Google Pixel 8: arriva la funzione Video Boost

Google Pixel 8: arriva la funzione Video Boost

L'aggiornamento di fine 2023 per i Google Pixel 8 introduce la tanto attesa funzione Video Boost che era stata annunciata in precedenza.
Google Pixel 8: arriva la funzione Video Boost
L'aggiornamento di fine 2023 per i Google Pixel 8 introduce la tanto attesa funzione Video Boost che era stata annunciata in precedenza.

L’aggiornamento di fine 2023 per i Google Pixel 8, che è stato rilasciato un paio di settimane addietro, ha introdotto svariate e interessanti innovazioni, legate in primo luogo all’intelligenza artificiale, come ormai da trend degli ultimi mesi, ma anche e soprattutto alla possibilità di realizzare video di qualità superiore. Una caratteristica molto attesa da poco implementata è pure quella denominata Video Boost.

Google Pixel 8 con potenziamento video

Per chi non lo sapesse o non ne avesse memoria, si tratta di una funzione annunciata contemporaneamente al lancio di Pixel 8 e Pixel 8 Pro, ma resa disponibile solo adesso. Questa rivoluzionaria caratteristica sfrutta l’intelligenza artificiale per ottimizzare la qualità dei video, concentrandosi in special modo sulla resa dei colori e dei dettagli, soprattutto in condizioni di scarsa luminosità.

Un elemento chiave di cui occorre tenere conto è che l’elaborazione dei dati necessari per Video Boost avviene sui server di Google e non localmente sul dispositivo. Ciò implica che per sfruttare al meglio questa funzionalità è necessario disporre di una connessione Internet.

Va altresì tenuto presente che l’utente deve attivare manualmente Video Boost attraverso l’app Fotocamera dello smartphone. Un’altra cosa da precisare è che la feature è un’esclusiva del modello Pro, mentre sulla versione base non risulta fruibile, almeno non al momento.

Da notare che Google suggerisce di utilizzare Video Boost specificamente per i video girati in condizioni di bassa luminosità. L’utilizzo di questa funzione per video registrati in condizioni di illuminazione adeguata potrebbe infatti non condurre a dei miglioramenti significativi rispetto a quella che è la versione originale.

Fonte: The Verge
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 27 dic 2023
Link copiato negli appunti