I domini italiani e la liberalizzazione ICANN

Punto Informatico intervista Domenico Laforenza, neodirettore di IIT-Cnr e responsabile del Registro italiano: al centro la crescita delle registrazioni dei domini italiani, le aperture decise da ICANN e la Internet del Futuro

Roma – È un momento incandescente per il sistema dei domini: in Italia il Registro dei domini Internet.it ha da poco annunciato una ulteriore importante crescita delle registrazioni, proprio nelle settimane in cui ICANN annunciava l’avvio della cosiddetta “liberalizzazione” del sistema. Per comprendere quale sia l’impatto di queste novità sul sistema dei domini italiano e cosa è lecito attendersi per il futuro sulla base delle evoluzioni internazionali, Punto Informatico ha incontrato Domenico Laforenza , che dal primo luglio ha assunto l’incarico di direttore dell’Istituto di Informatica e Telematica del Cnr di Pisa (IIT-Cnr) e, con esso, la responsabilità del Registro dei domini Internet.it (Registro del ccTLD.it).

Classe 1952, Laforenza è laureato in Scienza dell’Informazione e raccoglie il testimone che è stato prima di Franco Denoth (uno dei padri dell’informatica italiana, scomparso due anni orsono ) e, nelle ultime stagioni, di Enrico Gregori. Laforenza, assunto nel 1972 all’istituto Cnuce di Pisa (il Centro nazionale di calcolo universitario dal quale, nel 1986, è partito il primo collegamento italiano alla rete Internet), ha focalizzato le sue attività sulle ricerche nei settori del grid e del calcolo parallelo.

Punto Informatico: Per lo spazio dei domini Internet italiani è stato annunciato come un grosso passo avanti: 1,5 milioni di registrazioni. Questi domini sono tra i più ambiti d’Europa. A cosa si deve quella che appare come una accelerazione nelle registrazioni? E cosa significano?
Domenico Laforenza: Le statistiche testimoniano la vivacità del mercato dei domini italiani. Al di là del valore assoluto, che pone l’Italia al quinto posto tra i country code top level domain europei e al settimo nel mondo, sono particolarmente significativi i dati sull’andamento mensile delle operazioni: nel primo semestre dell’anno abbiamo assistito a un’impennata di nuove registrazioni (da un minimo di 23mila a un massimo di 30.243 a maggio, record degli ultimi otto anni), accompagnata da un incremento nel volume delle cancellazioni (da 10mila a 17mila al mese). È il segnale che il mercato si sta muovendo e, anche in un momento di congiuntura economica sfavorevole, dà prova di un elevato dinamismo.

PI: Cosa significa un .it di grande richiamo?
DL: Internet e i domini sono sempre più parte della nostra vita quotidiana: nel corso degli anni, attorno al Registro, si è sviluppato un indotto importante, alimentato da migliaia di grandi e piccole società che offrono servizi Ict sempre più variegati e che hanno saputo affrontare le sfide del mercato.

PI: E per il Registro?
DL: Il Registro sa esprimere punti di forza: nonostante alcune critiche (a volte legittime, spesso ingenerose), il sistema di registrazione italiano garantisce la tutela dei diritti degli utenti e genera un numero di contestazioni tra i più bassi del mondo.
Anche i costi di registrazione sono tra i più contenuti nel panorama europeo (4,91 euro, prezzo fissato nel gennaio del 2001), e potrebbero ulteriormente diminuire nel prossimo futuro con l’automazione delle procedure di registrazione e mantenimento dei domini.

PI: Quanto incide la presenza di registranti stranieri nei .it ?
DL: Oggi ciascun cittadino maggiorenne dell’Unione Europea può registrare un numero illimitato di domini.it: nonostante la credenza comune, però, i soggetti stranieri titolari di almeno un dominio italiano sono in larga minoranza (erano, al 31 dicembre 2007, poco meno di 24mila). Lo snellimento delle procedure e la registrazione dei domini in tempo reale potranno contribuire a invertire questa tendenza.

PI: Proprio in questo quadro, ormai ci si avvicina al momento del lancio del sistema sincrono di registrazione sul quale, com’è noto, si è focalizzato il dibattito anche tra gli operatori in questi anni. Cosa cambierà rispetto a quello attuale? Cambierà solo per gli operatori o cambierà per tutti?
DL: Crediamo che l’avvento del sistema sincrono possa rappresentare un’evoluzione positiva sia per gli operatori che per gli utenti finali. I primi – da noi coinvolti fin dall’inizio nel processo di elaborazione delle norme e delle procedure tecniche che regoleranno il nuovo sistema di registrazione – non potranno che beneficiare delle economie di scala garantite da una procedura basata sul protocollo EPP e dunque allineata in larga misura a quelle già in uso nei principali ccTLD e gTLD mondiali. Gli utenti finali, a loro volta, avranno la percezione dello svolgimento delle operazioni in tempo reale attraverso un servizio ampiamente automatizzato.

PI: Quando sarà attivo?
DL: Prevediamo che il nuovo sistema vada a regime il prossimo anno. Il Registro sta lavorando per garantire una transizione soft, grazie anche al contributo dei due gruppi di lavoro (che sommano le competenze del personale del Registro a quelle dei maintainer) e della Commissione regole.

PI: In che senso “soft”?
DL: Il sistema di registrazione sincrono non sostituirà immediatamente il vecchio asincrono: i due sistemi continueranno a coesistere in parallelo per un paio di anni per dare modo a operatori e utenti di adeguarsi.
Il punto centrale è e resta la tutela degli utenti finali: il nuovo sistema di registrazione, pur automatico, non dovrà annullare le garanzie a tutela degli assegnatari che sono un fiore all’occhiello della struttura italiana.

PI: È già stato detto che l’avvio del nuovo sistema sincrono sarà accompagnato da una campagna di comunicazione specifica, che punterà in realtà a sensibilizzare verso Internet anche chi oggi stenta ad avvicinarsi alla rete. Quali sono gli strumenti e gli obiettivi della campagna?
DL: Il progetto nasce proprio nell’ottica di avvicinare il grande pubblico al mondo dei domini e, di conseguenza, a Internet. Recenti statistiche ci dicono che l’Italia è il fanalino di coda in Europa per diffusione della cultura informatica (il 56% della popolazione attiva non usa o non sa usare la rete). Ci interessa offrire un contributo alla crescita del Paese là dove possiamo: ovvero, favorendo la diffusione di quelle tecnologie che sono nate e cresciute proprio al Cnr di Pisa: in questo senso, l’eredità del primo collegamento italiano alla rete Internet e del primo dominio italiano (cnr.it), nato all’ombra della torre pendente, ci riempie di orgoglio ma ci impone anche degli oneri.

PI: Su cosa punterà la campagna?
DL: La campagna di comunicazione è soprattutto un momento di promozione della cultura di Internet, contestuale al varo delle registrazioni “sincrone”. In queste settimane si sta svolgendo la gara europea per l’assegnazione dell’appalto: il vincitore sarà chiamato a valorizzare i domini.it come espressione del made in Italy e garanzia di affidabilità e tutela dell’assegnatario: una scelta naturale, dunque, per tutti gli italiani che intendano promuovere la propria identità digitale in rete. Contestualmente, puntiamo ad aumentare la consapevolezza nell’uso della rete tra i nostri concittadini, sottolineando i vantaggi di avere un dominio italiano.
La campagna si rivolge a un target molto allargato: giovani, innanzitutto, ma anche professionisti, imprese e i partner istituzionali del Registro. Lo strumento principe sarà, ovviamente, Internet: ma prevediamo di utilizzare anche i mezzi di comunicazione più tradizionali (stampa, radio, cinema, affissioni) e specifici eventi promossi dal Registro.

PI: Andando sul fronte internazionale, di recente ICANN ha avviato quella che molti hanno definito “liberalizzazione” nel settore dei domini. Cosa cambierà? Ci saranno ripercussioni sugli operatori del settore? E sulle imprese, sugli utenti?
DL: La strategia di “liberalizzazione” dei domini Internet proposta da ICANN era sul tavolo da circa due anni, anche se nelle ultime settimane ha subito un’importante accelerazione. Il progetto è sicuramente di ampia portata e, se ben controllato, potrebbe portare a una diffusione ancor più massiccia dei domini in strati della popolazione mondiale che al momento – anche per una mera questione linguistica – sono di fatto esclusi. Certo, la svolta, anche sul piano puramente tecnico, è significativa.
ICANN ha comunque manifestato il proposito di governare con rigore la “liberalizzazione”, impedendo la nascita di targhe Internet che violino diritti di proprietà intellettuale (marchi, nomi geografici), la morale o l’ordine pubblico. Tali propositi, uniti all’importo del contributo a fondo perduto da erogare comunque a ICANN e le garanzie di solidità finanziaria richieste, fanno pensare che candidarsi alla gestione di un nuovo registro non sarà un’operazione alla portata di tutti.

PI: In questo quadro qual è la priorità per il Registro italiano?
DL: Ciò che più ci preme è la salvaguardia della stabilità e dell’equilibro della rete. Dovrà pertanto essere garantita la competenze tecnica e la solidità finanziaria di tutti i soggetti che ambiscono a ricoprire il ruolo di Registro Internet. Continueremo a offrire il nostro contributo ai lavori di tutti gli enti internazionali regolatori di Internet per garantire uno sviluppo equo ed equilibrato della rete.

PI: Le novità introdotte da ICANN in che modo impatteranno sul sistema dei domini italiano? Molte attività italiane finiranno per girare su domini diversi dal.it?
DL: A mio giudizio è estremamente improbabile che chi ha già un’attività consolidata sotto un dominio italiano decida di abbandonarlo: è assai più realistico pensare che a questo ne vengano affiancati altri sotto nuove estensioni.
Non solo:.it identifica nel sentire comune il nostro Paese e il forte vincolo di appartenenza geografica difficilmente potrà essere indebolito da suffissi “concorrenti”.
In ogni caso, credo che un movimento “sano” intorno al mercato dei domini non possa che giovare a tutto il sistema Internet: ne beneficeranno i registri tradizionali, gli operatori del settore e, soprattutto, gli utenti finali.

PI: Le attività sulla rete e per la rete del CNR vanno naturalmente ben oltre la sola gestione dei domini.it, si lavora molto su quella che avete definito la Internet del Futuro. Quale sarà il ruolo del CNR? Quali sono le direzioni che si intendono intraprendere? In tutto questo quale ruolo giocheranno i domini?
DL: Il Dipartimento delle tecnologie dell’informazione e delle comunicazioni del CNR, diretto dal professor Francesco Beltrame e cui l’Istituto di Informatica e Telematica afferisce, ha individuato nell'”Internet del Futuro” uno dei settori nevralgici della propria attività. Le ricerche guardano a una rete di nuova generazione: un’infrastruttura di telecomunicazioni dove convivono reti wireless ad alta velocità e reti cablate, finalmente in grado di accogliere servizi e applicazioni avanzate senza più limiti di mobilità, potenza di calcolo, memoria o flessibilità.
In questo contesto, l’Istituto può vantare competenze di altissimo livello: penso all’Ubiquitous Internet (ovvero, la possibilità di accedere alla rete in qualsiasi momento, luogo e con qualsiasi dispositivo), alla sicurezza dell’informazione (con particolare riferimento ai dispositivi mobili), allo sviluppo dei modelli e degli algoritmi per la risoluzione di problemi complessi, al Grid computing.
Il Registro, che nasce e si sviluppa all’interno di un ambiente di ricerca, eredita per via diretta tali competenze: e il sistema dei domini italiani ne sarà sempre il primo beneficiario.

a cura di Paolo De Andreis

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Upr scrive:
    Re: io imprenditore miliore di tuti
    ma te intanto protesti rifare la scuola dell'obbligo o un corso di Italiano per malati mentali....
  • Giulio scrive:
    Stipendi bassi, basso livello
    E' vero, in Italia i "professionisti dell'IT" in media hanno basso stipendio.Ma è anche vero che in media sono poco preparati.Un solo esempio: in Italia, nel settore aeronautico ci sono informatici con uno stipendio netto di circa 4600 euro al mese (15 anni di esperienza). Ma sono soggetti preparatissimi, con lauree in discipline scientifiche (tipicamente, matematica, fisica o la vecchia laurea in Scienze dell'Informazione), adibiti alla dimostrazione della correttezza semantica del software.Purtroppo oggi il 99,9% dei "professionisti IT" in Italia è diplomato, oppure ha una laurea in ingegneria informatica, e quindi non ha la più pallida idea di che cosa siano le semantiche formali, le dimostrazioni di corretteza, la complessità computazionale...
    • Lucab scrive:
      Re: Stipendi bassi, basso livello
      per fortuna che i laureati in Scienze dell'Informazione non condividono la tua poca apertura mentale.saluti (un ing. che probabilmente guadagna piu' di te :P )
      • Giulio scrive:
        Re: Stipendi bassi, basso livello
        Carissimo, io sono ingegnere informatico, ma con laurea in Sc.dell'Inf. (VO) e Informatica (NO).Trovami un qualsiasi laureato in Ing.Inf. che abbia una minima nozione di semantica formale, di complessità di decidibilità... Nel mio settore (molto ben remunerato!), una forte preparazione scientifica è imprescindibile. Non abbiamo ingegneri informatici italiani proprio per queste loro grosse lacune, mentre sono molte le collaborazioni con ingegneri francesi e indiani.Non vedo, poi, cosa c'entra l'apertura mentale...Ciao
        • di passaggio scrive:
          Re: Stipendi bassi, basso livello
          e che diamine te ne fai di ciò che hai citato nel 98% delle applicazioni reali? semplice...nulla...buona accademia! saluti!
        • di passaggio scrive:
          Re: Stipendi bassi, basso livello
          "settore aeronautico" non a caso il tuo esempio di nicchia... :-)effettivamente per fare applicazioni web per la gestione documentale o per le prenotazioni alberghiere la ricerca operativa e la complessità computazionale e tutto il resto citato sono basilari!
        • radagast scrive:
          Re: Stipendi bassi, basso livello
          - Scritto da: Giulio
          Carissimo, io sono ingegnere informatico, ma con
          laurea in Sc.dell'Inf. (VO) e Informatica
          (NO).

          Trovami un qualsiasi laureato in Ing.Inf. che
          abbia una minima nozione di semantica formale, di
          complessità di decidibilità...io sono diplomato, lavoro spesso con degli ingegneri informatici e onestamente oltre a prendere 1/3 del mio stipendio sono delle zappe inaudite, anche il project manager e' diplomato e quando ci arrivano ingegneri di default alza gli occhi al cielo e nel 80% dei casi li rimanda indietro, sembra che il 100% degli informatici dotati si fermino al diploma mentre i ritardati prendano tutti la laurea, senza offesa potrei raccontarvi degli aneddoti da far accapponare la pelle .Potresti ribadire che la mia e' invidia per non essere riuscito a.. (riempire con un luogo comune a caso).. ma sono semplici osservazioni basate su criteri statistici su campioni rappresentativi.
          • di passaggio scrive:
            Re: Stipendi bassi, basso livello
            guarda tu, il tizio a cui rispondi e molti altri siete solo l'esempio di quanto nel 99% chi si occupa di informatica, a livello umano, vale meno che zero... siamo una razza molto ma molto brutta... putroppo non posso usare i termini che vorrei xkè verrei censurato, ma come persone nn c'è niente da pigliare... superbi, malati, esaltati... almeno il 90% di quelli ke ho finora conosciuto.PS: mai pensato che gli ing. che ti arrivano sono scarsini solo xkè hanno meno esperienza?magari NO, xkè il grande informatico, di fronte a un PC che non funziona xkè ha la spina staccata, inizia a fare fisica quantistica...saluti
          • ... scrive:
            Re: Stipendi bassi, basso livello
            io sono laureato, non in ingegneria, però per lavoro mi occupo di informatica, tutti gli ingegneri con cui ho avuto a che fare sono degli incompetenti da competizioneè gente piena di se, che è convinta che siccome ha buttato via 5 anni (perché ingegneria in italia significa buttare 5 anni al cesso), allora ha ragionei peggiori sono i project manager che progettano tutto, scrivono tipo 80 pagine (perché quesot fa un ingegnere informatico, scrive fuffa) di NIENTE, per una funzione di 2 righe di codice (a dire tanto)poi tirano fuori soluzioni assurde campate per aria, con errori banali che denotano un'ignoranza di fondo, ad esempio hash fatti 2 volte "perché è più sicuro", senza sapere nemmeno cos'è un hash, e perché farlo 2 volte non serve a nienteperò una cosa la sanno fare, sanno disegnare dei bei diagrammi e fare bene le presentazioni in power point, mi sembra ovvio che pretendano 8000 euro al mese, dove lo trovi oggi uno che sa usare power point? :)diciamo che gli ingegneri sono un po' come i notai, gente che non fa un cavolo (il notaio fa ancora meno dell'ingegnere) e che devi pagare tanto perché ha un pezzo di carta (utile per un solo scopo) e per l'assurda legge italiana (ma non solo, almeno nel caso dei notai, gli ingegneri informatici all'estero sono MOLTO più preparati di quelli italiani)mah daltronde questa è l'italia, c'è poco da fare, io nel frattempo me la rido con i miei colleghi sui progetti fatti dagli ingegneri, che puntualmente rifacciamo da 0 e la gente ci venera tipo dei egizi perché quello che progettiamo funziona, al contrario di quello che progettano i super ingegneri :)in fin dei conti, finché c'è gente che non sa fare il suo lavoro, a me va bene, così lo faccio io :)
          • di passaggio scrive:
            Re: Stipendi bassi, basso livello
            bah...classificazioni stupide e ridicole...come tutto il discorso...
          • ... scrive:
            Re: Stipendi bassi, basso livello
            che però rispecchiano la realtà :)purtroppo in italia la facoltà di ingegneria informatica non da nessuna formazione, c'è poco da fare
          • di passaggio scrive:
            Re: Stipendi bassi, basso livello
            ma non vuol dire nulla però... da come parlate voi sembra che chi è ingegnere informatico non potrà mai capire nulla... come se nn ci continuasse a studiare anche dopo la laurea... cioè è un discorso assurdo...che poi di poca formazione pratica sono il primo a dirlo.
          • guast scrive:
            Re: Stipendi bassi, basso livello
            Quando si scrive un'analisi senza andare nel dettaglio e senza avere la possibilità di provare quello che si sta facendo capita di fare errori.In questo caso si fa un bug report sulla documentazione e la si fa correggere dopodiche si va avanti col lavoro senza fare tante scene. O almeno così si dovrebbe fare, ma raramente succede.E vero che spesso la documentazione e scritta male, ma è anche vero che questa è la scusa più usata dai programmatori per fare come caçço gli pare. Poi come al solito alla fine non funziona niente e parte lo scaricabarile.P.S. Non sono laureato, ma non ci vuole la laurea per capire come va a finire
          • ... scrive:
            Re: Stipendi bassi, basso livello
            si ma sbagli pensando che il programmatore scriva solo codice :)quello è il linuxaro studentello universitario, che compila "int main()" col gcc e pensa di saper programmare, e scrive robaccia su robaccia o il programmatore vb spara-gestionale che non sa la differenza tra un pulsante e un iconai programmatori veri sanno anche progettare, molto meglio degli ingegneri (italiani) perché al contrario di questi, SANNO di cosa parlano, conoscono i limiti e le caratteristiche del sistema che usanopoi comunque parlo sempre dell'italia, è ovvio che all'estero non è così, infatti il più grande informatico della storia (Dijkstra) non ha quasi mai acceso un pc, ma magari l'università italiana dasse lo 0,1% della sua preparazione teorica...nelle università italiane, nelle facoltà di ingegneria informatica e nel corso di informatica a matematica, si studia solo questo:1) Linux è il miglior sistema operativo e va usato al posto di Windows (perché lo dice il professore, sia chiaro)2) Java è meglio perché è multi piattaforma ed è nuovo, il C e il C++ sono linguaggi vecchi e "sbagliati", cosa voglia dire sbagliati, lo sa solo il professorevediamo cosa si studia nelle altre università:1) Progettazione di software in kernel mode per l'utilizzo di device hardware2) Studio di ADA e progettazione dell'avionica degli aerei3) Formazione SUL CAMPO, contribuendo allo sviluppo di software per device embedded4) Progettazione di compilatori e analisi semantica del testo (parlando di teoria)5) Progettazione base di micro processori (utilizzando FPGA e tecniche più recenti per la simulazione)e tante altre cose, che in italia vengono, forse, accennate, nelle altre università quando esci da ingegneria informatica SAI scrivere il software dello shuttle, in italia quando esci sai fare l'agenda in java (rotfl)(rotfl)(rotfl)il problema purtroppo sono i docenti, nelle facoltà di informatica, troppo spesso sono matematici presi in prestito in cerca della cattedra, che non hanno nessun background di informatica teoricaditemi ma quanti di voi che fanno ingegneria informatica o informatica, hanno fatto un corso di teoria dell'informazione serio? e per serio intendo dimostrazione dei teoremi di Shannon e compagni, conosco ingegneri laureati a roma2 che non hanno mai fatto niente del genereingegneri che non sanno cos'è l'entropia nell'informazione, cos'è la capacità di un canale, come CAVOLO pretendi di venir preso sul serio? se vuoi fare ricerca, metti su metodi di compressione, ma DOVE TI PRENDONO se non sai cos'è l'entropia, la capacità di un canale e la ridondanza? ora non sto più parlando dello smanettone programmatore, questa è informatica teorica pura, però con questo si fanno gli mp3, si fa l'hdr e si fa l'h264in italia devo ancora conoscere un ingegnere che sappia chi era Shannon e che abbia una minima idea di cosa sia l'entropia di un sistema, in compenso però sono tutti esperti di agende in java :)
          • Sbobbafresc a scrive:
            Re: Stipendi bassi, basso livello
            Premettendo che sono un laureato in ing.informatica VO...
            nelle università italiane, nelle facoltà di
            ingegneria informatica e nel corso di informatica
            a matematica, si studia solo
            questo:

            1) Linux è il miglior sistema operativo e va
            usato al posto di Windows (perché lo dice il
            professore, sia
            chiaro)Vero, ma ti sei dimenticato di dire che il professore generalmente mentre pontifica ciò, sta mandando le slide tramite Powerpoint, su un portatile che ha SO Windows.
            2) Java è meglio perché è multi piattaforma ed è
            nuovo, il C e il C++ sono linguaggi vecchi e
            "sbagliati", cosa voglia dire sbagliati, lo sa
            solo il professoreVero, ma c'è una sparuta minoranza che il C e il C++ lo supportano moralmente, ma soltanto la versione ANSI senza alcun supporto grafico avanzato. Non puoi neanche usare un IDE, te lo devi scrivere con VI. Sciocchezze a parte, ti rispondo perchè vorrei contestare la seconda parte del tuo post.
            vediamo cosa si studia nelle altre università:
            1) Progettazione di software in kernel mode per
            l'utilizzo di device hardwareAmmetto di non avere idea di cosa sia.
            2) Studio di ADA e progettazione dell'avionica
            degli aereiHo studiato abb bene ADA, dato che dopo le nozioni di base impartite mi è sembrato molto più versatile e completo di altri e ho approfondito. Di aerei ovviamente a ing informatica non ne sanno nulla, se non le nozioni generiche sullo studio dei flussi e l'aerodinamica.
            3) Formazione SUL CAMPO, contribuendo allo
            sviluppo di software per device embeddedFatto, e non solo per software ma anche con sistemi di controllo di automazione. Cosette piccole ma cmq funzionanti.
            4) Progettazione di compilatori e analisi
            semantica del testo (parlando di
            teoria)Mi hanno fatto impazzire a forza di analizzatori lessicali e semantici. 3 mini-linguaggi realizzati, mesi e mesi che io ritengo inutilissimi, anche se 1 dei 3 è venuto talmente bene che potrebbe essere anche commercializzato.
            5) Progettazione base di micro processori
            (utilizzando FPGA e tecniche più recenti per la
            simulazione)Fatto anche questo, sia con linguaggi di alto livello per l'analisi funzionale e la progettazione del layout dei VLSI, sia con software di simulazione circuitale più a basso livello.
            ditemi ma quanti di voi che fanno ingegneria
            informatica o informatica, hanno fatto un corso
            di teoria dell'informazione serio? e per serio
            intendo dimostrazione dei teoremi di Shannon e
            compagniStudiato anche questo, nonchè gli algortimi di compressione, di controllo di flusso e di crittografia più utilizzati.Ora, la domanda è: a che ca**o serve?Ma secondo te ai mille colloqui di lavoro mi hanno chiesto il teorema di Shannon? Probabilmente i miei datori di lavoro neanche sanno come si realizza, un compilatore!E prova a vedere tramite gli annunci di lavoro, qual'è la proporzione tra le richieste di competenze ADA/JAVA/C++/ABAP/COBOL.E prima che tu risponda che la cultura dovrebbe essere fine a se stessa, ti ricordo che c'è gente che vorrebbe sposarsi, mettere su casa, crescere dei figli!Capisco che il livello di preparazione medio possa essere basso, se ai test pratici non chiedono di realizzare una classe avendo le specifiche, ma ti danno 20 minuti per scrivere una query SQL, ma ti assicuro che anche i preparati se la cavano male!La notizia originale parlava del rinnovo del CCNL e delle ripercussioni che esso ha. Ora, io ti posso portare un esempio pratico: se una persona non preparatissima, ma comunque in gamba, visto che ha sempre vinto ogni sfida proposta con formazione on-the-job e olio di gomito, che ha superato 3 delle tue 4 domande, è giusto che meriti diritti e retribuzione come da quel contratto, ovvero il minimo sindacale con 3 anni di esperienza?Ultima cosa, e la PIU' IMPORTANTE. Per esperienza personale, non ho mai fatto brutte figure ai colloqui tecnici, (anche perchè non mi presento per un offerta millantando conoscenze che non ho), è soltanto dopo che si sono sincerati delle mie capacità, che iniziano a parlare di contratto a progetto (senza che ci sia un progetto specifico) o di aprire una partita IVA fittizia, che iniziano i balletti. Metti per esempio che non assumano me, ma un laureato che ne sa di meno e accetta il compromesso. Fai che questo qui sia uno di quelli che hai conosciuto tu e di cui ti stai lamentando. Di chi è la colpa del fatto che tu lavori con un incompetente?Dell'università che ha formato sia persone capaci e istruite che lui? Non credo proprio. Di lui stesso? Le persone non sono tutte uguali, magari si è impegnato molto anche se i risultati non sono eccellenti. Mia? E da quando in qua devo accettare compromessi per difendere la dignità di una categoria a scapito dei miei interessi? La mia opinione è che la colpa sia di quei datori di lavoro che agiscono nel più pieno paraculismo. Le persone preparate ci sono, ma non le puoi comprare per due lire, né puoi sperare che se impieghi una persona ti sia riconoscente perchè "gli fai un favore". Perché è così che molti lo intendono, dare un lavoro a qualcuno equivale a aspettarsi qualcosa in più della mera professionalità e prestazione lavorativa. Ho visto - sempre in ambito IT - project managers farsi scrivere i documenti da altri, e responsabili impiegare i sottoposti su progetti privati. E ritornando al discorso di prima, secondo me se avveleni il mercato del lavoro offrendo trattamenti poco dignitosi, trovi soltanto due tipi di persone: gli incompetenti e chi invece è preparato, ma ha doppi fini poco edificanti.
          • di passaggio scrive:
            Re: Stipendi bassi, basso livello
            ma magari l'università italiana dasse lo 0,1% della sua preparazione teorica...
            sei siciliano vero? desse, non dasse....nelle università italiane, nelle facoltà di ingegneria informatica e nel corso di informatica a matematica, si studia solo questo:1) Linux è il miglior sistema operativo e va usato al posto di Windows (perché lo dice il professore, sia chiaro)
            mai visto linux nel mio corso di studi... chi è entrato 2 anni dopo di me però sì2) Java è meglio perché è multi piattaforma ed è nuovo, il C e il C++ sono linguaggi vecchi e "sbagliati", cosa voglia dire sbagliati, lo sa solo il professore
            mai sentito dire qste cose... vediamo cosa si studia nelle altre università:1) Progettazione di software in kernel mode per l'utilizzo di device hardware2) Studio di ADA e progettazione dell'avionica degli aerei3) Formazione SUL CAMPO, contribuendo allo sviluppo di software per device embedded4) Progettazione di compilatori e analisi semantica del testo (parlando di teoria)5) Progettazione base di micro processori (utilizzando FPGA e tecniche più recenti per la simulazione)
            INTERESSANTISSIMO!!! WOW!!! del resto sono ambiti che riguardano il 5% della realtà informatica... vuoi mettere?e tante altre cose, che in italia vengono, forse, accennate, E MENO MALE!!!nelle altre università quando esci da ingegneria informatica SAI scrivere il software dello shuttle, in italia quando esci sai fare l'agenda in java
            a parte che non sai fare nemmeno l'agendina in java, se ti limiti a quanto detto dai prof, il sw dello shuttle incartatelo.il problema purtroppo sono i docenti, nelle facoltà di informatica, troppo spesso sono matematici presi in prestito in cerca della cattedra, che non hanno nessun background di informatica teoricaditemi ma quanti di voi che fanno ingegneria informatica o informatica, hanno fatto un corso di teoria dell'informazione serio? e per serio intendo dimostrazione dei teoremi di Shannon
            ma tienitelo per te!!! e compagni, conosco ingegneri laureati a roma2 che non hanno mai fatto niente del genereingegneri che non sanno cos'è l'entropia nell'informazione, cos'è la capacità di un canale, come CAVOLO pretendi di venir preso sul serio?
            non vedo dov'è il problema... nel momento in cui ti servissero.... ma il rischio è remoto se vuoi fare ricerca,
            ah ecco, ora si inizia a capire a quale ambito ti indirizzi... metti su metodi di compressione, ma DOVE TI PRENDONO se non sai cos'è l'entropia, la capacità di un canale e la ridondanza? ora non sto più parlando dello smanettone programmatore, questa è informatica teorica pura, però con questo si fanno gli mp3, si fa l'hdr e si fa l'h264
            roba cn cui si mangia quotidianamente... e giàPS: vedere ambito ricercain italia devo ancora conoscere un ingegnere che sappia chi era Shannon e che abbia una minima idea di cosa sia l'entropia di un sistema, in compenso però sono tutti esperti di agende in java
            e meno male... a me sembra già troppo teorica la conoscenza che si ottiene dalle università...poi ovviamente ognuno ha i suoi punti di vista e, soprattutto, i propri interessi e passioni a quanto pare...tranquillo ke si fanno dove più dove meno le interessantissime cose di cui parli, sta a vedere come e soprattutto sta a vedere quanto interessino agli studenti che, almeno a mio punto di vista, nella maggior parte dei casi stanno studiando con lo scopo di uscire da lì e lavorare in un mercato di massa... poi le nicchie di "eccellenza" possono anche disinteressare completamente i più... o direttamente, possiamo dire "la ricerca ai ricercatori"... bah, come se tutti dovessimo occuparci di roba complicatissimi, ricerca, o chissà che....cmq ripeto, gli amichetti Shannon e Dikstra sn conociuti anche nelle univ... ma nn mi pare riscuotano tutto sto successo (xkè mai Djkstra sarebbe il + grande informatico?)PS2: nella mia univ si fanno anche lavori su FPGA purtroppo... nn dico cosa ne penso x evitare la censura...
          • ... scrive:
            Re: Stipendi bassi, basso livello
            allora se uno vuole fare semplicemente l'operario del codice, non deve lamentarsi se prende 800 euro al mesesemplice come discorso no?questa è la mentalità dell'italiano medio: "faccio ingegneria, esco e voglio lavorare, come capo progetto, prendendo 8000 euro al mese, senza fare niente" mi dispiace, ma non funziona così nella realtàmotivo per cui gli ingegneri che escono dal politecnico di parigi o da altri politecnici europei lavorano all'ESA (European Space Agency), mentre quelli che escono dalle università italiane al massimo scrivono documenti in word e mandano email con outlook, ripeto, NON lamentatevi se vi pagano poco
          • di passaggio scrive:
            Re: Stipendi bassi, basso livello
            allora se uno vuole fare semplicemente l'operario del codice, non deve lamentarsi se prende 800 euro al mesesemplice come discorso no?"operaio del codice"? 800 euro al mese? no nn è semplice. è stupido.questa è la mentalità dell'italiano medio: "faccio ingegneria, esco e voglio lavorare, come capo progetto, prendendo 8000 euro al mese, senza fare niente" mi dispiace, ma non funziona così nella realtà
            nn ho assolutamento detto questo.motivo per cui gli ingegneri che escono dal politecnico di parigi o da altri politecnici europei lavorano all'ESA (European Space Agency),
            e allora? nn ci vedo nulla di speciale... io ad esempio nn ci vorrei lavorare mai. E cmq non è detto che si "è arrivati" solo se si lavora lì.come vedo parli solo dell'ambito aerospaziali... nn so, frse si lavori te e conosci qlcuno... boh... abbast limitato come esempi.. mentre quelli che escono dalle università italiane al massimo scrivono documenti in word e mandano email con outlook, ripeto, NON lamentatevi se vi pagano poco
            non mi risultae cmq fan bene a lamentarsi..nn esistono solo o gli 800 o gli 8000... ci sono i 1200, i 1500, i 1650... tra 800 e 8000 c'è l'infinito anzi!certo, gli euro hanno solo 2 decimali, qndi infinito nn è...cmq mi pare tu abbia una visione abbastanza limitata, soprattutto della vita.
          • di passaggio scrive:
            Re: Stipendi bassi, basso livello
            anzi tutto il discorso mi pare abbastanza limitato come apertura mentale... è tutto o nero o grigio... naaa nn è così che funziona la vita o la realtà.inutile che viene a fare filosofia qui.
          • radagast scrive:
            Re: Stipendi bassi, basso livello
            - Scritto da: di passaggio
            anzi tutto il discorso mi pare abbastanza
            limitato come apertura mentale... è tutto o nero
            o grigio... naaa nn è così che funziona la vita o
            la
            realtà.
            inutile che viene a fare filosofia qui.il problema di fondo e' che l'informatica ha poco a che vedere con le altre branche dell'ingeneria, un informatico in gamba deve avere una buona visione d'insieme e soprattutto avere talento, come un qualunque artista. Molta gente prende una laurea pensando di non essere ancora sufficientemente preparata al mondo del lavoro quando manca semplicemente di talento, se lo si ha e' possibile studiare tutto anche da autodidatti (partendo almeno da un diploma tecnico).Gli analisti che non hanno mai scritto una linea di codice o non sanno nulla di sistemi a mio avviso sono dei cattivi informatici, lo vedo tutti i giorni, appena gli si chiede di uscire dal proprio orticello (e in italia succede continuamente) vanno nel pallone provocando disastri inauditi.Vi dico queste cose per esperienza diretta decennale, non per fare il figo o con voglia di generalizzare.Io sono diplomato, non ho alcuna difficolta a scrivere un algoritmo in asm per la trasformata discreta del coseno, ho lavorato in centri di ricerca e progettato (e fatto il training) di reti neurali, conosco java enterprise come le mie tasche ma non disdegno il buon vecchio C, saprei configurare un ASP da zero con unix e router cisco, non ho problemi con uml . Ho studiato e studio tantissimo quotidianamente ma a differenza degli universitari studio quel che davvero serve tralasciando tutto cio' che e' obsoleto o pleonastico.Il mio stipendio e' di molto superiore a quello di un quadro milanese e onestamente ci sono arrivato divertendomi ogni giorno perche' alla fine faccio quel che adoro fare
          • di passaggio scrive:
            Re: Stipendi bassi, basso livello
            e quindi? dai ragione a me mi pare... dicendo che nn si può generalizzare... quello che hai fatto tu lo puoi fare anche uno con la 3a media o anche un laureato in informatica o ingegneria informatica... nn è che viene "bloccato" dal titolo di studio che ha.Non capisco solo il paragone col "quadro milanese"... come se abbia una valenza diversa... bah...per il resto mi pare un discorso normalissimo il tuo. Poi ognuno fa quel ke gli piace... nn ci vedo niente di male se uno nn esce dal suo orticello. Io ad es sono uno sviluppatore, non un sistemista, e non vorrei esserlo... nn mi interessa... oppure che so, mi piace lavorare a determinate tipologie di SW, ma ambiti di ricerca VADE RETRO! (io le chiamo "cose strane" direttamente)....tornando al discorso... andavo contro il concetto che un ingegnere nn sa E NON SAPRAI MAI alcune cose... come se le studia un diplomato se le studia un laureato..ancor più contro andavo per il discorso di chi reclamava tecnologie e conoscenze DI NICCHIA, come se si dovessere fare in normali percorsi di studio.saluti
          • di passaggio scrive:
            Re: Stipendi bassi, basso livello
            poi sembra come che gli universitari appena finiscano di studiare debbano essere già belli e pronti e non dovranno/potrano studiare più in futuro... mah...
          • calvin scrive:
            Re: Stipendi bassi, basso livello
            hey 'il bruno' devi essere tosto, e' tosta anche l'azienda dove lavori ?
          • guast scrive:
            Re: Stipendi bassi, basso livello
            A parte che stai facendo confusione tra programmatori a sviluppatori (developers) la tua risposta non c'entra molto con quello che avevo scritto.In ogni caso saperne piú di chi ha scritto un documento non é una buona scusa per non rispettare il documento. Probabilmente ci sono altre persone nel gruppo che stanno perparando dei moduli usando il documento come riferimento, nella maggior parte dei casi quando si inizia ad integrare i vari moduli non funziona niente.A giá dimenticavo che a tutti i grandi "geni" della programmazione di cose come il lavoro non gliene frega niente. Peccato che un gruppo ben organizzato rende sempre e comunque piú del miglior singolo
    • guido tersilli scrive:
      Re: Stipendi bassi, basso livello
      il flame che è nato in risposta a questo post dimostra quanto siamo incapaci di fare corporazione e far valere i nostri diritti.Combattiamo una "guerra dei poveri" gettandoci discredito a vicenda, e poi ci lamentiamo della scarsa considerazione che la nostra professionalità ha sul mercato.Riguardo la "scarsa preparazione" dei professionisti IT in italia, posso dire che in parte è anche colpa del mercato. Per mia personalissima esperienza, posso dire che l'università mi ha dato la formazione necessaria per affrontare dimostrazioni di correttezza formale, ma poi arrivato nel mondo del lavoro mi sono reso conto che non mi vengono affatto richieste queste competenze. Ergo non ho modo di affinarle, ed è chiaro che di questo passo tra qualche anno avrò dimenticato praticamente tutto...
      • Giulio scrive:
        Re: Stipendi bassi, basso livello
        Come volevo dimostrare: il mercato del lavoro richiede basse qualifiche; tali sono le qualifiche degli informatici italiani, e tali gli stipendi.Ma in un Paese che vive di piccola impresa questo è logico.Qualche esempio del nostro livello...- in Francia, è ordinario fare prototipazione rapida del software con linguaggi logici e funzionali. Da noi, il 99,99% dei programmatori non sa neanche di che cosa si tratta.- nei progetti mission critical dell'ESA (guarda caso, spesso con direzione tecnica francese), le sezioni "core" del software vengono validate con strumenti di verifica di correttezza. Provate a chiederlo a un laureato italiano...- una famosa (la più famosa?) ditta italiana di produzione di set-top box per digitale terrestre ha usato un algoritmo di sort dell'elenco dei canali basato su... un doppio ciclo! Un mio conoscente, stanco della lentezza del suo set-top box, si è personalizzato il software eliminando questi errori marchiani...
        • ... scrive:
          Re: Stipendi bassi, basso livello
          esattamente quello che dico pure io, ma viene preso come un offesa...in italia nessuno vuole studiare, tutti pretendono di guadagnare mille mila euro al mese senza fare nienteandassero a fare i calciatori allora, così non perdono nemmeno tempo a studiare 5 anni, non serve nemmeno la terza media (anzi, nemmeno la quinta elementare, basta imparare a comparire davanti alla tv, a farsi fotografare nel momento giusto, a farsi la pettinatura giusta, non serve nemmeno saper giocare a calcio!)
          • di passaggio scrive:
            Re: Stipendi bassi, basso livello
            ma che siete simpatici tutti e due...cmq magari si potesse fare i calciatori... sempre meglio che gli "informatici" (in senso lato)
          • di passaggio scrive:
            Re: Stipendi bassi, basso livello
            che poi ho l'impressione che ci sia uno che "se la canta e se la suona", ovvero si scrive e si risponde... parla in generale tra tutti i commenti...
        • Sbobbafresc a scrive:
          Re: Stipendi bassi, basso livello
          - Scritto da: Giulio
          - in Francia, è ordinario fare prototipazione
          rapida del software con linguaggi logici e
          funzionali. Da noi, il 99,99% dei programmatori
          non sa neanche di che cosa si
          tratta.Tipica percentuale sparata a caso, perchè non credo che tu abbia in mano studi di settore che lo confermino. Per quanto può essere attendibile la mia esperienza personale, ti posso dire che tra i laureati ing. informatica, tutti hanno studiato cos'è la prototipazione rapida, nessuno la ha utilizzata concretamente, e per i linguaggi funzionali solo la metà sa di cosa si tratta. E ho notato oltretutto che chi fa laurea breve non ha idea di cosa sia la teoria della computabilità, la decidibilità dei predicati, ma almeno sa le basi della logica del primo ordine. E ciò non impedisce loro di avere le stesse identiche opportunità di lavoro.
          - nei progetti mission critical dell'ESA (guarda
          caso, spesso con direzione tecnica francese), le
          sezioni "core" del software vengono validate con
          strumenti di verifica di correttezza. Provate a
          chiederlo a un laureato
          italiano...Ma noi abitiamo in Italia. Invece di sputare sul paese, perchè non ti rimbocchi le maniche e fai qualcosa di utile? A lamentarci siamo bravi tutti. Tieni presente che in Italia le cose in ambito IT che si vendono di più sono i CRM, la gestione documentale, le soluzioni SAP e i contenuti Web (che poi è discutibile che sia Technology).Mica i sistemi medici esperti e le soluzioni a oggetti comuni con architettura condivisa.
          - una famosa (la più famosa?) ditta italiana di
          produzione di set-top box per digitale terrestre
          ha usato un algoritmo di sort dell'elenco dei
          canali basato su... un doppio ciclo! Un mio
          conoscente, stanco della lentezza del suo set-top
          box, si è personalizzato il software eliminando
          questi errori marchiani...E un irlandese ha progettato una nave le cui paratie stagne ricoprivano solo metà scafo, facilitando l'affondamento durante il viaggio inaugurale. Ma nessuno si sogna di lamentarsi del fatto che gli irlandesi non capiscono nulla di ingegneria navale.
          • di passaggio scrive:
            Re: Stipendi bassi, basso livello
            E ho notato oltretutto che chi fa laurea breve non ha idea di cosa sia la teoria della computabilità, la decidibilità dei predicati, ma almeno sa le basi della logica del primo ordine. E ciò non impedisce loro di avere le stesse identiche opportunità di lavoro.
            il non saperne completamente nulla di nulla di nessuna delle cose citate, a sua volta, non impedirebbe niente.Ma noi abitiamo in Italia. Invece di sputare sul paese, perchè non ti rimbocchi le maniche e fai qualcosa di utile? A lamentarci siamo bravi tutti. Tieni presente che in Italia le cose in ambito IT che si vendono di più sono i CRM, la gestione documentale, le soluzioni SAP e i contenuti Web (che poi è discutibile che sia Technology).Mica i sistemi medici esperti e le soluzioni a oggetti comuni con architettura condivisa.
            e no... robetta... vaglielo a spiegare ;-) vai a capire che c'è chi riesce a camparci e a fare buoni guadagni cn "codice di bassa lega"...
          • Giulio scrive:
            Re: Stipendi bassi, basso livello


            funzionali. Da noi, il 99,99% dei programmatori
            Tipica percentuale sparata a casoCerto che è sparata a caso... mai sentito parlare di "iperbole" letteraria?
            E ciò non impedisce loro di avere le stesse
            identiche opportunità di lavoro.Mica sostengo il contrario...
            Ma noi abitiamo in Italia. Invece di sputare sul
            paese, perchè non ti rimbocchi le maniche e fai
            qualcosa di utile? Io non sputo, constato. E le maniche le ho belle e rimboccate, stai sicuro...
            Tieni presente che in Italia le cose in
            ambito IT che si vendono di più sono i CRM, la
            gestione documentale, le soluzioni SAP e i
            contenuti Web (che poi è discutibile che sia
            Technology).Quindi, come avevo detto io, software che non necessita di elevata preparazione scientifica. In soldoni: sono programmi "macina numeri"!
            Mica i sistemi medici esperti e le soluzioni a
            oggetti comuni con architettura
            condivisa.Vedo che continui a darmi ragione...Comunque mi fermo qui, in fin dei conti stiamo andando un po' OT.Ciao
          • di passaggio scrive:
            Re: Stipendi bassi, basso livello
            ma ragione de che???servono sia i macina numeri, come con disprezzo li chiami tu, sia roba più "particolare" (in un senso nè positivo nè negativo, quanto più ke altro di indifferenza), come la definisco io... e dunque?e sì, si è OT ma anche OW (Off World)
        • un altro di passaggio scrive:
          Re: Stipendi bassi, basso livello
          - Scritto da: Giulio
          Come volevo dimostrare: il mercato del lavoro
          richiede basse qualifiche; tali sono le
          qualifiche degli informatici italiani, e tali gli
          stipendi.

          Ma in un Paese che vive di piccola impresa questo
          è
          logico.In Italia le qualifiche sono basse e gli stipendi ancoradi più.Prova a vedere cosa prendono all'estero gli operai (bassaqualifica) e te ne renderai conto

          Qualche esempio del nostro livello...

          - in Francia, è ordinario fare prototipazione
          rapida del software con linguaggi logici e
          funzionali. Da noi, il 99,99% dei programmatori
          non sa neanche di che cosa si
          tratta.

          - nei progetti mission critical dell'ESA (guarda
          caso, spesso con direzione tecnica francese), le
          sezioni "core" del software vengono validate con
          strumenti di verifica di correttezza. Provate a
          chiederlo a un laureato
          italiano...
          I Francesi sono talmente bravi a fare codice e a verificarlo che sono riusciti a far saltare un razzo conun bug che non avrebbe commesso neanche un programmatore di bassa qualifica:http://it.wikipedia.org/wiki/Ariane_5(andare alla voce "storia dei lanci")
          - una famosa (la più famosa?) ditta italiana di
          produzione di set-top box per digitale terrestre
          ha usato un algoritmo di sort dell'elenco dei
          canali basato su... un doppio ciclo! Un mio
          conoscente, stanco della lentezza del suo set-top
          box, si è personalizzato il software eliminando
          questi errori
          marchiani...La famosa ditta aveva due scelte da fare:I) prendere un bravo programmatore e pagarlo il giustoII) prendere un programmatore di bassa qualifica e pagarlo molto meno (non solo del bravo programmatore, ma anche del giusto).La famosa ditta ha fatto la II scelta.
    • luminor scrive:
      Re: Stipendi bassi, basso livello
      Intanto ,buon ritorno a tutti;Siceramente non riesco a capire la levata di scudi di Giulio ;il problema è che i programmatori sono diplomati ?Anzi, ancora peggio, quelli che non lo sono , al massimo hanno una laurea in ing.informatica !!! ( Colmo dell'abominio, a quanto tu dici )Forse, bisogna analizzare il perchè di questa situazione, ma , in ogni modo, ritengo che possano esistere diversi livelli di specializzazione , chi è laureato avrà determinate competenze , chi è diplomato ne avrà altre.Io possiedo un diploma tecnico industriale specializzazione informatica ; dal mio punto di vista potrei dire che il problema è che sono stai assunti , anche nell'areonautica...., diplomati delle magistrali,dei licei , ragioneri etc.....Ma mi sembrerebbe una spiegazione un po banaleTra l'altro ho seguito un corso sulla programmazione object oriented ed un corso sul linguaggio Java presso la SUN.Posso assicurarti che aziende interessate ad un alto livello di specializzazione ,non ne ho trovate molte.Gli stipendi sono bassi, per un complesso insieme di motivazioni, politiche ed economiche (economie di scala, dimensioni delle aziende, tipicità del mercato dell'IT etc...).Posso essere, anzi, sono d'accordo con te, quando dici che non è richiesta una grande specializzazione per lavorare nell'IT.Ma allora il discorso è al contrario : io azienda richiedo ad un [mettetequellochevolete] di fare il programmatore, mi va bene che faccia un lavoro indecente e lo retribuisco con uno stipendio indecente.
      Ma è anche vero che in media sono poco preparati.Mah, in media ogni tipo di lavoro in italia richiede oca specializzazione......
      Purtroppo oggi il 99,9% dei "professionisti IT"
      in Italia è diplomato, oppure ha una laurea in
      ingegneria informatica, e quindi non ha la più
      pallida idea di che cosa siano le semantiche
      formali, le dimostrazioni di corretteza, la
      complessità
      computazionale...
  • flamer scrive:
    Real Gordon e la grammatica...
    ...un rapporto difficile. Ha scritto:"Non ho creditori, non sono indebitato, non sono mai entrato in un tribunale e la mia SL 500 (4 anni del tuo stipendio) ha un meraviglioso sistema di airbags, di cui fin'ora e credo anche in futuro non ho mai avuto bisogno."Chiunque conosca a fondo la nostra lingua (un link di esempio http://www.accademiadellacrusca.it/faq/faq_risp.php?id=4026&ctg_id=93) sa che "fin'ora", con l'apostrofo, e' un orrore.Curioso, da momento che il tizio in questione ironizza sulla grammatica altrui.Povero il padre Dante, che si rivolta nella tomba stupito dalla grettezza degli "imprenditori" (o meglio prenditori) dei nostri bassi tempi...
    • The Real Gordon scrive:
      Re: Real Gordon e la grammatica...
      T'hanno già cancellato un thread simile, mi sa tanto che questo farà la stessa fine.Un consiglio,Curati, SFIGATO.- Scritto da: flamer
      ...un rapporto difficile. Ha scritto:
      "Non ho creditori, non sono indebitato, non sono
      mai entrato in un tribunale e la mia SL 500 (4
      anni del tuo stipendio) ha un meraviglioso
      sistema di airbags, di cui fin'ora e credo anche
      in futuro non ho mai avuto
      bisogno."
      Chiunque conosca a fondo la nostra lingua (un
      link di esempio
      http://www.accademiadellacrusca.it/faq/faq_risp.ph
      Curioso, da momento che il tizio in questione
      ironizza sulla grammatica
      altrui.
      Povero il padre Dante, che si rivolta nella tomba
      stupito dalla grettezza degli "imprenditori" (o
      meglio prenditori) dei nostri bassi
      tempi...
  • Ite Parvulos scrive:
    ma a me
    ma a me di dire la mia in questo forum e litigare con questi troll, mi aiuta a pagare la pigione e sfamare i miei figli?per quanto mi riguarda esiste l'esperienza e la bravura ed anche il talento, ma esistono i pannolini, le bollette, gli imprevisti, l'impossibilità di andare altrove, la difficoltà riuscire a dimostrare di saper far fronte ai progetti e far guadagnare un'azienda, mentre si fa il colloquio con qualcuno che vuole capire soltanto se gli romperai i marroni o se lavorerai e zitto per quei fatidici sudati maledetti 1000 euro al mese, senza straordinari compresi, senza domande, e vestito non troppo trasandato, altrimenti ci fa una figura barbina quando i dirigenti di altre aziende passano in visita.
  • Il tuo capo scrive:
    Per The Real Gordon
    The Real Gordon sei il mio idolo! La cosa simpatica è che tutti quelli che scrivono qui sul forum ti credono! La casa di lusso in centro a Milano, l'auto da ricchi, le vacanze in Costa Smeralda, ecc. ecc.E' uno spettacolo vedere cos'hanno fatto i film trash degli anni '80 in gente come te! Però sei davvero divertente! Ah, anche il termine "bolscevico" ti rende giustizia!Grande!!!! Sei il mio idolo di giornata!!!
  • flamer scrive:
    Povera lingua italiana
    Costantemente offesa, soprattutto dall' "imprenditore" Gordon.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 05 agosto 2008 19.34-----------------------------------------------------------
  • Paolo scrive:
    Sempre tutti che piangono...
    Ma basta dai...in italia le paghe sono basse. Sono basse per l'operaio, per il cameriere, per l'omino della benzina, per l'architetto per l'avvocato etc etc.Ovviamente non tutti gli operai prendono gli stessi soldi, e non tutti gli architetti prendono poco. Basta piangersi addosso... Appello a Cubasia.. fai qualche sondaggio per favore?Mi piacerebbe sapere chi a cambiato lavoro negli ultimi sei mesi, quanti curriculum vengono spediti insomma sulla volontà e sforzo di cambiare lavoro.ciao e grazie
    • pine the washing machine scrive:
      Re: Sempre tutti che piangono...
      - Scritto da: Paolo
      Ma basta dai...

      in italia le paghe sono basse. noooo mica e' vero tutte queste lamentele sono frutto di una peperonata digerita maletorna a dormire vai.
      Sono basse per l'operaio, per il cameriere, per
      l'omino della benzina, per l'architetto per
      l'avvocato etc
      etc. e pure per noi e allora?
      Ovviamente non tutti gli operai prendono gli
      stessi soldi, e non tutti gli architetti prendono
      poco.certo se sei raccomdandato...

      Basta piangersi addosso...

      Appello a Cubasia.. fai qualche sondaggio per
      favore?dovrebbe fare qualche sondaggio su quanti bui di **lo esistono come te che ancora in testa non gli entrano questi quattro concetti
      Mi piacerebbe sapere chi a cambiato lavoro negli
      ultimi sei mesi, quanti curriculum vengono
      spediti insomma sulla volontà e sforzo di
      cambiare
      lavoro.molti e si sono ritrovati anche peggio il resto non lo fa pensando se rischio di ricapitare con uno cosi
      ciao e grazievai a vendere gli arbre magique sull'autostrada vai.
    • flamer scrive:
      Re: Sempre tutti che piangono...
      "Mi piacerebbe sapere chi a cambiato...". Incredibile. Per non parlare della punteggiatura assente.
  • Anonimo scrive:
    Mille euro al mese
    Non riesco a capire come sia possibile trovare trentenni laureati che accettino di essere pagati mille euro al mese.Il mio primo stipendio da diplomato dopo un corso post diploma e CCNA era di 1300 euro al mese con quattordicesima, il secondo (dopo meno di un anno) era di 1600/1700 euro al mese con tredicesima, entrambi con i buoni pasto da 5/6 euro mi pare. Sono di Roma e ho vissuto li' finche' non sono espatriato.Certo non sono stipendi da sceicco e a Roma neanche ci vivi, perche' per quanto mi riguarda lavorare e dividere un appartamento come uno studente non e' accettabile, ma a leggere in questo forum pare io sia stato un privilegiato, mentre in ufficio essendo il piu' giovane ero il meno pagato.Non ho avuto alcuna raccomandazione ma dopo uno stage ho ricevuto ottime referenze che mi sono tornate utili per essere assunto.Nel settore l'incompetenza dilaga e basta molto poco per farsi strada, certo da tecnici piu' di tanto non si guadagna (35-45K al massimo) a meno che non si lavori in proprio.Concludo, almeno a Roma, chi prende mille euro al mese e' perche', nella maggior parte dei casi, se lo merita. Il che non e' un insulto, perche' non e' una gara a chi prende di piu', ma un dato di fatto.Le aziende spesso assumono ragazzini sottopagati per scrivere due righe di PHP, ma per compiti seri assumono professionisti anche a mille euro al giorno, se non si e' professionisti di alto livello bisogna accettarlo.
    • di passaggio scrive:
      Re: Mille euro al mese
      io non appartengono alla categoria che indichi tu, credimi, ma forse appunto sei stato fortunato.... io ho tutta un'altra situazione diversa sia dalla tua che da i 1000euristi al mese.... ma ho coscienza che c'è chi li prende a prescindere se li meriti o meno...
    • The Real Gordon scrive:
      Re: Mille euro al mese
      - Scritto da: Anonimo
      Concludo, almeno a Roma, chi prende mille euro al
      mese e' perche', nella maggior parte dei casi, se
      lo merita. Il che non e' un insulto, perche' non
      e' una gara a chi prende di piu', ma un dato di
      fatto.ohhh finalmente qualcuno che lo dice oltre al sottoscritto :-o
      • Anonimo scrive:
        Re: Mille euro al mese
        - Scritto da: The Real Gordon
        ohhh finalmente qualcuno che lo dice oltre al
        sottoscritto
        :-oDiciamo che uso un altro linguaggio e su un punto ti do ragione ma su parecchi no.Mio padre e' sempre stato un imprenditore, come il mio nonno, ma hanno sempre rispettato i dipendenti, tant'e' che mio padre non si e' mai potuto permettere di vantarsi coi dipendenti o i loro figli del differente status sociale a meno di prendersi 4 pizze in bocca.Io non ho ne' capito dove investire, ne' ho denaro da investire (i soldi di papa' non sono un opzione per quanto mi riguarda), nel frattempo metto da parte e faccio piccoli investimenti.
    • Enjoy with Us scrive:
      Re: Mille euro al mese
      - Scritto da: Anonimo
      Non riesco a capire come sia possibile trovare
      trentenni laureati che accettino di essere pagati
      mille euro al
      mese.

      Il mio primo stipendio da diplomato dopo un corso
      post diploma e CCNA era di 1300 euro al mese con
      quattordicesima, il secondo (dopo meno di un
      anno) era di 1600/1700 euro al mese con
      tredicesima, entrambi con i buoni pasto da 5/6
      euro mi pare. Sono di Roma e ho vissuto li'
      finche' non sono
      espatriato.

      Certo non sono stipendi da sceicco e a Roma
      neanche ci vivi, perche' per quanto mi riguarda
      lavorare e dividere un appartamento come uno
      studente non e' accettabile, ma a leggere in
      questo forum pare io sia stato un privilegiato,
      mentre in ufficio essendo il piu' giovane ero il
      meno
      pagato.

      Non ho avuto alcuna raccomandazione ma dopo uno
      stage ho ricevuto ottime referenze che mi sono
      tornate utili per essere
      assunto.

      Nel settore l'incompetenza dilaga e basta molto
      poco per farsi strada, certo da tecnici piu' di
      tanto non si guadagna (35-45K al massimo) a meno
      che non si lavori in
      proprio.

      Concludo, almeno a Roma, chi prende mille euro al
      mese e' perche', nella maggior parte dei casi, se
      lo merita. Il che non e' un insulto, perche' non
      e' una gara a chi prende di piu', ma un dato di
      fatto.

      Le aziende spesso assumono ragazzini sottopagati
      per scrivere due righe di PHP, ma per compiti
      seri assumono professionisti anche a mille euro
      al giorno, se non si e' professionisti di alto
      livello bisogna
      accettarlo.Appunto quanto prendi 1600/1700 al mese! E ti pare uno stipendio adeguato dopo il sacrificio di una laurea quando qualsiasi idraulico o carrozziere prende 3-5 volte tanto?Guardati intorno, il problema dell'Italia è che laurea o non laurea oltre i 2200 euro al mese netti non li prenderai mai, a meno che non accetti posti precari o ti metti in proprio.In Inghilterra per esempio un Medico che da noi prende 2150 netti (dopo aver scalato vari balzelli come ordine dei medici, assicurazione e Enpam) prende di prima nomina oltre 5000 euro!E questo vale per qualsiasi posizione di lavoro, prendono dal doppio al triplo! E il costo della vita sarà al massimo un 20% più elevato che da Noi.
      • ... scrive:
        Re: Mille euro al mese
        prendono il doppio, ma a londra un biglietto per la metro costa 5 euro, a dublino un caffè costa 2,30 euro quando va beneconsidera che in svizzera lo stipendio minimo è 3000 euro al mese in alcuni punti, ma li con 3000 euro al mese sei povero, visto il costo della vitava anche tutto rapportato a quello eh
        • Enjoy with Us scrive:
          Re: Mille euro al mese
          - Scritto da: ...
          prendono il doppio, ma a londra un biglietto per
          la metro costa 5 euro, a dublino un caffè costa
          2,30 euro quando va
          bene

          considera che in svizzera lo stipendio minimo è
          3000 euro al mese in alcuni punti, ma li con 3000
          euro al mese sei povero, visto il costo della
          vita

          va anche tutto rapportato a quello ehSi certo ma il costo della vita non è così tanto più elevato che da Noi!A Londra ad esempio gli affitti sono al massimo un 10/20% superiori a quelli di Roma o Milano, con stipendi più che raddoppiati mi sembra che la cosa abbia una discreta convenienza!
        • teddybear scrive:
          Re: Mille euro al mese
          - Scritto da: ...
          prendono il doppio, ma a londra un biglietto per
          la metro costa 5 euro, a dublino un caffè costa
          2,30 euro quando va
          bene

          considera che in svizzera lo stipendio minimo è
          3000 euro al mese in alcuni punti, ma li con 3000
          euro al mese sei povero, visto il costo della
          vitaIl costo della vita più elevato in Svizzera? Sei rimasto indietro; al momento ci sono famiglie che si mettono d'accordo, e in due su un auto (possibilmente una SW) partono da Milano il sabato mattina, vanno in Svizzera (mendrisio, lugano) a passare la giornata ed a fare spesa. La spesa di tutti i giorni, non solo vestiti o roba da outlet (ce ne è uno giusto a Mendrisio). Poi si fa il pieno (di Benzina, il disel costa di più), e si torna indietro. Con quello che risparmi sulla benzina, se hai il pieno da fare, il viaggio ti viene a gratis. Il resto è tutto risparmio. Questa cosa l'hanno fatta vedere pure a Focus, due anni fa.Una coppia di ottimi amici (lei era la testimone di nozze di mia moglie), si sono trasferiti da Meda a Lugano. Lui però ha mantenuto il suo lavoro in zona. Fa il frontaliere all'incontrario. Lo hanno fatto per risparmiare, ora in Svizzera l'affitto della casa e il costo della vita in genere sono più bassi di prima.
    • Luca scrive:
      Re: Mille euro al mese
      - Scritto da: Anonimo
      Non riesco a capire come sia possibile trovare
      trentenni laureati che accettino di essere pagati
      mille euro al
      mese.Magari producono per mille euro?
      Nel settore l'incompetenza dilaga e basta molto
      poco per farsi strada, certo da tecnici piu' di
      tanto non si guadagna (35-45K al massimo) a meno
      che non si lavori in
      proprio.L'incompetenza dilagante e' anche uno svantaggio, perche' se il tuo capo e' incompetente non spiccherai mai. Per questo una cosa molto importante e' cercare qualcuno che ti da i meriti giusti!
      Concludo, almeno a Roma, chi prende mille euro al
      mese e' perche', nella maggior parte dei casi, se
      lo merita. Il che non e' un insulto, perche' non
      e' una gara a chi prende di piu', ma un dato di
      fatto.Dipende uno la voglia che ha. Molti preferisocno lavorare il meno possibile. Quindi laurea o non laurea (che poi oramai serve sempre di meno) se fai poco e' giusto che prendi poco
      Le aziende spesso assumono ragazzini sottopagati
      per scrivere due righe di PHP, ma per compiti
      seri assumono professionisti anche a mille euro
      al giorno, se non si e' professionisti di alto
      livello bisogna
      accettarlo.Infatti, se sei bravo e fai un lavoro che o vengono da te o non lo fa nessuno, il prezzo lo decidi te
    • Salvatore Baglieri scrive:
      Re: Mille euro al mese
      - Scritto da: Anonimo
      Non riesco a capire come sia possibile trovare
      trentenni laureati che accettino di essere pagati
      mille euro al
      mese.

      Il mio primo stipendio da diplomato dopo un corso
      post diploma e CCNA era di 1300 euro al mese con
      quattordicesima, il secondo (dopo meno di un
      anno) era di 1600/1700 euro al mese con
      tredicesima, entrambi con i buoni pasto da 5/6
      euro mi pare. Sono di Roma e ho vissuto li'
      finche' non sono
      espatriato.

      Certo non sono stipendi da sceicco e a Roma
      neanche ci vivi, perche' per quanto mi riguarda
      lavorare e dividere un appartamento come uno
      studente non e' accettabile, ma a leggere in
      questo forum pare io sia stato un privilegiato,
      mentre in ufficio essendo il piu' giovane ero il
      meno
      pagato.

      Non ho avuto alcuna raccomandazione ma dopo uno
      stage ho ricevuto ottime referenze che mi sono
      tornate utili per essere
      assunto.

      Nel settore l'incompetenza dilaga e basta molto
      poco per farsi strada, certo da tecnici piu' di
      tanto non si guadagna (35-45K al massimo) a meno
      che non si lavori in
      proprio.

      Concludo, almeno a Roma, chi prende mille euro al
      mese e' perche', nella maggior parte dei casi, se
      lo merita. Il che non e' un insulto, perche' non
      e' una gara a chi prende di piu', ma un dato di
      fatto.

      Le aziende spesso assumono ragazzini sottopagati
      per scrivere due righe di PHP, ma per compiti
      seri assumono professionisti anche a mille euro
      al giorno, se non si e' professionisti di alto
      livello bisogna
      accettarlo.Hai ragione in tutto e per tutto.
    • teddybear scrive:
      Re: Mille euro al mese
      - Scritto da: Anonimo
      Il mio primo stipendio da diplomato dopo un corso
      post diploma e CCNA era di 1300 euro al mese con
      quattordicesima, il secondo (dopo meno di un
      anno) era di 1600/1700 euro al mese con
      tredicesima, entrambi con i buoni pasto da 5/6
      euro mi pare. Sono di Roma e ho vissuto li'
      finche' non sono
      espatriato.
      Certo non sono stipendi da sceicco e a Roma
      neanche ci vivi,Con 1700 euro al mese non vivi a Roma? E poi dicono che Milano è cara! Il mio stipendio è PIÙ BASSO. Eppure vivo a Milano Tre (in cui gli affitti non sono certo economici), in un appartamento con mia moglie, abbiamo un'auto. Suo figlio e sua madre (la nonna del figlio) vivono in un altro stato, a completo carico nostro (non hanno redditi in proprio). Eppure capita che ogni tanto si va al cinema, una volta al mese al ristorante, mi compro uno o due cd al mese, mia moglie è sempre vestita più che decentemente ed anche io, pur non avendo mai abiti firmati (che aborro), sono sempre vestito in modo sufficientemente formale per poter partecipare a qualsiasi meeting con qualsiasi livello aziendale e sufficientemente comodo per essere sempre a mio agio.
      • Akiro scrive:
        Re: Mille euro al mese

        Con 1700 euro al mese non vivi a Roma? E poi
        dicono che Milano è cara!credo che dipenda molto dallo stile di vita... c'è chi prende 1600 e si lamenta che sono pochi (salvo buttare i soldi dalla finestra) altri si "accontentano" dei vestiti non firmati e non ne fanno un dramma.Certo che a leggere il forum i soldi non sono mai abbastanza e da qui si capisce che popolo di m***a siamo: più soldi si ha e più se ne vuole, anche a costo di passar sopra il prossimo.
  • linus scrive:
    i sindacati: la rovina di questo paese
    non c'e' da aggiungere altro credo.
    • Useless scrive:
      Re: i sindacati: la rovina di questo paese
      Da aggiungere, forse non c'è nulla, ma da eliminare sicuramente.Il tuo intervento, nella fattispecie.
    • The Real Gordon scrive:
      Re: i sindacati: la rovina di questo paese
      - Scritto da: linus
      non c'e' da aggiungere altro credo.Quotissimo. Non si rendono conto che ormai siamo nell'era della TOTAL FLEXIBILITY.Fortunatamente c'è un governo che ci ripara da certe richieste sindacal-bolsceviche.
      • ... scrive:
        Re: i sindacati: la rovina di questo paese
        ma per favore, se i sindacati sono schiavi del governo che c'è orasono la cosa peggiore mai fatta i sindacati, corrotti fin dalla loro creazione, fai pure finta che ti stiano antipatici!proprio patetico...
      • Sgordon scrive:
        Re: i sindacati: la rovina di questo paese
        - Scritto da: The Real Gordon
        - Scritto da: linus

        non c'e' da aggiungere altro credo.


        Quotissimo.
        Non si rendono conto che ormai siamo nell'era
        della TOTAL
        FLEXIBILITY.
        Fortunatamente c'è un governo che ci ripara da
        certe richieste
        sindacal-bolsceviche.a raggione io sono dacordo con lui anche io come lui ho fatto l'imprenditore con i soldi di mamma e papa e mica abiamo avvutto bisogno dei sindaccatti
    • dddd scrive:
      Re: i sindacati: la rovina di questo paese
      - Scritto da: linus
      non c'e' da aggiungere altro credo.Oggi sono indecenti, ma non ti scordare che senza sindacati saremmo ancora nelle condizioni di fine '800: lavorare 7 giorni su 7 per 18 ore al giorno per un tozzo di pane
    • Akiro scrive:
      Re: i sindacati: la rovina di questo paese

      non c'e' da aggiungere altro credo.e per le prepotenze dei padroni come facciamo?li lasciamo fare?certo a loro va più che bene.e poi il medioevo ha sempre avuto un certo fascino...
  • dont feed the troll scrive:
    Re: io imprenditore miliore di tuti
    - Scritto da: The Real Gordon
    Questo si chiama essere sfigati. Infatti: è la tua parodia.
  • Sgordon scrive:
    Re: io imprenditore miliore di tuti
    - Scritto da: The Real Gordon
    Questo si chiama essere sfigati. Il tuo post ne è
    l'esempio.
    Ecco perchè gli stipendi reali in italia dovranno
    ulteriormente diminuire.
    :-o
    guarda che io coma te sono imprenditore! anche io o mamma e papa che mi anno comperato come a te le case a milano afitandole e dandormi i guadagni.io e te siamo euguali.dovresti difendermi.neanche io come te per meno di 50 mila euri hannui mi alserei dall'etto.
    • The Real Gordon scrive:
      Re: io imprenditore miliore di tuti
      - Scritto da: Sgordon
      - Scritto da: The Real Gordon

      Questo si chiama essere sfigati. Il tuo post ne
      è

      l'esempio.

      Ecco perchè gli stipendi reali in italia
      dovranno

      ulteriormente diminuire.

      :-o



      guarda che io coma te sono imprenditore! anche io
      o mamma e papa che mi anno comperato come a te le
      case a milano afitandole e dandormi i
      guadagni.
      io e te siamo euguali.
      dovresti difendermi.
      neanche io come te per meno di 50 mila euri
      hannui mi alserei
      dall'etto.gli Orrori grammaticali dovresti usarli a titolo di ironia nei confronti del tizio nel thread "Estero?" col nickname "..." (che forse sei proprio tu) che ha preso la laurea in fisica teorica per guadagnare 1300 euro al mese, per scrivere parole come "APPARTE" nei suoi post e infine per dire che vive in una villa con piscina il cui mantenimento costa più del suo "stipendio" (rotfl) (rotfl) (rotfl) :-o
      • pine the washing machine scrive:
        Re: io imprenditore miliore di tuti
        - Scritto da: The Real Gordon
        - Scritto da: Sgordon

        - Scritto da: The Real Gordon


        Questo si chiama essere sfigati. Il tuo post
        ne

        è


        l'esempio.


        Ecco perchè gli stipendi reali in italia

        dovranno


        ulteriormente diminuire.


        :-o






        guarda che io coma te sono imprenditore! anche
        io

        o mamma e papa che mi anno comperato come a te
        le

        case a milano afitandole e dandormi i

        guadagni.

        io e te siamo euguali.

        dovresti difendermi.

        neanche io come te per meno di 50 mila euri

        hannui mi alserei

        dall'etto.

        Lo zingarelli lo hai mangiato questa settimana?che ha preso la laurea in fisica
        teorica per guadagnare 1300 euro al mese, per
        scrivere parole come "APPARTE" nei suoi post e
        infine per dire che vive in una villa con piscina
        il cui mantenimento costa più del suo "stipendio"
        (rotfl) (rotfl) (rotfl)
        :-onon ci sono problemi tu mi dici quello che devo fare e io lo faccio.
      • Sgordon scrive:
        Re: io imprenditore miliore di tuti
        - Scritto da: The Real Gordon
        - Scritto da: Sgordon

        - Scritto da: The Real Gordon


        Questo si chiama essere sfigati. Il tuo post
        ne

        è


        l'esempio.


        Ecco perchè gli stipendi reali in italia

        dovranno


        ulteriormente diminuire.


        :-o






        guarda che io coma te sono imprenditore! anche
        io

        o mamma e papa che mi anno comperato come a te
        le

        case a milano afitandole e dandormi i

        guadagni.

        io e te siamo euguali.

        dovresti difendermi.

        neanche io come te per meno di 50 mila euri

        hannui mi alserei

        dall'etto.


        gli Orrori grammaticali dovresti usarli a titolo
        di ironia nei confronti del tizio nel thread
        "Estero?" col nickname "..." (che forse sei
        proprio tu) che ha preso la laurea in fisica
        teorica per guadagnare 1300 euro al mese, per
        scrivere parole come "APPARTE" nei suoi post e
        infine per dire che vive in una villa con piscina
        il cui mantenimento costa più del suo "stipendio"
        (rotfl) (rotfl) (rotfl)
        :-oma perche' ti arabi con me infondo io e te siamo euguali.tu hai mamma e papa con i soldianche iotu sei stato sfortunato in quanto ai professori in italianoanche iotu sei stato sfortunato con madre natura in cuanto a capacita' intellettive.anche iodovremo gioirne vistico che io e te siassimo diventati imprenditori con i soldi di mamma e papa/pensa che belo io e tessimo non abbiassimo mai lavorato un giorno in vita nostraci abbiano comprato la laurea i nostri genitoriveppiu' ci anno comperativo pure le case alla bicocca di milano.Non ti arabbiare con chitti difende
        • Mr.God scrive:
          Re: io imprenditore miliore di tuti
          - Scritto da: Sgordon
          - Scritto da: The Real Gordon

          - Scritto da: Sgordon


          - Scritto da: The Real Gordon



          Questo si chiama essere sfigati. Il tuo post

          ne


          è



          l'esempio.



          Ecco perchè gli stipendi reali in italia


          dovranno



          ulteriormente diminuire.



          :-o









          guarda che io coma te sono imprenditore! anche

          io


          o mamma e papa che mi anno comperato come a te

          le


          case a milano afitandole e dandormi i


          guadagni.


          io e te siamo euguali.


          dovresti difendermi.


          neanche io come te per meno di 50 mila euri


          hannui mi alserei


          dall'etto.





          gli Orrori grammaticali dovresti usarli a titolo

          di ironia nei confronti del tizio nel thread

          "Estero?" col nickname "..." (che forse sei

          proprio tu) che ha preso la laurea in fisica

          teorica per guadagnare 1300 euro al mese, per

          scrivere parole come "APPARTE" nei suoi post e

          infine per dire che vive in una villa con
          piscina

          il cui mantenimento costa più del suo
          "stipendio"

          (rotfl) (rotfl) (rotfl)

          :-o

          ma perche' ti arabi con me infondo io e te siamo
          euguali.
          tu hai mamma e papa con i soldi
          anche io
          tu sei stato sfortunato in quanto ai professori
          in
          italiano
          anche io
          tu sei stato sfortunato con madre natura in
          cuanto a capacita'
          intellettive.
          anche io
          dovremo gioirne vistico che io e te siassimo
          diventati imprenditori con i soldi di mamma e
          papa/
          pensa che belo io e tessimo non abbiassimo mai
          lavorato un giorno in vita
          nostra
          ci abbiano comprato la laurea i nostri genitori
          veppiu' ci anno comperativo pure le case alla
          bicocca di
          milano.
          Non ti arabbiare con chitti difendeUHAUHAUHAUAHAUHAUHAAUHAUHAUHAUHAUHAUHMi sto spaccando continua :D
      • ciupa scrive:
        Re: io imprenditore miliore di tuti
        - Scritto da: The Real Gordon
        - Scritto da: Sgordon

        - Scritto da: The Real Gordon


        Questo si chiama essere sfigati. Il tuo post
        ne

        è


        l'esempio.


        Ecco perchè gli stipendi reali in italia

        dovranno


        ulteriormente diminuire.


        :-o






        guarda che io coma te sono imprenditore! anche
        io

        o mamma e papa che mi anno comperato come a te
        le

        case a milano afitandole e dandormi i

        guadagni.

        io e te siamo euguali.

        dovresti difendermi.

        neanche io come te per meno di 50 mila euri

        hannui mi alserei

        dall'etto.


        gli Orrori grammaticali dovresti usarli a titolo
        di ironia nei confronti del tizio nel thread
        "Estero?" col nickname "..." (che forse sei
        proprio tu) che ha preso la laurea in fisica
        teorica per guadagnare 1300 euro al mese, per
        scrivere parole come "APPARTE" nei suoi post e
        infine per dire che vive in una villa con piscina
        il cui mantenimento costa più del suo "stipendio"
        (rotfl) (rotfl) (rotfl)
        :-ohai mai pensato di fare jogging contromano sull'autostrada del sole?guarda per la balanopostite e un toccasana
      • ... scrive:
        Re: io imprenditore miliore di tuti
        considera che non lavoro mica nel campo in cui ho studiatoho fatto l'università perché mi piaceva farla e mi piace studiare, non per dire "ho una laurea, quindi voglio 5000 euro al mese", daltronde non ho fatto ingegneria (corso tipicamente fatto da chi vuole uscire dall'università e guadagnare 8000 euro al mese, scrivendo fuffa dalla mattina alla sera)tra l'altro a breve dovrei avere l'aumento a 2000 euro al mese, non mi lamento, ho 24 anni da poco e faccio ciò che mi piace con gli orari che voglio, perché dovrei volere di più? in tutto questo ho anche tempo per continuare a studiare in tutta tranquillità (certo se non fosse per questo caldo...:))
        • The Real Gordon scrive:
          Re: io imprenditore miliore di tuti
          - Scritto da: ...
          considera che non lavoro mica nel campo in cui ho
          studiato
          ho fatto l'università perché mi piaceva farla e
          mi piace studiare, non per dire "ho una laurea,
          quindi voglio 5000 euro al mese", daltronde non
          ho fatto ingegneria "DALTRONDE" nemmeno hai dovuto imparare a l'italiano.(rotfl)(rotfl)(rotfl)
          tra l'altro a breve dovrei avere l'aumento a 2000
          euro al mese, non mi lamento, ho 24 anni da poco
          e faccio ciò che mi piace con gli orari che
          voglio, perché dovrei volere di più? Per pagare la manutenzione della piscina che non hai. Del resto con 1300 euro al mese ti toccherebbe pagare a rate il cloro (rotfl)(rotfl)(rotfl)
          • ... scrive:
            Re: io imprenditore miliore di tuti
            questo lo dici sempre te, ma vabbe...tanto servi a far aumentare il guadagno dagli ad di pi, che senso ha, boh
          • TomZ scrive:
            Re: io imprenditore miliore di tuti
            - Scritto da: The Real Gordon
            Per pagare la manutenzione della piscina che non
            hai. Del resto con 1300 euro al mese ti
            toccherebbe pagare a rate il
            cloro

            (rotfl)(rotfl)(rotfl)Ma sei stordito bene, eh???Ha detto che ha 24 anni e vive in una bella casa DEI genitori, che non ci sono mai perché il padre lavora all'estero....Te hai + di 30 anni e stai a fargli le battutine sulla piscina e vai di (rotfl) di continuo... non ti vergogni neanche un pò??A 24 anni 2000 al mese ti sembra poco??? Forse perché tu a 24 anni prendevi il doppio come paghetta.... vedi cosa vuol dire non essersi fatti il mazzo nella vita ed aver avuto sempre tutto a portata di "portafoglio" di mamma e papà???Non riesci nemmeno ad immaginare cosa vuol dire LAVORARE A 24 ANNI e a quell'età MANTENERSI LAVORANDO!!! Sei di una tristezza INFINITA!!!
          • ... scrive:
            Re: io imprenditore miliore di tuti
            no ma lui a 24 anni ha comprato 2 bilocali a milano coi soldi di papà, poi con la raccomandazione di papà è entrato in una società, poi con i soldi di papà ha messo su un'aziendabeh è come se il figlio di berlusconi venisse qui a dare dei falliti a tutti, perché lui si è messo in proprio...aggiungerei un bel "grazie al cazzo"
        • Enjoy with Us scrive:
          Re: io imprenditore miliore di tuti
          - Scritto da: ...
          considera che non lavoro mica nel campo in cui ho
          studiato
          ho fatto l'università perché mi piaceva farla e
          mi piace studiare, non per dire "ho una laurea,
          quindi voglio 5000 euro al mese", daltronde non
          ho fatto ingegneria (corso tipicamente fatto da
          chi vuole uscire dall'università e guadagnare
          8000 euro al mese, scrivendo fuffa dalla mattina
          alla
          sera)

          tra l'altro a breve dovrei avere l'aumento a 2000
          euro al mese, non mi lamento, ho 24 anni da poco
          e faccio ciò che mi piace con gli orari che
          voglio, perché dovrei volere di più? in tutto
          questo ho anche tempo per continuare a studiare
          in tutta tranquillità (certo se non fosse per
          questo
          caldo...:))Ma che fai vivi ancora con i tuoi?No perchè con una famiglia guadagnare meno di 2000 euro al mese è veramente dura, altro che godersi la vita!Un appartamento a Roma o a Milano in zona non centrale lo paghi dai 3000 ai 5000 euro al metro quadro, con i tuoi 2000 euro al mese quanto pensi di metterci per comprarne uno trenta anni di mutuo?
          • ... scrive:
            Re: io imprenditore miliore di tuti
            infatti la cosa FONDAMENTALE nella vita è comprarsi un appartamento a roma o a milano, meglio se in zona centrale...poi se paghi 10000 euro al giorno di condominio è anche meglio noche popolo di gente piccola l'italia, mammamia...quindi secondo il tuo (vostro) ragionamento, chiunque non vive per comprarsi casa/macchina è un fallito? (aggiugendo chiunque non vive per mettere in mostra i propri soldi, ma vabbe è un dettaglio)secondo il vostro ragionamento, il 99% degli artisti e delle menti del passato e non sono dei falliti, perché nella vita perseguono obiettivi diversi dal guadagno smisurato, che povertà intellettuale, mammamia...risposte tipiche che prevedo:1) sei solo invidioso2) parli così perché non ti puoi permettere di pagare 8242803428047^n euro al mese di condominio3) sei uno sfigato4) ahfjlahjahjoiehuoehf (mancando le capacità base per argomentare)vabbe va, per farti contento ti dico che sono invidioso, sennò poi pensi "oddio ho tutti questi soldi e nessuno è invidioso di me, come faccio a vivere" e c'è il rischio di qualche crisi di identità
          • The Real Gordon scrive:
            Re: io imprenditore miliore di tuti
            - Scritto da: ...
            secondo il vostro ragionamento, il 99% degli
            artisti e delle menti del passato e non sono dei
            falliti, perché nella vita perseguono obiettivi
            diversi dal guadagno smisurato, che povertà
            intellettuale,
            mammamia...
            Tutte 'ste manfrine per non dire che non ti bastano 30 anni di lavoro per pagare un bilocale a roma?Chepppppalle
          • ... scrive:
            Re: io imprenditore miliore di tuti
            esattamente la risposta che prevedevo :)
          • The Real Gordon scrive:
            Re: io imprenditore miliore di tuti
            - Scritto da: ...
            esattamente la risposta che prevedevo :)Ma che bravo.Riassumiamo:1)un loculo in periferia a frosinone è meglio della casa in centro a roma, chi non la pensa così è un superficiale che non ha capito nulla della vita2)Come macchina va bene anche uno scassone, chi non la pensa così è un superficiale che non ha capito nulla della vita3)Le ferie si fanno nella roulotte o al massimo nei 2 stelle in zone semisconosciute, chi non la pensa così è un superficiale che non ha capito nulla della vitaPerdona la domanda, ma non è che per caso sei uno di quelli a cui piacciono le ragazze "non belle, però simpatiche", forse per mancanza alternative?!No, perchè per fare 2+2 mica serve la laurea in fisica teorica (rotfl)(rotfl)(rotfl)
          • ... scrive:
            Re: io imprenditore miliore di tuti
            1) No, frosinone è un postaccio, se permetti preferisco posti diversi, poi ho detto che sto vicino roma, frosinone è MOLTO distante da roma, oh ma le scuole? niente eh...(casamia è 80 mq+50 di balcone+cantina+2 posti auto immersa nel verde della provincia di roma, con alberi ovunque, non passa una macchina nemmeno a pagarla, smog 0, inquinamento acustico 0, considerando che ci vivo praticamente da solo perché l'unico genitore che ho non lavora in italia, mi sta pure larga, per pulirla ci metto 2 giorni)2) No infatti, avevo un Alfa Romeo 155 (una delle macchine migliori prodotte in italia, ha pure vinto un rally), ora ho una ford mondeo che è decisamente più comoda per viaggiare, ma in generale da quando ho la moto la macchina non la prendo più, comunque sto ponderando l'idea di comprare di nuovo un alfa, non c'è proprio paragone con le altre macchine3) No infatti sono stato in spagna, irlanda, francia, slovenia, tunisia (anche se slovenia e tunisia con i miei genitori perché ero piccolo), e fino a pochi anni fa stavo sempre 1 mese a malta (il posto più rilassante del mondo, poi ho un sacco di amici li), ah comunque non so te, io quando vado in vacanza ci vado per girare, non per stare in albergo (penso che in spagna in 14 giorni sarò stato meno di 14 ore in albergo), quindi non fa differenza a quante stelle è, ah ma vabbe, a te serve l'albergo a 8 stelle sennò col cavolo che rimorchi qualcuna, scusa è vero (rotfl)riguardo alle ragazze, quelle se permetti sono gusti, però certo, preferisco qualcuna che abbia un cervello funzionante, piuttosto che un'oca attenta solo al mio conto in banca, anche perché andare con una ragazza che sta con me solo perché ho i soldi,se permetti mi sembra da falliti, è come andare a prostitute, che differenza fa? ah gia, ma voi industriali passate i fine settimana a prostitute, sia ringraziata la mia alfa 155, che mi ha fatto schivare un incidente contro una mercedes (ma non era una sl500) di un tizio che ha inchiodato sulla salaria per caricare tante signorine (OT: se stavo con la ford ero morto, le alfa romeo sono macchine proprio spettacolari, poi con le pirelli o yokohama ancora meglio)ah comunque, tempo fa un tizio durante una discussione disse "eh se io vado con una macchina grossa come un suv, sai che bella figura faccio con le ragazze", al che ho risposto "mi sa che fai più bella figura se hai qualcos'altro di grosso" (rotfl)(rotfl)(rotfl)è un superficiale chi giudica gli altri come fai te, che non hai mai lavorato 1 giorno in vita tua e vieni a dare dello sfigato a persone che si fanno il culo per vivere, se stavamo in francia finivi sotto una ghigliottina...e la cosa più triste è che hai bisogno di offendere gli altri per sentirti qualcuno, mi fa veramente schifo.
          • Enjoy with Us scrive:
            Re: io imprenditore miliore di tuti
            - Scritto da: ...
            1) No, frosinone è un postaccio, se permetti
            preferisco posti diversi, poi ho detto che sto
            vicino roma, frosinone è MOLTO distante da roma,
            oh ma le scuole? niente
            eh...
            (casamia è 80 mq+50 di balcone+cantina+2 posti
            auto immersa nel verde della provincia di roma,
            con alberi ovunque, non passa una macchina
            nemmeno a pagarla, smog 0, inquinamento acustico
            0, considerando che ci vivo praticamente da solo
            perché l'unico genitore che ho non lavora in
            italia, mi sta pure larga, per pulirla ci metto 2
            giorni)
            E quanto l'hai pagata la casa? Che servizi hai? Devi prendere la macchina ogni volta che devi fare la spesa o comprare un giornale? Il centro commerciale più vicino a quanti Km è? La scuola elementare, l'asilo le medie?No sa oggi sei solo, se mai ti sposerai e avrai dei figli vedrai che queste saranno domande importanti!
            2) No infatti, avevo un Alfa Romeo 155 (una delle
            macchine migliori prodotte in italia, ha pure
            vinto un rally), ora ho una ford mondeo che è
            decisamente più comoda per viaggiare, ma in
            generale da quando ho la moto la macchina non la
            prendo più, comunque sto ponderando l'idea di
            comprare di nuovo un alfa, non c'è proprio
            paragone con le altre
            macchine
            Quoto per la meccanica al 100%, l'ho usata per 7 anni anche Io era un 2000 Twin Spark, una bomba (certo faceva 10 al litro di benzina) ma era scomoda per il bagagliaio non ampliabile, sono passato ad una Focus SW usata messa a GPL, risparmio moltissimo, però l'Alfa era tutta un'altra cosa!
            3) No infatti sono stato in spagna, irlanda,
            francia, slovenia, tunisia (anche se slovenia e
            tunisia con i miei genitori perché ero piccolo),
            e fino a pochi anni fa stavo sempre 1 mese a
            malta (il posto più rilassante del mondo, poi ho
            un sacco di amici li), ah comunque non so te, io
            quando vado in vacanza ci vado per girare, non
            per stare in albergo (penso che in spagna in 14
            giorni sarò stato meno di 14 ore in albergo),
            quindi non fa differenza a quante stelle è, ah ma
            vabbe, a te serve l'albergo a 8 stelle sennò col
            cavolo che rimorchi qualcuna, scusa è vero
            (rotfl)
            Dipende, certi alberghi dalle tre stelle in giù, all'estero , spesso sono poco puliti, mi ricordo con orrore di un tre stelle a Majorca dove facevano un solo cambio alla settimana e pretendevano che una saponetta mignon bastasse per 2 settimane!Quindi non cerco certo alberghi lussuosi, ma decenti si! E all'estero questo può voler dire andare anche su dei quattro stelle, specie se magari uno cerca un trattamento di 1/2 pensione o un all inclusive!
          • ... scrive:
            Re: io imprenditore miliore di tuti

            E quanto l'hai pagata la casa? Che servizi hai?
            Devi prendere la macchina ogni volta che devi
            fare la spesa o comprare un giornale? Il centro
            commerciale più vicino a quanti Km è? La scuola
            elementare, l'asilo le
            medie?
            No sa oggi sei solo, se mai ti sposerai e avrai
            dei figli vedrai che queste saranno domande
            importanti!Quando le case avevano un prezzo decente (25 anni fa), circa 100 milioni, ora rapportando il valore del denaro a quello di oggi (mille lire = 1 euro), vale 350 mila euro, cioè più del triploho tutto vicino, compresa la stazione (3 km) col treno per roma, il centro commerciale più vicino sta a 6 km, c'è pure un multisala cineplex qualche km più avantiscuole e asili sono vicini, ma di certo non penso a sposarmi ora...
            Dipende, certi alberghi dalle tre stelle in giù,
            all'estero , spesso sono poco puliti, mi ricordo
            con orrore di un tre stelle a Majorca dove
            facevano un solo cambio alla settimana e
            pretendevano che una saponetta mignon bastasse
            per 2
            settimane!
            Quindi non cerco certo alberghi lussuosi, ma
            decenti si! E all'estero questo può voler dire
            andare anche su dei quattro stelle, specie se
            magari uno cerca un trattamento di 1/2 pensione o
            un all
            inclusive!considera pure che fuori dall'italia gli alberghi costano meno, in slovenia stavo in un 4° stelle sopra le grotte di postunia (il poisto più turistico in slovenia), un albergo spettacolare, pagavo una stupidaggine rispetto a quanto sarebbe costato un albergo che so, sopra il colosseo :)infatti la slovenia è in pieno boom economico (quando ci andai costava 1200 lire al lirtro la benzina, qua già stava a 1800), è una nazione che è uscita da una guerra devastante, quando ci andai io era il 1998, da quanto era finita la guerra? in italia per incentivare il turismo aumentano i prezzi dei posti turistici, perché sono tutti furbetti e la prima cosa che pensano è "tanto quello è giapponese non capisce niente di euro", poi si lamentano ora che il settore è in crisi, gli sta bene, devono fallire tutti in italia, così poi capiranno cosa significa fare i furbetti
          • Enjoy with Us scrive:
            Re: io imprenditore miliore di tuti
            - Scritto da: ...

            E quanto l'hai pagata la casa? Che servizi hai?

            Devi prendere la macchina ogni volta che devi

            fare la spesa o comprare un giornale? Il centro

            commerciale più vicino a quanti Km è? La scuola

            elementare, l'asilo le

            medie?

            No sa oggi sei solo, se mai ti sposerai e avrai

            dei figli vedrai che queste saranno domande

            importanti!
            Quando le case avevano un prezzo decente (25 anni
            fa), circa 100 milioni, ora rapportando il valore
            del denaro a quello di oggi (mille lire = 1
            euro), vale 350 mila euro, cioè più del
            triplo
            ho tutto vicino, compresa la stazione (3 km) col
            treno per roma, il centro commerciale più vicino
            sta a 6 km, c'è pure un multisala cineplex
            qualche km più
            avanti
            scuole e asili sono vicini, ma di certo non penso
            a sposarmi
            ora...
            Ma bravo! quindi lo vedi che se uno dovesse comprarsi oggi casa con meno di 2000 euro al mese non potrebbe mai farcela!il fatto che tu ti sia ritrovato una casa già pronta chiavi in mano grazie ai tuoi genitori non mi sembra un titolo di merito!E vedi pure che quanto sostenevo nei post precedenti e cioè che una casa a Roma la paghi minimo 3000 euro al metro quadro me lo confermi in pieno, anzi per la tua siamo più sui 4000 a metro quadro!Ponendo di avere da parte 100.000 euro (e già per quelli ci vogliono con uno stipendio da 2000 euro almeno 10 anni) poi ti devi fare un bel mutuo trentennale per gli altri 260-270.0000 euro (il notaio l'agenzia, qualche mobile senza pretese ecc...) che rata mensile ti viene fuori 1200 - 1300, avrai poi un condominio e delle spese per la gestione della casa (luce gas riscaldamento, tasse varie) e tu con cosa campi nel frattempo!

            Dipende, certi alberghi dalle tre stelle in giù,

            all'estero , spesso sono poco puliti, mi ricordo

            con orrore di un tre stelle a Majorca dove

            facevano un solo cambio alla settimana e

            pretendevano che una saponetta mignon bastasse

            per 2

            settimane!

            Quindi non cerco certo alberghi lussuosi, ma

            decenti si! E all'estero questo può voler dire

            andare anche su dei quattro stelle, specie se

            magari uno cerca un trattamento di 1/2 pensione
            o

            un all

            inclusive!
            considera pure che fuori dall'italia gli alberghi
            costano meno, in slovenia stavo in un 4° stelle
            sopra le grotte di postunia (il poisto più
            turistico in slovenia), un albergo spettacolare,
            pagavo una stupidaggine rispetto a quanto sarebbe
            costato un albergo che so, sopra il colosseo
            :)Mica tanto, in mezza pensione in Croazia in un tre stelle decoroso spendi più o meno lo stesso che sulla costiera adriatica, tant'è che visto che le spiagge la sono tutte o scoglio o sassi riportati stavo valutando seriamente per il prossimo anno di andarmene in Abruzzo anche se le distanze sono superiori (sto a Treviso).
            infatti la slovenia è in pieno boom economico
            (quando ci andai costava 1200 lire al lirtro la
            benzina, qua già stava a 1800), è una nazione che
            è uscita da una guerra devastante, quando ci
            andai io era il 1998, da quanto era finita la
            guerra? in italia per incentivare il turismo
            aumentano i prezzi dei posti turistici, perché
            sono tutti furbetti e la prima cosa che pensano è
            "tanto quello è giapponese non capisce niente di
            euro", poi si lamentano ora che il settore è in
            crisi, gli sta bene, devono fallire tutti in
            italia, così poi capiranno cosa significa fare i
            furbettiGuarda che le cose stanno cambiando e anche in fretta, Oggi paghi più per una vacanza a myconos o in altri luoghi della Grecia che in Sicilia o addirittura in Sardegna. Non parliamo poi della Spagna che presenta prezzi nettamente più alti di Rimini e Riccione pur in molti casi non offrendo servizi di pari livello. Sulla costiera adriatica un buon tre stelle a pensione completa compreso il servizio spiaggia e il consumo di bevande ai pasti lo trovi, per tutto Luglio fino ai primi giorni di agosto e dopo il 25 agosto, a meno di 1400 euro per due settimane per due persone. Trova l'equivalente per Spagna o Grecia aggiungendoci il volo aereo (ben più costoso del tragitto fino a Rimini in auto o in treno).In Italia siamo tutti esterofili e non vediamo le cose buone che abbiamo!
          • ... scrive:
            Re: io imprenditore miliore di tuti

            Guarda che le cose stanno cambiando e anche in
            fretta, Oggi paghi più per una vacanza a myconos
            o in altri luoghi della Grecia che in Sicilia o
            addirittura in Sardegna. Non parliamo poi della
            Spagna che presenta prezzi nettamente più alti di
            Rimini e Riccione pur in molti casi non offrendo
            servizi di pari livello. Sulla costiera adriatica
            un buon tre stelle a pensione completa compreso
            il servizio spiaggia e il consumo di bevande ai
            pasti lo trovi, per tutto Luglio fino ai primi
            giorni di agosto e dopo il 25 agosto, a meno di
            1400 euro per due settimane per due persone.
            Trova l'equivalente per Spagna o Grecia
            aggiungendoci il volo aereo (ben più costoso del
            tragitto fino a Rimini in auto o in
            treno).
            In Italia siamo tutti esterofili e non vediamo le
            cose buone che
            abbiamo!in spagna paghi più dell'italia???????????????? (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)sei vittima della propaganda anti-spagna messa in atto dal governo attuale? in spagna una casa costa come in italia, questo è vero, con la differenza che gli stipendi sono più alti e la vita costa meno della metà, e sto parlando di barcellona, non mi sembra un paesettoriguardo a mete tipo myconos, è ovvio che sia carà, è meta del turismo sessuale (o tu vai a myconos per vedere rovine greche? annamo su...), apparte che secondo me chi per trombare deve arrivare fino a myconos, non sta molto bene, ma vabbe, i gusti so gustitutti i posti nel mondo mete del turismo sessuale sono i più cari, se vai ad atene spendi la metà di quello che spendi in italia, e sei ad atene, uno dei posti più importanti per lo sviluppo della cultura MONDIALEsarai mica l'itaGliano che va in vacanza solo per trombare? questo è l'unico motivo per cui non lascerei l'italia io, visto che abbiamo le donne più belle del mondo
          • Enjoy with Us scrive:
            Re: io imprenditore miliore di tuti
            - Scritto da: ...

            Guarda che le cose stanno cambiando e anche in

            fretta, Oggi paghi più per una vacanza a myconos

            o in altri luoghi della Grecia che in Sicilia o

            addirittura in Sardegna. Non parliamo poi della

            Spagna che presenta prezzi nettamente più alti
            di

            Rimini e Riccione pur in molti casi non offrendo

            servizi di pari livello. Sulla costiera
            adriatica

            un buon tre stelle a pensione completa compreso

            il servizio spiaggia e il consumo di bevande ai

            pasti lo trovi, per tutto Luglio fino ai primi

            giorni di agosto e dopo il 25 agosto, a meno di

            1400 euro per due settimane per due persone.

            Trova l'equivalente per Spagna o Grecia

            aggiungendoci il volo aereo (ben più costoso del

            tragitto fino a Rimini in auto o in

            treno).

            In Italia siamo tutti esterofili e non vediamo
            le

            cose buone che

            abbiamo!
            in spagna paghi più dell'italia????????????????
            (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
            sei vittima della propaganda anti-spagna messa in
            atto dal governo attuale? in spagna una casa
            costa come in italia, questo è vero, con la
            differenza che gli stipendi sono più alti e la
            vita costa meno della metà, e sto parlando di
            barcellona, non mi sembra un
            paesetto
            Sono stato a Barcellona nel 2007 e a Majorca nel 2005 e ti posso assicurare che il costo degli alberghi è equivalente a quelli in Italia e non mi sembra che Majorca e Barcellona siano due note mete per trombatori!Per quanto riguarda il costo della vita frutta e verdura costano come da noi, come anche i generi alimentari di largo consumo, sono più economici Sangria e superalcolici in generale, però è vero, lo stipendio medio di uno spagnolo è nettamente più alto di uno Italiano! Ottimo per viverci, ma per andare in vacanza (visto che lavoro in Italia a stipendio miserabile Italiano) non è che trovi tutti questi vantaggi!
            riguardo a mete tipo myconos, è ovvio che sia
            carà, è meta del turismo sessuale (o tu vai a
            myconos per vedere rovine greche? annamo su...),
            apparte che secondo me chi per trombare deve
            arrivare fino a myconos, non sta molto bene, ma
            vabbe, i gusti so
            gusti
            tutti i posti nel mondo mete del turismo sessuale
            sono i più cari, se vai ad atene spendi la metà
            di quello che spendi in italia, e sei ad atene,
            uno dei posti più importanti per lo sviluppo
            della cultura
            MONDIALEGuarda che in Grecia la cultura non sanno neanche dov'è di casa, a Patrasso, centro di rilevanti dimensioni ad esempio non sono riuscito a trovare in tre giorni una libreria fornita di un minimo di testi in inglese (non pretendevo l'Italiano).Al di fuori delle zone prettamente turistiche nessuno conosce una parola di Inglese o di Italiano e i cartelli stradali sono scritti in Greco! (cioè non ci si capisce nulla, con nomi che sono perfino storpiati rispetto alle piantine acquistate nella stessa Grecia!) Per non parlare di tutta la costa adriatica della Grecia, uno schifo, ampie zone lacustri e semipaludose (ora ho capito perchè non sono zone turistiche!) In queste zone effettivamente affittare stanze costa molto poco (ma ti offrono anche veramente poco!).L'unica parte di Grecia che ancora offre prezzi buoni (o almeno li aveva fino al 2000) è Corfù e qualche isoletta limitrofa, che almeno raggiungendole via traghetto hanno ancora un discreto rapporto prezzo/qualità.Ma il resto.... a viverci non so, ma per un turista prezzi degli alberghi e dei locali più bassi dei nostri forse di un 20%, ma servizi nettamente più scadenti, con 4 stelle che non sono neanche dei tre stelle scarsi nostrani, ti pubblicizzano strutture all inclusive comprese di servizio spiaggia e poi scopri che in tutto hanno per trecento stanze si e no trenta ombrelloni a disposizione!Vai in Sicilia e trovi ancora molti ristorantini che ti danno pesce a volontà per 20 euro! Non è che in Spagna Grecia o Croazia abbia trovato prezzi alla fine tanto più competitivi... Però in Italia oltre al mare trovi dei tesori artistici che gli altri si sognano, vuoi confrontare i Templi di Agrigento con i 4 sassi che sono rimasti ad Atene? O vuoi paragonare i tesori di Roma Firenze Venezia Ecc... E per arrivare al mare non è che da tali città ci metti molto!Parliamo allora delle strade, La Croazia è un disastro, la Grecia è allo stesso livello, l'Austria al massimo ha delle autostrade a 2 corsie con degli svincoli assurdi che si prendono a volte sulla corsia di sorpasso! (ma come gli è venuto in mente!) La Spagna solo da pochi anni sta incominciando a dotarsi di un sistema viario decente, ache se al pari di Austria, Rep Ceca, Francia hanno un sistema ferroviario ben più avanzato del nostro con un sistema di metropolitane e treni suburbani che noi ci sognamo. Sola la circumvesuviana a Napoli è un buon terreno di confronto con ad esempio i trasporti suburbani Parigini.Alla fine per quanto abbia girato ho trovato che il mare di certe nostre regioni (puglia, sicilia parte della calabria, sardegna) è al top e i costi specie per chi è già in Italia non sono assolutamente superiori alle mete estere europee. Sono molto attirato da alcune offerte nordafricane, ma francamente, con tutti gli attentati che ci sono ho sempre preferito evitare!
          • Enjoy with Us scrive:
            Re: io imprenditore miliore di tuti
            - Scritto da: ...
            infatti la cosa FONDAMENTALE nella vita è
            comprarsi un appartamento a roma o a milano,
            meglio se in zona
            centrale...
            poi se paghi 10000 euro al giorno di condominio è
            anche meglio
            no

            che popolo di gente piccola l'italia, mammamia...

            quindi secondo il tuo (vostro) ragionamento,
            chiunque non vive per comprarsi casa/macchina è
            un fallito? (aggiugendo chiunque non vive per
            mettere in mostra i propri soldi, ma vabbe è un
            dettaglio)

            secondo il vostro ragionamento, il 99% degli
            artisti e delle menti del passato e non sono dei
            falliti, perché nella vita perseguono obiettivi
            diversi dal guadagno smisurato, che povertà
            intellettuale,
            mammamia...

            risposte tipiche che prevedo:
            1) sei solo invidioso
            2) parli così perché non ti puoi permettere di
            pagare 8242803428047^n euro al mese di
            condominio
            3) sei uno sfigato
            4) ahfjlahjahjoiehuoehf (mancando le capacità
            base per
            argomentare)

            vabbe va, per farti contento ti dico che sono
            invidioso, sennò poi pensi "oddio ho tutti questi
            soldi e nessuno è invidioso di me, come faccio a
            vivere" e c'è il rischio di qualche crisi di
            identitàMa chi parla di abitare al centro di Roma e Milano in case lussuose, Guarda che a Roma per un qualsiasi appartamento decente (nel senso che non sia una baracca) all'interno della cinta del raccordo anulare, meno di 3000 euro al metro quadro te lo sogni!Non so dove tu abiti, magari sei fortunato ad abitare in zone dove i prezzi degli immobili sono più bassi o la casa dove abiti te l'hanno comprata i tuoi, ma per tutti gli altri la realtà è questa!Qua nessuno cerca la Villa in Sardegna o il Porche, ma per avere un tetto e un'utilitaria se hai famiglia con meno di 2000 euro al mese è veramente dura!
          • TomZ scrive:
            Re: io imprenditore miliore di tuti
            - Scritto da: Enjoy with Us
            Ma che fai vivi ancora con i tuoi?E' così strano a 24 anni vivere ancora coi propri genitori??? Non mi pare proprio...
            No perchè con una famiglia guadagnare meno di
            2000 euro al mese è veramente dura, altro che
            godersi la
            vita!Se quella cifra la guadagna a 24 anni cosa ti fa pensare che a 30 anni guadagna ancora quella cifra???A me sembra messo mooooolto bene per la giovane età!
            Un appartamento a Roma o a Milano in zona non
            centrale lo paghi dai 3000 ai 5000 euro al metro
            quadro, con i tuoi 2000 euro al mese quanto pensi
            di metterci per comprarne uno trenta anni di
            mutuo?Non credo voglia farsi un mutuo a 24 anni... Magari non sa neanche se vivrà in Italia nei prossimi 25 anni.... secondo me c'è un pò di invidia! ;)
          • Enjoy with Us scrive:
            Re: io imprenditore miliore di tuti
            - Scritto da: TomZ
            - Scritto da: Enjoy with Us

            Ma che fai vivi ancora con i tuoi?

            E' così strano a 24 anni vivere ancora coi propri
            genitori??? Non mi pare
            proprio...


            No perchè con una famiglia guadagnare meno di

            2000 euro al mese è veramente dura, altro che

            godersi la

            vita!

            Se quella cifra la guadagna a 24 anni cosa ti fa
            pensare che a 30 anni guadagna ancora quella
            cifra???
            A me sembra messo mooooolto bene per la giovane
            età!


            Un appartamento a Roma o a Milano in zona non

            centrale lo paghi dai 3000 ai 5000 euro al metro

            quadro, con i tuoi 2000 euro al mese quanto
            pensi

            di metterci per comprarne uno trenta anni di

            mutuo?

            Non credo voglia farsi un mutuo a 24 anni...
            Magari non sa neanche se vivrà in Italia nei
            prossimi 25 anni....

            secondo me c'è un pò di invidia! ;)Secondo me non sai leggere quello che gli altri scrivono!Qui si parla di un ragazzino che non avendo spese (tanto a quelle ci pensano i genitori) usa il suo stipendio per divertirsi e poi viene a prendere in giro chi con una famiglia e magari un mutuo cerca di sbarcare il lunario.Il punto è che una famiglia con meno di 2000 euro netti al mese fa veramente fatica a vivere e che gli stipendi in Italia sono tutti scandalosamente bassi, inferiori a quelli dei Greci!Al ragazzino auguro buona fortuna, ma se rimane in Italia e come dipendente difficilmente riuscirà a percepire un netto superiore ai 2000 euro di oggi (chiaro che con l'inflazione in termini relativi le cose fra 10 anni saranno diverse), quando vorrà comprarsi una sua casa e mettere su famiglia voglio proprio vedere come giudicherà allora il suo stipendio! Dubito che ne sarà ancora così contento!
          • ... scrive:
            Re: io imprenditore miliore di tuti
            mah io non prendevo in giro nessuno, a me sembra che ci sono persone che danno degli sfigati agli altri non avendo mai lavorato un giorno in vita lororipeto, è come se il figlio di berlusconi, viene qui, e dice "siete tutti sfigati, io a 20 anni avevo gia comprato villa borghese e avevo gia 8 aziende" e te credo...mi ricorda quel ministro che disse "in italia sono tutti mammoni, stanno a casa fino a 30 anni", certo, lui guadagna 16000 euro al mese senza fare niente, è comodo parlare così
      • The Real Gordon scrive:
        Re: io imprenditore miliore di tuti
        - Scritto da: Enjoy with Us
        Appunto ti sei fatto il mazzo per quanti anni
        all'università e quanto guadagni 1300
        euro?E il bello è che lui con quella cifra a suo dire ci mantiene una piscina, e prima viveva a Piazza di Spagna (pensa che ICI!). (rotfl) (rotfl) (rotfl)Che fesso che sono io, per 300 mq in pieno centro a Milano pago 10K all'anno di spese condominiali. Con uno stipendio da 1300 euro al mese a roma invece vivono a piazza di spagna! (rotfl) (rotfl) (rotfl)
        • di passaggio scrive:
          Re: io imprenditore miliore di tuti
          guarda se paghi 10k di spese condominiali userei termini ben più pesanti e volgari di "fesso"....
          • The Real Gordon scrive:
            Re: io imprenditore miliore di tuti
            - Scritto da: di passaggio
            guarda se paghi 10k di spese condominiali userei
            termini ben più pesanti e volgari di
            "fesso"....Non vivo mica a quarto oggiaro. Nel quadrilatero della moda le case costano dai 12 ai 15K al metro quadro.Ovvio che le spese condominiali siano proporzionali.
          • abc scrive:
            Re: io imprenditore miliore di tuti
            pensa quanto sei furbo...
          • di passaggio scrive:
            Re: io imprenditore miliore di tuti
            AHAHAHAHAHAH!!! evviva allora! brindiamo! :-)se è così o no nn mi importa, ma resti cmq un fesso :-)cioè sei felice??? sei uno spasso!!! :-D
      • The Real Gordon scrive:
        Re: io imprenditore miliore di tuti
        - Scritto da: ... (che non mi sembra
        poco, non avendo genitori che coprono le spalle,
        al contrario del 99% dei milanesi, che è gente
        che non ha mai lavorato 1 giorno in vita sua, a
        milaon lavorano solo persone del sud ed
        extracomunitari), Ah sì? E da dove sono spuntati i soldi allora?! Milano è di gran lunga la città più ricca d'Italia, come ha fatto a diventarlo? Han trovato tesori nascosti nei tombini?! (rotfl)(rotfl)(rotfl)
        mi diverto, nel campo dell'it, nel frattempo
        continuo gli studi perché, concetto che te
        probabilmente non hai presente ma dovresti
        imparare, non si sa mai cosa ti riserva il
        futuro...soprattutto faccio quello che voglio,
        quando voglio e se mi piace o mi va di
        farlo
        te, come il 99% degli imprenditori italiani, ogni
        giorno rischi la galera, rischi di ritrovarti con
        20000 creditori che ti vogliono spellare vivo, e
        soprattutto di schiantarti contro il famoso palo,
        che
        direNon ho creditori, non sono indebitato, non sono mai entrato in un tribunale e la mia SL 500 (4 anni del tuo stipendio (rotfl) ) ha un meraviglioso sistema di airbags, di cui fin'ora e credo anche in futuro non ho mai avuto bisogno. Ritenta, sarai più fortunato. (rotfl)(rotfl)(rotfl)
        ah tra l'altro, il 99% dei professori di fisica
        fanno più errori grammaticali di quanti ne fa un
        africano che studia italiano, senza contare il
        fatto che einstein era dislessico e aveva
        problemi a scrivere...aahhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhh ecco!(rotfl)(rotfl)(rotfl)
        • di passaggio scrive:
          Re: io imprenditore miliore di tuti
          la città più ricca d'Italia? ... dipende cosa si intende x ricchezza....
      • di passaggio scrive:
        Re: io imprenditore miliore di tuti
        discorsi molto opinabili... osservazioni ed affermazioni molto dubbio...no tempo per argomentare...stop
  • assd scrive:
    Re: io imprenditore miliore di tuti
    se e' per questo abbiamo anche capito perche' la imprenditoria italiana e' composta da caprari vestiti a festa...Ignoranti, incapaci di argomentare in modo concreto, incapaci di iniziare attivita' senza ereditare ingenti somme o spinti dal paparino, palazzinari, scimpanze' vestiti armani con rolex.Come e' considerata l'imprenditoria italiana ? provinciale, vecchia, corrotta.Ma tanto a noi va bene cosi' essere ultimi in Europa ma arraffare a man bassa.
  • fabio t scrive:
    ancora non ho capito
    ma allora lo hanno firmato o no questo contratto?avremmo finalmente questo gradito aumento o no?
  • di passaggio scrive:
    Re: io imprenditore miliore di tuti
    sì sì! :-) giusto!!!in italia 40 millioni di imprenditori...chi non lo è per forza di cose è da considerare fallito... sulla terra solo imprenditori... i medici ad esempio sono dei falliti... soprattutto quelli che lavorano per le grandi strutture ospedaliere :-)
    • Sgordon scrive:
      Re: io imprenditore miliore di tuti
      - Scritto da: di passaggio
      sì sì! :-) giusto!!!
      in italia 40 millioni di imprenditori...
      chi non lo è per forza di cose è da considerare
      fallito... sulla terra solo imprenditori... i
      medici ad esempio sono dei falliti... soprattutto
      quelli che lavorano per le grandi strutture
      ospedaliere
      :-)tu non capisci perchessimo sei sfigato come gli altri io pensa sono nato con mamma e papa inprenditori e che ci volesse!se anche tu fossimo nato con mamma e papa con i soldi averesti fatto lo imprenditore pure te o no? :D
    • Enjoy with Us scrive:
      Re: io imprenditore miliore di tuti
      - Scritto da: di passaggio
      sì sì! :-) giusto!!!
      in italia 40 millioni di imprenditori...
      chi non lo è per forza di cose è da considerare
      fallito... sulla terra solo imprenditori... i
      medici ad esempio sono dei falliti... soprattutto
      quelli che lavorano per le grandi strutture
      ospedaliere
      :-)Purtroppo ha ragione lui, come medico in Ospedale mi danno tutto compreso 2300 euro netti al mese, e ho fatto 6 anni di università e 4 di specializzazione + 7 anni di precariato e sono costretto a pagarmi un'assicurazione contro la rivalsa in caso di errore che mi costa ulteriori 56 euro al mese, non bastasse devo anche pagare l'ordine dei medici (e non lo posso neanche scalare dalle tasse!) e l'Enpam per un totale di ulteriori 900 euro l'anno (quindi alla fine il mio netto vero arriva si e no a 2150 euro)E questo comprendendo guardie reperibilità e festivi!Se adesso pagano un medico in questo modo lo stipendio che prende un operaio è perfino troppo alto!La verità è qualsiasi salariato in Italia è sottopagato, in Inghilterra per esempio mi prenderebbero senza difficoltà a 5000 euro netti al mese!Morale in Italia se vuoi guadagnare devi essere in proprio, altrimenti fra tasse contributi pensione e mille altre scuse si fottono il 60% del tuo stipendio!LADRI!!!!
      • The Real Gordon scrive:
        Re: io imprenditore miliore di tuti
        - Scritto da: Enjoy with Us
        Purtroppo ha ragione lui, come medico in Ospedale
        mi danno tutto compreso 2300 euro netti al mese,
        e ho fatto 6 anni di università e 4 di
        specializzazione + 7 anni di precariato e sono
        costretto a pagarmi un'assicurazione contro la
        rivalsa in caso di errore che mi costa ulteriori
        56 euro al mese, non bastasse devo anche pagare
        l'ordine dei medici (e non lo posso neanche
        scalare dalle tasse!) e l'Enpam per un totale di
        ulteriori 900 euro l'anno (quindi alla fine il
        mio netto vero arriva si e no a 2150
        euro)Va beh però un medico può fare attività da libero professionista, io conosco dei medici e nessuno, ma proprio nessuno ha un tenore di vita da soli 2000 euro netti al mese, anche perchè quelli che ho conosciuto hanno tutti famiglia e vivono a Milano, solitamente in pieno centro.Senza andare a prendere i luminari della chirurgia da 50K ad intervento, un bravo ortopedico privatamente prende almeno 100-150 euro a visita (ma anche di più).Non mi sembrano messi così male, onestamente.
        • Enjoy with Us scrive:
          Re: io imprenditore miliore di tuti
          - Scritto da: The Real Gordon
          - Scritto da: Enjoy with Us


          Purtroppo ha ragione lui, come medico in
          Ospedale

          mi danno tutto compreso 2300 euro netti al mese,

          e ho fatto 6 anni di università e 4 di

          specializzazione + 7 anni di precariato e sono

          costretto a pagarmi un'assicurazione contro la

          rivalsa in caso di errore che mi costa ulteriori

          56 euro al mese, non bastasse devo anche pagare

          l'ordine dei medici (e non lo posso neanche

          scalare dalle tasse!) e l'Enpam per un totale di

          ulteriori 900 euro l'anno (quindi alla fine il

          mio netto vero arriva si e no a 2150

          euro)


          Va beh però un medico può fare attività da libero
          professionista, io conosco dei medici e nessuno,
          ma proprio nessuno ha un tenore di vita da soli
          2000 euro netti al mese, anche perchè quelli che
          ho conosciuto hanno tutti famiglia e vivono a
          Milano, solitamente in pieno
          centro.

          Senza andare a prendere i luminari della
          chirurgia da 50K ad intervento, un bravo
          ortopedico privatamente prende almeno 100-150
          euro a visita (ma anche di
          più).

          Non mi sembrano messi così male, onestamente.Guarda che non è praticamente più possibile per un'ospedaliero fare attività libero professionale al di fuori di un ospedale. I medici a cui ti riferisci sono assunti in ospedali pubblici o sono semplici collaboratori?Poi appunto qui si tratta di attività libero professionale che viene compiuta al di fuori dell'orario di servizio (38 ore) che appunto viene retribuita 2150 euro al mese!Meno male che esiste questa valvola di sfogo, altrimenti veramente ci sarebbe da suicidarsi!
  • Andrea scrive:
    ho optato per la 2
    fresco di laurea, ci provo un 2-3 anni...poi se caso sara' la 1...
  • TuttofareIn Nero scrive:
    Troviamo i colpevoli !
    So benissimo che l'articolo era limitato al recente rinnovo del CCNL Commercio, però mi sembra che neanche chi ha il contratto Metalmeccanico se la passi meglio. Dei Cocopro non ne parliamo neanche, e chi lavora totalmente senza contratto è forse il più incazzato. La crisi è comune a tutta l'area a prescindere dal contratto utilizzato.Spesso su questi forum si è parlato dei "datori di lavoro", delle "aziende", senza mai citare nomi, esperienze, com'è anche ovvio che sia visto che questo non è un Tribunale.Direi però che posso puntare il dito contro qualcuno, senza timore di venire denunciato. Correggetemi se sbaglio: esiste tutta una categoria di imprese che adotta le politiche citate, che è causa della maggioranza delle lamentele: le cosiddette Società di "consulenza informatica".Credo che molti di noi ci siano passati, perché la prima esperienza di lavoro statisticamente è molto probabile che avvenga con una di queste. E già si nota una bella anomalia! Come è possibile che un neo-laureato sia già in grado di prestare la sua consulenza? Andando di vocabolario, o anche delle basi del diritto, il consulente presta la sua opera specializzata in virtù di consumata esperienza, o comprovati titoli di capacità tecnica. I consulenti incaricati delle perizie giudiziarie su controversie penali, non sono in genere dei giovincelli che hanno appena iniziato a lavorare.E poi, quante ne esistono? Tantissime! Chiunque oggi può aprire una società di "consulenza informatica", tanto la missione aziendale è talmente vaga, e la disciplina giuridica talmente carente, che nessuno obietta. Poi magari neanche la fornisce veramente, la consulenza, perchè con la legge attuale è possibile operare in body rental, o con lavoro a intermittenza.Avete mai provato a scorrere la lista delle Agenzie per il lavoro, nel sito del Governo? Non sono tutte operanti nel settore ICT, troverete molti nomi noti, ma sopratutto, ne troverete TANTE! E ora pensate a quante operano nel sommerso, senza l'autorizzazione ministeriale. Su, non è così difficile, basta dichiarare che non stai fornendo personale ad altre aziende, ma che stai "prestando una consulenza". Alcune fanno solo da prestanome ad altre aziende che non vogliono assumersi l'onere dell'assunzione. Altre vincono davvero delle mini-commesse da committenti più grandi che non hanno voglia/tempo/soldi di selezionare personale, e che magari sono "società di consulenza informatica" anche loro.In altri paesi la consulenza è una cosa seria, un consulente è un professionista che viene interpellato per fornire consigli/assistenza/pareri tecnici autorevoli. Qui in Italia la consulenza è un modo per gabbare sia le leggi naturali che quelle etiche, e per acquisire diritti sulle risorse umane senza però avere obblighi nei loro confronti. Non persone, semplici risorse consumabili.E' facile, apri anche tu la tua azienda di consulenza informatica oggi, chiamando l'899-899!
  • anonymous scrive:
    citazione di cicerone
    veramente da applausi, compreso la chiosa finale
  • Il Guru scrive:
    peccato...
    che tutti quelli che sanno perfettamente come dirigere un'azienda e ottenere un'utile, siano troppo impegnati a sfogarsi in un forum di sfigati per farlo.
    • calvin scrive:
      Re: peccato...
      quoto... tutti sanno dire cosa sbagliano gli altri.
    • dont feed the troll scrive:
      Re: peccato...
      - Scritto da: Il Guru
      che tutti quelli che sanno perfettamente come
      dirigere un'azienda e ottenere un'utile, siano
      troppo impegnati a sfogarsi in un forum di
      sfigati per
      farlo.E' anche un peccato che i grandi capitani d'industria come voi altri stiano a mendicare comprensione sul medesimo forum di sfigati.Una cosa è essere capaci di fare utili,altra è esserne capaci sfruttando la gente e riversando su dei poveri cristi il rischio di impresa.Quando avete deciso, se mai fosse vero che siete imprenditori, di fare i capitani d'azienda sapevate bene che il rischio d'impresa era il vostro, è come minimo immorale, quando non CRIMINALE, sfruttare la legislazione vigente per scaricarla su dei poveracci che non solo sottopagate ma che sono i primi a saltare quando voi commettete gli errori.
      • Il Guru scrive:
        Re: peccato...

        Quando avete deciso, se mai fosse vero che siete
        imprenditori, di fare i capitani d'azienda
        sapevate bene che il rischio d'impresa era il
        vostro, è come minimo immorale, quando non
        CRIMINALE, sfruttare la legislazione vigente per
        scaricarla su dei poveracci che non solo
        sottopagate ma che sono i primi a saltare quando
        voi commettete gli
        errori.non vuoi essere trattato da pedina, da sacrificare all'occorrenza ?mettiti in proprio e prova a fare un utile secondo le tue teorie, altrimenti evita di atteggiarti a grande capitano di industria, fai solo la figura del patetico.
        • dont feed the troll scrive:
          Re: peccato...
          - Scritto da: Il Guru

          Quando avete deciso, se mai fosse vero che siete

          imprenditori, di fare i capitani d'azienda

          sapevate bene che il rischio d'impresa era il

          vostro, è come minimo immorale, quando non

          CRIMINALE, sfruttare la legislazione vigente per

          scaricarla su dei poveracci che non solo

          sottopagate ma che sono i primi a saltare quando

          voi commettete gli

          errori.

          non vuoi essere trattato da pedina, da
          sacrificare all'occorrenza
          ?Non è che non voglio, è un mio diritto.E' un diritto di ogni essere umano, punto.Se non siete capaci di fare gli imprenditori a queste condizioni, la legge di un paese civile dovrebbe impedirvi di farlo.
          mettiti in proprio e prova a fare un utile
          secondo le tue teorie, altrimenti evita di
          atteggiarti a grande capitano di industriaMai fatto.Come dicevo voi imprenditori, o sedicenti tali, non sapete nemmeno leggere.
          • Il Guru scrive:
            Re: peccato...

            Non è che non voglio, è un mio diritto.
            E' un diritto di ogni essere umano, punto.
            certo, certo.Un mondo in cui i clienti ti continuano a pagare per un lavoro fatto, consegnato e finito, sarebbe bellissimo.Peccato che sia solo un sogno.
            Mai fatto.
            Come dicevo voi imprenditori, o sedicenti tali,
            non sapete nemmeno
            leggere.Io sono il più grande allenatore di calcio del mondo. Non ho mai visto un pallone ma so come vincere il campionato, la coppa campioni e la coppa del mondo.Se ci fossi stato io al posto di donadoni...
          • dont feed the troll scrive:
            Re: peccato...
            - Scritto da: Il Guru

            Non è che non voglio, è un mio diritto.

            E' un diritto di ogni essere umano, punto.


            certo, certo.
            Un mondo in cui i clienti ti continuano a pagare
            per un lavoro fatto, consegnato e finito, sarebbe
            bellissimo.
            Peccato che sia solo un sogno.
            e' un problema di chi fa l'imprenditore il pagamento dei clienti, fa parte del rischio d'impresa.Se vuoi te lo assumi altrimenti non fai l'imprenditore, a me, sinceramente, non me ne frega un cazzo, se mi permettete il francesismo.L'importante è che i problemi dell'imprenditore non ricadano sui suoi dipendenti.


            Mai fatto.

            Come dicevo voi imprenditori, o sedicenti tali,

            non sapete nemmeno

            leggere.

            Io sono il più grande allenatore di calcio del
            mondo. Non ho mai visto un pallone ma so come
            vincere il campionato, la coppa campioni e la
            coppa del
            mondo.Un po' come essere un grande imprenditore senza aver mai lavorato.Montezemolo docet.
          • Il Guru scrive:
            Re: peccato...

            e' un problema di chi fa l'imprenditore il
            pagamento dei clienti, fa parte del rischio
            d'impresa.ciccio, io acquisto da te la tua forza lavoro. Ergo sono un tuo cliente. Quindi visto che: e' un problema di chi fa l'imprenditore il pagamento dei clienti, fa parte del rischio d'impresa. non vedo perchè debba pagare io il rischio che TU imprenditore della tua forza lavoro, hai scelto venendo a lavorare per me.Se ti facessero un'offerta migliore mi molleresti ?io dico di si, tra noi c'è un rapporto di tipo economico, mica siamo sposati.
            L'importante è che i problemi dell'imprenditore
            non ricadano sui suoi
            dipendenti.
            certo mi basta che i problemi dei dipendenti, malattia, gravidanza, infortuni, non ricadano su di me.
          • dont feed the troll scrive:
            Re: peccato...
            - Scritto da: Il Guru

            e' un problema di chi fa l'imprenditore il

            pagamento dei clienti, fa parte del rischio

            d'impresa.

            ciccio, io acquisto da te la tua forza lavoro.
            Ergo sono un tuo cliente. Quindi visto che:


            e' un problema di chi fa l'imprenditore il
            pagamento dei clienti, fa parte del rischio
            d'impresa.

            non vedo perchè debba pagare io il rischio che TU
            imprenditore della tua forza lavoro, hai scelto
            venendo a lavorare per
            me.e infatti che paghi?
            Se ti facessero un'offerta migliore mi molleresti
            ?In un microsecondo
            io dico di si, tra noi c'è un rapporto di tipo
            economico, mica siamo
            sposati.
            siamo d'accordo.

            L'importante è che i problemi dell'imprenditore

            non ricadano sui suoi

            dipendenti.



            certo mi basta che i problemi dei dipendenti,
            malattia, gravidanza, infortuni, non ricadano su
            di
            me.E infatti non ricadono su di te, se sto in malattia paga l'inps o l'inail, mica tu.
          • Il Guru scrive:
            Re: peccato...


            siamo d'accordo.
            benissimo la mia offerta è questa, ti va bene ? ok affare fatto. Non ti va bene, vai pure da un'altra parte e amici come prima.
            E infatti non ricadono su di te, se sto in
            malattia paga l'inps o l'inail, mica
            tu.paga te, a me non paga le spese di formazione, il tempo per cercare ed addestrare un sostituto, i ritardi nel lavoro.
          • dont feed the troll scrive:
            Re: peccato...
            - Scritto da: Il Guru



            siamo d'accordo.



            benissimo la mia offerta è questa, ti va bene ?
            ok affare fatto. Non ti va bene, vai pure da
            un'altra parte e amici come
            prima.

            guarda che siamo d'accordo.Io ricevo circa un'offerta di lavoro alla settimana, al 99% delle volte gli rispondo "questa offerta non va per me, al massimo ci risentiamo quando e se saro' alla canna del gas".Il problema è che qualcuno alla canna del gas lo trovate e vi arricchite sulla sua disperazione.

            E infatti non ricadono su di te, se sto in

            malattia paga l'inps o l'inail, mica

            tu.

            paga te, a me non paga le spese di formazione, il
            tempo per cercare ed addestrare un sostituto, i
            ritardi nel
            lavoro.Con quello che non mi paghi puoi pagare benissimo qualche ora di straordinario ai miei colleghi.
          • Il Guru scrive:
            Re: peccato...

            Il problema è che qualcuno alla canna del gas lo
            trovate e vi arricchite sulla sua
            disperazione.
            generalmente le aziende che sfuttano persone alla canna del gas, durano pochissimo.perché non possono garantire alcun tipo di continuità.Per il resto è il mercato. Io posso vendere la pasta a 10 euro al chilo, magari vendo un pacco o due a chi ne ha urgente bisogno ma chiuderei quasi subito bottega.
            Con quello che non mi paghi puoi pagare benissimo
            qualche ora di straordinario ai miei
            colleghi.come soluzione tampone per pochi giorni. Mica posso schiavizzare i tuoi colleghi per coprire le tue assenze, soprattutto se si parla di gruppi di poche persone.
          • dont feed the troll scrive:
            Re: peccato...
            - Scritto da: Il Guru

            Il problema è che qualcuno alla canna del gas lo

            trovate e vi arricchite sulla sua

            disperazione.


            generalmente le aziende che sfuttano persone alla
            canna del gas, durano
            pochissimo.
            perché non possono garantire alcun tipo di
            continuità.Ed è in generale la vita media delle cosiddette imprese italiane.
            Per il resto è il mercato. Io posso vendere la
            pasta a 10 euro al chilo, magari vendo un pacco o
            due a chi ne ha urgente bisogno ma chiuderei
            quasi subito
            bottega.
            Eppero' la pasta come il lavoro è essenziale, se gli alimentari si metotno d'accordo fanno cartello e tutti venodno la pasta a 10 euro al kg, la vendete lo stesso.

            Con quello che non mi paghi puoi pagare
            benissimo

            qualche ora di straordinario ai miei

            colleghi.

            come soluzione tampone per pochi giorni. Mah io non intenzione di farmi le mesate a casa di malattia.Se qualcuno lo fa, è un disonesto, lui e il medico che gli ha firmato il certificato, e vanno perseguiti entrambi.
          • Nokia scrive:
            Re: peccato...
            A Guru, ma invece di chiecchierare, dicci quanto fattura la tua azienda.....Dacci un nome, un sito!!!!Così impariamo qualcosa
          • Mi scoccio di loggare scrive:
            Re: peccato...
            - Scritto da: Il Guru



            siamo d'accordo.



            benissimo la mia offerta è questa, ti va bene ?
            ok affare fatto. Non ti va bene, vai pure da
            un'altra parte e amici come
            prima.Va benissimo.Pero', dato che mi "impegni 8 ore al giorno" e quindi non ho possibilità di percepire altro reddito se non quello prodotto dal lavoro che mi hai affidato, _nell'istante in cui non paghi_, PRETENDO, che la legge italiana, ti sbatta in galera, ti espropri tutto cio' che possiedi, fino a risarcirmi dei soldi che mi hai "rubato".Se ti sta bene, fai l'imprenditore, se non ti sta bene, fai il contadino.Le braccia servono sempre.( Quindi il problema non siete tanto voi "imprenditori" o sedicenti tali, ma la legge italiana che non PUNISCE chi non paga i dipendenti o li sfrutta ).
          • calvin scrive:
            Re: peccato...
            scusa, ma se a te no interessano i problemi dell'imprenditore, perche a lui devono interessare i tuoi? ti paga secondo mercato, se non produci ti mette alla porta. ma questo ragionamento andava bene 100 anni fa, adesso e' meglio che l'imprenditore ti paghi anche quando non produci (temporaneamente, perche sei malato o sei in vacanza, o studi) e che il dipendente si interessi al rischio di impresa, soprattutto nelle realta' piccole.
          • dont feed the troll scrive:
            Re: peccato...
            - Scritto da: calvin
            scusa, ma se a te no interessano i problemi
            dell'imprenditore, perche a lui devono
            interessare i tuoi? ti paga secondo mercato, se
            non produci ti mette alla porta.
            No, non mi paga secondo mercato, mi prende per la gola, è diverso.Quanto al non produrre e essere messo alla porta è così che funziona nel settore privato, e mi sta anche bene.
            ma questo ragionamento andava bene 100 anni fa,
            adesso e' meglio che l'imprenditore ti paghi
            anche quando non produci (temporaneamente, perche
            sei malato o sei in vacanza, o studi) e che il
            dipendente si interessi al rischio di impresa,
            soprattutto nelle realta'
            piccole.Anche nelle aziende grandi i dipendenti collaborano affinchè l'azienda vada bene.Se l'azienda va bene, gli stipendi arrivano regolari, e ogni tanto qualche avanzamento di carriera.Questa è la parte che deve fare il dipendente, svolgere al meglio le parti che sono di SUA competenza.Se io sbaglio e il mio lavoro non va bene, pago io, se l'imprenditore sbaglia e il cliente non paga, pago sempre io.E' questo che non va bene.
          • calvin scrive:
            Re: peccato...
            miiii... anche tu? ma che c'e l'hanno messo a fare quelo ad allenare la nazionale ? (forse potevo scrivere solo ma cosi' e piu' divertente)
    • TuttofareIn Nero scrive:
      Re: peccato...
      Io ci credo davvero che alcuni di quelli che scrivono qui saprebbero condurre un'azienda e ottenere degli utili.E ciò è tremendamente sconsolante!Le aziende PMI nel campo dell'ICT non accettano più il RISCHIO. In alcuni casi neanche le GRANDI aziende. Le frasi chiave sono:Il dipendente è utile soltanto se produce/fattura.In nome della produttività esigo la flessibilità totaleInvestire non paga, bisogna porsi soltanto obiettivi a breve termineNoi sappiamo fare tutto, perché se non lo sappiamo fare possiamo sempre delegare a qualcun altro che non lo sa fare lo stesso, però ci ha detto che lo sa fareLa carne fresca si trova sempre
      • shevathas scrive:
        Re: peccato...

        Il dipendente è utile soltanto se produce/fattura.le aziende non sono ONLUS come tu hai scritto, pagano un dipendente se è utile per ricavare un profitto, se diventa un costo cercano di sbarazzarsene.
        In nome della produttività esigo la flessibilità
        totalepossono esigerla, a patto che venga adeguatamente pagata. Il problema delle aziende è che spesso chi apre una piccola società di servizi informatici non ha per niente chiaro in testa cosa vuole vendere e a chi. In pratica mira a fare da tappabuchi informatico in concorrenza con millemila ragazzini.Si è visto con la bolla dell'ecommerce quando molti aprivano siti per vendere non si capisce cosa, a non si sa bene chi, e senza pensare a come farlo arrivare. Però bisognava avere il sito fico.
        Investire non paga, bisogna porsi soltanto
        obiettivi a breve
        termineil termine dei tuoi obiettivi è legato a quanto coperte hai le spalle. Se hai pochi soldi il tuo obiettivo giocoforza è mettere insieme pranzo e cena.
        Noi sappiamo fare tutto, perché se non lo
        sappiamo fare possiamo sempre delegare a qualcun
        altro che non lo sa fare lo stesso, però ci ha
        detto che lo sa
        fare
        La carne fresca si trova semprefinendo poi a farsi fuori e causando due reazioni nei clienti:1) tutti gli informatici sono buffoni che ne sanno quanto un ragazzino di 13 anni, domani mi rivolgo al figlio dell'amico della cognata e gli pago una mancetta per aggiornarmi il sitino2) esigenza di professionalità spinta all'eccesso e richieste più o meno adatte di certificazioni: se mi deve aiutare con uord allora deve avere almeno 5 certificazioni M$ e la ECDL, oltre che la laurea.Salvo poi sindacare quando arriva il conto. :(
        • asdasd scrive:
          Re: peccato...
          Quotissimo! :D
        • TuttofareIn Nero scrive:
          Re: peccato...
          - Scritto da: shevathas
          le aziende non sono ONLUS come tu hai scritto,
          pagano un dipendente se è utile per ricavare un
          profitto, se diventa un costo cercano di
          sbarazzarsene.Non voglio sovvertire l'ordine delle cose, mi pare normale :-D Ma il concetto era diverso: molte delle aziende con cui ho a che fare preferiscono tenere una risorsa sempre con le stesse mansioni, sempre dallo stesso cliente (se possono), mai un percorso di istruzione o un affiancamento a chi si occupa di altro; importa solo che fatturi. Investire su un dipendente, se è una persona corretta, non è un costo, è una scommessa.Altro esempio: se una persona non fa ferie da due anni, e poi decide di prenderle non dico tutte assieme, ma 3 settimane di fila, è un "costo" come lo intendevi tu? Sicuramente sì in termini contabili, ma non dovresti "sbarazzarti" di lui.Ci sono tanti altri esempi, tipo donne in maternità, cmq quello che volevo esprimere è che la ricerca del fatturato a ogni costo ha travalicato secondo me i confini sia del lecito che del morale. E anche se non posso agire sulla seconda, faccio del mio meglio per far valere la prima.

          In nome della produttività esigo la flessibilità

          totale

          possono esigerla, a patto che venga adeguatamente
          pagata.E quindi non la stanno esigendo, ma concordando.Il problema è che spesso la esigono, non la concordano.
          Il problema delle aziende è che spesso
          chi apre una piccola società di servizi
          informatici non ha per niente chiaro in testa
          cosa vuole vendere e a chi. In pratica mira a
          fare da tappabuchi informatico in concorrenza con
          millemila ragazzini. [cut]Concordo, infatti c'è un mio post analogo a fine della pagina dei commenti.

          Investire non paga, bisogna porsi soltanto

          obiettivi a breve

          termine

          il termine dei tuoi obiettivi è legato a quanto
          coperte hai le spalle. Se hai pochi soldi il tuo
          obiettivo giocoforza è mettere insieme pranzo e
          cena.C'è azienda e azienda.PMI: Non me la sono mai presa con le piccole imprese, è un mondo difficile ed è difficile sopravvivere da aringa tra squali. Ma se quasi metà azienda è fatta di non-operativi, se affitti due piani interi di un palazzo in centro, e poi non hai i soldi per fare il minimo investimento sul know-how sei o un idiota o un truffaldino (no non è un caso limite, è successo davvero).BIG: Per le grandi imprese il discorso 'pochi soldi' è improbabile, ma per esperienza personale si comportano lo stesso nel modo più avido inumanamente possibile; inoltre per semplice strategia di business, se l'azienda attraversa un periodo di vera crisi prolungata, non è saggio tirare la cinghia e sopravvivere con quello che hai...si deve differenziare, e rischiare. Certo, la soluzione più usata altrove è il licenziamento di massa o la cessione di ramo, qui in Italia viene più difficile...il che ci riporta all'argomento flessibilità.[cut]
          se mi deve aiutare con uord allora deve avere
          almeno 5 certificazioni M$ e la ECDL, oltre che
          la laurea.Questa è una cosa che personalmente odio, ma che per fortuna mi capita raramente. A che caspita serve una laurea in ingegneria informatica per fare data entry? Le aziende fanno il ragionamento del pene "più titoli ha, meglio è". E così giovani neo-laureati si sentono mortificati da una mansione che non fa crescere, e il lavoro non lo fanno meglio, ma peggio perchè sono poco gratificati.I titoli SONO importanti, ma non in senso assoluto, soltanto rapportati all'effettivo ruolo da assolvere.E a che servono buona parte delle certificazioni? Sì, alcune dimostrano che hai veramente acquisito padronanza di un certo mezzo, ma molte sono solo teoriche. Ho visto persone certificate MCSE o SCJA che non ti dico...e la cosa vale anche per me, ogni volta che mi chiedono se ho certificati per la conoscenza della lingua inglese mi dico disponibile a un colloquio sull'istante per una valutazione attendibile. Forse i DB a disposizione dei vari HR Dept li fanno in serie e non hanno una spazio per le valutazioni tecniche, ma soltanto dei pulsantini true/false per ogni certificato esistente!
  • Orwell scrive:
    Il vero problema è l'adattamento
    Credo che il vero problema di noi italiani sia la nostra naturale tendenza all'adattamento. Di fronte a uno stipendio da fame e senza alcuna prospettiva per il futuro, anzichè scendere in piazza a dire basta, preferiamo adattarci: - Non mi posso permettere un affitto? Pazienza continuerò a stare dai miei oppure mi prenderò una stanza in un appartamento insieme ad altre quattro persone, come quando ero studente.- Non mi posso permettere un'auto? Pazienza userò i mezzi o il mio vecchio scooter.- Non riesco a fare la spesa? Pazienza, andrò al discount.- Non riesco a pagare i conti? Pazienza mi troverò un secondo o terzo lavoro magari in nero.- Non riesco a pagare le tasse? Pazienza cercherò di evaderle per quanto possibile.- Non ce la faccio più a vivere in queste condizioni? Pazienza andrò a lavorare all'estero.Molte famiglie oggi sopravvivono grazie al fatto di poter contare ancora su genitori che magari hanno potuto lasciare ai propri figli una casa dove abitare (mediamente dai 600 ai 1500 euro in meno da dover spendere a fine mese), o che magari sono ancora in grado di fare da baby sitter ai nipotini (mediamente 250-500 euro in meno da dover spendere a fine mese), o che magari possono ancora contribuire economicamente al menage familiare. Inoltre il secondo stipendio in famiglia che un tempo era un lusso oggi è diventato una necessità.Ecco se togliessimo improvvisamente tutti questi elementi che in un certo modo mascherano la nostra reale situazione economica, credo che molti si scoprirebbero di colpo poveri.
    • The Real Gordon scrive:
      Re: Il vero problema è l'adattamento
      - Scritto da: Orwell
      Credo che il vero problema di noi italiani sia la
      nostra naturale tendenza all'adattamento. Di
      fronte a uno stipendio da fame e senza alcuna
      prospettiva per il futuro, anzichè scendere in
      piazza a dire basta, (rotfl)Ah sì, e sperate che andando in piazza vi aumenterranno gli stipendi? (rotfl)Ah già, danno i panini gratis (rotfl)Magari la prossima volta daranno 2 panini a testa, tanto alle ultime elezioni avete preso solo il 3.5% (rotfl)Le aziende devono fare concorrenza a cina e india, anche i servizi IT sono ormai facilmente delocalizzabili, quindi i salari realli sono inevitabilmente destinati a scendere ulteriormente, fatevene una ragione. Bene anche la norma contro il reintegro forzoso dei precari, un istituto di stampo sindacal-comunista :-o
      • Orwell scrive:
        Re: Il vero problema è l'adattamento
        - Scritto da: The Real Gordon
        Le aziende devono fare concorrenza a cina e
        india, anche i servizi IT sono ormai facilmente
        delocalizzabili, quindi i salari realli sono
        inevitabilmente destinati a scendere
        ulteriormente, fatevene una ragione.Chi pretende di fare concorrenza a cina e india in certi settori è un illuso. Semplicemente non si può, a meno di non importare anche qui le stesse condizioni di lavoro di m@@@a, cosa che, come giustamente scrivi, qualcuno sta già cercando di fare.

        Bene anche la norma contro il reintegro forzoso
        dei precari, un istituto di stampo
        sindacal-comunista
        :-oPerchè? I precari non sono buoni lavoratori? O lo sono fintanto che costano poco e sono ricattabili sui rinnovi di contratto? Guarda io non sono contrario in assoluto al precariato: vuoi un lavoratore a tempo determinato? Bene, anzi aggiungerei anche la possibilità di mandarlo via in qualsiasi momento prima della scadenza del contratto, però per tutto il tempo in cui lavora per te lo paghi il doppio di un equivalente a tempo indeterminato, perchè certe comodità si pagano. Così se veramente avevi bisogno di una persona per un periodo di tempo limitato, non avrai problemi a pagare uno stipendio più alto perchè sai che lo dovrai pagare solo per poco tempo, appunto. Se invece le cose stanno diversamente allora è evidente che ti serviva una persona a tempo indeterminato.
      • Paolo scrive:
        Re: Il vero problema è l'adattamento
        In risposta ad ambedue gli utenti:E' proprio questo modo di pensare che ci sta portando alla rovina. Questo modo "sistematico" di dire "va beh" oppure "mi accontento" oppure "tanto qui non cambia nulla".Bisognerebbe davvero avere l'etica (e non il coraggio, di quello ne abbiamo quando, tra di noi, scriviamo/diciamo che chi la classe politica non rappresenta una nazione civile e corretta) di scendere in piazza e far valere i diritti. E qui dove sto scrivendo non sarebbe neanche necessario ma sto perdendo il tempo da dare alla reale valutazione dei fatti che ci accadono ogni giorno!Perciò sono certo che non riceverò elogi ma di sicuro tante pernacchie !!Paolo
        • calvin scrive:
          Re: Il vero problema è l'adattamento
          invece di scendere in piazza, perche' non comiciare a pagare poco quelli che producono poco e a pagare tanto quelli che producono tanto?
          • The Real Gordon scrive:
            Re: Il vero problema è l'adattamento
            - Scritto da: calvin
            invece di scendere in piazza, perche' non
            comiciare a pagare poco quelli che producono poco
            e a pagare tanto quelli che producono
            tanto?ovvio, perchè se si facesse così i sindacalisti, i sinistroidi e i veterocomunisti di questi forum non avrebbero più un lavoro(rotfl)
          • dont feed the troll scrive:
            Re: Il vero problema è l'adattamento
            - Scritto da: calvin
            invece di scendere in piazza, perche' non
            comiciare a pagare poco quelli che producono poco
            e a pagare tanto quelli che producono
            tanto?sono d'accordissimo, non come gli imprenditori che pagano poco tutti.
          • Emigrato felice scrive:
            Re: Il vero problema è l'adattamento
            SfigatiState li a litigare per un bocconcino amaro.Sindacalisti,comunisti,berlusconiani,politici,azionisti,imprenditori.Il mondo vi sta sommergendo e voi invece di accoglierlo e capirlo vi state richiudendo nel vostro guscetto.Dite che cinesi e indiani hanno un lavoro di m@@@a??? Beh è meglio che vi svegliate.
          • dont feed the troll scrive:
            Re: Il vero problema è l'adattamento
            - Scritto da: Emigrato felice
            Sfigati

            State li a litigare per un bocconcino amaro.
            Si sta discutendo dell'italia.Il giorno che smettero' di credere di essere un cittadino e mi riterro' un suddito magari scappero' all'estero alla ricerca di un posto al sole.

            Dite che cinesi e indiani hanno un lavoro di
            m@@@a??? Questo lo hai detto tu, nè io nè calvin
          • Emigrato felice scrive:
            Re: Il vero problema è l'adattamento
            Non l'ho detto io, lo hanno scritto sopra
          • calvin scrive:
            Re: Il vero problema è l'adattamento
            difatti lavoro giornalmente con molti indiani e cinesi ...
          • Antonio Coimbra de la Coronila y Azevedo scrive:
            Re: Il vero problema è l'adattamento
            - Scritto da: Emigrato felice
            Sfigati

            State li a litigare per un bocconcino amaro.E chi saresti tu per dire questo?Dall'alto di quale esperienza?Bhè, il mio punto di vista, condivisibile o no, comunista o berlusconiano che sia, è che il mondo non sta proprio per niente cambiando, anzi, da che mondo e mondo chi ha un attivita e pochi scrupoli, cercherà sempre di pagare il meno possibile i suoi dipendenti, o per meglio dire di sfruttarli, e se per fare questo adesso debba andare in romania o cina, poco cambia; per favore, non venite a raccontarmi quella del mondo cha sta cambiando, non sono uno stupido.Anzi, per dirla nel modo di un mio collega "ti diro di più", la categoria della "gente di m....." quella che secondo me è il vero mestiere "piu antico del modo", e che è uno dei prezzi da pagare del "quanto è bello il mondo perchè è vario..." è sempre piu numerosa, e devi capire che questo, perlomeno, sconcerta.
          • Emigrato felice scrive:
            Re: Il vero problema è l'adattamento
            Ohi Edson Arantes Do Nascimiento...Se lo dico vuol dire che l'ho vissuto.Ti ripeto, gira il mondo e poi parla, e ti dico che l'Italia per occasioni offerte è quanto di peggio si possa trovare oggigiorno.Preferisci vivere da precario perchè non hai la raccomandazione? O preferisci essere valutato per quello che vali?
          • Antonio Coimbra de la Coronila y Azevedo scrive:
            Re: Il vero problema è l'adattamento
            innanzitutto Ohi Edson Arantes Do Nascimiento...lo dici a tua madre se ti fa piacere, a me non rispondi in questo modo, capito?Poi se tu pensi di essere così superiore agli altri, tanto da sentirti nella posizione di elargire la tua verità vissuta, solo perche hai girato da qualche parte non so dove fuori dall'italia, lascia perdere fin da subito; e visto che non sai con chi stai parlando, chi o che cosa ti fa pensare che non abbia lavorato fuori italia come te? mi conosci per caso?Non mi sembra, e scegliere la via piu facile (emigrare all'estero) ed arrendersi così alle logiche di mercato (perche in italia non vale la pena lottare per cambiare il sistema), senza nemmeno discutere, dal tuo punto di vista ti fa forse una persona piu furba (o scaltra), dal mio una persona che appunto, sceglie solo la via piu facile e che forse scapperà per sempre, in fondo chi ti dice che dove ti trovi adesso, possa andare sempre bene?
          • assd scrive:
            Re: Il vero problema è l'adattamento
            non ti conosco ma si capisce che tu sia uno sciocco
      • y azevedo scrive:
        Re: Il vero problema è l'adattamento
        ho capito chi sei(non preoccuparti, non intendo il tuo nome e cognome, altrimenti adesso saresti a contare le margherite dal di sotto), tu sei uno di quei papponi che cavalcano l'onda, e che sperano tanto che questa non gli si volga mai contro, altrimenti sarebbero 'volatili per diabetici'
      • Enjoy with Us scrive:
        Re: Il vero problema è l'adattamento
        - Scritto da: The Real Gordon
        - Scritto da: Orwell

        Credo che il vero problema di noi italiani sia
        la

        nostra naturale tendenza all'adattamento. Di

        fronte a uno stipendio da fame e senza alcuna

        prospettiva per il futuro, anzichè scendere in

        piazza a dire basta,

        (rotfl)
        Ah sì, e sperate che andando in piazza vi
        aumenterranno gli stipendi?
        (rotfl)
        Ah già, danno i panini gratis (rotfl)
        Magari la prossima volta daranno 2 panini a
        testa, tanto alle ultime elezioni avete preso
        solo il 3.5%
        (rotfl)

        Le aziende devono fare concorrenza a cina e
        india, anche i servizi IT sono ormai facilmente
        delocalizzabili, quindi i salari realli sono
        inevitabilmente destinati a scendere
        ulteriormente, fatevene una ragione.

        Bene anche la norma contro il reintegro forzoso
        dei precari, un istituto di stampo
        sindacal-comunista
        :-oMa come mai abbiamo allora gli stipendi più bassi d'europa, superati perfino dalla Grecia?Gli altri non devono subire la concorrenza dei Cinesi?La verità è un'altra per decenni abbiamo avuto (abbiamo!) un sindacato non rappresentativo degli interessi dei lavoratori, i cui interessi vengono barattati per le convenienze politiche del momento.Es. Chi è in Italia che ha stipendi e condizioni di lavoro decenti?Piloti di aerei, controllori di volo e gli autoferrotranvieri!Sarà un caso vero? Ma sono le uniche categorie che scioperano almeno tre volte l'anno!
  • giona54 scrive:
    è un problema di sistema
    Il problema lo vedo di natura fortemente culturale all'interno di un sistema viziato e contorto!Il contentino che il sindacato strappa è nel contesto del concetto una botta al cerchio e l'altra alla botte! Per avere il giusto, il sindacato dovrebbe essere come quello tedesco efficiente ed efficace! In Italia non è così l'interesse del singolo prevale su quello collettivo! Il sindacato è troppo politicizzato e fa casta insieme ai politici! Poi ci sono le altre caste che sono vicine ma non si toccano , ma hanno una cosa in comune difendono la roccaforte!Siamo sicuri che andare all'estero è una soluzione, che ripaga nel lungo periodo? Si consideri che si va a fare lo straniero in terra straniera!Un problema che a mio avviso è grave , che toglie ulteriore possibilità di sviluppo e prosperità all 'Italia , di cui nessuno parla è la bassa natalità! Signori i nati nell'ultimo ventennio rappresentano a mio parere solo il 20% del popolo (solo italiano) , secondo voi una percentuale del 35% di italiani che versano i contributi inclusi tra i 20 e i 65 anni è un ipotesi veritiera? Il resto sono gli anziani , persone che come obiettivo nella vita hanno quello di vivere il più dignitosamente possibile! Vi immaginate un 90enne che scende in piazza e dice al Politico questa cosa non si deve fare , perchè nel prossimo ventennio porta solo danni? Che gli importa? Lo sapete che ci sono ancora in Parlamento senatori , ne bastano una decina per rappresentare un millennio di storia trascorsa? che ci stanno a fare là?, a salvaguradare il mondo dei giovani , o a tenersi il loro potere? Guardo in parlamento e mi sembra di vedere Jurassick Park! Tutta gente che non mi rappresenta! No ,òla risposta non è andare all'estero e lavorare per far prosperare altri stati, la risposta è rimanere e togliersi dalle scatole tutte queste caste! Da qui si deve partire... cambiamento prima culturale e poi strutturale! Ah incominciate a non versare la quota sindacale ,giusto per far capire che senza soldi neanche i sindacalisti hanno molto da scialare!
    • Paolo scrive:
      Re: è un problema di sistema
      Sono perfettamente d'accordo ma qui, purtroppo, si parla, si parla e non ci rendiamo conto che DOBBIAMO far valere la realtà che tutti i giorni subiamo continuamente ed ingiustamente.Paolo
    • nik scrive:
      Re: è un problema di sistema
      - Scritto da: giona54
      Il problema lo vedo di natura fortemente
      culturale all'interno di un sistema viziato e
      contorto!
      Il contentino che il sindacato strappa è nel
      contesto del concetto una botta al cerchio e
      l'altra alla botte! Per avere il giusto, il
      sindacato dovrebbe essere come quello tedesco
      efficiente ed efficace! In Italia non è così
      l'interesse del singolo prevale su quello
      collettivo! Il sindacato è troppo politicizzato e
      fa casta insieme ai politici! Poi ci sono le
      altre caste che sono vicine ma non si toccano ,
      ma hanno una cosa in comune difendono la
      roccaforte!perfettamente d'accordo. i sindacati sono a tutti gli effetti una casta che pensa solo ai propri interessi (ovvero al n. di iscritti e non agli iscritti).Voi per caso in televisione avete sentito parlare del rinnovo? Io sinceramente no, è un contratto che riguarda milioni di persone e nessuno ha detto nulla... che vergogna!
  • Giorgio scrive:
    29 anni...
    ...sistemista *nix, 1.450 euro netti x 14 mensilità, auto aziendale + telepass aziendale, buoni pasto, bonus variabile da 4000 a 7000 euro lordi/anno, contratto indeterminato. Non sono laureato, non ho specializzazioni. Il mio segreto ? mi sono fatto un mazzo così per 3 anni (da tanto sono arrivato in questa azienda). Da 6 mesi ho ricevuto l'incarico di cercarmi un assistente...nonostante la ricerca estesa (tramite il ns. sito, tramite email, tramite procacciatori, head hunter, ecc) i risultati sono scarsi. Diversi colloqui fatti...la maggiorparte agghiaccianti, roba che nemmeno si sedevano e subito attaccavano sullo stipendio (VOGLIO minimo tot) , sulle ferie (colloquio fatto a inizio luglio, VOGLIO tutto agosto di ferie), sugli straordinari...senza nemmeno chiedere di che tipo di lavoro parlassimo. NESSUNO ha minimamente studiato la nostra attività, cascando totalmente dalla nuvole quando chiedevo "sai di cosa di occupiamo?". Se questa è la voglia di lavorare, e se il primo pensiero di uno che fà un colloquio sono le ferie e gli straordinari, bè allora...continuino a lamentarsi cercando il posto d'oro.Finora gli unici due colloqui positivi sono stati con due ragazze uscite dall'università, che hanno voglia di lavorare e si sono presentate preparate all'incontro.E meno male che la piazza di Milano dovrebbe essere ricca. Comincio a pensare che le nuove generazioni ambiscano ad avere tutto e subito, senza farsi il vecchio e caro mazzo per guadagnarsi la carriera.
    • dont feed the troll scrive:
      Re: 29 anni...
      - Scritto da: Giorgio
      ...sistemista *nix, 1.450 euro netti x 14
      mensilità, auto aziendale + telepass aziendale,
      buoni pasto, bonus variabile da 4000 a 7000 euro
      lordi/anno, contratto indeterminato. Non sono
      laureato, non ho specializzazioni. Il mio segreto
      ? MA segreto di che?Sulla piazza di Milano è il minimo per lavorare, per meno, a me non mi vedono nemmeno con il binocolo...
      mi sono fatto un mazzo così per 3 anni (da
      tanto sono arrivato in questa azienda). Da 6 mesi
      ho ricevuto l'incarico di cercarmi un
      assistente...nonostante la ricerca estesa
      (tramite il ns. sito, tramite email, tramite
      procacciatori, head hunter, ecc) i risultati sono
      scarsi. Diversi colloqui fatti...la maggiorparte
      agghiaccianti, roba che nemmeno si sedevano e
      subito attaccavano sullo stipendio (VOGLIO minimo
      tot) , sulle ferie (colloquio fatto a inizio
      luglio, VOGLIO tutto agosto di ferie), sugli
      straordinari...senza nemmeno chiedere di che tipo
      di lavoro parlassimo.Ovvio.Se hai intenzione di darmi 18k lordi l'anno è inutile perdere tempo con un colloquio tecnico.Perdi tempo tu e perdo tempo io.

      Finora gli unici due colloqui positivi sono stati
      con due ragazze uscite dall'università, che hanno
      voglia di lavorare e si sono presentate preparate
      all'incontro.
      Cioè tu cercavi pecore da tosare, e ovviamente gli unici disposti a farselo fare sono i neolaureati senza esperienza.Io non me ne vanterei.
      • The Real Gordon scrive:
        Re: 29 anni...
        - Scritto da: dont feed the troll

        Ovvio.
        Se hai intenzione di darmi 18k lordi l'anno è
        inutile perdere tempo con un colloquio
        tecnico.
        Perdi tempo tu e perdo tempo io.
        1450 euro netti al mese per 14 mensilità equivalgono a circa 27-28K euro lordi annui. Basta una moltiplicazione, a cui aggiungere un 35% di tasse. Cos'è, hanno levato l'aritmetica dall'ITIS?! (rotfl)
        • dont feed the troll scrive:
          Re: 29 anni...
          - Scritto da: The Real Gordon
          - Scritto da: dont feed the troll




          Ovvio.

          Se hai intenzione di darmi 18k lordi l'anno è

          inutile perdere tempo con un colloquio

          tecnico.

          Perdi tempo tu e perdo tempo io.





          1450 euro netti al mese per 14 mensilità
          equivalgono a circa 27-28K euro lordi annui.
          Basta una moltiplicazione, a cui aggiungere un
          35% di tasse.
          Infatti non parlavo di quello che prende lui, moccioso, ma di quello che offriva.se non capisci, perchè rispondi?
          • The Real Gordon scrive:
            Re: 29 anni...
            - Scritto da: dont feed the troll
            - Scritto da: The Real Gordon

            - Scritto da: dont feed the troll







            Ovvio.


            Se hai intenzione di darmi 18k lordi l'anno è


            inutile perdere tempo con un colloquio


            tecnico.


            Perdi tempo tu e perdo tempo io.










            1450 euro netti al mese per 14 mensilità

            equivalgono a circa 27-28K euro lordi annui.

            Basta una moltiplicazione, a cui aggiungere un

            35% di tasse.


            Infatti non parlavo di quello che prende lui,
            moccioso, ma di quello che
            offriva.
            se non capisci, perchè rispondi?Guarda, mi sa che a te non offrirà mai niente nessuno, devi essere messo come il tizio da 1000 euro al mese a 35 anni, oltre ad avere evidenti problemi di analfabetismo (rotfl)
          • dont feed the troll scrive:
            Re: 29 anni...
            - Scritto da: The Real Gordon
            - Scritto da: dont feed the troll

            - Scritto da: The Real Gordon


            - Scritto da: dont feed the troll










            Ovvio.



            Se hai intenzione di darmi 18k lordi l'anno
            è



            inutile perdere tempo con un colloquio



            tecnico.



            Perdi tempo tu e perdo tempo io.















            1450 euro netti al mese per 14 mensilità


            equivalgono a circa 27-28K euro lordi annui.


            Basta una moltiplicazione, a cui aggiungere un


            35% di tasse.




            Infatti non parlavo di quello che prende lui,

            moccioso, ma di quello che

            offriva.

            se non capisci, perchè rispondi?


            Guarda, mi sa che a te non offrirà mai niente
            nessuno, devi essere messo come il tizio da 1000
            euro al mese a 35 anni, prendo decisamente di +, e nel mio caso veramente non come te che ti spacci per imprenditore e invece sei solo un poveretto.
          • malostato scrive:
            Re: 29 anni...
            Ma Vi state rincorrendo per insultarvi?Non mi sarei mai aspettato un comportamento cosi infantile da un "grande imprenditore" e "capo d'industria"!Penso che se avessi un decimo di quello che Lei millanta e fossi nelle località, sempre da Lei citate, avrei altre cose da fare molto più interessanti e piacevoli.Non starei in spiaggia incollato ad un portatile a sparare a zero e senza contenuti reali su un forum!Non mi racconti la solita barzelletta che lo deve fare per lavoro, perchè a quel punto Le potrei rispondere che i suoi collaboratorisubalterni sono degli incompetenti, oppure non sanno o non voglio lavorare come Lei richiede.Oppure si stà divertendo ad interpretare la persona che vorrebbe essere e pur di appagare questa sua smania cerca di tutto per farsi notare.Per quanto riguarda il Sig. Giorgio posso solo dire che i suoi colloqui vanno male solo per un semplice motivo: ha sbagliato il target di ricerca.La persona che stà cercando è certamente un "ragazzino" e non una persona con esperienza o con un minimo di cultura! Ma si sà che in Italia pur di lavorare si fa di tutto!Distinti Saluti
          • cloud777 scrive:
            Re: 29 anni...
            ennesima prova che per far soldi e crescere contano solo furbizia e paraculo, intelligenza, capacità, correttezza sono solo difetti della classe operaia.o ci si adatta...
          • dont feed the troll scrive:
            Re: 29 anni...
            - Scritto da: cloud777
            ennesima prova che per far soldi e crescere
            contano solo furbizia e paraculo, intelligenza,
            capacità, correttezza sono solo difetti della
            classe
            operaia.
            o ci si adatta...se quello è un imprenditore allora io sono topolino
          • The Real Gordon scrive:
            Re: 29 anni...
            - Scritto da: dont feed the troll
            se quello è un imprenditore allora io sono
            topolinoNo, tu sei semplicemente uno SFI-GA-TO proveniente dal popolo del 3.5% delle ultime elezioni (rotfl)
          • dont feed the troll scrive:
            Re: 29 anni...
            - Scritto da: The Real Gordon
            - Scritto da: dont feed the troll


            se quello è un imprenditore allora io sono

            topolino

            No, tu sei semplicemente uno SFI-GA-TO
            proveniente dal popolo del 3.5% delle ultime
            elezioni
            (rotfl)eppure non sono per finta su una spiaggia di cafoni arricchiti a farmi perculare dagli utenti di un forum.
          • The Real Gordon scrive:
            Re: 29 anni...
            - Scritto da: dont feed the troll
            - Scritto da: The Real Gordon

            - Scritto da: dont feed the troll




            se quello è un imprenditore allora io sono


            topolino



            No, tu sei semplicemente uno SFI-GA-TO

            proveniente dal popolo del 3.5% delle ultime

            elezioni

            (rotfl)
            eppure non sono per finta su una spiaggia di
            cafoni arricchiti a farmi perculare dagli utenti
            di un
            forum.guarda che qui l'unico "perculato" sei tu, è una vita che invochi interventi "divini" da parte della moderazione, e non ti caga mai nessuno (rotfl)(rotfl)(rotfl)Un po' come i tuoi amichetti veterocomunisti che hai votato (rotfl)
          • dont feed the troll scrive:
            Re: 29 anni...
            - Scritto da: The Real Gordon
            - Scritto da: dont feed the troll

            - Scritto da: The Real Gordon


            - Scritto da: dont feed the troll






            se quello è un imprenditore allora io sono



            topolino





            No, tu sei semplicemente uno SFI-GA-TO


            proveniente dal popolo del 3.5% delle ultime


            elezioni


            (rotfl)

            eppure non sono per finta su una spiaggia di

            cafoni arricchiti a farmi perculare dagli utenti

            di un

            forum.


            guarda che qui l'unico "perculato" sei tu,si e la marmotta incarta la cioccalata, e tu sei un grande imprenditore.E i moderatori non sono 4 coglioni venduti.
          • The Real Gordon scrive:
            Re: 29 anni...

            si e la marmotta incarta la cioccalata,

            E i moderatori non sono 4 coglioni venduti.Poverino, lui, come tutti i rottami comunisti, lotta contro le ingiustizie subite dagli sfigati, ma i "moderatori venduti" ce l'hanno con lui! (rotfl)(rotfl)(rotfl) Adesso torno a prendere il sole. Tu lavora, che ti fa bene e che se no non ti rinnovano il contratto a progetto da 1000 euro (rotfl)8)
          • y azevedo scrive:
            Re: 29 anni...
            tu proprio non capisci un .... e non intendo in generale per farti offesa, tu proprio non segui i discorsi; uno dice pane, e tu capisci polenta, e poi ti attachi a questi discorsi credendo ancora che si parli di appunto di ... polenta!!!il nonplusultra.....
          • Joe Tornado scrive:
            Re: 29 anni...
            Hai considerato l'ipotesi per la quale stai discutendo con un personaggio che probabilmente non esiste ?
          • Antonio Coimbra de la Coronila y Azevedo scrive:
            Re: 29 anni...
            sai, in effetti ci ho pensato solo dopo, certo è che di gente del genere in giro ce ne stà (purtroppo secondo me), ed in fondo, è quello che mi ha dato fastidio.
          • The_GEZ scrive:
            Re: 29 anni...
            Ciao !
            eppure non sono per finta su una spiaggia di
            cafoni arricchiti a farmi perculare dagli utenti
            di un
            forum.Dai, scrivigli che lui è uno "sgurlangato", così ti risponde che "sgurlangato" sei tu !.......Ah, a ascanso di equivoci "sgurlangato" me lo sono inventato adesso.Ma state ancora a discuterci ?-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 01 agosto 2008 20.34-----------------------------------------------------------
          • calvin scrive:
            Re: 29 anni...
            classe operaia.. ? wow qq ha inventato la macchina del tempo e abbiamo qui un viaggiatore! le qualita' da te citate NON sono un difetto, e di solito chi le ha e le sfrutta NON fa la fame.
          • dont feed the troll scrive:
            Re: 29 anni...
            - Scritto da: calvin
            classe operaia.. ? wow qq ha inventato la
            macchina del tempo e abbiamo qui un viaggiatore!
            le qualita' da te citate NON sono un difetto, e
            di solito chi le ha e le sfrutta NON fa la
            fame.certo che a non capire nemmeno il sarcasmo...Una volta i "padroni" erano ricchi e laureati e gli operai poveri e ignoranti, adesso l'ignoranza è tutta dalla parte dell'imprenditore.....e poi ci si stupisce che l'Italia non sia competitiva
          • calvin scrive:
            Re: 29 anni...
            hai perfettamente ragione: non avevo colto il sarcasmo, ero troppo preso dalla mia battuta.pero, dai.. anche dire che gli imprenditori sono tutti ignoranti e che invece noi si che sapremmo come fare .. o e' sarcastico pure questo ? hai provato a fare l'imprenditore o il lavoratore autonomo ?
          • dont feed the troll scrive:
            Re: 29 anni...
            - Scritto da: calvin
            hai perfettamente ragione: non avevo colto il
            sarcasmo, ero troppo preso dalla mia
            battuta.
            pero, dai.. anche dire che gli imprenditori sono
            tutti ignoranti e che invece noi si che sapremmo
            come fare .. o e' sarcastico pure questo ? hai
            provato a fare l'imprenditore o il lavoratore
            autonomo
            ?Vedo che continui a non comprendere.L'ignoranza è una cosa, e noto che i cosidetti imprenditori abbondano in questa, questo no nvuol dire che noi sapremmo come fare.Io non lo saprei fare l'imprenditore e non lo faccio, soprattutto se significa sfruttare la gente e avere comportamenti immorali.Sarebbe d'uopo che nemmeno tu lo facessi se non sei capace o se pensi che fare l'imprenditore significhi sfruttare la gente.Chiaro adesso?
          • calvin scrive:
            Re: 29 anni...
            non sono un imprenditore, non so se ne sarei capace. cmq se non sai cosa andrebbe fatto, forse non sai neanche cosa fanno gli imprenditori. puo' darsi che ce ne siano di ignoranti (dipende sempre da che cosa ignorano) ma perche dai sempre tutta la colpa a loro ? i ns poiltici sono ok ?
          • dont feed the troll scrive:
            Re: 29 anni...
            - Scritto da: calvin
            non sono un imprenditore,Quindi questa difesa d'ufficio è ideologica?
            non so se ne sarei
            capace. cmq se non sai cosa andrebbe fatto, forse
            non sai neanche cosa fanno gli imprenditori. so per certo cosa non andrebbe fatto, pero'.
            puo'
            darsi che ce ne siano di ignoranti (dipende
            sempre da che cosa ignorano) ma perche dai sempre
            tutta la colpa a loro ? i ns poiltici sono ok
            ?E tu da chi credi che prendano i politici, i soldini per pagarsi le campagne elettorali?E una volta eletti, a chi credi debbano dare conto?A me e a te, o a chi li ha foraggiati?
          • calvin scrive:
            Re: 29 anni...
            insomma non ti va bene niente:- imprenditori ignoranti- politici corrotti e collusiforse hai ragione, l'unica soluzione e' la rioluzione.. sai farla ?
          • dont feed the troll scrive:
            Re: 29 anni...
            - Scritto da: calvin
            insomma non ti va bene niente:
            - imprenditori ignoranti
            - politici corrotti e collusi

            forse hai ragione, l'unica soluzione e' la
            rioluzione.. sai farla
            ?Certo, ma non ne posso parlare in pubblico.:DSe è per essere mi fanno cagare anche i sindacati, gli pseudogiornalisti, i fancazzisti e via discorrendo.
          • calvin scrive:
            Re: 29 anni...
            bueno, abbiamo qq in comune!
          • Lady Diahane scrive:
            Re: 29 anni...
            Sentite, mi avete proprio rotto le palle.Siete due bambini, avete tutti e due l'intelligenza di una scimmia. No, dico: l'intelligenza di una scimmia, divisa in due: metà a testa.Qui stiamo cercando di parlare di problemi *seri*, di gente che si troverà ad affrontare questi problemi in ambito lavorativo e voi vi mettete a litigare tirando in gioco la classe operaia, il sole, l'imprenditoria e tante altre cose?? MA STATE BENE??Se volete ancora litigare, scambiatevi gli indirizzi e-mail o il cellulare, mettetevi d'accordo e parlatevene per caz*i VOSTRI, litigate, defacciatevi i siti, prendetevi a botte, mettetevi fuoco alle case a vicenda... a noi NON CE NE FREGA NIENTE. NIENTE!!!NIENTE NIENTE NIENTEEEEEEE!!!Questo dovrebbe essere un posto dove lavoratori IT giovani e meno giovani possono discutere dei problemi che affliggono questo mestiere e scambiarsi esperienze e consigli, non un'arena dove due mentecatti si prendono in giro a vicenda.E mi riferisco soprattutto a "don't feed the troll" ed a "The real gordon". Si: imprenditori o operai, ricchi o poveri, al sole o all'ombra, in montagna o al mare, per me siete due COGLIONI, indipendentemente da quello che fate, dal vostro credo politico e da quanto guadagnate.Crescete e statevi zitti.Mi chiedo perchè i moderatori vi lascino trolleggiare gaiamente in questo forum.Vi odio. ^^Voi siete il peggiore cancro della società: quando si cerca di parlare di problemi seri, voi riuscite sempre a far arenare il discorso, ed i problemi rimangono irrisolti.Cheers,Lady Diahane
      • Giorgio scrive:
        Re: 29 anni...

        Ovvio.
        Se hai intenzione di darmi 18k lordi l'anno è
        inutile perdere tempo con un colloquio
        tecnico.
        Perdi tempo tu e perdo tempo io.Circa 1.100 netti e spiccioli per cominciare...non mi sembra tanto schifosa come offerta, voglio dire, 1.100 netti x 14 + buoni pasto, e orario totalmente flessibile. Il problema è che spesso non sono nemmeno arrivato a formulare l'offerta, perchè se uno al primo colloquio si presenta e prima ancora di parlare mi dice "io ad agosto non lavoro" (e siamo a luglio), capisci che mi lascia un pò perplesso.
        Cioè tu cercavi pecore da tosare, e ovviamente
        gli unici disposti a farselo fare sono i
        neolaureati senza
        esperienza.
        Io non me ne vanterei.No, non cerco pecore da tosare, cerco persone che abbiamo voglia d'imparare e di sbattersi. Se ti dò un task, mi aspetto che tu ti metta a studiare il problema, e non a cassarlo subito dicendo "non sò come si fà".
        • dont feed the troll scrive:
          Re: 29 anni...
          - Scritto da: Giorgio

          Ovvio.

          Se hai intenzione di darmi 18k lordi l'anno è

          inutile perdere tempo con un colloquio

          tecnico.

          Perdi tempo tu e perdo tempo io.
          Circa 1.100 netti e spiccioli per
          cominciare...non mi sembra tanto schifosa come
          offerta, voglio dire, 1.100 netti x 14 + buoni
          pasto, e orario totalmente flessibile.Per cominciare va anche bene, anche se a Milano mi sembra cmq un po' pochino, ma appunto non puoi aspirare ad altro che a neolaureati in cercad i prima esperienza.Se cerchi gente anche con un anno di esperienza devi offrire di +.
          Il
          problema è che spesso non sono nemmeno arrivato a
          formulare l'offerta, perchè se uno al primo
          colloquio si presenta e prima ancora di parlare
          mi dice "io ad agosto non lavoro" (e siamo a
          luglio), capisci che mi lascia un pò
          perplesso.
          Su questo hai ragione, a me è capitato di lasciare un posto di lavoro il 30 di luglio e iniziare il successivo il primo di agosto ovviamente senza fare ferie.


          Cioè tu cercavi pecore da tosare, e ovviamente

          gli unici disposti a farselo fare sono i

          neolaureati senza

          esperienza.

          Io non me ne vanterei.

          No, non cerco pecore da tosare, cerco persone che
          abbiamo voglia d'imparare e di sbattersi.Cmq non lo avevi specificato che cercavi persone priove di esperienza.In questo mestiere sbattersi è il minimo, se non ti va di sbatterti vai a fare il commesso.Forse guadagni pure di +.
          Se ti
          dò un task, mi aspetto che tu ti metta a studiare
          il problema, e non a cassarlo subito dicendo "non
          sò come si
          fà".Nella mia esperienza di ragazzi così ce ne sono, ma sono la minoranza.E' anche vero che io vivo e lavoro a sud, a nord si sa che sono + ignoranti e viziati :D
          • Giorgio scrive:
            Re: 29 anni...
            - Scritto da: dont feed the troll
            - Scritto da: Giorgio


            Ovvio.


            Se hai intenzione di darmi 18k lordi l'anno è


            inutile perdere tempo con un colloquio
            Per cominciare va anche bene, anche se a Milano
            mi sembra cmq un po' pochino, ma appunto non puoi
            aspirare ad altro che a neolaureati in cercad i
            prima
            esperienza.
            Se cerchi gente anche con un anno di esperienza
            devi offrire di
            +.Assolutamente d'accordo, le persone qualificate (sul campo e non sulla carta) vanno pagate quanto meritano. Però, ritengo che una persona in grado di installare linux e avviare un demone, non sia da considerarsi "esperto", al mio modo di vedere.

            Su questo hai ragione, a me è capitato di
            lasciare un posto di lavoro il 30 di luglio e
            iniziare il successivo il primo di agosto
            ovviamente senza fare
            ferie.
            Esattamente quello che intendevo.
            Cmq non lo avevi specificato che cercavi persone
            priove di
            esperienza.
            In questo mestiere sbattersi è il minimo, se non
            ti va di sbatterti vai a fare il
            commesso.
            Forse guadagni pure di +.Si hai ragione, avevo omesso di specificarlo. Anche perchè super-esperti ne abbiamo già, compreso un consulente che paghiamo 500 euro al giorno, ma che vale fino all'ultimo centesimo.

            Se ti

            dò un task, mi aspetto che tu ti metta a
            studiare

            il problema, e non a cassarlo subito dicendo
            "non

            sò come si

            fà".

            Nella mia esperienza di ragazzi così ce ne sono,
            ma sono la
            minoranza.
            E' anche vero che io vivo e lavoro a sud, a nord
            si sa che sono + ignoranti e viziati
            :D:-)...forse non hai tutti i torti.
    • shevathas scrive:
      Re: 29 anni...

      scarsi. Diversi colloqui fatti...la maggiorparte
      agghiaccianti, roba che nemmeno si sedevano e
      subito attaccavano sullo stipendio (VOGLIO minimoper scremare i tizi la soluzione è semplice, scrivere l'offerta economica sull'annuncio insieme ai requisiti.Si richiede questo, quello e quell'altro e si offre tot, semplice e pulito, e risparmiate tempo e denaro.Se mi interessa chiamo, se è il solito annuncio da peracottaio "cercasi tuttologo informatico, offresi mancetta", risparmio anche il francobollo.
      tot) , sulle ferie (colloquio fatto a inizio
      luglio, VOGLIO tutto agosto di ferie), sugli
      straordinari...senza nemmeno chiedere di che tipo
      di lavoro parlassimo. NESSUNO ha minimamente
      studiato la nostra attività, cascando totalmente
      dalla nuvole quando chiedevo "sai di cosa di
      occupiamo?". è la scoperta dell'acqua calda, l'informatica è piena di ragazzini che, visto che sanno scrivere due righe in PHP o installare Ubuntu, sono convinti di essere dei guru.
      Se questa è la voglia di lavorare, e
      se il primo pensiero di uno che fà un colloquio
      sono le ferie e gli straordinari, bè
      allora...continuino a lamentarsi cercando il
      posto
      d'oro.e se il primo pensiero delle aziende è cercare un luminare per pagarlo come un ragazzino allora continuino a lamentarsi che non trovano manodopera specializzata.
      Finora gli unici due colloqui positivi sono stati
      con due ragazze uscite dall'università, che hanno
      voglia di lavorare e si sono presentate preparate
      all'incontro.
      top & mini (newbie) :D
      E meno male che la piazza di Milano dovrebbe
      essere ricca. Comincio a pensare che le nuove
      generazioni ambiscano ad avere tutto e subito,
      senza farsi il vecchio e caro mazzo per
      guadagnarsi la
      carriera.una cosa è volersi fare il mazzo, un'altra cosa è il doversi portare da casa la scopa da mettersi nel cubo per pulire l'ufficio mentre colleghi i monitor qua e la.
      • Giorgio scrive:
        Re: 29 anni...

        per scremare i tizi la soluzione è semplice,
        scrivere l'offerta economica sull'annuncio
        insieme ai
        requisiti.
        Si richiede questo, quello e quell'altro e si
        offre tot, semplice e pulito, e risparmiate tempo
        e
        denaro.
        Se mi interessa chiamo, se è il solito annuncio
        da peracottaio "cercasi tuttologo informatico,
        offresi mancetta", risparmio anche il
        francobollo.Uhm...sarò stupido, ma non c'avevo pensato. Mi sà che farò così.


        tot) , sulle ferie (colloquio fatto a inizio

        luglio, VOGLIO tutto agosto di ferie), sugli

        straordinari...senza nemmeno chiedere di che
        tipo

        di lavoro parlassimo. NESSUNO ha minimamente

        studiato la nostra attività, cascando totalmente

        dalla nuvole quando chiedevo "sai di cosa di

        occupiamo?".

        è la scoperta dell'acqua calda, l'informatica è
        piena di ragazzini che, visto che sanno scrivere
        due righe in PHP o installare Ubuntu, sono
        convinti di essere dei
        guru.Purtroppo.

        Se questa è la voglia di lavorare, e

        se il primo pensiero di uno che fà un colloquio

        sono le ferie e gli straordinari, bè

        allora...continuino a lamentarsi cercando il

        posto

        d'oro.

        e se il primo pensiero delle aziende è cercare un
        luminare per pagarlo come un ragazzino allora
        continuino a lamentarsi che non trovano
        manodopera specializzata.Come ho già detto in un precedente post, di "luminari" siamo già forniti, e vengono pagati molto bene.


        Finora gli unici due colloqui positivi sono
        stati

        con due ragazze uscite dall'università, che
        hanno

        voglia di lavorare e si sono presentate
        preparate

        all'incontro.


        top & mini (newbie) :D:-D. No no...guarda, visto che la maggioranza di dipendenti sono maschi, età media 20-25 anni, preferisco se sono brutte!! Te lo dico per esperienza...ho passato giornate infernali a sorbirmi i patimenti d'amore di questo e quello.


        E meno male che la piazza di Milano dovrebbe

        essere ricca. Comincio a pensare che le nuove

        generazioni ambiscano ad avere tutto e subito,

        senza farsi il vecchio e caro mazzo per

        guadagnarsi la

        carriera.

        una cosa è volersi fare il mazzo, un'altra cosa è
        il doversi portare da casa la scopa da mettersi
        nel cubo per pulire l'ufficio mentre colleghi i
        monitor qua e
        la.Una cosa è aver voglia di lavorare, un'altra e avere il piede sulla porta alle 17:59:55 e pensare solo a farsi ponti e ferie.
    • Disgustoram a scrive:
      Re: 29 anni...

      roba che nemmeno si sedevano e
      subito attaccavano sullo stipendio (VOGLIO minimo
      tot) , sulle ferie (colloquio fatto a inizio
      luglio, VOGLIO tutto agosto di ferie), sugli
      straordinari...senza nemmeno chiedere di che tipo
      di lavoro parlassimo. Ottimo. Mi auguro che TUTTI si comportino in questo modo!!Ora la maggioranze delle persone pur di sopravvivere fa lo zerbino per un ridicolo posto di lavoro con un ridicolo stipendio.Il risultato e' questo mondo del cavolo dove si vive per lavorare e non si lavora per vivere.E comunque, se tu guardi agli interessi dell'azienda per cui lavori, non vedo perchè una persona non possa guardare agli interessi della propria azienda (se stesso).Dovrebbbe essere un rapporto alla pari. Ora come ora invece siamo messi peggio dei nostri padri che almeno si potevano permettere il "lusso" di costruirsi una famiglia con relativa serenità.Disgustorama!
    • TuttofareIn Nero scrive:
      Re: 29 anni...
      - Scritto da: Giorgio
      NESSUNO ha minimamente
      studiato la nostra attività, cascando totalmente
      dalla nuvole quando chiedevo "sai di cosa di
      occupiamo?".Mmm concordo su molto di quello che hai scritto, se vero, ma non su questo: semplicemente perché non puoi fare di tutta l'erba un fascio, giudicando le intenzioni. Ci sono persone che pur molto competenti, sono presuntuose e non si informano; poi se non li assumi, spero sia perché sono presuntuosi e non perché non si sono preparati all'incontro ;-) E poi, sei sicuro che esaminare una persona che ha già in mente di cosa vi occupate e cerca di stupirti sia meglio? Secondo me l'esaminando ideale è quello che ha letto l'annuncio, si è ritrovato onestamente nel profilo richiesto, e ha chiesto maggiori informazioni, senza però cercare notizie sulla compagnia troppo approfondite (men che mai l'amico che sa tutto perchè ha girato 1000 posti), o persino su di te.Ammetto che neanch'io mi preparo all'incontro, ma per motivi diversi. In genere non accetto non solo offerte, ma neanche colloqui, con chi non ha ben chiaro cosa offre. Mi è capitato ad esempio che qualcuno leggendo il mio CV mi avesse chiamato per un attività su "JAVA" (sic). Mo', che significa la parola da sola? In Java si possono fare mille cose. Ma dato che mi ha chiamato LUI, e l'azienda è grande, mi presento al colloquio. Dove scopro che non c'è un progetto preciso, mi ha solo chiamato per registrarmi nel DB aziendale e poi propormi qualcosa tra qualche mese se c'è qualcosa di interessante. Col senno di poi, nessuno avrebbe perso tempo a capire chi sono, che fanno e chi siano i loro clienti. Questa è stata proprio unica come esperienza, ma più spesso mi sono capitati colloqui in cui una azienda ha avuto una commessa/gara con qualche cliente, e non ha ancora deciso come realizzarla. Dato che a quel punto so sempre come va a finire, domando cose del genere "Che ruolo aveva in mente per la mia figura nel progetto di sviluppo?" e se risponde qualcosa del tipo "poi vedremo" capisco dove sono finito.
    • precisatore scrive:
      Re: 29 anni...
      comunque non è che guadagni queste grandi cifre, un laureato ti supera in tre anni...
    • asd scrive:
      Re: 29 anni...
      - Scritto da: Giorgio
      ...sistemista *nix, 1.450 euro netti x 14
      mensilità, auto aziendale + telepass aziendale,
      buoni pasto, bonus variabile da 4000 a 7000 euro
      lordi/anno, contratto indeterminato. Non sono
      laureato, non ho specializzazioni. Il mio segreto
      ? mi sono fatto un mazzo così per 3 anni Brafo.Ho un amico operaio tornitore che prende piu di te e ha la licenza media. Cosa intendi per mazzo?No perche' la maggior parte delle aziende in cui sono stato se ti vedevano con un manuale in mano in orario di lavoro rompevano i co*****i.......Ritieniti fortunato, oltre che volenteroso.....
      subito attaccavano sullo stipendio (VOGLIO minimo
      tot) , sulle ferie (colloquio fatto a inizio
      luglio, VOGLIO tutto agosto di ferie), sugli
      straordinari...senza nemmeno chiedere di che tipo
      di lavoro parlassimo.se fai colloqui a luglio aspettatelo bambino mio, nessuno sacrifica le uniche settimane di ferie estive dell'anno.E se ti sembra strano parlare di straordinari, hai la coda di paglia.
      Finora gli unici due colloqui positivi sono stati
      con due ragazze uscite dall'università, che hanno
      voglia di lavorare e si sono presentate preparate
      all'incontroCi credo.Dopo anni a spese di mamma e papa a casa, estati passate a casa a studiare quelli si mettono anche una scopa nel culo e ti ramazzano il pavimento del CED.
      E meno male che la piazza di Milano dovrebbe
      essere ricca. Comincio a pensare che le nuove
      generazioni ambiscano ad avere tutto e subito,
      senza farsi il vecchio e caro mazzo per
      guadagnarsi la
      carriera.E meno male che uno che e' partito da 0 come dici tu e si e' fatto il mazzo ha gia' dimenticato il passato.......
    • Enjoy with Us scrive:
      Re: 29 anni...
      - Scritto da: Giorgio
      ...sistemista *nix, 1.450 euro netti x 14
      mensilità, auto aziendale + telepass aziendale,
      buoni pasto, bonus variabile da 4000 a 7000 euro
      lordi/anno, contratto indeterminato. Non sono
      laureato, non ho specializzazioni. Il mio segreto
      ? mi sono fatto un mazzo così per 3 anni (da
      tanto sono arrivato in questa azienda). Da 6 mesi
      ho ricevuto l'incarico di cercarmi un
      assistente...nonostante la ricerca estesa
      (tramite il ns. sito, tramite email, tramite
      procacciatori, head hunter, ecc) i risultati sono
      scarsi. Diversi colloqui fatti...la maggiorparte
      agghiaccianti, roba che nemmeno si sedevano e
      subito attaccavano sullo stipendio (VOGLIO minimo
      tot) , sulle ferie (colloquio fatto a inizio
      luglio, VOGLIO tutto agosto di ferie), sugli
      straordinari...senza nemmeno chiedere di che tipo
      di lavoro parlassimo. NESSUNO ha minimamente
      studiato la nostra attività, cascando totalmente
      dalla nuvole quando chiedevo "sai di cosa di
      occupiamo?". Se questa è la voglia di lavorare, e
      se il primo pensiero di uno che fà un colloquio
      sono le ferie e gli straordinari, bè
      allora...continuino a lamentarsi cercando il
      posto
      d'oro.

      Finora gli unici due colloqui positivi sono stati
      con due ragazze uscite dall'università, che hanno
      voglia di lavorare e si sono presentate preparate
      all'incontro.

      E meno male che la piazza di Milano dovrebbe
      essere ricca. Comincio a pensare che le nuove
      generazioni ambiscano ad avere tutto e subito,
      senza farsi il vecchio e caro mazzo per
      guadagnarsi la
      carriera.Scusa ma di stipendio netto mensile quanto proponevate?1000 -1200?No sai perchè a quelle cifre non ci paghi neanche un operaio...
  • H5N1 scrive:
    Ma quale meritocrazia!?!
    In Italia?!?
  • Cenomane scrive:
    Cicerone non parlava di noi
    Cicerone non parlava certo di noi Padani. Noi eravamo Gallia Cisalpina.http://it.wikipedia.org/wiki/Gallia_cisalpina"Gallia cisalpina è il nome conferito dai Romani ai territori della Pianura padana compresi tra il fiume Oglio (eccetto per il suo corso superiore ove risedevano i Camuni), e le Alpi piemontesi"I romani qua sono sempre stati stranieri.
    • anonymous scrive:
      Re: Cicerone non parlava di noi
      - Scritto da: Cenomane
      Cicerone non parlava certo di noi Padani. Noi
      eravamo Gallia
      Cisalpina.

      http://it.wikipedia.org/wiki/Gallia_cisalpina

      "Gallia cisalpina è il nome conferito dai Romani
      ai territori della Pianura padana compresi tra il
      fiume Oglio (eccetto per il suo corso superiore
      ove risedevano i Camuni), e le Alpi
      piemontesi"

      I romani qua sono sempre stati stranieri.ma anche di celto cé rimasto pocodiciamo che nel dna padano c'é un po' di longobardo e moltissimo di pugliese ;)
    • Mr.God scrive:
      Re: Cicerone non parlava di noi
      - Scritto da: Cenomane
      Cicerone non parlava certo di noi Padani. Noi
      eravamo Gallia
      Cisalpina.

      http://it.wikipedia.org/wiki/Gallia_cisalpina

      "Gallia cisalpina è il nome conferito dai Romani
      ai territori della Pianura padana compresi tra il
      fiume Oglio (eccetto per il suo corso superiore
      ove risedevano i Camuni), e le Alpi
      piemontesi"

      I romani qua sono sempre stati stranieri.A parte il fatto che ha citato nerone e non cicerone, ignorantello, al nord abbiamo spazzolato vichinghi che vi hanno cresciuto mangiando merda di cavallo e portandovi la civiltà, povero coglione ereditario di una mandria di coglioni dal cravattino verde, muori.
      • ZZZzzz scrive:
        Re: Cicerone non parlava di noi
        Quantè bello leggere di gente che si crede erede di quella maestosa civiltà che era l'antica Roma...Nessuno, in questa penisola tanto bella quanto disgraziata, ha nulla in comune con gli antichi romani, nulla.
    • lo storico scrive:
      Re: Cicerone non parlava di noi
      - Scritto da: Cenomane
      Cicerone non parlava certo di noi Padani. Noi
      eravamo Gallia
      Cisalpina.

      http://it.wikipedia.org/wiki/Gallia_cisalpina

      "Gallia cisalpina è il nome conferito dai Romani
      ai territori della Pianura padana compresi tra il
      fiume Oglio (eccetto per il suo corso superiore
      ove risedevano i Camuni), e le Alpi
      piemontesi"

      I romani qua sono sempre stati stranieri.caro signor ignorantone e zappatore della terra di pontida devi sapere cheper conoscenza storica i celti in padania non ci sono mai stati.Ma posso comprendere visto che la vostra ignoranza e' abbissale.se aveste un minimo studiato prima di fare il controllo delle urine ops scusate veneraste la ampolla del po.sapreste che la lombardia e' stata sotto il pieno predominio romanoe non solonel 271 dopo cristo continuo a rimanere sotto il predominio romano mentre i galli rimanevano in franciahttp://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/7/74/Romanworld271AD.jpgpoco acculturato leghista di pontida.la padania NON HA MAI AVUTO I CELTI.ora torna a dormire che domani mattina el vilan se sveglia presto per zappare l'orto.un romanicissimo storico
      • pippo scrive:
        Re: Cicerone non parlava di noi
        ????complimenti, ma vivi nel mondo delle fiabe o che?guarda che qua se vuoi parlare di politica e' una cosa, ma se vuoi parlare di storia e' un'altra?davvero credi che prima dei romani non c'era niente? solo praterie e qualche apache?vabbe', dai, capisco l'antileghismo (non condivido l'intervento del "padano"), ma l'ignoranza esibita con orgoglio no!
        • lo storico scrive:
          Re: Cicerone non parlava di noi
          - Scritto da: pippo
          ????
          complimenti, ma vivi nel mondo delle fiabe o che?

          guarda che qua se vuoi parlare di politica e' una
          cosa, ma se vuoi parlare di storia e'
          un'altra?appunto se non la conoscete la storia stavene zitti
          davvero credi che prima dei romani non c'era
          niente? solo praterie e qualche
          apache?esistevano gli etruschi qualche micropopolazione.i celti come l'intende el senatur in padanianon ci sono mai stati.comunque visto che ci stiamo perche' non rimettere il sacro romano impero?o l'impero dei merovingi?
          vabbe', dai, capisco l'antileghismo (non
          condivido l'intervento del "padano"), ma
          l'ignoranza esibita con orgoglio
          no!mi pare che qui l'ignoranza sia la tua:ti consiglio di controllare le cartine storico geografichedi dove erano veramente i celti.
      • calvin scrive:
        Re: Cicerone non parlava di noi
        abissale...
  • picchiatello scrive:
    Cubasia inguaribile ottimista....
    Pensare che ancora qualcuno nel nostro paese possa proporre un contratto "tipico" come quello commerciale fa apparire il Sig. Cubasia come il migliore degli ottimisti sulla piazza.
  • emboss scrive:
    eliminare il contratto nazionale
    è l'unica soluzione, in cambio le aziende tutte dovrebbero rinunciare alle sovvenzioni di stato..
    • anonymous scrive:
      Re: eliminare il contratto nazionale
      - Scritto da: emboss
      è l'unica soluzione, in cambio le aziende tutte
      dovrebbero rinunciare alle sovvenzioni di
      stato..certo così le lingue marroni avrebbero dei buoni stipendi e gli altri si attacchino
    • gg2222 scrive:
      Re: eliminare il contratto nazionale
      Sicuramente te e Brunetta e il duce di Arcore non fate altro che sterminare ogni grido di equita' ....Eufemisticamente dico vergognatevi
  • StarChild scrive:
    150 euro lordi al mese?
    E' un aumento rispetto alla base? se no siamo messi molto, ma molto male......
    • StarChild scrive:
      Re: 150 euro lordi al mese?
      - Scritto da: StarChild
      E' un aumento rispetto alla base? se no siamo
      messi molto, ma molto
      male......ho visto dopo, è l'aumento (mi pareva...)
  • Maurizio Giglio scrive:
    Forza ai cambiamenti
    Ciao a tutti,io lavoro ormai da quasi 10 anni nel campo dell'IT e sinceramente sono oramai molto molto demotivato dalla situazione attuale. Non vedo alcuna via di fuga se non veramente lasciare questo paese che pretende da noi tutto il nostro ossigeno.Concordo con Giuseppe nel sostenere tutte le sue ipotesi e nel dire che dovremmo "Cambiare le cose dall'interno, scegliendo chi meglio rappresenti i miei interessi." si ma chi? I politici fanno tutti le stesse cose e tutti le stesse promesse, vane. La vita diventa sempre più cara e i nostri stipendi sempre più bassi. Ritengo che fra altri 10 anni saremo ridotti alla soglia della povertà. Ormai io arrivo a fine mese quasi sempre spendendo di più di quello che guadagno. Eppure faccio una vita quasi ascetica!Forse non rimane che affidarci a noi stessi per ribaltare "le cose di oggi" e per costruire il nostro domani.Che ne dite? L'unione farà la forza? Male che vada, se siamo in tanti, potremmo ottenere degli utili sconti per lasciare questo paese!?! Biglietti aerei a prezzi stracciati!?1 ;)
  • Luke scrive:
    Ma per l'IT è diverso...
    Lavoro nell'IT dal '99, con contratto commercio. Se i miei aumenti di stipendio fossero stati legati agli aumenti sindacali sarei messo male! Il lavoratore IT il contratto deve gestirselo da solo, vendendosi al miglior offerente e cercando di puntare sulle proprie competenze, non così può fare il commesso del supermercato. Naturalmente maggiore è la paga base meglio è per tutti, però non è vero che tutti i lavoratori legati ad un medesimo contratto nazionale hanno le stesse buste paga.
  • Revolution scrive:
    Uniamo le forze
    Utopia folgorante di 2 minuti fà:-Licenziamoci tutti di modo che ogni azienda rimanga senza IT.-Mettiamo su una società in cui ci siano dentro tutti gli IT come soci.-Lavoriamo come consulenti e chiediamo quanto ci spetta.-Il ricavato finale viene diviso tra tutti i soci. Logicamente chi fa finta di lavorare esce dalla società.-Praticamente il succo è: Vuoi un IT? Devi venire da noi, perchè noi siamo l'IT.Ciao a tutti!
    • Bash scrive:
      Re: Uniamo le forze
      - Scritto da: Revolution
      -Il ricavato finale viene diviso tra tutti i
      soci. Non mi sta bene!Io so fare il mio lavoro, mentre tu magari hai una patente europea e scrivi gestionali in VB.Se permetti, io ho maggior rispetto nei confronti della donna delle pulizie.
      • WInternet scrive:
        Re: Uniamo le forze
        Io programmo da 15 anni...Non credo possa funzionare: come minimo ne arriverebbero x milioni dalla cina/thailandia/ex-urss etc...
        • Revolution scrive:
          Re: Uniamo le forze
          Anche tu hai ragione. Comunque avevo considerato anche la tua osservazione, ma con le paghe che abbiamo qui, conviene che ciu andiamo noi all'estero... non so se gli altri verrebbero in Italia... comunque sia, ho scritto "Utopia" proprio perchè è una cosa quasi impossibile da realizzare.
      • Revolution scrive:
        Re: Uniamo le forze
        Sì. hai ragione. In Italia non è fattibile perchè c'è sempre qualcuno che guadagna alle spalle degli altri che si fanno il mazzo. Infatti com vedi all'inizio avevo scritto "Utopia"...
      • max59 scrive:
        Re: Uniamo le forze
        - Scritto da: Bash
        - Scritto da: Revolution

        -Il ricavato finale viene diviso tra tutti i

        soci.

        Non mi sta bene!
        Io so fare il mio lavoro, mentre tu magari hai
        una patente europea e scrivi gestionali in
        VB.
        Se permetti, io ho maggior rispetto nei confronti
        della donna delle
        pulizie.è proprio questo modo di Sragionare che tiene gli informatici divisi e trattati peggio della donna delle pulizienon si vuole appiattimento, ma un riconoscimento della professionalità
    • calvin scrive:
      Re: Uniamo le forze
      ma cos'e', la mafia ?
  • io sono scrive:
    la mia inflazione e' allo 0%
    e' aumentato il costo del petrolio, la benzina e' alle stelle- uso i mezzi (abbonamento 30 euro fissi al mese da 5 anni) i comuni usano le multe per far cassa, hanno anche installato telecamere ai semafori- uso i mezzie' aumentato il costo del denaro, i mutui a tasso variabile sono carissimi - sono in affittoe' aumentato il petrolio, le bollette sono salate- ho un contratto con spese incluse, aumenti impossibilie' aumentata la pasta, aumentati gli alimentari- dai supermercati sono passato ai discount di qualita', ottima qualita' per alcuni prodotti, rispetto ad un anno fa sto risparmiando le banche hanno aumentato le spese- sono passato ad una banca online e sto risparmiando e' aumentato tutto- il dollaro e' crollato, compro spesso in us e nonostante le spese di spedizione risparmio fino al 40% continua... (?)
    • piripicchio scrive:
      Re: la mia inflazione e' allo 0%
      - Scritto da: io sono
      e' aumentato il costo del petrolio, la benzina e'
      alle
      stelle
      - uso i mezzi (abbonamento 30 euro fissi al mese
      da 5 anni)


      i comuni usano le multe per far cassa, hanno
      anche installato telecamere ai
      semafori
      - uso i mezzi

      e' aumentato il costo del denaro, i mutui a tasso
      variabile sono carissimi

      - sono in affitto

      e' aumentato il petrolio, le bollette sono salate
      - ho un contratto con spese incluse, aumenti
      impossibili

      e' aumentata la pasta, aumentati gli alimentari
      - dai supermercati sono passato ai discount di
      qualita', ottima qualita' per alcuni prodotti,
      rispetto ad un anno fa sto risparmiando


      le banche hanno aumentato le spese
      - sono passato ad una banca online e sto
      risparmiando


      e' aumentato tutto
      - il dollaro e' crollato, compro spesso in us e
      nonostante le spese di spedizione risparmio fino
      al 40%



      continua... (?)E bravo puccettone! Cosa vuoi gli applausi?Quando tra qualche mese ti aumenterà l'affitto del 20% la tua inflazione aumeneterà molto più del tasso medio. E succederà, a meno che il tuo padrone di casa sia un benefattore o tuo padre
    • hornettorin co scrive:
      Re: la mia inflazione e' allo 0%
      - Scritto da: io sono
      e' aumentato il costo del petrolio, la benzina e'
      alle
      stelle
      - uso i mezzi (abbonamento 30 euro fissi al mese
      da 5 anni)Se i "mezzi" costano di più da mantenere e tu non paghi di più allora qualcunaltro paga per te (= parassita)

      i comuni usano le multe per far cassa, hanno
      anche installato telecamere ai
      semafori
      - uso i mezziI comuni per fare cassa truffano i cittadini (e chi conduce "mezzi") con semafori truffaldini imponendo dazi non dovuti e a te non costa un euro in più perchè è la comunità o qualcunaltro che paga (= parassita)
      e' aumentato il costo del denaro, i mutui a tasso
      variabile sono carissimi

      - sono in affittoAlmeno quello spero che lo paghi regolarmente...
      e' aumentato il petrolio, le bollette sono salate
      - ho un contratto con spese incluse, aumenti
      impossibiliTanto paga qualcunaltro (= hemm... c'è bisogno che lo scriva?)
      e' aumentata la pasta, aumentati gli alimentari
      - dai supermercati sono passato ai discount di
      qualita', ottima qualita' per alcuni prodotti,
      rispetto ad un anno fa sto risparmiando
      Gli stessi prodotti quanto costavano 1 anno addietro?
      le banche hanno aumentato le spese
      - sono passato ad una banca online e sto
      risparmiando
      Un po' di sana concorrenza (per ora) ha portato i suoi frutti, ma il fatto che qualcuno paghi più caro il suo mutuo rende possibile remunerare meglio i cc...
      e' aumentato tutto
      - il dollaro e' crollato, compro spesso in us e
      nonostante le spese di spedizione risparmio fino
      al 40%
      E magari eludiamo le imposte ed i dazi doganali, tanto me lo spediscono come "gift"...Non vorrei con questo intervento "di getto" essere stato offensivo e se così fosse me ne scuso, ma pensare che le cose non stiano peggiorando solo perchè (per il momento) non si è coinvolti direttamente...
      • dont feed the troll scrive:
        Re: la mia inflazione e' allo 0%
        - Scritto da: hornettorin co
        Non vorrei con questo intervento "di getto"
        essere stato offensivo e se così fosse me ne
        scuso, ma pensare che le cose non stiano
        peggiorando solo perchè (per il momento) non si è
        coinvolti
        direttamente...E' il solito ragionamento dell'italiano quadratico medio, finchè non si tocca il mio orticello chissenefotte.E poi ci si chiede perchè me ne voglio scappare dall'Italia, non è per gli stipendi bassi, ma è per non sentire quei ragionamenti così gretti.
        • guast scrive:
          Re: la mia inflazione e' allo 0%
          Puoi aggiungere che oltre ad essere gretto é stupido. Criticando chi usa i mezzi pubblici si spinge la gente ad usare di piú la macchina, consumare piú benzina e far aumentare ancora il prezzo.
        • TuttofareIn Nero scrive:
          Re: la mia inflazione e' allo 0%
          Provo ad andare un po' controcorrente.Facciamo che io faccia quanto posso per salvaguardare i miei diritti rispettando quelli degli altri, che non faccia il furbo con nessuno e neanche con lo stato, non sia un fannullone ma neanche uno stakanovista, nè un genio dell'informatica ma neanche un quadrupede da soma.La provocazione è: ma che male c'è a pensare a sè stessi? Se vedo che l'ingiustizia non è punita, che chiunque con cui ho rapporti commerciali pensa a fregarmi, dal cliente che non rispetta i patti al professionista che non rilascia la ricevuta. Se vedo che anche chi ha responsabilità in questa nazione non dà il buon esempio, se vedo conoscenti che sono più felici di me perché son più furbi che onesti...chi me lo fa fare? Perchè pensare alla collettività? Cosa ha fatto o farà la collettività per me?
    • Gabriele scrive:
      Re: la mia inflazione e' allo 0%
      proseguo immaginando....

      il vestiario è aumentatofa niente, non mi compro una camicia dal 2000 (e risparmio)

      una serata fuori con gli amici costa quasi il doppioe chissenefrega, non esco la sera dal 1998 (e risparmio)

      i libri di testo per i miei figli hanno dei costi insostenibilinon ho figli! nessuna donna vuole accoppiarsi con me..e risparmiodal punto di vista evolutiv-sociale la tua genia e pertanto le tue abitudini e quindi il tuo approccio alla vita, si estingueranno con te, visto che la donna quando decide di accoppiarsi e creare una famiglia sceglie anche in base alla qualità di vita che un determinato soggetto è in grado di offrirle o per lo meno di farle sognare.Come avrai sicuramente capito le speranze di riproduzione di un tal soggetto sono ridotte al lumicino.Però forza e coraggio, la speranza è sempre l'ultima a morire.Gabriele
      • luminor scrive:
        Re: la mia inflazione e' allo 0%
        Gabriele,devo dire che quella che il nostro amico prospettava , al di là del fatto che penso sia una provocazione, è la realtà verso la quale una certa linea di pensiero vorrebbe farci tendere.Non risale a molto tempo fa il commento di una persona , approdata in lidi sicuri con l'assunzione in un posto pubblico o assimilabile, ma di ottimo livello, commento che recitava ,più o meno, un mantra neoliberista (?) secondo il quale, non è detto che con lo stipendio ci si debba permettere di andare al ristorante, se non una volta l'anno;che non sia indispensabile andare a teatro o al cinema, che non è detto che si debba acquistare carne o pesce , non è detto che si abbia il diritto di mandare i figlioli a scuola o ,men che meno , all'università.Le vacanze si possono fare tranquillamente a casa, la quale può essere acquistata o presa in affitto anche a 100 200 km dal luogo di lavoro.La macchina è un lusso, i vestiti si acquistano al mercatino etc....In base ai suoi calcoli , si può vivere tranquillamente con 700 800 euro al mese.Tralasciano il particolare che , generalizzando una siffatta situazione , chiuderebbero nell' ordine : cinema, teatri, case editrici, ristoranti, concessionari,fabbriche di auto, negozi di abbigliamento, fabbriche ci abbigliamento etc....Ma tant'è , questa situazione a noi va benissimo, e andrà ancor meglio , quando verrà abolito il CCNL e gli stipendi viaggeranno intorno ai 300 euro al mese.
        • io sono scrive:
          Re: la mia inflazione e' allo 0%
          - Scritto da: luminor
          Gabriele,devo dire che quella che il nostro amico
          prospettava , al di là del fatto che penso sia
          una provocazione
          Le vacanze si possono fare tranquillamente a
          casa, la quale può essere acquistata o presa in
          affitto anche a 100 200 km dal luogo di
          lavoro.

          La macchina è un lusso, i vestiti si acquistano
          al mercatino
          etc....quello che volevo dire e' che tutti i problemi della terra sono risolvibili cambiando le proprie abitudini e soprattutto PENSANDO. Ogni giorno vado a lavoro a Roma e ogni giorno vedo la strada intasata da centinaia di veicoli (molti dei quali SUV) guidati da una sola persona che smadonna respirando smog a 0.5 km/h, non sarebbe meglio avere strade sgombre, meno smog e veicoli che portano 30 persone alla volta? E' un ragionamento semplice e lineare eppure la gente continua a consumare galloni di benzina, a morire di cancro respirando benzene pur di continuare a fare quel che ca**o gli pare.Io nel mio piccolo, ho messo la macchina in garage e vado con i mezzi, dopo un transitorio durato nemmeno troppo a lungo mi sono abituato e ho scoperto che la macchina mi portava via una quantita' industriale di soldi che adesso posso riutilizzare per divertirmi. Il mercato immobiliare e' gonfiato, il costo del denaro e' alle stelle ? Si sta in affitto finche' non scoppia la bolla e poi si compra.. e' un ragionamento semplice e lineare eppure perche' la gente fa mutui da 300.000 euro ora per prendere un appartamento da 45 metri quadri per poi lamentarsi che non riesce ad arrivare a fine mese? Lo fanno perche' c'e' qualcuno che lo fa e il gregge si accoda invece basterebbe PENSARE
          • ... scrive:
            Re: la mia inflazione e' allo 0%
            mah non è questione di buon sensoè questione di natura umana...un essere umano PER ISTINTO è portato a sottometterne un altroquindi il riccone che può permettersi il suv, comprerà il suv, perché sente il bisogno istintivo di sottomettere le persone con l'utilitariasecondo te perché una persona compra una borsa da 5000 euro che è fatta dallo stesso cinese che poi la vende a 50?perché il fatto di aver speso 5000 euro per una borsa, il sapere che una persona "povera" non potrà mai permettersela, gli causa piacere e appagamento, non è l'oggetto in se (ma le avete viste le borse da 10000 euro? dentro non ci metti manco una penna), è il senso di piacere che ne deriva nel sapere che si sta "sottomettendo" un'altra personae non parlo solo di soldi comunque, anche il potere che si ha sulle altre persone è importante, forse più importante dei soldi, che sono un mezzo, il principale, per ottenere quel poterenon scordatevi che discendiamo dagli animali, abbiamo TUTTI i loro istinti, più alcuni nostri, sviluppati con l'evoluzione, tra cui quello appunto di voler prevalere a tutti i costi sugli altri, certo lo hanno anche gli animali in parte, ma nel loro caso si manifesta solo nel periodo dell'accoppiamento o quando devono difendere il loro territorio, negli esseri umani si manifesta praticamente in ogni istante della loro vitama questo vale per tutti, è la natura umana, tentare di cambiarla è inutile, motivo per cui siamo destinati all'estinzione in breve tempo e probabilmente saremo la specie che durerà meno, un fallimento dell'evoluzione? penso di no, semplicemente uno dei tanti percorsi possibili
          • luminor scrive:
            Re: la mia inflazione e' allo 0%

            secondo te perché una persona compra una borsa da
            5000 euro che è fatta dallo stesso cinese che poi
            la vende a
            50?Si chiama feticismo delle merci Però, permettimi, si stava parlando di altro;di come cercare di combattere la povertà dilagante,"io sono" ha suggerito una cosa , io ho opposto una mia opinione e/o visione.Anche se poi non si parla di opposizione , in quanto concordavo con lui e cercavo di ampliare il suo concetto.Altrimenti è impossibile dibattere su un argomento.Tra l'altro entriamo nel campo della filosofia , tu citavi T.Hobbes, e ,non essendo un tuttologo, non sono in grado di seguirti.Saluti.
    • Enjoy with Us scrive:
      Re: la mia inflazione e' allo 0%
      - Scritto da: io sono
      e' aumentato il costo del petrolio, la benzina e'
      alle
      stelle
      - uso i mezzi (abbonamento 30 euro fissi al mese
      da 5 anni)
      Quindi stai sicuro che prima o poi si mettono in pari e invece di 30 euro al mese ne pagherai 35 o 40!

      i comuni usano le multe per far cassa, hanno
      anche installato telecamere ai
      semafori
      - uso i mezziCosa sicuramente meritoria ma che evidentemente è possibile dove abiti Tu e per le tue esigenze, altrove o magari per altri che fanno lavori differenti dal tuo (penso ad esempio ad un medico che debba fare reperibilità) magari non è possibile usarli

      e' aumentato il costo del denaro, i mutui a tasso
      variabile sono carissimi

      - sono in affitto
      E credi che il tuo proprietario faccia beneficenza ? Vedrai che sorprese quando dovrai rinnovare il contratto di affitto!
      e' aumentato il petrolio, le bollette sono salate
      - ho un contratto con spese incluse, aumenti
      impossibili
      A maggior ragione, ti aspetta una bella stangata, se quello che dici è vero hai fra l'altro un contratto di durata annuale, quindi non dovrai aspettare molto...
      e' aumentata la pasta, aumentati gli alimentari
      - dai supermercati sono passato ai discount di
      qualita', ottima qualita' per alcuni prodotti,
      rispetto ad un anno fa sto risparmiando

      Questo Io lo faccio da almeno 10 anni, parte dei generi alimentari li prendo al discount sia per il risparmio sia per la qualità di determinati prodotti es. La cioccolata Bellarom del LiDL secondo me inferiore forse alla sola LINDT. Piccolo particolare è passata nel giro di 2 anni da circa 1 euro ad 1.28 euro e non è l'unico prodotto!
      le banche hanno aumentato le spese
      - sono passato ad una banca online e sto
      risparmiando

      Sono con Fineco dal 1999
      e' aumentato tutto
      - il dollaro e' crollato, compro spesso in us e
      nonostante le spese di spedizione risparmio fino
      al 40%

      Mah acquisto spesso su Ebay, ma evito gli ExtraUE perchè capitano poi problemi alla dogana, mi ricordo di una SD da 512 comprata da un rivenditore cinese che poi mi è arrivata con una soprattassa di 5 euro! Ed era praticamente una busta! Figuriamoci cosa ti combinano per un pacco!

      continua... (?)
  • Goeblin scrive:
    Estero ?
    Ok, parliamone.Sono in Australia da un anno circa.Stipendi alti, soprattutto nell'IT. Il minimo per un help desk sono 40-45k AUD/anno, fino ai 100-120 di un Senior SysAdmin. Un bravo DB Manager/BI sysadmin arriva a sfiorare i 200.Sono tanti soldi, considerato anche il tenore di vita qui, che nelle citta' e' paragonabile a quello dell'Italia in provincia.Pero'...gia', c'e' un pero'.Contratti? Completamente flessibili. Il tempo "indeterminato" non sanno nemmeno cosa voglia dire. I contratti collettivi non esistono o quasi, il contratto di lavoro e' quasi un contratto privato tra il dipendente e l'azienda.Ferie? 28 gioprni l'anno e rizzati.Festivita'? La meta' che in ItaliaPonti? Scordateveli. Le festivita' vengono accorpate ai fine settimana.Malattia? Assicurazione privata (neanche cara a dire il vero...)Maternita'? Non pagata.Non e' tutto oro quello che luccica... d'altra parte, signori, e' la legge del mercato. Se sei produttivo i soldi girano. Se non lo sei, i soldi non ci sono.Alla fine dei conti, vedrete che poi tornano pari.Probabilmente, questo si, c'e' meno sperequazione tra lo stipendio di un dipendente e quello di un manager.Ah, e ovviamente scordatevi la vita "mediterranea" che conosciamo tutti... mangiare, aperitivi, locali...Siamo onesti, suvvia. Io l'ho provata la strada dell'estero, e devo ammettere che e' vero che in Italia ci lamentiamo tanto... ma abbiamo anche tanto e uno stile di vita che costa. Costa a noi, costa alle aziende in termini di produttivita', costa al paese tutto.La matematica non e' un opinione...Saluti!
    • guast scrive:
      Re: Estero ?
      Nonostante ne parli male a me l'australia interessa e anche tanto.Dove stai esattamente ?Con che visto sei arrivato ? Hai fatto il contratto in australia o prima di andarci ?
      • se se l.irlanda scrive:
        Re: Estero ?
        - Scritto da: guast
        Nonostante ne parli male a me l'australia
        interessa e anche
        tanto.
        Dove stai esattamente ?
        Con che visto sei arrivato ? Hai fatto il
        contratto in australia o prima di andarci
        ?ma tu non stavi in inghilterra, ti sei rotto gia' le balle eh?come tutti.piu' di due anni non ci riesci a viverebella l'australia altro popolo di mbriaconi
        • guast scrive:
          Re: Estero ?
          Veramente sto da 6 mesi in olanda.Piú che essermi rotto le balle pagavano ancora di piú.Peró dato che si tratta di contratto temporaneo sto valutando possibili destinazioni per il prossimo progetto. Tutte accettabili tranne l'Italia.Saranno pure ubriaconi, ma la qualitá della vita é nettamente superiore di quella di Roma
        • Goeblin scrive:
          Re: Estero ?

          piu' di due anni non ci riesci a vivere
          bella l'australia altro popolo di mbriaconiConfermo.
      • Goeblin scrive:
        Re: Estero ?
        Sono partito un po' alla ventura. Visto turistico (troppo vecchio per il working holiday) e dopo 2 mesi di colloqui ho trovato uno sponsor.Mi e' "andata bene" mediamente... nell'IT c'e' molto mercato.P.S.Ah! Il paese ha l'etichetta del "multicultural" e cosi' e'... ma ti assicuro che gli "Australiani" sono belli che razzisti... anche quando fai i colloqui.
    • Paolo scrive:
      Re: Estero ?
      --- Goeblin ---Non e' tutto oro quello che luccica... d'altra parte, signori, e' la legge del mercato. Se sei produttivo i soldi girano. Se non lo sei, i soldi non ci sono.---------------Scusate il quoting orrendo... :)Beh, queste tue parole toccano il punto caldo a mio avviso.Io firmerei carte false perché in Italia valesse la regola "Se sei produttivo i soldi girano".C'è troppa gente nell'IT che secondo me rovina il settore. Gente che dovrebbe andare a lavorare dietro un bancone dei salumi... senza nulla togliere a quel tipo di impiego, che sia chiaro!Lavorare nell'IT significa avere mente flessibile e aperta a quello che il mercato continua a offrire e richiedere, oltre ovviamente alle competenze di base. Vedo troppi lavoratori dell'IT che non possiedono questa caratteristica e sono la rovina del settore. Le aziende da una parte si accontentano di questo genere di lavoratori, dall'altra ci vanno a nozze perchè possono tenere bassi salari. In Italia purtroppo si ragiona così in troppi settori e il risultato è esattamento lo stato di regresso che stiamo vivendo. A parte cibo, vestiti e arredamento non siamo in grado di esportare altro... a volte mi chiedo dove andremo a finire!
    • shevathas scrive:
      Re: Estero ?
      quello che a me fa ridere di quelli che "mitizzano" l'estero è che guardano solo una faccia della medaglia.Cioè le retribuzioni alte e si crogiuolano nel sogno utopistico di avere lo stipendio estero ed il culo protetto all'italiana.
      • rusty scrive:
        Re: Estero ?
        quoto parte del pensiero.La scelta di lavorare all'estero viene spesso mitizzata con rabbia e fastidio.Altrettanto spesso non si considerano molti importanti aspetti che si possono facilmente rivelare negativi, dalle difficolta' di conprendere ed utilizzare correttamente regolamente, leggi ad un senso di appartenenza che e' difficile create.Non includo aspetti quali trovare amici e ragazzo/ragazza in quanto riguarda un aspetto caratteriale non geografico.La radici spesso sono incubi difficili da scacciare. Se si astraggono pero', perche' se poi uno li vuole affrontare dopo due tre giorni di ritorno in patria magari, re-incontrando la realta' economica, politica e sociale italiana non ci si affligge proprio piu'.Ci si abitua in fretta alle buone maniere, ad uno standard di vita, maggiormente elevato, ai film in lingua originale sottotitolati, ai servizi publici comodi ed efficenti, a strutture sanitarie superiori (non eccellenti mosche bianche).Ci si abitua anche ad un livello di attivita' ed attenzione culturale maggiormente elevato, all-incontro di culture diverse sempre difficile ma in un contesto non esasperato.Come sembra chiaro vivo, non solo lavoro, all'estero e vivo molto bene in questa grande capitale. C'e' da dire che appunto ho scelto una capitale, come d'altronde la scelsi in Italia.Mi sto perdendo, voglio solo aggiungere che al di fuori dell-Italia ci sono anche splendide culture e nazioni, con tutte le pecche ed i problemi di una nazione moderna MA di certo non con tutte le meschinerie di una delle nazioni europee oramai tra le ultime in termini economici, culturali e sociali.E se i lati negativi, piu' o meno sono ovunque, di certo sono ben marcati nelle nazioni peggiori.Tempo fa non aspettavo altro che avere una opportunita' di tornare in Italia per portare indietro uno stile di lavoro qualitativamente elevato, delle conoscenze avanzate apprese nel tempo in contesti di vera eccellenza, ma oramai son certo che a ben pochi compatrioti interessi davvero.
      • TuttofareIn Nero scrive:
        Re: Estero ?
        Concordo in parte.E' vero che le aziende ICT non sono Onlus, che l'economia non è un gioco, e che la flessibilità entro dei limiti è necessaria (estremissima sintesi).Solo che a mio parere in Italia, sempre nel campo IT, al momento non c'è nè il culo parato, nè lo stipendio dignitoso, e in alcuni casi neanche il rispetto del benessere psicofisico.Bada bene che ho detto "dignitoso" e non "alto".
    • asdasd scrive:
      Re: Estero ?
      Ferie? 28 gioprni l'anno e rizzati.Festivita'? La meta' che in ItaliaPonti? Scordateveli. Le festivita' vengono accorpate ai fine settimana.Malattia? Assicurazione privata (neanche cara a dire il vero...)Maternita'? Non pagata.Le ferie 28 giorni mi sembrano ottimi, visto che io ora ne ho solo 20 :DLe festività sono inutili, se vuoi stare a casa buttati malato :DLa malattia con assicurazione privata è buona e saggia cosa.Maternità non pagata... ma scusa, con 150 mila euro al mese pretendi pure che ti pagano la maternità? io con tutti quei soldi farei la vita da sceicco!!!W L'AUSTRALIA!!!ps. sono di Roma :D
      • FuSioNmAn scrive:
        Re: Estero ?
        - Scritto da: asdasd
        Ferie? 28 gioprni l'anno e rizzati.
        Festivita'? La meta' che in Italia
        Ponti? Scordateveli. Le festivita' vengono
        accorpate ai fine
        settimana.
        Malattia? Assicurazione privata (neanche cara a
        dire il
        vero...)
        Maternita'? Non pagata.

        Le ferie 28 giorni mi sembrano ottimi, visto che
        io ora ne ho solo 20
        :D
        Le festività sono inutili, se vuoi stare a casa
        buttati malato
        :D
        La malattia con assicurazione privata è buona e
        saggia
        cosa.
        Maternità non pagata... ma scusa, con 150 mila
        euro al mese pretendi pure che ti pagano la
        maternità? io con tutti quei soldi farei la vita
        da
        sceicco!!!
        W L'AUSTRALIA!!!

        ps. sono di Roma :Dforse intendevi 150mila all'anno...al massimo.Ma rimane corretta l'affermazione "se guadagni sti soldi vuoi pure la maternità?".Cmq io non mi esprimo perchè ognuno dice la sua in un modo.Io so solo che un mio collega australiano vuole tornarsene di corsa da questo terzo mondo.
        • australia se se scrive:
          Re: Estero ?
          - Scritto da: FuSioNmAn
          - Scritto da: asdasd

          Ferie? 28 gioprni l'anno e rizzati.

          Festivita'? La meta' che in Italia

          Ponti? Scordateveli. Le festivita' vengono

          accorpate ai fine

          settimana.

          Malattia? Assicurazione privata (neanche cara a

          dire il

          vero...)

          Maternita'? Non pagata.



          Le ferie 28 giorni mi sembrano ottimi, visto che

          io ora ne ho solo 20

          :D

          Le festività sono inutili, se vuoi stare a casa

          buttati malato

          :D

          La malattia con assicurazione privata è buona e

          saggia

          cosa.

          Maternità non pagata... ma scusa, con 150 mila

          euro al mese pretendi pure che ti pagano la

          maternità? io con tutti quei soldi farei la vita

          da

          sceicco!!!

          W L'AUSTRALIA!!!



          ps. sono di Roma :D

          forse intendevi 150mila all'anno...al massimo.
          Ma rimane corretta l'affermazione "se guadagni
          sti soldi vuoi pure la
          maternità?".
          Cmq io non mi esprimo perchè ognuno dice la sua
          in un
          modo.
          Io so solo che un mio collega australiano vuole
          tornarsene di corsa da questo terzo
          mondo.quoto. irlanda, inghilterra australia, tutti mbriaconi, e culturalmente stiamo duemila anni avanti
          • calvin scrive:
            Re: Estero ?
            e fate la fame...
          • The Real Gordon scrive:
            Re: Estero ?
            - Scritto da: calvin
            e fate la fame...(rotfl)Su questi forum c'è gente che è emigrata per cifre ridicole tipo 50K euro l'anno, che altro non è che lo stipendio di un banale quadro commerciale a Milano. Mi sa tanto che gli "emigranti" erano gli sfigati da 1000 euro al mese in Italia (rotfl)Nel frattempo, chiunque abbia comprato 3-4 bilocali a Milano a fine anni '90, quando te li tiravano dietro, magari in zone universitarie, oggi ha un patrimonio che rende uno stipendio da dirigente ogni mese. :D
          • ass ole scrive:
            Re: Estero ?
            c'e' anche gente che con i soldi sembra solo un pecoraro vestito dal sarto.I porci mangiano perle ma sembra mangino anche soldi.Che spreco
          • The Real Gordon scrive:
            Re: Estero ?
            - Scritto da: ass ole
            c'e' anche gente che con i soldi sembra solo un
            pecoraro vestito dal
            sarto.

            I porci mangiano perle ma sembra mangino anche
            soldi.


            Che sprecoGuarda puoi filosofeggiare quanto ti pare. Nel 2002-2003 ho preso alcuni bilocali a Milano vicino a 2 università per un totale di circa mezzo milione, ora mi valgono il doppio e ci ricavo 4500 euro al mese di affitti. Mezzo zuccone di plusvalenza e uno stipendio da dirigente senza fare assolutamente un ca**o 8) Mi spiace solo di non aver anticipato un po', a fine anni '90 praticamente li regalavano.E questi emigrano in australia per 50K (rotfl) (rotfl) (rotfl)
          • ass ole scrive:
            Re: Estero ?
            magari al contempo stesso hanno cultura e gusto, sai quello ti costerebbe un poco di piu'.
          • The Real Gordon scrive:
            Re: Estero ?
            - Scritto da: ass ole
            magari al contempo stesso hanno cultura e gusto,
            sai quello ti costerebbe un poco di
            piu'.Io ho una laurea in ing. informatica al politecnico di milano. Ho la vaga sensazione che in questo forum la stragrande maggioranza della gente abbia solo un diploma, e tante, taaaante "certificazioni" (rotfl)Comunque mi fa piacere notare che da qualche tempo in questo forum la linea sia un po' cambiata. Prima si diceva: "All'estero si guadagna tanto". Salvo poi scorpire che quel "tanto" sarebbero 50K (rotfl) (rotfl) (rotfl)Una volta scoppiata l'ilarità generale leggendo le cifre, ci si è messi a dire: "All'estero c'è più cultura". (rotfl)
          • ... scrive:
            Re: Estero ?
            capirai una laurea in ingegneria informatica al politecnico di milano...FORSE sai leggere e scrivere :)considerando l'istruzione che viene data in ingegneria informatica, poi A MILANO, hahahhaahhahahale materie qual'erano? te le dico io va:1) gestione aziendale2) come non pagare le tasse3) amicizie di comodo4) furto legalizzatoma per favore...ah col cepu (come l'hai presa te probabilmente) non vale eh :)
          • MegaJock scrive:
            Re: Estero ?
            Rosichi perchè tu non hai niente in mano, vero piccolino? Che pena che fai, sempre lì a sbraitare dietro ai laureati mentre ti tocca lustrare pavimenti e pulire cessi.
          • ... scrive:
            Re: Estero ?
            niente? :) l'importante è che tu ne sia convinto
          • ass ole scrive:
            Re: Estero ?
            Mio piccolo ignavio,la tua carta straccia o carta da pulire il sedere non equivale a cultura.Puoi tu negare che l'Italia non sia tra gli ultimi paesi in termini economici e culturali in Europa?Qui si ride sgaiatamente delle tue misere sciocchezze.Che gonzo!!e come me lo dimostreresti che hai una cultura?gia' mi immagino Ultimi in Europa e ancora parlano.Che classe imprenditoriale al di sotto della media. E' evidente caro oppure mi son perso qualcosa, l'Italia e' di colpo avanzata?Non insistere con ilare sciocchezze. Ritorna alla universita' e stavolta cerca di capire... ok ok almeno qualcosa, ok ok l'Italia e' l-avanguardia economica e culturale europea ne non mondialerotfl
          • ass ole scrive:
            Re: Estero ?
            ops too many typosI do apologize, too fast too inaccurate.
          • The Real Gordon scrive:
            Re: Estero ?
            - Scritto da: ass ole
            e come me lo dimostreresti che hai una cultura?
            gia' mi immagino

            Ultimi in Europa e ancora parlano.Guarda a me dell'europa non me ne frega un accidente. So solo che a me bastano gli affitti per prendere più soldi di quelli che qui millantano quelli che sono emigrati(rotfl)E tra le persone che conosco, ad emigrare è stata gente andata a Londra nelle banche d'investimento a 200-300K all'anno, non per 50K, per i quali, francamente, neanche mi sveglierei alla mattina (anche stando qui a Milano) :-o
          • Asic scrive:
            Re: Estero ?
            Wow, ingegnere informatico ben pieno di se vero?Hai acquistato appartamenti quando era un buon affare ed allora? Spero di non scoprire che c'era l'aiuto del papi!Ovvio poi che 200-300k (sempre lordi è ovvio) a Londra li danno al primo venuto... Specifica bene che si tratta di gente Con Esperienza che si tratti di laureato o no...Imprenditore? Sentiamo che giro hai annuo?Cmq ringrazia il Signore che hai potuto studiare e non fare tanto il bello sul "non mi alzerei la mattina".. P.S.: che cosa ti hanno fatto le certificazioni?P.S.2:voi ing. informatici in genere siete molto più montati di testa degli elettronici...
          • The Real Gordon scrive:
            Re: Estero ?
            - Scritto da: Asic
            Ovvio poi che 200-300k (sempre lordi è ovvio) a
            Londra li danno al primo venuto... Specifica bene
            che si tratta di gente Con Esperienza che si
            tratti di laureato o
            no...banche d'investimento, M&A (fusioni e acquisizioni), 5-6 anni di esperienza. OVVIAMENTE laureati, alcuni con MBA.Però non li invidio molto, alla fine guadagno più o meno come loro, standomene a Milano e lavorando fino alle 7, lì nell'M&A a Londra spesso sgobbano fino a mezzanotte e oltre :-o
            P.S.2:voi ing. informatici in genere siete molto
            più montati di testa degli
            elettronici...Ahhh...ecco. E voi "certificati" invece siete molto più montati di quelli con la terza media (rotfl)
          • Asic scrive:
            Re: Estero ?
            Voi "certificati" ? Io no.. Sei tu che metti parole in bocca agli altri... Ahi, un buco nell'acqua...E forse la terza media ce l'hai tu caro troll...Senza contare che ne esistono molti di quel tipo di "pezzi di carta" quindi specifica quali disprezzi... "OVVIAMENTE laureati" non significa niente perché non tutti i corsi hanno lo stesso valore, figurati che certe aziende non vogliono sapere solo da quale ateneo vieni ma anche i docenti che hai avuto..Non ci vuole un genio per capire che per lavorare a quel livello a Londra i titoli sono importanti.. Però per l'ambito quantitativo per esempio a volte non menzionano il titolo accademico, d'altronde sai benissimo come funziona il Regno Unito rispetto all'italietta dei titoli "comprati" (non mi riferisco al tuo visto che non ti conosco)..P.S.: vola basso che vieni da un politecnico, non dalla Sapienza!
          • ass ole scrive:
            Re: Estero ?
            parola di palazzinaro...semplicemente uno scimpanze' con un rolex
          • dont feed the troll scrive:
            Re: Estero ?
            - Scritto da: ass ole
            parola di palazzinaro...
            Che tra l'altro gli avrà comprato il papino.Quindi questo non ha mai lavorato si è trovato di piatto senza meritarselo un reddito alto e viene pure qui a dire che ognuno ha quel che si merita.
            semplicemente uno scimpanze' con un rolexGli animali non sono così ipocriti.
          • The Real Gordon scrive:
            Re: Estero ?
            - Scritto da: ass ole
            semplicemente uno scimpanze' E' la stessa cosa che direbbe chiunque di uno sfigato che emigra per 50K, senza rolex, però! (rotfl)(rotfl)(rotfl)Una SL, un Carrera, un X5, quando potrai comprarlo? A 70 anni coi risparmi di una vita da emigrante?!(rotfl)A questo punto facevate gli idraulici qui a Milano e 50K li prendevate A TRIMESTRE! (rotfl)
          • ... scrive:
            Re: Estero ?
            ah quindi la tua realizzazione più grande è comprarti una macchinacomplimentispero che qualcuno inizi a capire perché l'italia va a rotoli, la gente lavora per comprarsi UNA MACCHINAtutti imprenditori da 4 soldi che cercano di rubare il più possibile in poco tempo, per poi scappare da qualche parte dopo che fanno il bottocontinuate così mi raccomando, forse tra un po' ci supera l'argentinaper fortuna che la cultura non puoi comprartela (no, non è solo il pezzo di carta col tuo nome scritto sopra, quello è appunto un pezzo di carta che si può comprare)mammamia tutti sti arricchiti di oggi, tutta gentaccia che tra qualche anno finirà chissà dove, ma devono far vedere quanto sono ricchi comprando macchine inutili e case in posti improbabilimah boh, tanto se non ci pensa la giustizia (difficile), ci penserà il palo che prenderai a 280 con la tua sl :) sai quanto me la rido ogni volta che vedo sti sfigati sfracellati contro un palo o un muretto con macchine da 80000 euro (e più), sarò cinico ma sono contento, un sacco di ossigeno sprecato in meno, di questi tempi serve, e soprattutto così facendo vi estinguerete a breve (visto che non vi riproducete tanto)
          • MegaJock scrive:
            Re: Estero ?
            [img]http://home.wtal.de/ehr/gerbils/i/agoutnag.jpg[/img]
          • ... scrive:
            Re: Estero ?
            e per quale motivo dovrei rosicare?una casa al centro di milano? io avevo casa SOPRA piazza di spagna a roma, per fortuna che la mia famiglia se n'è venuta via dal quel cesso di posto, ora sto in un posto tranquillo con piscina, fuori roma, dove non passa mai una macchina, anche se purtroppo gli arricchiti stanno arrivando anche qua, ma gli do il trattamento che si meritanoha una sl? un x5? mi dispiace per lui, io con la mia z750 (una delle migliori naked esistenti) vado dove voglio, parcheggio dove voglio, spendo 1/10 della benzina e mi diverto 1000 volte tantoguadagna 300k euro all'anno? sono contento per lui, io guadagno meno di 1/10, e vivo benissimo così, in compenso ho tantissimo tempo libero, prima di iniziare a lavorare mi sono laureato i fisica e ora mi sto specializzando in fisica teorica, in più studio letteratura inglese e musicalui con 300000 euro all'anno cosa ci fa? apparte spendere 10000 euro a settimana per appagare i bisogni fisiologici?io non so cosa fare con 1300 euro al mese...infatti me li ritrovo sempre quasi tuttinon penso di essere io a rosicare, soprattutto per sentirmi superiore non ho bisogno di andare in un forum di persone da lui definite "sfigate"ho come il sospetto che lui, da bravo arricchito, per giustificare la sua vita di merda vada in giro a far vedere quante macchine ha, mi spiace per lui
          • The Real Gordon scrive:
            Re: Estero ?
            - Scritto da: ...
            e per quale motivo dovrei rosicare?

            una casa al centro di milano? io avevo casa SOPRA
            piazza di spagna a roma, per fortuna che la mia
            famiglia se n'è venuta via dal quel cesso di
            posto, ora sto in un posto tranquillo con
            piscina, fuori roma, dove non passa mai una
            macchina,

            apparte"APPARTE"?! L'hai scritto nella tesi in fisica teorica?! (rotfl)(rotfl)(rotfl)
            io non so cosa fare con 1300 euro al
            mese...infatti me li ritrovo sempre quasi
            tuttiIo in centro a Milano solo di spese condominiali pago più di 10K all'anno, lui ha la villa con piscina e va avanti con 1300 euro al mese (talmente tanti che "non sa che farsene"!) Cazzo ma almeno le palle costruiscile bene!(rotfl)(rotfl)(rotfl)
          • ... scrive:
            Re: Estero ?
            ho mai detto che è una villa con piscina? non mi pare... (parlando della mia famiglia, FORSE facevo riferimento alla loro casa? difficile arrivarci eh..., e non vivo da solo perché non ne ho voglia, anche perché avendo solo un genitore che non lavora in italia, praticamente vivo da solo, quindi cambia poco)comunque conosci la grammatica italiana, bravo, ora torna a dire agli altri che sono sfigati, sennò poi dormi male la notte
          • The Real Gordon scrive:
            Re: Estero ?
            - Scritto da: ...
            ho mai detto che è una villa con piscina? non mi
            pare... (parlando della mia famiglia, FORSE
            facevo riferimento alla loro casa? difficile
            arrivarci eh..., e non vivo da solo perché non ne
            ho voglia, Più banalmente, perchè non te lo puoi permettere.Con 1300 euro al mese, dovendo anche mangiare, cosa compri, un garage con mutuo trentennale?!(rotfl)(rotfl)(rotfl)
          • Asic scrive:
            Re: Estero ?
            (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl) :-o :-o :-o :-o :-o :-o :-o :-o :-o :-o
          • ... scrive:
            Re: Estero ?
            mah rispondo giusto perché ora non ho niente da farein realtà potrei permettermelo, visto che ho scelto io di guadagnare 1300 euro al mese, avendo rifiutato offerte molto più vantaggiose (ma solo in termini economici, perché mi sarei ritrovato a lavorare con gente come te per capo, la mia allergia verso gli esseri subumani si sarebbe fatta sentire troppo, inoltre mi sarei dovuto trasferire a milano :| :| :| :|) e non ho voglia di mettermi in proprio, mi porterebbe via troppo tempo, che devo dedicare allo studiopreferisco studiare e non dover chiedere sempre a mio padre i soldi per qualsiasi cosa, ma per studiare serve tempo, mediamente 4-5 ore al giorno, e col lavoro che faccio, potendo gestire i miei orari come voglio, non ho nessun problemasai c'è chi ancora ha un po' di dignità umana...
          • di passaggio scrive:
            Re: Estero ?
            Milanooooooo!!! AHAHAHAHHAHAHAa me fa troppo ridere pensare a quella città :-)e c'è pure chi è contento e se ne vanta....
          • The Real Gordon scrive:
            Re: Estero ?
            - Scritto da: ...
            ah quindi la tua realizzazione più grande è
            comprarti una
            macchina
            complimenti
            spero che qualcuno inizi a capire perché l'italia
            va a rotoli, la gente lavora per comprarsi UNA
            MACCHINA

            tutti imprenditori da 4 soldi che cercano di
            rubare il più possibile in poco tempo, per poi
            scappare da qualche parte dopo che fanno il
            botto
            continuate così mi raccomando, forse tra un po'
            ci supera
            l'argentina

            per fortuna che la cultura non puoi comprartela
            (no, non è solo il pezzo di carta col tuo nome
            scritto sopra, quello è appunto un pezzo di carta
            che si può
            comprare)

            mammamia tutti sti arricchiti di oggi, tutta
            gentaccia che tra qualche anno finirà chissà
            dove, ma devono far vedere quanto sono ricchi
            comprando macchine inutili e case in posti
            improbabili

            mah boh, tanto se non ci pensa la giustizia
            (difficile), ci penserà il palo che prenderai a
            280 con la tua sl :) sai quanto me la rido ogni
            volta che vedo sti sfigati sfracellati contro un
            palo o un muretto con macchine da 80000 euro (e
            più), sarò cinico ma sono contento, un sacco di
            ossigeno sprecato in meno, di questi tempi serve,
            e soprattutto così facendo vi estinguerete a
            breve (visto che non vi riproducete
            tanto)veramente sono molti di più gli incidenti con le utilitarie, che tra l'altro sono strutturalmente meno sicure, sia per le dimensioni che per le minori misure di sicurezza. Poi uno ridotto a dover pagare a rate una panda è ovvio che è un po' frustrato e magari guida in maniera meno attenta (rotfl)Per il resto il tuo post sembra il grido di disperazione di uno sfigato. Sfortunatamente non sono molto solidale con quelli come te, più che pena mi date fastidio :-o
          • ... scrive:
            Re: Estero ?
            certo gli incidenti con le utilitarie, come noogni volte che vedo un botto sul raccordo è un suv o una mercedes (o bmw) e dentro c'è sempre un imprenditore in giacca e cravatta che si incazza perché uno gli è andato addosso mentre lui andava contro mano a 280 km/hoppure si incazza perché mentre faceva un ingresso in derapata orizzontale (senza aver mai fatto un corso di guida veloce, basta spendere 80000 euro e uno sa automaticamente guidare, non fa una piega come discorso), manco fosse toretto, è andato addosso ad un poveraccio che stava andando tranquillo per i fatti suoima daltronde anche te ragionerai così: "ho pagato la macchina 80000 euro, posso andare contromano a 280, sono gli altri che devono spostarsi"salutami il prossimo palo che prenderai
          • di passaggio scrive:
            Re: Estero ?
            cavolo devi avere sempre i tubi ke perdono... parli sempre di idraulici :-)mmmmmmi sorge un dubbio....no no... nn potresti mai arrivare a fare l'idraulico cn quella testa....
          • di passaggio scrive:
            Re: Estero ?
            bello poi qndo mancan le basi dei propri discorsi deviare su ulteriori introiti dagli affitti... :-)tutti ad affittar case... io a te e tu a me...acquaaaaa... acqua da tutti i lati! :-)i discorsi ovviamente...
          • dont feed the troll scrive:
            Re: Estero ?
            - Scritto da: The Real Gordon
            - Scritto da: ass ole

            magari al contempo stesso hanno cultura e gusto,

            sai quello ti costerebbe un poco di

            piu'.


            Io ho una laurea in ing. informatica al
            politecnico di milano.Il che la dice lunga sulla qualità dell'istruzione nel tanto esaltato Nord d'Italia.Beh certo, ammesso che sia vero.
          • The Real Gordon scrive:
            Re: Estero ?
            - Scritto da: dont feed the troll
            Il che la dice lunga sulla qualità
            dell'istruzione nel tanto esaltato Nord
            d'Italia.
            Beh certo, ammesso che sia vero.Ah, ecco, ho capito da parte vieni (rotfl)Una laurea in meridione vale meno di una licenza media a Busto Arsizio. E col minimo dei voti! (rotfl)(rotfl)(rotfl)
          • dont feed the troll scrive:
            Re: Estero ?
            - Scritto da: The Real Gordon
            - Scritto da: dont feed the troll


            Il che la dice lunga sulla qualità

            dell'istruzione nel tanto esaltato Nord

            d'Italia.

            Beh certo, ammesso che sia vero.

            Ah, ecco, ho capito Miracolo!
          • di passaggio scrive:
            Re: Estero ?
            guarda semmai sarà il contrario :-/ma dove vivi?
          • The Real Gordon scrive:
            Re: Estero ?
            - Scritto da: di passaggio
            guarda semmai sarà il contrario :-/
            ma dove vivi?Lontano da quel terzo mondo chiamato "sud italia" 8)
          • di passaggio scrive:
            Re: Estero ?
            AHAHAHAH... poveretto... ancora nn hai capito nulla della vita :-)vai continua a farti spellare nel primo mondo, a fare un tenore di vita da inferno e paga tutte le altre conseguenze :-)PS: gli occhiali da sole ti posson servire qui cmq ;-)AHAUHAUHAUAHAU
          • di passaggio scrive:
            Re: Estero ?
            eeeeh! addirittura! :-)sai che roba...
          • Enjoy with Us scrive:
            Re: Estero ?
            - Scritto da: The Real Gordon
            - Scritto da: ass ole

            magari al contempo stesso hanno cultura e gusto,

            sai quello ti costerebbe un poco di

            piu'.


            Io ho una laurea in ing. informatica al
            politecnico di milano. Ho la vaga sensazione che
            in questo forum la stragrande maggioranza della
            gente abbia solo un diploma, e tante, taaaante
            "certificazioni"
            (rotfl)

            Comunque mi fa piacere notare che da qualche
            tempo in questo forum la linea sia un po'
            cambiata.

            Prima si diceva: "All'estero si guadagna tanto".
            Salvo poi scorpire che quel "tanto" sarebbero 50K
            (rotfl) (rotfl)
            (rotfl)
            Una volta scoppiata l'ilarità generale leggendo
            le cifre, ci si è messi a dire: "All'estero c'è
            più cultura".
            (rotfl)Beh in Inghilterra un medico di prima assunzione prende più di 5000 euro netti, quando in Italia fra tasse e tassette si arriva a 2150, direi che una certa differenza c'è!Non vorrei che qualcuno confondesse il lordo con il netto, Un medico per esempio in Italia ha un lordo che sfiora i 55.000 euro, peccato che poi il netto siano i 2150 citati (sarebbero 2300, ma poi sottrai 56 euro di assicurazione al mese, sottrai l'ordine dei medici che non puoi neanche scalare dalle tasse, sottrai l'Enpam...)
          • se.se l.irlanda scrive:
            Re: Estero ?
            - Scritto da: calvin
            e fate la fame...si famo la fame e tu li fai la morte.vai vai che i dottori ti aspettano con il portafoglio aperto e l'inculata pronta.Parti che stai ancora qua?vai vai Corri.ma portati il medico di famiglia nella valigia ryanair
          • calvin scrive:
            Re: Estero ?
            spiacente non sono in irlanda, ma in svizzera ...cmq mi riferivo a chi non prova nanche a cercarle le opportunita' al'estero
          • Goeblin scrive:
            Re: Estero ?


            quoto. irlanda, inghilterra australia, tutti
            mbriaconi, e culturalmente stiamo duemila anni
            avantiConfermo ancora.In Italia avremo e abbiamo tanti problemi.Ma culturalmente, vi assicuro, siamo una spanna avanti al mondo. E la cosa fa anche inc*****re, perche' se potessimo sfruttare al 100% l'eredita' culturale unica al mondo che abbiamo saremmo tra le prime tre potenze del mondo occidentale.Abbiamo una ricchezza, una creativita', una cultura da fare invidia a tutto il mondo... e la tiriamo regolarmente nel cesso.Ripeto. Almeno rispetto agli anglosassoni siamo una spanna avanti.
          • rusty scrive:
            Re: Estero ?
            Perdonate, ma si ciancia di cultura, di cosa si parla.Qualcuno mi potrebbe fare un qualche esempio a riguardo?Quale diavolo sarebbe la cultura italiana al momento?
    • ManyChoices scrive:
      Re: Estero ?
      - Scritto da: Goeblin
      Ok, parliamone.
      Sono in Australia da un anno circa.
      Stipendi alti, soprattutto nell'IT. Il minimo per
      un help desk sono 40-45k AUD/anno, fino aiFanno 28.000 circa al cambio se non sbaglio, immagino lordi, non e' una paga da sceicchi ...Poi dipende da quanto costa la vita (ma magari a casa hai ereditato l'appartamento dalla nonna e non hai l'affitto, li' mi sa che scuci ...), da come funziona la giustizia, gli ospedali ecc. ecc.Ma quei 28.000 da soli non fanno presagire un affare di per se', considerato poi che anche li' hai precarieta', no malattia, meno ferie, probabilmente piu' ore settimanali.Pero' c'e' un valore che forse in certi paesi esteri c'e' e che e' inestimabile, chiamiamolo "prospettiva". Se quell'addetto di help desk si fa il mazzo magari va avanti e si piazza dalle parti del senior, in Australia. In Italia spesso questo non accade, il mazzo che ti fai serve a pagare lo stipendio di un qualche boss che non cava un ragno dal buco e non si sa bene perche' lo pagano ma fatto sta che tu fai il lavoro e lui prende lo stipendio e invece che esserti grato non riesce proprio a perdonarti, inconsciamente, il fatto che tu ci capisci qualcosa e quindi oltre a non farti andare avanti ti rende la vita dura. La voglia di emigrare penso che venga a tanti non tanto per il poco che prendono insomma, ma per la nausea dello schifo di vedere quanto prende gente inutile e qualche volta dannosa.
      • Goeblin scrive:
        Re: Estero ?


        Fanno 28.000 circa al cambio se non sbaglio,
        immagino lordi, non e' una paga da sceicchi
        ...

        Poi dipende da quanto costa la vita (ma magari a
        casa hai ereditato l'appartamento dalla nonna e
        non hai l'affitto, li' mi sa che scuci ...), da
        come funziona la giustizia, gli ospedali ecc.
        ecc.No, non e' da sceicchi, ma e' l'entry-level del ragazzino brufoloso che risponde al telefono consultando un manuale.E il costo della vita, ripeto, e' pari a quello della provincia italiana. A Melbourne, ad esempio, i prezzi mediamente sono quelli di Bagno di Romagna.Poi, dipende... la camicia fatta bene la paghi come in italia, cosi' come il prosciutto di parma e il caffe' italiano. Stessa cosa per le case

        Ma quei 28.000 da soli non fanno presagire un
        affare di per se', considerato poi che anche li'
        hai precarieta', no malattia, meno ferie,
        probabilmente piu' ore
        settimanali.
        La "precarieta'" esiste ovunque. Mi spiego: il concetto di "tempo-indeterminato-non-mi-licenzi-nemmeno-se-mi-faccio-la-moglie-del-capo" esiste solo in Italia...Se sei bravo e produci, il lavoro ce l'hai. Come e' giusto che sia del resto...
        Pero' c'e' un valore che forse in certi paesi
        esteri c'e' e che e' inestimabile, chiamiamolo
        "prospettiva". Se quell'addetto di help desk si
        fa il mazzo magari va avanti e si piazza dalle
        parti del senior, in Australia. In Italia spesso
        questo non accade, il mazzo che ti fai serve a
        pagare lo stipendio di un qualche boss che non
        cava un ragno dal buco e non si sa bene perche'
        lo pagano ma fatto sta che tu fai il lavoro e lui
        prende lo stipendio e invece che esserti grato
        non riesce proprio a perdonarti, inconsciamente,
        il fatto che tu ci capisci qualcosa e quindi
        oltre a non farti andare avanti ti rende la vita
        dura. La voglia di emigrare penso che venga a
        tanti non tanto per il poco che prendono insomma,
        ma per la nausea dello schifo di vedere quanto
        prende gente inutile e qualche volta
        dannosa.Qui ti do ragione. Almeno da queste parti c'e' meno sperequazione tra lo stipendio del ragazzino all'help desk e il suo capo/manager.Se fai carriera, il tuo stipendio non si discosta poi tanto da colui che ha la responsabilita' di tirare avanti la baracca.Ma credo che valga ovunque, tranne che in Italia.
    • se se l.irlanda scrive:
      Re: Estero ?
      - Scritto da: Goeblin
      Ok, parliamone.
      Sono in Australia da un anno circa.
      Stipendi alti, soprattutto nell'IT. Il minimo per
      un help desk sono 40-45k AUD/anno, fino ai
      100-120 di un Senior SysAdmin. Un bravo DB
      Manager/BI sysadmin arriva a sfiorare i
      200.
      Sono tanti soldi, considerato anche il tenore di
      vita qui, che nelle citta' e' paragonabile a
      quello dell'Italia in
      provincia.
      Pero'...
      gia', c'e' un pero'.
      Contratti? Completamente flessibili. Il tempo
      "indeterminato" non sanno nemmeno cosa voglia
      dire. I contratti collettivi non esistono o
      quasi, il contratto di lavoro e' quasi un
      contratto privato tra il dipendente e
      l'azienda.
      Ferie? 28 gioprni l'anno e rizzati.
      Festivita'? La meta' che in Italia
      Ponti? Scordateveli. Le festivita' vengono
      accorpate ai fine
      settimana.
      Malattia? Assicurazione privata (neanche cara a
      ma scherzi o cosa? prega di non sentirti male senno' sono volatili per diabetici in irlanda.
      • guast scrive:
        Re: Estero ?

        ma scherzi o cosa? prega di non sentirti male
        senno' sono volatili per diabetici in
        irlanda.Eccone un altro di quelli che sostengono di aver viaggiato tanto: Velletr, Frascati, la Sgurgola Marsicana
        • guast scrive:
          Re: Estero ?
          Vedo che almeno stavolta ti sei documentato un pò prima di scrivere cazzate.Quando scrivevi con l'altro nick si capiva subito che erano false
          • se.se l.irlanda scrive:
            Re: Estero ?
            - Scritto da: guast
            Vedo che almeno stavolta ti sei documentato un pò
            prima di scrivere
            cazzate.
            Quando scrivevi con l'altro nick si capiva subito
            che erano
            falsevietti a documentare da queste partie prega iddio di non sentirti maleparli di cose che non sai.ti auguro anche a te qualche bella infezione fulminantepoi me lo vieni a raccontare la bellezza dell'irlanda.Stai zitto
          • guast scrive:
            Re: Estero ?

            vietti a documentare da queste parti
            e prega iddio di non sentirti malePotrei andare. Dipende dal prossimo contratto. Non dico vengo perche probabilmente scrivi da qualche buco della bassa milanese
          • rusty scrive:
            Re: Estero ?
            sei uno sfigato.Ma che problema hai, se stai male dove sei vattene e non rompere. Sembri un mio coinquilino calabrese che abitava con me a Bologna ai tempi universitari.Che palle.Renditi conto che ovunque avrai pro e contro ma al contempo stesso l'Italia e' tra i peggiori stati europei dove abitare in termini di :salarioinnovazionesanita'civilta'culturaPer cui dove capiti capiti ma e' meglio non in Italia.PS. Anche io vivo all'estero e dopo diverse sfortunate esperienze personali (tra cui una in ambulanza ) non ho avuto il benche' minimo problema.Sai so leggere e sono capace di firmare una assicurazione medica ;-)
    • Franco scrive:
      Re: Estero ?
      Ma solo di Irlanda, GB ed Australia state a parlare?Cosa fanno in Francia e Germania, che hanno più tutele e quindi un mercato del lavoro più simile al nostro?
  • guast scrive:
    Superminimo riassorbibile
    Quando lavoravo in Italia mi ricordo di un rinnova del contratto del commercio che prevedeva un aumento di quattro soldi. Ma almeno specificava chiaramente che l'aumento non era riassorbibile nel superminimo.Cosa che invece successe nella società in cui lavoravo.Sarebbe stato un episodio da vertenza sindacale, ma siccome dopo poco tempo mi sono licenziato per andarmene all'estero ho lasciato perdere. Cosa che hanno fatto anche i miei colleghi che ancora lavorano lì.Scommetto che succederà di nuovo in non poche aziende. Quindi non solo l'aumento copre a malapena l'inflazione, ma saranno pochi a vederlo veramente.
    • TuttofareIn Nero scrive:
      Re: Superminimo riassorbibile
      Questa volta infatti succede una cosa simile, ma legalissima.L'accordo prevede un "una tantum" di circa 200 Euro per i mesi pregressi e l'aumento di 55 Euro mensili, a cui verranno aggiunti via via altri graduali (il prossimo è a dicembre di circa 20 Eu, se non ricordo male).Solo che i 55 Euro venivano già dati sotto forma di IVC alle aziende! Quindi TU non ti becchi una fava, e l'azienda deve sborsare qualcosa di più. E non pensare "almeno il mio capo ha quel che si merita", primo perché la sete di vendetta non l'accettano come valuta al super mercato, e secondo perché i bastardi che diranno "di che ti lamenti, io l'aumento te l'ho dato, sono i sindacati che ti hanno fregato" sono tantissimi.Uno di questi stro...goti l'ho odiato proprio oggi, che se l'è presa con una collega troppo buona per reagire.
  • guast scrive:
    Storia
    Beh citare Cicerone riferendolo a noi italiani tradisce una certa ingoranza storica.Già nel periodo imperiale i romani si erano mescolati con i popoli conquistati. Poi un'epidemia di malaria ridusse drasticamente la popolazione italica lasciando campo libero a goti, vandali, franchi, normanni, arabi e bizantini etc.Già intorno all'anno 1000 i romani erano completamente scomparsi, sostituiti da un popolo meticcio chiamato poi italiano. Con i romani abbiamo poco da spartire (e si vede).
  • unodeitanti scrive:
    Contratto UNIMATICA
    Di questo contratto invece cosa ne pensate?E' rivolto al settore dell'informazione e della stampa(intesa proprio come lavoro tipografico).
    • napodano scrive:
      Re: Contratto UNIMATICA
      l'azienda nella quale lavoro lo adotta ormai da diversi anni. i vantaggi ci sono sia per il dipendente (flessibilità nell'orario) che per il datore (meno spese di trasferta).
    • Josafat scrive:
      Re: Contratto UNIMATICA
      Lo stanno proponendo a me, ne dicono un gran bene... vedremo...
  • Marco Marcoaldi scrive:
    Io per sicurezza DORMO !!!!
    Guadagno appena quel che mi serve per vivere !!!Se stò sveglio consumo cibo e conseguentemente denaro ..... ergo DORMO ed evito gli sprechi !!!!Spacco il CUbasia a tutti ! ;D
  • Zen scrive:
    ma che fai?
    Ma cosa fai?Adesso ti sei messo a predicare di trovare la strada estera?E per tutto questo tempo io ed altri lavoratori con esperienze estere cosa abbiamo detto nei nostri commenti?Non sei andato sul forum a leggere le info che tutte queste persone hanno postato per farvi andare al meglio possibili preparati pr cercare lavoro fuori Italia?Beh...Almeno adesso ti sei accorto della realta'.Se ti serve qualche dritta per l' Irlanda fammi sapere , lavorare la' non e' affatto male. Fai una buona vacanza.Zen
    • se se l.irlanda scrive:
      Re: ma che fai?
      - Scritto da: Zen
      Ma cosa fai?

      Adesso ti sei messo a predicare di trovare la
      strada
      estera?

      E per tutto questo tempo io ed altri lavoratori
      con esperienze estere cosa abbiamo detto nei
      nostri
      commenti?

      Non sei andato sul forum a leggere le info che
      tutte queste persone hanno postato per farvi
      andare al meglio possibili preparati pr cercare
      lavoro fuori
      Italia?

      Beh...

      Almeno adesso ti sei accorto della realta'.

      Se ti serve qualche dritta per l' Irlanda fammi
      sapere , lavorare la' non e' affatto male.
      gia' ma il resto che fa schifo senza parlare della sanita'io mi lamentavo di quella italiana quando non ho vista quella irlandese.Febbre a quaranta ho dovuto prendere un taxi perche' il gp era occupato. quando sono arrivato non c'era lui e la infermiera.Lasciatela perdere l'irlanda! se volete andare a lavorare li portatevi il medico nella valigia senno' sono c^zzi vostri.
      • guast scrive:
        Re: ma che fai?
        Scommetto che l'Irlanda la conosci benissimo. Standotene nel tuo ufficetto di body rental a vedere quelli che scappano uno ad uno ti é venuto pure a te qualche dubbio.
        • Anonimo scrive:
          Re: ma che fai?
          Io vivo a Dublino e sto' tendando la fuga perche' sono stufo di questo paese (non l'Irlanda, Dublino).Il centro di Dublino e' insignificante comparato a qualsiasi citta' europea e dopo il centro (per intenderci Harcourt st) ci sono solo case malfatte e ubriaconi (irlandesi, non polacchi come i locali spesso polemizzano) se ignori 2 pub a Rathmines.La sanita' e' uno scherzo di cattivo gusto, ho l'assicurazione pagata dall'azienda ma se devo andare dal dottore pago e mi viene restituito il 50% a fine anno come rimborso sulle tasse, e non ho l'assicurazione base (Company Plan + della VHI), e diciamo che molti dottori hanno preso la laurea coi punti del Dash... come un po' tutti qua, almeno io sono rimasto scandalizzato dall'ignoranza degli studenti del Trinity College, studentesse di francese che non sanno cosa sia l'illuminismo, laureate in non so cosa che pensano Carlo Magno venga prima dei Romani, corsi di ingegneria che sembrano corsi di formazione post diploma, etc...L'Irlanda ha avuto la possibilita' di diventare un paese economicamente avanzato ma non hanno costruito nessuna infrastruttura, 2 linee di tram (solo a sud) e un treno (solo sulla costa) sono tutto il trasporto pubblico, Ranelagh rd e la N11 sono le strada principali e sono composte in molti tratti di una corsia per senso di marcia, insomma una macchina in seconda fila blocca tutta Dublino.In compenso si alcolizzano tutti i giorni e comprano un sacco di BMW e Mercedes, parcheggiate in cortili da pianto che circondano case che in Italia non otterrebbero l'abitabilita'. Un appartamento come quello dove vivevo a Roma qui costa non meno di 3.000 euro al mese, che ovviamente e' piu' alto dello stipendio medio che e' intorno ai 2600 (io prendo di piu' nel caso interessi).Ovviamente la crisi dei subprime sta massacrando l'Irlanda (insieme con l'aumento dei tassi d'interesse) perche' i soldi dall'America diminuiscono (vedi Dell che ha licenziato 250 persone, e parecchie aziende trasferite nell'Europa dell'est) e gli Irlandesi non si sono preoccupati di mettere nulla da parte per il futuro (e non parlo solo di soldi).E' chiaro che sconsiglio vivamente l'Irlanda.A chi vuole espatriare consiglierei un bel corso di tedesco e il trasferimento in Germania, ultima isola felice in Europa (credo con il Regno Unito) dove e' addirittura possibile affittare un intero appartamento con uno stipendio medio-basso e non dover fare i conti a fine mese. Ovviamente neanche a Dublino si fanno troppi conti, ma vivere a Berlino/Colonia/Francoforte e' una cosa vivere a Dublino e un'altra.
          • ... scrive:
            Re: ma che fai?
            se vabbe la germania, stanno peggio di noianche li la ricerca è stagnante e nell'it ci sono pochi investimentiattualmente i paesi che stanno iniziando ad investire nell'it sono spagna e francia, e consiglierei vivamente la spagna percHé si vive benissimo, la vita non costa niente (al centro di barcellona, città turistica, costa tutto la metà. se non meno, che in italia) e gli stipendi sono alti
          • Anonimo scrive:
            Re: ma che fai?
            Ho parenti e amici in Germania, e ti garantisco che le cittá sono tutte a misura d´uomo.La Spagna e´ in crisi nera e la Francia non e´ mai stato un bel posto per gli italiani... poi il mio era un consiglio, se uno vuole proprio andare a Dublino posto ce n´é :)
          • ... scrive:
            Re: ma che fai?
            la spagna in crisi nera?ma dove?ci sei stato?il costo della vita è bassissimo, noi eravamo in 6 persone facevamo la spesa con 10 euro al supermercato, comprando roba di marca, a barcellona, che è una delle città turistiche più frequentateora si sta aprendo al mondo dell'it, ed è piena di figure altamente qualificate in questo settore (al contrario dell'itaGlia dove sono tutti ingegneri) che sanno fare il loro lavoro, e soprattutto in spagna TI SENTI A CASAin germania ti guardano male se non parli tedesco ed è gia tanto se non ti trattano da immigrato clandestino, in spagna sei trattato bene da tutti, certo è probabile che in germania guadagni un po' di più (quanto? 100 euro massimo, conosco persone che fanno un dottorato di biologia per 900 euro al mese, in italia ti danno 800 euro per un dottorato), ma ne vale veramente la pena? sentirsi un estraneo in un posto estraneo non dev'essere così bello...(un mio amico è partito per l'olanda, voleva provare a lavorare li, dopo 1 mese voleva tornarsene in italia, perché TUTTI lo trattavano come un extra comunitario, nonostante l'olanda sia europa...)
          • Anonimo scrive:
            Re: ma che fai?
            No, in Spagna non sono mai stato ma conosco molti spagnoli qui e da quello che ho capito non se la passano molto bene neanche li.Se in Italia vai a vivere in un paese la vita non costa tanto e stai molto piu' tranquillo.Io sono sempre piu' convinto di studiare tedesco e trasferirmi li', anche se sto valutando l'Australia e la Nuova Zelanda.
          • guast scrive:
            Re: ma che fai?
            Dove lavoro io ci sono due spagnoli.In Spagna hanno lovorato per Vodafone e Santander. Tutti e due hanno ridotto le commesse, infatti sono emigrati. In Irlanda non ci sono mai stato, ma di tanto in tanto qualche recruiter mi cerca proponendomi di andare a lavorare a Dublino. Quindi nonostante tutto lì le opportunità ci sono. Anche nel resto del nord europa nonostante la crisi le opportunità ci sono ancora.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 06 agosto 2008 22.29-----------------------------------------------------------
  • The Real Gordon scrive:
    Ognuno ha quello CHE SI MERITA
    Ognuno ha il reddito che si merita, è sempre stato così e sarà sempre così. Gli aumenti "contrattuali", specie se parametrati all'inflazione, sono un istituto di derivazione bolscevica. E i boscevichi in Italia hanno preso solo il 3.5%, fatevene una ragione :-oPoi c'è da fare concorrenza alla Cina e all'India, è inevitabile che gli stipendi in termini reali calino, è un fatto legato alle moderne esigenze di TOTAL FLEXIBILITY delle aziende, che hanno il sacrosanto diritto di confermare e aumentare di anno in anno i propri utili, nell'interesse degli azionisti. Prendetene atto, siamo nell'era più FLEXIBLE della storia!!!
    • Uahahah scrive:
      Re: Ognuno ha quello CHE SI MERITA
      Ma chi sei il nano malefico?
    • rusty scrive:
      Re: Ognuno ha quello CHE SI MERITA
      beh anche noi capitalisti siamo in minoranza stando a The Economist, ed alle principali testate giornalistiche liberiste.
      • rusty scrive:
        Re: Ognuno ha quello CHE SI MERITA
        per chi non avesse capito: arraffoni, oligarchi, trinaricciuti NON sono capitalisti
    • Paolo scrive:
      Re: Ognuno ha quello CHE SI MERITA
      -----Ognuno ha il reddito che si merita, è sempre stato così e sarà sempre così.-----Balle! Se mi dici che lavori in un'azienda in Italia in cui vale questo principio dimmi dove lavori che mando subito il curriculum.PS: ho visto programmatori con le contropalle di 35 anni con un cazzo di CO.CO.PRO. a 1200 euro al mese.
      • Incazzato scrive:
        Re: Ognuno ha quello CHE SI MERITA
        Chissà forse questi programmatori a 50 anni potranno iniziare ad avere i contributi pagati e a 120 anni percepire qualcosa di pensione. @The Real GordonAh dimenticavo, siamo nel 2008! I bolscevichi sono spariti da un pezzo... e togliti quella spilletta delle SS che sembri un pagliaccio!
        • The Real Gordon scrive:
          Re: Ognuno ha quello CHE SI MERITA
          Tu invece mi sa che fai parte della generazione di analfabeti, non c'è UNA tua frase priva di errori grammaticali (rotfl)

          - Scritto da: H5N1
          Sarà, ma non vedo cosa ci sia da ridere.

          E' difficile, ma no ndivertente.


          Ma chi glielo fa fare al tuo datore di lavoro di

          assumere un 35enne per le stesse mansioni che
          può

          fare un

          neodiplomato?!(rotfl)

          Il fatto è che la "mansione" non la potrebbe
          svolgere un
          neodiplomato.




          Ma soprattutto,lo sai che il mio idraulico 1000

          euro li fa in 3 giorni?!

          (rotfl)

          E quindi?





          E non mi venite a dire che è la media perchè
          se


          pure lo fosse E'


          SOTTODIMENSIONATA!



          No no, non è per niente la media, almeno non a
          35

          anni.



          Si ma non è tanto distante dalla media.


          MAGARI LO FOSSE (lo dico da imprenditore).



          Si certo, tutti 'sti mocciosi che non hanno mai
          lavorato si spacciano tutti per
          imprenditori.
          Ah la generazione Lucignolo, quanti danni fa.
          • dont feed the troll scrive:
            Re: Ognuno ha quello CHE SI MERITA
            - Scritto da: The Real Gordon
            Tu invece mi sa Le opinioni di un moccioso che si spaccia per imprenditore e non sa nemmeno quotare non interessano a nessuno.Sei presente su questo forum solo perchè la moderazione di punto informatico fa schifo.ps.nota per il moderatore: il messaggio a cui ho risposto è palesemente contor la policy, lo cancelliamo o dobbiamo aspettare che non dica che Berlusconi è un dio in terra?
          • The Real Gordon scrive:
            Re: Ognuno ha quello CHE SI MERITA
            ps.nota per il moderatore: il messaggio a cui horisposto è palesemente "contor" la policy (OLTRE AD ESSERE CONTRO LA GRAMMATICA ITALIANA), locancelliamo o dobbiamo aspettare che non dica cheVeltroni è un dio interra?(rotfl)(rotfl)(rotfl)- Scritto da: dont feed the troll
            - Scritto da: The Real Gordon

            Tu invece mi sa

            Le opinioni di un moccioso che si spaccia per
            imprenditore e non sa nemmeno quotare non
            interessano a
            nessuno.

            Sei presente su questo forum solo perchè la
            moderazione di punto informatico fa
            schifo.

            ps.
            nota per il moderatore: il messaggio a cui ho
            risposto è palesemente contor la policy, lo
            cancelliamo o dobbiamo aspettare che non dica che
            Berlusconi è un dio in
            terra?
          • dont feed the troll scrive:
            Re: Ognuno ha quello CHE SI MERITA
            possibile che tu sia così ignorante da confondere la grammatica con l'ortografia, con un refuso?
          • The Real Gordon scrive:
            Re: Ognuno ha quello CHE SI MERITA
            - Scritto da: dont feed the troll
            possibile che tu sia così ignorante da confondere
            la grammatica con l'ortografia, con un
            refuso?Tu in questi post hai piazzato una serie infinita di errori sintattici, grammaticali, ortografici e hai anche sbraitato contro la moderazione, non si sa bene per cosa. Ehhh...che brutto essere sfigati, vero? Ma non ti preoccupare, la panda a rate riuscirai a pagarla. Forse.(rotfl)(rotfl)
          • dont feed the troll scrive:
            Re: Ognuno ha quello CHE SI MERITA
            - Scritto da: The Real Gordon
            - Scritto da: dont feed the troll

            possibile che tu sia così ignorante da
            confondere

            la grammatica con l'ortografia, con un

            refuso?

            Tu in questi post hai piazzato una serie infinita
            di errori sintattici, grammaticali, ortograficidimostralo.
            e
            hai anche sbraitato contro la moderazione, non si
            sa bene per cosa.
            Il fatto che tu non l'abbia capito no nstupisce, ma non significa che non abbia un senso.

            Ehhh...che brutto essere sfigati, vero? Ah io non ne ho idea, dimmelo tu.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 01 agosto 2008 12.33-----------------------------------------------------------
          • The Real Gordon scrive:
            Re: Ognuno ha quello CHE SI MERITA
            - Scritto da: dont feed the troll
            Il fatto che tu non l'abbia capito no nstupisce,Ehhh?! (rotfl)(rotfl)(rotfl)
          • dont feed the troll scrive:
            Re: Ognuno ha quello CHE SI MERITA
            - Scritto da: The Real Gordon
            - Scritto da: dont feed the troll


            Il fatto che tu non l'abbia capito no nstupisce,

            Ehhh?! (rotfl)(rotfl)(rotfl)rispondi quando avrai imparato a leggere
        • H5N1 scrive:
          Re: Ognuno ha quello CHE SI MERITA
          Come faccio?C'ho più palle io che con un Contratto a Progetto firmo un contratto di locazione annuale che gli idioti sparaca**ate che girano su P.I.Ecco come faccio.
          • Joe Tornado scrive:
            Re: Ognuno ha quello CHE SI MERITA
            Tu magari esisti ... The Real Gordon potrebbe, come giustamente dici, essere un cazzaro ... non mi stupirei se fosse così
          • The Real Gordon scrive:
            Re: Ognuno ha quello CHE SI MERITA
            - Scritto da: Joe Tornado
            Tu magari esisti ... The Real Gordon potrebbe,
            come giustamente dici, essere un cazzaro ... non
            mi stupirei se fosse
            cosìSe mi considerate un cazzaro, perchè intervenite in massa nei miei thread? E' una cosa che ho già chiesto decine di volte senza mai avere valide risposte.Possibile che chiunque la pensi diversamente da voi sul mercato del lavoro sia un troll?! :-o
          • di passaggio scrive:
            Re: Ognuno ha quello CHE SI MERITA
            intervengono semplicem perchè nn ti possono menare... perchè altrimenti credo proprio che nn direbbero una sola parola :-) :-) :-) :-) :-)
          • The Real Gordon scrive:
            Re: Ognuno ha quello CHE SI MERITA
            - Scritto da: di passaggio
            intervengono semplicem perchè nn ti possono
            menare... perchè altrimenti credo proprio che nn
            direbbero una sola parola :-) :-) :-) :-)
            :-)Va bene, hai detto la tua, ora sotto a lavorare fino alle 7 (almeno), mentre io me ne sto in spiaggia. 8)Tanto anche se la pensate diversamente da me i FATTI sono che:1)Al governo c'è chi la pensa in maniera totalmente diversa da voi (rotfl)2)Sulla norma anti-precari mettono la fiducia (rotfl)3)L'inflazione programmata per il prossimo anno - base per i rinnovi contrattuali - è all'1,7% (rotfl)In breve, vi rimangono solo le proteste. (rotfl)
          • ... scrive:
            Re: Ognuno ha quello CHE SI MERITA
            io mi domando, se nessuno potrà più fare il dipendente perché non si vive, se molti scappano all'estero, dove vengono pagati il triplo e valorizzati 10 volte tantoma nella tua società, chi lavora? il cinese che non sa scrivere 2 righe di codice decente?=
            sei il tipico imprenditore italiano che vende fuffa e pensa di essere furbo =
            zompi tra poco :)
          • di passaggio scrive:
            Re: Ognuno ha quello CHE SI MERITA
            purtroppo non zompa perchè l'italia è quella che è... c'è chi ne capisce ancor meno di lui (che ne capirà sicuramente poco, molto poco... inutile citare titoletti sig. Gordon, specie se sei imprenditore quelli servono solo per addobbare le pareti e valgono ancor meno)...
          • di passaggio scrive:
            Re: Ognuno ha quello CHE SI MERITA
            Va bene, hai detto la tua, ora sotto a lavorare fino alle 7 (almeno), mentre io me ne sto in spiaggia.AHAHAHAHAHAHHAAHAHio per adesso lavoro solo in proprio... forse da settembre anche dipendente... prendo da tutte le parti io... AHAHAHHAHAHA ho detto la mia e ho detto quello che direbbero tutti :-)Tanto anche se la pensate diversamente da me i FATTI sono che:1)Al governo c'è chi la pensa in maniera totalmente diversa da voi NON MI SEMBRA CHE LA PENSINO ESATTAMENTE COME TE CMQ, INFORMATI2)Sulla norma anti-precari mettono la fiducia EMBE'???3)L'inflazione programmata per il prossimo anno - base per i rinnovi contrattuali - è all'1,7% In breve, vi rimangono solo le proteste. BAH... SENZA SENSO IL TUO INTERVENTO... SOLO FUFFA
      • shevathas scrive:
        Re: Ognuno ha quello CHE SI MERITA

        PS: ho visto programmatori con le contropalle di
        35 anni con un cazzo di CO.CO.PRO. a 1200 euro al
        mese.per fare cosa ? quali erano le mansioni per cui gli hanno assunti ?per fare l'ennesimo sitino in PHP è anche troppo.
      • Che palle scrive:
        Re: Ognuno ha quello CHE SI MERITA
        - Scritto da: Paolo
        PS: ho visto programmatori con le contropalle di
        35 anni con un cazzo di CO.CO.PRO. a 1200 euro al
        mese.Si vede che non avevano tutti questi controcoglioni, altrimenti in un posto del cavolo del genere non ci sarebbero rimasti....
        • dont feed the troll scrive:
          Re: Ognuno ha quello CHE SI MERITA
          - Scritto da: Che palle
          - Scritto da: Paolo

          PS: ho visto programmatori con le contropalle di

          35 anni con un cazzo di CO.CO.PRO. a 1200 euro
          al

          mese.

          Si vede che non avevano tutti questi
          controcoglioni, altrimenti in un posto del cavolo
          del genere non ci sarebbero
          rimasti....Oppure si vede che hai torto.La gente ha problemi come famiglia, bambini, mogli scuole.Spesso cambiare lavoro puo' significare trasferisi cambiando città e non è così agevole quando non si hanno + 20 anni.Per curiosità, tu che mestiere fai, quanti anni hai e quanot guadagni?
          • H5N1 scrive:
            Re: Ognuno ha quello CHE SI MERITA
            Lascia stare.Non c'è una percezione REALE della situazione da parte di chi vive nella bambagia e le cose gli sono andate bene
          • hai ragione scrive:
            Re: Ognuno ha quello CHE SI MERITA
            ti do tutto il mio supporto morale H5N1... ti capisco...sono tecnico informatico in un ente locale da 10 annimai avuto una progressione orizzontalelavoro con il contratto scadutoprendo 1100 euro al mese580/mese di mutuo100/mese di amministratore palazzo250/mese di gasolio150/mese di servizi (luce, acqua, gas, rifiuti, telefono, internet)400/mese per mangiarenessun vizio, mai in ferietotale spese: 1480/meseSAPETE COME FACCIO A TIRAR FUORI I SOLDI IN PIU' CHE MI SERVONO PER FARE QUESTA VITA DA POVERO?cerco di prendere lavoretti in nero (a risco perchè illegali), e in nero perchè ora un dipendente pubblico almeno che non sia un lauerato non può fare collaborazioni esterne!evitatemi per cortesia di dirmi di cambiare lavoro, perchè come N5H1 anch'io amo il mio lavoro e credo ancora nell'etica di lavorare per la comunità, solo che sono stanco di continuare così, questa non è libertà
          • calvin scrive:
            Re: Ognuno ha quello CHE SI MERITA
            ma perche' hai fatto un mutuo con questo stipendio ?
          • hai ragione scrive:
            Re: Ognuno ha quello CHE SI MERITA
            lo avevo fatto 5 anni fa e pagavo 415/mese con BancaIntesa a tasso variabile, di più non potevo permettermipoi in 5 anni è salito a 635/mese ... sono riuscito a passare a fisso con Mutuo Arancio e bloccarlo a 580/mese
          • calvin scrive:
            Re: Ognuno ha quello CHE SI MERITA
            ho capito, mi dispiace, ti hanno veramente fregato. certo che il bancario che te l'ha fatto meriterebbe una bomba sotto casa. ti cha fatto un mutuo a tasso variabile in un periodo dove i tassi erano bassi per quasi il 50% tel tuo stipendio. alla faccia della consulenza bancaria, che servizio.. del resto bancaintesa.. non c'e' da stupirsi...
          • hai ragione scrive:
            Re: Ognuno ha quello CHE SI MERITA
            purtroppo è andata cosìad ogni modo 100/200 euro al mese non farebbero la differenzal'istat dice che sei povero se guadagni 1.300 euro al mese ...ne servono almeno 2.000 per fare una vita almeno dignitosa, che equivalgono al 1.800.000 lire di prima dell'entrata dell'euronon ci sono stati controlli, tutti ci hanno speculato, a rimmetterci però il lavoratore dipendente
          • hai ragione scrive:
            Re: Ognuno ha quello CHE SI MERITA
            scusami per gli di digitazione ma sono un po' nervoso
          • TuttofareIn Nero scrive:
            Re: Ognuno ha quello CHE SI MERITA
            Non sofistichiamo: secondo l'Istat 1300 Euro sono la cifra sotto la quale gli italiani si sentono poveri se single, e 1800 per le coppie. Non la cifra sotto cui lo si è veramente, indagine che dovrebbe tenere conto di moltissimi altri fattori.Già questo dovrebbe far riflettere perchè (1300*2)!=1800 specialmente per chi desidera figli.Sono il primo a prendere le difese di chiunque si trovi nella mia stessa situazione, ma cerchiamo si partire da basi solide.
          • shevathas scrive:
            Re: Ognuno ha quello CHE SI MERITA

            cerco di prendere lavoretti in nero (a risco
            perchè illegali), e in nero perchè ora un
            dipendente pubblico almeno che non sia un
            lauerato non può fare collaborazioni
            esterne!
            neanche un laureato se per quello.Si possono fare solo consulenze e corsi per enti non a fini di lucro. Quindi al più puoi fare il commissario da qualche parte o fare qualche corso a scuola.
          • Che palle scrive:
            Re: Ognuno ha quello CHE SI MERITA
            - Scritto da: dont feed the troll
            Oppure si vede che hai torto.
            La gente ha problemi come famiglia, bambini,
            mogli
            scuole.
            Spesso cambiare lavoro puo' significare
            trasferisi cambiando città e non è così agevole
            quando non si hanno + 20
            anni.Se hai i controcoglioni non ti preoccupare che lo trovi come lo vuoi te.Se sei uno mediamente bravo e' un'altra cosa...
            Per curiosità, tu che mestiere fai, quanti anni
            hai e quanot
            guadagni?30 anni, programmatoretecnico, poco piu' di 1500 (ma sono appena entrato in società, quindi ci sono i costi di avviamento e lo stipendio e' lo stretto necessario per vivere, e non sono di una grande città)Se uno vuole il posto fisso e lavorare 8 ore al giorno si deve accontentare dei pochi soldi che gli arrivano. Ma se uno e' bravo, vuol rischiare, e non gli casca la penna appena arrivono le 17.00, i margini di guadagno ci sono sempre
      • The Real Gordon scrive:
        Re: Ognuno ha quello CHE SI MERITA
        - Scritto da: Paolo
        PS: ho visto programmatori con le contropalle di
        35 anni con un cazzo di CO.CO.PRO. a 1200 euro al
        mese.Gli stipendi li fa il mercato, possono essere bravi quanto vuoi, evidentemente non erano tanto più bravi degli altri. Oppure quelli che hai conosciuto erano una massa di sfigati :-o
        • H5N1 scrive:
          Re: Ognuno ha quello CHE SI MERITA
          Ci sono decine e decine di masse di sfigati però...
        • HDCase scrive:
          Re: Ognuno ha quello CHE SI MERITA
          Come i prezzi dei telefoni e della benzina.
        • Che palle scrive:
          Re: Ognuno ha quello CHE SI MERITA
          - Scritto da: The Real Gordon
          Gli stipendi li fa il mercato, possono essere
          bravi quanto vuoi, evidentemente non erano tanto
          più bravi degli altri. Oppure quelli che hai
          conosciuto erano una massa di sfigati
          :-oSe sei bravo (ma ripeto, veramente bravo, non mediamente bravo) e ti sai buttare nel ramo giusto, il prezzo lo fai te!!
    • piripicchio scrive:
      Re: Ognuno ha quello CHE SI MERITA
      - Scritto da: The Real Gordon
      Ognuno ha il reddito che si merita, è sempre
      stato così e sarà sempre così.


      Gli aumenti "contrattuali", specie se parametrati
      all'inflazione, sono un istituto di derivazione
      bolscevica. E i boscevichi in Italia hanno preso
      solo il 3.5%, fatevene una ragione
      :-o

      Poi c'è da fare concorrenza alla Cina e
      all'India, è inevitabile che gli stipendi in
      termini reali calino, è un fatto legato alle
      moderne esigenze di TOTAL FLEXIBILITY delle
      aziende, che hanno il sacrosanto diritto di
      confermare e aumentare di anno in anno i propri
      utili, nell'interesse degli azionisti.


      Prendetene atto, siamo nell'era più FLEXIBLE
      della
      storia!!!Ci sono molte persone brave nel loro lavoro che prendono uno stipendio da fame. Perché? Perché agli imprenditori italiani non interessa per niente la competitività, la professionalità del dipendente etc, etc. Preferiscono prendere gente a contratto, poco professionale e poco competente ma mal retribuita, in modo da abbassare nell'immediato i costi fissi per il personalesenza considerare che nel lungo periodo questo provoca costi occulti non indifferenti. Ma questa è la realtà italiana.Se vogliamo fare concorrenza alla Cina e all'india diventeremo peggio di Cina e India in termini di qualità della vita.Io preferirei fare concorrenza a Usa, Germania etc. Ma l'attuale imprenditoria italiana inetta e incapace guarda solo ai propri interessi personali trascurando quelli dell'azienda venendo meno a quella responsabilità civile conseguenza dell'essere imprenditore.Quindi l'oggetto "Ognuno a quello CHE SI MERITA" è palesemente sbagliato.
      • The Real Gordon scrive:
        Re: Ognuno ha quello CHE SI MERITA
        - Scritto da: piripicchio
        Io preferirei fare concorrenza a Usa, Germania
        etc. Ma l'attuale imprenditoria italiana inetta e
        incapace guarda solo ai propri interessi
        personali trascurando quelli dell'azienda venendo
        meno a quella responsabilità civile conseguenza
        dell'essere
        imprenditore.Ah sì? E quali interessi dovremmo tutelare, i tuoi per caso?! (rotfl)(rotfl)(rotfl)La "responsabilità civile" dell'essere imprenditore?!(rotfl)Il muro di berlino è caduto da tempo ormai :-o
        Quindi l'oggetto "Ognuno a quello CHE SI MERITA"
        è palesemente
        sbagliato.Quindi l'oggetto è palesemente giusto
        • piripicchio scrive:
          Re: Ognuno ha quello CHE SI MERITA
          - Scritto da: The Real Gordon
          - Scritto da: piripicchio


          Io preferirei fare concorrenza a Usa, Germania

          etc. Ma l'attuale imprenditoria italiana inetta
          e

          incapace guarda solo ai propri interessi

          personali trascurando quelli dell'azienda
          venendo

          meno a quella responsabilità civile conseguenza

          dell'essere

          imprenditore.

          Ah sì? E quali interessi dovremmo tutelare, i
          tuoi per caso?!
          (rotfl)(rotfl)(rotfl)
          No, in quanto imprenditore dovrebbe fare gli interessi dell'impresa. Altrimenti dovrebbe fare un altro mestiere e non quello dell'imprenditore.
          La "responsabilità civile" dell'essere
          imprenditore?!(rotfl)
          Il muro di berlino è caduto da tempo ormai :-o
          Che c'entra il muro di Berlino? La responsabilità civile dell'essere imprenditore è un concetto caro all'imprenditoria moderna che si contrappone a chi concepisce l'essere imprenditore come veniva inteso nell'800. Se il muro di Berlino è caduto da un pezzo, ribadisco che "La rivoluzione industriale è finita da un pezzo"
          • calvin scrive:
            Re: Ognuno ha quello CHE SI MERITA
            ma possibile che solo in NON imprenditori sono capaci di fare gli imprenditori ?
          • dont feed the troll scrive:
            Re: Ognuno ha quello CHE SI MERITA
            - Scritto da: calvin
            ma possibile che solo in NON imprenditori sono
            capaci di fare gli imprenditori
            ? per lo stesso motivo, possibile che a fare gli imprenditori sono solo gli incapaci e disonesti?
      • grigio scrive:
        Re: Ognuno ha quello CHE SI MERITA
        - Scritto da: piripicchio[cut]
        Ci sono molte persone brave nel loro lavoro che
        prendono uno stipendio da fame. Perché? Perché
        agli imprenditori italiani non interessa per
        niente la competitività, la professionalità del
        dipendente etc, etc. Preferiscono prendere gente
        a contratto, poco professionale e poco competente
        ma mal retribuita, in modo da abbassare
        nell'immediato i costi fissi per il
        personale
        senza considerare che nel lungo periodo questo
        provoca costi occulti non indifferenti. Ma questa
        è la realtà
        italiana.suggerimento: prova a fare l'imprenditore e ad andare contro questo sistema, se hai ragione tra qualche anno sarai ricco come gates.
        Io preferirei fare concorrenza a Usa, Germania
        etc. Ma l'attuale imprenditoria italiana inetta e
        incapace guarda solo ai propri interessi
        personali trascurando quelli dell'azienda venendo
        meno a quella responsabilità civile conseguenza
        dell'essere
        imprenditore.suggerimento: prova a fare l'imprenditore in italia, visto che gli altri sono tutti inetti ed incapaci non avrai alcuna seria concorrenza e diventerai ricco piuì di gates
        Quindi l'oggetto "Ognuno a quello CHE SI MERITA"
        è palesemente
        sbagliato.giusto, tu meriteresti di diventare imprenditore (e fallire in due giorni) solo per esserti permesso di offendere un'intera categoria di persone.
        • alfio scrive:
          Re: Ognuno ha quello CHE SI MERITA
          - Scritto da: grigio
          - Scritto da: piripicchio
          [cut]

          Ci sono molte persone brave nel loro lavoro che

          prendono uno stipendio da fame. Perché? Perché

          agli imprenditori italiani non interessa per

          niente la competitività, la professionalità del

          dipendente etc, etc. Preferiscono prendere gente

          a contratto, poco professionale e poco
          competente

          ma mal retribuita, in modo da abbassare

          nell'immediato i costi fissi per il

          personale

          senza considerare che nel lungo periodo questo

          provoca costi occulti non indifferenti. Ma
          questa

          è la realtà

          italiana.

          suggerimento: prova a fare l'imprenditore e ad
          andare contro questo sistema, se hai ragione tra
          qualche anno sarai ricco come
          gates.



          Io preferirei fare concorrenza a Usa, Germania

          etc. Ma l'attuale imprenditoria italiana inetta
          e

          incapace guarda solo ai propri interessi

          personali trascurando quelli dell'azienda
          venendo

          meno a quella responsabilità civile conseguenza

          dell'essere

          imprenditore.

          suggerimento: prova a fare l'imprenditore in
          italia, visto che gli altri sono tutti inetti ed
          incapaci non avrai alcuna seria concorrenza e
          diventerai ricco piuì di gates

          Sbagliato perché l'intero sistema è basato sul "Dobbiamo spendere meno" invece che sul "Dobbiamo spendere meglio". Quindi se il cliente vuole spendere il meno possibile (anche a costo di ottenete il meno possibile) non c'è altro da fare

          Quindi l'oggetto "Ognuno a quello CHE SI MERITA"

          è palesemente

          sbagliato.

          giusto, tu meriteresti di diventare imprenditore
          (e fallire in due giorni) solo per esserti
          permesso di offendere un'intera categoria di
          persone.i fatti dimostrano che l'imprenditoria italiana preferisce abbassare i costi che alzare la qualità.
    • Sai dove si va a finire... scrive:
      Re: Ognuno ha quello CHE SI MERITA
      TOTAL FLEXIBILITY?Allora ti chiedo: perché non vale il concetto di FAIR REMUNERATION? Come ha scritto qualcuno, in Australia la flessibilità è alla base del mercato del lavoro, ma non so se hai letto quanto prende un operatore HelpDesk...Prima o poi una grande fetta di Italiani non riuscirà più ad arrivare a fine mese e allora prenderà la tua TOTAL FLEXIBILITY l'arriccerà e le ficcherà nel c**o di qualcuno...vedrai!
      • Izio scrive:
        Re: Ognuno ha quello CHE SI MERITA
        - Scritto da: Sai dove si va a finire...
        (snip)

        Prima o poi una grande fetta di Italiani non
        riuscirà più ad arrivare a fine mese e allora
        prenderà la tua TOTAL FLEXIBILITY l'arriccerà e
        le ficcherà nel c**o di
        qualcuno...
        vedrai!E l'idea mi piace :)
      • The Real Gordon scrive:
        Re: Ognuno ha quello CHE SI MERITA
        - Scritto da: Sai dove si va a finire...
        Prima o poi una grande fetta di Italiani non
        riuscirà più ad arrivare a fine mese e allora
        prenderà la tua TOTAL FLEXIBILITY l'arriccerà e
        le ficcherà nel c**o di
        qualcuno...
        vedrai! :-oE' dai tempi del changeover lira-euro che si parla di prossimi e ineluttabili moti popolari. Ad oggi non si è sentito nulla, anzi il centrodestra, storicamente dalla parte di imprenditori e commercianti, ha appena stravinto le elezioni. (rotfl)Nel frattempo qui in costa smeralda c'è pienone totale in albergi da 2-300 euro al giorno a testa, la crisi c'è solo sui forum di PI. :DLa realtà è che da qualche anno a questa parte c'è solo stata una giusta redistribuzione dei redditi dalle classi dipendenti a quelle autonome, come sta avvenendo in tutto il mondo. E' il trionfo del libero mercato sui sindacati novecenteschi. 8)
        • TuttofareIn Nero scrive:
          Re: Ognuno ha quello CHE SI MERITA
          Ah ma infatti tutte le statistiche a proposito, quando non commissionate da sinistra o destra che dir si voglia, dicono che la ricchezza totale è più o meno in lievissima crescita, ma è aumentato parecchio il divario tra abbienti e meno abbienti.Anche Napolitano ha lanciato un'appello a proposito.Un'altro dato interessante è che il numero totale dei lavoratori subordinati aumenta (comprende i tempo determinato e indeterminato, ma non i Cocopro) ma la loro quota del prodotto interno lordo diminuisce.
        • di passaggio scrive:
          Re: Ognuno ha quello CHE SI MERITA
          ma dove vivi? i tg nn parlano altro che di cali... anche del 50%... nelle località di vacanza... forse nn sai distinguere gli stranieri dagli italiani?PS: volevo far notare a tutti che trovo ridicolo e impossibile che un tizio in vacanza in località "rinomate" perda fior di ore a commentare su PI... vi dice niente?
        • Andrew Frank scrive:
          Re: Ognuno ha quello CHE SI MERITA
          Hai le idee un po' confuse.L'impenditoria italiana, non so l'informatica, è a terra.Mi sembri un'inguaribile ottimista; anche nel '29 si vendevano un sacco di prodotti di lusso, ma l'economia si riprese 15 anni dopo ed una guerra mondiale. Tu pretendi di arrivare ai massimi sistemi osservando solo la tua realtà che magari è una nicchia dorata (non voglio sminuire i tuoi possibili meriti). Costa tutto il doppio con qualità più infima rispetto ai prodotti di 10 anni fa. Questo PERCHE' L'ECONOMIA FINANZIARIA fagocita tutto e questo fotte per primo, voi imprenditori e poi, a scendere, tutti quanti. Sveglia, da un imprenditore si pretenderebbe un'apertura culturale maggiore; ma il pressapochismo italiota non ti permette di guardare più in là del tuo confine di provincia.
    • Upr scrive:
      Re: Ognuno ha quello CHE SI MERITA
      allora sai che facciamo?La mattina tranquilli tranquilli andiamo nei nostri ufficietti pensando ad una vita di studi e ai nostri stipendi e poi........stacchiamo la spina ai vostri pc o li rendiamo inutilizzabili...poi voglio vedere con cosa le fate questi conti...come girerà la borsa!! come gireranno i pc del parlamento Italiano....come gireranno le banche????Pensateci....
      • ciaociciu scrive:
        Re: Ognuno ha quello CHE SI MERITA
        1) i bolscevichi ci sono ancora, siamo nel 2008 e abbiamo ancora il coraggio di avere partiti il cui nome è "comunista", la qual parola andrebbe depennata dal vocabolario, cosi' come questi delinquenti che si spacciano tali (o che lo sono).2) se guadagnassi 1000 euro al mese sarebbero pochi.3) se ne guadagnassi 5000 sarebbero sempre pochi4) se ne guadagnassi 15000 sarebbero pochi...come si fa ad accontentarsi??
        • Malevic scrive:
          Re: Ognuno ha quello CHE SI MERITA
          - Scritto da: ciaociciu
          1) i bolscevichi ci sono ancora, siamo nel 2008 e
          abbiamo ancora il coraggio di avere partiti il
          cui nome è "comunista", la qual parola andrebbe
          depennata dal vocabolario, cosi' come questi
          delinquenti che si spacciano tali (o che lo
          sono).

          2) se guadagnassi 1000 euro al mese sarebbero
          pochi.
          3) se ne guadagnassi 5000 sarebbero sempre pochi
          4) se ne guadagnassi 15000 sarebbero pochi...

          come si fa ad accontentarsi??L'unica cosa che mi viene di dirti è che sei un poveraccio!
          • TuttofareIn Nero scrive:
            Re: Ognuno ha quello CHE SI MERITA
            Se tu scrivessi 500 caratteri sarebbero troppi...Se tu scrivessi 200 caratteri sarebbero troppi...Se tu scrivessi 100 caratteri sarebbero troppi...Ma queste cose le dici anche sul luogo di lavoro? Aaaah forse non lavori...o forse nella classica "fabrichétta del papi"
          • TuttofareIn Nero scrive:
            Re: Ognuno ha quello CHE SI MERITA
            Il commento era chiaramente diretto a ciaociciu...Giusto per non fraintendere visto che ho sbagliato il click
        • Paolo Rossi scrive:
          Re: Ognuno ha quello CHE SI MERITA
          - Scritto da: ciaociciu
          1) i bolscevichi ci sono ancora, siamo nel 2008 e
          abbiamo ancora il coraggio di avere partiti il
          cui nome è "comunista", la qual parola andrebbe
          depennata dal vocabolario, cosi' come questi
          delinquenti che si spacciano tali (o che lo
          sono).

          2) se guadagnassi 1000 euro al mese sarebbero
          pochi.
          3) se ne guadagnassi 5000 sarebbero sempre pochi
          4) se ne guadagnassi 15000 sarebbero pochi...

          come si fa ad accontentarsi??Beh, allora fatti diminuire lo stipendio a 600 al mese e fatti vedere felice, ma soprattutto non scrivere altri commenti inutili nel forum!
    • dont feed the troll scrive:
      Re: Ognuno ha quello CHE SI MERITA
      Trovo assolutamente INNTOLLERABILE che la redazione non censuri questi messaggi che sono ovviamente provocatori, inutili alla discussione, totalmente insensati, scritti coi piedi, ma soprattutto offensivi per chi lavora.Questi so che sono messaggi che violano la policy, non quando si dice che mediaset ha torto nella controversia con youtube.Ma tanto la redazione continuerà a coccolare i troll e a censurare messaggi come questo, da un branco di pagliacci quali si dimostrano non mi aspetto altro.
    • Mamma Preoccupat a scrive:
      Re: Ognuno ha quello CHE SI MERITA
      - Scritto da: The Real Gordon
      Ognuno ha il reddito che si merita, è sempre
      stato così e sarà sempre così.

      hai ragione.il mese scorso il mio alan si e' fatto uno "spinello" e gli ho tolto la paghetta: adesso ha imparato e ragiona come te.anche tu devi avere una brava mamma... e adesso ragioni bene!! bravo!!ciao,mamma preoccupat a
    • io io scrive:
      Re: Ognuno ha quello CHE SI MERITA
      anche tu avrai quanto meriti... insieme a tutti quelli che ragionano così. E' solo questione di tempo...
      • The Real Gordon scrive:
        Re: Ognuno ha quello CHE SI MERITA
        - Scritto da: io io
        anche tu avrai quanto meriti... insieme a tutti
        quelli che ragionano così. E' solo questione di
        tempo...Per ora mi godo le ferie in costa smeralda, dopo aver passato una settimana anche a santa margherita ligure, e scrivo sui forum di PI da un portatile in spiaggia connesso via umts. Anche se mi tocca chiamare sempre in azienda per verificare che non succedano casini :(In futuro si vedrà, secondo me andrà tutto per il meglio per me, e tutto per il peggio ai milleuristi su questi forum 8)
        • dont feed the troll scrive:
          Re: Ognuno ha quello CHE SI MERITA
          - Scritto da: The Real Gordon
          - Scritto da: io io

          anche tu avrai quanto meriti... insieme a tutti

          quelli che ragionano così. E' solo questione di

          tempo...

          Per ora mi godo le ferie in costa smeralda, dopo
          aver passato una settimana anche a santa
          margherita ligure, e scrivo sui forum di PI da un
          portatile in spiaggia connesso via umts.Pensa che sfigato, sulla costa smeralda a fare la figura del fesso su un forum.
          • The Real Gordon scrive:
            Re: Ognuno ha quello CHE SI MERITA
            - Scritto da: dont feed the troll
            - Scritto da: The Real Gordon

            - Scritto da: io io


            anche tu avrai quanto meriti... insieme a
            tutti


            quelli che ragionano così. E' solo questione
            di


            tempo...



            Per ora mi godo le ferie in costa smeralda, dopo

            aver passato una settimana anche a santa

            margherita ligure, e scrivo sui forum di PI da
            un

            portatile in spiaggia connesso via umts.

            Pensa che sfigato, sulla costa smeralda a fare la
            figura del fesso su un
            forum.meglio di te che andrai in last minute a riccione. Forse. (rotfl)(rotfl)
          • dont feed the troll scrive:
            Re: Ognuno ha quello CHE SI MERITA
            - Scritto da: The Real Gordon
            - Scritto da: dont feed the troll

            - Scritto da: The Real Gordon


            - Scritto da: io io



            anche tu avrai quanto meriti... insieme a

            tutti



            quelli che ragionano così. E' solo questione

            di



            tempo...





            Per ora mi godo le ferie in costa smeralda,
            dopo


            aver passato una settimana anche a santa


            margherita ligure, e scrivo sui forum di PI da

            un


            portatile in spiaggia connesso via umts.



            Pensa che sfigato, sulla costa smeralda a fare
            la

            figura del fesso su un

            forum.


            meglio di te che andrai in last minute a
            riccione. Non andrei mai in quella fogna a cielo aperto, io vivo sul mare vero.e in ogni caso se fossi in vacanza non mi farei pisciare in testa da quelli che passano da un forum.
        • rusty scrive:
          Re: Ognuno ha quello CHE SI MERITA
          e' proprio vero che non bastano i soldi per vestire bene un cafone...Probabilmente abbiamo un conto bancario abbastanza similare, ma mai e poi mai mi mischierei con voi cafoni arricchiti.Dio mio in costa smeralda, portatile e UMTS, avrai anche le infradito e la pancetta, cultura da campagnolo e soldi buttati.Per la tua volgare ignoranza ci dovrebbe essere una legge:nel capitalismo non vogliamo arraffoni, cafoni e sciocchitrinaricciuto!
        • di passaggio scrive:
          Re: Ognuno ha quello CHE SI MERITA
          ahahhhaahahahhaha
        • Magallo scrive:
          Re: Ognuno ha quello CHE SI MERITA
          Chegran figlio di bottarga!
    • VAF scrive:
      Re: Ognuno ha quello CHE SI MERITA
      vai a hahare strunz!
    • The_GEZ scrive:
      Re: Ognuno ha quello CHE SI MERITA
      Ciao The Real Gordon !
      Prendetene atto, siamo nell'era più FLEXIBLE
      della
      storia!!!BWAHAHAHAHAHAHA !!!!!!!!!Vabbè sei in ritardo, (1:23) ma hai recuperato con il finale.Però ancora non ci siamo, hai dimostrato che puoi fare molto, una trollata da 51 risposte non è da tutti, continua così !Mi raccomando venerdì prossimo ti voglio sotto i 10 minuti !Non ci deludere !
    • Osvaldo scrive:
      Re: Ognuno ha quello CHE SI MERITA
      Ognuno ha il reddito che si merita, è sempre stato così e sarà sempre così.Mah!!! Non vuol dire niente.IO Lavoro per una importante azienda ed ho un reddito di circo 60.000 euro anno.Per quello che faccio non è sufficiente.spiegami allora cosa vuoi dire con "Ognuno ha il reddito che si merita"
    • asd scrive:
      Re: Ognuno ha quello CHE SI MERITA
      - Scritto da: The Real Gordon
      Ognuno ha il reddito che si merita, è sempre
      stato così e sarà sempre così.perche io valgo e chi vota i comunisti e' un coglione???vai ad ancorare la barchetta a portofino magnaccia virtuale....queste accuse sulla soggettivita' sono solo un dito nel c**o e della stessa utilita'.......
    • di passaggio scrive:
      Re: Ognuno ha quello CHE SI MERITA
      Ognuno ha il reddito che si merita, è sempre stato così e sarà sempre così. mai sentita idiozia più simile... e il bello è ke ripeti da mesi la stessa solfa... si vede che nn hai mai studiato storia nè lavorato mai evidentemente, nè come imprenditore nè come garzone in una bottega.... già già...
    • Enjoy with Us scrive:
      Re: Ognuno ha quello CHE SI MERITA
      - Scritto da: The Real Gordon
      Ognuno ha il reddito che si merita, è sempre
      stato così e sarà sempre così.


      Gli aumenti "contrattuali", specie se parametrati
      all'inflazione, sono un istituto di derivazione
      bolscevica. E i boscevichi in Italia hanno preso
      solo il 3.5%, fatevene una ragione
      :-o

      Poi c'è da fare concorrenza alla Cina e
      all'India, è inevitabile che gli stipendi in
      termini reali calino, è un fatto legato alle
      moderne esigenze di TOTAL FLEXIBILITY delle
      aziende, che hanno il sacrosanto diritto di
      confermare e aumentare di anno in anno i propri
      utili, nell'interesse degli azionisti.


      Prendetene atto, siamo nell'era più FLEXIBLE
      della
      storia!!!Come mai allora anche in Grecia i salariati prendono più che in Italia? La concorrenza ai Cinesi la devono fare solo gli Italiani?
    • Magallo scrive:
      Re: Ognuno ha quello CHE SI MERITA
      Idiota
    • Akiro scrive:
      Re: Ognuno ha quello CHE SI MERITA

      Ognuno ha il reddito che si merita, è sempre
      stato così e sarà sempre così.questa è da sbellicarsi, la società moderna è altro, ma certo se fai parte della fetta di persone strapagate non puoi che appoggiarla...
  • dacho scrive:
    Lasciate ogni speranza..
    Sarebbe bello potersi af/fidare a qualcuno che ci rappresenti in modo efficace. La realtà di questi ultimi anni, tuttavia, lascia del tutto ammutoliti in questo senso.Va detto, inoltre, che ai calcoli di Cubasia mancano alcuni fattori, che si riveleranno ulteriormente peggiorativi della situazione ormai radicatasi nel mercato del lavoro ITaliano:1) Inflazione programmata ridicola, anche considerando il fiscal drag (che peraltro è bloccato da mo').2) Rallentamento dei consumi -
    meno soldi -
    più cattiva occupazione o disoccupazione -
    maggior concorrenzialità nel mercato del lavoro -
    etc..3) Scarsa imprenditorialità - ormai lapalissianamente evidente - degli imprenditori italiani, che cavalcheranno il punto 2 fino a "far suicidare" i lavoratori per poi suicidarsi loro stessi.In tutto questo non c'è una rappresentanza che anche timidamente si adoperi a favore dei lavoratori/contribuenti/consumatori: la destra al governo fa ciò che ci si aspetta da una destra al governo e la sinistra, quand'era al governo, non ha avuto alcuna idea né di cosa né del perché ci si fosse aspettato da essa nel votarla. I sindacati, dulcis in fundo, sono (dal punto di vista "culturale" e di attivià) definitivamente morti; inutile, dunque, aspettarsi da loro più di quanto (molto poco) abbiano fatto e/o stiano facendo, anche in sede di rinnovo.Delle altre soluzioni proposte da Cubasia solo l'andare all'estero (o, come faccio io, non andarci e lavorare per l'estero restando qua, ma quest'opzione non garantisce i risultati di un'emigrazione totale) è percorribile, perché avviare un'attività, coi tempi che corrono, è plausibile solo con un break even lungo, e quindi con delle spalle coperte che un'irrisoria quantità di persone oggi può permettersi di avere.La (mia) speranza è che finalmente, dopo essere arrivati al fondo ed aver scavato, scavato e scavato (negli ultimi 5-10 anni), ci si ritrovi dall'altra parte della crosta terrestre per poter risalire finalmente la china. Visto che, malgrado tutte le conseguenze, continuiamo imperterriti e delici nella stessa direzione, l'unica via è che sia il mondo, la realtò, a piegarsi alla nostra idiota testardaggine.
    • interceptor scrive:
      Re: Lasciate ogni speranza..
      - Scritto da: dacho
      dopo essere
      arrivati al fondo ed aver scavato, scavato e
      scavato (negli ultimi 5-10 anni), ci si ritrovi
      dall'altra parte della crosta terrestre per poter
      risalire finalmente la china.Bella, ce la regali in Creative Commons?Saluti
Chiudi i commenti