Google aprirà le API del suo Office

Come già fatto con molti altri propri servizi, Google metterà a disposizione degli sviluppatori indipendenti le interfacce con cui inserire le funzionalità del suo nuovo Office in altre applicazioni

Mountain View (USA) – In linea con la propria filosofia di business, Google ha annunciato l’intenzione di rilasciare le interfacce di programmazione (API) di Google Docs & Spreadsheets (GD&S), la sua giovane suite per l’ufficio web-based attualmente composta da un word processor e un foglio di calcolo.

Le API di GD&S potranno essere utilizzate gratuitamente dagli sviluppatori all’interno di altre applicazioni e servizi web, quali ad esempio i software per la collaborazione. Uno degli obiettivi di BigG è quello di favorire la diffusione dei cosiddetti mashup , applicazioni scritte in AJAX che si compongono di funzionalità fornite da differenti risorse online.

Jonathan Rochelle, product manager di Google, ha detto che l’apertura delle interfacce di GD&S favorirà la nascita di servizi in grado di arricchire e completare la suite di Google , “abbattendo le attuali limitazioni di GD&S e creando nuovi modi per collaborare fruttuosamente via Internet”.

Google rappresenta una delle più promettenti e dinamiche dotcom sul mercato, tuttavia le sue strategie relative ai web service appaiono ad alcuni un vero e proprio salto nel buio .

“Non sembra che Google abbia ancora concepito alcun concreto modello di business per questo servizio. L’azienda continua ad acquisire e sviluppare servizi che non hanno un’immediata e percepibile capacità di generare utili, e questo ad un certo punto dovrà probabilmente finire”, ha commentato Ryan Paul in questo articolo di ArsTechnica.com . “È difficile pensare che i profitti attualmente generati da Google nel settore dell’advertising possano sovvenzionare ancora a lungo tutti questi servizi gratuiti e senza pubblicità. E quando Google deciderà di inserire la pubblicità in questi servizi, rimane da vedere se gli utenti saranno disposti a scrivere i propri documenti a fianco di un banner e ad affidarli ad un server remoto”.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    spero tanto...
    che tutte le multinazionali danneggiate facciano una sorta di mega share action e facciano colare a picco la sony. E visto che siamo nel fantastico, che si adoperino poi per reintegrare nelle loro società i vari pezzi.
  • Anonimo scrive:
    harakiri nella tradizione jap
    A quando l'harakiri pubblico dei dirigenti sony?Dopo la tripletta di debacle: rootkit + ps3 rimandata + batterie richiamate, ai dirigenti jap non resta che un ultimo, onorevole, gesto da compiere... 8)PS: per chi non lo capisse, il mio tono e' ironico.. ;)Lo sentite lo scricchiolio del colosso? Golia, poco dopo il colpo di davide con la fionda... ecco: sony e' in questo stato ora..
    • Anonimo scrive:
      Re: harakiri nella tradizione jap
      - Scritto da:
      A quando l'harakiri pubblico dei dirigenti sony?
      Dopo la tripletta di debacle: rootkit + ps3
      rimandata + batterie richiamate, ai dirigenti jap
      non resta che un ultimo, onorevole, gesto da
      compiere...
      8)

      PS: per chi non lo capisse, il mio tono e'
      ironico..
      ;)

      Lo sentite lo scricchiolio del colosso? Golia,
      poco dopo il colpo di davide con la fionda...
      ecco: sony e' in questo stato
      ora..credi che il colosso crolli per così poco?un anno in rosso non è grave per Sony che oltre alla PS3 e le batterie fa tante altre cose che finora mi sono sembrate di ottima qualità
  • Anonimo scrive:
    Mo solo le batterie dei notebook?
    Salve, una cosa non ho capito: ma i difetti riguardano solo le batterie dei notebook oppure di tutti i dispositivi? Ad esempio io ho una fotocamera Sony a cui la batteria e' partita dopo alcuni mesi di utilizzo. A questo punto dovrei sostituirla con una nuova e non so se prenderla della Sony oppure prendere qualche compatibile. Grazie per l'attenzione.(newbie)
  • Anonimo scrive:
    Chiudesse
    Ovvio che se devo dire ai miei clienti "ehi ridammelo che c'e' un pezzo fallato" poi vada da chi fa quel pezzo a farmi risarcire, vorrei pure vedere
    • Anonimo scrive:
      Re: Chiudesse
      - Scritto da:
      Ovvio che se devo dire ai miei clienti "ehi
      ridammelo che c'e' un pezzo fallato" poi vada da
      chi fa quel pezzo a farmi risarcire, vorrei pure
      vedereNulla è ovvio. Questo ritiro non è ovvio. Non sono molte le ditte che l'avrebbero fatto. Sta all'acquirente decidere in base alle proprie preferenze e conoscenze cosa acquistare in futuro.
  • Anonimo scrive:
    Complimenti per la vignetta
    Veramente carina (parlo di Willy Coyote con la dinamite "Sorry") (rotfl)
  • Anonimo scrive:
    Ma a seguito del richiamo
    cosa succede?Cioè fanno una verifica tecnica e se è tutto ok ti rendono il portatile con la batteria originaria o le cambiano tutte comunque?Perchè se così fosse sarebbero 8000 tonnellate circa di monnezza altamente inquinante...dove le mettono?
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma a seguito del richiamo
      La mandano in kenya per punirla del software piratato
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma a seguito del richiamo

      Perchè se così fosse sarebbero 8000 tonnellate
      circa di monnezza altamente inquinante...dove le
      mettono?Sarebbe giusto lasciarla sotto al portone di casa Sony.
Chiudi i commenti