FBI e iPhone, soluzione superata

Il Bureau riferisce di aver acquistato lo strumento per accedere agli iPhone coinvolti nelle indagini. Funzionerebbe solo su iPhone 5C e dispositivi precedenti, terminali non equipaggiati con TouchID

Roma – L’FBI ha riferito che il metodo utilizzato per sbloccare l’iPhone del killer di San Bernardino non funziona con gli iPhone 5s ed i successivi dispositivi con la Mela .

Solo nelle settimane scorse il Bureau aveva annunciato la chiusura del caso contro Apple con il quale si chiedeva a Cupertino di collaborare al superamento delle protezioni a presidio del terminale al centro delle indagini. Il caso, aperto nel mese di febbraio , era incentrato sul fatto che l’FBI non avesse strumenti adeguati a forzare le protezioni disposte Apple: sulla base dell’All Writs Act, una normativa del 1789 che dà ai tribunali il potere di emettere ordini per rendere esecutivi decisioni di altre autorità, era stata formulata un’ingiunzione con la quale si imponeva a Cupertino di collaborare per sviluppare del codice per permettere agli inquirenti di crackare l’iPhone 5C di uno dei responsabili della strage di San Bernardino e così indagare sulle sue intenzioni terroristiche. Il caso giudiziario si era poi chiuso con il ritiro della denuncia da parte dell’FBI, arrivata nel frattempo per conto suo a trovare una soluzione tecnica per violare il dispositivo del killer di San Bernardino.

L’FBI, dunque, ha iniziato a riferire dettagli circa il metodo che ha trovato per accedere al device, nonostante finora abbia sempre riferito di non voler rilasciare informazioni, una posizione che aveva scatenato un nuovo dibattito dal momento che faceva intendere come le autorità intendessero continuare ad utilizzarlo in tutti i casi fosse necessario, anche in aiuto alle forze di polizia locali, impedendo al contempo a Cupertino di correggere la falla individuata nel proprio sistema e sfruttata per accedere alle informazioni riservate dei suoi utenti.

Nel dettaglio, dal momento che il device al centro del caso era un iPhone 5c con sistema operativo più recente, iOS 9, il muro crittografico scavalcato dalle autorità sembra aver a che fare specificatamente con il modello utilizzato e non con il software che monta: i modelli precedenti a iPhone 5s, infatti, non hanno per esempio il sensore Touch ID , installato di default da Apple nei dispositivi successivi, e non possono quindi contare sul sistema Secure Enclave.

La notizia è fuoriuscita tra le informazioni divulgate dalle autorità ai senatori degli Stati Uniti, cui il Bureau ha riferito di aver acquistato lo strumento da un privato .

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Bravo Bravo scrive:
    Raspberry PI Zero ?
    Cioè il modello single core, che ha la potenza computazionale di un criceto con la meningite ?Farci girare il mame può essere, visto che i proXXXXXri dell'epoca non erano un gran che, ma farci girare il Nintendo 64 o Playstation 1 mi sembra un pochino esagerato eh !
    • prova123 scrive:
      Re: Raspberry PI Zero ?
      Non mi sembra tanto esagerato, dipende solo da come hanno fatto gli emulatori.TIeni presente che sul nds che al confronto è una pulce, girano almeno il mame4all o il marcaDSed i giochi neogeo + ...Per quanto riguarda la PS, con l'emulatore ePSX i giochi girano tranquillamente con un celeron a 900 Mhz.
      • Bravo Bravo scrive:
        Re: Raspberry PI Zero ?
        - Scritto da: prova123
        Non mi sembra tanto esagerato, dipende solo da
        come hanno fatto gli
        emulatori.
        TIeni presente che sul nds che al confronto è una
        pulce, girano almeno il mame4all o il marcaDSed i
        giochi neogeo +
        ...
        Per quanto riguarda la PS, con l'emulatore ePSX i
        giochi girano tranquillamente con un celeron a
        900
        Mhz.Trascuriamo il fatto che quel tizio non si è certamente scritto gli emulatori per le console, ma li ha presi e compilati, presumibilmente da quelli per Linux.Su un celeron 900 Mhz puoi benissimo vederti un DVD per esempio, mentre sul PI se non hai l'accelerazione MP2 (con chiave a parte) non vedi niente (fai fatica anche col PI2 a dir la verità), perché un celeron è comunque un proXXXXXre parallelo di nuova generazione e non un BROADCOM 2835 dei poveri nato per fare un router.Inoltre per far girare un emulatore di console, ci vuole una GPU con le contropalle in grado di supportare pienamente le OpenGL. Faccio notare che il KODI o XBMC non supporta la conversione dei film 3D da un formato all'altro (SBS-
        interlaced, VtoH ecc... ) perché per loro stessa dichiarazione la combinazione CPU/GPU del raspberry non ce la fa.Capisco che la PS1 è comunque limitata ma già convertire il codice MIPS a codice ARM non è una passeggiata.Per quanto riguarda il NINTENDO 64, io ho un I3 con quattro core a 2.6Ghz, scheda AMD di recente generazione e l'emulatore fa molta fatica a girare. Gira decentemente sull'I5 di un mio amico, quindi mi chiedo come cavolo possa girare su un proXXXXXre per altro 32 bit da 1Ghz . Quindi vediamo di volare un po` basso eh ! Se mi fanno vedere un VIDEO dove gira un Super Mario Bros per Nintendo 64 a velocità accettabile allora invece del Gameboy dovrebbe lavorare per la Nintendo che sono costretti a mettere un NEC VR a 64 bit con tanto di cooproXXXXXre a microcodice programmabile, quando potrebbero risolvere il tutto con un proXXXXXre da 20 centesimi.
        • Confusione e tanta scrive:
          Re: Raspberry PI Zero ?
          Per me confondi la wii 700+ Mhz con il nindento 64 93 Mhz (1996), un I3 che fa fatica ad emulare il nintendo64..........................
  • Cantina pro scrive:
    Pyra
    Ammirate il capolavoro delle console portatilihttps://pyra-handheld.com/boards/pages/pyra/[yt]d4t9Ys8wI6k[/yt]altro che rottami androidi castrati o icosi da negozio di giocattoli tutta roba full Debian powered un sogno che si fa realta'Aggiungiamo solo per gradire 2 slot sd, micro hdmi, 4 usb di cui una di tipo 3 (notare che su un portatile mac da 15 pollici e con un costo da 3 zeri ne hanno una sola :| :| :|), guardate signori e signore dal 5 minuto del video: firefox, open office e gimp altro che app sfigatine dal costo assurdo castrate e claudificate succhiadati spione, tutta la potenza nelle vostre mani e sotto il VOSTRO controllo Che la cantina sia con voi Andate in pace
  • ... scrive:
    "smanettone" a chi?
    il tizio che ha fatto quel lavoro ha sotto un paio di XXXXXXXX talmente grossi che nemmeno con l'orchite ti ci metteresti alla pari, maruccia!Smanettone tua sorella!
  • prova123 scrive:
    A proposito di Raspberry Pi
    qualcuno ha provato il retropie? Funziona bene con scanlines etc. ? Io l'ho visto in una fiera dell'elettronica e lo schermo mi è sembrato troppo piccolo.
    • Poli scrive:
      Re: A proposito di Raspberry Pi
      - Scritto da: prova123
      qualcuno ha provato il retropie? Funziona bene
      con scanlines etc. ? Io l'ho visto in una fiera
      dell'elettronica e lo schermo mi è sembrato
      troppo
      piccolo.ma il Polybius lo emula?
      • prova123 scrive:
        Re: A proposito di Raspberry Pi
        Se riesci a trovare un dump delle rom ... :D
        • Poli scrive:
          Re: A proposito di Raspberry Pi
          - Scritto da: prova123
          Se riesci a trovare un dump delle rom ... :Danche se la trovi non ci fai niente si tratta di HW speciale il tutto codificato da speciali integrati devi trovare il cabinato originale entrando in qualche base militare
          • prova123 scrive:
            Re: A proposito di Raspberry Pi
            ma è molto più probabile che non lo trovi ... :D
Chiudi i commenti