            campata
            in

            aria ma abbia un minimo di fondamento.

            E' chiaro che il fondamento l'aveva, il testo è
            chiaro...Il testo sara' anche chiaro, ma che sia anche motivo di diffamazione non e' affatto evidente.Altrimenti io potrei unilateralmente considerare diffamante qualunque cosa tu scriva.
            Riguardo il resto. La legge ammette la buonafede.E perche' non e' stata applicata in questo caso?
            Prendo una materia che conosco bene: se vuoi
            sapere chi è un Amministratore, fai un
            Certificato del Registro Imprese:
            l'Amministratore è quello scritto lì, e puoi
            querelarlo. E' ok, a meno che non fossi a
            conoscenza che invece l'Amministratore è un
            altro. Ora non ho tempo di indicare il Codice
            Civile, ma sta
            così.
            "Purtroppo" il Gracis nel procedimento,
            lealmente, ha riconosciuto la mail ed il
            restoE allora facciamo in modo che questa storia insegni qualcosa.D'ora in avanti qualunque richiesta di rimozione che non viene presentata verbalmente e alla presenza di 4 testimoni maschi in grado di garantire l'identita' del facente richiesta, verra' usata come carta igienica, visto il trattamento che la giustizia italiana riserva alle persone collaborative.Bisogna far tesoro di quanto viene ricordato ad ogni arresto nei telefilm americani: "ogni cosa che dici potra' essere usata contro di te"
          • omino azzeccagar bugli scrive:
            Re: Contraddizione
            - Scritto da: Osvy
            Per te non credo sia necessario, ma traduco per
            gli altri: il giudice ha riconosciuto che il
            Gracis (cui va la mia solidarietà) non era
            responsabile del contenuto, ma lo ha ritenuto
            responsabile del ritardo nel rimuovere il post.
            Punto. Occorre anche precisare che il fatto che
            la richiesta fosse stata fatta con una e-mail
            "normale", non conta in quanto nel procedimento
            (a quel che si comprende) il Gracis ha
            riconosciuto che aveva letto quella e-mail ed
            aveva deciso di posticipare la rimozione al
            ritorno in Italia. Se invece avesse eccepito di
            non avere letto quella e-mail, allora le
            conclusioni potevano essere
            diverse."buongiorno signor Google, tutto il vostro contenuto è diffamante, fidatevi, lo dico io. Dovete oscurarlo completamente dal primo all'ultimo link. Vostro azzeccagarbugli"azzeccagarbugli@concorrenzadigoogle.com
          • Osvy scrive:
            Re: Contraddizione
            - Scritto da: omino azzeccagar bugli
            "buongiorno signor Google, tutto il vostro
            contenuto è diffamante, fidatevi, lo dico io.
            Dovete oscurarlo completamente dal primo
            all'ultimo link.

            Vostro azzeccagarbugli"

            azzeccagarbugli@concorrenzadigoogle.comInfatti, non a caso, Google ha degli strumenti dedicati e rimuove milioni di link, video di YouTube ecc. Come ovvio, la richiesta sopra è una sciocchezza... ;-)
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: Contraddizione
            - Scritto da: Osvy
            - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato

            Perché chi l'ha fatta non ha applicato la legge

            come avrebbe invece dovuto fare

            Una volta tanto non concordo con quello che
            scrivi. Hai letto bene l'articolo? La motivazione
            è
            questa:

            "Da questo il giudice deduce che "nel periodo dal
            4 giugno al 14 giugno 2011 l'odierno imputato ha
            consentito la pubblicazione sul forum aperto sul
            sito web di sua proprietà di un commento della
            cui esistenza e portata diffamatoria era stato
            reso puntualmente reso edotto con conseguente
            accettazione, decidendo di posticipare al suo
            rientro qualsiasi intervento "anche se
            oggettivamente possibile
            nell'immediatezza"."

            Per te non credo sia necessario, ma traduco per
            gli altri: il giudice ha riconosciuto che il
            Gracis (cui va la mia solidarietà) non era
            responsabile del contenuto, ma lo ha ritenuto
            responsabile del ritardo nel rimuovere il post.
            Punto. Occorre anche precisare che il fatto che
            la richiesta fosse stata fatta con una e-mail
            "normale", non conta in quanto nel procedimento
            (a quel che si comprende) il Gracis ha
            riconosciuto che aveva letto quella e-mail ed
            aveva deciso di posticipare la rimozione al
            ritorno in Italia. Se invece avesse eccepito di
            non avere letto quella e-mail, allora le
            conclusioni potevano essere
            diverse.
            Con tutta la mia simpatia per i gestori dei
            forum.
            SalutiEra in vacanza.Ma al di là di questo, uno potrebbe essere in grado di leggere una mail (da cellulare magari) ma non di cancellare un post (perché il sistema di cancellazione richieda qualche estensione accessibile solo da computer, ti ricordo che stiamo parlando del 2011).Come potrebbe benissimo dimenticarsene (e non è reato).Come potrebbe benissimo ignorare, perché stiamo parlando di una normale mail, e non di una PEC né tantomeno di una raccomandata. Esattamente come un diligente ed onesto cittadino può tranquillamente ignorare un'ingiunzione di pagamento di un'agenzia di recupero crediti arrivata per posta normale o, addirittura, per e-mail (sapessi quante me ne arrivano nello spam, ovviamente sono tutte truffe puntanti a siti "simili" di quelli di banche o finanziarie o altri tipi di aziende di cui peraltro nemmeno sono cliente).Avallare il concetto secondo cui una richiesta inviata via email sia stata non solo ricevuta ma anche letta è semplicemente folle (lo è anche per le raccomandate, ma purtroppo la legge dice il contrario; peccato che anche le raccomandate possano perdersi, o la cartolina della giacenza non essere imbucata o addirittura dimenticata di imbucare dal portalettere o imbucata ben oltre i tempi di giacenza scrivendoci però una data di molto anteriore, è una vergogna tutta delle poste italiane che non venga effettuato almeno più di un tentativo di consegna).Come se non bastasse, il fatto stesso che la richiesta non presentasse un termine congruo (tenuto conto anche del fatto che NON ERA IL SUO LAVORO, QUINDI NON ERA TENUTO A FARLO "IMMEDIATAMENTE" MA SEMMAI "APPENA POSSIBILE" VISTO CHE NESSUNO LO PAGAVA PER FARLO SUBITO) e sia stato condannato per un ritardo di soli 7 giorni è ridicolo.
          • ...... scrive:
            Re: Contraddizione
            - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
            è una vergogna tutta delle poste
            italiane che non venga effettuato almeno più di
            un tentativo di consegna.La vera vergogna è ritenere il diligente ed onesto cittadino pienamente avvisato (e quindi responsabilizzato), anche se la raccomandata non è mai stata ricevuta personalmente!
          • Osvy scrive:
            Re: Contraddizione
            - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
            Era in vacanza.
            Ma al di là di questo, uno potrebbe essere in
            grado di leggere una mail (da cellulare magari)
            ma non di cancellare un post (perché il sistema
            di cancellazione richieda qualche estensione
            accessibile solo da computer, ti ricordo che
            stiamo parlando del 2011).tuttom possibile, ma la cosa - come pare direi - è stata esaminata nel corso del procedimento, e l'imputato ha anche un difensore, credo..
            Come potrebbe benissimo dimenticarsene (e non è
            reato).questo lo scrivi tu...
            Come potrebbe benissimo ignorare, perché stiamo
            parlando di una normale mail, e non di una PEC né
            tantomeno di una raccomandata.ecXXXXXXvolo, ma allora rileggiti l'articolo, suvvia...
          • Osvy scrive:
            Re: Contraddizione
            - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
            ma non di cancellare un post (perché il sistema
            di cancellazione richieda qualche estensione
            accessibile solo da computer, ti ricordo che
            stiamo parlando del 2011).questo nel corso del procedimento risulta valutato: poteva cancellare, voleva farlo, ma ha atteso il rientro in Italia. NON E' ONESTO TAROCCARE LE QUESTIONI...
          • Un altro scrive:
            Re: Contraddizione
            - Scritto da: Osvy
            - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato

            ma non di cancellare un post (perché il

            sistema di cancellazione richieda qualche

            estensione accessibile solo da computer, ti

            ricordo che stiamo parlando del 2011).

            questo nel corso del procedimento risulta
            valutato: poteva cancellare, voleva farlo, ma ha
            atteso il rientro in Italia. NON E' ONESTO
            TAROCCARE LE QUESTIONI...Questo ci insegna (come se non fosse ovvio) che non bisogna portarsi il lavoro in vacanza.
          • Osvy scrive:
            Re: Contraddizione
            - Scritto da: Un altro
            - Scritto da: Osvy

            - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato


            ma non di cancellare un post (perché il


            sistema di cancellazione richieda
            qualche


            estensione accessibile solo da
            computer,
            ti


            ricordo che stiamo parlando del 2011).



            questo nel corso del procedimento risulta

            valutato: poteva cancellare, voleva farlo,
            ma
            ha

            atteso il rientro in Italia. NON E' ONESTO

            TAROCCARE LE QUESTIONI...

            Questo ci insegna (come se non fosse ovvio) che
            non bisogna portarsi il lavoro in vacanza.:-) ormai è quasi impossibile. Dove lavoro io, ormai siamo alla posta web, posso accederci anche dal cellulare... :-(
          • Un altro scrive:
            Re: Contraddizione
            - Scritto da: Osvy
            - Scritto da: Un altro

            Questo ci insegna (come se non fosse

            ovvio) che non bisogna portarsi il lavoro

            in vacanza.
            :-) ormai è quasi impossibile. Dove lavoro io,
            ormai siamo alla posta web, posso accederci anche
            dal cellulare...
            :-(La cosa triste è che tu ci voglia accedere.
          • Osvy scrive:
            Re: Contraddizione
            - Scritto da: Un altro
            La cosa triste è che tu ci voglia accedere.la cosa triste sarebbe se ci volessi accedere... ;-)
          • Un altro scrive:
            Re: Contraddizione
            - Scritto da: Osvy
            - Scritto da: Un altro

            La cosa triste è che tu ci voglia accedere.
            la cosa triste sarebbe se ci volessi accedere...
            ;-)Da come avevi scritto sembrava...Quelli che si portano il lavoro in vacanza sono proprio milanesi.
          • Osvy scrive:
            Re: Contraddizione
            - Scritto da: Un altro
            - Scritto da: Osvy
            Da come avevi scritto sembrava...
            Quelli che si portano il lavoro in vacanza sono
            proprio milanesi."Purtroppo" non posso portarmi il lavoro dietro, essendo un semplice impiegato. Se però fossi un Dirigente, e magari di certi squali di società, voglio vedere come fai a dire di no a certe richieste della ditta... ;-)Abbiamo saputo che c'è gente che raccoglie arance ad 1 euro l'ora. A volte non c'è scelta...
          • Un altro scrive:
            Re: Contraddizione
            - Scritto da: Osvy
            - Scritto da: Un altro

            - Scritto da: Osvy


            Da come avevi scritto sembrava...

            Quelli che si portano il lavoro in vacanza
            sono

            proprio milanesi.

            "Purtroppo" non posso portarmi il lavoro dietro,
            essendo un semplice impiegato. Se però fossi un
            Dirigente, e magari di certi squali di società,
            voglio vedere come fai a dire di no a certe
            richieste della ditta...
            ;-)
            Abbiamo saputo che c'è gente che raccoglie arance
            ad 1 euro l'ora. A volte non c'è scelta...C'è sempre scelta, poi se scegli di buttare via il tempo della tua vita per pensare alla socetà invece che a te...Io preferisco le arance, così mi tengo anche due semi e me le pianto.
          • panda rossa scrive:
            Re: Contraddizione
            - Scritto da: Osvy
            :-) ormai è quasi impossibile. Dove lavoro io,
            ormai siamo alla posta web, posso accederci anche
            dal cellulare...
            :-(Pure io POSSO.Ma tra il potere e il fare c'e' una notevole differenza.
          • Osvy scrive:
            Re: Contraddizione
            - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
            - Scritto da: Osvy
            accessibile solo da computer, ti ricordo che
            stiamo parlando del 2011).Beh, secondo me tanto più: se oggi si può fare quasi tutto via cell, all'epoca era difficile, probabilmente uno si portava dietro il portatile.. :-( almeno, all'epoca io me lo portavo.Comunque sia, purtroppo, la realtà è che se hai un forum/blog dove permetti i commenti, purtroppo ci devi anche stare dietro. Infatti quando lo farò io, purtroppo niente commenti...AH, un'altra cosa Luco: guarda che dalle cifre si capisce che hanno valutato che lui non fosse il responsabile: per la diffamazione, gli importi sono ben altri, poi nei confronti di un avvocato conosciuto...altro che 2-3 mila euro
          • panda rossa scrive:
            Re: Contraddizione
            - Scritto da: Osvy
            - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato

            - Scritto da:
            Osvy


            accessibile solo da computer, ti ricordo che

            stiamo parlando del 2011).

            Beh, secondo me tanto più: se oggi si può fare
            quasi tutto via cell, all'epoca era difficile,
            probabilmente uno si portava dietro il
            portatile.. :-( almeno, all'epoca io me lo
            portavo.
            Comunque sia, purtroppo, la realtà è che se hai
            un forum/blog dove permetti i commenti, purtroppo
            ci devi anche stare dietro. Infatti quando lo
            farò io, purtroppo niente
            commenti...Io utilizzo una soluzione molto piu' pratica: server all'estero.
            AH, un'altra cosa Luco: guarda che dalle cifre si
            capisce che hanno valutato che lui non fosse il
            responsabile: per la diffamazione, gli importi
            sono ben altri, poi nei confronti di un avvocato
            conosciuto...
            altro che 2-3 mila euroQuindi hanno perso tempo, perseguitato una persona per niente e procurato ad essa un danno economico inutile.
          • Francesco scrive:
            Re: Contraddizione
            Giudice itaGliano? Mi vengono in mente vari pensieri... quello più carino è che non ha capito la relazione tecnica del CTU o le note degli avvocati, perché avrebbe dovuta leggere dei documenti pallosi e documentarsi su cose a lui ignote. Quella peggiore di tutti è che sia amico del querelante.
          • panda rossa scrive:
            Re: Contraddizione
            - Scritto da: Nome e cognome
            Si ma qualcuno dovrá pure rispondere quando viene
            commesso un reato o
            no?Se non sai chi ha commesso il reato, sporgi la denuncia contro ignoti.
          • udduru scrive:
            Re: Contraddizione
            Ed è la casta a stabilire che quello è un reato?La mandria di lupi corrotti, lobbizzati, incapaci che "governa" questo paese di tristanzuoli?E tu gli dai aria?Li ufficializzi come tuoi superiori?Sono miei "superiori" solo perché hanno dalla loro le "forze dell'ordine" che non pensano, solo eseguono e con la forza ti costringono a fare ciò che la casta decide.E questa sarebbe democrazia?Schifo
          • Pianeta Indicativo Ricchissim o scrive:
            Re: Contraddizione
            - Scritto da: Nome e cognome
            Si ma qualcuno dovrá pure rispondere quando viene
            commesso un reato o
            no?TU TU TU...
        • rico scrive:
          Re: Contraddizione
          Ma infatti, caro Panda motorizzata Debian:Se il giudice e il Paniz ritiengono che quella sia un offesa personale e non è applicabile la diffamazione, dovevano cercare l'autore del commento, non il moderatore del sito.
          • panda rossa scrive:
            Re: Contraddizione
            - Scritto da: rico
            Ma infatti, caro Panda motorizzata Debian:
            Se il giudice e il Paniz ritiengono che quella
            sia un offesa personale e non è applicabile la
            diffamazione, dovevano cercare l'autore del
            commento, non il moderatore del
            sito.E quindi per quale motivo, uno stimato penalista sbaglia destinatario della denuncia, e il giudice preposto ha comunque processato la persona sbagliata? C'e' qualcosa che non va nel sistema giudiziario.
          • Izio01 scrive:
            Re: Contraddizione
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: rico

            Ma infatti, caro Panda motorizzata Debian:

            Se il giudice e il Paniz ritiengono che
            quella

            sia un offesa personale e non è applicabile
            la

            diffamazione, dovevano cercare l'autore del

            commento, non il moderatore del

            sito.

            E quindi per quale motivo, uno stimato penalista
            sbaglia destinatario della denuncia, e il giudice
            preposto ha comunque processato la persona
            sbagliata?


            C'e' qualcosa che non va nel sistema giudiziario.E su questo sono pienamente d'accordo.Giusto o sbagliato che sia diffamare (e rifiuto il pensiero di tanti che va benissimo diffamare chi mi sta sulle palle politicamente, mentre è un crimine orribile diffamare quelli che voto io), uno stato civile dovrebbe garantire la certezza del diritto. Se è lecito fare commenti di un certo tenore, dev'esserlo sempre e per tutti. Se invece è vietato, dev'essere vietato sempre e per tutti.Invece, come in tutti i campi, dipende tutto dal giudice che ti capita e dal suo umore: se il coniuge lo soddisfa sessualmente, se le partite al club del golf lo favoriscono e se ha digerito bene la cucina francese della sera prima. A seconda di tutti questi fattori, può toccarti una sentenza x o il suo contrario, e tu cittadino privo di appoggi politici, non sai mai cosa aspettarti, anche quando il tuo caso è riconducibile ad altri analoghi e già passati in giudicato.
          • guerchiO scrive:
            Re: Contraddizione
            - Scritto da: Izio01
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: rico


            Ma infatti, caro Panda motorizzata
            Debian:


            Se il giudice e il Paniz ritiengono che

            quella


            sia un offesa personale e non è
            applicabile

            la


            diffamazione, dovevano cercare l'autore
            del


            commento, non il moderatore del


            sito.



            E quindi per quale motivo, uno stimato
            penalista

            sbaglia destinatario della denuncia, e il
            giudice

            preposto ha comunque processato la persona

            sbagliata?





            C'e' qualcosa che non va nel sistema
            giudiziario.

            E su questo sono pienamente d'accordo.
            Giusto o sbagliato che sia diffamare (e rifiuto
            il pensiero di tanti che va benissimo diffamare
            chi mi sta sulle palle politicamente, mentre è un
            crimine orribile diffamare quelli che voto io),
            uno stato civile dovrebbe garantire la certezza
            del diritto. Se è lecito fare commenti di un
            certo tenore, dev'esserlo sempre e per tutti. Se
            invece è vietato, dev'essere vietato sempre e per
            tutti.
            Invece, come in tutti i campi, dipende tutto dal
            giudice che ti capita e dal suo umore: se il
            coniuge lo soddisfa sessualmente, se le partite
            al club del golf lo favoriscono e se ha digerito
            bene la cucina francese della sera prima. A
            seconda di tutti questi fattori, può toccarti una
            sentenza x o il suo contrario, e tu cittadino
            privo di appoggi politici, non sai mai cosa
            aspettarti, anche quando il tuo caso è
            riconducibile ad altri analoghi e già passati in
            giudicato.e lo stato di diritto italiano, aiuta sempre i potenti.
  • Pinco Pallino scrive:
    Lungimiranza
    Tra l'altro, ammesso e non conXXXXX che la sentenza venga confermata in appello, immagino che Paniz ritenga di aver tutelato la propria immagine nell'aver dato rilievo ad un commento che tra i milioni che ci sono in giro sarebbe stato letto forse da 20 persone e ricordato da nessuno.
  • Passavo Di Qui scrive:
    Solidarietà
    Il sign. Gracis ha tutta la mia solidarietà.Gli auguro pieno sucXXXXX in appello in quanto ritengo la sentenza totalmente ingiusta.
    • m3rlino scrive:
      Re: Solidarietà
      Anche io mi aggiungo.- Scritto da: Passavo Di Qui
      Il sign. Gracis ha tutta la mia solidarietà.

      Gli auguro pieno sucXXXXX in appello in quanto
      ritengo la sentenza totalmente
      ingiusta.
    • thepassenge r scrive:
      Re: Solidarietà
      quoto, solidaroetà per Matteo Gracis con questa sentenza stupida e illogica, emessa probabilmente più dal fatto che chi ha mosso l'accusa è un politico e che se fosse stato un normale cittadino il buon senso avrebbe prevalso. tanto per far notare come il potere della casta e dell'illegalità prevalichi sempre a favore di chi ha i soldi.- Scritto da: Passavo Di Qui
      Il sign. Gracis ha tutta la mia solidarietà.

      Gli auguro pieno sucXXXXX in appello in quanto
      ritengo la sentenza totalmente
      ingiusta.
    • Shiba scrive:
      Re: Solidarietà
      - Scritto da: Passavo Di Qui
      Il sign. Gracis ha tutta la mia solidarietà.

      Gli auguro pieno sucXXXXX in appello in quanto
      ritengo la sentenza totalmente
      ingiusta.E complimentoni al parlamentare Maurizio Paniz per l'ottima pubblicità che si è fatto (al di là di quella che già gli attribuisce il partito di appartenenza). Il prossimo passo sarà chiedere un risarcimento a se stesso per la figura oscena?
    • Fetente scrive:
      Re: Solidarietà
      Solidarietà a Gracis.Nessun commento su Paniz, per ovvi motivi.Il commento su Paniz sarebbe comunque facile da immaginare, sempre per ovvi motivi.
    • James Kirk scrive:
      Re: Solidarietà
      Esprimo anch'io la mia solidarietà.Se P.I. aprisse una sottoscrizione per aiutare il sig. Gracis nell'appello e nel probabile seguito sarò felice di dare un piccolo aiuto.
    • pure io passavo di qui scrive:
      Re: Solidarietà
      Paniz è quello che qualche anno fa ottenne la chiusura (via dns) di Vajont.info. Purtroppo ricordandomi quel che accadde in quell'occasione non mi sorprendo di vedere le stesse cose accadere di nuovo.
Chiudi i commenti