Google Chrome, tutte le novità per la sicurezza

Il team di sviluppo del browser Google Chrome ha annunciato tutta una serie di novità che, all’alba della release 83, riorganizzano alcune funzioni essenziali per il rapporto con l’utente e la sicurezza della sua esperienza di navigazione. Nuove funzioni da una parte, una riorganizzazione funzionale delle precedenti dall’altra, così da avere uno strumento più semplice a disposizione: avere piena consapevolezza di quel che accade durante la navigazione è essa stessa sicurezza, nonché approccio pedagogico, aiutando così l’utente a comprendere quali siano i rischi potenziali occorsi durante il proprio percorso online.

Google Chrome, le novità per la sicurezza

  • Cookie
    Gestire i cookie è diventato più semplice. Quando visitate un sito web, potrete scegliere se consentire l’utilizzo dei cookie e in quale modo: sono disponibili opzioni per bloccare i cookie di terze parti sia nella navigazione normale sia nella modalità in incognito, o anche di bloccare tutti i cookie su alcuni o tutti i siti web.
  • Autorizzazioni
    In Impostazioni sito, abbiamo riorganizzato i controlli in due sezioni distinte per facilitare l’individuazione delle autorizzazioni più sensibili per i siti web: l’accesso alla posizione, la fotocamera o il microfono e le notifiche. In una nuova sezione sono anche evidenziate le attività più recenti relative alle autorizzazioni.
  • Tu e Google
    In cima alle impostazioni di Chrome è visibile la sezione “Tu e Google” (chiamata in precedenza “Persone”), dove potete trovare i controlli per la sincronizzazione. Grazie a questi controlli potete decidere quali dati volete condividere con Google affinché siano memorizzati nel vostro Account Google e disponibili in tutti i vostri dispositivi.
  • Privacy
    Poiché molte persone eliminano regolarmente la cronologia di navigazione, abbiamo spostato il controllo “Cancella dati di navigazione” nella parte superiore della sezione Privacy e sicurezza.

Con il nuovo controllo di sicurezza“, continua inoltre Google, “il nuovo strumento vi dirà se le password che avete memorizzato in Chrome sono state compromesse e, se così fosse, come risolvere il problema; vi segnalerà se Navigazione sicura, la tecnologia di Google che vi avvisa prima di visitare un sito pericoloso o di scaricare un’app o un’estensione dannosa, è disattivata; lo strumento di controllo della sicurezza dispone anche di un nuovo modo per verificare se la versione di Chrome è aggiornata con le protezioni di sicurezza più recenti; se sono installate estensioni dannose, vi dirà dove trovarle e come rimuoverle“.

Una ulteriore novità è prevista per la modalità di navigazione in incognito, nella quale si agisce sui cookie di terze parti per rendere l’idea di “incognito” ancor più fedele e calzante con le aspettative dell’utente:

Oltre a eliminare i cookie ogni volta che si chiude la finestra del browser in incognito, inizieremo anche a bloccare per impostazione predefinita i cookie di terze parti in ogni sessione di navigazione in incognito e inseriremo un controllo ben visibile nella pagina Nuova scheda.

Le ultime due funzioni annunciate fanno invece leva sui DNS:

  • Navigazione sicura
    Attivando la protezione avanzata di Navigazione sicura, Chrome controlla in modo preventivo se le pagine e i download sono pericolosi inviando informazioni a Google Navigazione sicura. Se avete eseguito l’accesso a Chrome, Chrome e altre app Google che usate (come Gmail o Drive, ad esempio) vi proteggeranno ulteriormente in base a una visione olistica delle minacce che incontrate sul Web e degli attacchi verso il vostro Account Google.
  • DNS sicuro
    Quando si accede a un sito web, il browser deve innanzitutto determinare quale server lo ospita tramite un’operazione chiamata “Ricerca DNS” (Domain Name System, sistema dei nomi di dominio). La funzionalità DNS sicuro di Chrome utilizza il protocollo DNS-over-HTTPS per criptare questo passaggio, allo scopo di impedire agli utenti malintenzionati di osservare quali siti visitate o di indirizzarvi su siti di phishing. Se supportato dal vostro provider di servizi Internet, Chrome utilizzerà automaticamente il protocollo DNS-over-HTTPS per impostazione predefinita. Potete anche configurare un provider DNS sicuro diverso nella sezione Sicurezza avanzata oppure disattivare del tutto la funzionalità. 

Chrome, va ricordato, è oggi il browser più utilizzato in assoluto in tutto il mondo: ogni passo avanti nella sicurezza dello strumento significa un grande effetto positivo spalmato su centinaia di milioni di utenti poco attenti a questi aspetti e potenzialmente esposti a pericoli ogni qualvolta utilizzano servizi online.

Fonte: Google
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

19 05 2020
Link copiato negli appunti