Gmail, più backup per gli scettici

Tanti, troppi i problemi relativi al servizio di posta elettronica di casa Google. Meglio correre ai ripari: un tool utile può essere proprio Gmail Backup, ma si sa, meglio non fidarsi troppo delle beta

Roma – In risposta al numero crescente di utenti che lamentano difficoltà legate all’accesso e alla gestione delle proprie mail utilizzando Gmail, qualche intraprendente sviluppatore ha introdotto di recente Gmail Backup , software compatibile con i maggiori SO in circolazione che permette di archiviare tutta la posta ricevuta sul proprio hard disk in un solo click.

gmail Il software, disponibile gratuitamente per Windows, Linux e Mac è molto semplice da utilizzare: per quanto riguarda Windows, una volta installato il programma, basta inserire i dati d’accesso alla propria casella di posta, selezionare la directory su cui verranno archiviati i file in estensione eml eseguibili dai più comuni programmi di posta.

Per la versione Linux, disponibile in linea di comando, è garantita la piena compatibilità con Mac OS X. Gmail Backup consente anche di trasferire i vecchi messaggi da un vecchio account ad uno nuovo. Ma non solo: ad un nuovo backup, verranno copiati solo i messaggi non ancora presenti nella cartella di destinazione, evitando così di dover sovrascrivere le email già archiviate.

Per chi fosse ancora alla ricerca di un motivo valido per salvare tutti i messaggi, sia inviati che ricevuti, compresi i relativi allegati, un incoraggiamento arriva dal sito ufficiale del programma: “Ci sono un sacco di post sul web relativi alla perdita di email causata da un disservizio interno al provider del servizio” si legge sul blog dell’applicazione. “Se si utilizza Gmail, è bene ricordare sempre che si tratta ancora di un servizio etichettato come BETA, così come evidenziato nello stesso logo”.

Effettivamente di problemi legati a Gmail se ne parla da tempo in tutto il web: il più celebre di tutti è quello relativo all’ ecatombe di tutti i messaggi contenuti nella casella. Ironia della sorte, anche Gmail Backup è ancora in fase di beta: sino ad ora non si sono registrati casi particolari o disfunzioni relative al software, ma sarebbe sempre utile creare un account speculare su cui inviare una copia di tutti i messaggi ricevuti su Gmail. (V.G.)

fonte immagine

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • vincenzo russo scrive:
    commento al solipsismo
    Fuori dai circuiti istituzionali ,è stata trovata la teoria unificata, ,da un ricercatore solitario.La Via della Verità,(lattuale teoria unificata),fu già trovata e poi smarrita nella Magna Grecia. Parmenide chiarì che l'Essere mentale Vero è puntiforme ,indiviso e indivisibile. Pitagora chiarì che il mondo materiale visibile è apparente e fatto di numeri. Poi i sofisti e gli atomisti ci portarono fuori strada. I primi fondando il relativismo delle opinioni tutte equipotenti,(un vero assurdo che nega la Verità, persino con le congetture). Gli atomisti capovolsero invece definitivamente il concetto di ciò che è reale e di ciò che è apparente, portando l'ipotesi di realtà sulla materia e negando persino come esistente il mondo mentale invisibile. In realtà la materia è invece una costruzione matematica coerente ma finta,(Unipotesi ipotetica deduttiva. Ovvero unipotesi valida solo nel proprio sistema assiomatico mentale). Pertanto i sensi e il cervello leggono come un hardware materiale ciò che è solo una simulazione matematica,(la materia). La mente è invece un reale e puntiforme software invisibile.Non è dunque più difficile di ieri trovare oggi la teoria unificata. Semplicemente oggi ci sono più opinioni e congetture sbagliate da abbandonare.Io l'ho fatto e unificando Parmenide con Pitagora ,ho confutato la via delle opinioni, ritrovando così la VIA DELLA VERITA'.LO RIASSUMO QUI DI SEGUITO :Parmenide intuì la non località delle particelle fondamentali, ponendo tutto nell'Essere puntiforme ,così come sta cominciando ad argomentare la fisica quantistica. Pitagora intuì che il vuoto primordiale non è affatto il nulla assoluto,(che resta un assurdo inesistente) ,ma è solo un mondo astratto fatto di numeri immateriali che rappresentano ipotesi materiali finte, che rappresentano la materia in teorema di numeri quantici, a contorno di punti spaziali virtuali.Come si può ben vedere dunque ,secondo questa rivisitazione della Via della Verità ,effettuata con la mia reinterpretazione riveduta e corretta,la teoria unificata ora c'è. Io l'ho trovata e non c'è più niente di utile nelle cose complesse ma sbagliate ,che attanagliano la teoria Standard indecidibile e/o incompleta e la successiva teoria delle stringhe.Ciò a cui si riferiscono ancora mplti scienziati ,sono dunque speculazioni irresolute e irrisolvibili ,che tentano invano l'estensione dell'attuale teoria standard che rimane incompleta e indecidibile.Bisogna abbandonarle dunque ,perché sono tutte ipotesi sbagliate.L'estensione della teoria standard è stata già trovata da me con il pensiero sineterico, ed è ora disponibile sul sito http://www.webalice.it/iltachione nel trattato : IL TACHIONE IL DITO DI DIO.Questa teoria è stata ispirata al mio intelletto da San Pio da Pietralcina, il quale disse: farò più rumore da morto che da vivo .
  • Gentile scrive:
    Il fatto è che
    se giochi da solo sei un eroe in un mondo fatatose giochi in multiplayer sei solo uno stronzo qualunque in mezzo a un branco di nerd
  • freeeak scrive:
    preferisco la baraonda!!!!
    muahuahauhau il mio motto è piu sima meglio è soprattutto se non ci sono admin... e che cacchio almeno nei giochi. il mio gioco preferito in multiplayer cmq rimare mechwarrior4 peccato che ci siano pochissimi giocatori ormai.
  • Cesare scrive:
    Un piacevole momento di asocialità ...
    ... è così che ho sempre visto il videogioco: metto in pausa il mondo reale e mi tuffo in un mondo virtuale. Senza esagerare, solo per staccare la spina un po'. Poi sono sempre tornato alla realtà, più lucido e riposato.
    • WoWista scrive:
      Re: Un piacevole momento di asocialità ...
      Io sono un WoWaro.E si, il 99% del tempo lo passo da solo. Non sono mai stato in un raid (dungeon per 10 o 25 persone, in linea teorica, il fine ultimo del giocare a WoW)In compenso ho diversi personaggi al 70° livello (il massimo, per ora)E mi diverto molto lo stesso. Tanto quanto mi divertivo a Diablo II in single, per dire. C'è da dire pero' che se trovi le persone giuste, il divertimento aumenta esponezialmente.E' propio quel "trovare le persone giuste" che è molto difficile. Uno ha orari diversi, un altro obbiettivi diversi. Un altro ancora preferisce fare PvP sempre e comunque...Perciò capisco perfettamente quelli che snobbanoi mmorpg alla WoW per giochi single player.Discorso diverso sono gli fps. Non devi smadonnare per avere le armi super. Non devi spendere ore ed ore ogni giorno solo per avere una chance di essere alla pari con gli altri.Negli fps ti butti subito nella mischia, e da li, o impari o le prendi.
  • 200 OK scrive:
    Dipende dal gioco
    Alcuni sono fatti apposta per giocare da soli (rotfl) @^
  • proskilled scrive:
    whine...
    e' inutile la colpa e' solo vostra se vi scegliete dei compagni bimbomikia che vi fanno sucare in raid... se fate un gruppo di persone serie non c'e paragone.questo e' un discorso da casual player rosikone whinatore...e poi di cosa volete lamentarvi, in wow non si perde mai e' un gioco fatto apposta per voi rosikoni che se perdete la spadina bella vi mettete a piangere e deletate... ma per piacere...UO
    alldarkfall coming soon...
    • Anonimo Codardo scrive:
      Re: whine...
      Le frasi "l'unico umano vivo in circolazione" e "Le persone fanno schifo" non sono riferite solo ai noob, ma anche agli elitist jerk come te...
    • John Locke scrive:
      Re: whine...
      ma come parli?quanti anni hai, 12?
    • 200 OK scrive:
      Re: whine...
      I progamer di oggi :D adolescenti conditi di molta arroganza, poca furbizia nel comprare i componenti e capacità di comunicare pari a zero.Complimentissimi ;)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 05 novembre 2008 11.54-----------------------------------------------------------
    • ezio scrive:
      Re: whine...
      indubbiamente ultima online ha segnato la mente di proskilled :-)
  • Zoro scrive:
    Ma la domanda è...
    ma chissenefrega?
  • Sergio scrive:
    Finalmente
    Finalmente qualcuno si è reso conto dei limiti dei giochi mmog. Condivido il giudizio sulla mancata sospensione della incredulità. Puntare sui mmog è solo una moda,l'esempio di Kotor 3 è più adeguato per sostenere la maggiore importanza del single player, infatti io avrei comprato con piacere un nuovo gioco della saga,mentre non ho intenzione di buttare tempo dietro a un mmorpg.
    • Ignorante scrive:
      Re: Finalmente
      Quoto!!! In tutta la mia storia di giocatore ho fatto solo 2 Raid: aspettare tutto quel tempo perche chi si decide e chi no. Non esiste: se devo aspettare aspetto davanti al bar non certo davanti al PC. Per il resto WOW è così bello che continuo a giocarci in Single player! È bellissimo esplorare un mondo così elegante: un vero capolavoro, una gioia per gli occhi! Per il resto preferisco i mob agli umani: imprevedibili, egoisti e sleali! Nei giochi voglio rilassarmi e non inc*zzarmi con un branco di citrulli!
    • Alfonso Maruccia scrive:
      Re: Finalmente
      Bah, io sono un convinto sostenitore dei videogame in single player da (quasi due) decenni :-PVoglio dire, il vero "multiplayer" era quello degli arcade e delle console di vecchia generazione, l'utopismo arturiano di Ultima Online... on-line non ha più senso ormai.Abbasso World of Warcraft e viva Diablo III, col cacchio che vi do i miei soldi mese per mese cari furboni della Blizzard :-P
      • unaDuraLezione scrive:
        Re: Finalmente
        contenuto non disponibile
        • 200 OK scrive:
          Re: Finalmente
          Concordo in pieno.Single player se livelli il personaggio.Multiplayer se devi dare prova delle tue capacità.Ma sperando non si cada a livelli di Quake 3 dove i bravi erano talmente forti che chi iniziava a giocare subiva (si, esperienza traumatica :D ).Unreal da questo punto di vista era molto meglio, aveva armi "per noob" e il livello si mediava
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Finalmente
            contenuto non disponibile
          • 200 OK scrive:
            Re: Finalmente
            Ottimo ;) nei prossimi giorni lo provo
          • Zoolander scrive:
            Re: Finalmente
            - Scritto da: unaDuraLezione
            Se ne hai la possibilità, prova Team Fortress II
            che è oltremodo divertente e a misura di
            chiunque.
            Se hai un'ottima mira fai lo sniper, se sei più
            uno stratega fai l'ingegnere, e così
            via...Team Fortress II non l'ho ancora provato, ma da quello che ho letto e visto sembra molto simile (come gameplay) a Wolfenstein Enemy Territory, un gioco che conosco molto bene.ET è un gioco (gratis) che nonostante sia vecchiotto (e quindi abbia una grafica peggiore dei giochi attuali) è ancora giocato da moltissime persone proprio perché ognuno può giocare col suo stile (cecchino/spia per chi ama sparare da lontano oppure infiltrarsi nelle fila nemiche, ingegnere per chi ama fare la missione, medico per chi ama fraggare, operatore di campo per chi ama chiamare gli attacchi devastanti dell'artiglieria o degli aerei, ecc).Insomma, tutta un'altra cosa rispetto ai soli giochi fps multiplayer dove conta solo fraggare.Quindi oltre a consigliare Team Fortress II (anche se non l'ho ancora provato), consiglio anche Wolfenstein Enemy Territory.Tra l'altro in questo periodo stanno lavorando allo sviluppo di Return to Castle Wolfenstein 2 (Wolfenstein Enemy Territory, in pricipio doveva essere la modalità multiplayer proprio del primo Return to Castle Wolfenstein, ma poi divenne un gioco a sé).
      • Mah boh scrive:
        Re: Finalmente
        Personalmente credo che il bello di giochi come WoW sia lo spirito di squadra... Trovo esaltante fare parte di un gruppo che affiatandosi riesce a superare le difficolta', mi da una sensazione di "epico".Giocare in solitaria e' il solito Pac Man, IMHO.
Chiudi i commenti