I supercomputer Cray saranno Intel inside

Un'intesa porterà i processori Xeon di Intel nella futura generazione di supercomputer ibridi di Cray. I due big collaboreranno anche allo sviluppo di nuove tecnologie per l'high performance computing

Seattle (USA) – Dopo quattro anni di sodalizio con AMD , Cray ha trovato in Intel una nuova e preziosa partner tecnologica e commerciale. L’accordo appena stipulato tra quest’ultima e il famoso produttore americano di supercomputer porterà le due aziende a sviluppare congiuntamente nuove soluzioni e tecnologie per l’high performance computing (HPC).

I supercomputer Cray saranno Intel inside Come primo passo, Cray e Intel progetteranno una nuova generazione di supercomputer, battezzati Cascade , che erediteranno dai loro più diretti predecessori un’ architettura ibrida , in parte basata su CPU general purpose – gli Xeon – e in parte su processori specializzati. Tali sistemi, che potrebbero arrivare anche in una versione Opteron-based, vedranno la luce tra la fine del 2010 e l’inizio del 2011.

Lo sviluppo dei supercomputer Cascade fa parte di un progettone finanziato da DARPA (Defense Advanced Research Projects Agency) il cui scopo è porre le basi per le future architetture di calcolo di classe petaFLOPS.

Cray ha precisato che i suoi rapporti commerciali e strategici con AMD non cambieranno , e che nel prossimo futuro continuerà a fornire soluzioni basate sui processori Opteron.

“Non si tratta di un cambio di binario”, ha affermato Peter Ungaro, CEO di Cray. “In futuro continueremo a supportare i processori di entrambe le aziende, lasciando agli utenti la facoltà di scegliere quali di questi soddisfino meglio le loro esigenze”.

Sebbene i contrattempi che hanno funestato l’Opteron di nuova generazione, Barcelona , abbiano costretto Cray a posticipare il lancio dei suoi nuovi sistemi HPC, Ungaro sostiene che l’accordo con Intel non è riconducibile a tali problemi : risulta però evidente come l’arrivo di una nuova partner renda Cray meno dipendente da AMD , fornendole molta più sicurezza sulle strategie future.

Ungaro non ha rivelato molte informazioni sui futuri piani di collaborazione con Intel, limitandosi a dire che le due aziende lavoreranno sulle tecnologie multicore e sulle interfacce di interconnessione dei processori.

Grazie ai processori Xeon e all’avvento dei cluster x86, Intel oggi domina il mercato dei sistemi HPC. L’alleanza con Cray potrebbe consentirle di rafforzare ulteriormente questa leadership , e di mettere ancor più sotto pressione AMD, che d’ora in avanti non potrà più permettersi errori.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti