Google paga per schivare gli AdBlock?

L'azienda californiana pagherebbe il popolare Adblock Plus per includere il proprio advertising nella whitelist dei messaggi che non vengono rimossi. Procedura normale secondo Mountain View

EDIT 09/07/2013: Aggiunta dichiarazione di Google al terzo paragrafo.

Roma – Stando alle indiscrezioni trapelate online, i responsabili di Google pagherebbero per rientrare nella specifica whitelist stilata da Eyeo per la sua popolare estensione Adblock Plus . Una lista bianca prevista nelle stesse FAQ del piccolo tool per il blocco automatico dei messaggi pubblicitari online, che contiene quei banner o finestre pop-up provenienti da piccoli siti e comunque reputati non troppo fastidiosi o invasivi.

Dal forum di Hacker News al sito tedesco Horizont , si rincorrono voci secondo cui l’azienda di Mountain View farebbe in modo che i suoi avvisi pubblicitari vengano considerati benigni e dunque non removibili in automatico dalla vista dei netizen su browser Chrome e Firefox.

Nessun commento da parte di Google o Eyeo, che non ha mai fatto mistero di accettare denaro per l’inclusione di piattaforme e aziende nella sua whitelist . Un portavoce di Google ha voluto precisare che “Adblock Plus ha annunciato che gli annunci e i risultati sponsorizzati di Google e AdSense per i siti partner per la ricerca sono stati riconosciuti validi per la lista acceptable ads . Questo elenco include già una serie di partner AdSense per la ricerca, così come gli annunci che compaiono su Amazon, Reddit e Yandex”: in altre parole, non ci sarebbe alcuna novità nella notizia circolata, visto che è espressamente prevista una “quota di ammissione” per le grandi aziende quando i loro annunci transitino dalla black alla whitelist.

Curiosamente, la stessa Google aveva cacciato numerosi adblocker – compreso Adblock Plus – dal suo store Play, per una presunta violazione del Developer Distribution Agreement sull’ecosistema operativo Android. ( M.V. )

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • darkstar0175 scrive:
    Wassenaar Arrangment
    Caro Marcograzie per quello che scrivi. Tutto chiaro ma la conclusione manca di alcune consederazioni. Prima fra tutte le informazioni sono utili se si hanno gli strumenti e la determinazione di usarle. E nel gioco dello scambio non siamo tutti uguali perche' chi non e' capace di adoperarle perde. E stai tranquillo che l'Italia non sa' che farsene di cio' che gli passa fra le mani. Ti basti sapere che gli archivi del nostro Ministero degli Esteri sono organizzati .... cronologicamente :)!!!Da una occhiatina all'accordo in oggetto puoi capire che potente strumento esiste per fare politica.un saluto
  • sgabbio fuori controllo scrive:
    ciaoo
    XXXXNI INCHIAVABILI
  • mimmus scrive:
    Stesse armi?
    Ma se si organizzasse qualcosa sulla stessa Rete per far fluire enormi quantità di informazioni fasulle e fuorvianti? Che so io... mail piene di parole pericolose, telefonate Skype pedo-terro-sataniste?
  • unaltro scrive:
    vantaggi per tutti?
    Buongiorno,sono naturalmente d'accordo sulle premesse, meno sulle conclusioni. Non credo che "tutti ne traggano vantaggio". Distinguiamo fra lo spiare i propri concittadini e lo spiare gli altri. Possiamo dire che chi spia i propri concittadini ne trae vantaggio, ma chi è il soggetto che spia? Se prendiamo il caso Telecom, è chiaro il danno per il paese. Se il soggetto sono le forze dell'ordine, la questione è più "grigia". Diciamo che come minimo servirebbe più trasparenza, ma non è detto che "la Merkel" o "il governo" siano quelli che ne traggono vantaggio. Lo stesso ovviamente in Italia.Ma è sullo spiare i paesi stranieri che i conti non tornano. Perché gli USA hanno una "capacità di fuoco" che l'Europa nemmeno si può sognare, e non solo perché noi siamo anche impegnati a spiarci fra di noi, ma perché buona parte dell'infrastruttura e delle tecnologie sono USA. Abbiamo presente la differenza fra la Francia che raccoglie dati su chi comunica da/con la Francia, e gli USA che raccolgono dati su chi comunica da/con gli USa, con il supporto di Google, Microsoft ecc? L'Europa finge di arrabbiarsi per facciata, non perché può fare altrettanto, ma perché non può fare niente per impedirlo e alla fine dovrà ingoiare il rospo e le cose continueranno come prima. Gli USA hanno la politica scritta e dichiarata di mantenere la "supremacy in cyberspace", e non chiedono il permesso a nessuno. L'unica cosa che possiamo sperare è che i nostri politici (la maggior parte dei quali, temo, è molto più sprovveduta di come la dipingi, data la facilità con cui si fa intercettare quando c'è l'occasione) si decidano a sostenere un mercato interno europeo dell'IT, che oltretutto con la sua dinamicità avrebbe la potenzialità di creare occupazione molto più rapidamente di altri, creando un po'di indipendenza dlle tecnologie USA.Ultimo punto: a me ha dato molto fastidio che Obama intenda rispondere alla Merkel anziché a Van Rompuy. Secondo me la dice lunga su come stanno al momento le cose, molto più di tante chiacchiere e dichiarazioni.
    • Etype scrive:
      Re: vantaggi per tutti?
      Perchè mai uno stato dovrebbe spiare i propri concittadini o quelli di altri Paesi se non c'è nessun motivo alla base.Ancora crediamo che è "per il bene del Paese" ?? il bene di chi ?
      • unaDuraLezione scrive:
        Re: vantaggi per tutti?
        contenuto non disponibile
        • Etype scrive:
          Re: vantaggi per tutti?
          - Scritto da: unaDuraLezione
          - Scritto da: Etype

          Perchè mai uno stato dovrebbe spiare i propri

          concittadini

          controllo socialePer quello basta in parte anche la tv....basta dire le cose nel modo più vantaggioso per il proprio tornaconto.

          o quelli di altri Paesi

          avvantaggiare le proprie aziende nei confronti di
          quelle
          stranieremmmmm....questo lo credo poco,ormai chi più chi meno la tecnologia ce le hanno tutte ...
          Così semplice, ma non hanno le palle per
          ammetterloEh beh vuoi mettere :D
      • unaltro scrive:
        Re: vantaggi per tutti?
        E poi è tutto uno schifo, è tutto un magna magna e si stava meglio quando si stava peggio ;)Certo che c'è un motivo, anzi, ce ne sono tanti. Uno è certamente, spesso ma non sempre, l'interesse personale di chi spia (non a caso ho citato il caso Telecom, ma negli USA puoi considerare il Watergate, da cui prendono il nome tutti questi "scandali"). Ma ci sono almeno altri due motivi:- il primo sono le indagini legittime: è chiaro che una volta che individui un sospetto, poter sapere con chi e quando ha parlato è molto utile, forse più che intercettarlo "a posteriori", ed è per questo che i metadati sono così appetibili; forse ti potrà stupire, ma a volte le indagini vengono fatte anche per prendere i delinquenti ;)- favorire il sistema paese; un concetto che in Italia non sembra esistere, non so se per fortuna o purtroppo, ma negli USA è molto chiaro; ad esempio, Echelon a suo tempo era stato utilizzato per raccogliere informazioni su Airbus e favorire Boeing in un appalto; questo genere di scambi può facilmente essere parte della collaborazione fra NSA e Microsoft o Google. Questo è proprio quello che intendevo quando dicevo che gli USA hanno la politica scritta e dichiarata di sostenere i propri interessi all'estero. Questo è il loro "interesse del paese". Infatti trovo sconfortante che i politici pensino di essere la cosa più interessante da spiare, sono le aziende il vero valore.Poi, se piace pensare che tutto si riduca sempre solo ad interessi personali di qualcuno, gli USA ne saranno felici ;)
        • Etype scrive:
          Re: vantaggi per tutti?
          - Scritto da: unaltro
          - il primo sono le indagini legittime: è chiaro
          che una volta che individui un sospetto, poter
          sapere con chi e quando ha parlato è molto utile,
          forse più che intercettarlo "a posteriori", ed è
          per questo che i metadati sono così appetibili;
          forse ti potrà stupire, ma a volte le indagini
          vengono fatte anche per prendere i delinquenti
          ;)E chi stabilisce ciò che è legittimo o meno ? Fanno tutto di loro iniziativa a prescindere. Per individuare un sospetto devi passare al setaccio miliardi di comunicazioni,sempre poi a trovare qualcosa di veramente interessante ed utile.. Quali delinquenti ? quelli sono in buona parte dentro i governi e nella politica.
          - favorire il sistema paese; un concetto che in
          Italia non sembra esistere, non so se per fortuna
          o purtroppo, ma negli USA è molto chiaro; ad
          esempio, Echelon a suo tempo era stato utilizzato
          per raccogliere informazioni su Airbus e favorire
          Boeing in un appalto; questo genere di scambi può
          facilmente essere parte della collaborazione fra
          NSA e Microsoft o Google. Questo è proprio quello
          che intendevo quando dicevo che gli USA hanno la
          politica scritta e dichiarata di sostenere i
          propri interessi all'estero. Questo è il loro
          "interesse del paese". Infatti trovo sconfortante
          che i politici pensino di essere la cosa più
          interessante da spiare, sono le aziende il vero
          valore.E questo dalle mie parti significa giocare sXXXXX,oltre che essere una pratica illegale,mi meraviglio come gli altri Paesi facciano buonviso a cattivo gioco...
          • unaltro scrive:
            Re: vantaggi per tutti?

            E questo dalle mie parti significa giocare sXXXXX,oltre che essere una
            pratica illegale,mi meraviglio come gli altri Paesi facciano buonviso a
            cattivo gioco...Posto che facciano buon viso a cattivo gioco, tu che faresti invece? Concreto, realistico e praticabile, intendo, non a chiacchiere.
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: vantaggi per tutti?
            contenuto non disponibile
          • Etype scrive:
            Re: vantaggi per tutti?
            - Scritto da: unaltro
            Posto che facciano buon viso a cattivo gioco, tu
            che faresti invece? Concreto, realistico e
            praticabile, intendo, non a
            chiacchiere.Il mondo non è composto solo ed unicamente dall'America,tutti che hanno paura di metteresi contro il gigante,quindi meglio subire ...questo è il ragionamento che si fa. Hai idea se il datagate fosse stato solo della Germania o Francia ai danni degli USA cosa avrebbe fatto l'America ? Sicuramente non avrebbe dato una pacca sulla spalla,anzi ....L'Italia poi sembra destinata a non sdebitarsi mai nei confronti dell'America neanche tra 1000 anni,siamo sempre il bravo cagnolino pronti a seguirla e a subire le conseguenze delle loro azioni.Voglino fare gli spioni ?? che lo facciano con i propri cittadini e non con il resto del mondo... poi che si lamentano che gli fanno gli attentati ...
          • unaltro scrive:
            Re: vantaggi per tutti?
            Siamo sempre sul lato chiacchiere ;) A parte tutto, e poi chiudiamola qui: gli USA sono i più grossi, lo sanno, ci tengono a restarlo e si impegnano per questo anche giocando sXXXXX, cosa che peraltro fanno più o meno tutti... quelli che sono in grado di farlo. Agli USA dell'indignazione tua o mia o della Merkel interessa poco o niente, al più al governo USA interessa se si indignano i loro elettori, ma se guardi sui siti dei quotidiani USA, di Snowden leggi poco e solo riguardo al suo essere traditore e come riuscire a catturarlo.Quindi alla fine, quello che servirebbe sarebbe mettersi noi in condizione di essere spiati meno: sviluppando un mercato europeo di prodotti e servizi IT alternativi, cosa che farebbe bene anche alla nostra economia. È possibile che a livello europeo ci stiano pensando per davvero (certo non in Italia). In realtà se ne discute da tempo e con un po' di fortuna questa potrebbe essere la goccia che fa traboccare il vaso. Il che vuole dire che fra diversi anni, forse qualcosa potrebbe cambiare. Nel frattempo, fatte e ricevute le scuse di facciata, le cose continueranno come prima. La maggior parte di quelli che oggi si indignano domani se ne saranno già dimenticati, come hanno fatto con Echelon, e correranno ad affidare i loro dati e le loro comunicazioni al prossimo sevizio trendy made in USA.
          • Etype scrive:
            Re: vantaggi per tutti?
            - Scritto da: unaltro
            Agli USA dell'indignazione tua o mia o della
            Merkel interessa poco o niente, al più al governo
            USA interessa se si indignano i loro elettori, ma
            se guardi sui siti dei quotidiani USA, di Snowden
            leggi poco e solo riguardo al suo essere
            traditore e come riuscire a
            catturarlo.La Germania ha una gran voglia di rivincita dopo l'ultima guerra mondiale,oltretutto dopo la Cina è il secondo esportatore di merci al mondo....quindi non proprio irrilevante ......
          • adolfo balther scrive:
            Re: vantaggi per tutti?
            - Scritto da: Etype
            - Scritto da: unaltro

            Agli USA dell'indignazione tua o mia o della

            Merkel interessa poco o niente, al più al
            governo

            USA interessa se si indignano i loro elettori,
            ma

            se guardi sui siti dei quotidiani USA, di
            Snowden

            leggi poco e solo riguardo al suo essere

            traditore e come riuscire a

            catturarlo.

            La Germania ha una gran voglia di rivincita dopo
            l'ultima guerra mondiale,oltretutto dopo la Cina
            è il secondo esportatore di merci al
            mondo....quindi non proprio irrilevante
            ......Si hai ragione. Dannata quella fissazione di invadere l'Unione Sovietica..[img]http://images.paraorkut.com/img/funnypics/images/c/cartman_hitler-12663.jpg[/img]
          • Skywalkersenior scrive:
            Re: vantaggi per tutti?
            - Scritto da: unaltro
            possibile che
            a livello europeo ci stiano pensando per davvero
            (certo non in Italia). In Italia non mancano le capacità, manca la lungimiranza (e l'appoggio politico/burocratico) che è propria di molti altri Paesi.Ricordo che è stato un italiano ad inventare il primo microproXXXXXre ed è stato italiano il primo vero personal computer (l'Olivetti Programma 101). Se ci fosse stata un po' più di visione, adesso la Silicon Valley sarebbe in Piemonte invece che in California (ovviamente è una provocazione...).Ai tempi, invece, non se ne capirono le potenzialità, il ramo "computer" della Olivetti venne ceduto alla General Electric e la "Programma 101" fu il primo e l'ultimo computer innovativo prodotto da noi.
          • Domenico Mattia scrive:
            Re: vantaggi per tutti?

            Ricordo che è stato un italiano ad inventare il
            primo microproXXXXXre Specifichiamo anche che lo ha fatto negli Usa, dove si era trasferito anni prima, e che degli Usa ha preso la cittadinanza pochi anni dopo quest'invenzione.Faggin pare non torni in Italia nemmeno per passare le vacanze.
            ed è stato italiano il
            primo vero personal computer (l'Olivetti
            Programma 101). Lì dipende cosa si intende per personal computer. Una definizione stabile non c'è. Secondo altri, il primo personal computer è questo:http://www.digibarn.com/stories/linc/
            Ai tempi, invece, non se ne capirono le
            potenzialità, Be', innovazione a parte, non è che vendette poi molto. Io ho letto di 35 000 fino a 40 000 pezzi venduti, che per l'epoca è molto, ma mi pare una grande esagerazione e le fonti sono piuttosto entusiastiche.A volte essere troppo avanti non paga. Una cosa del genere accadde anche col NeXTcube. :|
  • dev loop scrive:
    il teatrino
    cassandra... sei la solita complottista eh!;-)http://news.slashdot.org/story/13/07/07/1239233/us-spies-have-security-agreements-with-foreign-telecomshttp://www.washingtonpost.com/business/technology/agreements-with-private-companies-protect-us-access-to-cables-data-for-surveillance/2013/07/06/aa5d017a-df77-11e2-b2d4-ea6d8f477a01_story.html
Chiudi i commenti