I prezzi ufficiali di Windows2000

Mentre Microsoft conferma i costi che dovrà sostenere chi vorrà passare al nuovo sistema operativo di rete, c'è chi fa i conti in tasca alle imprese che vogliono migrare


Web (Internet) – Quanto costerà “passare” a Windows2000? In Italia Microsoft ha confermato nelle scorse ore i prezzi dei diversi pacchetti, cioè delle diverse configurazioni.

In particolare l’edizione “Professional”, pensata per desktop e portatili e in grado di lavorare con un massimo di due processori, costerà 649mila lire, 319.900 per gli attuali utenti di WindowsNT e 419.900 per gli utenti Windows 95/98.

La versione “Server”, mirata per i servizi di rete, web compreso, di un certo impegno e per sistemi fino a quattro processori, costerà 2.246.000, e 1.053.000 lire per gli attuali utenti NT. L’edizione per le applicazioni critiche e il supporto di otto processori, quella “Advanced Server”, costerà invece 9.519.000 lire con 25 client inclusi nella licenza, 4.663.000 per chi migra da NT.

Il prossimo giugno verrà lanciata come annunciato anche la versione “DataCenter Server”, pensata per sistemi di enormi dimensioni, di cui ancora però non si conosce il prezzo.


Secondo uno studio di Meta Group ripreso da PCWorld, che ha pubblicato un approfondimento nelle scorse ore sul tema dei costi di Windows2000, la spesa per le imprese intenzionate a migrare al nuovo sistema operativo Microsoft è variabile tra i 250 e gli 800 dollari. Sebbene si tratti di prezzi rapportati al mercato americano è di certo interessante valutare l’analisi sulla struttura dei costi di aggiornamento.

In particolare, afferma il Meta Group, l’upgrade a Windows2000 costerà meno alle aziende che possono contare su un sistema di rete già affidabile e collaudato nella gestione delle singole macchine, perché in questo caso sarà minore la necessità di “riconfigurazione” in vista di Win2000. Stando ai ricercatori le aziende meglio organizzate spenderanno circa 450 dollari per postazione nell’aggiornamento al nuovo sistema: “per le imprese che hanno aggiornato il proprio hardware ogni due o tre anni, i costi di migrazione saranno molto minori”.

Il costo per gli altri, invece, secondo il Meta Group può arrivare ad 800 dollari per postazione con variabili notevoli a seconda della situazione esistente. Ciò che può portare verso l’alto i costi, ad esempio, è l’eventuale decisione di aggiornare tutti i sistemi affinché siano in grado di far girare Windows2000. In questo caso i costi dell’hardware potrebbero incidere decisamente. Elemento che vale anche per i componenti base, come la RAM. Secondo il Meta Group, infatti, la configurazione minima dev’essere un Pentium II a 300 MHz con almeno 128 megabyte di RAM. Microsoft invece sostiene che il sistema operativo può girare su macchine Pentium a 133 MHz e 64 megabyte di RAM.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti