Dalla fibra all'ADSL: succede a Milano con Fastweb

Dalla fibra all'ADSL: succede a Milano con Fastweb

Paradossale quanto sta accadendo a Milano: niente più fibra in alcune vie del centro, i clienti Fastweb tornano alle connessioni ADSL.
Paradossale quanto sta accadendo a Milano: niente più fibra in alcune vie del centro, i clienti Fastweb tornano alle connessioni ADSL.

Mentre anche le aree del territorio ancora colpite dalla piaga del digital divide si apprestano ad abbracciare finalmente la rivoluzione della fibra, qualcuno fa esattamente il percorso contrario: torna con un downgrade alla vecchia ADSL. È la paradossale situazione che stanno vivendo alcuni clienti Fastweb. Dove? Incredibilmente, nel pieno centro di Milano, da sempre location scelta dalle telco per sperimentare le ultime tecnologie in fatto di connettività.

Fastweb spegne la fibra in alcune vie di Milano

A riportarlo per prima è stata la redazione di DDay, dopo aver ricevuto alcune segnalazioni dai lettori. L’operatore ha comunicato loro, via raccomandata, lo spegnimento dell’apparato attraverso cui passa il traffico dati. Risultato: palazzi disconnessi e tanti saluti alla comodità della banda ultralarga, si torna al rame, con tutto ciò che ne consegue in termini di decadimento delle prestazioni. Il titolo della lettera inviata è Disattivazione linea fissa per impossibilità di effettuare l’intervento tecnico di adeguamento tecnologico della rete Fastweb.

La tempistica per la disattivazione è quella che punta alla fine di febbraio. In altre parole, gli sfortunati utenti interessati dal downgrade si troveranno a navigare a pochi Mbps già a partire dal mese prossimo.

Stando alla ricostruzione, una parte delle vie e dei civici colpiti dallo stop è raggiunta da connessioni di tipo FTTH grazie alla copertura di OpenFiber e FiberCop. Laddove presente la rete all’epoca posata da Metroweb, invece, pare non esserci alternativa alla vecchia ADSL. C’è chi si è già organizzato passando al 5G e a soluzioni di tipo FWA (Fixed Wireless Access), ma facendo i conti con i limiti imposti dai piani tariffari proposti sul mercato. Decisamente non l’ideale, nell’era di smart working, didattica a distanza e streaming a volontà.

La replica dell’operatore non si è fatta attendere: quantifica in circa 60 i clienti che, in seguito allo spegnimento dell’apparato, rimarranno almeno momentaneamente senza fibra. Per tutti i dettagli e gli aggiornamenti sulle questione far riferimento all’articolo pubblicato da DDay.

Aggiornamento: riceviamo e pubblichiamo lo statement ufficiale della società.

Vogliamo precisare che Fastweb sta gestendo la migrazione tecnologica di alcuni clienti attestati presso una centrale destinata ad altro uso dal proprietario. La maggior parte dei clienti è già stata o sta per essere attivata su rete in fibra Gpon con prestazioni nettamente superiori della rete precedente, mentre per circa 60 clienti la rete fibra Gpon non è immediatamente disponibile. Stiamo cercando soluzioni alternative e nel frattempo rendiamo disponibile ai clienti la rete ADSL+.

Fonte: DDAy
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 15 feb 2022
Link copiato negli appunti