Google Pixel: fix temporaneo per il bug dello storage

Google Pixel: fix temporaneo per il bug dello storage

Google ha pubblicato le istruzioni per ripristinare le funzionalità dello storage sui Pixel, ma la procedura non è facile per tutti gli utenti.
Google Pixel: fix temporaneo per il bug dello storage
Google ha pubblicato le istruzioni per ripristinare le funzionalità dello storage sui Pixel, ma la procedura non è facile per tutti gli utenti.

L’azienda di Mountain View ha pubblicato un fix temporaneo per il bug introdotto con il Google Play System Update di gennaio 2024. In attesa della soluzione definitiva, gli utenti possono seguire le istruzioni fornite per ripristinare le funzionalità dei Pixel, ma la procedura non è alla portata di tutti.

Fix per sviluppatori

Un Community Manager di Google scrive che il problema riguarda un numero limitato di smartphone Pixel, ovvero solo quelli che hanno ricevuto il Play System Update di gennaio 2024 (sulla maggioranza di essi è ancora installata la versione di novembre 2023). Il bug è presente soprattutto sui dispositivi con account multipli e profili di lavoro. Tra i sintomi ci sono l’impossibilità di accedere allo storage interno dalle app, salvare gli screenshot e avviare la fotocamera.

In alternativa al ripristino delle impostazioni di fabbrica (e quindi alla perdita di tutti i dati) è possibile applicare il fix provvisorio, seguendo i passi pubblicati da Google. La procedura prevede l’uso di un computer Windows, macOS o Linux e dell’applicazione ADB (Android Debug Bridge) incluso negli SDK Platform Tools.

L’utente deve innanzitutto attivare le opzioni di sviluppatore, toccando 7 volte consecutive su Numero build in Impostazioni > Informazione sul telefono. In Impostazioni > Sistema > Opzioni sviluppatore deve essere quindi attivata la voce Debug USB.

Dopo aver collegato il Pixel al computer tramite porta USB Type-C è necessario scegliere l’opzione Trasferimento file. All’interno del terminale (prompt dei comandi) deve essere aperta la directory in cui è stato estratto il contenuto dei suddetti tools. A questo punto è possibile disinstallare i moduli incriminati che hanno causato il bug con questi comandi:

adb uninstall com.google.android.media.swcodec
adb uninstall com.google.android.media

L’utente deve quindi scollegare lo smartphone dal computer, riavviarlo e disattivare le opzioni di sviluppatore. Verrà così ripristinato l’accesso allo storage. Google rilascerà il fix definitivo nei prossimi giorni.

Fonte: Google
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 1 feb 2024
Link copiato negli appunti