Fennec si lascia assaggiare su Android

Uno sviluppatore di Mozilla ha rilasciato una build pre-alpha di Fennec per Android: permette di provare il cucciolo di browser anche sulla piattaforma mobile di Google

Roma – Chi dispone di un terminale Android e desidera provare una versione preliminare di Fennec ora può farlo. Lo sviluppatore Vladimir Vukicevic ha infatti messo a disposizione di sviluppatori e semplici curiosi una build preliminare del piccolo browser.

Pre-alpha di Fennec per Android Pur se largamente sperimentale e incompleta, questa build è usabile quel tanto che basta per farsi una prima idea di Firefox Mobile in veste “androide”. Per la verità tale versione non dovrebbe differire poi molto da quella che già gira, in versione stabile , su Maemo, piattaforma sulla quale Mozilla sta correntemente testando Firefox Mobile 1.1 .

L’aspetto forse più interessante di questa build è che consente di provare una versione sperimentale di Weave Sync, il noto add-on di Mozilla per la sincronizzazione di segnalibri, cronologia, password salvate, tab aperte ecc. Grazie a questa estensione sarà possibile tenere Firefox Mobile costantemente sincronizzato con la sua controparte desktop: caratteristica che per gli utenti del celebre browser open source può valere, da sola, più di tante altre funzionalità accessorie.

Vukicevic avverte che questa build è stata provata solo sugli smartphone Motorola Droid e Nexus One, ed è compatibile esclusivamente con le versioni 2.x di Android. In redazione si è riusciti a installarla e farla girare su un Acer Liquid con rom non ufficiale, e si sono riscontrati tutti i problemi segnalati dallo stesso Vukicevic: estrema pesantezza e lentezza, saltuari blocchi e crash, difficoltà nell’aprire pagine molto lunghe e complesse (il Liquid dispone di “soli” 256 MB di RAM). Nonostante ciò, è stato possibile navigare tra le pagine di Punto Informatico , aprire più tab e smanettare con le impostazioni del browser. Tutto questo al rallentatore: lo zoom di una pagina, ad esempio, richiede un’attesa di diversi secondi. Purtroppo non si è riusciti a provare Wave Sync: dopo aver installato l’addon, infatti, il browser non si è più avviato.

Insomma, come ci si poteva aspettare il port di Fennec per Android necessita ancora di una massiccia dose di debugging e ottimizzazioni, tanto da far pensare che la release 1.0 finale sia ancora piuttosto lontana: si parla quantomeno di tardo autunno. Lo stesso Vukicevic ammette che questa build andrebbe considerata una pre-pre-alpha. I più curiosi possono comunque scaricarla da qui avendo cura di spuntare, se non lo hanno ancora fatto, la voce Applicazioni -> Origini sconosciute che si trova nel menù impostazioni di Android.

Alessandro Del Rosso

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • xrudy scrive:
    macche gratis, e' a pagamento
    gratis, no.il faq dice che va per 30 gg poi va comprato o cancellato, e sembra si blocchi proprio, neache shareware.
  • norbert_2 scrive:
    diritti?
    ma come si comporta in rapporto alle ACL, ai diritti, ad active directory, ai file occupati (VSS?), ad UAC ... sembra molto bello e quindi ... interessa questo anche!
  • norbert scrive:
    ma non l'avevate già fatta?
    Ma questo software non lo avevate già mostrato?bello comunque! non serve più java vero? allora magari lo provo!grazie!
  • lettore scrive:
    dai, rifanne altre
    è fantastico, ma te pagano anche?http://punto-informatico.it/s_2531450/Download/News/jaback.aspx
    • Riccardo scrive:
      Re: dai, rifanne altre
      sono certo che l'acume dimostrato per accorgerti della "doppia" scheda ti sarà stato d'aiuto per accorgerti pure che, rispetto alla prima, sono uscite parecchie nuove versioni ;)
Chiudi i commenti