Green Pass per esentati dal vaccino: si al QR Code

Green Pass per esentati dal vaccino: si al QR Code

Anche gli esentati dal ciclo vaccinale per motivi di salute potranno avere a disposizione un Green Pass digitale omologo a quello dei vaccinati.
Anche gli esentati dal ciclo vaccinale per motivi di salute potranno avere a disposizione un Green Pass digitale omologo a quello dei vaccinati.

I cittadini italiani esentati dal ciclo vaccinale per motivazioni sanitarie potranno ottenere un QR Code del tutto paritetico a quello di chi ha in dote il Green Pass. Portare nella medesima modalità la certificazione, infatti, consente di tutelare la persona e la segretezza dei suoi dati, facilitando inoltre i processi di controllo grazie ad una piena e completa omologazione degli strumenti utilizzati.

Green Pass per esentati

Il DPCM del 4 febbraio contiene infatti le “specifiche tecniche per trattare in modalità digitale le certificazioni di esenzione dalla vaccinazione anti-COVID-19 e consentirne la verifica digitale“. Il tutto previa approvazione del Garante alle specifiche stesse.

Nello specifico, il QR Code del Green Pass per esentati al vaccino conterrà i seguenti dati:

  • cognome e nome;
  • data di nascita;
  • identificativo univoco della certificazione digitale di esenzione dalla vaccinazione anti-COVID-19;
  • malattia o agente bersaglio: «COVID-19»;
  • la dicitura: «Soggetto esente dalla vaccinazione anti SARS-CoV-2/COVID-19.»;
  • la data di inizio validità della certificazione;
  • la data di fine di validità della certificazione, ove prevista;
  • il codice fiscale del medico che ha rilasciato la certificazione;
  • il codice univoco esenzione vaccinale (CUEV) assegnato dal Sistema TS;
  • l’ente di emissione della certificazione digitale di esenzione dalla vaccinazione anti-COVID-19: Ministero della salute.

Compito del medico responsabile è altresì l’emissione di una “certificazione di esenzione dalla vaccinazione anti-COVID-19 […] identificata con il codice univoco (CUEV), riportante i dati di cui al comma 1 del presente articolo e la motivazione che
giustifica l’esenzione dalla vaccinazione anti-COVID-19“. Così come per i Green Pass, anche le esenzioni potranno essere eventualmente revocate e con esse i diritti acquisiti che il QR Code dovrebbe andare a validare.

La casistica dei cittadini che possono avvalersi dell’esenzione è esplicitamente descritta: “La generazione delle certificazioni di esenzione dalla vaccinazione anti-COVID-19 avviene nei casi in cui la vaccinazione stessa venga omessa o differita per la presenza di specifiche condizioni cliniche documentate, che la controindichino in maniera permanente o temporanea, come stabilito dalle circolari del Ministero della salute citate in premessa ed eventuali successivi aggiornamenti“. Le motivazioni dell’esenzione non sono esplicitate sul Green Pass a tutela della privacy della persona correlata, ma sono esplicitate in fase di emissione della certificazione affinché se ne possano validare a posteriori le origini.

Grazie a questa novità i certificati cartacei potranno essere messi da parte, in favore del riferimento univoco del Green Pass.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 9 feb 2022
Link copiato negli appunti