Google Chrome e le estensioni che non si possono cancellare

Il browser di Mountain View continua a essere bersaglio dei criminali specializzati in estensioni malevole, una minaccia che questa volta riguarda - in parte - anche Firefox e che risulta particolarmente rognosa da eliminare

Il ricercatore di Malwarebytes Pieter Arntz ha scovato due nuove estensioni per browser dal comportamento a dir poco malevolo, due componenti aggiuntivi progettati per generare traffico fasullo sui video di YouTube e rendere l’opera di eliminazione manuale da parte dell’utente a dir poco difficoltosa.

La prima estensione è nota come “Tiempo en colombia en vivo”, è stata distribuita tramite lo store ufficiale di Google e prende di mira il browser Chrome in maniera piuttosto perniciosa: l’installazione viene forzata visitando alcuni siti appositamente progettati, dove l’utente viene in pratica “sequestrato” con avvisi pop-up visualizzati finché non procede all’aggiunta dell’add-on.

Una volta installato, il componente aggiuntivo ridirige il traffico di Chrome verso alcuni video presenti su YouTube, una strategia chiaramente pensata per generare traffico e quindi guadagni basati sulla visualizzazione di messaggi pubblicitari sulla piattaforma di video sharing.

Oltre a generare traffico fasullo, l’estensione inibisce l’accesso alla pagina di Chrome utile a gestire e cancellare le estensioni ( chrome://extensions/ ) e visualizza al contrario una lista non interattiva delle app e degli add-on installati ( chrome://apps/?r=extensions ).

Stando a quanto sostiene Arntz, a questo punto la rimozione dell’installazione malevola diventa praticamente impossibile per vie normali: all’utente non resta che rinominare il file JavaScript del componente ( 1499654451774.js ) oppure, in alternativa, lanciare la versione gratuita di Malwarebytes e lasciare che il tool ripulisca il codice malevolo in autonomia.

Un’altra minaccia sotto forma di add-on – dalle caratteristiche simili a quella per Chrome – è stata poi identificata per Mozilla Firefox, anche se in questo caso la rimozione è molto meno problematica: basta avviare il browser del Panda Rosso in modalità provvisoria (tasto Shift premuto durante l’avvio) per disabilitare tutte le estensioni e cancellare quella pericolosa. 

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • ConTroll scrive:
    I controlli sulla privacy di Windows
    I controlli sulla privacy di Windows[img]http://st.depositphotos.com/1479672/2348/i/950/depositphotos_23483711-stock-photo-guard-and-burglar.jpg[/img]
  • non sono nerd scrive:
    che due XXXXXXs con sta privacy
    io vivo benissimo con le impostazioni di default di w10, in più ho tutti i miei dati (anche sensibili) su google drive, location history di android attivo, uso google now, salvo tutte le password in chrome (senza passphrase per poterle vedere da web). chi si fa problemi di questo genere è solo un nerd insoddisfatto...
    • 73f41d50f52 scrive:
      Re: che due XXXXXXs con sta privacy
      All'articolo precedente avevo scritto che la loro cronaca minuto per minuto di tutte le poco innovative funzionalità che Microsoft pianifica per Windows stava diventando noiosa, anche il troll che va avanti fingendosi macaco e linaro e si scrive e si risponde con finti lunghi flames si vede meno nei suoi articoli.Quindi a quanto pare hanno pensato di spostare la telecronaca verso temi più "caldi".
    • il Fuddaro scrive:
      Re: che due XXXXXXs con sta privacy
      - Scritto da: non sono nerd
      io vivo benissimo con le impostazioni di default
      di w10, in più ho tutti i miei dati (anche
      sensibili) su google drive, location history di
      android attivo, uso google now, salvo tutte le
      password in chrome (senza passphrase per poterle
      vedere da web). chi si fa problemi di questo
      genere è solo un nerd
      insoddisfatto...A noi non ce ne fotte una beneamata XXXXXXX! Quindi continua così e vivi felice ed ebete.
Chiudi i commenti