Oggi Google mette un piede nel mondo del gaming

Oggi alla GDC di San Francisco l'annuncio ufficiale: Google entra nel mondo dei videogiochi con il debutto di un servizio di cloud gaming.

È giunto il giorno in cui Google svela i suoi progetti legati ai videogiochi. La cornice scelta per gli annunci è quella della Game Developers Conference di San Francisco. Questa sera l’appuntamento con il keynote di bigG e con la presentazione di un’iniziativa che, stando alle voci di corridoio, permetterà di giocare in streaming a un vasto catalogo di titoli, delegando all’infrastruttura cloud l’elaborazione del comparto audio-video così come la gestione dell’intelligenza artificiale.

Aggiornamento: Google ha annunciato la piattaforma di cloud gaming Stadia.

Il cloud gaming secondo Google

Il pezzo forte dell’evento sarà dunque la piattaforma di cloud gaming. Nota fino ad oggi come Project Stream, è stata avvistata in fase beta nei mesi scorsi permettendo di giocare a un titolo come Assassin’s Creed Odyssey all’interno del browser Chrome, a patto di disporre di una connessione da almeno 25 Mbps. Un requisito fondamentale per evitare che si verifichino lag o ritardi nella comunicazione con i server. L’accesso potrà essere effettuato da PC, Mac, TV, set-top box, smartphone, tablet e persino mediante i dongle della linea Chromecast da connettere alla porta HDMI di televisori o monitor.

Non una console, ma un controller

Il gruppo di Mountain View potrebbe svelare anche un controller (e non una console come ipotizzato in un primo momento), disegnato in modo da adattarsi alla perfezione alle caratteristiche del servizio. Qui sotto un’immagine che mostra in modo schematico il suo aspetto, estrapolata da un brevetto depositato oltreoceano presso l’USPTO. Potrebbe non trattarsi di un semplice joypad, ma includere le componenti hardware necessarie a gestire lo streaming. A tal proposito, le informazioni circolate sono comunque da prendere con le pinze.

Il controller di Project Stream descritto in un brevetto

Non è chiaro quali saranno i giochi inclusi nel pacchetto. Se la presenza del già citato Assassin’s Creed Odyssey è piuttosto probabile, non è da escludere che nel catalogo vi siano altre produzioni targate Ubisoft.

A bordo Phil Harrison e Jade Raymond

Restando in tema, si segnala che al team di Google impegnato nel progetto si sono uniti di recente Phil Harrison (ex PlayStation e Xbox) e Jade Raymond (ex Ubisoft ed Electronic Arts), due volti noti nell’universo gaming, che potranno fornire a bigG un contributo prezioso. Per saperne di più, l’appuntamento è fissato per le ore 18:00 di questa sera.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Fonte: Kotaku
Chiudi i commenti