Firefox OS invade la Polonia

Il primo terminale equipaggiato con il sistema Mozilla viene commercializzato da Deutsch Telekom a est. Seguiranno altri mercati. E lo smartphone Ubuntu potrebbe debuttare negli USA con Verizon
Il primo terminale equipaggiato con il sistema Mozilla viene commercializzato da Deutsch Telekom a est. Seguiranno altri mercati. E lo smartphone Ubuntu potrebbe debuttare negli USA con Verizon

Il secondo paese europeo a essere colonizzato dagli smartphone Firefox OS è la Polonia: Deutsche Telekom ha annunciato la disponibilità a partire da lunedì nel paese dell’Alcatel One Touch Fire, un terminale venduto a costo zero abbinato agli abbonamenti della filiale locale dell’operatore tedesco (T-Mobile Poland) e che anticipa la disponibilità dello stesso prodotto anche in Ungheria, Grecia e Germania.

Alcatel One Touch Fire La marcia di Firefox OS, sistema operativo mobile basato su HTML5, prosegue dunque a un passo moderato ma costante, dopo l’ annuncio di Telefonica per quanto riguarda il mercato spagnolo. Non si tratta ancora di un vero e proprio tsunami, ma il costo ridotto dei terminali dovrebbe garantire un certo interesse da parte degli operatori e dei consumatori. Per quanto riguarda gli sviluppatori, mancando un marketplace unico occorre trovare meccanismi per convincerli a sviluppare le proprie applicazioni per la nuova piattaforma: Mozilla sta per questo sviluppando costantemente un simulatore , implementato mediante plugin su Firefox browser, che ora è in grado anche di riprodurre il meccanismo di acquisto e rilascio di ricevuta di un app attraverso un marketplace. Giunto alla quarta versione non è ancora del tutto maturo , ma il progressivo lancio di Firefox OS su sempre più mercati entro la fine del 2013 dovrebbe comunque suscitare un moderato interesse per la piattaforma.

Quello di Mozilla, in ogni caso, non è l’unico OS open source per smartphone in circolazione: anche Canonical si accinge a far debuttare un proprio terminale basato su Ubuntu , e gli Stati Uniti (forse il più importante mercato mobile mondiale) potrebbero presto vedere offerto da un operatore di prima grandezza un device equipaggiato con questo software. Verizon è entrata a far parte del gruppo di provider partner di Canonical in questo progetto, ma al momento non ci sono conferme o tempistiche precise sull’eventualità che uno smartphone Ubuntu possa effettivamente essere venduto negli USA. Tra i partner figura già anche l’italiana Telecom Italia. ( L.A. )

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

12 07 2013
Link copiato negli appunti