Freedom Phone, privacy mobile low cost

Un altro dispositivo concepito per proteggere i dati personali. La differenza con i rivali sta nel prezzo (189 dollari) e nei limiti del terminale

Roma – Proteggere la privacy dagli attacchi esterni è al momento uno dei mantra del mondo hi-tech, dove sulla scia dello scandalo del Datagate e del sempre più ampio potere che le grandi aziende stanno acquisendo grazie ai dati del loro utenti, tante piccole società e neonate startup tentano la strada del successo proponendo dispositivi votati quasi esclusivamente alla difesa dei dati personali, anche a costo di limitare funzioni e servizi ormai scontati su telefoni di fascia medio-alta.

Dopo la ribalta conquistata da Blackphone al recente Mobile World Congress di Barcellona, l’ultimo arrivato è il Freedom Privacy Phone , smartphone che mette al sicuro le informazioni riservate sfruttando un sistema di crittografia a 128 bit per le chiamate e per i messaggi.

Peccato, però, che il già ribattezzato “Snowden Phone” sia una rivisitazione del Samsung Galaxy S II, con display da 4,3 pollici, chip Exynos da 1.2 GHz, fotocamera da 8 Megapixel, 16GB di memoria interna, basato su Android Jelly Bean, GPS disattivato (ma riattivabile a piacimento dell’utente). Disponibile per il mercato statunitense, si appoggerà ad una VPN per tenere lontano da occhi indiscreti i dati inviati e ricevuti dallo smartphone e sfrutterà la rete FreedomPop: secondo il CEO Stephen Stokols “rappresenta solo l’inizio dell’ascesa dei telefoni dedicati alla protezione della privacy”, tanto che la startup sta già lavorando alla seconda generazione.

La differenza di materiali, specifiche e funzioni rispetto ai rivali di settore si riflette almeno nel prezzo, con il Freedom Privacy Phone molto più economico (189 dollari) del Blackphone (629 dollari). In vendita sul sito ufficiale, il dispositivo offre un traffico gratuito per i primi tre mesi, anche se il traffico è limitato a 500MB, mentre al quarto scatterà un abbonamento da 10 dollari, pagabili anche in Bitcoin.

Limiti a parte, dunque, la certezza è che il Privacy Phone non sarà l’ultimo esempio di telefono concepito per metterci al riparo dai ficcanaso. Un modello ancora più minimalista è il Phantom Secure Phone , recentemente utilizzato da alcune bande di biker australiani per regolare alcuni conti in sospeso. Si tratta di una versione modificata di un vecchio modello BlackBerry che consente di chiamare e scambiare SMS senza lasciare tracce, tanto che la polizia australiana non è riuscita ancora a delineare la natura del dispositivo.

Alessio Caprodossi

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Etype scrive:
    Brevetti...
    "Niente pace, dunque, tra Apple e Google che continuano a battersi a suon di richieste di ingiunzione e di ricalcolo dei danni conseguenti alle violazioni rilevate"Che c'entra Google ?"Koh ha rilevato che Cupertino ha mancato di dimostrare il legame tra violazione brevettuale e danno irreparabile"Ma perchè non c'è mai stato !!! Apple gioca alla vittima per ricevere introiti extra e creare danno ad un avversario..."Apple cercherà di trovare nuove basi con cui ricorrere in appello contro la decisione.."Leggasi nuove fandonie per sostenere le sue fragili e strampalate teorie :D"a quanto pare lo scorso ottobre i legali di Apple hanno per sbaglio pubblicato su documenti non secretati i termini della licenza che la lega a Nokia."ahahahah,un bel autogol ..."Lo stesso contratto la cui divulgazione in un precedente proXXXXX era costato ai legali di Samsung una multa salatissima.Proprio in forza dell'errore da parte di Cupertino ora reso pubblico, la coreana chiede un sostanzioso sconto sull'ammenda inflittagli per quell'errore."Mi pare il minimo,oppure la stessa multa alla mela morsicata ...
    • plugin scrive:
      Re: Brevetti...
      - Scritto da: Etype
      "Niente pace, dunque, tra Apple e Google che
      continuano a battersi a suon di richieste di
      ingiunzione e di ricalcolo dei danni conseguenti
      alle violazioni
      rilevate"

      Che c'entra Google ?ma qualcuno controlla quel che viene pubblicato qui? ultimamente gli errori si sprecano
  • sixmax scrive:
    in this thread
    iLuvmaxminch.Campagna di sensibilizzazione per aiutarlo in questo momento difficile.
    • bertuccia scrive:
      Re: in this thread
      - Scritto da: sixmax

      iLuvmaxminch.
      Campagna di sensibilizzazione per aiutarlo in
      questo momento difficile.questa potevi giocartela meglio..Samsung è indietro di brutto, sul piano tecnologico non è più in competizione con Apple.. non è nemmeno riuscita a copiare decentemente il lettore di improntepare che non produrrà nemmeno il prossimo A8...the party is over
      • sixmax scrive:
        Re: in this thread
        - Scritto da: bertuccia

        questa...Invidioso perche` non hai la tua campagna personalizzata? Toh:iLuvbertuccia.Campagna di sensibilizzazione per aiutarlo in questo momento difficile.
      • collione scrive:
        Re: in this thread
        indietro? un'azienda che produce microproXXXXXri, memorie flash, sdram, ecc...?ma sei sicuro?
      • Anonimo per finta scrive:
        Re: in this thread
        Maremma!Io non tifo ne per Apple ne per Samsung. Sono stra miliardari entrambi e un po' di soldi glielò dati pure io.Però dire che Samsung è indietro a Apple è indicativo di essere davvero fanatici e di ragionare solo con il ku(ore).Samsung ha fabbriche mentre Apple ha solo i tecnigrafi.E come dire che Pininfarina è avanti rispetto alla Ford!Dai, è perlomeno sciocco! Oltretutto Apple ha comprato a piene mani prodotti Samsung! La Samsung che deve comprare dalla Apple? Progetti, carta o idee?Va bene pontificare, ma prima o poi devi mangiare.
      • Etype scrive:
        Re: in this thread
        - Scritto da: bertuccia
        Samsung è indietro di brutto, sul piano
        tecnologico non è più in competizione con Apple..Muahahahah questa è veramente bella...Samsung fa elettronica dalla fine degli anni 60,apple non ha mai prodotto nulla di elettronica.Poi guarda,talmente indietro che è stata Samsung a fornire i vostri preziosi retina (che poi ha superato ampiamente) alla apple,buffo eh ? :DQuando non è Samsung è LG,quando non è LG è Sharp...sempre sulla costa orientale rimanete..
        non è nemmeno riuscita a copiare decentemente il
        lettore di
        impronteCopiare il lettore d'impronte ? Pronto ? guarda che il lettore d'impronte non l'ha mica realizzato apple eh,la mela morsicata si è limitata a rivolgersi verso un produttore esterno...alla fine i prodotti apple sono degli assemblati di diverse marche...
        pare che non produrrà nemmeno il prossimo A8...Eh dicevate le stesse cose dell'A7...poi invece....Oddio chi lo produrrà TSMC ? ma non mi dire :D
        the party is overNon ti preoccupare rimarrà sempre qualcosa di Samsung all'interno dei vostri Icosi :D
      • tucumcari scrive:
        Re: in this thread
        come no in un iphone la parte prevalente di componenti 3 parte è esattamente Samsung e si parla di componenti critici nella BOM (Bill Of Materials) :ProXXXXXre, Flash, Dram e piccolezze di questo tipo.Siamo lieti che tu ci informi che sono "Indietro" e obsoleti.È un vero peccato che Apple non sia riuscita nonostante la "litigation" a trovare alternative (anche perchè ci sono molte iussues di proprietà intellettuale dietro questi componenti su cui Samsung "non molla"). :DNel frattempo Apple paga a Samsung (che è il primo produttore al mondo per vendite) una cifra non banale (in dollaroni sonanti) per OGNI device che vende.Non male per una azienda così indietro...'mazza che rosicata![img]http://3.bp.blogspot.com/_-kRCYiy5oUc/S6TkKbwzBoI/AAAAAAAABVU/h8f43atnigc/s320/rosik.jpg[/img]
Chiudi i commenti