Google vuole lanciare un concorrente di AirTag

Google vuole lanciare un concorrente di AirTag

Google starebbe lavorando a uno smart tracker proprietario, avente come nome in codice Grogu, con cui fare concorrenza ad AirTag di Apple.
Google starebbe lavorando a uno smart tracker proprietario, avente come nome in codice Grogu, con cui fare concorrenza ad AirTag di Apple.

Anche Google intende lanciarsi nel campo degli smart tracker, dando filo da torcere ad Apple che con i suoi AirTag è riuscita a riscuotere un discreto successo. Lo testimoniano le informazioni fornire dallo sviluppatore e leaker Kuba Wojciechowski, il quale dice di aver scoperto un nuovo dispositivo di “big G” rientrante proprio nella categoria in questione.

Google lavora al suo smart tracker

Andando più in dettaglio, il device presenta il nome in codice Grogu (oltre che GR10 e Groguaudio), che è quello ufficiale del personaggio inizialmente diventato famoso come “Baby Yoda” nella serie TV di Star Wars The Mandalorian esclusiva per Disney Plus.

Il nome calza a pennello, visto e considerato che nella serie Grogu è un piccolo compagno di viaggio che necessita della protezione del Mandaloriano, similmente ai tracker di oggetti, i quali con il tempo diventano compagni fidati dei proprietari.

Si tratterebbe di un progetto in via di sviluppo presso la divisione Nest, ma ciò non implica necessariamente che il dispositivo verrà lanciato con il suddetto marchio.

Per quel che riguarda le specifiche, lo smart tracker di Google dovrebbe integrare un altoparlante e supportare le tecnologie di connettività Bluetooth LE (BLE) e UWB (Ultra-Wideband). Inoltre, dovrebbe venire reso disponibile in varie colorazioni.

Attualmente non è ancora chiaro quando il nuovo dispositivo potrebbe venire lanciato, ma molto probabilmente ciò avverrà durante l’autunno di quest’anno oppure entro la primavera del 2024.

Non è inoltre da escludere il fatto che la presentazione dello smart tracker possa avvenire in contemporanea con un nuovo speaker della serie Nest, anch’esso dotato di tecnologia UWB, in maniera tale da permettere di trasferire rapidamente brani e canzoni dagli smartphone che a loro volta sfruttano la connettività in questione.

Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione. Le offerte potrebbero subire variazioni di prezzo dopo la pubblicazione.

Fonte: Neowin
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 17 gen 2023
Link copiato negli appunti